Cosa c’è dopo la disoccupazione ASpI?

Cosa c’è dopo la disoccupazione ASpI?

Con la crisi del lavoro e le norme sempre più flessibili in materia di  precarietà, a molti lavoratori italiani non bastano più 8 mesi di disoccupazione per trovare un nuovo impiego.  Ma allora, in cosa possiamo sperare dopo 8 mesi di affannate ricerche? Le alternative sono assai poche e rare, ahimè, ma qualcuno può ancora sperare in un’ulteriore prestazione economica da parte dello Stato.

 

ATTENZIONE: in merito alla nuova disciplina sugli ammortizzatori sociali vi ricordiamo che
a partire dal 1° maggio 2015 è in vigore la nuova NASpI. Clicca qui per saperne di più

Doppia Aspi

C’è la possibilità che dopo aver preso 8 mesi di disoccupazione, se riuscite ad avere un altro contratto di lavoro, anche di un solo giorno, abbiate la possibilità di accedere nuovamente all’ASpI per altri 8 mesi. Infatti se ci sono tutti i requisiti necessari, è possibile considerare le stesse 52 settimane lavorative utilizzate per accedere alla prima ASpI, senza più nemmeno tener conto dell’anno mobile.

Esempio:

 

PRIMA ASPI

Fine primo rapporto di lavoro: 15 marzo 2014

Periodo utile di contribuzione: dal 15 marzo 2012 al 15 marzo 2014

Settimane lavorate nel periodo utile di contribuzione: 104

Prima ASpI: dal 23 marzo al 23 novembre 2014

 

SECONDA ASPI

Inizio nuovo contratto: 01 gennaio 2015

Fine nuovo contratto 15 gennaio 2015

Periodo utile di contribuzione: dal 15 gennaio 2013 al 15 gennaio 2015

Settimane lavorate nel periodo utile di contribuzione: 62 (di cui 60 dal 15 gennaio 2013 al 15 marzo 2014 e 2 dal 01 al 15 gennaio 2015)

Non perdete tempo, le possibilità che vi capiti una situazione simile  non sono molte, ma se avete qualche dubbio non esitate a richiedere una consulenza presso CAF, Patronati o Inps

 

Sussidio straordinario di disoccupazione per i giornalisti

Solo per i giornalisti esiste una trattamento di disoccupazione aggiuntivo, erogato dall’INPGI, la cassa dei giornalisti. Il  sussidio della durata massima di un anno a cui possono accedere i giornalisti per i quali perduri lo stato di disoccupazione a seguito del percepimento dell’ASpI.

L’importo erogato dal sussidio straordinario di disoccupazione è pari all’indennità di ASpI per i primi 3 mesi, dal quarto mese tale importo viene ridotto del 30%.

Ulteriori informazioni sul sito dell’INPGI 

 

Sussidio straordinario di disoccupazione della Regione

Può capitare che lo stesso Ente Regionale (ad esempio la Sardegna) di appartenenza possa destinare dei fondi per la disoccupazione quindi è bene sempre informarsi presso le istituzioni competenti.

 

Un consiglio personale è quello di approfittare dei periodi di disoccupazione per rilassarsi e dedicarsi ai propri hobby; oggi siete disoccupati, ma se da domani si torna a lavoro addio tempo libero!

 

Leggi anche ASDI, L’ASSEGNO DI DISOCCUPAZIONE DOPO LA NASPI valido solo a partire dal 1° maggio 2015.

Molte persone che hanno richiesto l’ASDI stanno ancora aspettando che le venga pagata. Qualora doveste essere tra questi, e doveste verificare che il periodo indennizzabile della vostra ASDI è terminato e non avete ancora trovato lavoro potete provare a richiedere il SIA 2016. Clicca qui per ulteriori informazioni sul SIA, Sostegno all’Inclusione Attiva.

 

Prima di prendere decisioni importanti a seguito della lettura di questo articolo, per la vostra sicurezza, vi consiglio di chiedere conferma delle informazioni al numero verde Contact Center INPS  803 164, in quanto le normative potrebbero essere soggette a cambiamenti

Summary
Article Name
Cosa c'è dopo la disoccupazione?
Description
Dopo aver terminato di percepire la NASPI il disoccupato, se soddisfa i requisiti, può richiedere l'ASDI. In secondo luogo può fare richiesta del SIA.
Author
Publisher Name
Previdenza Facile
Publisher Logo

Previdenza Facile

Il nostro staff si cimenta nella semplificazione delle informazioni legate alla materia previdenziale, ed è a disposizione di tutti i lettori per un aiuto nella comprensione della sua legislatura, spesso riportata dalle istituzioni con passaggi astrusi o difficilmente comprensibili.

642 Comments on “Cosa c’è dopo la disoccupazione ASpI?”

  1. nahuel zeo ha detto:

    Salve ho preso la disoccupazione per un anno.. già ho trovato lavoro mo cosa succede devo ridare i soldi indietro ¿?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve la domanda non è completa. Deve specificare per che periodo è stato coperto da NASPI e in che data si è rioccupato.

      1. elisabetta ha detto:

        Da giugno 2016 a dicembre 2016 ho percepito naspl, poi i primi di gennaio ho iniziato a lavorare con contratto a tempo determinato finito il 15 aprile 2017. La naspl come da comunicazione inps doveva essere di 377 giorni. Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Le consiglio di farsi bene i conti verso il mese di novembre, può accedere sul sito dell’INPS con il PIN al Fascicolo Previndenziale del Cittadino – Prestazioni – Pagamenti e vedere le giornate retribuite.

    2. elisabetta ha detto:

      Buongiorno. Ho avuto un lavoro a tempo determinato per circa 4 mesi e ho sospeso la naspl che percepivo con il modello naspl_com. la vecchia naspl doveva durare fino ad agosto. Adesso sospendendola per 4 mesi si porterà aventi fino a dicembre è corretto? Grazie

      1. elisabetta ha detto:

        Un altra domanda….finita la naspl ho ancora diritto a qualche sussidio se non trovò ancora lavoro? Ho una bimba di 4 anni….grazie ancora

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Certo, può fare domanda di ASDI entro 30 giorni dalla fine del periodo indennizzabile NASPI, periodo che le consigliamo di calcolare bene per non rischiare di perdere il diritto facendo la domanda in ritardo.

      2. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Elisabetta, certamente.

  2. Erika Bastone ha detto:

    Buongiorno ,
    Vorrei dei chiarimenti per la disoccupazione .
    Io sto lavorando con un contratto indeterminato dove la situazione non e vivibile . Ho ricevuto un altra proposta di lavoro e vorrei buttarmi in quanto sono giovane e voglio cambiare per stare meglio moralmente . Il contratto che mi farebbero e di 15 giorni inizialmente e poi tre mesi e poi L intento è far entrare fisse le persone in azienda . In caso mi dovessero lasciare a casa dopo 15 giorni , ma spero proprio di no , la disoccupazione la percepisco ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Erika, certamente avrebbe diritto alla NASPI in questo caso. A presto!

  3. anna del campana ha detto:

    Buongiorno, ho lavorato continuativamente dal 01/12/2008 al 06/03/2015 e il 12/03/2015 ho fatto richiesta di disoccupazione (Aspi). Poi dal 13/05/2015 al 05/06/2015 ho lavorato per cui mi si è bloccata la disoccupazione che poi è ripartita per finire i mesi restanti.
    Il 19/09/2016 ho riniziato a lavorare fino al 07/12/2017 poi di nuovo dal 01/02/2017 al 28/02/2017 e adesso ricomincio un uovo lavoro per altri tre mesi. Mi chiedevo se alla fine di questi tre mesi potrei richiedere la Naspi ed eventualmente quanto mi durerebbe?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Anna, certamente potrà richiedere la NASPI ma non siamo abilitati a calcolarne la durata.

  4. elisabetta ha detto:

    Buonasera,
    Volevo un info riguardo alla naspl che percepivo e che attualmente ho sospeso con la naspl-com.
    ho un contratto tempo determinato part time 20 ore settimanali fino al 6/04/17 e iniziato il 9/01/17.
    Se iniziassi un nuovo lavoro solo a 9 ore settimanali di pulizie e dopo il 6/04 non mi rinnovassero più il contratto di 20 ore cosa succederebbe alla mia naspl?. Potrei comunque prenderla mantenendo le 9 ore oppure non mi spetterebbe?Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elisabetta, dipende dalla durata del contratto. Se supererà i 6 mesi continuativi la NASPI decadrà e al termine del nuovo rapporto di lavoro potrà poi presentare una nuova domanda. Ai fini della durata della nuova NASPI che andrà a richiedere è sicuramente meglio un contratto a 20 ore che non a 9. Meno ore lavorerà meno durerà la sua nuova NASPI. A presto!

  5. Sar.gol Sar ha detto:

    Buona sera,
    ponevo alla Vs attenzione tale quesito. Durante il 2016 ho lavorato 16 settimane (contratto tempo determinato supplente scuola pubblica), fino al 7 giugno 2016- Non ho chiesto la NASPI (sono già passati i 68 giorni purtroppo!!)- Ora, marzo 2017, lavorerò per altre 14 settimane (stessa incarico a tempo). Quando chiederò la NASPI, alla fine di quest’ultimo periodo, posso usufruire anche del periodo precedente (2016) visto che non la chiesi per tale tempo?

    Grazie infinite
    Aldo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certamente, d’altronde sono pur sempre contributi utili quindi assolutamente sì.

  6. William ha detto:

    Buonasera, il 18 luglio mi scade la Naspi, dopo averla fruita per 136 giorni, ora mi chiedo, avendo 41 anni, non avendo figli o altro (single), non avendo nessun patrimonio immobiliare o altro, cosa ci sarebbe come sostegno dallo stato? Grazie

      1. Ari89 ha detto:

        Buonasera,
        ho presentato la domanda di disoccupazione il giorno 1 luglio 2016 tramite la procedura online, ma ad oggi risulta ancora in stato di archiviazione “IN FASE DI TRASFERIMENTO ALLA SEDE”.
        Ho provveduto a chiamare l’inps il quale mi ha risposto che avrebbero mandato dei solleciti..parlando con l’operatrice ho scoperto di non aver inviato( perchè non ne ero a conoscenza e non veniva specificato nella procedura online) il modello Sr163.. Il fatto è che nemmeno la collega con cui ho presentato la domanda l’ha consegnato, ma a lei il pagamento è stato fatto in data odierna. Può essere questo il motivo? Se domani presento il documento alla sede Inps la disoccupazione mi viene erogata dalla data in cui ho fatto la domanda o da quella in cui ho consegnato tale modulo? Oppure non mi verrà più presa in considerazion eessendo già passato diverso tempo?
        Un ultima cosa, quando al termine della domanda ho presentato la DID, non l’ho inviata ad un centro per l’impiego della mia provincia, bensì in un altao a me più vicino. Ci possono essere problemi dovuti a ciò?
        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, per quel che riguarda i CPI non so dirle, ma se è quello più vicino a lei non dovrebbero esserci problemi. per quanto riguarda la domanda sicuramente verrà pagata dalla data di presentazione della domanda o non da quella di presentazione del modello. Molte sedi recepiscono le nuove normative in ritardo, questo potrebbe essere il caso del suo collega. Comunque il modello sr163 resta obbligatorio quindi è normale che gliel’abbiano richiesto, poi se qualcuno ci passa sopra per X motivi non ci è dato sapere. A presto!

      2. RAGGIO78 ha detto:

        BUONASERA,
        HO LAVORATO A TEMPO INDETERMINATO DAL 07/2005 AL 08/2014 USUFRUENDO DI SUSSIDIO ASPI DAL 09/2014 AL 04/2015. MI E’ STATO DETTO DI NON POTERE ACCEDERE AD ALTRI SUSSIDUI, SE NON FARE DOMANDA PER MOBILITA’ IN DEROGA (SPERANDO IN SOMME EROGATE DALLA REGIONE..QUINDI SPERANZA ZERO). CI SONO POSSIBILITA’ DI RICHIEDERE ALTRE FORME ANCHE A SEGUITO DI BREVI CONTRATTI LAVORATIVI? (DI QUANTO ED ENTRO QUANDO?? PER UNA NUOVA ASPI O NASPI?) PER GLI ASSEGNI SOCIALI POSSO AVERE DIRITTO? (HO UNA BIMBA DI 3 ANNI E UNO IN ARRIVO, ISEE BASSO)
        GRAZIE

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, stiamo quasi varcando il 2016. Per la sua aspi sono già stati utilizzati i contributi dal 08/2013 al 08/2014, quindi qualora dovesse rioccuparsi (almeno per 30 giorni di effettiva presenza sul lavoro), mettiamo caso nel mese di ottobre, potrebbe utilizzare i soli contributi versati dal novembre 2012 a luglio 2013, che sono 9 mesi, quindi ottenere una naspi di circa 5 mesi. Questo per quel che riguarda la NASPI, dopo la quale potrà richiedere l’ASDI. Questo solo nel caso di rioccupazione, anche per 35/40 giorni. In alternativa può richiedere il SIA, clicchi qui per leggere il nostro articolo in merito. A presto!

      3. ale2345 ha detto:

        Buongiorno, le spiego la mia situazione.
        Ho lavorato dal 1/11/2012 fino al 10/03/2015 come operaio, dopodiché ho percepito la aspi dal 03/2015 al 02/2016. Dal 04/2015 al 08/2016 ho lavorato presso un ristorante con pagamento voucher, finché dal 1/08/2016 al 30/09/2016 sono stato assunto con contratto a tempo determinato, che scadrà come scritto sopra, venerdì 30 settembre. Le chiedo se secondo lei ho diritto a percepire qualche tipo di indennità, aspi, mini aspi oppure Naspi. Grazie mille

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, certamente. Potrà presentare domanda di NASPI al termine del rapporto di lavoro. ASPI e MINIASPI non esistono più. A presto!

    1. elisabetta ha detto:

      Buongiorno, sto attualmente percependo la disoccupazione naspl da giugno 2016 e dovrebbe spettarmi fino a giugno 2017. Ieri ho firmato un contratto per un lavoro part time 20 ore settimanali presso un supermercato. Il contratto per ora è di un mese salvo proroghe. Cosa succede ai mesi di naspl che devo ancora percepire? Si possono sospendere finché lavoro o non mi spetteranno più? Se si possono sospendere i nuovi mesi che lavorerò verranno conteggiati per un altra eventuale naspl? Premetto che ho sempre lavorato 8 ore al giorno. Questo è il primo impiego part time.
      Grazie anticipate per la vs risposta. Elisabetta

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, i mesi di NASPI rimanenti vengono sospesi per max 6 mesi di lavoro continuativo. Se supera i 6 mesi la prestazione decade e al termine del rapporto di lavoro va fatta una nuova domanda, in questo caso verranno calcolati, ai fini della durata della nuova prestazione, anche le nuove mensilità di lavoro effettuate. A presto!

        1. elisabetta ha detto:

          Quindi se io lavorassi più di sei mesi in modo continuativo i rimanenti mesi dì naspl che ancora mi spettano andrebbero a sommarsi ai nuovi mesi lavorati. È corretto?

  7. Ata Moro ha detto:

    buongiorno,
    ringrazio innanzitutto tutto lo staff in quanto mi è stato moltissimo d’aiuto nella scorsa problematica e vado ad esporre il mio nuovo caso sperando che possa di nuovo avere delle giuste indicazioni:

    ho lavorato indeterminato da 01/01/2009 a 16/07/2014
    poi ASpI dal 23/08/2014 a 23/04/2015
    riesco a trovare un lavoretto da 12/05/2015 a: 30/05/2015
    e poi ancora da 04/10/2015 a 09/11/2015
    riuscendo a maturare una seconda naspi da 17/11/2015 a: 28/06/2016

    nel frattempo quel negozietto ha chiuso i battenti , cos’altro posso richiedere per arrivare al mese successivo considerando che nel frattempo mi è nata una bambina la quale ad oggi ha 6 mesi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, le consiglio di provare a fare domanda di ASDI, mi raccomanda, va fatta entro 30 giorni dal termine del periodo indennizzabile, quindi la faccia il prima possibile! A presto:)

  8. ROMEO SUAGGER ha detto:

    Buon giorno! Spero lei possa dare una risposta alla mia domanda. Posso usufruire della disoccupazione avendo lavorato dal 20/01/16 al 30/06/16? Avevo un contratto a termine part time 4ore.
    Ps. la mia azienda chiude il 30/06/16 e vuole che io dia le dimissioni ma non me la sento. Quindi la mia domanda è: posso avere la disoccupazione avendo lavorato solo 5 mesi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente potrà avere la disoccupazione, ma se negli ultimi 4 anni ha lavorato solo questi 5 mesi, la disoccupazione durerà solo 2 mesi e mezzo, o forse anche meno considerato che aveva un contratto part time. L’importante è NON DARE LE DIMISSIONI altrimenti la domanda di disoccupazione verrà respinta.

  9. baldo.criscenzo ha detto:

    salve,grazie per la risposta,cosa intende probabilmente si?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Intendo che dalle indicazioni che fornisce i requisiti ci sono, ma non siamo l’INPS quindi non possiamo mettere la mano sul fuoco.

      1. Budtonzi ha detto:

        Buonasera, volevo sapere un informazione per quanto riguarda la spettanza della nuova disoccupazione. Premetto di aver già ricevuto la disoccupazione (io la chiamo così,naspi aspl mi confondono) a fine ottobre 2015(dopo un contratto di lavoro di 4 mesi),sono stato retribuito per 158 giorni precisi,(avendo infatti lavorato negli ultimi 4 anni 316 giorni, quindi ho dedotto che 158 il calcolo era giusto ) ieri 24 giugno 2016 ho iniziato nuovamente fino al 31 luglio, dopo questa data devo rifare il calcolo di quante settimane ho lavorato negli ultimi quattro anni e dividere per due,per percepire quanto mi spetta di disoccupazione? oppure si è tutto azzerato e non mi spetta più nulla? Grazie per chiarirmi le idee.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, sicuramente con l’ultima NASPI ha percepito tutto quello che le spettava, quindi, come dice lei, si è azzerato tutto. potrà comunque presentare domanda ad agosto ma non credo le pagheranno più di 17/18 giorni di disoccupazione…

  10. baldo.criscenzo ha detto:

    salve,desideravoo chiedere se ho diritto all’asdi finitto la naspi(ottobre 2016). Ho 45 anni, 2 figli minori a carico e isee meno di 5000 euro.Grazie per la cortese attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Baldo, molto probabilmente sì, non esiti ad inoltrare la domanda qualora non dovesse rioccuparsi. A presto!

    2. Entoni ha detto:

      Buongiorno,vorrei chiedere:

      Il prossimo Luglio 2016 finisco Naspi ho diritto a qualche altro ammortizzatore sociale?
      Asdi?non ho i requisiti

      Esistono altri aiuti?Grazie in anticipo

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, purtroppo dopo la NASPI può solo richiedere l’ASDI.

  11. Buongiorno, vorrei chiedere:
    Nell’anno 2015 ho avuto un contratto a tempo det fino al 31/3 poi non mi hanno rinnovata perché ero in gravidanza. Ho percepito i 5 mesi di gravidanza obbligatoria intervallati alla naspi che finisce domani. Posso richiederla nuovamente non avendo nel frattempo trovato lavoro ed avendo i 3 mesi lavorati nel 2015? (Ho fatto anche dei giorni di malattia, valgono comunque nel conteggio? )grazie saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo no. Non può richiedere la naspi dopo la naspi…

    2. Entoni ha detto:

      Innanzitutto grazie per l’informazione.
      Allora se non trovo lavoro è queste sono le leggi vuol dire che fra un po diventerò un senza tetto.

      1. Entoni ha detto:

        scusate dimenticavo VIVA L’TALIA

  12. nellabi ha detto:

    Salve buongiorno spiego brevemente la mia situazione. Mi è stata accolta nel 2015 l’aspi per un periodo di 10mesi, prima dell ultimo mese però ho accettato un contratto di lavoro a un mese, quindi l ultimo mese di aspi mi è stato pagato il mese successivo. Il problema è che ho fatto domamda di naspi durante quel periodo, cioe periodo in cui ancora ero in aspi, terminato dopo pochi giorno. Dato che sono passati oltre 2 mesi dalla richiesta di naspi, ho chiamato l insp, e la loro risposta è stata che molto probabilmente il rotardo è

    1. nellabi ha detto:

      *ritardo, è dovuto a questa situazione, che però non compromette la ppssibilità di poter prendere la Naspi. Io sinceramente ho i miei dubbi. Voi cosa pensate?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, è probabile che sia così, ci sono state un paio di testimonianze di una situazione simile. Incrociamo le dita!

  13. Cristian Cardillo ha detto:

    Buonasera, sul mio portale INPS mi è comparso quanto segue:

    Su Prestazioni -> Richieste presentate mi compare “INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE”

    Segue

    PERVENUTA PER VIA TELEMATICA DA AZIENDA data di ricevimento 03/03/2016

    e sotto “SUSSIDIO STRAORDINARIO” cliccandoci compare la lista dei dettagli dell’istanza con le varie fasi:

    Fase
    ISTRUTTORIA IN PRIMA ISTANZA 7/3/2016 7/3/2016 COMPLETATA
    Attività
    ACQUISIZIONE 7/3/2016 7/3/2016 COMPLETATA
    Attività
    ESAME DEL FASCICOLO 7/3/2016 7/3/2016 COMPLETATA
    Fase
    CALCOLO 8/3/2016 8/3/2016 ACCOGLIMENTO

    Ora mi chiedo: ho lavorato da Agosto 2015 a Ottobre 2015 tramite Garanzia Giovani in un supermercato.
    Io non ho presentato la domanda di disoccupazione (quindi è stata l’azienda ad inviarla?!) in quanto sapevo che con un tirocinio non si potesse prendere la disoccupazione…

    Vedrò comunque qualche soldo dall’INPS? E se fosse, quanto dovrei ancora aspettare?

    Grazie in anticipo per le risposte

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, verifichi sotto la voce PRESTAZIONI->PAGAMENTI se è già stato effettuato qualche pagamento. Ma il suo ultimo rapporto di lavoro quando è terminato?

  14. Francesca Vitti ha detto:

    Ciao,
    Sono stata licenziata il 31/3/2015 poichè l’azienda dove lavoravo ha chiuso.
    Ho percepito l’Aspi per 10 mesi, è scaduta il 31/03/2016. Nel periodo di Aspi non ho trovato lavoro e non sto lavorando neanche adesso. Posso percepire qualcos’altro? Cosa posso fare?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve francesca, purtroppo dopo l’ASPI può solo ricominciare a lavorare 🙁

  15. Andrea de Bonaffos ha detto:

    Salve volevo per favore sottoporre il mio caso:
    15 gennaio 2015 autorizzata aspi per 16 mesi
    15 marzo 2015 sospesa per contratto di lavoro a tempo determinato di 5 mesi e mezzo
    01 settembre ripreso pagamento ASI tuttora in pagamento finoa 31 ottobre 2016-
    Ora mi propongono un contratto a tempo determinato di 3 mesi..potro’ poi riattivare l’ASPI oppure la sospensione e’ possibile per un massimo di 6 mesi
    solo una volta?Grazie mille !

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Andrea, al termine del suo rapporto di lavoro ripartirà l’ASPI per i mesi rimanenti. L’ASpI decade solo se il rapporto di lavoro dura più di 6 mesi CONSECUTIVI quindi nel suo caso può essere sospesa e riattivata anche più volte.

      1. Andrea de Bonaffos ha detto:

        Grazie molto per il chiarimento!!

  16. Giovanni Sanna ha detto:

    Salve sono stato licenziato a marzo 2015 dopo 6 anni di attività lavorativa, ho presentato subito domanda Aspi percepita per intero sino a febbraio corrente anno, ricevendo anche l’ultimo spettante del decreto Renzi il mese scorso.
    Se dovessi avere anche solo un contratto pari a 15 giorni lavorativi, potrei fare domanda Naspi, oppure rifare la Aspi?
    Cordiali saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giovanni, ASpI sicuramente no perché non esiste più. 15 giorni sono pochi, per accedere alla NASpI deve far valere almeno 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro negli ultimi 12 mesi precedenti la data della domanda, quindi parliamo di un contratto di almeno 40 giorni.

  17. Angelo De Siati ha detto:

    Salve, innanzitutto vi ringrazio per il tempo che ci dedicate. Poi vorrei chiedere una delucidazione sulla doppia disoccupazione (se è ancora possibile richiederla). Io ho perso il lavoro a Maggio 2015 ed ho percepito l’indennità di disoccupazione fino a questo mese (marzo 2016). Purtroppo a causa di una momentanea invalidità ho dovuto rifiutare un paio di offerte di lavoro e quindi da Aprile le mie entrate caleranno drasticamente. Avrei l’opportunità di farmi fare un contratto di lavoro anche di un giorno come è scritto all’inizio dell’articolo, ma vorrei sapere eventualmente che tipologia di contratti sono ammessi per poter fare la domanda, sempre che sia ancora possibile.

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Angelo, purtroppo non è più in vigore l’Aspi quindi non è possibile fare la domanda. Provi a vedere i REQUISITI PER L’ASDI, soprattutto occhio alla scadenza dei termini per la domanda, entro 30 giorni dal termine del periodo indennizzabile naspi. A presto!

  18. Buongiorno ! Per favore datemi una risposta!
    Io ho lavorato dall 01.09.2012 fino ad 07.02.2013 con contratto part time, poi mi hanno fatto full time 8 ore dall 07.02.2012 fino 16.06.2015 . Ho fatto la domanda di disoccupazione Naspi e in teoria dovevo prendere metà delle settimane lavorate vero? E invece c’è scritto in quel foglio che arriva Acasa che mi spettano 275 giorni e non ho capito dov’è l’errore… Le devo precisare che il contratto era di apprendistato … Mi può chiarire lei perché fino a lunedì sto impazzendo. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, i contributi da apprendistato sono validi ai fini NASPI solo a partire dal 1° gennaio 2013, quindi tutti i contributi precedenti non vengono presi in considerazione. Resta il fatto che le giornate sono comunque poche. provi a fare una richiesta di riesame per il ricalcolo, oppure recarsi presso la propria sede INPS di competenza. A presto!

  19. Salve, la mia moglie a lavorato con contrato di apprendistato full time dal
    09/05/2012 al
    23/09/2014
    A percepito mini-aspi 27 settimane fino a 22/10 2015
    Per percepire la naspi quanti giorni dovrà lavorare e quale sarebbe la data limite (se c’è ), visto che Il 9/05/2016 passano 4 anni ?
    E per quanti mesi sarà la naspi?
    Grazie mille per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in questo caso gli unici contributi che può utilizzare sono quelli dal 1° gennaio 2013 (quelli precedenti non valgono se sono da apprendistato), esclusi quelli che hanno dato diritto alla miniaspi. Il contratto era part-time? la signora dovrà lavorare almeno 30 giorni effettivi. per usufruire di quel contributi la data limite è 1° gennaio 2017.

      1. Grazie per la risposta .
        A lavorato full time . Se lavorerà 30 giorni effettivi per per quanti mesi sarà la naspi ?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Purtroppo non possiamo aiutarvi per il calcolo della durata, spiacenti!

  20. Salve,ho lavorato Per 6 mesi,e ho preso là disoccupazione per 3 mesi,ora gli ho finiti..cosa devo fare Per riprenderla?? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Deve ricominciare a lavorare…non ci sono altri modi.

  21. Stefano Vacca ha detto:

    Salve io dopo avere lavorato per 10 anni con contratto a tempo indeterminato, sono stato licenziato, ho percepito l’Aspi da maggio 2014 ad agosto 2014 in quanto poi ho trovato lavoro a tempo determinato, il contratto mi scade ad agosto 2016, vorrei sapere come funziona visto che ho ancora 4 mesi di Aspi da usufruire, se posso chiedere direttamente la Naspi e quanti mesi mi spettano.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Stefano, se il suo ultimo rapporto di lavoro è in vigore da settembre 2014 la sua aspi è sicuramente decaduta quindi le spetterà la NASpI. Non possiamo però fare i calcoli per le vostre disoccupazioni, a occhio e croce direi almeno un anno e mezzo. A presto!

  22. Manuela Gheorghita ha detto:

    A fine febraio finisco la mobilita. Non ho trovato lavoro o dirito ad altro? Molte grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Non credo Manuela, faccia controllare il suo estratto contributivo ad un patronato, magari con un altro lavoretto di un mese può richiedere la NASpI.

  23. Viviana Pansa ha detto:

    Buongiorno,
    il mio contratto co.co.co scade il 31 gennaio (tra pochi giorni). Sono giornalista iscritta alla gestione separata Inpgi, lavoro con questo tipo di contratto dal 2007 ma mi è stato detto che l’indennità di disoccupazione erogata dall’Inpgi non vale per i co.co.co. Posso almeno fare domanda per la Dis.coll?
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Viviana, credo proprio di sì anche perché la DIS-COLL è stata riconfermata per il 2016. Deve solo verificare se rientra nei requisiti. A presto!

  24. Carmine Di Michele ha detto:

    Salve sono Carmine , avrei una domanda a Dicembre ho percepito l ultimo assegno aspi per la disoccupazione, passati gli 8 mesi purtroppo non ho ancora trovato lavoro, vorrei sapere se ci siano altre forme di disoccupazione ho altro .
    PS. in casa c e cmq uno stipendio di 1200 euro ,

    grz

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve carmine, purtroppo non esistono altri sostegni al reddito dopo l’ASpI. Può richiedere la NASpI ma solo dopo un altro rapporto di lavoro.

  25. naji ha detto:

    BUONASERA, sièti bravi E gentile.. se potete aiutarmi.. sono in desocopazione ASPI per 12 mese,
    ((DA FEBRAIO 2015-FINO GENNAIO-2016)) DA FEBRAIO 2016 MI OFFRINO UN CONTRATTO DI 30 GIORNI
    LAVORATIVE, DOPO POSSO CHIEDERE LA NASP ??? SE. SI QUANTI MESE ?? VI PRESENTO LE MIEI
    CONTRIBUTI COMINCIAMO DAL ( ANNO 2012 ))
    01/01/2012-FINO 31/12/2012- DIPEND-PAR-TIME- SETT, 52- 39000
    01/01/2013-FINO-31/12-2013-DIPEND-PART-TIME-SETT, 52- 38000
    01/01/2014-FINO-07/07/2014-DIPEND-PART-TIME-SETT, 28- 21000
    20/11/2014-FINO-31/12/2014-DIPEND-FUL- TIME – SETT- 07- 07
    01/01/2015-FINO-31/01/2015-DIPEND- FUL-TIME-SETT- 05- 05
    01/02/2015-FINO -31/12/2015- DESOCOPAZIONE- ASPI-SETT- ?????
    01/01/2016-FINO-31/01/2016- DESOCOPAZIONE- ASPI-SETT- ?????
    VI RINGRAZIO IN ANTICIPO,,,,

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo un contratto di 30 giorni nel suo caso non è sufficiente per ricevere la NASpI perché uno dei requisiti è quello di avere negli ultimi 12 mesi almeno 30 giornate di PRESENZA EFFETTIVA SUL LAVORO. Quindi, a meno che lei non lavora anche sabato e domenica, il suo contratto dovrà essere abbastanza lungo da prevedere queste 30 giornate di lavoro effettivo. A presto!

    2. naji ha detto:

      BUONASERA, SONO NAJI ,PRIMA DI TUTTO VI CHIEDO SCUSA SE POTETE AIUTARMI,
      PER ACEDERE AL NASP MI AVETE DETTO CIVUOLE 30 GIONATE LAVORATIVE PRESENZA
      SUL LAVORO E SONO DACORDO,, PERO VORREI SAPERE PRECISO QUATI MESE
      MI ASPETTANO SE POSSIBILE,, VI PRESENTO LE MIEI ULTIMI 4 ANNI DI
      CONTRIBUTI COME SOPRA INDICATI,,,,
      MI SONO RICATO DAL PATRONATO E HO CAPITO CHE NO VUOGLIANO DARMI UNA RISPOSTA
      CHIARA E CONCRETA(( ORDINE DAL INPS,)) VI RINGRAZIO IN ANTICIPO,,,,

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Non possiamo fare i calcoli per conto dell’INPS, e spesso neanche il patronato è in grado. Deve attendere la risposta dell’INPS.

      2. naji ha detto:

        BONASERA, una informazio per favore, io sono stato in disocopazione ASPI per 12 mese,
        DAL; 11/FEBRAIO-2015- AL 11/febraio 2016,,,
        vorrei sapère se avrò il deritto per la domanda per avère ASDI ?????
        aspetto la vostra risposta….,,,,,, grazie in anticipo,

        1. Previdenza Facile ha detto:

          No, per avere diritto all’ASDI deve percepire la NASPI.

    3. naji ha detto:

      salve, sono stato in desocopazione ASPI PER 12 MESE DA FEBRAIO 2015 A FEBRAIO 2016,
      DAL 5 MAGIO MI OFRANO UN COTRATTO PER 2 MESE , ALLA SCADENZA DEL CINTRATTO
      POSSO CHIEDERE LA NASPI ?? QUADI MESE POSSO AVERE PIù MENO ???
      vi presento le miei cotributi ,,,,,
      ANNO 2012— SETTEMANE— 52–39000
      ANNO 2013– SETTEMANE– 52–38000
      ANNO 2014– SETTEMANE– 35–28000
      ANNO 2015 — SETTEMANE– 05–05
      ANNO 2015– SETTEMANE — 47–47000- CTR- .FIGURATIVA PER- ASPI
      ANNO 2016– SETTEMANE– 06–6000– CTR- FIGURATIVA PER -ASPI,,
      ASPETTO LA VS RISPOSTA VI RINGRAZIO IN ANTICIPO..

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, certamente potrà fare domanda di NASPI dopo 2 mesi di contratto, ma non saprei dirle quanto durerà, su per giù durerà probabilmente un annetto…

  26. Gabriele Grazioli ha detto:

    Buongiorno,

    Ho lavorato a tempo indeterminato dal 1999 al 31 dicembre 2014, da gennaio 2015 ho usufruito dell indennità Aspi per 8 mesi. Dovrei iniziare un lavoro temporaneo di circa due mesi a febbraio 2016, al termine potrei usufruire dell indennità Naspi? Se si per quanto tempo?
    Grazie, saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gabriele, sicuramente potrà accedere alla NASpI, per quanto tempo non saprei dirle considerato che non conosco la sua situazione contributiva. Può provare a fare un calcolo approssimativo seguendo le informazioni presenti nel nostro articolo. A presto!

  27. Fabio Termanini ha detto:

    Buongiorno.
    Vorrei avere informazioni riguardo ciò che mi può spettare o meno.
    Ho lavorato 3 anni consecutivi con regolare contratto di apprendistato presso unica azienda, concluso a fine febbraio 2015 per calo di lavoro (apprendistato concluso positivamente con attestato e c.)
    A marzo 2015 presento domanda di Aspl che inizio a percepire ad aprile 2015 per 10 mesi! Sto per ricevere il decimo ed ultimo mese!
    Al ricevimento di esso, mi è possibile richiedere per la seconda volta Aspl o forme analoghe e se si, con quali presupposti?
    Grazie e buona giornata

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabio, l’ASpI sicuramente non le spetta perché non esiste più. Eventualmente, nel caso in cui riuscisse ad avere un nuovo rapporto di lavoro (che le permetta di soddisfare il requisito delle 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro negli ultimi 12 mesi precedenti la data domanda) potrebbe richiedere la NASpI, ma non saprei dirle per quanti mesi ancora. Provi a fare un calcolo approssimativo a seguito della lettura di QUESTO ARTICOLO. A presto!

      1. Fabio Termanini ha detto:

        Non mancherò la lettura dell’articolo.
        Il dubbio viene dal fatto che io ho i 30 giorni con il lavoro precedente all Aspl, avendone usufruito per 10 mesi!
        Quei 30 giorni devono essere di un lavoro nuovo e successivo o solo negli ultimi 12 mesi?
        Perche fino al 28 febbraio scorso ho lavorato, quindi 30 gg dal precedente lavoro li avrei…

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Non è necessario che rientrino nel nuovo rapporto di lavoro, l’importante è che siano nei 12 mesi precedenti la domanda, anche se sono già stati “utilizzati” per l’ASpI.

  28. Oscar ha detto:

    Gentili Signori,
    un mio amico presentava la seguente situazione relativamente agli ultimi 4 anni come da estratto conto previdenziale INPS:
    01/01/2011 – 31/12/2011 Disoccupazione Settimane 6
    27/10/2011 – 27/11/2011 Lavoro marittimo Settimane 5
    01/01/2012 – 31/12/2012 Mini ASpI Settimane 8
    27/07/2012 – 05/11/2012 Lav. dip. part-time Settimane 16
    01/01/2014 – 31/12/2014 Agricolo giornaliero Giorni 20
    05/07/2014 – 22/09/2014 Lavoro dipendente Settimane 13
    17/10/2014 – 01/12/2014 Mini ASpI Settimane 7
    01/01/2015 – 30/11/2015 Agricolo giornaliero Giorni 4
    23/01/2015 – 05/02/2015 Mini ASpI Settimane 2
    04/07/2015 – 24/09/2015 Lavoro dipendente Settimane 13
    Tutti i periodi di cui sopra valgono sia al diritto che al calcolo (anche per ciò che riguarda il periodo part-time).
    In seguito alla domanda di NASpI gli sono stati riconosciuti dall’ INPS di Vibo Valentia solo 32 giorni di durata della prestazione.
    Solo l’ ultimo periodo avrebbe dovuto produrre 6,5 settimane di NASpI o sbaglio?
    Vi prego, se possibile, di voler esaminare quanto sopra.
    Grazie

    Cordialità
    Oscar

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Oscar, effettivamente, a meno che l’ultimo periodo non era part-time, avrebbero dovuto conteggiare più giornate. Per non rischiare di perdere un diritto consiglierei di presentare domanda di riesame presso la sede di VV oppure ricorso.
      Per tutti i periodi precedenti invece credo che lui abbia già usufruito di tutti i contributi per le mini-aspi.
      A presto!

