Disoccupazione e licenziamento – quando valgono le dimissioni ?

Disoccupazione e licenziamento – quando valgono le dimissioni ?

Disoccupazione e licenziamento: per accedere ai sussidi di disoccupazione ASPI e MINI ASPI dovete essere effettivamente disoccupati. Non basta però lo status di disoccupato certificato dal Centro per l’Impiego, ma è fondamentale che la perdita del posto di lavoro non sia dovuta alle vostre dimissioni.

Il rapporto di lavoro, dunque, deve essere cessato per cause indipendenti dalle vostre volontà. Esistono però delle eccezioni in cui le dimissioni sono ammesse. Dimissioni per giusta causa:

Qualche esempio

Mancato pagamento dello stipendio da più di 3 mesi, molestie sul lavoro, mobbing, ecc…                                                                                                                                                                                         Trasferimento ad altra sede della stessa azienda distante più di 50km dalla vostra residenza o raggiungibile in più di 80 minuti utilizzando i mezzi pubblici
Dimissioni entro il compimento del primo anno del proprio figlio

La domanda in questi casi deve essere corredata della documentazione che ne attesti la veridicità. Se vi licenziate perché il lavoro non vi piace più, o perché è diventato troppo faticoso, non potrete accedere ad alcuna indennità.

 

Prima di prendere decisioni importanti a seguito della lettura di questo articolo, per la vostra sicurezza, vi consiglio di chiedere conferma delle informazioni al numero verde Contact Center INPS  803 164, in quanto le normative potrebbero essere soggette a cambiamenti

Previdenza Facile

Il nostro staff si cimenta nella semplificazione delle informazioni legate alla materia previdenziale, ed è a disposizione di tutti i lettori per un aiuto nella comprensione della sua legislatura, spesso riportata dalle istituzioni con passaggi astrusi o difficilmente comprensibili.

377 Comments on “Disoccupazione e licenziamento – quando valgono le dimissioni ?”

  1. Giulia Mauri ha detto:

    Salve, avrei bisogno delle informazioni riguardanti il funzionamento della naspi, ho lavorato 6 anni continui fino a Giugno 2016 dopo di che ho perso il lavoro e ho fatto richiesta naspi accettata per una durata di 2 anni.
    Da un anno a questa parte sto lavorando con contratti di 4/5 mesi e quindi la blocco ogni volta, so che con un contratto più lungo di 6 mesi decade la prestazione, se dopo i 6 mesi di contratto il datore di lavoro mi lascia a casa dovrò fare una nuova richiesta giusto?? E quanti giorni di naspi mi aspetterebbero??
    (La naspi mi è stata a accettata a Settembre 2016 e fino ad oggi ho usato più o meno 4 mesi perché per il resto dei giorni fortunatamente avevo dei contratti lavorativi)

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giulia, se il suo rapporto di lavoro (compreso di proroghe consecutive, e quindi senza stacchi) è durato più di 6 mesi, potrà effettuare una nuova domanda di NASPI. Per la durata le spetta tutta la rimanenza della NASPI non fruita precedentemente, più la metà delle settimane lavorate con l’ultimo rapporto di lavoro. A presto!

    2. lenuta bucan ha detto:

      Buonasera Lavoro in una ditta che si trova a 60 km da casa mia, e la strada che lo faccio ogni giorno mi finisce fisicamente . Sono ancora in prova. Se chiedo dimissioni, ho diritto alla disoccupazione, considerando di aver lavorato prima 6 anni in un altro posto?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Lenuta, deve provare a chiedere alla sua Direzione territoriale del lavoro. Se loro accettano le dimissioni per giusta causa potrà sicuramente accedere alla NASPI. A presto!

  2. Andrea Altamonte ha detto:

    Buonasera,
    Ho lavorato come dipendente per quasi due anni e il 3 ottobre ho dato le dimissioni. Ora ho da poco iniziato un altro contratto ma purtroppo non mi trovo per niente bene..se mi faccio licenziare non presentandomi piu(sono nel periodo di prova) ho diritto alla naspi che tiene conto anche del mio vecchio periodo lavorativo?
    Grazie e spero di essere stato abbastanza chiaro

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, Andrea, certamente, ma se avrà un licenziamento per giusta causa la decorrenza della disoccupazione slitterà di 30 giorni, quindi inizieranno a pagarla a partire dal 38° giorno successivo al termine del rapporto di lavoro.

  3. Giovanni Gallina ha detto:

    buongiorno,siccome dove lavoro ritardano di pagare, almeno di un mese ogni volta,vorrei licenziarmi per trovare un nuovo lavoro.qui lavoro da 14 anni a tempo indeterminato.
    Se trovassi un lavoro anche a contratto determinato che,allo scadere non venisse rinnovato,avrei diritto alla naspi per due anni?grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giovanni, certamente, ma se tra un contratto e l’altro dovesse trascorrere del tempo sicuramente la naspi durerebbe di meno.

  4. sosim due ha detto:

    Salve. Se mi dimetto da una azienda in cui ci lavoro da 10 anni, con contratto a tempo indeterminato, per essere assunto in altra azienda a contratto determinato. Alla scadenza mi toccherebbe la disoccupazione di lavoro anche precedente? Grazie

  5. Giada Capato ha detto:

    Buonasera!
    Io ho lavorato per circa due anni in una ditta dove ho maturato circa 11 mesi di disoccupazione!
    Quando mi hanno licenziato ho usufruito di due mesi di disoccupazione, l’ho poi chiusa perché ho trovato un nuovo lavoro!
    Dalla quale mi sono poi successivamente licenziata per iniziare ( il giorno seguente le dimissioni) un nuovo lavoro.
    Se quest’ultima ditta mi lasciasse a casa allo scadere del contratto avrei ancora diritto alla disoccupazione maturata dal primo lavoro?? Oppure si annulla e posso usufruire solo della disoccupazione accumulata nell’ultimo lavoro??? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giada, ovviamente avrebbe diritto anche alle mensilità non fruite della prima NASPI.

      1. Alberto Franzoi ha detto:

        buonasera,
        le pongo il mio quesito, ho lavorato per 3 anni in una ditta laddove mi sono licenziato, circa 15 giorni dopo sono stato assunto in un altra ditta con contratto a temo indeterminato con un mese di prova, sono stato licenziato durante in periodo di prova, ho diritto alla disoccupazione?
        grazie mille

  6. Michael Serreli ha detto:

    Salve. Ero fruitore di naspi (calcolata con tutte le settimane contributive dopo una vecchia aspi), ma a 4 mesi dal termine della stessa ho firmato un contratto a tempo indeterminato, facendo decadere cosi il diritto. Contratto durato dal 18 luglio ad oggi 26 settembre dato che la ditta ha chiuso e dato il ben servito. Con questo arco di tempo lavorato, ho diritto a una nuova naspi? Le settimane utilizzate x il calcolo della passata naspi ma non realmente utilizzate causa nuovo contratto, sono utili al diritto?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente, può rifare la domanda e il periodo non fruito della vecchia NASPI verrà aggiunto al nuovo calcolo. A presto!

  7. Luciana Bussadori ha detto