    2. Shinobi85 ha detto:

      Buongiorno e complimenti per il vostro sito perchè fate un lavoro eccellente per chi si vuole informare su questi argomenti.
      Ho bisogno di un supporto di chi ne capisce perchè c’è una gran confusione in merito ad Aspi Naspi ecc

      io ho appena terminato per la seconda volta l Aspi. ma ancora non ho trovato lavoro… 🙁
      ci sono alternative ponte dopo l’Aspi? posso accedere alla Naspi?
      tenendo conto che negli ultimi 4 anni:
      01/01/2012 03/05/2012 Disoccupazione sett. 18
      04/05/2012 02/09/2012 Mobilita’ sett. 18
      03/09/2012 31/12/2012 Lav.dipend. part-time sett. 18
      01/01/2013 03/02/2013 Lav.dipend. part-time sett. 6
      09/02/2013 31/12/2013 Lav.dipend. part-time sett. 42
      01/06/2013 14/07/2013 Lavoro dipendente sett. 8
      01/01/2014 31/03/2014 Lav.dipend. part-time sett. 14
      08/04/2014 07/12/2014 Ctr.Figurativa ASpI sett. 35
      08/12/2014 30/12/2014 Mobilita’ sett. 4
      24/01/2015 13/02/2015 Lavoro dipendente sett. 4
      21/02/2015 22/12/2015 Ctr. Figurativa ASpI sett. 44

      cosa posso fare con questa situazione al momento?
      qualora trovassi un assunzione per 30 giorni effettivi, potrei rientrare in Naspi?

      Grazie per il vostro supporto

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, sicuramente potrebbe rientrare in NASPI MA NON SAPREI DIRLE PER QUANTO. Se le settimane di lavoro part-time sono AL CALCOLO Forse per altri 5/6 mesi, ma in realtà il calcolo esatto deve chiederlo all’INPS. Incrociamo le dita, a presto!

  29. marco felice ha detto:

    buonasera,
    vorrei avere delle delucidazioni per la mia personale situazione. Ho percepito nel 2014 la mini aspi per 18 settimane di lavoro ( di lavoro da dipendente a tempo indeterminato del 2013, sono stato licenziato per giustificato motivo) che mi sono stati finiti di pagare ad aprile 2014. Dal periodo del licenziamento ho svolto lavori ma privi di contabilità fiscale per tutto il 2014 in maniera molto saltuaria, .Nel 2015 ho collaborato in estate part time di un mese presso una azienda agricola come operaio per lavoro stagionale. la mia domanda è: posso chiedere nuovamente la mini aspi avendo aggiunto questo nuovo periodo di contribuzione come lavoro stagionale, cioè alle 18 settimane di lavoro già pagate dalla Mini aspi del 2014? ringraziandola per la cortese attenzione porgo cordiali saluti. Marco

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve marco, mi spiace darle questa notizia ma purtroppo la mini-aspi non esiste più, ed è stata sostituita anch’essa dalla NASpI.

  30. Antonio Visone ha detto:

    Buon giorno,
    negli ultimi anni ho usufruito prima della cassa integrazione a zero ore e poi della mobilita per due anni.
    Chiedevo nel caso venissi assunto e poi malauguratamente licenziato quei periodi mi darebbero diritto all’ Aspi o esendo contributi figurativi non avrei maturato nulla. grazie in anticipo.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Antonio, purtroppo no, quei periodi non sono comperti da contribuzione contro la disoccupazione ma sono già di per sé dei periodi di sostegno al reddito.

      1. Antonio Visone ha detto:

        Gentilissimi e competenti nella risposta, il mio dubbio era nato da un articolo che vi riporto:
        “il Ministero, fa innanzitutto riferimento al DL 22/2015 rinviando, per
        questi casi, alla normativa vigente e chiarisce che tali periodi sopra descritti, devono essere considerati
        come prima, ossia, periodi neutri la cui durata, andrà ad aumentare il requisito delle 13 settimane di
        contribuzione, nel corso dei 4 anni antecedenti, necessari per fruire della nuova disoccupazione universale.
        Analoga considerazione per il nuovo requisito delle 30 giornate di lavoro effettivo negli ultimi 12 mesi
        prima dell’evento di disoccupazione”.
        Ora per periodi neutri avevo capito anche leggendo la normativa che voleva dire che spostano il periodo dei quattro anni indietro, e quindi arrivando ad anni dove avevo lavorato. Ma forse voi mi correggerete. grazie anticipatamente.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Da quello che ci risulta il periodo viene “spostato” solo per la ricerca dei requisiti, ma poi per il calcolo si considerano solo quelli degli ultimi 4 anni…

          1. Salve, io dopo 12 anni di lavoro sono rimasto disoccupato al 1 gennaio ! Ho chiesto la disoccupazione , dopo 3 mesi è stata accettata e il call center mi dice che sarà erogata circa il 7 maggio, in questi giorni ho trovato lavoro, 5 giorni prima di firmare il contratto andrò ad avvisare l inps, ora riceverò il pagamento anche dei 3 mesi di ritardo o saranno stato 3 mesi di sofferenza e basta? Grazie

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Giordano, solitamente l’INPS eroga i pagamenti entro 10/15 giorni dalla data di accoglimento, 3 ulteriori mesi mi sembrano davvero troppi. Comunque al momento del primo pagamento le pagano tutti gli arretrati a partire dalla data di decorrenza.

    2. Nicola Fiorito ha detto:

      Buonasera,
      Vi elenco la mia situazione: ho lavorato fino a gennaio 2014 per 15 anni consecutivi, dopo di che ho fatto l’Aspi e consumato 180 giorni di 240, lavorando Giugno, Luglio, Agosto, Novembre e Dicembre 2014 e Gennaio, Febbraio 2015 (32 giorni).
      Ho riaperto una seconda Aspi di 10 mesi che termina il 31/12/2015.
      Volevo sapere se con un contratto determinato anche part-time di n.5 giorni a Gennaio 2016, posso già presentare la domanda per la Naspi allacciandomi ai 32 giorni di Gennaio, Febbraio 2015.
      Se si, quanti mesi ancora mi spetterebbero visto che in totale ne ho fatti 16?
      Io ho fatto questo calcolo: 32 mesi (contributi ultimi 4 anni) – 16 di Aspi usufruita = 16 / 2 = 8 mesi di Naspi.
      Vi ringrazio anticipatamente, ho trovato questo sito molto interessante. Buona serata

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Nicola, non è molto chiaro, ma credo che il calcolo non sia proprio corretto. Se ha sempre lavorato negli anni 2012 e 2013 dovrebbe avere ancora circa un anno di contributi da utilizzare ai fini NASpI. Verifichi solo che abbia effettivamente le 30 giornate di presenza sul lavoro nei 12 mesi precedenti la domanda, ma dalle informazioni che ci ha dato dovrebbero esserci.

        1. Nicola Fiorito ha detto:

          Salve,grazie della risposta
          volevo sapere (se possibile) informazioni su apertura inps/inail come socio lavoratore .
          se nel caso a Gennaio sarò impegnato come socio lavoratore per un mese o più,potrò poi accedere alla naspi come un normale contratto subordinato,o perdo il diritto?? Avendo sempre lavorato come dipendente.
          Come ho illustrato sopra negli anni partendo dal 1998 ho lavorato fino al 15/02/2015 sfruttando 6.5+10 mesi di aspi che termina a fine anno.
          Per giornate lavorative sono validi pure permessi, permessi per lutto e ferie??
          Vi ringrazio per la disponibilità Buon Natale e un felice Anno nuovo a tutti.

          1. Nicola Fiorito ha detto:

            Mi scuso ma volevo solo aggiungere che la prima aspi è stata usufruita per 220 giorni nel 2014,
            quindi 7.5 mesi con 4.5 mesi di lavoro.
            Il 2015 rimane uguale ho lavorato fino al 15 Febbraio e dal 22 è partita la seconda aspi .
            il mese di Novembre 2015 mi hanno pagato 22 giorni,questo mese in teoria mi dovranno retribuire gli ultimi 30 giorni.
            Grazie ancora!!
            Attendo i vostri utili chiarimenti.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Nicola, come socio lavoratore non saprei, ma temo di no. Comunque le “giornate di effettiva presenza sul lavoro” si intendono come timbratura di cartellino, quindi niente ferie né permessi ma effettiva presenza sul lavoro. A presto!

          3. Nicola Fiorito ha detto:

            Buona sera,
            sono il Sig Fiorito Nicola
            conoscete già la mia situazione, adesso sto lavorando con contratto stagionale,che va dal 15-05-2016 al 30 settembre 2016.
            visto che posso ancora usare i contributi del 2012/2013 ,volevo sapere quanto Naspi mi spetta a fine contratto?
            vi riepilogo la mia situazione.
            Da Gennaio 2014 a Dicembre 2015 l Inps troverà
            16,5 Mesi di due Aspi in alternanza con contratti a termine .
            Da 1 gennaio al 15 Maggio 2016 Inoccupato e dal 15-05 al 30-09 contratto di quattro ore .
            Suppongo che mi spetta la metà dei mesi che trovo antecedenti a Gennaio 2014.
            Aspetto Vostre, grazie.
            Saluti
            .

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Nicola, come già spiegato ad altri utenti non siamo in grado di calcolare le vostre Naspi, siamo spiacenti. A presto!

  31. naji ha detto:

    salvve,mi chiamo(( NAJI)) ho lavorato per tanti anni (( dal 1991 A gennaio 2015)) adesso sono in desocopazione ASPI per 12 mese,da febraio 2015 fino a gennaio 2016. cosa facio dopo l°esaurimento del ASPI ??? posso chièdere la NASP???? aspetto la vostra risposta,, grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, per richiedere la NASpI dopo l’ASpI dovrà necessariamente trovare un nuovo posto di lavoro per almeno 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro.

      1. naji ha detto:

        bongiorno sono NAJI. viringrazio antcipamente per la vostra desponibilita,la mia domanda E questa, l°ASPI FINIRà GENNAIO 2016- vorrei sapère con un contratto di 30 GIORNI DI EFFETTIVA PRESEZA SUL LAVORO QUANTI MESE M°ASPETTANO DI NASPI ?? VI MANDO ANCHE LE MIE CONTRIBUTI COMINCIAMO DALL°ANNO 2011-, 01/01/20011 – AL 31/12/2011-LAVORO DEPENDENTE -SETTIMANE– 52- 01/01/2012—AL- 31/12/2012-LVRO- DEPENDENTE -SETTIMANE–52- 01/01/2013–AL–31/12/2013-LVRO – DEPENDENTE–SETTIMNE—-52- 01/01/2014–AL–07/07/2014- LVRO — DEPENDENTE- SETTIMNE— 28- 20/11/2014–AL–31/12/2014—LVRO– DEPENDENTE– SETTIMNE- 07- 01/01/2015–AL-31/01//2015—-LVRO– DEPENDENTE— SETTIMNE- 05- 08/02/2015–AL- 31/01/2016– ASPI ASPI ASPI ???? ASPETTO LA VOSTRA RISPOSTA —-GRAZIE

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve naji, non abbiamo la possibilità di darvi risposte certe, i calcoli possono farli sono all’INPS con i software appositi. A occhio e croce dovrebbero comunque spettarle ALMENO altri 6 mesi di disoccupazione…a presto!

  32. Armand Fusha ha detto:

    Ciao sono Armando ho finito l’aspi a settembre 2015 8 mesi purtroppo trovare lavoro e sempre piu dificile
    la mia domanda e’; quanto devo lavorare per beneficare naspi??? grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve avere almeno 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro, quindi un contratto della durata di più di un mese.

  33. Fatiha ha detto:

    Salve,
    La mia situazione è questa, dopo 10 anni di lavoro in un azienda ho perso il posto, e ho ricevuto il sussidio Aspi per 8 mesi, iniziata il 28.08.2014 ed è finita il 06.04.2015. Adesso dopo 8 dalla fine della disoccupazione, ho trovato un lavoro con la durata di solo un mese full time, al termine di questo potrò richiedere la Naspi?

    Grazie per l’attenzione!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fatiha, non so se un mese le basterà per soddisfare il requisito delle 30 giornate, probabilmente no, considerato che avrà avuto sicuramente delle giornate di riposo, quindi quelle di effettiva presenza sul lavoro nell’arco di 30 giorni saranno sicuramente di meno…se riesce provi a chiedere un allungamento del contratto in una settimana…a presto!

  34. lili_lilisor2006 ha detto:

    Buon giorno!
    Ho lavorato con un contratto di somministrazione dal 10/09/2013 al 15/11/2014 avendo 58 settimane di contributi!Il 15/11/2014 non mi hanno più rinnovato il contratto perché sono rimasta incinta.
    Quindi dal 23/11/2014 ho preso l’Aspi per 4 mesi perché dal 01/04/2015 al 01/09/2015 ho avuto i 5 mesi di maternità!Adesso ho ripreso i mesi restanti del’Aspi che penso finirà a gennaio 2016!
    Essendo una mamma disoccupata,mi chiedevo quando finisce l’Aspi, ho diritto di prendere qualcos’altro dal INPS,tranne il bonus bebè 2015 ?
    Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo per accedere ad altri sussidi (in questo caso parliamo solo della NASpI) dovrà necessariamente iniziare un nuovo rapporto di lavoro e soddisfare i requisiti necessari. Può trovare tutte le informazioni in merito cliccando su questo link. A presto!

    2. simona236 ha detto:

      Buonasera,
      sono in disoccupazione aspi dal 17 gennaio 2015, in teoria doveva durare 10 mesi, giusto? Quindi adesso non sarei più coperta dall’aspi?
      Devo mandare la comunicazione aspi-com all’inps?
      Inoltre mi hanno proposto una sosituzione maternità, quindi un lavoro a tempo determinato, con regolare contratto. Alla fine della sostituzione mi spetta la naspi? Premetto che prima della aspi di gennaio lavoravo da 10 anni, quindi i contributi dovrei averli.
      Grazie per tutte le info che ci date!

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Simona, al termine del nuovo contratto potrà sicuramente richiedere la NASpI, l’importante è che al momento della domanda lei verifichi di rientrare in tutti i requisiti richiesti. A presto!

  35. Davide Formica ha detto:

    Salve a tutti…sono un lavoratore edile da quattro anni con la stessa ditta e dal primo dicembre 2015 sarò a casa per fine lavoro..mi sono informato ad un sindacato e mi spettano 1 anno e mezzo di disoccupazione..il datore di lavoro mi ha detto che per marzo avremo circa tre mesi di lavoro e poi si richiude il tutto…allo scatere di questi tre mesi posso richiedere nuovamente la disoccupazione?e quanto settimane mi spetta più o meno?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Davide, all’inizio del rapporto di lavoro dovrà compilare il modulo NASpI-com inserendo le date di inizio e fine rapporto di lavoro. La prestazione si sospenderà e verrà riattivata in automatico al termine del rapporto di lavoro per il periodo rimanente. A presto!

  36. daniele annis ha detto:

    Salve,avevo già avuto una vostra gentile risposta in merito alla naspi.Però mi è sorto un dubbio,sono andato dal sindacato che mi ha confermato le 30 giornate lavorative,io leggendo qualche post qui,se non ricordo male,bastavano anche poche ore al giorno di assicurazione l’importante che fossero per 30 giorni.Il sindacato però mi ha risposto che occorre un assicurazione piena o almeno me lo consiglia,in quanto l’inps non è molto chiara in questo senso.Sapete dirmi qualcosa di più preciso?Grazie in anticipo per il servizio che ci date.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Daniele, è vero che l’INPS non è mai molto chiara ma per quella che è la nostra esperienza (arricchita anche da quelle degli utenti) possiamo confermarle anche una giornata part-time è valida come giornata piena, la circolare inps infatti ci dice: (c) possano far valere trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.). Diverso se parliamo di lavoratori domestici (colf), ma non credo sia questo il caso. A presto!

  37. Salve,
    dal gennaio 2012 a gennaio 2015 ho avuto un contratto a tempo determinato che mi ha consentito di usufruire dell’ASPI da febbraio 2015 per 10 mesi. AL termine di questi, mi è stata offerta la possibilità di lavorare a tempo a tempo determinato per 30-50 giorni lavorativi. Se a fine di questo contratto presento domanda NASPI, quanti mesi di indennità mi spetterebbero? Verrebbero considerati nel conteggio anche i 3 anni di lavoro a tempo determinato?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve grazia, certamente potrà accedere alla NASpI, per un periodo pari a circa un anno. A presto!

      1. Grazie mille,
        un ultima curiosità…è necessario lavorare full time o basta un part time?C’è un limite minimo di ore oltre a quello dei giorni?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          No non c’è un limite di ore quindi va bene anche part-time.

  38. Lucio Camplone ha detto:

    Buongiorno sono stato assunto a tempo indeterminato per quasi 25 anni. Il 13 Gennaio 2014 sono stato licenziato, ed ho preso la disoccupazione per 12 mesi. A gennaio 2015 sono stato assunto e licenziato di nuovo, usufruendo della seconda disoccupazione sempre per dodici mesi che scadrà di nuovo a Gennaio 2016. A Dicembre compio 55 anni, è possibile avere una nuova disoccupazione per l’anno 2016 ? Grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Lucio, per avere la NASpI dovrà necessariamente essere riassunto. Dia un’occhiata agli altri articoli. A presto!

      1. Lucio Camplone ha detto:

        Buongiorno …complimenti per tutto. Una chiarimento …..una volta riassunto se ho ben capito, per almeno 30 gg lavorativi, la disoccupazione la percepirò di nuovo per 12 mesi, o più per via che a Dicembre compio 55 anni ? Grazie e complimenti di nuovo per chiarezza e precisione per le risposte.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Lucio, per ricevere una risposta dovrà comunicarci qualche informazione in più. Sta percependo qualche sussidio ora? se sì quale? e da quanto tempo? può fare copia/incolla del suo estratto contributivo? Senza queste informazioni è impossibile rispondere. A presto!

          1. Lucio Camplone ha detto:

            Previdenza buonasera….. Allora riepilogo e allego estratto contributivo Inps :
            01/01/2011 – 31/12/2011 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 52
            01/01/2012 – 31/12/2012 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 52
            01/01/2013 – 31/12/2013 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 52
            01/01/2014 – 13/01/2014 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 3 LICENZIATO
            21/01/2014 – 31/12/2014 CONTRIBUTI ASPL SETTIMANE 50
            01/01/2015 – 06/01/2015 CONTRIBUTI ASPL SETTIMANE 1
            07/01/2015 – 23/01/2015 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 3 LICENZIATO
            31/01/2015 – 31/01/2016 CONTRIBUTI ASPL SETTIMANE 52
            Quindi fine Gennaio 2016 non percepirò più la seconda consecutiva ASpl. Se dovessi essere riassunto e malauguratamente licenziato di nuovo ? Che succede ? Posso usufruire di un altra disoccupazione e se si, per quanto tempo ? Fra un mese compio 55 anni, non so se ai fini della disoccupazione stessa può servire a qualcosa. Ringrazio e spero di avere una risposta positiva 🙂

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Lucio, sicuramente se avrà un nuovo contratto di lavoro e poi licenziato potrà usufruire di nuovo della NASpI, a occhio e croce almeno per altri 6 mesi, ma la durata ovviamente varierà in base alla durata e al periodo di riferimento di un nuovo ipotetico contratto di lavoro. L’età anagrafica non ha più alcun valore ai fini della durata. A presto!

          3. Lucio Camplone ha detto:

            Lucio Camplone 11 Novembre 2015

            Previdenza buonasera….. Allora riepilogo e allego estratto contributivo Inps :
            01/01/2011 – 31/12/2011 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 52
            01/01/2012 – 31/12/2012 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 52
            01/01/2013 – 31/12/2013 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 52
            01/01/2014 – 13/01/2014 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 3 LICENZIATO
            21/01/2014 – 31/12/2014 CONTRIBUTI ASPL SETTIMANE 50
            01/01/2015 – 06/01/2015 CONTRIBUTI ASPL SETTIMANE 1
            07/01/2015 – 23/01/2015 LAV.DIPENDENTE SETTIMANE 3 LICENZIATO
            31/01/2015 – 31/01/2016 CONTRIBUTI ASPL SETTIMANE 52
            Quindi fine Gennaio 2016 non percepirò più la seconda consecutiva ASpl. Se dovessi essere riassunto e malauguratamente licenziato di nuovo ? Che succede ? Posso usufruire di un altra disoccupazione e se si, per quanto tempo ? Fra un mese compio 55 anni, non so se ai fini della disoccupazione stessa può servire a qualcosa. Ringrazio e spero di avere una risposta positiva 🙂

            Previdenza Facile 15 Novembre 2015

            Salve Lucio, sicuramente se avrà un nuovo contratto di lavoro e poi licenziato potrà usufruire di nuovo della NASpI, a occhio e croce almeno per altri 6 mesi, ma la durata ovviamente varierà in base alla durata e al periodo di riferimento di un nuovo ipotetico contratto di lavoro. L’età anagrafica non ha più alcun valore ai fini della durata. A presto!

            Lucio Camplone

            Quindi non più per dodici mesi, ma solo per sei circa. Devo capire che più è lunga l’assunzione, e comunque minimo 30 giorni lavorativi, più aumentano i mesi che percepirò la NASpl o rimangono tali, cioè almeno 6 mesi circa ? Grazie e buon lavoro !!!

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Certamente, più si lavora più lungo sarà il sussidio di NASpI, ma considerato che lei ha molte settimane contributive nel 2011/2012 che non ha utilizzato per l’ASpI, nel suo caso non è rilevante la durata del suo rapporto. All’aumentare delle settimane utili del 2016 ovviamente diminuiscono quel del 2012, quindi la somma delle settimane resta invariata…

          5. Lucio Camplone ha detto:

            Un sentito ringraziamento per la vs gentilezza e professionalità (y)

          6. Nicola Spinello ha detto:

            BUONA SERA VI FACCIO UN PICCOLO RIASSUNTO DELLA MIA SITUAZIONE FINE CONTRATTO LAVORO 31-3-2015 DOMANDA aspi il 1-4-2015 il 10-7-2015 assunto fine lavoro il 30-7-2015 adesso sto percependo la ASPI CHE DOVREBBE TERMINARE IL 28-2.-2016 POTRO PRESENTARE LA DOMANDINA PER LA NASPI O OCCORRE AVERE UNA ALTRA ASSUNZIONE

          7. Previdenza Facile ha detto:

            Salve nicola, nel suo caso prima di presentare domanda di NASpI dovrà avere necessariamente un’altra assunzione 🙂 A presto!

          8. Lucio Camplone ha detto:

            Previdenza …buonasera, un ultimo dubbio. Nel 2014 ho usufruito 12 mesi ASpl, così come nel 2015. Se nel 2016 mi spetteranno solo circa 6 mesi di sussidio NASpl, significa che poi, una volta finito questi mesi, nn potrò percepire altro, sempre con la considerazione di una nuova assunzione ed eventuale licenziamento ? Grazie di nuovo per la vs collaborazione 😉

          9. Previdenza Facile ha detto:

            All’incirca è così, i contributi con la NASpI si bruciano e non possono più essere riutilizzati. Quindi potrà magari fare domanda di NASpI ma verrà calcolata solo sui contributi “nuovi”, cioè quelli derivanti da un nuovo rapporto di lavoro. In soldini, se al termine di questa NASpI lavorerà ad esempio 4 mesi, le spetteranno poi solo 2 mesi di NASpI.

  39. Veronica Ciurcina ha detto:

    Salve,ho un dubbio sulla questione Aspi-NaSPI.
    Ho usufruito dell’Aspi per il periodo novembre 2014-maggio 2015,in tutto sette mensilità,poi il 28 maggio sono stata assunta con regolare contratto di lavoro a tempo determinato cessato il 31 ottobre,quindi per circa mesi 5.
    Stando agli articoli letti,a me spetterebbe quindi ancora una mensilità di Aspi e poi potrei chiedere la NaSPI…mi conferma che è così?
    Spiego per sicurezza l’iter che dovrei svolgere secondo me.
    1-recarmi al centro per l’impiego per dare la disponibilità a nuovi lavori.
    2-aspettare che l’aspi si rinnovi automaticamente e mi arrivi quindi l’ultima mensilità che mi spetta.
    3-fare richiesta per la NaSPI appena mi arriva l’ultima mensilità.
    Mi conferma che devo fare così?
    Una domanda.
    -Come faccio a essere certa del fatto che mi manchi solo un mese di Aspi? Insomma,c’è modo di sapere con certezza quando posso fare richiesta per la NaSPI?

    Specifico che nelle 5 mensilità lavorate quest’anno ( 28-05-2015/31-10-2015)ho superato gli 8.000 euro di reddito lordo.Grazie mille per l’utile servizio che svolgete per noi cittadini,

    Veronica Ciurcina

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Veronica,all’incirca è come ha ipotizzato lei. Attenzione però a calcolare esattamente il periodo di ASpI rimanente (può farlo contattando il numero verde 803164 oppure se ha il codice pin seguendo il percorso Servizi per il cittadino – fascicolo previdenziale – prestazioni – pagamenti). In tutto le spettano di ASpI 240 giornate. Ammettiamo che le abbiano pagato effettivamente 210 giorni e ne manchino dunque 30. Il suo periodo indennizzabile in tal caso terminerà il 30 novembre 2015 dunque potrà presentare la domanda di NASpI a partire dal 1 dicembre 2015. Non aspetti l’ultimo pagamento per presentare la domanda di NASpI, con i tempi dell’INPS rischiamo di andare fuori coi giorni, piuttosto si assicuri che il suo periodo indennizzabile è terminato e presenti domanda di NASpI. Per gli 8000 euro di reddito lordo sinceramente non saprei che dirle, ma è comunque importante presentare la domanda. C’è la possibilità che parta dal 1° gennaio 2016, ma comunque deve presentarla in tempo. A presto!

  40. raffaella ha detto:

    buongiono, sono un pochino confusa, chiedo il vostro aiuto.
    ho avuto un regolare rapporto di lavoro a tempo indeterminato dal 01/2000 al 01/2015,
    sto percependo la disoccupazione aspi, perché mi sono licenziata per giusta causa entro l’anno di età di mia figlia, ma purtroppo ho avuto la sospensione di maternità anticipata nel mese di settembre 2013.
    quinidi da 09/2013 al 02/2014 sono stata in maternità anticipata.
    dal 01/2014 al 06/2014 in maternità regolare
    dal 07/2014 al 01/2015 in maternità facoltativa
    e sempre nel mese di gennaio 2015 ho dato le dimissioni.
    ora percepirò la disoccupazione aspi fino a dicembre 2015,
    se trovassi un lavoro dove verrei assunta prima della scadenza del aspi con contratto a tempo indetermiato e poi il rapporto terminasse dopo poco, avrei diritto alla naspi ?
    se trovassi un lavoro invece una volta scaduta l’aspi, avrei diritto alla naspi se lavorassi con nuovo contratto a tempo indeterminato part-time per tipo 1 mese e poi fossi licenziata?
    io non ho in nessuno dei due casi i 30 giorni lavorativi nei 12 mesi essendo in maternità(anticipata/regolare/facoltativa) da settembre 2013.
    oppure con la maternità il discorso è cmq valido?
    se dovessi rientrare nella NASPI,per quanti mesi la percepirei? e sulla base di quale stipendio ?
    quello del nuovo lavoro o del vecchio?
    la ringrazio di cuore .

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Raffaella, andiamo per punti:)
      – se lavora per poco tempo e sospende l’ASpI, al termine del rapporto di lavoro riprende l’ASpI, ma se la durata dell’ASpI restante è inferiore a 68 giorni lei avrà comunque la possibilità di presentare la domanda di NASpI, l’importante è presentarla nel periodo successivo alla fine dell’ASpI ma comunque non OLTRE il 68° giorno successivo all’ultimo rapporto di lavoro (spero di essermi spiegata bene…). Se invece l’ASpI restante è superiore a 68 giorni, per avere la NASpI dovrà lavorare di nuovo.
      – se trova lavoro dopo il termine dell’ASpI può presentare domanda di NASpI
      – per la maternità/congedo parentale, vale la regola dell’ampliamento: cioè si applica un ampliamento dell’arco temporale all’interno del quale cercare le giornate utili al raggiungimento di questo requisito nell’eventualità in cui nell’arco dei 12 mesi precedenti la domanda si siano verificati uno o più eventi tra quelli sopracitati.
      La misura dell’ampliamento è pari alla durata degli eventi sopracitati all’interno dei 12 mesi precedenti la data della domanda di NASpI.
      Per essere più chiari, se lei negli ultimi 12 mesi non ha giornate di lavoro utili causa maternità/congedo parentale, si andranno a cercare queste giornate in un periodo precedente ai 12 mesi, tale periodo si amplia in misura pari alla durata della maternità/congedoparentale presente nei 12 mesi precedenti la domanda di NASPI, ma lei non ha giornate lavorative neanche nel 2014 quindi dubito che possa rientrarci.
      le consiglierei vivamente di lavorare per almeno 30 giornate effettive al termine dell’ASpi e poi presentare domanda di NASpI, credo sia l’unica soluzione. A presto!

      1. raffaella ha detto:

        Ok, credo di aver capito.
        Il nuovo lavoro che mi propongono è x 4 mesi a partire da metà dicembre, quindi nell ultimo mese della aspii.
        Al termine di questo lavoro avrò sicuramente le 30 giornate lavorative.
        Ma quindi mi sta dicendo che sia maternità anticipata che quella obbligatoria non sono calcolati? Perché a me avevano detto solo la facoltativa.
        In un conto così approssimativo mi spetterebbero circa 13 mesi. Ma se mi dice così, non so più cosa mi spetta.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          le consiglio comunque di accettare il rapporto di lavoro e poi presentare domanda di NASpI. Nella circolare INPS è ben espresso il concetto dell’ampliamento, anche per la maternità ahimè.
          c) Trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.

          Le giornate di lavoro effettivo sono le giornate di effettiva presenza al lavoro a prescindere dalla loro durata oraria. In particolare esse sono indicate nel flusso mensile UNIEMENS – con i quali i datori di lavoro trasmettono i dati retributivi e contributivi – col codice “S”. A questo fine gli eventi di seguito elencati, che si verificano o siano in corso nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione, determinano un ampliamento – pari alla durata degli eventi medesimi – del periodo di dodici mesi all’interno del quale ricercare il requisito delle trenta giornate:

          malattia e infortunio sul lavoro nel caso non vi sia integrazione della retribuzione da parte del datore di lavoro (ovviamente nel rispetto del minimale retributivo);
          cassa integrazione straordinaria e ordinaria con sospensione dell’attività a zero ore;
          assenze per permessi e congedi fruiti dal lavoratore che sia coniuge convivente, genitore, figlio convivente, fratello o sorella convivente di soggetto con handicap in situazione di gravità.

          Esclusivamente al fine del raggiungimento del presente requisito delle trenta giornate di lavoro effettivo, si precisa quanto segue.

          I periodi di assenza dal lavoro per maternità obbligatoria, se all’inizio dell’astensione risulta già versata o dovuta contribuzione ed i periodi di congedo parentale purché regolarmente indennizzati e intervenuti in costanza di rapporto di lavoro, ove si verifichino o siano in corso nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione, determinano un ampliamento – pari alla durata degli eventi medesimi – del periodo di dodici mesi all’interno del quale ricercare il requisito delle trenta giornate.

          1. raffaella ha detto:

            Si, il fatto che il periodo di maternità non venga calcolato x i 30 giorni effettivamente lavorati nell anno l ho capito. Ma x questo non dovrei avere problemi perché con il nuovo lavoro ne farei sicuramente di più. Le 13 settimane di contributi nei 4 anni precedenti ci sono.mi rimane il dubbio se i contributi versati in maternità anticipata è obbligatoria sono calcolati validi al fine di determinare la durata della possibile futura naspi, perché da quanto ho capito servono i due requisiti sopra citati, ma la durata va in base alle settimane contributive pagare negli ultimi 4 anni.
            Perché un sindacato mi ha detto che dovrei calcolare tutti i contributi di quando lavoravo nei 4 anni precedenti+maternità anticipata+obbligatoria,non calcolare la facoltativa e sottrarre le settimane di aspi percepita, è un altro mi ha detto che devo calcolare solo le settimane di effettivi contributi pagati durante il lavoro degli ultimi 4 anni e da questi sottrarre pure le settimane della aspi percepita. Praticamente andrei a zero settimane

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Ah beh se è per quello sì, ai fini del calcolo quelli per maternità vengono considerati eccome!

          3. Giuseppe Valentino ha detto:

            Salve io ha fatto la prima disoccupazione nel 2014 e ad aprile 2015 ho usufruito della doppia disoccupazione grazie ad un mese di lavoro ottenuto in fabbrica dove lavoravo. Ora a quasi 1 mese dalla fine della seconda aspi la fabbrica mi ha ricontattato per fare qualche settimana di lavoro ora però se accetto potrò riprendere tale disoccupazione o perdo il mese che mi spetta? Altra domanda se il contratto dura più di un mese potrò accedere alla naspi?

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Salve, le consiglio di accettare in quanto al termine del mese di lavoro potrà riprendere il mese di ASpI rimanente, che probabilmente verrà assorbito nella NASpI qualora lei dovesse presentare domanda (cosa che le consiglio).

  41. carmelo ha detto:

    salve sono carmelo ,ho appena finito di percepire la disoccupazione in data 29 luglio 2015 x 12 mesi,vorrei sapere se ho diritto a un prolungamento,tipo sussidio,disoccupazione o altro,visto che sono un 55ennee mi e molto difficile trovare un’altrolavoro cordiali saluti carmelo.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve carmelo, purtroppo no, se non si lavora non si ha diritto a nessun altro sussidio, mi spiace:(

      1. Salve avrei bisogno di alcune informazioni
        Ho lavorato part-time dal 05/10/2011 al 31/03/2013 poi fino al30/09/2013 come full time
        Dal 07/10/2013 al 08/06/2014 ho percepito l’aspi
        Dal 16/07/2014 al 31/12/2014 ho lavorato full time
        Dall’08/01/2015 al 08/08/2015 ho percepito l aspi
        Ora sono assunta dal 16/10/2015 se mi dovessero licenziare ho diritto alla naspi? Se si per quanto tempo?
        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, sicuramente avrà diritto alla NASpI, ma se ancora la devono licenziare davvero non saprei dirle per quanto tempo….A presto!

  42. Ciao avrei un quesito da porvi….sono stato assunto come dipendente il 26 aprile 2012 e licenziato per mancanza di lavoro il 28 novembre 2014….ho e tutt’ora sto usufruendo dell’aspi dal gennaio 2015. Mi è stata bloccata per 3 mesi da maggio a fine luglio per un’assunzione come operaio agricolo. La domanda è questa : io percepirò l’ultima mensilità dell’aspi ad inizio novembre e mi chiedevo se avendo la possibilità di essere assunto diciamo per 2 sett. o un mese avrei poi la possibilità di richiedere un ulteriore/eventuale disoccupaz. Ho 52 settimane versate per ogni anno nel periodo 2012-2014. Grazie mille per la disponibilità!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Salvatore, io credo di sì perché sarà comunque in possesso delle 30 giornate di presenza sul lavoro, quindi se verrà riassunto potrà poi richiedere la NASpI. Prima le fanno un contratto e più lunga sarà la sua NASpI 🙂 a presto!

      1. ma varrebbero comunQue le giornate lavorate in estate anche se ho avuto un contratto agricolo???? e con un minimo di 30 giorni lavorati si sommerebbero anche gli altri contributi versati negli ultimi 4 anni tranne le 52 settimane usate per l’aspi giusto????? GRAZIE MILLE ANCORA!!!!!!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sì salvatore, valgono anche le giornate agricole, che si sommano a tutte le altre:)

          1. Grazie mille per avermi illuminato in merito! Avrei un altro quesito che mi angoscia….nel caso in cui un lavoratore agricolo a tempo determinato fosse in malattia diciamo per un periodo di 20 giorni ma non avesse 51 giornate lavorative nell’ultimo anno cosa succederebbe???? Niente paga???? Dimmi che non è così ti prego!!!!! Grazie ancora!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
            p.s. è i primi 3 giorni dovrebbe pagarli il datore, sempre nel caso di un contratto agricolo????? GRAZIEEEE

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Per la malattia agricola non saprei dirle, deve provare a contattare il numero verde 803164 oppure rivolgersi alla sua sede INPS. A presto!

          3. michele1980 ha detto:

            Salve mi scuso con voi e con l’altro utente se rispondo qua,ma non sono riuscito a farlo altrove.
            Ho 35 anni e la mia situazione contributiva dal 2012 è questa:
            23/07/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 24
            01/01/2013 31/08/2013 Lavoro dipendente sett. 35
            04/09/2013 31/12/2013 Lavoro dipendente sett. 18
            01/01/2014 31/12/2014 Lavoro dipendente sett. 52
            01/01/2015 28/02/2015 Lavoro dipendente sett. 9
            Dopo il 28/02/2015 non mi è stato più rinnovato il contratto a tempo determinato che avevo e con decorrenza 08/03/2015 mi viene corrisposta disoccupazione ASpI.
            Volevo sapere cortesemente se:
            1 dopo i 10 mesi di disoccupazione ASpI posso accedere alla NAspi?
            2 Dopo la disoccupazione ASpi quante giornate lavorative mi servono per poter accedere alla NAspi ed entro quando?
            3 Se trovo giornate lavorative mentre percepisco l’ASpi sono sufficienti o mi servono necessariamente delle giornate lavorative dopo il periodo di indennizzo ASpI?
            Complimenti per quello che fate.Cordiali saluti

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Michele, premesso che le 30 giornate negli ultimi 12 mesi ce le ha già perché ha lavorato fino a febbraio 2016, nel caso in cui riuscisse a farsi assumere anche per pochi giorni entro e non oltre metà gennaio (la sua ASpI dovrebbe terminare l’8 gennaio se non erro) potrà poi presentare domanda di NASpI. Ovvio che se lavora durante l’ASpI queste giornate sono comunque valide ai fini del requisito delle 30 giornate di presenza sul lavoro per la NASpI. ma per presentare domanda di NASPI dovrà comunque soddisfare il requisito per la presentazione della domanda, ovvero entro e non oltre 68 giorni da termine del rapporto di lavoro.

          5. michele1980 ha detto:

            Grazie per la risposta celere.Quindi per accedere alla Naspi dovrei fare delle giornate lavorative esclusivamente dal 8/01/2016(giorno di fine aspi) fino e non oltre metà mese di Gennaio 2016(15/01/2016),giusto? Se facessi delle giornate oltre metà gennaio 2016 non potrei più richiedere la naspi perchè rischierei di non avere i 30 giorni nei 12 mesi,giusto?Un altro dubbio,se facessi da oggi 14/10/2016 delle giornate lavorative,potrei richiedere la naspi subito dopo o dovrei comunque aspettare che termini l’aspi l’8/01/2016 e poi richiedere la Naspi senza fare ulteriori giornate lavorative? Grazie per la pazienza e la disponibilità.

          6. Previdenza Facile ha detto:

            Michele così ci fa uscire pazzi! 😀 Provi a dare un’occhiata anche a questo articolo, spero possa esserle d’aiuto e se avrà ancora altri dubbi siamo a disposizione. A presto!

  43. Lucia Cavallo ha detto:

    salve, le espongo la mia situazione: ho 48 anni,ho lavorato per più di quattro anni full-time conseguitivi settore commercio da novembre 2010 al 31/12/2014 poi dal 10/01/2015 al 10/02/2015, preciso che dal 16/01/2015 fino al 10/02 sono stato in infortunio con partecipazione economica da parte del datore di lavoro adesso sono in aspi dal 18/02/2015 vorrei sapere se non trovo lavoro fino al 18/12 giorno che finisco l’aspi se dopo mi fanno un contratto di 5 giorni part-time posso chiedere la naspi? E crede che potrei avere almeno un’anno?
    ringrazio anticipatamente per la gentile risposta e complimenti per il servizio che offrite!!!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Lucia, il diritto ci sarebbe. Deve però verificare lei se, al momento di presentazione della domanda, sarà in possesso delle 30 giornate presenza sul lavoro nei 12 mesi precedenti la data della domanda, in quanto noi non possiamo sapere quante volte avete effettivamente presenziato sul posto di lavoro. A presto!

      1. Lucia Cavallo ha detto:

        salve vorrei un chiarimento,i giorni in infortunio con partecipazione economica del datore di lavoro non valgono come giornate valide per le trenta giornate di presenza negli ultimi 12 mesi per la domanda naspi?,e riguardo la durata non mi sa dire più o meno? di nuovo grazie!!!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Lucia, che io sappia non valgono perché si parla di presenza fisica sul posto di lavoro, a prescindere dalla partecipazione economica. Ma non vorrei sbagliarmi. Per il calcolo purtroppo non possiamo aiutarvi. A presto!

      2. ho letto su questo articolo che leggo qui che la naspi Non spetta agli operai agricoli (disoccupazione agricola), ai dipendenti a tempo indeterminato della pubblica amministrazione, ai collaboratori a progetto (co.co.co. e co.co.pro.) per i quali è prevista la DIS-COLL. Ricordiamo inoltre che neanche i rapporti di lavoro occasionale, e cioè retribuiti col sistema dei voucher, danno diritto alla NASpI…..quindi le giornate che ho lavorato in estate non valgono per una eventuale richiesta di naspi…? grazie ancora e ancora per la disponibilità!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Faccio copia/incolla dalla circolare:)
          “Si precisa che qualora il lavoratore abbia alternato periodi di lavoro nel settore agricolo e periodi di lavoro in settori non agricoli, i periodi sono cumulabili ai fini del conseguimento della indennità di disoccupazione NASPI purché nel quadriennio di osservazione risulti prevalente la contribuzione non agricola e sempre che la relativa domanda sia presentata nel termine di sessantotto giorni rispetto alla cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro anche se avvenuto in agricoltura. A tal fine, per la verifica dell’entità delle diverse contribuzioni, restano fermi i parametri di equivalenza già in precedenza adottati che prevedono sei contributi giornalieri agricoli per il riconoscimento di una settimana contributiva.”

      3. Lucia Cavallo ha detto:

        25/11/2010 31/12/2010 Lavoro dipendente sett. 6 6,000
        01/01/2011 31/05/2011 Lavoro dipendente sett. 23 23,000
        09/06/2011 31/12/2011 Lavoro dipendente sett. 30 30,000
        01/01/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 52 52,000
        01/01/2013 31/12/2013 Lavoro dipendente sett. 52 52,000
        01/01/2014 31/12/2014 Lavoro dipendente sett. 52 52,000
        10/01/2015 10/02/2015 Lavoro dipendente sett. 6 6,000
        10/01/2015 10/02/2015 Malattia/infort.(ad int) sett. 0 0,000
        avvocato buongiorno avrei bisogno di sapere per mio marito alcune cose ,quello sopra e il suo estratto contributivo degli ultimi quattro anni,dal 18/02/2015 e in aspi fino al 18/12/2015 intorno al 20/12/2015 dovrebbero farli un’assunzione con contratto agricolo di 2 ore al giorno di una settimana,a fine di questo contratto crede sia sufficiente per poter chiedere la naspi ? se si più o meno quanti mesi li spetterebbero? mi sono permessa di chiedere la durata per che ho visto che adesso lo state dicendo ,un sentito ringraziamento per l’aiuto che ci date e complimenti per la vostra professionalità !!!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Lucia, in realtà per i calcoli degli importi e della durata possiamo aiutarvi relativamente. Una settimana non credo basterà per raggiungere il requisito delle 30 giornate di lavoro effettive nell’ultimo anno, se riuscirà però a trovare un nuovo posto di lavoro con contratto da dipendente per almeno 5/6 settimane potrà fare una nuova domanda di NASpI, che gli durerà per almeno un altro annetto….a presto!

          1. Lucia Cavallo ha detto:

            01/04/2011 30/04/2011 Lavoro dipendente sett. 5 5,000 2.871.488 1.483,00 4106620504
            07/05/2011 09/07/2011 Lav.dipend. part-time sett. 10 6,000 3.609.207 1.864,00 4106620504
            01/10/2011 31/12/2011 Lav.dipend. part-time sett. 14 4,000 2.513.278 1.298,00 4106620504 5
            01/01/2012 31/03/2012 Lav.dipend. part-time sett. 13 4,000 2.689.479 1.389,00 4106620504 5
            02/04/2012 31/12/2012 Lav.dipend. part-time sett. 40 10,000 6.573.637 3.395,00 4976984740 5
            01/01/2013 30/06/2013 Lav.dipend. part-time sett. 27 10,000 7.888.364 4.074,00 4976984740 5
            07/07/2013 30/09/2013 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 13 13,000 2.730.101 1.409,98 O
            01/10/2013 31/12/2013 Lav.dipend. part-time sett. 14 6,000 3.355.556 1.733,00 4976984740 5
            01/01/2014 31/12/2014 Lav.dipend. part-time sett. 52 24,000 17.366.406 8.969,00 4976984740 5, 4
            01/03/2014 05/08/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 23 23,000 4.830.180 2.494,58 O
            01/01/2015 31/12/2015 Lav.dipend. part-time sett. 0 0,000 1.198.551 619,00 4976984740 1
            10/01/2015 10/02/2015 Lav.dipend. part-time sett. 6 3,000 1.839.457 950,00 1603629263 5
            gentile avvocato approfitto della vostra disponibilità per un’ulteriore chiarimento,quello sopra e il mio estratto contributivo da quando ho iniziato a lavorare come dipendente nello stesso punto vendita che lavorava mio marito quindi sono in aspi dal 18/02/2015 fino al 18/12/2015 alla fine della disoccupazione l’unico lavoro che mi offrono sono 10 giorni part time in una ditta di pulizie crede che dopo questo lavoro ho diritto alla naspi se si più o meno per quanto tempo?, colgo l’occasione per augurarle di cuore buone feste!!! e grazie ancora!!!

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Lucia, nel suo caso specifico deve contare in tutoale, negli ultimi 12 mesi, quante giornate può far valere di effettiva presenza sul lavoro. Se sono almeno 30 le spetterà la NASpI ma questa purtroppo non è una verifica che possiamo fare noi. Per quanto riguarda la durata purtroppo non possiamo aiutarla. Siamo spiacenti. A presto!

    2. marfil ha detto:

      Salve. Mi sono licenziata da rapporto tempo indeterminato il 14 ottobre 2014 e ho percepito l’ASPI da circa il 22 ottobre 2014 al 23 giugno 2015 perché mi sono licenziata entro l’anno di vita del bambino. Negli ultimi 2 mesi ‘lavorativi’ ho esaurito le ferie maturate mentre prima ero in maternità. Fino al 14 ottobre 2014 ho lavorato ininterrottamente dal 2002. Se fossi assunta con contratto determinato potrei usufruire ancora dell’aspi? Entro quando al massimo dovrei essere assunta? Il 14 ottobre 2015? Quanti giorni minimo dovrebbe durare il contratto? Grazie!

      1. marfil ha detto:

        Segue precedente commento. Nel caso non fossi ancora in tempo per rientrare nei 30 giorni che avevo prima della aspi, sarebbe sufficiente un contratto di 30 giorni a tempo determinato per percepire la Naspi? Per quanti mesi ne avrei diritto e con quale importo? Ovvero: l’importo si calcolerebbe sullo stipendio precedente o su quello del contratto di 30giorni? grazie

      2. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, diciamo che prima avrà un nuovo contratto e meglio è. Tale contratto dovrà contare almeno 30 giorni di effettiva presenza sul lavoro (quindi escluse ferie, permessi, domeniche, ecc…) quindi per stare tranquilli servirà un contratto di almeno 6 settimane. Al termine del rapporto di lavoro dovrà inoltrare domanda di NASpI, l’ASpI non esiste più.

    3. Salve , vi spiego la mia situazione.
      Ho lavorato dal 31/03/2012 al 23/09/2014 presso un ristorante
      Ho percepito aspi dal 16/10/2014 al 16/06/2015
      Adesso ho un contratto dal 28/08/2015 al 30/11/2015
      Se non trovo lavoro dopo questo periodo ,potrei chiedere Naspi? Se si per quanto tempo?
      Grazie mille per la risposta .

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Certo, al termine del rapporto di lavoro potrà richiedere la NASpI, purtroppo non siamo in grado di calcolare esattamente la durata delle vostre prestazioni ma a occhio e croce dovrebbe durare circa 10 mesi se ha lavorato sempre full time. A presto!

  44. Maurizio Iacopini ha detto:

    vi spiego la mia situazione: ho lavorato come stagionale da giugno 2014 a fine ottobre 2014, ho chiesto e ottenuto la aspii da novembre e poi l’ho sospesa per un mese a dicembre avendo avuto un altro contratto. a dicembre è ripartita la aspii che avrei dovuto percepire fino a luglio. avendo avuto un altro contratto per 3 mesi da giugno 2015 fino a fine settembre 2015 l’ho sospesa di nuovo quando mancava poco più di un mese alla fine della percezione dell’indennità. adesso quando finirò di percepire la aspii rimanente ossia a novembre ho diritto a fare domanda per la naspi? al call center dell’inps mi hanno detto di no. in caso negativo cosa posso chiedere?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Maurizio, effettivamente non le spetta la NASpI ma ripartirà l’ASpI in automatico e durerà per il tempo rimanente, dunque un mese. Ne abbiamo parlato qui . A presto!

  45. jo ha detto:

    Buonasera
    vorrei informazioni in merito alla seguente situazione:
    Ho lavorato dal 2008 al 2012 full time, durante la quale ho usufruito della maternità anticipata, obbligatoria e facoltativa.
    Ho percepito ASPI da dicembre 2012 a marzo 2013.
    Ho lavorato da aprile 2013 a novembre 2014 full time.
    Ho percepito Aspi da dicembre 2014 a settembre 2015, sospesa per contratto dal 12/01/2015 al 12/02/2015.
    Vorrei richiedere la Naspi, con un contratto di quale durata potrei farne richiesta?
    E indicativamente per quanto tempo ne avrei diritto?
    Grazie mille!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non sappiamo esattamente quanto durerà il suo sussidio, ma affinché la NASpI venga accolta dovrà avere almeno 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro negli ultimi 12 mesi. Nel contratto dal 12/01/2015 al 12/02/2015 quante presenza sul lavoro ha avuto?

      1. jo ha detto:

        Grazie per la risposta celere!
        Nel periodo tra il 12/01/2015 e il 12/02/2015 lavoravo dal lunedì al venerdì, full time, quindi ci sono 24 giornate lavorative di cui purtroppo 4 sono stata in malattia. Quindi sono 20 giornate da considerare?

    2. nikitavi ha detto:

      Salve!
      Gentilmente, se è possibile vorrei informazioni sulla mia situazione
      Ho lavorato dal 01 marzo 2014 fino al 11 ottobre 2014. Da circa metà ottobre 2014 ho usufruito dell’ASPI fino al 31 marzo 2015 ( quindi quasi 6 mesi ). Dal 01 aprile 2015 ho ripreso il lavoro con un nuovo contratto ( turismo – stagionale, nello stesso posto ) con la scadenza il 30 settembre 2015 ( cioè, domani). Nel frattempo, ovviamente, l’ASPI è stata sospesa.
      Essendo praticamente al limite dei 6 mesi in cui l’ASPI può essere interrotta, la mia incertezza è su quale richiesta di disoccupazione posso fare ? Posso fare la NASPI ,o invece si deve ripristinare l’ASPI ? O addirittura potrei fare per la seconda ASPI ?!
      Dal 01 aprile 2015 al 30 settembre 2015 sono quindi 6 mesi lavorati. Come numero di giorni, sono 183. Come si considera nel mio caso? Sono ancora entro 6 mesi o sono stati superati? Nel caso di un prolungamento del contratto di una decina di giorni quale richiesta potrei fare ?
      Vi prego aiutatemi , grazie anticipatamente

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, io credo debba ripristinare l’ASpI in quanto il suo contratto non ha superato i 6 mesi (la scelta dei 6 mesi non credo sia casuale, ma piuttosto fatta apposta per evitare che gli stagionali prendessero la doppia ASpI, che comunque non esiste più). Farsi prolungare il contratto di 10 giorni (senza interruzione) le permetterà sicuramente di accedere alla NASpI, ma se questo non sarà possibile, fossi in lei proverei comunque a presentare domanda di NASpI in quanto credo sia la soluzione più conveniente. Nella peggiore delle ipotesi la NASpI verrà respinta e verrà ripristinata l’ASpI in automatico. Spero di esser stata esauriente. A presto!

        1. nikitavi ha detto:

          Mille grazie ! Infatti è molto probabile che mi fanno una proroga (di 12 gg) – casualmente, per la mia fortuna. In questo caso quindi posso fare richiesta per la NASPI senza riserve, o può essere ancora qualcosa di incerto ?

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Nessuna incertezza 😉

    3. Vincenzo Lucchetti ha detto:

      salve, vorrei dei chiarimenti:
      ho dato dimissioni per giusta causa( riconosciute) dicembre 2014. da contratto a tempo indeterminato iniziante nel 1999.
      ho percepito indennità di disoccupazione (8 mesi). Ora alla luce di cio, cosa potrei fare? potrei accedere a nuove forme di ammortizzatori sociali? avrei bisogno di un nuovo contratto lavorativo anche di una settimana? tempo utile? grazie

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Vincenzo, direi rapporto di lavoro a tempo determinato, anche di pochi giorni, non oltre novembre (si ricorda quando ha dato esattamente le dimissioni?), e poi subito domanda NASpI. E’ l’unica soluzione. A presto!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ok quindi diciamo una settimana di lavoro non oltre metà ottobre, altrimenti almeno 30 giorni di effettiva presenza sul lavoro prima di poter ripresentare la domanda. Purtroppo non possiamo aiutarvi fino in fondo perché solo voi potete sapere quante presenze avete avuto. L’invciv purtroppo non ha alcuna rilevanza ai fini NASPI

  46. santiago84 ha detto:

    Buonasera, vorrei un’informazione riguardo la Naspi. Praticamente io ho lavorato 48 gg, e nei 4 anni antecedenti ho 14 settimane. Il problema che ho anche la partita IVA e ho fatturato fino al mese d’agosto. Vorrei precisare che ancora non sono iscritto all’ INPS; quindi non ho versato nulla . Posso usufruire della mini NASPI?
    Spero mi siate d’aiuto.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabio, per accedere alla NASpI (la mini-NASpI non esiste ^_^) dovrà, al momento della domanda, dichiarare il reddito percepito dalle sue fatturazioni. Credo comunque che dovrebbe procedere con l’iscrizione in gestione separata se ha la partita IVA come professionista…è però una situazione un po’ particolare dunque le consiglio di recarsi direttamente presso la propria sede INPS per chiedere delucidazioni in merito.

  47. giuseppe ligato ha detto:

    Salve,
    io ho lavorato con un contratto indeterminato full time da settembre 2007 al 24/12/2014…la registrazione della pratica per la disoccupazione e’ stata effettuata il 7/01/2015 percependo 8 mesi di disoccupazione…secondo quanto leggo potrei riaccedere alla disoccupazione, giusto? Nel caso cosa dovrei fare?

    Mi e’ stato anche detto da un Caf di zona di informarmi sulla mobilita’, cosa devo fare?

    Grazie anticipatamente.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe, la disoccupazione ASpI non esiste più, ma potrebbe comunque accedere alla nuova NASpI. Dovrebbe avere un nuovo rapporto di lavoro di pochi giorni entro la metà del mese di novembre, in modo da far valere almeno 30 giornate di presenza sul lavoro nei 12 mesi precedenti la domanda. Oltre quella data dovrà avere un contratto di almeno 5/6 settimane sempre per riuscire a soddisfare lo stesso requisito.
      La mobilità dev’essere richiesta dal datore di lavoro al momento del licenziamento se questo è avvenuto a causa di calo di lavoro.
      A presto!

      1. giuseppe ligato ha detto:

        Salve,
        grazie per la risposta, ma se riuscissi ad avere un contratto di lavoro anche per pochi giorni, accedendo alla nuova NASpI quanti mesi andrei a percepire di disoccupazione???

        Chiedo scusa per l ulteriore domanda ma presso l ufficio inps di RC alcuni mi hanno detto che non posso accedere piu’ a nulla, altri non mi sapevano proprio rispondere ed altri invece facendo dei calcoli sono arrivati alla conclusione che mi servirebbero 30 giorni lavorativi per accedere alla nuova naspi con circa altri 8 mesi di retribuzione.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Se ha sempre lavorato io credo le spetti almeno un altro anno di NASpI considerato che degli ultimi 4 anni contributivi ha “utilizzato” solo 52 settimane per accedere all’ASpI dunque gli altri contributi, dovrebbero essere liberi…

  48. Augusto Morelli ha detto:

    Salve, vorrei chiedere un chiarimento riguardo la mia situazione: Ho lavorato per 5 anni da Novembre 2010 al 28 Febbraio 2015. Ho fatto richiesta di disoccupazione e ho avuto 10 mesi di Aspi. Attualmente sono al 6 mese.
    Vorrei capire se ho i requisisti fare una richiesta per la doppia Aspi o se addirittura posso rientrare nella Naspi.
    Da quello che ho capito leggendo l’articolo, anche con una settimana di lavoro potrei richiedere di rientrare nella Naspi avendo lavorato per 5 anni.
    Grazie
    Scusate ma ho postato male il commento.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Augusto. nel suo caso non può richiedere né l’una né l’altra. La doppia ASpI non esiste più in quanto l’ASpI è stata soppressa. Per quanto riguarda la NASpI, prima di potervi accedere e quindi presentare domanda, dovrebbe lavorare per più di 6 mesi in modo da far decadere l’ASpI e avere la possibilità di presentare la NASpI. Spero di esser stata chiara, in caso contrario può approfondire la questione leggendo questo articolo . A presto!

      1. oasis92 ha detto:

        Buongiorno,mi hanno proposto un lavoro con pagamento in voucher (lavoro accessorio) cumulando le giornate lavorative e le ore per le 30 giornate effettive posso richiedere la naspi ? ovviamente avendo i contributi..Grazie anticipatamente.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, purtroppo le giornate di lavoro occasionale non valgono ai fini NASpI quindi non possono essere cumulate.

  49. Ata Moro ha detto:

    —-URGENTISSIMO—-
    La mia situazione è un po complicata e cerco di renderla più chiara possibile:
    –Il primo contratto di lavoro indeterminato va da 01/01/2009 al 16/06/2014
    –Richiedo la ASPI che viene erogata dal (23/08/2014 al 23/04/2015)
    QUI LEGGO CHE SE RIESCO A TROVARE ANCHE UN PICCOLO CONTRATTO RIENTRO PER LA SECONDA ASPI
    –riesco a trovare un contratto determinato da 12/05/2015 al 02/06/2015
    TORNO ALL’INPS E MI DICONO CHE L’ASPI NON C’E’ PIU’ MA SOLO NASPI
    –richiedo la NASPI ma mi dicono che non ci sono le 13 settimane necessarie e la domanda è respinta.

    SONO DISPERATO , CHE POSSO FARE ADESSO?
    E’ POSSIBILE CHE POTESSI RICHIEDERE LA ASPI AL 4 GIUGNO?
    CI HANNO MESSO QUASI 4 MESI A RIFIUTARE LA MIA DOMANDA..POSSO FARE RICORSO ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se il suo ultimo contratto è scaduto dopo il 1° maggio 2015 non avrebbe comunque potuto rientrare nella doppia ASpI. meglio per lei perché se ha lavorato fino al 2014 dovrebbe spettarle la NASpI che durerà più della NASpI. DEVE assolutamente recarsi in sede INPS per chiedere il RIESAME della domanda perché se mi dice che ha lavorato fino al 2014 non è possibile che non ci siano le 13 settimane. Se in sede INPS le rifiuteranno il riesame dovrà fare ricorso. ma mi pare un errore troppo evidente per non riesaminarla…
      Restiamo a disposizione, a presto!

      1. Ata Moro ha detto:

        SI CONFERMO LE DATE CHE HO SCRITTO SOPRA! 16/06/2014
        Se mi date la conferma che rientro nella NASPI , mi serve in quanto ho già avuto parecchie discussioni con la sede inps della mia provincia e non vorrei alzare la voce invano.
        VORREI ESSERE SICURO SE LA PRIMA ASPI(che ho usufruito) ANNULLA LA SECONDA NASPI, oppure no!
        in quanto si sono giustificati in questo modo.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Non è molto chiaro quello che ci sta chiedendo ora. Che significa la prima ASpI annulla la seconda NASpI? una è aspi e una è NASpI quindi sono due cose distinte…
          Non possiamo darle conferma ahimè perché non siamo dell’INPS e non sappiamo per filo e per segno la vostra “storia contributiva”.
          Però ho un dubbio…è sicuro che le hanno detto che non ci sono le 13 settimane? Perché quelle dovrebbero esserci, e invece noto ora che forse mancano le 30 giornate nell’ultimo anno…provi a contare quante giornate di effettiva presenza sul lavoro ha avuto negli ultimi 12 mesi precedenti la domanda di NASpI, solo lei può farlo… . Se non ci sono quelle non verrà mai accolta…

          1. Ata Moro ha detto:

            Perdonatemi se insisto ma visti i precedenti vorrei essere sicuro:

            – ho lavorato indeterminato dal 01/01/2009 al 16/07/2014
            –Richiedo la ASPI (luglio) che viene erogata dal (23/08/2014 al 23/04/2015) i famosi 8 mesi
            –riesco a trovare un contratto determinato da 12/05/2015 al 02/06/2015
            -richiedo NASPI il 04/06/2015

            OGGI MI DICONO CHE HO GIA’ PRESO LA ASPI (23/08/2014 al 23/04/2015) E QUINDI LA NASPI NON MI SPETTA E AL CENTRALINO MI DICONO ANCHE CHE NON CI SONO LE 13 SETTIMANE.

            ripeto: ho avuto in passato diversi problemi con l’inps di ancona e siccome so che vengono fatte porcate a non finire la dentro , in quanto ci sono gia’ passato , vorrei con questi numeri avere la sicureza di poter “battere i pugni sul tavolo”

            ringrazio ancora per il tempo dedicatomi e porgo di nuovo le mie scuse per l’insistenza.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve, come già le abbiamo spiegato, le 13 settimane negli ultimi 4 anni ci sono (e lo può vedere anche lei, non ha bisogno della nostra conferma). Se il rapporto del 2014 è terminato il 16/07/2014 dovrebbe avere anche le 30 giornate. Le consiglio dunque di provare a rivolgersi ad un CAF per presentare ricorso

  50. Michele Taormina ha detto:

    Salve vorrei sottoporre il mio quesito
    ho lavorato continuamente dal 01/98 al 09/2011 a tempo indeterminato, dopo il licenziamento ho percepito disoccupazione ordinaria per 15 settimane nel 2011 e 21 settimane nel 2012
    Nel 2013 ho 44 settimane da lav. dip.
    nel 2014 ho 11 settimane di lav. dip.
    poi ho percepito aspi dal 22/03/2014 fino al 20/11/2014
    poi ho lavorato come collaboratore familiare per 2 settimane
    dal 23/12/2014 ho percepito una seconda aspi che è terminata a metà agosto e ad oggi non ho trovato un impiego.
    ci sono altre prestazioni a sostegno del reddito a cui posso accedere, fermo restando che dovrei avere a breve un contratto a tempo determinato di 1 o 2 mesi?
    grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Michele, purtroppo negli ultimi 4 anni lei ha già usufruito di 3 intere disoccupazioni. Dubito siano rimasti dei contributi “liberi” da utilizzare per un altro sostegno al reddito, fermo restando che se riuscirà ad avere un altro rapporto di lavoro di 1/2 mesi le spetterebbe comunque la NASpI ma per un periodo molto esiguo, probabilmente di poche settimane.

    2. oasis92 ha detto:

      Salve, ho lavorato due anni con contratto apprendistato, ho usufruito di 8 mesi di Aspi, ho ancora 52 settimane di contributi se riesco a trovare un altro lavoro ed avere le 30 giornate effettive e richiedo la Naspi i versamenti della disoccupazione saranno minori dato che ho ricevuto l’Aspi o rimarranno invariati? volevo sapere un ultima informazione i contratti a progetto a chiamata o ad esempio un contratto per lavorare in un call center o agente di vendita (porta a porta) rientrano per richiedere la naspi? perchè mi e stato offerto un lavoro di questo tipo..Grazie per l’attenzione cordiali saluti Marco.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Marco, l’importo mensile della sua NASpI non varierà perché l’ASpI non fa cumulo per il calcolo della media, quindi si baseranno solo sulla media mensile del periodo in cui ha lavorato. Per quanto riguarda i contratti, attenzione a non confondere contratti a chiamata e contratti a progetto: i primi prevedono un versamento nell’AGO (gestione ordinaria) che da diritto alla disoccupazione NASpI, i contratti a progetto invece prevedono i versamenti in gestione separata, che è un’altra “cassa di contributi” che non darà mai diritto alla NASpI, ma, al massimo, alla DIS-COLL

        1. oasis92 ha detto:

          Grazie mille quindi se riesco a trovare un lavoro e mi propongono un contratto a chiamata effettuate le 30 giornate posso richiedere la naspi..perfetto..ce qualche altro vincolo del contratto che potrebbe impedirmi di richiederla succesivamente? intendo sui fattori risposta di chiamata ecc..grazie anticipamente Cordiali Saluti..Marco

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Esattamente. Per quanto riguarda il contratto a chiamata non saprei se ai fini NASpI c’è differenza tra contratto con obbligo o senza obbligo di risposta alla chiamata. Questo dovrebbe verificarlo con il numero verde. A presto!

  51. Oscar ha detto:

    Gentili Signori,
    spero al terzo tentativo di avere una risposta.
    Questa è la mia situazione contributiva negli ultimi 4 anni:
    01/03/2012 31/12/2012 Lav.dipend. part-time sett. 45
    01/01/2013 31/12/2013 Lav.dipend. part-time sett. 52
    08/01/2014 08/09/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 35
    10/10/2014 27/10/2014 Lavoro dipendente sett. 4
    04/11/2014 31/12/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 9
    01/01/2015 05/07/2015 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 27
    In seguito ad una nuova assunzione e successiva cessazione di lavoro, rispettando il vincolo delle 30 giornate effettive nell’ ultimo anno, potrei far valere le settimane contributive del 2012 e quindi avere diritto per tale periodo alla NASpI?
    Grazie anticipatamente.
    Oscar

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Oscar, premetto che le avevamo già risposto all’epoca, di conseguenza la nostra risposta non varia. Nel caso di una nuova assunzione e successiva cessazione di lavoro, rispettando il vincolo delle 30 giornate effettive nell’ ultimo anno, potrà accedere alla NASpI, utilizzando ai fini del calcolo della durata anche le settimane lavorate nel 2012, infatti queste non sono mai state utilizzate per un altro sussidio. Speriamo di esser riusciti a chiarire i suoi dubbi. A presto!

      1. Oscar ha detto:

        Chiedo scusa per non aver precedentemente letto la Vostra risposta.
        Grazie.

  52. Lotanzio Lenzo ha detto:

    Sono stato licenziato il 13 febbraio 2015 e lavoravo dal 2000. Percepisco la Aspi da fine febbraio e finirò a dicembre. Con un nuovo contratto di lavoro quanti giorni di assunzione mi servono per percepire la naspi e da quando devo essere assunto. Un’altra cosa nel caso quanto durerebbe la naspi? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, per accedere di nuovo al sussidio di disoccupazione dovrà lavorare per almeno 30 giornate (effettive). Non è importante la data di assunzione ma ovviamente prima la assumono e meglio è. Per la durata esatta non possiamo aiutarla ma si può presupporre un sussidio di almeno un altro anno…

      1. Lotanzio Lenzo ha detto:

        Sono andato dal sindacato che mi ha compilato la prima domanda Aspi e mi hanno detto che ora la legge è cambiata e non ho più diritto al sussidio naspi perché pagano metà del periodo lavorativo che si effettua. Quindi in teoria per loro se lavoro un mese ho 15 giorni di disoccupazione. Come mi devo comportare ?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Non è propriamente così, il calcolo viene fatto sui contributi “liberi” degli ultimi 4 anni. Per liberi si intende quelli che non hanno dato diritto ad altri sussidi di disoccupazione. Si sommano e si dividono per due.

          1. Zia Emy ha detto:

            Salve avrei una domanda: ho percepito la mini aspi ad aprile per i contributi versati dal 1/09/2014 al 31/03/15 poi sono stata riassunta dal 7/04 al 31/05. Poi ho ricevuto 26 giorni di Naspi dal 8/6 al 4/7. All’Inps mi hanno parlato di 4 mesi di Naspi, ma in base a ciò che leggo dovrebbero avermi calcolato solo gli ultimi 2 mesi di contributi per cui non dovrei più percepire sussidio nei prossimi mesi. Se poteste aiutarmi a capire come calcolare la durata ve ne sarei grata.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve, per poterla aiutare dovremmo avere il copia/incolla del suo estratto contributivo degli ultimi 4 anni altrimenti è pressoché impossibile 😉

  53. Buonasera,
    vi sarei grato se mi aiutaste a capire se riuscirò a percepire ancora qualche altra forma di sussidio, visto che il 10 agosto è stata la mia ultima mensilità spettante dell’ ASPI. Infatti ho percepito le 8 mensilità visto che ho meno dei 50 anni richiesti dal regolamento.
    Di seguito vi riporto le date per farvi capire meglio la mia situazione ad oggi in modo da capire se riesco a rientrare nell’ esempio mostrato da voi in precedenza:

    PRIMA ASPI
    Fine primo rapporto di lavoro: 31 dicembre 2014
    Periodo utile di contribuzione: dal 31 dicembre 2012 al 31 dicembre 2014
    Settimane lavorate nel periodo utile di contribuzione: 104
    Prima ASpI: dal 8 gennaio al 8 agosto 2014

    SECONDA ASPI
    Inizio nuovo contratto: 15 settembre 2015
    Fine nuovo contratto 30 settembre 2015
    Periodo utile di contribuzione: dal 30 settembre 2013 al 30 settembre 2015
    Settimane lavorate nel periodo utile di contribuzione: 67 (di cui 65 dal 30 settembre 2013 al 31 dicembre 2014 e 2 dal 01 al 15 gennaio 2015)

    Queste sono tutte le date utili riportate come da vostro esempio, spero che mi aiutate a capire se riuscirò ad ottenere un nuovo sussidio, considerando che dal 1° maggio 2015 è entrata in vigore la nuova NASPI.

    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Benedetto, purtroppo non basta avere i dati delle sue ASpI passate per capire se le spetterà la NASpI o meno, ma bisogna che lei ci riveli anche qualche altro dettaglio della sua situazione contributiva, ad esempio sarebbe utile il suo estratto contributivo in ordine cronologico dal 2011 ad oggi. Fondamentale è capire se al termine dell’ASpI si è rioccupato. Se non si è rioccupato certamente non potrà accedere ad alcun sussidio…

  54. CRISTIANODIEGO ha detto:

    Buonasera,
    complimenti a tutto lo staff,vorrei sottoporvi il mio estratto contributivo:
    05/02/2012 31/03/2012 Lav.dipend. part-time sett. 8
    01/04/2012 31/12/2012 Lav.dipend. part-time sett. 40
    01/01/2013 30/09/2013 Lav.dipend. part-time sett. 40
    01/10/2013 31/12/2013 Lavoro dipendente sett. 14
    01/01/2014 22/10/2014 Lavoro dipendente sett. 43
    30/10/2014 31/12/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 9
    01/01/2015 30/06/2015 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 26

    NUOVO CONTRATTO DI LAVORO DAL 09.09.2015 AL 21.10.2015
    VOLEVO CHIEDERVI ALLA FINE DI QUESTO NUOVO RAPPORTO LAVORATIVO POSSO RICHIEDERE LA NASPI.
    GRAZIE MILLE E ANCORA COMPLIMENTI

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Cristiano, certamente, al termine del rapporto di lavoro potrà richiedere la NASpI utilizzando, ai fini del calcolo della durata anche tutte le settimane del 2012 e 2013 😉 A presto!

  55. Lara Cappellini ha detto:

    Buongiorno,
    Spero voi mi possiate aiutare!!!
    Ho lavorato in Svizzera dal 12/7/2013 al 01/12/2014, prendendo 3 mesi di maternità ed essendo licenziata terminata la maternità !
    Ho richiesto l aspi , e mi è stata data per otto mesi (terminata ad agosto ) , ora cosa potrei fare ? In che modo potrei richiedere nuovamente l aspi ? Avrei la possibilità di essere assunta per poco tempo , ma esattamente per quanto giorni dovrei essere assunta? E dopo cosa percepirei ?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Lara, l’ASpI non esiste più ed è stata sostituita dalla NASpI. Dia un occhiata ai nuovi requisiti, per ogni chiarimento in merito restiamo a disposizione 🙂 A presto!

      1. Lara Cappellini ha detto:

        Buongiorno,
        Spero voi mi possiate aiutare!!!
        Ho lavorato in Svizzera dal 12/7/2013 al 01/12/2014, prendendo 3 mesi di maternità ed essendo licenziata terminata la maternità !
        Ho richiesto l aspi , e mi è stata data per otto mesi (terminata ad agosto ) , ora cosa potrei fare ? In che modo potrei richiedere nuovamente l aspi ? Oppure un nuovo aiuto economico?Avrei la possibilità di essere assunta per poco tempo , ma esattamente per quanto giorni dovrei essere assunta? E dopo cosa percepirei ?
        Mi avete già tisposto, ma vorrei sapere se nel mio caso ho la possibilità di fare qualcosa oppure non c è nulla da fare! Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Lara, potrebbe fare domanda di NASpI ma se non ci dice se ha lavorato prima del 2013 è difficile esserle d’aiuto! Comunque il contratto deve prevedere almeno 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro, quindi deve essere più lungo di un mese in quanto si escludono le giornate di permessi, riposi, festività nel conteggio di questi 30 giorni.

  56. claudia ha detto:

    buongiorno.vorrei avere dei chiarimenti sulla mia situazione.
    ho appena finito l’aspi,se trovo un altro contratto anche di poco 1,2 mesi,avrò diritto alla naspi?
    basandomi sui dati contributivi la mia disoccupazione percepita il 08/09/2013 fino a 09/05/2014 si è basata sul conteggio di 48 settimane(cosi mi ha riferito l’inps).
    quindi secondo i miei calcoli mi sono rimasti ancora dei contributi nell’anno 2011/2013.la funzionaria dell’inps mi ha risposto lei pensi a lavorare,poi per i conteggi ne parliamo.
    vi allego i miei contributi con la speranza che qualcuno mi dia risposta. grazie
    28/03/2008 al 30/04/2008 lav.dipend.part-time sett 2
    18/05/2008 al 31/12/2008 lav.dipend.part-time sett 33
    01/01/2009 al 30/09/2009 lav.dipend.part-time sett 40
    01/01/2011 al 31/12/2011 disoccupazione sett 16
    09/09/2011 al 31/12/2011 lav.dipend.part-time sett 17
    01/01/2012 al 31/12/2012 lav.dipend.part-time sett 50
    01/01/2013 al 31/08/2013 lav.dipend.part-time sett 32
    08/09/2013 al 31/12/2014 ctr.figurativa aspi sett 17
    01/01/2014 al 09/05/2014 ctr.figurativa aspi sett 19
    16/05/2014 al 25/10/2014 lav.dipendente sett 24
    30/10/2014 al 30/11/2014 lav dipendente sett 6

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Claudia, ha capito benissimo come funzionano i calcoli, i contributi di cui può ancora usufruire sono quelli dal (circa) 10/2011 fino a tutto il 2012 😉

      1. claudia ha detto:

        salve! per mia sfortuna non ho trovato un breve contratto ,per poter richiedere la naspi..
        ho 31 anni non faccio parte della garanzia giovani,quindi per l’italia sono ormai vecchia per lavorare!(tanti ci dispiace lei non entra nelle garanzia giovani).

        anche se mi sono rimasti contributi 2011-2012 che cosa me ne faccio? non esiste un sussidio per me? sono rovinata per sempre? grazie !

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Claudia, posso comprendere benissimo il suo stato d’animo. Purtroppo però se nessuno la assume non ha diritto a nessun sussidio 🙁

  57. Sara Tiberi ha detto:

    Buongiorno, questo è il mio caso: sto lavorando con un contratto da dipendente a tempo determinato della durata di 6 mesi, che scadrà il 31 ottobre.
    Vorrei sapere se ho diritto alla Naspi. La particolarità del mio caso sta nel fatto che una partita IVA aperta, ma non fatturo da aprile del 2015 (contratto da dipendente iniziato il 4/05/2015) e di sicuro non fatturerò neanche per i prossimi mesi, purtroppo! Questo è il mio primo contratto da dipendente.
    La mia domanda è: ho diritto alla Naspi con una partita IVA aperta ma non fatturando?
    Se no, potrei comunque chiuderla prima della fine del contratto di lavoro.
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Sara, l’apertura della partita IVA non dovrebbe essere un problema: per evitare lungaggini nella lavorazione della domanda per le verifiche sulla sua posizione, le consiglio, insieme alla domanda di NASpI, di allegare autodichiarazione con la quale comunica all’INPS di avere la partita iva ma di non fatturare da aprile. Verifichi che non ci sia posizione da artigiano o commerciante aperta presso INPS, quello potrebbe creare problemi.

      1. Enrico Suppo ha detto:

        Buongiorno,
        Io ho lavorato dal 10/11/2011 fino al 09/01/2012 con contratto di lavoro dipendente a tempo pieno (40 ore settimanali) per una cooperativa sociale con ruolo amministrativo
        E dal 10/01/2012 al 09/01/2015 per un’azienda pubblica in Sardegna con contratto di lavoro dipendente a tempo pieno (36 ore) con ruolo amministrativo cat. C (alla fine dei 3 anni di lavoro non hanno rinnovato)
        Dal 13/01/2015 percepisco l’indennità di disoccupazione, credo sia la aspi, che durerà 10 mesi con scadenza quindi a novembre 2015.
        Quando i miei colleghi si erano recati al patronato, diverso dal mio, per fare domanda gli era stato detto che alla fine della disoccupazione nel caso non avrebbero trovato nuovo lavoro sarebbe spettata la mobilità in deroga.
        Ora un mio collega si é informato presso un patronato e gli é stato risposto che non esiste più e presso l’iinps che loro di limitano a pagare e che i requisiti dipendono da regione a regione.

        Vorrei sapere se alla fine della disoccupazione a novembre mi spetta la mobilità in deroga o la Naspi e nel caso entro quando devo presentare domanda.
        Vi ringrazio anticipatamente

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Enrico, purtroppo la mobilità in deroga è un sussidio un po’ “complicato”, nel senso che deve avere i requisiti per l’INPS ma il pagamento spetta alla Regione. Non possiamo sapere quanto ogni singola regione abbia stanziato per la mobilità in deroga, né se quei fondi sono terminati. Di certo al termine dell’ASpI non le spetta la NASpI. Per poter accere alla NASpI dovrà avere un nuovo rapporto di lavoro che le garantisca almeno 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro.

  58. Francesco Angius ha detto:

    Buongiorno e innanzitutto grazie per il servizio reso; espongo il mio caso:

    Sono stato licenziato il 31.01.2015 e da allora sto percependo l’aspi; il mio contratto in essere era full time con data di assunzione 22.12.2010 senza alcuna sospensione intermedia (per cui ho tutte le settimane di retribuzione)

    Vorrei sapere se al termine della aspi (che nel mio caso è di 10 mesi se non erro) posso usufruire della Naspi o se necessito di un contratto di lavoro intermedio per poterla richiedere.

    E in tal caso di quanti gg dovrebbe essere questo contratto minimo? E di quanti mesi potrei usufruire in tal caso nella Naspi?

    Grazie mille per la risposta.

    Francesco

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesco, abbiamo affrontato in questo articolo l’amara discussione sulle due disoccupazioni. Relativamente al suo caso ha ancora 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro negli ultimi 12 mesi, quindi la durata del nuovo contratto non è rilevante, l’importante è che avvenga entro dicembre 2015, altrimenti dovrà essere di almeno 30 giorni. A presto!

  59. Fioravante ha detto:

    Salve sono Fioravante vorrei raccontare il mio caso e sapere se e a quanto avrei diritto. Ho lavorato per tre anni per un’azienda; a luglio 2014 è terminato il contratto e ho perso il lavoro, avendo più di 50 anni ho usufruito dell’ASPI per 14 mesi e che scadrà il mese prossimo. Adesso vorrei sapere se trovassi un nuovo lavoro, anche solo per due mesi, al termine di esso a cosa avrei diritto, solo alla naspi per metà del periodo lavorato,( quindi ad esempio un mese)? O si tiene conto di quanto lavorato negli ultimi quattro anni e quindi avrei diritto ad un sussidio per più tempo?
    Grazie in anticipo e complimenti per il sito

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, al termine del rapporto di lavoro per due mesi avrebbe diritto alla metà delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni. Dal totale di queste settimane però deve escludere le 52 settimane che hanno dato luogo a precedenti sussidi di disoccupazione. A presto!

  60. daniele annis ha detto:

    Salve vorrei un informazione.Sto ricevendo l aspi essendo stato licenziato il 31/01/2015 dopo due anni di lavoro.al termine dell’aspi, se maturo 30 giornate lavorative potrò fare domanda per la naspi?grazie..

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Daniele, certo che potrà fare la domanda. A presto!

  61. Iulia Madalina ha detto:

    Buongiorno
    Ho avuto un contratto di lavoro con scadenza il 30 giugno 2014,durante il contratto sono rimasta incinta,ho preso maternita a rischio,poi quella ordinaria.Dopo ho fatto la richiesta di dissocupazione ed ho preso 6 mesi la mini aspi.Alla fine di questo mese finisce..la mia domanda era se dopo riesco avere un contratto di lavoro di una sett,ad esempio,posso richiedere la disoccupazione? Oppure, l’ASDI?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo non le basterà una settimana di lavoro ma per avere diritto alla NASpI dovrà lavorare per almeno 30 giornate effettive. L’ASDI spetta solo dopo la NASpI, quindi non può richiederla. Può leggere i requisiti per la NASPI cliccando qui. A presto!

  62. DaNy PrinCe ha detto:

    salve vorrei un informazione, mia moglie 24 anni ha lavorato dal 18/04/2015 al 27/07/2015 lavoro indeterminato operaio pero non aveva mai lavorato prima d ora. gli spetta la naspi? attendo una vostra risposta grazie anticipatamente. cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Sì le spetta, ma per poco, un mese e mezzo credo, non di più.

    2. Prestifilippo Maria Angela ha detto:

      Salve, vorrei esporre il mio dubbio riguardo la mia momentanea situazione:
      16/06/2005 – 07/02/2007 87 settimane lavoro dipendente;
      01/01/2010 – 31/12/2010 disoccupazione 12 settimane;
      05/102010 – 11/07/2011 35 settimane lavoro dipendente;
      01/01/2011 – 31/12/2011 disoccupazione 19 settimane;
      24/10/2012 – 31/12/2012 11 settimane lavoro dipendente;
      01/01/2013 – 30/04/2013 18 settimane lavoro dipendente;
      03/06/2013 – 10/06/ 2013 2 settimane lavoro dipendente;
      23/06/2013 – 02/10/2013 mini aspi 15 settimane;
      03/10/2013 – 31/10/2014 44 settimane lavoro dipendente;
      17/11/2014 – 22/11/2014 1 settimana lavoro dipendente.
      da dicembre 2014 ho percepito solo 6,5 mesi di disoccupazione aspi, poichè dal 14/06/2015 ho comunicato con aspi-com telematico, un nuovo contratto a tempo determinato con fine al 15/08/2015. In base a quanto mi hanno comunicato, se il contratto ha un periodo inferiore a sei mesi la disoccupazione non decade, quindi in teoria, dopo il 15 agosto dovrei percepire l’ultimo mese e mezzo di aspi. In base a ciò che è la mia situazione, vorrei sapere quando devo presentare la disponibilità al lavoro per provare a far domandina naspi. Considerato che deve essere presentata entro 8 giorni dalla fine del contratto ma devo ancora percepire l’ultimo mese di aspi… come devo comportarmi? sono un po confusa 🙂
      Grazie a priori.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, la disponibilità al lavoro la deve presentare appena termina il contratto, ma poi riprenderà l’ASpI, e finito quel mese e mezzo non credo che lei possa presentare domanda di NASpI…può provare, non oltre il 68° giorno dal termine del rapporto di lavoro, ma su questa situazione l’INPS non si è ancora espressa quindi non saprei darle certezze, mi spiace.

  63. Stefano Cap ha detto:

    Buongiorno, vorrei esporre il mio caso per avere un chiarimento così da togliermi l’ansia che mi sta assalendo.
    Dopo aver lavorato per 7 anni (da maggio 2007 a novembre 2014) con contratto a tempo indeterminato, l’azienda, poco prima di fallire, licenzia tutti i dipendenti. Usufruisco di 8 mesi di MiniASpI (in quanto al momento della richiesta non ho ancora compiuto 50 anni di età) che partono da novembre 2014 e finiscono a giugno 2015. Per tutto il mese di luglio 2015 riesco a lavorare solo con un contratto di collaborazione con tanto di ritenuta d’acconto dove è indicato il mese lavorativo. Ora la domanda che vorrei porre è questa: posso sperare in qualche sostegno al reddito o sono lasciato abbandonato senza nessuna possibilità di trovare un lavoro visto che nessuno cerca un cinquantenne?

    Grazie per il tempo concessomi.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Stefano, ci spiace sempre darvi notizie negative. Con il contratto co.co.co. di un mese, perlopiù con ritenuta d’acconto non ha davvero diritto a nulla…dovrebbe avere un contratto di lavoro dipendente che le garantisca almeno 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro per poter accedere alla NASPI, utilizzando così i contributi degli ultimi 4 anni per contare su un sussidioun po’ più duraturo.

      1. Stefano Cap ha detto:

        Grazie per il chiarimento.
        Mi è stato suggerito di provare a chiedere la MOBILITA’ IN DEROGA, ma di preciso che cos’è?
        Come funziona, quali sono le caratteristiche che bisogna avere per richiederla e come si attiva?

        Grazie ancora per la disponibilità…

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Con un contratto di collaborazione con ritenuta d’acconto dubito vivamente che lei possa rientrare nella mobilità in deroga . Mi spiace 🙁

  64. mara57 ha detto:

    Buongiorno, il mio quesito è il seguente:
    Anno di nascita : 1957 – Ultima situazione lavorativa : dal 1/09/2001 al 31/01/2013 a T.Indeterminato (chiusura dell’Azienda)
    Ho dato subito la mia disponibilità al C.I.P e fatto domanda di disoccupazione Aspi, l’ho avuta tutta per un anno dal febbraio 2013 al 9 febbraio 2014 poi non ho trovato più occupazione. Ho rinnovato la mia disponibilità l C.I.P il 9/04/2015 e il 20/04/2015 sono stata assunta a T.Ind. ma solo fino al 25/05/2015 per non superamento periodo di prova.
    Posso richiedere di nuovo la disoccupazione o avendo percepito un anno intero non mi spetta più nulla. Grazie e buon lavoro. Mara

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Mara, l’ASpI percepita c’entra poco con il diritto, ma più con il calcolo della durata della sua NASpI. per ora concentriamoci sul diritto che è decisamente l’aspetto primario. Ho dato un’occhiata alle giornate, diciamo che potrebbe accedere se riuscisse a contare 30 presenze effettive sul lavoro negli ultimi 12 mesi. Se il suo contratto prevedeva 6 giornate di lavoro su 7 ci rientra anche solo con questo ultimo lavoro…

      1. mara57 ha detto:

        Grazie per la risposta, penso proprio di non rientrare in quanto lavoravo 5 giorni su 7 – otto ore al giorno ma i sabati no ho contato sul calendario e sono solo 25….non ci posso credere una dietro l’altra.

      2. mara57 ha detto:

        questo è quello che risulta dal mio estratto conto Inps:
        Ultimo lavoro di cui parlavo prima assunzione 20/04/2015 fino al 25/05/2015
        questo è quello che risulta dal mio estratto conto Inps:
        Lavoro dipendente 20/04/2015 25/05/2015 settimane 6
        ma se le settimane sono di 7 giorni e io ne ho lavorato 5 giorni x 6 settimane mi da 30 giorni..ho speranze?? Grazie.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Non saprei Mara, ma può provare a fare la domanda, nella peggiore delle ipotesi verrà respinta. Non riesce a farsi fare un altro contrattino per una settimana?

          1. mara57 ha detto:

            Magari tramite amici potrei provarci, ma poi subentra un problema più grosso, nel senso che io prima di essere assunta in quel posto(allucinante ma va bè meglio se è finito), avevo una dote di sgravi contributivi di tre anni (con un risparmio per il datore di lavoro di massimo 8000 euro ciraca all’anno per tre anni,per chi mi assumeva a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2015. Ora avendo avuto questa assunzione a T.I. anche se breve, ho perso questa dote e la riacquisterò verso i primi di dicembre 2015, perché devono passare 6 mesi dall’ultimo rapporto di lavoro.
            Naturalmente non abbiamo tutti studiato i pro e contro di questi nuovi sgravi e ci sono invece ditte che usano questo tipo di assunzioni a T.I. con persone come me per utilizzare gli sgravi per il periodo di prova e poi sbarazzarsi con motivo: non superamento periodo di prova che oltre a buttare fango su una professionalità di trent’anni , comporta al malcapitato come me anche questa situazione, quindi riassumendo:
            se anche trovo un lavoretto di una settimana o più potrei beneficiare della Naspi ma
            mi precludo tutte le possibilità di venire assunta per i miei sgravi perché non avrei più la possibilità di recuperarli in sei mesi, visto che è tutto entro il 2015…..mi rimane da sperare di trovare una ditta seria e onesta,
            grazie comunque per la Vostra professionalità e gentilezza, buon lavoro.

          2. mara57 ha detto:

            però ora che mi sono studiata tutto bene sugli sgravi, se vengo assunta a tempo Determinato non li perdo…quindi potrei chiedere a qualche conoscente (pagando magari le spese che ha per una settimana o dieci giorni fra assunzione pratiche varie contributi ecc..) e cosi non perdo gli sgravi che mi possono essere utili visto che a 58 anni è quasi impossibile trovare lavoro (pensano tutti che io possa essere già vicino alla pensione) e nello stesso tempo potrei usufruire della Naspi come sostegno economico per poco che sia ..meglio di niente

          3. Previdenza Facile ha detto:

            Ottimo! In bocca al lupo allora 😉

      3. francescoleonetti ha detto:

        Salve mi servirebbero delle delucidazioni per due casi be diversi:
        Mia moglie è stata licenziata il 05/12/2014 dopo 4 anni e sette mesi di contratto a tempo indeterminato percepirà l’Aspi fino al 13/08/2015 dopo potrà accedere alla Naspi? cosa dovrà fare?.

        Il mio caso è un pò più complesso sono percettore di mobilità in deroga dal 2011 (ultimo mese retribuitomi è Marzo 2014) ho avuto un contratto co co pro dal 24/06/2015 al 14/08/2015 (compenso di 2.400 € al temine del contatto) ho letto della dis-coll mi spetta? ho visto i miei contributi figurativi ho diritto ad altro?.
        Grazie e buon lavoro

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Francesco, per quanto riguarda sua moglie purtroppo non ha diritto alla NASpI se prima non avrà un nuovo contratto di lavoro, non si può passare da ASpI a NASpI.
          Per quanto riguarda la DIS-COLL può trovare ulteriori informazioni cliccando qui ma da quello che mi dice non mi pare che lei rientri nei requisiti, mi spiace.

          1. francescoleonetti ha detto:

            Grazie per la celere anche se poco piacevole risposta può dirmi di quanti giorni di contratto avrebbe bisogno mia moglie per rientrare nella Naspi?
            Io fortunatamente stamattina ho ricevuto la buona nuova del rinnovo del mio contratto Grazie

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Bene Francesco, questa sì che è una bella notizia!
            Se sua moglie troverà lavoro entro, diciamo, i primi di Novembre (per tenerci larghi), la durata del contratto non è rilevante in quanto lei possiede già le 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro nei 12 anni precedenti

    2. LaBea ha detto:

      Salve,
      ho terminato un rapporto di lavoro in apprendistato il giorno 3 di Settembre 2014 dopo 18 mesi di lavoro.
      Dal giorno 11 Settembre 2014 al 11 Aprile 2014 ho goduto dell’aspi, anche se non ho ancora ricevuto l’ultimo pagamento che dovrebbe coprire le 240 giornate.
      Dal 1′ di Giugno sto lavorando nuovamente e ho un contratto fino al 31 di Agosto.
      Riuscirò a riavere l’aspi?
      Allego estratto conto contributivo:

      15/05/2012 19/06/2012 Lav.dipend. part-time sett. 6
      04/03/2013 31/12/2013 Apprendista part-time sett. 44
      01/01/2014 03/09/2014 Apprendista part-time sett. 36
      Grazie mille per la risposta.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Beatrice, non l’ASpI (per la quale dovrà comunque richiedere il pagamento dell’ultimo mese compilando il modulo ASpI-com) ma potrà presentare domanda di NASpI che , le dico già, durerà probabilmente meno di due mesi.

  65. max81 ha detto:

    Ho preso la mini aspi fino a giugno 2015
    cosa mi tocca dopo ?? devo farmi assumere per avere nuova dissocupazione Grazie

    01/01/2011 31/12/2011 Disoccupazione sett. 15
    12/03/2011 30/09/2011 Lavoro dipendente sett. 29 17,000
    10/03/2012 30/09/2012 Lavoro dipendente sett. 31 18,000
    08/10/2012 31/12/2012 Disoccupazione sett. 13 13,000
    01/01/2013 07/03/2013 Disoccupazione sett. 10 10,000
    08/03/2013 30/09/2013 Lavoro dipendente sett. 28 15,000
    08/10/2013 31/12/2013 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 13 13,000
    01/01/2014 31/03/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 13 13,000
    01/04/2014 30/09/2014 Lavoro dipendente sett. 27 15,000
    08/10/2014 31/12/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 13 13,000
    01/01/2015 08/06/2015 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 23 23,000

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve MAX, da quello che vedo lei ha sempre intervallato periodi di lavoro a periodi di sussidio, per questo la NASpI, se le spetterà, sarà molto ridotta. Di fatti i contributi che hanno dato diritto a dei sussidi non sono presi in considerazione ai fini del calcolo. Comunque per presentare domanda di NASpI deve avere nuovo contratto di lavoro al termine dell’aspi. saluti

  66. tony ha detto:

    SALVE,
    SONO STATA IN ASPI DAL 03/10/2014 AL 03/06/2015, HO LA POSSIBILITA’ DI UN LAVORO STAGIONALE AD AGOSTO POTREI SUCCESSIVAMENTE CHIEDERE UNA SECONDA ASPI?
    LE RIPORTO I MIEI DATI CONTRIBUTIVI:
    01/01/2012 – 31/12/2012 LAVORATORE DIPENDENTE PART-TIME SETT 52
    01/01/2013 – 31/12/2013 LAVORATORE DIPENDENTE PART-TIME SETT 52
    01/01/2014 – 28/08/2014 LAVORATORE DIPENDENTE PART-TIME SETT 36
    LA RINGRAZIO IN ANTICIPO.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, al termine del rapporto potrà senz’altro fare domanda di NASpI, da quello che vedo dovrebbe avere tutti i requisiti 😉

      1. tony ha detto:

        Salve, la disturbo ancora in relazione alla mia domanda fatta a Luglio.
        La buona notizia è che ho avuto un contratto per tre settimane a partire dal 12 agosto, i dubbi sorgono in ragione di tutte le varie notizie che leggo riguardanti i 30 gg lavorativi negli ultimi 12 mesi piuttosto che i 68 gg per richiedere la nuova Naspi ecc… sinceramente ho capito ben poco, mi spiego meglio: mi servono 30 gg effettivi lavorativi negli ultimi 12 mesi? e se si da quando devo calcolarli?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Tony, le 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro le deve calcolare nei 12 mesi precedenti la data della domanda, quindi da luglio 2014 a luglio 2015. I 68 giorni sono il tempo massimo che ha a disposizione per farela domanda e deve calcolarli a partire dal termine del rapporto di lavoro…

  67. dolphin964 ha detto:

    Salve
    Attualmente sono percettore di Aspi che terminerà a settembre di quest’anno, Alla ricerca di un nuovo posto di lavoro, con la speranza di risolvere al più presto, chiedo: Nel caso in cui mi dovessi ancora trovare in questa situazione di ricerca potrò richiedere un prolungamento del sussidio con Naspi? Se dovessi occuparmi per 30giornate lavorative effettive avròi requisiti per richiedere la naspi utilizzando in aggiunta anche gli stessi requisiti con i quali ho richiesto l’aspi? Spero di essere stato chiaro..:-)
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, la risposta è NO ad entrambe le sue domande, ahimè. Non può prolungare l’ASpI e soprattutto non può utilizzare le settimane di contribuzione usate ai fini ASpI per rientrare nella NASpI, a meno che queste non siano precedenti ai 12 mesi precedenti la domanda di ASpI. Diciamo che in questo nostro articolo è tutto spiegato abbastanza chiaramente 😉
      A presto!

  68. Nicoleta Ursache ha detto:

    Salve..sono stata in maternità da dicembre 2013 ad agosto 2014.poi 3 mesi di allattamento e da dicembre 2014 sto percependo l’aspi fino ad agosto.mi chiedevo se da agosto in poi visto che non vengo più retribuita in nessun modo, potrei mettere domanda per naspi? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Nicoleta, come puoi vedere qui non è possibile presentare domanda di NASpI se non si è terminato un rapporto di lavoro. Non si può passare da ASpI a NASpI. Mi spiace, a presto!

  69. marcol ha detto:

    buonasera,ho finito di lavorare a luglio 2013 ,ho preso la disoccupazione aspi fino a marzo 2014,volevo sapere se lavoro almeno un mese nel 2015 mi spetta la naspi?mi faccia sapere grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, difficile daRE RISPOSTE CERTE SENZA VEDERE L’ESTRATTO CONTRIBUTIVO, COMUNQUE IL LINEA DI MASSIMA posso dirle di sì, potrà fare domanda di NASpI, ma attenzione, non basta un contratto di 30 giorni, ci devono essere 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro, quindi escluse ferie/congedi/riposo/festività.

      1. marcol ha detto:

        l
        e allego le ultime esperienze ,mi faccia sapere grazie
        01/01/2014- 21/03/2014 dis.figurativa aspi sett.12
        21/07/2013- 31/12/2013 dis.figurativa aspi sett.24
        20/03/2013- 13/07/2013 dip . tempo determinato
        16/04/2012- 14/08/2012 dip . tempo determinato (dopo presa disoccupazione mini aspi sett. 9)
        22/08/2011- 21/12/2011 dip . tempo determinato (dopo presa disoccupazione requisiti ridotti sett 13)

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Non vedo le settimane del TD del 2013 né quelle di mini aspi e dsridotta…

          1. marcol ha detto:

            01/01/2014-21/03/2014 ds figurativa aspi sett 12
            21/07/2013-31/12/2013 ds figurativa aspi sett 24
            20/03/2013-13/07/2013 dip. tempo determinato 17sett
            16/04/2012-14/08/2012 dip tempo determinato 17 sett (dopo presa ds mini aspi sett 9)
            22/08/2011-21/12/2011 dip tempo determinato 18 sett (dopo presa ds requisiti ridotti sett 13

            se lavoro almeno 30 giornate nel 2015 mi spetta la naspi?la ringrazio per le risposte,mi faccia sapere

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Sì, se lavora per almeno 30 giorni potrà inoltrare la domanda. a presto!

          3. marcol ha detto:

            grazie delle risposte,per quanto tempo all’incirca dovrebbe spettarmi?attendo grazie

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Come abbiamo già spiegato in altri commenti non siamo in grado di darvi indicazioni sulla durata in quanto il calcolo è abbastanza complicato, e ad oggi neanche l’INPS sa ancora come calcolarla…

  70. Luca Papa ha detto:

    Buongiorno,
    Ho appena terminato gli 8 mesi di disoccupazione, ad agosto ho un’ opportunità di lavoro stagionale a tempo determinato (forse 30 gg) posso rifare domanda di disoccupazione al termine?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Luca, credo di sì ma non posso darle certezza senza ulteriori info sul suo estratto contributivo. Ha verificato i requisiti per la NASpI?

  71. TRUE ha detto:

    Buonasera
    Ho un quesito da porvi. Ho percepito l’aspi dal 02/08/2014 al 02/04/2015. Poi ho avuto un rapporto di lavoro di 1 settimsna ed ho ripresentato domanda a fine aprile. Supponendo che io abbia i requisiti necessari a quanti mesi avrei diritto? Mi hanno detto che bisogna considerare l’anno mobile e quindi non avrei diritto ad 8 mesi ma a meno. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se avrà diritto all’ASpI questa sarà necessariamente di 10 mesi (durata aspi per l’anno 2015), se la durata è inferiore si parla di mini-ASpI, ma non credo che possa rientrare in quest’ultima. Non ha copia dell’estratto contributivo? Possibile che da fine aprile la sua domanda non sia ancora stata lavorata? mi pare un po’ tantino…verifichi col numero verde eventualmente. A presto!

      1. TRUE ha detto:

        Buonasera, grazie per la celere risposta. Oggi sono stata al patronato e mi hanno detto che la domanda è stata accettata però loro continuano a parlarmi di anno mobile, mi hanno detto che i mesi sono 8 ma io ne percepiro’ solo 5 visto che il massimo per l’anno è 240 giorni e siccome 90 giorni mi sono stati pagati con la vecchia aspi (gennaio-febbraio e marzo ) avrò diritto a 150 giorni pari a 5 mesi, dunque fino a settembre. Mi sembra inutile contattare il contact center dell’Inps visto che non sanno nemmeno loro come funziona.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Io ricordavo che l’anno mobile fosse sparito con l’ASpI, e mi auguro per lei che il patronato si sbagli 🙂 Aspettiamo la lettera dell’INPS per vedere cosa c’è scritto…a presto!

          1. TRUE ha detto:

            La lettera non credo mi arrivi perché non mi è arrivata nemmeno per la prima aspi, nessuna comunicazione da parte dell’Inps che mi prospettasse quello che mi spettava e per quanto tempo. Per capire meglio questa cosa dell’anno mobile a chi posso rivolgermi?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Direi alla sua sede INPS di competenza. Se è in possesso del PIN inps può cliccare qui per vedere la sua corrispondenza, anche se non pervenuta fisicamente presso il suo domicilio.

          3. TRUE ha detto:

            Ho controllato ma l’ultima corrispondenza che risulta risale ad un cud del 2013, poi niente piu

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Ottimo :/ Non le resta che chiedere alla sede competente…

          5. TRUE ha detto:

            Aggiornamento
            ho chiamato il numero verde inps e mi hanno risposto che l’anno mobile non c’è più altrimenti non mi avrebbero liquidato. Però sostengono che per l’annp 2015 sono previsti 8 mesi nel 2016 10 mesi

          6. Previdenza Facile ha detto:

            mammamia…clicchi qui, alla voce COSA SPETTA c’è la tabella con l’età anagrafica, l’anno di riferimento e i mesi spettanti: http://www.inps.it/portale/default.aspx?itemdir=8292
            😉

          7. TRUE ha detto:

            Infatti!! L’ho detto alla tizia del contact center ma niente…mah!! Grazie mille ancora per la sua disponibilità e preparazione

  72. Andy80rm ha detto:

    Buongiorno, mi chiamo Andrea e vorrei un’informazione…

    Ho lavorato per circa 15 anni sempre full time….ora l’ultima azienda con cui ho lavorato mi ha licenziato per la crisi a Settembre 2014. Ho percepito 8 mesi di ASPI dal 14/10/14 fino ad ora…Se riesco a farmi fare un contratto di lavoro anche di un mese, posso richiedere la NASPI? Se si, quante settimane mi spettano?

    Grazie in anticipo per le risposte…

    Andfrea.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Andy, non possiamo dirle quanto durerà la sua NASPI (ad oggi neanche l’INPS può, in quanto non hanno ancora il sistema di calcolo disponibile) come non possiamo sapere se è in possesso delle 30 presenze sul lavoro nell’ultimo anno, questa è una verifica che deve fare lei, non siamo onniscienti 🙂 Se ha difficoltà nel calcolarle restiamo a disposizione.

      “Possesso di almeno 30 giornate di lavoro effettive (non è chiaro se comprensive delle giornate di riposo, ma pare che queste non vadano considerate dal momento in cui si fa riferimento a “giornate di effettiva presenza al lavoro a prescindere dalla loro durata oraria”) nei 12 mesi precedenti la data della domanda (inizialmente si faceva riferimento a 18 giornate, variazione avvenuta in corso d’opera che lascerà fuori dal diritto non pochi lavoratori). A tale proposito si specifica che si applica un ampliamento dell’arco temporale all’interno del quale cercare le giornate utili al raggiungimento di questo requisito nell’eventualità in cui nell’arco dei 12 mesi precedenti la domanda si sono verificati uno o più eventi tra i seguenti:
      -malattia e infortunio sul lavoro nel caso non vi sia integrazione della retribuzione da parte del datore di lavoro
      -maternità obbligatoria e congedo parentale fruiti in costanza di rapporto di lavoro e per i quali sia effettivamente stata versata la contribuzione
      -cassa integrazione straordinaria e ordinaria con sospensione dell’attività a zero ore
      -assenze per permessi e congedi straordinari legge 104/92 fruiti dal lavoratore che sia coniuge convivente, genitore, figlio convivente, fratello o sorella convivente di soggetto con handicap in situazione di gravità.
      La misura dell’ampliamento è pari alla durata degli eventi sopracitati all’interno dei 12 mesi precedenti la data della domanda di NASpI”

  73. Ciao sono stato licenziato il 20/11/14 e il mio contratto è iniziato il 1 gennaio 2014 e ho percepito la mini.aspi. A tutt’oggi non ho trovato ancora un impiego fisso, ma la settimana prossima devo fare 10 giorni di lavoro.
    10/09/2013 31/12/2013 sett 17
    01/01/2014 20/11/2014 sett. 45 (mini.aspi )
    Volevo sapere se con questi 10 giorni posso presentare qualche domanda

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Michele, non è chiaro per quante giornate ha lavorato nel 2014 in quanto dall’estratto contributivo che ha incollato risultano solo le giornate di miniaspi. Comunque deve calcolare se negli ultimi 12 mesi può far valere almeno 30 giornate di presenza effettiva sul lavoro

  74. enza ha detto:

    Salve, il mio contratto a tempo determinato è terminato il 30/09/2014 e non mi è stato più rinnovato . Dall’ 08/10/2014 al 09/05/2015 io ho percepito ogni mese l’ indennità ASPI. Come posso fare per prendere gli altri 8 mesi di disoccupazione? Attendo vs notizie . Grazie 1000.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Enza, l’ASpI non esiste più, quindi non è più possibile percepirla. Per accedere alla nuova NASpI dovrà avere almeno un altro rapporto di lavoro. a presto!

  75. Elisa Bazzanella ha detto:

    Salve, dal 5/10/2014 sto ricevendo gli 8 mesi di Aspi +2 mesi di reddito di attivazione (ORA in corso) +2 di indennità di mobilità regionale (sono di Trento).Mi si prospetta la possibilità di un breve lavoro da dipendente nel periodo in cui riceverò l’indennità regionale (quindi agosto). Sommando il periodo del futuro contratto (una decina di gg) a quelli lavorati l’anno scorso dovrei superare di poco le 30 giornate richieste x la Naspi. Come contributi nei 4 anni precedenti non ho problemi, ho sempre lavorato a tempo pieno, tranne ovviamente il periodo di Aspi. Le chiedevo, il fatto che interromperò il periodo di indennità di mobilità regionale potrà creare problemi nella richiesta Naspi?Nel senso, interrompendo questa indennità regionale,devo calcolare coma data di effettiva disoccupazione la data di fine di questo futuro ipotetico contratto?Il mio timore è di non poter rientrare nel calcolo di questi 30 gg se vado oltre una certa data(ho lavorato fino al 27/09/2014).

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elisa, a prescindere dalle 30 giornate, temo che al termine di questo rapporto di lavoro si ripristinerà la mobilità. Fossi in lei proverei comunque a fare domanda di NASpI al termine del rapporto di lavoro. Purtroppo non è chiaro se le spetterà o meno la NASpI ma tanto vale provare a fare la domanda. La cosa migliore sarebbe terminare la mobilità, lavorare un po’, e poi presentare domanda di NASpI, ma ovviamente non so se sarà possibile…

  76. marco mengoni ha detto:

    Salve..ho percepito 8 mesi di Aspi ho 104 settimane di contributi me ne restano 52 posso richiedere la naspi senza aver perso il lavoro? premetto che posso far valere 30 giornate lavorative perchè ho lavorato fino a settembre 2014..Grazie in anticipo…

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve marco, se ho capito bene vorrebbe usufruire della disoccupazione mentre sta lavorando? 🙂 Questo non è proprio possibile…

      1. marco mengoni ha detto:

        no mi sono espresso male ho usufruito della aspi…per fare richiesta della naspi devo necessariamente trovare un altro impiego a breve termine ecc. o non avendo trovato lavoro posso richiederla ugualmente? ovviamente avendone i requisiti..

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ah ok. beh comunque no, uno dei requisiti è quello di presentare la domanda non oltre 68 giorni dal termine del rapporto di lavoro 🙁

  77. Sonia Lopez ha detto:

    salve volevo chiedere informazione per quanto riguarda la NASPI. io ho finito la disoccupazione il 14 aprile 2015 e fino ad adesso non ho ancora trovato lavoro, mi hanno offerto un contratto solo per un mese come domestica, pulizie e volevo sapere se avendo un contratto del genere ho diritto alla disoccupazione visto che ho sempre lavorato in negozio non saprei se avendo un contratto del genere ho diritto alla NASPI oppure conviene farlo come operaia? negli anni scorsi ho percepito altre disoccupazione e volevo sapere se ho le settimane contributive sufficienti per rifare la disoccupazione dopo il mese di lavoro e per quanto tempo potro percepire la NASPI.

    29/07/2011 31/07/2011 Lavoro dipendente sett. 2 2,000
    01/08/2011 30/09/2011 Lav.dipend. part-time sett. 9 5,000
    05/10/2011 31/12/2011 Lav.dipend. part-time sett. 13 10,000
    01/01/2012 30/09/2012 Lav.dipend. part-time sett. 40 26,000
    08/10/2012 13/10/2012 Disoccupazione sett. 1 1,000
    14/10/2012 31/10/2012 Lav.dipend. part-time sett. 1 1,000
    15/10/2012 23/10/2012 Disoccupazione sett. 2 2,000
    25/10/2012 31/12/2012 Disoccupazione sett. 10 10,000
    01/01/2013 06/01/2013 Disoccupazione sett. 1 1,000
    07/01/2013 15/01/2013 Lav.dipend. part-time sett. 2 1,000
    09/01/2013 14/01/2013 Disoccupazione sett. 1 1,000
    16/01/2013 12/06/2013 Disoccupazione sett. 22 22,000
    06/08/2013 31/12/2013 Lavoro dipendente sett. 22 22,000
    01/01/2014 05/08/2014 Lavoro dipendente sett. 32 32,000
    13/08/2014 31/12/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 21 21,000
    01/01/2015 13/04/2015 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 15 15,000

    Il mio stratto conto contributivo è quello sopra se potete darmi una mano a capire grazie mille.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Sonia, sicuramente le spetta la NASpI, anche con contratto da lavoro domestico, è sempre lavoro dipendente, l’importante è che concretizza 30 giornate di effettiva presenza sul lavoro alla data della domanda di NASpI. Purtroppo, come abbiamo già comunicato ad altri utenti, non ci è più possibile fare i calcoli per la NASpI in quanto sono molto complicati quindi rischieremmo senz’altro di sbagliare, e non vorremmo darvi informazioni errate. Se vuole può provare a contattare il numero verde INPS 803164.
      Un saluto, a presto!

  78. AleSandrino Atz ha detto:

    Buongiorno la mia situazione contributiva degli ultimi 4 anni è la seguente:
    2012: 9 settimane
    2013: 13 settimane e richiesta miniaspi
    2014: 15 settimane e richiesta miniaspi
    2015: 10 settimane con rapporto di lavoro terminato a maggio

    Posso usufruire della naspi contando quelle 9 settimane del 2012???
    Saluti,Alessandro

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessandro, così purtroppo non si capisce niente del suo estratto contributivo 🙂 Dovrebbe fare un copia/incolla con i periodi di riferimento (anni-mesi-giorni). Comunque se quelle 9 settimane del 2012 non le hanno dato diritto alla miniaspi 2013 può utilizzarle per la NASpI. A presto!

  79. demonmax ha detto:

    Buongiorno,
    vorrei sapere se mi spetta la NASPI con la mia ultima situazione contributiva che è la seguente:

    11/12/2013 – 14/12/2013 Lavoro dipendente sett. 1 – 1,000
    03/04/2014 – 29/11/2014 Lavoro dipendente sett. 30 – 30,00
    14/04/2014 – 30/04/2014 Lavoro dip/part-time sett. 3 – 1,000
    01/05/2014 – 31/05/2014 Lavoro dip/part-time sett. 5 – 2,000
    07/12/2014 – 31/12/2015 Ctr.Figur. mini-ASpI sett. 4 – 4,000
    01/01/2015 – 26/03/2015 Ctr.Figur. mini-ASpI sett. 13 – 13,000
    13/04/2015 – 15/05/2015 Lavoro dipendente sett. 5 – 5,000 ( ancora da inserire nell’estratto contributivo)

    La simulazione indica che le settimane utili per la disoccupazione sono 36 (1+30+5)
    Se mi spetta la Naspi quanti mesi potrei percepire visto che ho percepito la mini aspi fino al 26 Marzo 2015?

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Tempo che per la NASpI le spettino solo 2,5 settimane, quelle che hanno dato diritto alla mini-aspi non dovranno essere considerate. prima del 2013 non ha mai lavorato?

      1. demonmax ha detto:

        Si ho lavorato ma ci sono sempre stati periodi di disoccupazione.Nel 2012 ho percepito l’aspi infatti la simulazione dell’inps prima del 11/12/2013 non mi da nessuno contributo utile per la Naspi,ma solo quelli che ho scritto nel post precedente.
        Può darsi che essendo stato assunto a cavallo tra i due mesi nell’ultimo periodo abbia diritto sia alla mini aspi,come alla naspi?Altrimenti non mi spiego come mai abbiano tenuto conto di 36 contributi (più altri 5 che devono essere inseriti) utili al fine della nuova disoccupazione.

        1. demonmax ha detto:

          Sorry l’aspi l’ho percepita dal 30/03/2013 al 28/11/2013 Contr. figurativa per ASpI

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Ancora la devo capire questa simulazione…da quel che si evince dalla circolare le settimane prima della Mini-ASpI non devono essere considerate, quindi non capisco come mai vengano inserite nella simulazione. Sicuramente le spetta la NASpI ma sinceramente non le so dire per quanto tempo, rischierei di sbagliare, quindi aspettiamo il riscontro dell’INPS. Ci faccia sapere, almeno capiamo qualcosa in più. A presto!

      2. giovanni ha detto:

        Salve..ho percepito 8 mesi di Aspi nel 2014 e attualmente sono ancora disoccupato.
        Volevo sapere se mi aspetta ancora qualcosa. GRAZIE!!!
        Estratto Conto
        Previdenziale:

        01/01/2011 31/03/2011 Lavoro dipendente sett. 14 14,000
        01/04/2011 30/04/2011 Lavoro dipendente sett. 5 5,000
        04/02/2012 30/04/2012 Lav.dipend. part-time sett. 14 8,000
        01/05/2012 14/06/2012 Lavoro dipendente sett. 7 7,000
        15/06/2012 31/08/2012 Lavoro dipendente sett. 12 12,000
        01/09/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 19 19,000
        01/01/2013 30/04/2013 Lavoro dipendente sett. 18 18,000
        07/05/2013 30/09/2013 Lavoro dipendente sett. 21 21,000
        01/10/2013 06/12/2013 Lav.dipend. part-time sett. 10 4,000
        11/01/2014 11/09/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 35 35,000

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Giovanni, se non ha avuto un nuovo rapporto di lavoro non può più accedere ad alcun sostegno al reddito. Per rientrare nella NASpI deve soddisfare tutti i requisiti che trova qui http://www.previdenzafacile.com/previdenza/sostegno-reddito/naspi-tutto-su-requisiti-durata-e-calcolo-facile/#REQUISITI
          A presto!

  80. Gina Padova ha detto:

    Buongiorno,mio marito ha fatto l’inscrizione al centro per l’impiego e poi abbiamo portato le carte ad un sindacato UGL per fate la richiesta della dissoccupazione.Io la signora che si occupa di queste cose la conoscevo,mi aveva fatto la la richiesta per maternita e la dissoccupazione anche a me ma colpa mia mi sono fidata di lei anzi non avevo mai pensato che potrebbe succedere questo fatto ,mi ha presso le carte e mi ha detto che andra al INPS e fara la domanda.Tutto questo e successo 2 anni fa,dopo un mese la chiedo se ha qualche risposta al riguardo se no che faccia il solecito mi ha sempre detto di si ha fatto tutto e che ricevera i soldi nell conto corente.Dopo un paio di messi noi siamo tornati al estero per mancato lavoro e ho cominciato a chiamare direttamente al INPS al numero che ho trovato sul internet e la risposta e stata:non c’é nessuna richiesta di dissoccupazione a nome suo ed in piu devo avere il numero di protocollo che non l’ho mai visto e che l’ho chiesto infinite volte e sempre mi ha detto che me la manda su mail o di mandare la mia suocera che e la e la faceva venire per settimane di fila ma nessun risultato.Quando chiamo al patronato conosce il numero di tel e non mi rispode sempre per settimane ho chiude il telefono e trova sempre mille scuse .Dopo settimade che la mia suocera e andata a chiedere questi maledetti numeri di protocollo(che sono anche i miei della mobilta che e stata acetatta e della maternita che non c’e la richiesta visibile al INPS)la signora mi ha fatto un versamento di 350euro sull conto corente con causale dissoccupazione ma il versamento e fatto da lei non dal INPS proprio strano.Ieri li ho mandato una raccomandata al sindacato per chiedere chiarimenti su tutto e aspettiamo di vedere cosa succedera speriamo che ci risponda.La mia domanda e che possiamo fare ancora se questa signora’non ha fatto le richieste e dove possiamo reccarci.Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gina, vista la situazione dovrebbe sentire un legale, è una situazione molto complicata, e mi pare assurdo che l’impiegata del patronato le abbia fatto un bonifico a suo nome con causale DISOCCUPAZIONE!! Non è affatto regolare come procedura!! Se non altro ha una prova tangibile dell’accaduto. Questi purtroppo sono i rischi che si corrono da quando l’INPS ha demandato tutto a patronati e sindacati….veramente scandaloso…

  81. max39 ha detto:

    salve
    questa è la mia situazione contributiva come da estratto Inps
    01/05/2001 31/12/2001 Lavoro dipendente sett. 33
    01/01/2002 31/12/2002 Lavoro dipendente sett. 48
    01/01/2003 31/12/2003 Lavoro dipendente sett. 50
    01/01/2004 31/12/2004 Lavoro dipendente sett. 50
    01/01/2005 31/12/2005 Lavoro dipendente sett. 48
    01/01/2006 31/12/2006 Lavoro dipendente sett. 47
    01/01/2007 31/12/2007 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2008 31/12/2008 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2009 31/12/2009 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2010 31/12/2010 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2011 31/12/2011 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2013 31/01/2013 Lavoro dipendente sett. 5
    08/02/2013 09/10/2013 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 35
    04/03/2014 31/12/2014 Lavoro dipendente sett. 40
    01/01/2015 31/05/2015 mini Aspi
    a che cosa ho dirito grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Max, ha diritto alla NASPI se riuscirà ad ottenere un nuovo rapporto di lavoro. Dopo la Mini-ASpI se non lavora non le spetta nulla!

  82. Gino Barretta ha detto:

    Salve. Ho lavorato sempre lavorato part-time e a tempo determinato.
    Il mio estratto conto degl’ultimi 4 anni è il seguente:
    Dal 14/09/2012 al 31/12/12 Lavoro Dip. sett. utili al calcolo 17
    Dal 01/01/2013 al 30/06/13 Lavoro Dip. sett. ” ” ” 26
    Dal 10/07/2013 al 13/11/13 Mini-ASPI. sett. ” ” ” 19
    Dal 14/11/2013 al 31/12/13 Lavoro Dip. sett. ” ” ” 05
    Dal 01/01/2014 al 31/12/14 Lavoro Dip. sett. ” ” ” 17
    Dal 12/07/2017 al 16/09/14 Aspi. sett. ” ” ” 10
    Dal 01/01/2015 al 31/03/15 Lavoro Dip. sett. ” ” ” 04
    Dal 31/03/2015 a tuttora Lavoro Dip. sett. ” ” ” 02 / 03 (presumibilmente)

    Il mio contratto mi scade il 30 giugno 2015.
    Considerando che:
    1) nel 2011 non ho proprio lavorato
    2) nel 2013 ho percepito la Mini-Apsi
    3) e nel 2014 ho percepito la Aspi….

    “mi conviene” , a scadenza contratto, chiedere di nuovo la ASPI come già fatto per il 2014, o chiedere la Naspi? Quante settimane perderei con la Naspi? L’importo mensile che percepirei con la Naspi dunque sarebbe inferiore, maggiore o uguale con questi dati?

    Grazie per l’attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gino, non potrà più presentare domanda di ASpI, dal 1° maggio 2015 è in vigore SOLO LA NASPI, non ci sono alternative. Prendere o lasciare :/

  83. genzo78 ha detto:

    scusate ma si sta facendo un pò di confusione, allora in questo articolo parlate di doppia aspi,nel frattempo si cita la NASPI e dite che la può percepire solo chi viene licenziato dopo il 1 Maggio.
    allora esempio pratico, io ho lavorato fino a Settembre 2014 con contratto a tempo indeterminato, adesso mi sono scaduti gli 8 mesi di disoccupazione,adesso posso fare domanda per la DOPPIA ASPI o per la NASPI?
    attendo info grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve genzo, mi spiace che lei sia un po’ confuso ma questo articolo è stato scritto quasi un anno fa, quando la NASpI non esisteva. Proprio per evitare confusione e disguidi abbiamo aggiunto un’informativa sulla NASpI. Mi pare evidente che non ha letto l’articolo sulla NASpI 🙂 Non è più possibile fare domanda di seconda ASpI in quanto adesso è in vigore la NASpI, prestazione di cui può usufruire solo se lavorerà di nuovo, non esiste passaggio automatico da ASpI a NASpI. a presto!

  84. Previdenza Facile ha detto:

    Come promesso abbiamo steso un articolo approfondito in merito al calcolo della misura e della durata della NASpI, e lo trovate cliccando su questo link .
    Poiché, a differenza dell’ASpI, i calcoli per la NASpI sono particolarmente intricati, vi preghiamo di provare ad effettuare da voi il calcolo della vostra disoccupazione.

    Restiamo comunque a disposizione per qualunque tipo di chiarimento o conferma, ma difficilmente riusciremo a tenere il ritmo di risposta che abbiamo sempre garantito con le informazioni richieste per la NASpI in quanto, ricordiamo, effettuiamo questo lavoro in modo del tutto volontaristico.
    Potete continuare a porre i vostri quesiti tramite il form dei commenti in modo che le esperienze possano essere pubbliche e magari essere d’aiuto per altre persone.
    Grazie a tutti per il sostegno

  85. Giuseppe Nola ha detto:

    salve appena scoperto questo interessantissimo sito.
    chiedo:
    dipendente enel da 1989 .
    licenziato il 18/07/2011 ; percepito aspi per otto mesi sino a 24/04/2012
    reintegrato il 01/03/2013 rilicenziato (appello perso) il 01/01/2015 settimane lavorate 101.
    ad oggi percepisco aspi dal 15/02/2015 per 12 mesi.
    chiedevo dopo i 12 mesi di aspi posso chiedere la naspi?
    e per quante settimane mi spetterebbe,. o in alternativa quale mossa deve attuare per ottenerla?
    saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe,
      attualmente stiamo stendendo un articolo esplicativo per il calcolo della NASpI per i lavoratori che hanno già percepito l’ASpI. E’ un po’ complicato quindi ci stiamo impiegando un po’. Non appena sarà terminato manderemo una mail a tutti i nostri sottoscrittori. In questo nostro articolo puoi trovare le informazioni generiche sulla NASpI. I requisiti sono i seguenti:
      Potranno accedere al sussidio NASpI tutte le persone che abbiamo perso involontariamente il posto di lavoro, o che siano stati licenziati per giusta causa, e che possano far valere i seguenti requisiti:

      ×Siano stati licenziati dopo il 1° maggio 2015
      Abbiano dato la disponibilità al lavoro al centro per l’impiego e che risultino effettivamente disoccupati
      Possano far valere almeno 13 settimane lavorative nei 4 anni precedenti la data di inoltro della domanda
      Possano far valere 30 giornate di lavoro effettive nei 12 mesi precedenti la data di inoltro della domanda

      A presto!
      la Redazione di Previdenza Facile

  86. Ionut B ha detto:

    Salve ho una domanda gentilmente! Ho lavorato da aprile 2011 a tempo pieno e indeterminato fino a Settembre 2014 come dipendente: A Settembre 2014 mi hanno licenziato che non ce piu lavoro!E ho percepito DisoccupazioneAspi fino adeso che scadra a Luglio,in tanto ho lavorato dall 16/02/2015 fino all 31/03/2015 a tempo pieno come dipendente:Adesso spero di trovare lavoro,perche ho anche la famiglia da mantenere,In tanto volevo sapere se posso fare la domanda per la Naspi,oppure ,,,Grazie mille in anticipo!!!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ionut, per presentare domanda di Naspi dovrà avere necessariamente un altro rapporto di lavoro, anche breve.

    2. genzo78 ha detto:

      buona sera, se non trovassi nessuno che mi ingaggia, posso ad esempio farmi ingaggiare da un parente come consulente o assistente oppure giardiniere o qualcosa di simile?
      attendo sua risposta grazie mille.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Genzo, certo che può farsi assumere da un parente, ma dipende ai fini di cosa. Deve farsi assumere per percepire la disoccupazione? Non è ben chiaro…

        1. genzo78 ha detto:

          si certo per percepire altri 8 mesi di disoccupazione, gli 8 mesi mi sono scaduti oggi 22/05, il mio precedente rapporto di lavoro si è chiuso il 13/09/2014 dopo 12 anni di lavoro full-time.
          adesso se non dovessi trovare nessuno che mi assume, dato che la ricerca di un lavoro è difficile, chiedevo se posso farmi assumere da un parente (tipo padre, suocero ecc..) per poter avere un altro contratto di lavoro in modo da poter fare la domanda per gli ulteriori 8 mesi di disoccupazione.
          cosa mi consiglierebbe lei potrei farmi assumere come giardiniere,badante, o cosa?
          ps in famiglia non abbiamo nessuna attività, ma solo qualche terreno agricolo.
          attendo una sua info grazie.

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Non esiste una “forma lavorativa” tra privati, se non con i voucher, che però non danno diritto alla disoccupazione…non credo ci siano alternative:(

  87. Oscar ha detto:

    Salve,
    questa è la mia situazione contributiva come da estratto Inps:
    01/03/2012 31/12/2012 Lav.dipend. part-time sett. 45;
    01/01/2013 31/12/2013 Lav.dipend. part-time sett. 52;
    08/01/2014 08/09/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 35;
    10/10/2014 27/10/2014 Lavoro dipendente sett. 4.
    Dal 04/11/2014 percepisco una seconda ASpI che terminerà il 04/07/2015.
    Qualora dovessi avere un contratto a tempo determinato per esempio dal 10 al 31 luglio 2015, avrei la possibilità di ricorrere alla NASpI?
    Premetto che il part-time di cui sopra è a valori abbastanza alti poichè collocato al II livello del CNNL Commercio.
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Per il calcolo delle settimane part-time deve verificare le settimane presenti nella colonna AL CALCOLO. Se sono sempre 45 meglio, potrà comunque usufruire della NASpI.

      1. Oscar ha detto:

        Grazie,
        chiedevo se possibile un’ ultima cosa:
        a quante settimane di NASpI avrei diritto?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sarebbero circa 23 settimane di Naspi 🙂

  88. Buongiorno, sto usufruendo della dissocupazione ASPI dal 11 novembre 2014.
    Dovrebbe finire a giugno giusto ?

    Avendo questo come estratto inps

    01/01/2008 29/07/2008 Lavoro dipendente sett. 31
    26/08/2008 19/12/2008 Lavoro dipendente sett. 17
    09/01/2009 31/12/2009 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2010 31/12/2010 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2011 31/12/2011 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2013 31/12/2013 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2014 06/11/2014 Lavoro dipendente sett. 45

    per accedere a qualcos’altro come dovrei muovermi ?

    Grazie per la risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe, ha molte settimane contributive, di conseguenza fossi in lei proverei a cercare qualcuno che possa assumerla per almeno 30 giorni, al termine potrà inoltrare domanda di NASpI. A presto!

      1. La ringrazio per la celere risposta e per il servizio che offre .
        Buona giornata

  89. Marta Crosta ha detto:

    Buongiorno,

    Ho un dubbio che mi attanaglia, e ho bisogno della Vs competenza, sono percettore di Aspi da settembre 2014 in quanto ho perso lavoro dopo 7 anni di contratto tempo indeterminato, ora fortunatamente inizierò a lavorare presso una nuova azienda ma con contratto determinato per ora di 4 mesi, in caso non mi venisse prorogato avrò diritto alla NASPI? chiaramente io spero di continuare a lavorare 🙂 grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marta, certo che potrà accedere alla NASpI. Le settimane contributive che dovrà considerare saranno quelle degli ultimi 4 anni di lavoro contando a ritrovo dalla data in cui presenterà la domanda, sottraendo però le 52 settimane di lavoro che hanno dato diritto all’ASpI 🙂

  90. buonasera, sono giuseppe e mi permetto di approfittare ancora una volta della vostra cortesia per rifarle una domanda che gia’ vi ho fatto tempo fa…riguardo la naspi.
    01/01/2011 07/02/2011 Lavoro dipendente sett. 7
    25/02/2011 23/12/2011 Lavoro dipendente sett. 40
    09/01/2012 22/12/2012 Lavoro dipendente sett. 45
    02/01/2013 24/12/2013 Lavoro dipendente sett. 51
    23/06/2014 24/06/2014 Lavoro dipendente sett. 1

    visto l’uscita della circolare oggi ho telefonato all’inps numero verde, spiegando la mia situazione mi hanno detto che non diritto all’aspi. allora vi chiedo: se riesco a farmi fare un contratto di lavoro ( di quanti giorni lavorativi esattamente?) e di quante ore al giorno? avrei bisogno per rientrare nel diritto di percepire la naspi tenenndo conto della mia contribuzione contributiva sopra descritta? cordiali saluti e grazie di tutto.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve di nuovo, nel frattempo le giornate lavorative nell’ultimo anno sono diventate 30 (non più 18) quindi dovrà avere un nuovo contratto di almeno 30 giorni full time (meglio se di 8 ore, se la retribuzione è alta dovrebbero bastarne anche 6 ma con 8 andiamo sul sicuro), solo così potrà accedere alla NASpI. A presto!

  91. Enrico ha detto:

    Buongiorno,sono percettore di Aspi fino a Maggio 2015(da Settembre 2014 a Maggio 2015).Ora che finisco la disoccupazione,ho possibilita’ di percepire la Naspi?Ho sempre lavorato nel settore commercio.Premetto che dovrei iniziare un nuovo lavoro da inizio Giugno a meta’ Luglio.
    Descrivo la mia situazione contributiva

    Periodo dal al Tipo di contribuzione Contributi utili pensione

    01/01/2011 31/08/2011 Lavoro dipendente sett. 36 36,000
    01/09/2011 31/12/2011 Lavoro dipendente sett. 18 18,000
    01/01/2012 31/07/2012 Lavoro dipendente sett. 31 31,000
    01/08/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 23 23,000
    01/01/2013 31/12/2013 Lavoro dipendente sett. 52 52,000
    01/01/2014 16/08/2014 Lavoro dipendente sett. 33 33,000
    17/08/2014 15/09/2014 Ind. sost. preavviso sett. 4 4,000
    Grazie,saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Enrico,
      se negli ultimi 4 anni ha percepito solo questa ASpI di cui sta usufruendo dovrebbe avere ancora 84 settimane da utilizzare per la NASpI, quindi diviso 2 sarebbero 41 settimane di disoccupazione 😉

  92. asiolina@ ha detto:

    Buonasera. Vi scrivo per avere informazioni precise riguardo la mia esperienza lavorativa. Ho lavorato per tre anni(2010-2013) con contratto part-time tempo indeterminato;a settembre 2013 ho usufruito di un anno di mobilità,terminato a settembre 2014. Non ho mai fatto domanda di disoccupazione,ho lavorato tre giorni nel mese di novembre 2014 ed ora lavoro come part-time 30 ore con un contratto lavorativo di 5 mesi,iniziato a marzo e che terminerà ad agosto. Volevo sapere se, una volta finito il contratto,potrò richiedere la domanda di disoccupazione nonostante non abbia lavorato per 4 mesi dalla fine della mobilità all’inizio del lavoro attuale. Ringrazio anticipatamente per la vostra attenzione e risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se ha la possibilità incolli qui le sue settimane di lavoro dall’estratto contributivo, fare i calcoli così è davvero impossibile:) A presto!

      1. asiolina@ ha detto:

        Buongiorno,grazie per la risposta.Vi incollo le mie settimane contributive:
        21/09/2010 30/11/2010 Lavoro dipendente sett. 10 2,000
        01/01/2011 20/09/2011 Lavoro dipendente sett. 29 14,000
        24/09/2011 31/12/2011 Lav.dipend. part-time sett. 15 8,000
        01/01/2012 31/12/2012 Lav.dipend. part-time sett. 52 26,000
        01/01/2013 30/09/2013 Lav.dipend. part-time sett. 40 20,000
        08/10/2013 31/12/2013 Mobilita’/trattam.simil. sett. 13 13,000
        01/01/2014 08/10/2014 Mobilita’/trattam.simil. sett. 41 41,000
        20/11/2014 22/11/2014 Lavoro dipendente sett. 1 1,000
        26/02/2015 31/03/2015 Lav.dipend. part-time sett. 6 4,000

        Vi ringrazio anticipatamente

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ok, al termine del suo rapporto di lavoro potrà fare domanda di NASpI, non ci sono problemi per i buchi contributivi 😉

          1. Paola Falabretti ha detto:

            Grazie mille per la cortesia e disponibilità. Siete veramente TOP!!

  93. Giuseppe Mianulli ha detto:

    Buon pomeriggio,

    ho letto questo articolo, molto ben scritto, e vorrei approfittare per chiedere un chiarimento.

    Mia suocera ha 62 anni ed ha sempre lavorato come collaboratrice domestica fino al marzo 2014 quando la persona che assisteva è deceduta; come conseguenza si è trovata nello stato di disoccupazione involontaria. Ha ricevuto tutte le spettanze di legge ma, complice la legge Fornero, non aveva i requisiti di età per andare in pensione così si è rivolta all’Inps che ha provveduto a farle avere l’Aspi.

    Ieri si è recata presso l’Inps e, in modo alquanto sgarbato, le è stato risposto che l’ultimo mese di Aspi le verrà corrisposto a Luglio 2015 e che non potrà andare in pensione prima dei 64 anni, ovvero nel Gennaio 2017. Alle sue rimostranze l’impiegato Inps si è limitato a dire che il collega si era sbagliato e che poteva trovarsi un lavoro.

    Tralasciando quest’ultima parte, vorrei sapere se quanto riferitole all’Inps corrisponda al vero e, eventualmente, se potesse accedere ad una delle forme di sussidio per coprire il periodo che manda per presentare la domanda di pensione.

    Grazie in anticipo.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe, se ha la possibilità incolli qui le settimane lavorative degli ultimi 4 anni di lavoro di sua suocera così vediamo di fare un calcolo approfondito. Se lei riuscirà ad avere un nuovo contratto di lavoro di almeno 30 giorni potrebbe rientrare nella NASpI, e successivamente nella NASDI.

      1. Giuseppe Mianulli ha detto:

        Buongiorno,

        per quanto riguarda gli ultimi 4 anni questa dovrebbe essere la situazione:

        2014: 8 settimane
        2013: 52 settimane
        2012: 52 settimane
        2011: 52 settimane
        2010: 52 settimane

        Uso il condizionale perché in questo momento non ho in mano l’estratto conto INPS, tuttavia i dati degli ultimi 4 anni dovrebbero essere questi. Con il suo ex datore di lavoro ha lavorato continuativamente dal 1984 e dovrebbe avere altri contributi versati precedentemente a questa occupazione; ad ogni modo potrò essere più preciso una volta ottenuto l’estratto conto INPS.

        Per quanto riguarda la possibilità di ottenere un nuovo contratto di lavoro, al di là del fattore anagrafico, allo stato attuale ha delle piccole problematiche di salute da risolvere.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Consecutivamente all’ASpI non può percepire nessun altra indennità. Se avrà un nuovo contratto di lavoro di almeno 30 giorni la signora potrà richiedere la NASpI per altre 40 settimane circa.

          1. Giuseppe Mianulli ha detto:

            Grazie per la Vostra risposta.

  94. Massimo ha detto:

    Salve..vorrei delucidazioni in merito alla naspi,praticamente vorrei sapere se ho tutti i requisiti.
    Premetto che dal 18 al 29 maggio 2015 verro assunto da un agenzia interinale,
    quindi dovrei avere i 30 giorni in un anno,anzi anche di più anche se non ho capito bene
    questo calcolo perché sento dire 18 giorni 13 settimane e 30 giorni..ma quali delle tre?

    Estratto Conto inps ultimi 4 anni

    01/01/2011 al 31/12/2011 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2011 al 31/12/2011 Malattia/infort.(ad int) sett. 0
    01/01/2012 al 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2012 al 31/12/2012 Malattia/infort.(ad int) sett. 0
    01/01/2013 al 22/05/2013 Lavoro dipendente sett. 21
    01/01/2013 al 22/05/2013 Malattia/infort.(ad int) sett. 0
    29/07/2013 al 13/09/2013 Lavoro dipendente sett. 7
    21/09/2013 al 31/12/2013 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 15
    01/01/2014 al 22/05/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 21
    20/06/2014 al 31/07/2014 Lavoro dipendente sett. 7
    08/08/2014 al 31/12/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 21
    01/01/2015 al 08/04/2015 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 14

    Secondo i miei calcoli,calcolando anche le due settimane che ora farò
    sarebbero 60 settimane pulite diviso 2 quindi 30 settimane erogabili
    Mi corregga se sbaglio.La ringrazio Anticipatamente per la sua Attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Massimo, dovrebbe essere corretto il suo calcolo, settimana più settimana meno 🙂

      1. Massimo ha detto:

        le chiedo un ultima cosa..dopo aver fatto questi 15 giorni e poi fatto domanda naspi,se succede che l’agenzia interinale mi faccia un altro contratto di 15 oppure un mese,in questo caso che succede?si interrompe e riprende in automatico senza alcun azione da parte mia,oppure mi tocca rifare la domanda naspi? ed eventualmente riprendesse da sola, la durata massima per non perdere l’aspi dovendo rifare la domanda di quanti mesi è?e quanti contratti posso avere a spezzoni? grazie mille

        1. Previdenza Facile ha detto:

          La Naspi si riattiva in automatico se il rapporto di lavoro non è superiore a sei mesi, e non c’è un limite nel numero di contratti

          1. Massimo ha detto:

            La ringrazio tantissimo per la disponibilità..se mi toglie qualche altro dubbio le sarei molto grato.più contratti fanno la somma dei 6mesi oppure si riferisce ad un singolo contratto?ma poi quando la naspi riprende in automatico,cambia solo la data di fine posticipata oppure rifanno il calcolo dei nuovi contratti avuti ricalcolando anche la mensilità?..un ultima cosa,se qualcuno mi assume con i voucher che succede..grazie ancora..

          2. Previdenza Facile ha detto:

            I voucher sono compatibili con la NASpI fino a 4800 euro/annui quindi può lavorare coi voucher e continuare a percepirla.
            I 6 mesi fanno riferimento ad ogni singolo contratto quindi non vengono assolutamente sommati. Quando la NASpI si riprende si posticipa solo la fine della prestazione e non viene ricalcolata in base all’ultimo rapporto di lavoro.

  95. ata.moro ha detto:

    Buongiorno , sono disperato , io ho lavorato ininterrottamente dal 1/1/2009 al 16/06/2014 ho preso gli 8 mesi di disoccupazione piena fino ad aprile/2015 , se riuscissi a farmi assumere anche per 2 settimane adesso a maggio,riesco a rientrare in altri 8 mesi di disoccupazione??

    saluto e ringrazio

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, dal 1° maggio 2015 è entrata in vigore la NASPI, dunque non è più possibile presentare domanda di ASpI. Per accedervi dovrà avere almeno 30 giornate lavorative nei 12 mesi precedenti la domanda.

      1. davide ha detto:

        salve io sono disoccupato e lo sono ancora tutt’ora ho lavorato nell’ultima azienda dal 1 ottobre 2010 al 30 luglio 2014 mi son dovuto licenziare perché non percepivo piu lo stipendio da mesi…… ho fatto la richiesta della disoccupazione e mi e stata accettata….. questo mese mi finisce pero la mia domanda e questa? io durante il periodo della disoccupazione il mese di dicembre 2014 ho lavorato e lo lavorato tutto. la disoccupazione mi e stata sospesa per quel periodo e poi e ripartita quindi e in scadenza ma non ho ancora trovato lavoro…. cosa posso fare?ci sono possibilita che posso aver ancora diritto a qualche cosa? grazie mille

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Davide, per fornirle una risposta corretta dovrebbe darci informazioni relative al suo estratto contributivo degli ultimi 4 anni. Di certo per poter inoltrare una nuova domanda di sostegno al reddito dovrà necessariamente avere un nuovo rapporto di lavoro.

  96. Teresa Gallotta ha detto:

    Buongiorno la ringrazio in anticipo per la risposta allora mio marito ha lavorato dal 205\2008 al 306\2014 abbiamo fatto domanda per laspi e l’abbiamo percepita per 8mesi l’ultimo pagamento e stato ad aprile per gli ultimi 8giorni,le chiedo visto che non trova lavoro può fare domanda della naspi oppure asdi grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Teresa, affinché suo marito possa percepire la NASpI dovrà necessariamente avere un nuovo rapporto di lavoro, e verificare che negli ultimi 12 mesi precedenti la data della domanda possa far valere almeno 30 giornate di lavoro effettivo.
      Per la NASDI non abbiamo ancora info dettagliate, aspettiamo la circolare INPS.
      A presto!

  97. Buongiorno, vorrei una informazione.
    Ho lavorato ininterrottamente e full time da agosto 2011 a luglio 2014. Ho percepito aspi per 8 mesi, ultima mensilità percepita ad aprile 2015 (pagavano marzo 2015).
    Ora ho la possibilità di lavorare in sostituzione di una persona per 1 mese circa, o qualcosa in piu, posso fare domanda di naspi? Se si, cosa mi verrà riconosciuto in termini di mensilità?

    grazie mille

    NIcoletta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Nicoletta, potrà fare domanda di NASpI al termine di questo nuovo rapporto di lavoro. Le settimane di NASpI che le spettano sono pari alla metà di quelle effettivamente lavorate negli ultimi 4 anni. Dal calcolo deve però sottrarre le settimane (52) che hanno dato diritto alla sua ASpI.

  98. esteban ezequiel ha detto:

    Buongiorno! ringrazio in anticipo la vostra immensa gentilezza per capire la mia situazione. Ho lavorato continuamente dal 1/09/2011 fino al 1/12/2014 = 3 ANNI E 3 MESI. Dopo essere stato licenziato ho fatto domanda ASPI a DICEMBRE/2014 e la sto percependo regolarmente (ho preso 5 mensilità e se non sbaglio dovrebbero mancare altre 3, con una riduzione nei mesi 7 e 8), finendo a LUGLIO, cioè ad Agosto mi troverei senza niente se non trovo lavoro.

    Vorrei capire come funziona la mia situazione con questa nuova regolamentazione, se c’è un passaggio automatico da ASPI a NASPI dal 1/Maggio/2015 o se devo continuare prendendo la ASPI fino al 8vo mese e dopo fare richiesta di una eventuale NASPI, magari trovando anche un lavoro stagionale se cèe bisogno di un nuovo stato di dissocupazione… vorrei approfittare i miei più di 3 anni di lavoro x avere diritto a questa NASPI, visto che con la ASPI sto prendendo soltanto 8 mesi e con la NASPI sarei riucito a prendere circa 19 mesi se non ho capito male.

    Spero di essere stato chiaro e avere un vostro consiglio sulla strada da seguire. Grazie mille e complimenti x il sito e l’aiuto che ci date! Grazie!!!!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Esteban, potrà accedere alla NASpI solo se, al termine dell’ASpI, riuscirà ad avere un nuovo contratto di lavoro, questi sono i requisiti:
      -stato di disoccupazione ai sensi dell’articolo 1, comma 2, lettera c) del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181 e successive modificazioni;
      -far valere, nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione, almeno tredici settimane di contribuzione contro la disoccupazione;
      -far valere trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.

      1. esteban ezequiel ha detto:

        Ok, vi ringrazio ancora e in base alla risposta vi faccio altra domanda:

        – al momento di vedere la settimane di contribuzione nei quatro anni precedenti, sono valite tutte le settimane in cui ho lavorato, togliendo ovviamente il periodo in cui ho percepito la ASPI, o il fatto di aver preso la ASPI durante 8 mesi mi toglierebbe altre settimane di contribuzione in questi 4 anni??

        -la percentuale della NASPI prende come riferimento una media del mio stipendio durante questi 4 anni o é in base al mio stipendio al momento di perdere il lavoro? (faccio questa domanda x capire se basta trovare un lavoro anche se stagionale e non pagato bene, o devo trovare un lavoro ben pagato cosi in caso di non averlo piu la NASPI sará piu alta?

        GRAZIEEE ANCORA!! Siete di molto aiuto!!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Verranno calcolate solo le settimane LAVORATIVE (e non quelle di percepimento dell’ASPI, questo valeva anche prima). La “novità” (assai poco gradita) della NASPI è che non possono essere considerate le 52 settimane lavorate che hanno dato diritto all’ASPI. Se, ad esempio lei avesse, negli ultimi 4 anni, 102 settimane lavorative , le settimane valide per la NASpI sarebbero solo 52, perché le altre 52 le ha utilizzate per percepire l’ASpI.

          La percentuale invece viene calcolata su una media degli stipendi degli ultimi 4 anni, quindi l’importo lo stipendio del contratto precedente la domanda di NASpI è abbastanza relativo, ma se è bassissimo andrà ad incidere necessariamente sul risultato finale. Dipende poi dalla durata del contratto: se sarà di soli 30 giorni inciderà pochissimo, se parliamo di 6/12 mesi l’incidenza andrà ad aumentare.

  99. buongiorno, vi avevo scritto poco piu’ di un mese fa per avere delle informazioni riguardo la naspi, mi avevate risposto che probabilmente ne avevo diritto ma che ancora non era uscita la circolare dall’inps per sapere realmente a chi spetta. visto la vostra cortesia e rapidita’ nel rispondere a noi poveri mortali, le rifaccio oggi di nuovo la domanda per sapere se ho diritto alla naspi e se a partire dal 1 maggio posso inoltrare la domanda online. preciso che sono disoccupato da gennaio 2014 a tutt’oggi, allego il mio estratto contributivo. cordiali saluti e grazie per il sevizio che ci donate. giuseppe

    01/01/2011 07/02/2011 Lavoro dipendente sett. 7
    25/02/2011 23/12/2011 Lavoro dipendente sett. 40
    09/01/2012 22/12/2012 Lavoro dipendente sett. 45
    02/01/2013 24/12/2013 Lavoro dipendente sett. 51
    23/06/2014 24/06/2014 Lavoro dipendente sett. 1

  100. Marco Palla ha detto:

    Buongiorno, approfitto anch’io della vostra immensa gentilezza per capire se posso fare domanda per la Naspi.
    Ho percepito Aspi per 8 mesi dal 15 agosto 2014 al 15 aprile 2015 (il bonifico dell’ultimo mese deve ancora arrivarmi).
    Avevo lavorato dal 2007 al 31 luglio 2013 continuativamente ma non ho potuto presentare domanda perché mi sono licenziato volontariamente.
    L’ho presentata, la domanda di Aspi, ad agosto 2014 perché ho lavorato per un mese (a luglio 2014) come stagionale.
    Quindi, se per la Aspi sono valse le 52 settimane del lavoro precedente, posso fare domanda per la Naspi avendo lavorato
    un mese a luglio 2014? Oppure anche quel periodo si calcola sia stato necessario per l’aspi, visto che nel precedente impiego mi ero licenziato io? Se la risposta è negativa, posso comunque ottenere la Naspi se ottengo un contratto stagionale nel 2015? Grazie mille e buona giornata!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marco, per accedere alla NASpI dovrai avere necessariamente un nuovo contratto di lavoro, la durata del sussidio sarà pari alla metà delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni, escludendo dal calcolo le 52 settimane che hanno dato diritto all’ASpI. Il fatto che tu ti sia licenziato precedentemente non è rilevante, l’importante è che il rapporto di lavoro che precede la domanda di disoccupazione termini involontariamente.

      1. Marco Palla ha detto:

        La ringrazio per le delucidazioni. Volevo solo chiederle se, nel caso non riesca a trovare un lavoro duraturo, il contratto per avere dittico alla Naspi di quanti giorni almeno deve essere? Grazie Buona Giornata e buon lavoro!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Abbastanza lungo da poter far valere 30 giorni lavorativi negli ultimi 12 mesi. considerato che ha lavorato un mese a luglio 2014 il contratto poterà essere anche molto breve (3 giorni, una settimana…).

          1. Marco Palla ha detto:

            La ringrazio, valgono anche i contratti fatti con le agenzie interinali?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Sì, l’importante è che siano rapporti da lavoro dipendente.

  101. Giulia Marangoni ha detto:

    Buongiorno, avrei una domanda relativa alla possibilità di una seconda richiesta ASPI.

    * precedente rapporto lavoro terminato in data 29/01/2014
    * ASPI percepita dal 05/04/2014 al 23/11/2014
    * contratto tempo determinato di 24 mesi, inizio rapporto 24/11/2014, fine rapporto 24/04/2015

    Il contratto di lavoro a tempo determinato di 24 mesi fa decadere lo stato di disoccupazione e quindi la prima ASPI (anche se non interamente goduta)? Nei due anni precedenti questo nuovo stato di disoccupazione ho versato contributi per un totale di 63 settimane. Posso chiedere una nuova ASPI (avrei in questo caso diritto a 10 mesi) oppure esiste il rischio che mi riattivino quella sospesa perché ho lavorato 5 mesi?

    contributi 2 anni precedenti:
    dal 24/04/2013 al 29/01/2014 41W
    dal 24/11/2014 al 24/04/2014 22 W

    grazie, un cordiale saluto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giulia, forse intendeva 24 settimane? Purtroppo se il rapporto di lavoro che sospende l’ASpI dura meno di 6 mesi, alla scadenza si prevede la riattivazione della vecchia ASpI. Quante mensilità le mancavano? Non è escluso che, se la fine del periodo di ASpI (ancora da percepire) rientra nei 68 giorni dal termine di questo rapporto di lavoro, lei non possa presentare di nuovo la domanda. Fossi in lei farei comunque un tentativo.

      1. Giulia Marangoni ha detto:

        ho percepito l’ASPI dal 5 aprile 2014 al 23 novembre 2014: dunque per esaurire gli 8 mesi mi mancavano solo i giorni dal 24 novembre al 5 dicembre! come funziona la questione dei 68 giorni?

        no, no intendevo proprio un contratto di lavoro a tempo determinato di 24 mesi (ho letto che se il CONTRATTO è di durata superiore ai 6 mesi, subentra la decadenza dello stato di disoccupazione (e quindi decade il diritto alla corresponsione dell’ASPI); su questo contavo per chiederne una nuova. In realtà il rapporto si è concluso prima della scadenza dei 6 mesi di prova, alla fine del quinto mese. E da qui il mio quesito sulla possibilità di chiedere una nuova ASPI.

        grazie!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ok, quindi il suo contratto sarebbe dovuto durare 24 mesi ma invece è scaduto prima. In questo caso si considera comunque la durata effettiva del rapporto di lavoro e non quella ipotetica, dunque riprenderà l’ASpI per quegli ultimi 12 giorni spettanti, dopodiché credo proprio che potrà inoltrare una nuova domanda di ASpI per percepirla nuovamente per 10 mesi. Le consiglio di attendere questi 12 giorni per ripresentare la domanda. Nel frattempo può compilare il modulo ASpI-com per comunicare che è nuovamente disoccupata.

          1. Previdenza Facile ha detto:

            No, deve compilare il form online con il pin che trova a questo link . saluti!

      2. vincenzo ha detto:

        vincenzo.salve volevo sapere se posso usufruire di nuovo dell’aspi 15 07 2014 sono stato licenziato ho fatto domanda per aspi ed ho usufruito per tutti gli otto mesi il 16 04 2015 sono riuscito ad ottenere un nuovo contratto di lavoro come dipendente fino al 28 04 2015 mi sono fatto fare l’estratto conto contributivo e ad oggi tornando indietro di due anni ho sempre le 52 sett.di contributi volevo sapere cosa mi conviene fare fare domanda per aspi o naspi ?un altra cosa sono stato dal patronato non gli risulta una cosa simile perche’ per loro gli otto mesi che ho preso vanno scalati nelle 52 settimane non so cosa fare confido in una risposta grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Vincenzo, molti lettori di questo blog sono riusciti a percepire nuovamente l’ASpI proprio a seguito di questo articolo e ti posso assicurare che se hai ancora 52 settimane nell’ultimo biennio puoi di nuovo fare la domanda di ASpI. NON PUOI inoltrare domanda di NASpI il quanto il tuo contratto è scaduto prima del 1° maggio 2015.

          Forse c’è un po’ di confusione relativamente alle settimane: quelle che puoi utilizzare sono solo quelle lavorate, comprese quelle che hanno già DATO DIRITTO ALL’ASPI. Quelle che invece non può considerare sono quelle di PERCEPIMENTO ASPI, cioè gli 8 mesi di cui mi parla.
          Spero di esser stata chiara. Se incolla il suo estratto contributivo diamo un’occhiata come per gli altri utenti 🙂 A presto!

      3. buongiorno, vi avevo scritto poco piu’ di un mese fa per avere delle informazioni riguardo la naspi, mi avevate risposto che probabilmente ne avevo diritto ma che ancora non era uscita la circolare dall’inps per sapere realmente a chi spetta. visto la vostra cortesia e rapidita’ nel rispondere a noi poveri mortali, le rifaccio oggi di nuovo la domanda per sapere se ho diritto alla naspi e se a partire dal 1 maggio posso inoltrare la domanda online. preciso che sono disoccupato da gennaio 2014 a tutt’oggi, allego il mio estratto contributivo. cordiali saluti e grazie per il sevizio che ci donate. giuseppe

        01/01/2011 07/02/2011 Lavoro dipendente sett. 7
        25/02/2011 23/12/2011 Lavoro dipendente sett. 40
        09/01/2012 22/12/2012 Lavoro dipendente sett. 45
        02/01/2013 24/12/2013 Lavoro dipendente sett. 51
        23/06/2014 24/06/2014 Lavoro dipendente sett. 1

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Giuseppe, siamo contenti di poter essere utili. Stiamo ancora aspettando la circolare INPS, ma quello che noto, e che temo non le potrà dare diritto alla NASpI, è che lei non ha ancora avuto un contratto di lavoro. Per accedere alla NASpI dovrà necessariamente avere un nuovo contratto di lavoro di almeno 11 giorni (per raggiungere il minimo di 18 giorni lavorativi negli ultimi 12 mesi richiesti dalla NASpI), e che termini dopo il 1° maggio 2015. Le faccio i miei migliori auguri affinché possa trovare un lavoro a breve. A presto!

          1. grazie, cordiali come sempre, se non chiedo troppo le faccio un’altra domanda, gli undici giorni devono essere lavorativi oppure compreso sabato e domenica? ed in piu’…..saprebbe dirmi eventualmente quante settimane mi spetterebbero se riuscissi ad avere quegli undici giorni? le auguro tutto il bene.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Il nostro conteggio è del tutto approssimativo, ma considerando i suoi contributi da giugno 2011 a giugno 2015 dovrebbero spettarle circa 35 settimane di NASpI. Mi raccomando di considerare che le giornate lavorate nell’ultimo anno devono essere 30 e non 18 come avevamo supposto inizialmente.

  102. Miroslav Grolmus ha detto:

    Salve ho lavorato full time dal ottobre 2009 fino ottobre 2013 dopo ho lavorato part time fino agosto 2014 .
    Sto prendendo Aspi dal ottobre 2014 fino maggio 2015. Se non trovo lavoro posso chiedere naspi ?Se si quello che ho capito
    devo trovarmi un contrato per 18 giorni?Nel caso quanti mesi potrei prendere naspi?

    1. Miroslav Grolmus ha detto:

      Salve sono sempre io nel fratempo dal 13 dicembre fino 31 dicembre ho interoto aspi per un lavoro che era part time questo per caso mi può aiutare per naspi?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Sì, sono settimane contributive che verranno aggiunte al calcolo:)

    2. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Miroslav, come avrà capito leggendo i commenti degli altri utenti, per poter effettuare un calcolo approssimativo è necessario che lei indichi un prospetto delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni. Nell’ultimo anno (da maggio 2014 a maggio 2015) lei ha già lavorato per 18 giorni, di conseguenza il nuovo contratto di lavoro può essere anche di un periodo inferiore.

      1. Miroslav Grolmus ha detto:

        Nel 2009 13 sett
        2010 53 sett
        2011. 53 sett
        2012 53 sett
        2013. 53 sett
        2014. 36 sett
        Ok qua sono le settimane
        Per il contrato quanti giorni devono essere per rientrare per la domanda naspi? Grazie

        1. Miroslav Grolmus ha detto:

          Sono sempre io mi può più meno dire quanto sarebbe naspi?
          2009-4268€
          2010-19211€
          2011-19142€
          2012-18255€
          2013-17733€
          2014-8205€
          Ovviamente per non scordare sto prendendo aspi dal ottobre fino maggio che 929€.
          Grazie e aspetto sua risposta.

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Purtroppo no Miroslav, non possiamo fare i calcoli sulla NASpI, mi dispiace. In questo articolo, se vuole, trova le modalità di calcolo

        2. Previdenza Facile ha detto:

          Con questi contributi dovrebbero spettarti circa 57 settimane di NASpI. Bisogna aver lavorato almeno 18 giorni negli ultimi 12 mesi precedenti la domanda.

          1. Miroslav Grolmus ha detto:

            Grazie solo prima mi aveva scritto che io già lavorato 18 giorni così avrei bisogno un contratto inferiore ma quanto inferiore ?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Anche una settimana va bene

          3. Miroslav Grolmus ha detto:

            Scusi me lo spiega come fatto conteggio per le settimane naspi?pensavo che sarebbero di più grazie.

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Senza problemi. Incollo le settimane lavorate negli ultimi 4 anni che ha scritto nel precedente messaggio:
            2011. 53 sett
            2012 53 sett
            2013. 53 sett
            2014. 36 sett

            Premetto che le settimane considerate annualmente non possono essere più di 52, dunque considereremo max 52 settimane. Quelle del 2011 dovremo considerarle al massimo per metà (cioè 26) in quanto deduco che lei presenterà domanda intorno al mese di giugno 2015, quindi il periodo da giugno 2011 a giugno 2015. Dunque:
            2011= 26 settimane
            2012=52
            2013=52
            2014=36
            Totale= 166
            Da queste dovremo sottrarre le 52 che le hanno dato diritto all’ASpI in quanto non possono essere prese in considerazione
            166-52=114
            114/2=57
            Dovrebbero dunque spettarle 57 settimane, mi scuso per aver errato nel calcolo precedente, modificherò il commento per non indurre qualcun altro in errore. Spero di esser stata chiara. A presto

          5. Miroslav Grolmus ha detto:

            Grazie se vogli fare eventuale conto quanto mi spetta
            devo contare ultimi 4 anni dalla data di presentazione e devo includere nel conto anche Aspi?Ho letto che si può richiedere anticipo per eventuale investimento se mi può dire come funziona nel caso se la attività dopo 6 mesi no dovrebbe funzionare c’è qualcosa da restituire?

          6. Previdenza Facile ha detto:

            No, l’ASpI non verrà considerata, si considera solo la retribuzione da lavoro dipendente.
            Per l’anticipazione le incollo il comma 5. della legge: Il lavoratore che instaura un rapporto di lavoro subordinato prima della scadenza del periodo per cui è riconosciuta la NASpI è tenuto a restituirne per intero l’anticipazione ottenuta.

          7. Miroslav Grolmus ha detto:

            Salve se mi trovo assunzione per una settimana deve essere tempo pieno o basta anche part-time?Per eventuale anticipazione per una nuova attività quanto tempo passa per avere anticipo e in che modalità?Per avere tutte conferme posso andare al caf?

          8. Previdenza Facile ha detto:

            L’assunzione con contratto part-time prevede il conteggio delle giornate per la metà di quelle effettivamente lavorate, quindi se lavora una settimana part-time le verranno conteggiate 3 giornate circa. Deve solo verificare che con queste 3 giornate sia comunque in possesso di 30 giornate lavorate negli ultimi 12 mesi. Non sappiamo quanto impiegherà l’INPS per erogare l’anticipazione della NASpI, la tempistica è soggettiva per ogni singola sede INPS. Può sempre avvalersi del CAF per ulteriori delucidazioni.

          9. Miroslav Grolmus ha detto:

            Salve sono un po’ confuso sono andato al Caf e li mi hanno detto che tutto che mi a scritto none così mi può spiegare perché ?

          10. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Miroslav, credo che se il CAF le ha detto così sarà il CAF a doverle spiegare perché le informazioni che le abbiamo dato non sono corrette, anche perché abbiamo risposto a circa 10 suoi commenti, seguendo le linee guida NASpI della circolare INPS, i quali contengono tante informazioni quindi sarebbe un po’ difficile capire a cosa lei fa riferimento. Abbiamo comunque appena prodotto un articolo che mette a disposizione degli utenti tutti gli strumenti e le informazioni per poter calcolare da soli la propria NASpI. L’articolo lo trova a questo link.
            Se abbiamo sbagliato qualcosa ce ne scusiamo, ma gentilmente lei ci deve indicare effettivamente se e dove abbiamo errato. Grazie, a presto.

          11. Miroslav Grolmus ha detto:

            Salve sono sempre io o parlato con un po di persone in diverse Caf ma mi sembra che tutti sono un po’ confusi uno dice così in altro diversamente comunque diciamo che mi spettano 57 settimane di naspi però se voglio fare un conteggio approssimativo cosa devo contare quale settimane e quale non devo includere dentro conteggio grazie.Si contano anche anno per aspi ?Oviamente non per durata per quantità.grazie.
            2011. 52
            2012. 52
            2013. 52
            2014. 36

          12. Previdenza Facile ha detto:

            Salve di nuovo Miroslav, ci dispiace ma non è più possibile per noi fare calcoli di massima. Possiamo dare delle linee guida per calcolare da se’, siamo davvero spiacenti ma rischiamo sempre di dare informazioni non corrette in quanto:
            -il calcolo non è affatto semplice e l’INPS ovviamente si avvale di software studiato apposta,
            -non siamo mai al corrente di tutta la vostra situazione contributiva e retributiva, di conseguenza non vorremmo rischiare di dare delle informazioni non corrette.
            Potete avvalervi degli esempi riportati nell’articolo e delle risposte già fornite ad altri utenti, se poi avete bisogno di delucidazioni per la modalità di calcolo restiamo a disposizione.
            A presto!

          13. Miroslav Grolmus ha detto:

            Non volevo fare calcolo volevo solo dire quale settimane posso utilizzare per conteggio?Non per durata solo per quantità.devo escludere 52 settimana quali erano utilizzati per aspi?sto parlando spre per calcolo delle settimane che devo utilizzare conteggio per quantità naspi.grazie se non sono chiaro mi dispiace .

          14. Previdenza Facile ha detto:

            Deve eliminare le settimane che hanno dato diritto all’ASpI presenti nei 12 mesi precedenti la domanda di ASpI, quindi nel suo caso saranno probabilmente 52 🙂

  103. Adriano ha detto:

    Buonasera,
    ho letto i commenti e vorrei sottoporre il mio caso. Qui sotto il mio estratto contributivo degli ultimi 4 anni. Ho fatto domanda si ASPI il 1 Maggio 2014 e l’ho avuta fino a Gennaio 2015. Ho un contratto che parte dal 27-04-2015 fino al 20-05-2015. Volevo sapere se al termine di quest’ultimo contratto posso chiedere la nuova ASPI. E nel mio caso, andando indietro per 4 anni, non conterebbero le 36 settimane per cui ho percepito l’ASPI? Il mio nuovo contratto è di COLF in sostituzione.
    Estratto conto.
    20/10/2009 31/12/2009 Lavoro dipendente sett. 11
    01/01/2010 30/04/2010 Lavoro dipendente sett. 18
    19/04/2010 31/12/2010 Lavoro dipendente sett. 37
    01/01/2011 31/01/2011 Lavoro dipendente sett. 5
    01/02/2011 31/12/2011 Lavoro dipendente sett. 48
    01/01/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2013 09/12/2013 Lavoro dipendente sett. 50
    01/01/2013 09/12/2013 Malattia/infort.(ad int) sett. 0
    03/05/2014 31/12/2014 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 35
    01/01/2015 01/01/2015 Ctr. Figurativa per ASpI sett. 1

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Adriano, al termine del contratto potrà presentare domanda di NASpI che dovrebbe essere erogata per un totale di circa 51 settimane. Le settimane che non vengono prese in considerazione sono le 52 che hanno dato il diritto all’ASpI. Ci teniamo sempre a precisare che si tratta di calcoli puramente approssimativi in quanto deve ancora uscire una circolare ufficiale INPS in merito.

  104. TRUE ha detto:

    Oggi sono molto demoralizzato. Ho chiamato il contact center per inoltrare la domanda di aspi e mi hanno detto che posso presentarla ma sicuramente verrà bocciata in quanto l’ho già percepita. Potrei fare domanda di miniaspi ma considerando che sono disoccupato da luglio 2014 percepirei all’incirca 1 mese e mezzo. Non so cosa fare. Ma voi conoscete qualcuno che ha percepito questa famosa doppia aspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se ha avuto un nuovo contratto di lavoro e può far valere 52 settimane lavorative nei due anni precedenti la data di questa ultima domanda percepirà nuovamente l’aspi

      1. TRUE ha detto:

        Stasera provo ad andare in un altro patronato e spero di avere buone notizie

        1. TRUE ha detto:

          Ho avuto un contratto di lavoro a tempo determinato dal 13 al 21 aprile

          1. Previdenza Facile ha detto:

            faccia domanda di aspi.

          2. TRUE ha detto:

            Sono stata al patronato e risultano le settimane sull’estratto conto contributivo ma negli emens ne risultano meno per via di alcune settimane di cassa integrazione. Abbiamo presentato comunque domanda e vediamo che succede.

  105. elisabetta ha detto:

    Buongiorno. Dopo la vs Mail sulla Naspl del 19/04 ho iniziato a preoccuparmi un po…comunque stamattina sono andata a richiedere nuovamente l’Aspl come mi ha consigliato di fare l’addetta del call center dell’inps. Se mi respingono la domanda dovrei sempre avere la possibilità di accedere alla mini-aspl.
    Questa è la mia situazione in breve: licenziata per esubero personale il 30/06/14, ho percepito Aspl da luglio 2014. Lavoravo in questa azienda a tempo determinato da aprile 2008. Il 16/01/15 ho trovato un lavoro con agenzia interinale fino al 20/04/2015. Quindi della vecchia Aspl mi mancava ancora un mese da prendere….faccio un copia e incolla del mio estratto contributivo. Secondo voi visto che non riuscirò a percepire la Naspl, almeno una seconda Aspl sarà possibile? Purtroppo il patronato non ha saputo darmi la certezza nonostante la copia del mio estratto contributivo e l’impiegata dell’inps mi ha detto che dovevo prendere un appuntamento e sicuramente se avevo già inoltrato la pratica facevo prima ad attendere l’esito che mandano a casa. A questo estratto mancano le settimane che vanno dal 28/02/2015 all’ultimo giorno di lavoro 20/04/2015. Scusate e grazie in anticipo.
    02/01/2008 03/04/2008 Lavoro dipendente sett. 14
    01/04/2008 31/12/2008 Lavoro dipendente sett. 40
    01/01/2009 31/12/2009 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2010 31/12/2010 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2011 31/12/2011 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 33
    01/01/2012 31/12/2012 Malattia/infort.(ad int) sett. 0
    01/01/2012 31/12/2012 Maternita’ e congedi sett. 20
    01/01/2013 31/12/2013 Lavoro dipendente sett. 48
    01/01/2013 31/12/2013 Congedi/permessi ad int. sett. 0
    01/01/2013 31/12/2013 Maternita’ e congedi sett. 3
    01/01/2013 31/12/2013 Maternita’ e congedi sett. 2
    01/01/2014 30/06/2014 Lavoro dipendente sett. 27
    01/07/2014 14/08/2014 Ind. sost. preavviso sett. 7
    16/01/2015 28/02/2015 Lavoro dipendente sett. 7

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elisabetta, al termine del suo ultimo rapporto di lavoro verrà necessariamente riagganciata all’ASpI che ha sospeso il 16/01, anche se io consiglio sempre di reinoltrare le domande, non si sa mai 🙂 Per accedere alla Naspi dovrà avere un nuovo rapporto di lavoro con scadenza successiva al 1° maggio 2015

  106. massimiliano ha detto:

    Buongiorno e grazie x la gentilezza
    Dunque io in base alla vostra richiesta di informazioni posso dirvi che da ottobre 2011 a ottobre 2015 ho lavorato:
    Ottobre novembre e dicembre 2011
    Tutto l’anno 2012
    Tutto l’anno 2013
    Da gennaio a tutto novembre 2014
    Dal primo dicembre 2014 a luglio 2015 sono in disoccupazione Aspi
    Volevo sapere se ad agosto non trovo alcun lavoro cosa mi spetterebbe, oppure, come già detto precedentemente, dovrei avere una offerta lavorativa ( forse)
    da metà’ agosto 2015 per circa un mese/un mese e mezzo forse rinnovabile.
    Ma se non me la dovessero rinnovare posso richiedere la naspi? E per quanto casomai..?mille grazie x la vostra professionalità’…

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Massimiliano, per richiedere la Naspi dovrà necessariamente avere un nuovo rapporto di lavoro al termine dell’ASpI, e almeno 18 giornate lavorative negli ultimi 12 mesi precedenti la data della domanda.

      1. massimiliano ha detto:

        Quindi se ho capito bene
        Se a fine aspi (30 luglio 2015)
        mi facessero un contratto di un mese (20 gg lavorativi) senza rinnovarmelo, coi requisiti che ho degli ultimi 4 anni, posso richiedere la naspi.?
        E x quanti mesi ..?
        Grazie mille

        1. Previdenza Facile ha detto:

          sì. la durata è pari alla metà delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni escluse quelle che hanno dato diritto all’aspi

          1. massimiliano ha detto:

            SAREBBERO QUINDI QUASI 16 MENSILITA’….?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            per una risposta (quasi) certa deve fare copia incolla del suo estratto contributivo degli ultimi 4 anni.

          3. massimiliano ha detto:

            Buongiorno
            Facendo a ritroso il calcolo da ottobre 2015(cioe’ fine disoccupazione 30 luglio 2015, contratto di lav dipendente da meta’ agosto a meta’ settembre e ri chiesta di naspi da ottobre 2015, ed essendo stato in disoccupazione aspi dal primo dicembre 2014 a fine luglio 2015), le settimane contributive sono:
            2011: 13 sett
            2012: 52 sett
            2013: 52 sett
            2014: 48 sett
            2015: 4 sett ( ipotizzando di lavorare da meta’ agosto a meta’ settembre )
            Mi potrebbe fare il calcolo di quanto mi spetterebbe di mensilita’ naspi.?
            Il calcolo e’ reale.
            Grazie mille

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Ciao massimiliano, allora il calcolo in base ai dati che fornisci, andrebbe fatto in questo modo:
            (13+52+52+48+4-52)/2=58,5 settimane di Naspi. Ripeto che ovviamente sono calcoli approssimativi che possiamo fare fin quando non usciranno dall’INPS disposizioni ufficiali.

          5. massimiliano ha detto:

            Buongiorno e mi scusi x le mie nuove domande in materia.
            Vorrei sapere, se non la disturbo, in base ai dati contributivi che le ho inviato dal 2011 al 2015, x accedere alla Naspi dopo la fine della aspi 30 luglio 2015 avro’ bisogno di un nuovo contratto di lavoro.
            Il minimo dei giorni di contratto quanto dovrebbe essere.??
            ( i requisiti sono di avere 13 settimane contributive negli ultimi 4 anni ed io penso di averle e le 18 gg di lavoro nell’ultimi 12 mesi…ma daagosto 2015 tornando indietro di 12 mesi si va ad agosto 2014 e 18 gg le ho lavorate..quindi da agosto 2015 in poi quanto deve durare il mio contratto..??)
            Grazie mille

          6. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Massimiliano, le giornate necessarie sono cambiate in corso d’opera, quindi non sono più 18 ma 30. Negli ultimi 12 mesi dovrà far valere 30 giornate lavorative. Considerato che lei nel 2014 ha già lavorato 48 settimane ha già a disposizione le 30 giornate lavorative negli ultimi 12 mesi quindi il nuovo contratto di lavoro potrà anche essere di pochi giorni, non è importante quanti.

          7. massimiliano ha detto:

            …salve e mi scusi di nuovo ma leggendo una situazione simile alla mia, sulla durata di un mio nuovo contratto lavorativo, dopo la aspi, mi e’ venuto un dubbio.
            Allora se a fine disoccupazione (30 luglio 2015) trovassi un nuovo contratto lavorativo di quanto dovra’ essere.??
            Ho leto che bidogna svere 30 e non piu’ 18 gg lavorati, ma quello che non e’ chiaro e’ entro che periodo??
            La normativa dice nell’ ultimi 12 mesi, quindi nel mio caso, se ad agosto trovassi questo lavoro tornando indietro di 12 mesi io i 30 gg di lavoro li ho gia fatti ( avendo lsvorato fino al 30/11/2014)..
            Oppure 30 gg nell’anno 2015( che logicamente io non ho visto che sono in aspi dal primo dicembre 2014 fino al 30/07/2015)…
            Grazie mille e mi scusi….

          8. Previdenza Facile ha detto:

            Le 30 giornate vanno calcolate negli ultimi 12 mesi, quindi se lei ne è già in possesso dovrebbe bastare anche un contratto di breve durata 🙂

  107. Tonia Coratella ha detto:

    Salve ho avuto un contratto a tempo indeterminato par-time a partire dal 01/11/2000 fino al 31/07/2013 ho percepito maternità e aspi fnita la prima settimana di ottobre 2014 dovrei essere assunta presso un azienda per circa 1 mese. Vorrei sapere ho diritto alla naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Credo di sì Tonia, se il tuo contratto di lavoro terminerà dopo il 1° maggio 2015. dovresti riportare le settimane del tuo ESTRATTO CONTRIBUTIVO (non lo dico più:)) come hanno fatto gli altri utenti qui sotto. a presto!

      1. Tonia Coratella ha detto:

        01/11/2000 al31.12.2000 lav.dipend.part-time 9 sett
        01.01.2001 al 31.12.2001 lav.dipend.part-time 52 sett
        01.01.2002 al31.12.2002 lav.dipend.part-time 52 sett
        01.01.2003 al 31.12.2003 ” ” ” ” 52 sett
        01.01.2004 al 31.12.2004 “”””””””””””””””””” 18sett
        03.12.2005 al 31.12.2005 “”””””””””””””””””””””” 40sett
        01.01.2006 al 31.12.2006 “”””””””””””””””””””””””” 52sett
        01.01.2007 al 31.12.2007 “”””””””””””””””””””””””””52 sett
        01.01.2008 al 31.12.2008″”””””””””””””””” “””””””””” 52sett
        01.01.2009 al 31.12.2009 “”””””””””””””””””””””””””34sett
        01.01.2009 al 31.12.2009 maternità e congedi 16 sett
        01.01.2010 al 31.12.2010 lav .dipend.part-time 52 sett
        01.01.2011 al31.12.2011 52 sett
        01.01.2012 al 31.12.2012 52 sett
        01.01.2013 al 31.12.2013 52 sett
        08.08.2013 al 01.09.2013 ctr figurativa per aspi 4 sett
        02.09.2013 al 31.12.2013 maternita 121 giorni
        01.01.2014 al 02.02 2014 maternita 33 giorni
        03.02.2014 al 09.09.2014figurativa per aspi 32 sett
        Questo e il mio estratto contributivo
        Quindi secondo lei posso fare richiesta della naspi anche se vengo assunta per solo un mese ?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Tonia, un mese di lavoro va più che bene, le settimane di NASpI che potrà percepire saranno circa 40. Ci teniamo sempre a precisare che si tratta di calcoli puramente approssimativi in quanto deve ancora uscire una circolare ufficiale INPS in merito.

          1. Tonia Coratella ha detto:

            Sono stata al sindacato e mi ha detto che servono almeno 13settimane
            ma come e possibile che ci sono pareri discordanti ?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Tonia, allora per la NASpI potrà trovare qui i requisiti:

            Potranno accedere al sussidio NASpI tutte le persone che abbiamo perso involontariamente il posto di lavoro, o che siano stati licenziati per giusta causa, e che possano far valere i seguenti requisiti:

            ×Siano stati licenziati dopo il 1° maggio 2015
            Abbiano dato la disponibilità al lavoro al centro per l’impiego e che risultino effettivamente disoccupati
            Possano far valere almeno 13 settimane lavorative nei 4 anni precedenti la data di inoltro della domanda
            Possano far valere 18 giornate di lavoro effettive nei 12 mesi precedenti la data di inoltro della domanda

          3. Tonia Coratella ha detto:

            Salve mi scuso se approfitto della sua gentilezza,
            Oggi mi sono rivolta da un altro sindacato che mi ha detto che anche se mi fanno un contratto di un mese posso fare la richiesta naspi però mi spetterebbero solo due settimane .mi fa capire bene come si calcolano piu o meno le settimane? Devo fare una rettifica dal 01/01/2013 al31/07/2013 ho lavorato29 sett e non 52 come avevo scritto
            Grazie

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Tonia, secondo i miei calcoli ti spetterebbero circa 28 settimane di NASpI.
            Il conteggio è il seguente:
            01.06.2011 al 31.12.2011 28 sett (ammettendo che lei abbia un contratto entro maggio 2015 non possiamo calcolare i mesi precedenti del 2011)
            01.01.2012 al 31.12.2012 52 sett
            01.01.2013 al 31.12.2013 29 sett
            28+52+29-52(le settimane che hanno dato diritto all’ASpI e che dobbiamo escludere)=57
            57/2=28,5

            Spero davvero di non aver sbagliato nulla. Si ricorda come ha fatto i calcoli il sindacato?

  108. Previdenza Facile ha detto:

    Errata Corrige Interpretazione NASpI
    In riferimento a quanto da noi indicato nel rispondere ai Vostri quesiti sul nuovo sussidio di disoccupazione NASPI, scusandoci per l’errata interpretazione dell’articolo 1 comma 2 legge 183/2014 , vi comunichiamo che nell’ Art. 1 è specificato che l’accesso al suddetto sussidio sarà possibile soltanto per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1 maggio 2015.

    Ciò significa che solo chi verrà licenziato dopo il 1° maggio 2015 potrà effettuare la domanda di NASpI.
    Per tutti gli altri resterà la possibilità di accedere all’ASpI entro 68 giorni dal termine del rapporto di lavoro.
    Restiamo a disposizione per ogni chiarimento.

    La Redazione di PrevidenzaFacile

  109. nicola ha detto:

    salve,stamattina sono andato all’inps presso lo sportello della disoccupazione per optare l’assegno ordinario con l’aspi l’impiegata mi ha mandato presso un altro sportello quello delle pensioni ,a sua volta ques’ultima mi ha detto che lei non è competente per queste cose e l’impiegata che se ne occupa sono 2 giorni che non si presenta e mi ha dato un numero di telefono che corrisponde all’ufficio dell’impiegata assente e di provare lunedi a chiamarla,forse faccio prima ad andare al patronato?ma non ho ricevuto nessuna comunicazione scritta dall’inps per la reizione dell’aspi ,avevo chiamato il caalcenter che ha giustificato la reizioneperche ero titolare di pensione con assegno ordinario. Adesso mi sorge un dubbio ,se sospendo l’assegno ordinario per l’aspi questi trovano un cavillo sull’aspi e non percepisco ne uno ne l’altro.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Eventualmente può richiamare il call center per fissare un appuntamento presso la sede con il funzionario competente.

      1. nicola ha detto:

        salve,in pratica l’ultima avventura è che stamattina ho chiamato il numero che mi ha dato l’impiegata che sta allo sportello pensioni e mi ha detto che per fare l’opzione dell’assegno ordinario devo andare allo sportello dell’aspi, le ho spiegato che sono già passato e l’impiegata mi ha fatto girare due sportelli e alla fine ho avuto il suo numero che dovevo chiamare oggi sperando che fosse rientrata al lavoro,insomma in conclusione mi ha detto quest’ultima che devo fare un’ autocertificazione che temporaneamente sospendo l’assegno ordinario e opto per l’aspi che è più favorevole presso lo sportello dell’aspi, adesso sono convinto che quando domani andrò allo sportello dell’aspi quella mi farà uscire matto, voi che ne dite?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Che l’INPS è un girone infernale, ma alla fine con l’autocertificazione dovresti farcela 🙂

          1. nicola ha detto:

            speriamo,ho paura che adesso se sospendo l’assegno ordinario ,non prendo ne uno ne l’altro.

  110. Laura Santia ha detto:

    Salve, ringrazio anticipatamente per la cortese risposta che mi vorrete dare!!
    Ho avuto un contratto full-time a tempo indeterminato a partire dal 01.05.2012, terminato il 31.12.2013.
    Ho percepito l’ASPI per i canonici 8 mesi fino a circa settembre 2014.
    A breve dovrei essere assunta per un solo mese (come segretaria in un ufficio), ho diritto alla Naspi?
    Grazie mille per la cortese collaborazione!
    Laura

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Laura, penso proprio di sì visto che oltre alle 52 settimane contributive utilizzate per l’ASPI le restano ancora 7 mesi di contribuzione da utilizzare per la NASpI.

  111. elisabetta ha detto:

    Buongiorno, io ho lavorato da aprile 2008 fino al 30 giugno 2014 dopodiché sono stata messa in mobilità per esubero di personale. Ho percepito Aspl da luglio dello scorso anno fino a inizio di quest anno visto che ho trovato lavoro tramite agenzia interinale. Sono stata assunta il 16 gennaio 2015 e probabilmente con l ultima scadenza del mio contratto quindi lunedì 20 aprile 2015 sarò lasciata a casa per il rientro di una persona che era andata in maternità. La mia domanda è posso percepire ancora la Naspl? Non avendo percepito interamente la disoccupazione (mi mancava un mese) e avendo lavorato solamente 3 mesi nel 2015 si agganciano a quella vecchia o posso richiedere Aspl Nuova? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elisabetta, scusi se glielo chiedo, ma lei è stata messa in mobilità e non l’ha percepita? Ha percepito ASpI al posto della mobilità? In realtà, al termine del rapporto di lavoro dovrebbe riattivarsi la mobilità per il periodo che le rimane da percepire.

      Comunque se ha lavorato solo 3 mesi si riaggancerà alla vecchia ASpI, ma questo spesso è a discrezione delle sedi INPS (!!!) dunque le consiglio comunque di fare la comunicazione aspi-com per riattivare l’ASpI, e, trascorso un mese (o poco più, insomma deve attendere esattamente i giorni che le restano da percepire di ASpI) dal termine del rapporto di lavoro potrà ripresentare domanda, sempre comunque non oltre i 68 giorni dal termine del rapporto di lavoro. La nuova domanda sarà necessariamente una domanda di NASpI, che verrà calcolata sulla base degli ultimi 4 anni, ma considerando solo i contributi che non hanno dato luogo ad altri sussidi (aspi, miniaspi, disoccupazione). Spero che essermi spiegata bene ma se ha dei dubbi non esiti a rispondere 🙂 A presto!

      1. elisabetta ha detto:

        Grazie per la risposta molto esauriente. Effettivamente non mi sono spiegata benissimo. Praticamente sono iscritta nelle liste di mobilità ma ho percepito Aspl. Avrei ancora una domanda, la maternità viene conteggiata nella Naspl o no? Io ho usufruito nel 2012 della obbligatoria. Grazie ancora

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ok per le liste di mobilità 🙂 La maternità viene conteggiata solo se ne ha usufruito durante un rapporto di lavoro, questo significa che il datore di lavoro ha continuato a versare i contributi contro la disoccupazione per lei, dunque possono essere computati nel calcolo.

        2. elisabetta ha detto:

          Ho ancora un ultima domanda da farvi…spulciando qua e là su vari siti internet ho letto che si ha diritto alla Naspl solo se i contratti sono cessati a maggio 2015. È vero? Io ho un contratto fino al 20/04/2015! Purtroppo al calo center Inps non ti danno ancora risposte…dicono di chiamare dopo la prima quindicina di maggio. Grazie ancora

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Elisabetta, effettivamente l’accesso al suddetto sussidio sarà possibile soltanto per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1 maggio 2015. Ci scusiamo per l’errata interpretazione . A breve manderemo una mail informativa a tutti gli utenti iscritti al nostro blog. Per tutti gli altri resterà la possibilità di accedere all’ASpI entro 68 giorni dal termine del rapporto di lavoro, previo soddisfacimento di tutti i relativi requisiti.

  112. Tonia Coratella ha detto:

    Salve sono stata licenziata a luglio 2013 e ho usufruito delladissocupazione aspi fino a settembre 2014 ora chiedo e possibile richiedere per la seconda volta aspi? O sono fuori tempo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Tonia, se non ha più lavorato da luglio 2013 purtroppo sarà difficile raggiungere le 52 settimane contributive negli ultimi due anni (aprile 2013/2015)….

  113. nicola ha detto:

    Salve,ho fatto domanda per l’aspi il 25 giugno 2014( è avevo nei due anni precedenti 104 settimane di contributi) è finita il 25 febbraio 2015 , a marzo 2015 ho lavorato 2 giorni (il 14 e 15) ,il 25 marzo 2015 ho rifatto la domanda per l’aspi come da voi suggerito e a tutt’oggi risulta sospesa per istruttoria.Da tener conto che nei vari patronati e al callcenter dell’inps non sapevano nulla di questa doppia aspi,se respingono la domanda come mi comporto?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Nicola, nessuno sa di questa doppia ASpI, infatti è una cosa “non pubblicizzata” (ovviamente) e noi l’abbiamo scoperta quasi per caso. E’ normale che sia ancora sospesa, i tempi di lavorazione vanno dai 30 ai 60 giorni. Lei comunque verifichi che nel suo estratto contributivo, da Marzo 2013 a Marzo 2015 può far valere 52 settimane di lavoro. Ci riscriva se verrà respinta, proveremo ad aiutarla in qualche modo 🙂 A presto!

      1. nicola ha detto:

        salve , grazie per l’interesse,cmq da marzo 2013 a marzo 2015 ho 60 settimane contributive .

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Fantastico! Allora dovrebbe avere tutte le carte in regola per l’accoglimento della domanda 😉 Ci faccia sapere!

          1. nicola ha detto:

            salve, mi è appena arrivato l’esito della domanda per l’aspi e la domanda è stata respinta senza spiegare la motivazione, mi spiegate voi adesso cosa devo fare? Da precisare che i requisiti esistono.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Nicola, contatti il numero verde per capire la motivazione della reiezione, oppure si rechi direttamente in sede INPS. Se ci sono tutti i contributi non le resta che chiedere in sede il riesame della domanda, oppure presentare ricorso attraverso un patronato:( Spesso si sbagliano, quindi è bene andare a fondo.

          3. nicola ha detto:

            Salve , scusate il fastidio, ho chiamato il l’inps al numero verde e volevo informarvi che la domanda per l’aspi è stata respinta perchè a febbraio 2015 sono diventato titolare di pensione (assegno ordinario ) ho avuto gli arretrati e da marzo 2015 percepisco 600 euro mensili con i trattamenti di famiglia e l’integrazione al minimo ,la signorina del callcenter non mi ha saputo rispondere quando le ho chiesto se sospendo per alcuni mesi la pensione riesco a percepire l’aspi (che calcolando gli assegni familiari dovrebbe essere circa il doppio della pensione visto l’ho già percepita),e mi ha detto di recarmi presso gli sportelli dell’inps.Io già sapevo che due sussidi non si possono avere e che bisogna optare per il più sostanzioso quindi se domani mi reco agli uffici dell’inps dovrei fare goal ?

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Credo proprio di sì Nicola, in quanto comunque l’INPS deve offrirti la possibilità di scegliere tra le due. incrociamo le dita, che qui è sempre un terno al lotto 😉 nessun fastidio, anzi, facci sapere!

  114. Lara Fanton ha detto:

    Buongiorno, lavoro dal 2007 in un’Impresa di pulizie per 9 ore settimanali e un altra per 3 ore settimanali, in tutto per 12 ore settimanali. Contemporaneamente dal 2011 anche in una terza impresa, dove sono stata licenziata per calo del lavoro lo scorso anno (2014), ho percepito la disoccupazione ASpl fino al mese scorso. All’ufficio di collocamento mi hanno messo in lista disoccupati, anche per le agevolazioni sanitarie, ecc. Ho inviato tanti curriculum per cercare lavoro da integrare o sostituire, però, mi ritrovo con c.ca 350 euro al mese con le spese di casa, macchina per andare al lavoro (24 km al giorno per fare 2.5 ore) e sono in difficoltà. Cosa posso fare o dove devo rivolgermi per avere un aiuto?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Lara, riusciresti a copiare ed incollare le settimane che trovi sul tuo estratto contributivo? Risponderti senza alcun dato contributivo è difficile…
      La tua unica speranza è quella di poter percepire nuovamente l’ASpI, ma servono 52 settimane di lavoro negli ultimi due anni.

  115. Salvo Caruso ha detto:

    Ciao avrei bisogno di informazione.. io sono andato in disoccupazione il 12/7/2014 fino al 12/3/2015 tutt ora sono disoccupato ho famiglia.. posso avere un sussidio qualcosa altro o altra disoccupazione se messo in regola anche x 1 giorno?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Salvo, puoi prendere nuovamente l’ASpI se hai 52 settimane contributive da aprile 2013 ad aprile 2015 (vedi estratto contributivo), un nuovo rapporto di lavoro anche di un solo giorno. L’importante è fare la domanda entro il 30/04/2015.

      1. massimiliano ha detto:

        Buongiorno
        Vorrei una informazione.
        Sono in disoccupazione aspi dal primo dicembre 2014 fino al 30 luglio 2015.
        Avrei una offerta lavorativa dal 10 agosto 2015 per circa un mese/un mese e mezzo x un picco di lavoro.
        Spero me lo rinnovino, me se non venisse rinnovato, e’ sufficiente per richiedere la Naspi,??
        Premetto che ho lavorato a tempo indererminato fino a novembre 2014.
        E x quanto mesi potro’ percepire la Naspi.?
        Geazie mille

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Massimiliano, per una risposta (quasi) certa dovresti dirci quanto hai lavorato da ottobre 2011 ad ottobre 2015 🙂

      2. gil66 ha detto:

        Buongiorno,
        solo oggi ho scoperto questo Utilissimo Blog!
        Complimenti !!!!!!!

        Ho percepito l ASPI da Giugno 2014 a Febbraio 2015
        ho praticamente sempre lavorato dal ’89

        tra full time, part time, lavoro con partita iva e di nuovo ful time , part time senza interruzioni consistenti a parte qlc settimana di transito

        non lavoro dal 31 maggio 2014
        Chiedo cortesemente ,se ci fosse anche per me la possibilita’ di percepire un ulteriore sostegno.

        Grazie Mille!!!!!!!
        Gigliola

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ciao Gigliola, verifichi il suo estratto contributivo , se lei ha lavorato sempre full time negli ultimi due anni e può far valere 52 settimane lavorativa da aprile 2013 ad aprile 2015 le consiglio di trovare qualcuno che possa assumerla anche per pochi giorni con contratto a tempo determinato. Se scadrà in aprile potrà richiedere di nuovo l’ASpI per 10 mesi, se scadrà dopo il 1° maggio potrà accedere alla NASpI. Restiamo a disposizione per ulteriori chiarimenti , a presto!

          1. gil66 ha detto:

            che velocita’ ed efficenza! complimenti!
            vi chiedo gentilmente di visionare il mio estratto contributivo che allego in forma parziale
            perche’ non capisco una cosa: bisogna aver lavorato solo full time?
            o va bene anche part time?
            forse per la Naspl mi sembra di avere i requisiti?

            i contratti a progetto non possono portare ad accedere al sostegno giusto?

            mi scuso , faccio confusione in questo settore.:)
            vi ringrazio in anticipo
            siete preziosi

            01/01/2009 al 31/12/2009 lavoro dipendente sett 52 52,00
            01/01/2010 al 31/12/ 2010 lavoro dipendente sett 52 52,00
            01/01/ 2011 al 30/ 09 /2011 lavoro dipendente sett 39 39,00
            01/10/ 2011 al 31/12 /2011 Lav. dipend part time sett 14 10,00
            01/01 /2012 al 31/12/ 2012 Lav, dipend part time sett 52 39,00
            01/01/ 2013 al 25/08/ 2013 Lav.dipend part time sett 35 26,00
            09/09/ 2013 al 31/12 /2013 Lav. dipend part time sett 17 12,00
            01/01/ 2014 al 31/05/2014 Lav dipend part time sett 22 12,00
            18/06/2014 al 31/12/2013 Ctr. Figurativa per ASpl sett 29
            01/01/2015 al 17/02/2015 Ctr Figurativa per ASpl sett 7

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Rieccoci! Allora vanno bene anche i contratti full time, ma come può vedere lei stessa le settimane AL CALCOLO sono dimezzate, come se avesse lavorato la metà, dunque verranno conteggiate per la metà. Per l’ASpI credo proprio che siamo fuori (12+12+26=50, in più dovremmo togliere qualche settimana di Gen-Feb-Mar-Apr 2013 perché sono fuori dai due anni), peròha le settimane per accedere alla NASpI, ma solo se avrà lavorato almeno 18 giorni negli ultimi 12 mesi 😉

  116. Mihaela Piticas ha detto:

    Buongiorno e complimenti. Gestisce uno dai pochi blog dove si possono trovare delle risposte alle situazioni concreti.
    Se possibile, avrei bisogno anche io di un chiarimento.
    La situazione di una mia amica è questa:
    Contratto di lavoro a tempo indeterminato part time orizzontale 30 giorni alla settimana dal 01/04/2011 al 31/03/2015.
    Cessazione rapporto per chiusura attività – 31/03/2015.
    La dichiarazione di disponibilità all’impegno – 08/04/2015.
    Tempo 68 giorni per presentare la domanda di disoccupazione.
    Domanda:
    Cosa di deve fare? Cosa ci consiglia Lei? Aspettare 1° maggio per la richiesta NASPI? O fare la domanda per ASPI? Quale sarebbe l’alternativa migliore?
    La ringrazio. In attesa, Le invio cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, considerato che ha 68 giorni di tempo fossi in lei attenderei maggio per la richiesta di NASpI in quanto viene calcolata sulla contribuzione degli ultimi 4 anni. Forse intendeva 30 ore settimanali?:) In questo caso il calcolo dovrebbe esser fatto dividendo le settimane contributive per 3 e non per 4 come per un part-time a 20 ore settimanali(si divide per 2 per un contratto full time), quindi avendo 4 anni pieni di contributi dovrebbero spettare circa 16 mesi di NASpI. Vi chiedo però di non prendere queste informazioni come ufficiali o definitive in quanto per ora abbiamo la possibilità di basarci su quelle che sono le informazioni relative all’ articolo 1 comma 2 legge 183/2014 e a come veniva calcolata l’ASpI. C’è anche la possibilità che il contratto possa essere considerato come un full time, o come un part-time a 20 ore, ma questo lascia il tempo che trova in quanto, nella peggiore delle ipotesi, spetterebbero 12 mesi di NASpI, a fronte dei 10 di ASpI se inoltrasse domanda entro il 30/04/2015. Spero di esser stata chiara. A presto!

  117. Gianmaria25 ha detto:

    Salve mi chiamo Gianfranco ho 40 anni e percepisco indennità di disoccupazione Aspi dal 24/10/2014 fino al 24/6/2105 (8).Mi è stato riferito che non ho diritto alla mini aspi per un.giorno e nemmeno della naspi.(Dal 16/4/2011 al 15/12/2011 disoccupazione settimana 35)(11/02/2012 al 31/12/2012 settimana 48)(01/012013 al 31/12/2013 settimane 52)(01/01/2014 al 16/10/2014 settimana 42).Chiedo gentilmente come posso fare.Cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gianmaria, non ho ben compreso la sua richiesta. Se ha avuto l’ASpI non vedo perché andarsi a cercare i requisiti per la mini-ASpI che dura di meno, semmai in genere accade il contrario. Se avrà un nuovo rapporto di lavoro, anche di pochi giorni, al termine di questa ASpI potrà inoltrare domanda di NASpI.

      1. Gianmaria25 ha detto:

        Quindi dopo aver terminato aspi a giugno e trovo un lavoro per pochi giorni posso usufruire della Naspi? Cordiali saluti.

  118. Cathy Jaurigue ha detto:

    Salve volevo chiedere informazione e grazie per la disponibilta per noi lavoratori.ho lavorato dal 2007-2014 in continuo e ho percepito aspi solo una volta infatti appena finito ma seccome andro’ a lavorare come colf ma solo 1 mese e solo per 4 ore al giorno fino 5 maggio e avendo de contributi ancora indietro (cioe 4 anni) avro ancora naspi?? chiedo solo perche non ho il contratto come dipendente ma colf (non so se entra in categoria come dipendente??) grazie ancora.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certo Cathy, al termine del sul rapporto di lavoro, che è comunque un lavoro dipendente, anche se domestico, potrà fare domanda di NASpI 😉

      1. Cathy Jaurigue ha detto:

        grazie per la risposta e la disponibilita.

    2. emi78 ha detto:

      Salve,
      Ho lavorato a tempo indeterminato e full-time da novembre 2009 ad agosto 2012 e,sempre nella stessa azienda da settembre 2012 a settembre 2014 part-time sempre a tempo indeterminato. Sto usufruendo dell’ASPI fino a maggio 2015 e volevo sapere, visto che purtroppo ancora non ho trovato lavoro, se ci sono altri ammortizzatori sociali come per esempio l’assegno di disoccupazione anche se da quello che ho letto non ci sono molte speranze… La ringrazio anticipatamente.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, purtroppo ad oggi no, non ci sono ammortizzatori sociali dopo l’ASpI. Al termine dell’ASpI potrà inoltrare una domanda di NASpI solo se avrà un nuovo rapporto di lavoro anche di pochi giorni.

  119. gianna86 ha detto:

    Salve sono gianna, vorrei un informazione

  120. giada71 ha detto:

    Ciao!
    Il 5 marzo 2014 ho perso il lavoro con licenziamento per giustificato motivo oggettivo (contratto full-time a tempo indeterminato iniziato nel 2004).
    Ho percepito regolarmente l’ASPI dal 13 marzo all’11 novembre 2014.
    Nel mese di marzo 2015 ho lavorato con regolare contratto di 1 mese per sostituzione malattia (dall’1 al 31 marzo).
    Dopo aver letto questo articolo ed aver fatto dei conti (370gg di contributi negli ultimi due anni) ho fatto immediatamente richiesta per la seconda ASPI sul sito dell’INPS.
    Ora però mi sorge un dubbio… il contratto di Marzo 2015 era un part-time da 30 ore; come contribuisce sui calcoli?
    Dall’euforia di rientrarci per soli 5gg ora che ho pensato a questa cosa forse non ci rientro! 🙁
    Grazie in anticipo e complimenti per il sito!
    Giada

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giada! In realtà dovrebbero bastare 365 giorni, cioè 52 settimane, quindi anche se gli ultimi 5 giorni di lavoro (quelli di marzo) fossero conteggiati per metà dovresti comunque rientrarci. Incrociamo le dita, e facci sapere 🙂

      1. giada71 ha detto:

        Buongiono,
        cercando qua e là ho trovato come conteggiare le settimane part-time.
        Quindi avendo lavorato 30 ore a settimana per 4 settimane (in realtà 36 ma vabbè questo è un altro conto :/ ) dovrebbero risultarne 3 ai fini del calcolo!
        30 x 4 = 120
        120 / 40 = 3

        49 settimane erano quelle utili in precedenza (come da calcolo INPS visto sul sito in fase di domanda ASPI)
        +
        3 settimane del contratto di marzo 2015
        =
        52 settimane tonde tonde

        Dai incrociamo le dita e Vi aggiornerò quanto prima, ovviamenti tempi di lavorazione INPS permettendo! 🙂

        Grazie mille per la risposta.
        Giada

      2. giada71 ha detto:

        Buonasera,
        volevo ringraziarvi perchè solo per merito vostro e di questo articolo, dove i primi di aprile capitai per sbaglio, ho scoperto di poter richiedere l’ASpI una seconda volta anche dopo un contratto a termine di solo un mese.
        Oggi mi hanno accolto la domanda! 😀 😀 😀
        Grazie infinite.
        Giada

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ciao Giada! Grazie di averci informato:) Siamo contenti di esserti stati utili. Intanto ti auguriamo di trovare al più presto un buon impiego 🙂 Buon proseguimento, a presto!

  121. roby ha detto:

    Salve io ho fatta domanda aspi ma in caso non viene accetata in subordine la mini aspi. Spero che ho fatto bene cosi .cosa pensa lei dei mie contributi per percepire una delle due.periodo valido che spero per la doppia aspi 27/03/2013 al 23/04/2014 epoi una settimana a marzo , speravo di lavorare di piu ma e stato cosi per la situazione che mi trovo e veramente male.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Roby, se il suo contratto era full time dovrebbe poter percepire l’ASpI per 10 mesi. Ci faccia sapere!

  122. Vinko Rasic ha detto:

    Salve volevo chidere una informazione,sono in mobilita ordinaria da un anno che scade 12.4.2015,Residente in Veneto che per 2015 ha cancelato la mobilita in deroga.Volevo chiedere se dopo la mobilita ho diritto a Aspi o a Naspi.Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Che io sappia non sussiste il diritto all’ASpI dopo la mobilità (semmai può accadere il contrario), in quanto per avere diritto all’ASpI c’è bisogno che un rapporto di lavoro sia terminato da non più di 68 giorni. Nulla le vieta però di provare ad inoltrare la domanda, nella peggiore delle ipotesi viene respinta. Per ulteriori informazioni può rivolgersi ad un patronato o al numero verde INPS. A volte possono esserci delle deroghe speciali per alcune regioni, ma non ne siamo al corrente.

  123. Marianna Centonze ha detto:

    Salve e complimenti per il super utilissimo blog!
    Volevo avere conferma di poter richiedere la doppia Aspi.
    Sono disoccupata da Maggio 2014 , ho fatto richiesta per l’aspi e mi è stata regolarmente erogata da agosto a questo mese che dovrebbe essere l’ultimo. Ho lavorato per la stessa azienda dal 2009 al 2014 con contratto full-time a tempo indeterminato e dal 2005 al 2009 sempre indeterminato ma part-time, per un privato.
    Da come ho capito se riuscissi a trovare un lavoro anche solo per un giorno potrei richiedere nuovamente l’aspi? Ma con che tipo di contratto devo essere collocata? La mia seconda aspi si rifará allo stipendio dell’ultimo lavoro o sará come la prima percepita ? Ultima domanda , se resto disoccupata fino Maggio , una volta entrata in vigore la Naspi , ho i requisiti per richiederla? Oppure avendo percepito l’Aspi non posso percepire la Naspi? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marianna, se riuscirai ad avere un contratto di lavoro (da lavoro dipendente o apprendistato), che finisca entro aprile o dopo maggio, potrai richiedere sia l’ASpI che la NASpI.
      Per l’ASpI devi solo verificare che nel tuo estratto contributivo ci siano 52 settimane lavorative da aprile 2013 ad aprile 2014, da quello che mi dici dovresti averle.
      Il nuovo importo di disoccupazione viene fatto sugli ultimi due anni di lavoro per l’ASpI, per la NASpI invece sugli ultimi 4.

  124. marco27 ha detto:

    Ciao mi chiamo Marco.
    Ho preso l Aspi dal 18 settembre 2014 fino al 26 febbraio 2015, ho lavorato tutto il mese di marzo.
    Ora la mia Aspi sarebbe durata fino a maggio, ma avendo lavorato un mese mi è stata sospesa e la dovrei riniziar a percepire dal 1 aprile fino a giugno. Ora vorrei sapere se è possibile “disdire” la mia vecchia aspi ed effetturar il ricalcolo col il nuovo mese lavorato per poterne prendere una “nuova”. (andando indietro di 2 anni ho 52 settimane di contributi versati)
    Spero di essermi spiegato, grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marco, è stato chiarissimo. Può provare a ripresentare la domanda, nella speranza che venga accolta, ma di norma, se il rapporto di lavoro che sospende la prestazione di ASpI dura meno di sei mesi, al termine del rapporto stesso si continua a percepire la stessa prestazione per il periodo restante. Spero di essermi spiegata anch’io. Comunque faccia la domanda ex novo, nella peggiore delle ipotesi la rifiutano e le riagganciano quella precedente 🙂

      1. trinacria ha detto:

        Salve ho fatto richiesta per la doppia aspi tramite patronato dopo aver verificato le settimane utili e ho visto che ci rientravo dopo aver lavorato ora è da un mese che l ho inoltrata e il patronato mi ha detto che devo aspettare l emens di febbraio e marzo visto che ho lavorato tra febbraio e marzo è normale tutto questo ?quanto devo aspettare?grazie in anticipo

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sì, è normale, bisogna attendere che il datore di lavoro inoltre le informazioni contributive all’INPS. Ovviamente non so quanto impiegheranno ma l’importante è aver presentato la domanda in tempo:) per ulteriori informazioni sulla sua posizione può contattare il numero verde inps 803164 (ps: a quanto pare gli operatori del numero verde INPS non sanno dell’esistenza della cosiddetta “doppia aspi”, ma non è un problema:) chieda solo di verificare lo stato della domanda). Ci tenga aggiornati! A presto

  125. Elena Sirbu ha detto:

    Ciao, mi chiamo Elena e ho lavorato dal 04.11.2013 fino al 20.12.2014 come impiegata commerciale con un contratto determinato. Ho fatto la richiesta a l’INPS attraverso il patronato per l’ASPI subito dopo fine rapporto lavorativo. Nei primi di gennaio 2015 mi è arrivata la risposta del INPS che posso usufruire della Mini ASPI e che la mia disoccupazione inizierà dal 27.12.14 e finirà il 16.06.15, quindi non sono 6 mesi esatti anche se ho lavorato 14 mesi? avevo capito che la Mini ASPI è prevista per la metà del tempo lavorato nel ultimo anno, ho sbaglio? Poi gentilmente, vorrei chiederLe se ho qualche possibilità di ottenere un altro aiuto economico dopo il 16.06.2015 quando scade la Mini ASPI? Ovviamente sempre sono nella speranza di riuscire nel frattempo a trovare un lavoro, però già sono volati 3 mesi e ancora niente lavoro 🙁 , per cui sono molto spaventata e preoccupata del futuro…sopratutto che ho anche il marito che non lavora da più di 2 anni ed è stato messo a mio carico quando ho svolto la mia attività lavorativa.

    La ringrazio in anticipo per la sua disponibilità e complimenti per il suo blog, è utilissimo!

    Grazie e cordiali saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Elena, grazie per i complimenti, il blog nasce proprio per poter dare qualche info più chiara su certi argomenti.
      Per quanto riguarda la tua situazione lavorativa dovresti dirci se hai lavorato full time (8 ore) o part time (4 o meno ore giornaliere), e soprattutto se hai versato almeno un contributo prima del 20/12/2012. Se riesci prova a fare un copia/incolla dal tuo estratto contributivo dal 2011 ad oggi.
      Dopo la mini-ASpI non potrai percepire un altra prestazione di sostegno al reddito, a meno che tu non venga di nuovo assunta, anche per pochi giorni.

      1. Elena Sirbu ha detto:

        Grazie mille per la sua veloce ed utile risposta 🙂
        Per quanto riguarda il mio orario lavorativo: era full time (8 ore) in più straordinari al meno altri 10 ore settimanali quali per 6 mesi non mi sono stati pagati, motivandomi che cosi è la loro politica aziendale -non pagare gli straordinari i primi 6 mesi lavorativi- bullshit!…purtroppo non ho dei contributi versati prima del 20/12/2012…questa è l’unica mia esperienza lavorativa..bohh sperando sempre che non sia anche l’ultima 🙂
        Grazie ancora per la sua disponibilità e Le auguro tanto successo in tutto! 🙂

        1. Previdenza Facile ha detto:

          A quale patronato si è affidata? Forse sono stati un po’ superficiali in questo. Non capisco come mai non hanno accettato la domanda di ASpI, il patronato avrebbe dovuto fare ricorso a mio parere (e forse è ancora in tempo, controlli i tempi per il ricorso sulla lettera di reiezione dell’ASpI), poiché “Devono essere trascorsi almeno due anni dal versamento del primo contributo contro la disoccupazione; il biennio di riferimento si calcola procedendo a ritroso a decorrere dal primo giorno in cui il lavoratore risulta disoccupato.” …ho fatto copia/incolla dal sito dell’INPS, se la matematica non è un’opinione il suo primo contributo coincide proprio con il primo giorno utile di contribuzione per soddisfare tale requisito. Fossi in lei proverei a rivolgermi di nuovo al patronato, o comunque alla sede INPS di competenza (se necessario chieda di fissare un appuntamento attraverso il numero verde) per verificare che effettivamente lei non abbia diritto all’ASpI (8 mesi).
          Per quanto riguarda invece il periodo di mini-ASPI, questo non può essere superiore a sei mesi, in quanto viene calcolata sulla base dei contributi versati nei soli 12 mesi precedenti la data della domanda.
          Spero di essere stata chiara, se ha ancora dubbi non esiti a rispondere 🙂

  126. Luca Grillandini ha detto:

    Salve io sono disoccupato dal 1 gennaio 2014 ho preso l’aspi x un anno (ero full time) da maggio lavorero x 2 mesi a tempo determinato, dopo posso richiedere la naspi? o la doppia aspi?
    Grazie mille
    luca

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, la doppia ASpI sicuramente no in quanto dal primo maggio entrerà in vigore la NASpI. Per l’accesso alla NASpI deve verificare le settimane sul suo estratto contributivo da luglio 2011 a luglio 2015.

      1. Luca Grillandini ha detto:

        io ho lavorato ininterrottemante dal maggio 89 al 31 dicembre 2013

        1. Previdenza Facile ha detto:

          potrà richiedere la Naspi al termine del suo rapporto di lavoro.

  127. Federica Fraghì ha detto:

    Buonasera, sono stata licenziata il 30/06/2014 e da luglio ’14 a febbraio ’15 ho percepito l’aspi. Ora, vorrei sapere se posso chiedere la mobilità in deroga all’inps, in attesa ovviamente di un nuovo lavoro… Grazie…

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Federica, non è escluso che chi ha percepito l’ASpI possa percepire anche la mobilità in deroga. Ha già presentato la domanda? Credo che dovrà rivolgersi ad un patronato/caf poiché, per qanto ne so, la domanda di mobilità in deroga andava inoltrata contestualmente a quella di ASpI. Di seguito i requisiti per la mobilità in deroga tratti dal sito dell’INPS:

      REQUISITI

      12 mesi di anzianità aziendale (alla data di licenziamento) presso il datore di lavoro che ha effettuato il licenziamento, di cui 6 mesi effettivamente lavorati, comprese ferie, festività e infortunio. Nel computo sono comprese eventuali mensilità accreditate dalla medesima impresa presso la gestione separata a condizione che:
      non si tratti di redditi derivanti da arti e professioni;
      il lavoratore operi in regime di monocommittenza;
      il reddito conseguito sia superiore a € 5.000 (anche se relativo a più di un anno solare);
      aver reso dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o ad un percorso di riqualificazione professionale. In caso di rifiuto il lavoratore perde il diritto a qualsiasi prestazione.

  128. Deepika Puri ha detto:

    ciao sono puri deepika iu gia fatto domanda di aspi magggio 2015 faesso finita 10feb2015 voglio separe che posso fare un altro domanda per disccupazione iu gia lavorato quasi 9anni da febbraio 2005 fina maggo 2014 lavorato calzeficio tempo peno con tempo indetriminato prima prsso dioccupazione motivo che bambini meno di un anno firmato su lavoro dopo mi accetato la domanda aesso voglio separe chi cosa fare e quando tempo ancora fare contratto per fare ancora domanda di disoccupazione grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Non è semplice ma ci provo 🙂 se ha sempre lavorato basterà un nuovo contratto, anche di pochi giorni, per chiedere di nuovo la disoccupazione di 8 mesi. Ma dovrà affrettarsi perché la nuova domanda di aspi potrà presentarla entro il 30/04/2015 quindi il rapporto di lavoro deve terminare entro il 29/04/2015

  129. Previdenza Facile ha detto:

    bene così è molto più chiaro, anche se il risultato purtroppo non cambia. Le settimane si contano da marzo 2013 perché siamo ormai a marzo 2015 e non più a gennaio. Dunque lei non ha neanche 51 settimane, ma dobbiamo togliere 8 settimane di gennaio e febbraio 2013, dunque ne avrebbe 43 del 2013 +1 del 2014…non ci siamo 🙁

    1. grazie per la risposta e gentilissimi, continuate finche’ potete dare questo servizio, aiuterete tante persone che…..come me….non riescono a capire il linguaggio della nostra burocrazia, (inps compresa). ce ne fossero dei blog come questo!!!!! auguri di vero cuore e buona serata. giuseppe.

      1. Oscar ha detto:

        Salve e grazie per l’ attenzione che vorrete dedicarmi.
        La mia situazione è la seguente:
        – assunzione dal 01/03/2012 al 31/12/2013 (45 settimane come da estratto contributivo);
        – prima ASpI dal 08/01/2014 al 08/09/2013 (52 settimane come da estratto contributivo);
        – assunzione dal 10/10/2014 al 27/10/2014;
        – seconda AsPI dal 04/11/2014 al 04/07/2015.
        Qualora dovessi avere un contratto a tempo determinato per esempio dal 10/07/2015 al 31/07/2015, potrei usufruire della NAsPI relativamente ai 10 mesi che a mio avviso non hanno generato nessuna ASpI?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Oscar, provi a ricontrollare il suo messaggio forse c’è qualche incongruenza:

          1) di quali 10 mesi parliamo?
          2) dall’1/3/2012 al 31/12/2013 solo 45 settimane? era part-time?
          3) l’aspi dall’8/1 all’8/9 non può essere di 52 settimane, e comunque non è valida ai fini del conteggio

          Provi a fare un effettivo copia/incolla dall’estratto contributivo.
          A presto!

  130. TRUE ha detto:

    Salve! Vorrei avere anch’io dei delucidazioni riguardo la possibilità di ottenere la doppia aspi. Ho lavorato da settembre 2012 a luglio 2014 con contratto a tempo indeterminato. Da agosto a marzo ho percepito la prima Aspi. Se riuscissi ad ottenere un contratto di dieci giorni nel mese di aprile potrei ripresentare domanda? Al call center INPS non hanno le idee molto chiare. Le mie settimane lavorative da settembre 2012 a luglio 2014 sono 96. Grazie per l’interessamento

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se il contratto era full time dovrebbe poterci rientrare. Da quel che ho capito ha anche più di 52 settimane ancora, infatti credo che lei possa far valere almeno un anno di lavoro pieno da aprile 2013 ad aprile 2014 giusto? Più ci sarebbero le settimane da maggio a luglio 2014. Fossi in lei non perderei altro tempo 🙂

      1. TRUE ha detto:

        Si, il contratto era full time ed ho anche più di 52 settimane. Il problema è che all’Inps mi rispondono che sono settimane già utilizzate al fine della prima aspi.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Non ti curar di loro…scusa se te lo dico, ma sono più che certa di quello che scrivo:) Infatti, se ci fai caso, nella regole dell’ASpI, non è specificato che non possono essere utilizzati gli stessi contributi per percepire nuovamente l’ASpI, mentre è specificato per la NASpI.

          1. TRUE ha detto:

            Grazie mille per le informazioni. Spero proprio di riuscire ad ottenere di nuovo il sussidio perché non ho ancora trovato un lavoro. Oltretutto questa volta il sussidio dovrebbe avere la durata di 10 mesi?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Sì, 10 mesi nel 2015.

          3. TRUE ha detto:

            Mi scusi se la disturbo ancora, il prossimo contratto può essere sia a tempo determinato che indeterminato? Basta anche 1 sola settimana? Ed è importante il settore? Mi hanno proposto un lavoro in un bar mentre il precedente era in edilizia, questo comporta qualcosa? Grazie

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Certo, può essere sia a TI che a TD. Basta anche una sola settimana di lavoro. Il settore non è importante, basta che sia un contratto da lavoro dipendente.

  131. Roberto Muratori ha detto:

    Ciao, prima di tutto complimenti per il blog.
    Lavoro dal 2010 in una ditta con un contratto a tempo indeterminato. l’azienda non sta andando bene e naviga in cattive acque. Ho trovato un nuovo posto di lavoro a partire dall’1 aprile presso un’agenzia di lavoro per una durata di 6 mesi e con la possibilità, conoscendo i titolari, di una seguente assunzione. Volevo sapere se dimettendomi il 31 marzo, d’accordo con la mia ditta, per intraprendere il nuovo impiego e in caso passati i sei mesi andasse male avrei diritto ancora alla disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Roberto, in questo caso potresti certamente accedere alla NASpI in quanto il rapporto di lavoro per il quale hai dato le dimissioni non sarebbe quello che genera il diritto al sussidio, che scadrebbe dopo 6 mesi in quanto a tempo determinato.

  132. Buonasera,
    volevo chiedere una consulenza per la situazione della mia compagna.
    Dal 1 luglio 2014 e’ disoccupata,ma avendo partorito(30 giugno 2014) nel suo ultimo giorno di lavoro della nostra seconda bimba ha preso la maternita’ fino al 30 settembre.Dal 1 ottobre sta prendendo la disoccupazione che terminera’ il 31 maggio 2015,il nostro problema e’ che non si riesce ha trovare un lavoro e la vedo difficile sinceramente.
    La domanda e’:
    finito gli otto mesi di disoccupazione si puo’ richiedere essendo mamma con due bimbi piccoli e soto i 35 anni un prolungamento, un unatantum o qualsiasi altro aiuto da parte dello stato?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesco, purtroppo ad oggi non c’è alcuna possibilità di prolungare la disoccupazione, e a parte il bonus bebè, tanto millantato ma di cui nessuno sa ancora nulla, non esiste più alcun sostegno al reddito. Nel caso di un breve rapporto di lavoro si può sperare nella NASpI, che conta i contributi versati fino ai quattro anni precedenti (e non più due come l’aspi).

  133. Azzurra Carannante ha detto:

    Buongiorno,ottimo blog,complimenti. Vi ho trovato un sacco di informazioni interessanti.
    La mia situazione è qst: in disoccupazione da dicembre 2014 e che finisce ad agosto 2015. La mia domanda è: nel caso in cui dovessi trovare lavoro prima della fine dell’indennità,anche se ci credo poco, ed essendo superato il fatidico primo maggio,nel caso in cui tale lavoro fosse meno di sei mesi mi darebbero il resto dell`aspi o dovrei fare la domanda ex novo per la naspi? Perché nel caso in cui mi dessero solo il resto dell aspi converrebbe a questo punto farsi assumere direttamente dopo (per poi,magari, a fine contratto accedere alla naspi,io negli ultimi 4 anni ho sempre lavorato..) Grazie in anticipo per la risposta 🙂

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Azzurra e grazie per i complimenti. E’ esattamente la stessa domanda che mi sto ponendo in questi giorni, e come puoi immaginare non ho ancora trovato risposta. Credo proprio che dovremo attendere la circolare INPS sulla Naspi, che tarda ad arrivare…

      1. volevo sapere cortesemente come fare per ottenere una riposta ad un quesito, ho gia’ scritto diverse volte senza ottenere risposta, visto che agli altri rispondete celermente….sicuramente sto’ sbagliando io qualcosa. cordiali saluti giuseppe

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Giuseppe, mi spiace ma questo è il tuo primo commento che vedo…e non c’è scritto il quesito. Resto in attesa. A presto

          1. grazie, celeri e cordialissimi come sempre da quello che vedo in questo post. il mio quesito era questo: ho lavorato da interinale presso la stessa azienda dal febbraio 2011 a dicembre 2013, poi l’azienda ha chiuso e sono rimasto disoccupato. ho percepito l’aspi da gennaio 2014 a gennaio 2015, avendo 55 anni. ora mi chiedo: ho diritto a richiedere l’aspi due? e poi….posso richiedere la naspi il primo maggio? tornando indietro, nel 20011: ho maturato 47 settimane di lavoro , nel 2012 45 settimane di lavoro più 7 di miniaspi, e nel 2013 51 settimane. faccio presente che nel giugno 2014 ho avuto un contratto di un giorno di lavoro, e 52 settimane di Ctr. Figurativa per ASpi . cordiali saluti e complimenti per il servizio che date a noi poveri mortali!!!

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Sono contenta che sei riuscito ad inserirlo! Purtroppo devo dirti che non riuscirai a prendere la doppia aspi perché dovresti avere 52 settimane contributive da marzo 2013 a marzo 2015…prova a ricontarle ma non credo che riuscirai. Per la Naspi forse sì, in quanto si va a contare indietro di 4 anni (escluse le settimane che hanno già dato luogo ad una prestazione, altra fregatura…), ma bisogna attendere la Circolare dell’INPS, che deve ancora uscire. Grazie per i complimenti, a presto!

      2. Azzurra Carannante ha detto:

        Buongiorno! 🙂 mi ricollego allo scorso commento giusto per farti notare che già in passato ho rotto le scatole.. sono ancora in aspi che terminerà a luglio ( ad agosto percepiro` l’ultimo mese). Il mio ultimo contratto è scaduto il 30 nov 2014; quindi se, paradossalmente, entro li 30 nov 2015 trovassi qualcuno disposto ad assumermi per 1 giorno potrei richiedere la naspi? (In quanto avrei ancora le 30 gg lavorative negli ultimi 12 mesi?) Giusto per capire se mi devo sparare se non succede..nn allego estratto contributivo perché dal 2011 in poi ho lavorato sempree full time.. grazie,saluti 🙂

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sì, va bene un rapporto di lavoro anche breve, l’importante è che i 30 giorni siano di effettiva presenza sul lavoro 🙂

          1. Azzurra Carannante ha detto:

            Buon pomeriggio di nuovo :).
            Ho saputo che,molto probabilmente,ad agosto mi verrà proposto un lavoro come colf per una sostituzione di una settimana,in regola..premesso quanto vi ho detto prima,così dovrei riuscire a riprendere la naspi,giusto?

  134. silvia ha detto:

    Buonasera,
    innanzitutto complimenti per il sito e per la vostra professionalità.

    Ho letto gran parte dei quesiti degli altri utenti e ormai ho capito che per quanto mi riguarda, dal primo giugno non becco più un quattrino.
    Però avrei due domande e scusate la mia ignoranza: se venissi assunta con contratto interinale a tempo determinato, potrei fare valere questo tipo di assunzione per presentare una naspi (sempre che abbia i requisiti, ovviamente)?
    Inoltre: mi hanno proposto un lavoro sotto forma di tirocinio per 3 mesi (remunerato veramente da fame). Visto che mi scadrebbe la disoccu a inizio giugno, mi converrebbe, seppur rimettendoci a livello di guadagno, accettare questo lavoro per poi chiedere nuovamente la disoccupazione?
    Vi ringrazio moltissimo per l’attenzione e vi auguro una buona serata
    Silvia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Silvia, grazie per i suoi complimenti.
      Per quanto riguarda il contratto interinale determinato le dico di sì, al termine di quello potrà fare richiesta di NaspI.

      Se invece rinuncerà alla disoccupazione per prendere il tirocinio (per il quale non credo sia previsto il versamento dei contributi se non erro, ma dovrei approfondire) al termine del tirocinio non potrà rifare la domanda, in quanto non si tratta di un contratto da lavoro dipendente. Quindi rifletta bene se conviene perdere dei mesi di disoccupazione per lavorare sodo senza una retribuzione decente né versamento di contributi.

      Ai fini del tirocinio le può forse interessare questa circolare dell’INPS sulla nuova Indennità di Tirocinio in alternativa alla retribuzione (a volte è più conveniente il sostegno al reddito che lo “stipendio”…siamo messi maluccio).

      1. silvia ha detto:

        La ringrazio molto per le delucidazioni!
        Aspetterò che mi scada la disoccupazione e confido di essere assunta da qualche parte (ormai si prende quello che c’è) con un contratto di subordinazione almeno per l’estate..
        Intanto per ridere un po’: il tirocinio consisteva in 30-40 ore settimanali per un totale lordo di € 400,00. In pratica avrei guadagnato meno della metà della disoccupazione per coprire le ferie ai veri dipendenti (beh questo lo penso io). Poi col fatto che quello specifico lavoro lo so già fare, sarei stata proprio una manna dal cielo, per loro.
        Che presa in giro però.
        La ringrazio nuovamente per il suo interessamento e le auguro una buona giornata!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ottima scelta, direi! 🙂 Porterà sicuramente un lavoro migliore, se non altro più dignitoso. Non bisogna arrendersi!
          A presto!

  135. luana83 ha detto:

    salve, mi servirebbe un consiglio,ho lavorato dal 1/1/2013 al 31/01/2013 52 settimane e dal 1/1/2014 al 31/7/2014 31 settimane, dal 5/8/2014 mi è stataa accolta la domanda di indennità di disoccupazione che è scaduta a marzo . ho ricevuto una proposta di lavoro per poche settimane alla fina delle quali posso richiedere nuovamente la disoccupazione? potro’ richiedere la Naspi o ASpi ?’ grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Luana, affinchè lei possa usufruire di quelle settimane (che sono più di 52, e quindi ci rientrerebbe) per percepire di nuovo l’ASpI, dovrà fare una nuova domanda entro e non oltre il 30/04/2015 in quanto dal 1° maggio dovrebbe entrare in vigore la Naspi

  136. karmi ha detto:

    salve,
    le settimane contributive dellaspi sono valide ai fini della doppia aspi.infatti io dal 30 aprile 2015al 30 aprile 2013 ho 44 settimane.
    se potessi conteggiarli allora sarei a 76.GIUSTO??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se ha sempre lavorato fino al 2014 dovrebbe avere più settimane, perché solo 44? Con quali settimane arriva da 44 a 76? Non è molto chiaro, abbia pazienza 🙂

      1. karmi ha detto:

        scusi mi spiego meglio.
        ho lavorato da giugno 2012 a marzo 2014 totale settimane 100
        prima aspi luglio 2014 marzo 2015.
        se ritrovo lavoro entro 30 aprile anche x due settimane posso richiedere la doppia aspi?
        inps mi dice di no.dove posso reperire la norma??

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Devi contare le settimane da aprile 2013 ad aprile 2015, a 52 dovresti arrivarci. il rapporto di lavoro dovrebbe terminare entro il 29/04/2015 affinché tu possa ripresentare domanda di Aspi il 30/04/2015, il giorno prima dell’entrata in vigore della NASpI.

  137. Valentina Fioretti ha detto:

    Buonasera,
    mi chiamo Valentina, ho 29 anni e dal 25/08/2014 sono disoccupata. Vorrei avere delle informazioni riguardo la mia situazione. Vi propongo uno schema sulla base dell’esempio che avete fatto sulla pagina, ho sostituito i miei dati e messo qualche punto interrogativo che vi pregherei di guardare…. Secondo voi potrei provare a richiedere una nuova Aspi? Inoltre i voucher (o come li chiamo io il “nero legalizzato”) sono in qualche modo utili al calcolo delle settimane contributive per l’accesso alle prestazioni a sostegno del reddito? Ultima domanda…nel caso in cui potessi richiedere una nuova aspi o mini Aspi….avrei già dovuto richiederla? Grazie immensamente in anticipo…ma il caf a cui mi affido non saprebbe mai darmi delle risposte in merito….chiusa polemica. E complimenti per la pagina! Davvero utile 😉

    PRIMA ASPI
    Fine primo rapporto di lavoro: 25 agosto 2014
    Periodo utile di contribuzione: dal 25 agosto 2012 al 25 agosto 2014????? giusto?
    Settimane lavorate nel periodo utile di contribuzione: 104
    Prima ASpI: dal 02 settembre 2014 al 02 aprile 2015 (in corso)

    EVENTUALE SECONDA ASPI
    Inizio nuovo contratto: 21-22-23 gennaio 2015 (datore 1)
    29-30-31 gennaio 2015 (datore 1)
    12-13-14 febbraio 2015 (datore 2)

    contratti subordinati a tempo determinato 9 giorni non continuativi, 3 contratti (Ministero Pubblica istruzione)

    Fine nuovo contratto 14 febbraio 2015 (ultimo contratto)
    Periodo utile di contribuzione: dal 14 gennaio 2013 al 14 gennaio 2015 ?????
    Settimane lavorate nel periodo utile di contribuzione: ???????

    Questo è un riepilogo del il mio estratto conto contributivo:

    Periodo lavorativo Contributi utili
    Dal Al
    02/11/2009 31/12/2009 Apprendista sett. 9
    01/01/2010 31/12/2010 Apprendista sett. 52
    01/01/2010 31/12/2010 Malattia/infort.(ad int) sett. 0
    01/01/2011 31/12/2011 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2012 31/12/2012 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2013 31/12/2013 Lavoro dipendente sett. 52
    01/01/2014 25/08/2014 Lavoro dipendente sett. 35
    Grazie mille dell’attenzione.

    Valentina

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Valentina, andiamo per gradi:)
      -Intanto ti dico che i versamenti dei (pochi) contributi versati con i voucher (esattamente nero legalizzato) non danno diritto a niente 🙁 Vanno tutti nella gestione separata…ammesso che qualcuno si decida a metterceli!
      -ASpI: considerato che nel frattempo hai lavorato, ti ricordi se l’hai sospesa? oppure stai continuando a percepirla e ti sei fatta decurtare le giornate lavorative (29-30-31 gennaio 2015 e 12-13-14 febbraio 2015)?

      Se l’hai sospesa dovrebbe riattivarsi in automatico* se non hai ancora terminato gli 8 mesi dal 24 agosto (e dovrebbe terminare il 24 aprile). Se così non è stato, puoi provare a ripresentare domanda: ogni tanto qualcuno si sbaglia e ne fa partire una nuova invece di riprendere quella precedente…non si sa mai:)

      Se stai continuando a percepirla terminerà, deduco, proprio il 30 aprile (24 aprile era la fine del periodo indennizzabile + 6 giorni di lavoro tra gennaio e febbraio=30 aprile), di conseguenza, non potrai più richiedere la doppia ASpI in quanto dal primo maggio entrerà in vigore la NASpI

      * NUOVA ATTIVITA’ LAVORATIVA IN CORSO DI PRESTAZIONE

      Nel caso di nuova occupazione del soggetto assicurato con contratto di lavoro subordinato, l’erogazione della prestazione ASpI è sospesa d’ufficio, sulla base delle comunicazioni obbligatorie, per un periodo massimo di sei mesi; al termine della sospensione l’indennità riprende ad essere corrisposta per il periodo residuo spettante al momento in cui l’indennità stessa era stata sospesa.

      1. Valentina Fioretti ha detto:

        Grazie mille per la celere risposta!
        avendo lavorato in totale 9 giorni tra gennaio e febbraio dell’anno corrente 21-22-23 gennaio 2015 e 29-30-31 gennaio , 2015 12-13-14 febbraio 2015 credo che non riuscirei a richiederla prima del fatidico 1° maggio (che mi scusi ma mi sà tanto di presa in giro istituire le nuove misure a sostegno del reddito il giorno della festa dei lavoratori….). Comunque ho presentato in tutti i 3 casi di attività lavorativa la comunicazione telematica AspiCom, per dichiarare correttamente i 9 giorni lavorati….infatti nel mese di febbraio mi sono stati accreditati 22 giorni invece di 28. Ad esempio questi 6 giorni crede che mi saranno “restituiti” o andranno persi perchè ho percepito un compenso dal datore di lavoro? Ultima domanda….avendo dichiarato presso il centro per l’impiego il mio stato disoccupazionale in data 26/08/2014 (data fine rapporto di lavoro 25/08) l’indennità che mi spetta sarebbe dovuta partire dal 26/08 giusto? Non capisco perchè l’inps và dal 02/09 al 30/09 settembre…..ma forse è solo un cavillo….magari sono io che non capisco molto in materia….ma sà, parlarne con l’inps è impossibile….non mi hanno neanche scritto che data di termine avrà l’aspi….mah. La ringrazio immensamente per la sua cortesia.
        Valentina

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Concordo per la presa in giro, tanto più che tali nuovi misure a sostegno del reddito le ritengo proprio scellerate, ma cosa possiamo pretendere da un governo scelto da Nessuno? Meglio non pensarci…
          Credo proprio che non riuscirà a prendere la doppia ASpI.
          Non perderà le giornate in cui ha lavorato, semplicemente le verranno pagate alla fine se non si rioccuperà definitivamente prima del termine dell’ASpI.
          Per la decorrenza bisogna vedere la data in cui ha inoltrato la domanda e non la data in cui ha dato disponibilità al centro per l’impiego, riporto dal sito INPS:

          DECORRENZA DELLA PRESTAZIONE

          L’indennità di disoccupazione ASpI spetta:
          -dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro, se la domanda viene presentata entro l’ottavo giorno;
          -dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda, nel caso in cui questa sia stata presentata dopo l’ottavo giorno;
          -dalla data di rilascio della dichiarazione di immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa nel caso in cui questa non sia stata presentata all’INPS ma al centro per l’impiego e sia successiva alla presentazione della domanda;
          -dalle date di cui alle lett. c), d), e), f) del precedente paragrafo “la domanda” , qualora la domanda sia stata presentata prima di tali date o dal giorno successivo alla presentazione della domanda, qualora presentata successivamente ma, comunque, nei termini di legge.

          1. Valentina Fioretti ha detto:

            La ringrazio. Ci ho sperato per qualche minuto visto che in casa siamo in 2 e in 2 senza lavoro.
            Evviva l’Italia. Evviva la Repubblica. Scusi lo sfogo.
            Grazie ancora per il tempo che mi ha dedicato.
            Buona giornata.
            Valentina.

  138. Antonella ha detto:

    Salve,ho fatto la richiesta Aspi in data 16 luglio 2014 con decorrenza 22/07/2014
    volevo sapere con precisione la data del termine Aspi,visto che,
    ho avuto una proposta di lavoro con contratto di 15 giorni e da quanto ho capito potrei richiedere nuovamente l’Aspi entro il 30 Aprile(avendo le 52 settimane richieste già maturate in precedenza),riuscirei a far partire con decorrenza 01/04/2015 il nuovo contratto? quale busta paga mi richiederà la nuova domanda Aspi in quanto mi verrà consegnata a maggio 2015.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Antonella. Se hai le 52 settimane puoi farcela. Il tuo periodo indennizzabile dovrebbe terminare il 22 marzo (giorno più giorno meno).
      L’INPS non chiede più le buste paga, a meno che non risultino ancora le ultime settimane di lavoro. La media viene fatta sulla retribuzione degli ultimi due anni di lavoro. Facci sapere se sei riuscita! A presto

      1. Antonella ha detto:

        Mi perdoni,cosa intende per “a meno che non risultino ancora le ultime settimane di lavoro”.
        Grazie ancora a presto

        1. Previdenza Facile ha detto:

          L’estratto contributivo non viene aggiornato tutti i giorni, dunque, a meno che non sia ancora stato aggiornato, e a meno che il datore di lavoro non deve ancora mandare all’INPS la denuncia del mese, non ti chiederanno buste paga. Ma a prescindere da questo, il calcolo viene fatto sugli ultimi due anni di lavoro quindi credo che la cosa non sia rilevante.

          1. Antonella ha detto:

            Save ti chiedo di rileggere le mie richieste fatte il 16 marzo perchè mi è sorto un dubbio,
            ho avuto l’ok per il nuovo contratto,dovrei capire bene se mi conviene richiedere l’aspi o la naspi avendo sempre lavorato(dal 1995) con un contratto di 6 ore al giorno,
            é importante che il nuovo contratto sia di 6/ 8 ore giornaliere o potrei fare anche part-time per 15 giorni
            Grazie
            Antonella

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Se può far valere più di 52 settimane da aprile 2013 ad aprile 2015 fossi in lei proverei a fare di nuovo domanda di ASpI piuttosto che aspettare la NASpI. Questo perché non essendo ancora uscita una circolare INPS non sappiamo ancora come verrà effettivamente calcolata e quali contributi verranno considerati. Teoricamente, nel suo caso specifico, dovrebbero calcolare i contributi che vanno da aprile 2011 al 16/07/2013, si tratta di poco più di due anni, quindi dovrebbero spettarle almeno 12 mesi di NASpI, ma ripeto, non potrei darle la certezza, mentre per quanto riguarda l’ASpI, se presenta di nuovo domanda entro Aprile le spetteranno sicuramente 10 mesi di ASpI. Le consiglio questo perché, nella remota ipotesi in cui l’ASpI venisse respinta per X motivi, avrà tutto il tempo di presentare la Naspi a maggio 🙂 Spero di esser stata esauriente. Mi faccia sapere!

  139. karmi ha detto:

    giorno a tutti.
    vorrei porle questo quesito:
    ho lavorato da giugno 2012 a marzo 2014.
    97 settimnae
    prima aspi:luglio 2014 marzo 2015
    posso richiedere la doppia aspi?l operatore dell inps mi ha detto….. cos è la doppia aspi??
    ovviamente come leggo avendo un nuovo contratto ?
    GRAZIE

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve,
      devi prima avere un nuovo contratto, e poi contare le settimane dalla fine di quel contratto fino a due anni indietro. Esempio: fine contratto 15/04/2015 Bisogna contare le settimane nel periodo contributivo dal 15/04/2013 al 15/04/2015 , se ce ne sono 52 puoi richiederla nuovamente. Ma attenzione perché dal 1° maggio 2015 non sarà più possibile!

  140. francesca melilli ha detto:

    SALVE!Dopo aver letto questo articolo ho chiamato il numero verde dell’ Inps e l’operatore nn era a conoscenza di questo doppia aspi.La mi a situazione è che ho percepito la disoccupazione partendo da maggio 2014 per 8 mesi. In questo caso è possibile richiederla dopo aver trovato anche un lavoro per un giorno?
    Grazie
    buona serata

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesca,
      per verificare se hai o meno diritto alla doppia aspi dovresti contare le settimane contributive che puoi far valere nel periodo da marzo 2013 a marzo 2015. Se ce ne sono almeno 52 puoi chiederla nuovamente. A presto!

  141. Riccardo Casati ha detto:

    Buonasera ho percepito la mia prima indennità di disoccupazione Aspi a partire da Luglio 2014 e finirà nel Marzo 2015 (mese corrente). Fino al 16 Luglio 2014 ho sempre lavorato regolarmente come dipendente privato a tempo indeterminato. La mia domanda è la seguente: sapete se esiste qualche ulteriore sussidio al quale potermi aggrappare con la speranza di trovare di nuovo un posto di lavoro? Attendo una vostra risposta in merito visto l’esperienza che avete maturato nel campo. Buona serata!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Riccardo, l’unica speranza che ti rimane, ahimé, è quella di farti assumere a tempo determinato appena finisce la disoccupazione, anche per una o due settimane soltanto, e poi ripresentare domanda. I contributi ce li hai e quest’anno l’ASpI dura 10 mesi. Sarebbe davvero un peccato perdere questa occasione se ancora non hai trovato un posto di lavoro! In bocca al lupo, a presto

      1. Riccardo Casati ha detto:

        Buonasera e grazie per la tempestiva risposta in merito alla mia domanda. Immaginavo che avendo sempre lavorato e versato contributi avrei potuto avere una piccola speranza. Proverò a fare come dice lei con un contratto di assunzione a tempo determinato di un mese (cosa tra l’altro proposta da un datore di lavoro per aiutarlo a finire una commessa) e poi ripresenterò domanda tramite caf per la disoccupazione. Un dubbio che ho,ma quando mi chiederanno le ultime 4 buste paga da presentare per appunto chiedere la disoccupazione io cosa potrò dare visto che l’unica busta paga in mio possesso sarà quella dell’unico mese lavorato? Grazie ancora, a presto.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Di norma non chiedono più le buste paga, se non in casi eccezionali, ma se dovesse accadere puoi comunque dare le ultime che hai, anche se fanno riferimento allo scorso anno. Una raccomandazione: attenzione a non presentare la domanda oltre il 30 aprile, in quanto dal 1° maggio entrerà in vigore la NASpI che non permette più di utilizzare i contributi che hanno già dato luogo ad un sussidio 😉

          1. gianni85 ha detto:

            Salve,io ora sono inquadrato con un contratto a termine fino a metà maggio(mese in cui entrerà in vigore la Naspi),vorrei sapere se una volta finito il contratto potevo percepire il sussidio,nonostante nel 2014 ho percepito l’Aspi per 8 mesi?Dico questo perchè leggendo la legge si evince nell’articolo 5 che nella durata non saranno calcolati i periodi contributivi che hanno già dato luogo ad un indennizzo,quindi mi sembra di capire che chi negli ultimi 4 anni ha fatto una disoccupazione,con la nuova legge ha perso tutti i periodi contributivi?Oppure dobbiamo ancora aspettare una circolare ufficiale dell’INPS?La ringrazio anticipatamente per la cortese disponibilità.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Gianni,
            sicuramente sarà opportuno attendere la circolare INPS, ma, a logica, considerato che per la NASpI si contano i contributi dei 4 anni precedenti, forse potrà essere possibile considerare i contributi versati precedentemente a quelli che hanno dato luogo all’ASpI. Facci sapere se riuscirai a percepirla! A presto:)

  142. Marco Palla ha detto:

    Ciao sono in Aspi dal 17 agosto 2014 (terminerà il 17 aprile 2015) Avevo le 52 settimane perché ho lavorato dal 2007 fino al 31 luglio 2013 per la stessa azienda, poi non ho più lavorato fino a luglio 2014 (lavoro stagionale di un mese) e terminato questo ho fatto la domanda e ottenuto l’indennità. Sa se ho diritto a una nuova indennità finita questa? Magari lavorando per un periodo? Grazie mille. Buona giornata.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Marco, credo proprio la non riuscirai a prendere la doppia ASpI purtroppo. Non solo dovresti fare la domanda entro il 30 aprile 2015 ( in quanto dal 1° maggio entrerà in vigore la NASpI che non permette più di utilizzare i contributi che hanno già dato luogo ad un sussidio) ma il calcolo delle 52 settimane bisogna farlo a partire da aprile 2013, e da quanto ho capito le 52 settimane non ci sono 🙁

  143. giemmelle ha detto:

    salve, vi spiego in breve la mia situazione:

    in aspi dal 1/04/2014 al 1/12/2014
    settimane di contribuzione dell’ultimo biennio (24/02/2013-24/02/2015) : 50+35 figurative durante l’indennità

    ottenendo un contratto dal 1/03 di un mese, potrei chiedere in conclusione una nuova Aspi?

    Grazie per il vostro importante servizio

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve,
      purtroppo non è molto chiara la situazione contributiva, inoltre il conteggio va fatto dai due anni precedenti il termine del rapporto di lavoro (quello che dovrebbe iniziare il 01/03/2015 quando finirebbe?) e non dal 24/02/2013. Se hai solo 50 settimane lavorative non potrai fare di nuovo richiesta di ASpI perché le 35 figurative (generate cioè dall’ASpI) non possono essere utilizzate per accedere all’ASpI stessa, altrimenti passeremmo la vita in disoccupazione 🙂

      1. giuseppe ha detto:

        Salve vorrei porle il mio quesito, spero mi possa illuminare. Ho richiesto l aspi a settembre 2014 poiché ho perso il lavoro ad agosto. A breve mi scadrà l aspi, nel biennio precedente ho 57 settimane se nn vado errato(quando ho chiesto l aspi), posso richiederla nuovamente se lavoro per 15 giorni o posso rientrare nella famosa Asdi. Mi illumini per favore. Grazie anticipatamente

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Giuseppe,
          quando dici “nel biennio precedente” intendi da marzo 2013 a marzo 2015? Perché è importante fare bene il calcolo partendo dal giorno in cui si presenta la nuova domanda, dunque in primis il mio consiglio è quello di verificare bene l’estratto contributivo.
          Per quanto riguarda la presentazione della seconda domanda dovresti indicarmi esattamente il giorno di decorrenza dell’ASpI altrimenti non è semplice fare il calcolo.
          L’ASDI sicuramente non spetta in quanto si tratta di un sussidio successivo alla NASpI, che ancora deve partire, quindi se ne parlerà tra qualche mese almeno…

      2. giemmelle ha detto:

        Scusatemi, forse non mi sono spiegato bene. Il contratto che mi è stato prospettato varebbe per l’intero mese di marzo. Alla scadenza di questo breve contratto, nel biennio precedente avrei 50 settimane di contribuzione regolari e in piu 35 figurative dell’aspi. Facendo domanda per una nuova ‘indennità, ne avrei diritto?Grazie di nuovo

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Se ne hai solo 50 credo proprio che non ci rientri… 🙁

  144. NASsY nnhopiu uncognome ha detto:

    Buona Sera,
    Dopo 10 anni di lavoro in un azienda, ho perso il lavoro e sono disoccupata dal 24/07/2014, percepisco la disoccupazione Aspi dal 08/10/2014, e dovrei concluderla il 08/04/2015… Purtroppo in questo lasso di tempo non ho trovato lavoro, e sono madre di 3 figli di 17,5,1 anni. Potrei richiedere la doppia Aspi? Oppure, ci sono altri aiuti di cui potrei usufruire al termine della disoccupazione attuale?

    Scusi il disturbo e grazie per l’attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Nassy,
      innanzitutto non disturbi:)

      Ti dico subito che ad oggi non esistono ammortizzatori sociali successivi al percepimento dell’ASpI.
      Per quel che riguarda la “doppia ASpI” dovrai auspicare un nuovo contratto di lavoro da lavoro dipendente a tempo determinato, anche di una o due settimane, e poi ripresentare domanda. Se ripresenti la domanda entro il 30 Aprile 2015 riprenderai l’ASpI per 10 mesi, se invece la ripresenterai dopo il primo maggio 2015 percepirai la NASpI
      L’importante però è che tu abbia 52 settimane contributive nel biennio precedente la domanda, cioè da Aprile 2013 ad Aprile 2015. Per saperlo puoi rivolgerti agli operatori del numero verde.

      1. Nasima Zahar16 ha detto:

        Buonasera,
        Sono Nassi la Signora del commento sopra, ho dovuto creare un nuovo profilo dato che mi ero dimenticata della password dell’altro account.
        Allora, innanzi tutto la ringrazio per aver risposto alle mie domande in modo esauriente, ma avrei ancora dei dubbi.
        Come le avevo già detto ho perso il lavoro quest’estate, dove mi sono dimessa perché non avevo persone a cui affidare mia figlia di 1 anno durante il lavoro, in seguito ho richiesto la domanda per l’AspI, che mi e stata confermata, e riceverò l’ultimo pagamento il 08/04/2015.(breve riassunto)
        Fatto sta che sono andata a vedere quante settimane di contributi ho a disposizione e ne risultano poco piu di 70, quindi ora se facessi una o due settimane lavorative devo richiedere la doppia AspI oppure posso aspettare e prendere la
        NaspI?
        Un’altra cosa, ho chiamato il numero verde ma mi hanno detto che non c’è una altra AspI, e mi hanno mandato un po in confusione… Cosa posso fare?

        Grazie per l’attenzione

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Se può far valere più di 52 settimane da aprile 2013 ad aprile 2015 fossi in lei proverei a fare di nuovo domanda di ASpI piuttosto che aspettare la NASpI. Questo perché non essendo ancora uscita una circolare INPS non sappiamo ancora come verrà effettivamente calcolata e quali contributi verranno considerati. Teoricamente, nel suo caso specifico, dovrebbero calcolare i contributi che vanno da maggio 2011 al 23/07/2013, si tratta di poco più di due anni, quindi dovrebbero spettarle almeno 12 mesi di NASpI, ma ripeto, non potrei darle la certezza, mentre per quanto riguarda l’ASpI, se presenta di nuovo domanda entro Aprile le spetteranno sicuramente 10 mesi di ASpI. Le consiglio questo perché, nella remota ipotesi in cui l’ASpI venisse respinta per X motivi, avrà tutto il tempo di presentare la Naspi a maggio 🙂 Spero di esser stata esauriente. Mi faccia sapere!

  145. Claudio Di Frenna ha detto:

    Salve… ho letto con interesse il vostro articolo…

    Allora… la mia situazione… il 1.1.2014 ho presentato domanda di aspi… e l’ho presa fino a dicembre 2014.

    Dal 1.1.2014 ad oggi ho continuato a lavorare ‘a chiamata’…. e ad oggi (22.2.2015) ho accumulato ben 46 settimane… diciamo ‘nuove’.

    Ora l’agenzia non mi sta piu chiamando per ‘calo di lavoro’…

    Ora… Supponendo di presentare nuova domanda di aspi… mettiamo il prossimo 1.3.2015… ho visto che dal 1.3.2013 al 1.1.2014 ho ben 38 settimane…!!!
    Quindi mi pare di capire che posso ripresentare una nuova domanda di aspi???

    Inoltre… se la domanda mi sara approvata… facciamo proprio dopo il 1 maggio… sara cmq aspi???

    Grazieeeeee

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Claudio,
      hai controllato bene le settimane sul tuo estratto contributivo online nella colonna “al calcolo”? Le 38 settimane del 2013 sono ottime, per quanto riguarda quelle del 2014/2015 del contratto a chiamata, sei sicuro che siano proprio 46? E’ quasi un anno intero. Queste risultano nell’estratto contributivo?
      Quel che dubito, però, è che il termine del rapporto di lavoro con un contratto a chiamata possa dare diritto alla disoccupazione…perché, effettivamente, non c’è un termine, giusto? Non c’è un licenziamento o una scadenza contratto…dovresti farti assumere per un paio di settimane con contratto da lavoro dipendente e poi fare la domanda, sempre con la certezza di avere le famose 52 settimane nel biennio precedente 🙂
      Se presentata entro il primo maggio 2015 sarà ASpI, a prescindere poi da quando sarà accolta.

      1. Claudio Di Frenna ha detto:

        Salve… allora…

        1. Anche la prima aspi era tutta basata su contratti a chiamata… per fare una settimana… basta rispettare il minimale… quindi tre giornate da 8 ore bastano…

        2. Se guardo la colonna ‘calcolo’ sono un po di meno… una decina… tra i due anni… cmq superiore a 52…

        3. All’inps mi hanno detto che quelle che contano sono cmq quelle al ‘diritto’… vabbe’… ormai mi sono rassegnato… 10 persone… tra inps, caf, patronati, ecc… 10 cose tutte diverse…

        4. il punto è… vi e’ una norma nella legge fornero… e nelle successive informative ministeriali ed inps… che dice… che le settimane devono essere del tutto ‘nuove’ rispetto a quelle della precedente aspi???

        Grazie…

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Le settimane al diritto sono quelle utili a raggiungere, appunto, il diritto all’ASpI. Quelle al calcolo sono quelle su cui si baserà il calcolo per la retribuzione.
          Le settimane non devono essere necessariamente “nuove”, altrimenti questo articolo non avrebbe senso 🙂
          Non si può dire lo stesso per la NASpI (grande fregatura) la quale normativa recita: “non saranno computate le settimane che hanno già dato luogo, in passato, al diritto per la stessa prestazione”. Bisogna ancora capire se per “stessa prestazione” si intende solo la NASpI o si fa riferimento anche ad ASpI e MINIASPI…

  146. roby ha detto:

    Con i contributi dovrei rientrare per essere piu sicuro ml reco al sindacato.da come ho capitoi contratti di poco durata si possono fare in questi giorni hanno modificato un po di tutto e mi ero preoccupato

  147. roby ha detto:

    Contratto determinato non ricordo bene se per 10 giorni lavorativi o per 20.in una ditta edile.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ok. Nel frattempo ti consiglio di contattare il numero verde dell’INPS 803164 per verificare le tue settimane contributive nel biennio precedente

  148. Pino Lambrecchia ha detto:

    Se oggi 21 febbraio inizio a percepire l`ASPI per 10 mesi, diventera Naspi a maggio?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Pino, non credo proprio che la tua prestazione verrà modificata. Se seguiranno la stessa prassi del passaggio da Disoccupazione Ordinaria ad ASpI, continuerai a prendere l’ASpI per tutti i 10 mesi. La Naspi varrà solo per chi presenterà domanda dopo il primo maggio 2015

      Puoi trovare ulteriori informazioni sulla Naspi in questo articolo

  149. roby ha detto:

    Salve,con i nuovi contratti si può richiedere la doppia aspi? Mi dovrebbero assumere per i primi di marzo fino alla fine del mese .

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Roby, non posso sapere che tipo di contratto ti hanno fatto, ma se è un contratto da lavoro dipendente dovrebbe darti la possibilità di percepirla di nuovo, sempre che tu abbia le famose 52 settimane di lavoro nell’arco degli ultimi due anni…facci sapere!

  150. annalisa86ce ha detto:

    Buongiorno.
    Controllando la mia situazione contributiva, mi mancano alcune settimane per arrivare alle 52 richieste…a questo punto faccio questi 3 mesi di lavoro e.me ne ritorno a casa coi miei piccoli per altri 10.mesi.
    Volevo sapere, per il periodo che mi occorre, il contratto finirebbe dopo il primo maggio.
    in questo caso mi.spetterebbe eventualmente l’ aspi o la Naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Annalisa,
      se il contratto di lavoro scadrà dopo il primo maggio 2015 dovrai necessariamente fare domanda di Naspi in quanto l’ASpI non sarà più in vigore, se non per quelli che la staranno già percependo.

  151. annalisa86ce ha detto:

    Salve!aiutate anche me?non si capisce nulla,il Caf dice una cosa, l’inps un’ altra…un manicomio!
    Ho presentato dimissioni x giusta causa e visto che la mia seconda bimba non aveva compiuto un anno,ho potuto godere della disoccupazione.
    Periodo del contratto di lavoro 23/01/12 data dimissioni 20/05/14
    in questo periodo ho avuto due figli e ho fatto due maternità obbligatorie,un pò di facoltativa e un po di maternità a rischio
    Periodo disoccupazione 21/05/14 – 21/01/15
    Ora?che posso fare?andare solo a lavorare immagino 🙁

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ciao Annalisa,
      un nuovo rapporto di lavoro è necessario per percepire di nuovo la disoccupazione, ma dovresti affrettarti perché dal 1° maggio 2015 cambierà tutto, e non si sa neanche esattamente come. Infatti con la Naspi (http://www.previdenzafacile.com/sostegno-reddito/la-naspi-sostituira-laspi-come-cambiera-la-disoccupazione-nel-2015/) sembra che i contributi che hanno già dato luogo ad un sussidio di disoccupazione (aspi o miniaspi) non potranno più essere utilizzati per ottene un nuovo sussidio. Nel tuo caso invece c’è la possibilità di percepire nuovamente l’ASpI, a patto che tu abbia un nuovo rapporto di lavoro, anche di pochi giorni, terminato per scadenza contratto o licenziamento (non so se le dimissioni per giusta causa possono essere valide per due volte consecutive, vedrò di informarmi in merito). Infatti, se non ho capito male, nel biennio precedente (facciamo conto che il tuo prossimo contratto scadrà il 31/03/2015) puoi ancora utilizzare le 52 settimane contributive che vanno dal 01/04/2013 al 01/04/2014. Spero di esser stata esauriente 🙂

      1. annalisa86ce ha detto:

        Grazie,sei stata molto.esauriente e veloce nella risp!
        per la.mobilità in deroga invece sai dirmi qualcosa? Non parlo di quella ordinaria, eh!
        Da quel che ho letto pare che potrei averne diritto ma.come al solito ognuno ti dice una cosa diversa!

        1. annalisa86ce ha detto:

          Perdonami se approfitto ancora di te e della tua gentilezza,ma info a riguardo pare che nn ce ne siano.
          Ai fini del calcolo delle 52 settimane, il periodo di interdizione anticipata (maternità a rischio),vale o non vale?
          Cioè se in quelle 52 settimane ho fatto 3 settimane di interd. anticipata, la disoccupazione posso prenderla oppure no?

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Sì, la maternità, che sia obbligatoria o anticipata, prevede comunque il versamento dei contributi contro la disoccupazione da parte del datore di lavoro, di conseguenza anche quelle 3 settimane possono essere cumulate per arrivare a 52.

        2. Previdenza Facile ha detto:

          Non credo spetti la mobilità in deroga dopo aver percepito la disoccupazione, dal sito dell’INPS infatti leggo:

          QUANDO SPETTA
          Esclusivamente a seguito di licenziamento.

          REQUISITI
          12 mesi di anzianità aziendale (alla data di licenziamento) presso il datore di lavoro che ha effettuato il licenziamento, di cui 6 mesi effettivamente lavorati, comprese ferie, festività e infortunio. Nel computo sono comprese eventuali mensilità accreditate dalla medesima impresa presso la gestione separata a condizione che:
          non si tratti di redditi derivanti da arti e professioni;
          il lavoratore operi in regime di monocommittenza;
          il reddito conseguito sia superiore a € 5.000 (anche se relativo a più di un anno solare);
          aver reso dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o ad un percorso di riqualificazione professionale. In caso di rifiuto il lavoratore perde il diritto a qualsiasi prestazione.

          1. annalisa86ce ha detto:

            Grazie,gentilissima!
            Mi premeva però specificare anche che dopo la tua risposta ho tel l’inps e mi hanno riferito che il contratto deve essere almeno di un anno per ottenere nuovamente l’aspi.
            So che se chiamo 10 volte mi daranno 11 versioni diverse,fatto sta che noi comuni mortali che non ne capiamo un tubo, per riuscire a sapere la verità,dobbiamo sudare 7 camicie!!
            Non so che fare!

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Allora prova a chiamare altre 10 volte, se non altro per stilare una media delle risposte (come siam messi!).
            Ti posso assicurare che non c’è bisogno di un contratto di almeno 1 anno (conosco diverse persone che sono riuscite a prenderla due volte). Inoltre, a sostegno di questa tesi, posso rimandarti al sito dell’INPS http://www.inps.it/portale/default.aspx?sID=%3b0%3b5673%3b8127%3b&lastMenu=8127&iMenu=1&iNodo=8127&p4=2, se leggi bene il Requisito Contributivo non fa alcun riferimento a contratti di durata annuale.

          3. annalisa86ce ha detto:

            Non volevo assolutamente mettere in dubbio quello che hai scritto nell’articolo eh, anzi grazie per le info, c’è ne fossero di siti come questi!
            Solo.che non capisco perché c’è sempre tanta.confusione su queste normative.
            Se non pagassi ogni telefonata, telefonerei altre 1000 volte, registrando il tutto.
            È sempre così…

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Il popolo edotto non fa comodo al governante, ahinoi!

  152. Mariann Bordas ha detto:

    Buon giorno, NASPI art.5, durata : ai fini del calcolo della durata non sono computabili i periodi contributivi che hanno già dato luogo ad erogazioni delle prestazioni di disoccupazione . Significa che tutti quelli, come me hanno la sfortuna di poter lavorare solo stagionalmente max 5-6 mensilità ( quando non ci assumono con i famosi voucher ) all’anno, avremmo la disoccupazione max 2-3 mesi , visto che nel periodo precedente abbiamo già percepito l’Aspi / Naspi !?!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Mariann,
      purtroppo il rischio è proprio questo. Mentre i contributi dell’ASpI potevano essere considerati per 2 o più volte, per la NASpI sembra che questo non sarà più possibile. Come spiegavo, ho ancora dei dubbi su questo, in quanto non è ancora uscita una Circolare ufficiale INPS e alcuni dettagli devono ancora essere ben delineati. Ti ricordo però che la contribuzione dei voucher non da diritto alla disoccupazione (ASPI/MINIASPI/NASPI).

      1. Mariann Bordas ha detto:

        Vi ringrazio per la risposta super veloce! Per quanto riguarda i voucher, purtroppo ormai nel turismo siamo arrivati al punto di utilizzare al posto dei vecchi contratti part time/chiamata, pur sapendo che non dà nessun’contributo ne per la disuccupazione ne per la pensione, ma se vogliamo lavorare…

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sì, infatti hanno trovato il modo per prendere i lavoratori per il collo…

  153. roby ha detto:

    a va bene. per quanto riguarda la naspi come funziona con i contributi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Come ho spiegato in questo articolo http://www.previdenzafacile.com/sostegno-reddito/la-naspi-sostituira-laspi-come-cambiera-la-disoccupazione-nel-2015/ i contributi considerati per la Naspi dovrebbero partire dal quarto anno precedente la domanda, ma è ancora tutto da decidere in quanto, anche sul sito dell’INPS, la normativa effettiva non è ancora presente, quindi per risposte certe dovremmo attendere ancora un po’

  154. roby ha detto:

    a ok grazie. ora che tipo di contratto dovrei fare e per quanto per avere 8 mesi

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se hai già tutte le settimane non ha importanza la durata del nuovo contratto (se full time è meglio in quanto l’importo della nuova ASpI viene calcolato anche sugli ultimi contributi versati, quindi sarebbe più alto), l’importante è non dare le dimissioni. Ma ricorda di verificare se hai tutti i contributi necessari. Facci sapere 🙂

  155. roby ha detto:

    cosa vuol dire. contratto full time .? grazie della risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Che non era un part-time e che quindi i contributi versati dal datore di lavoro davano luogo a 52 settimane contributive piene per anno.

  156. roby ha detto:

    ciao fatemi capire un attimo ho lavorato dal 2012 al 2014 fino ad aprile ho fatto l’aspi fino a dicem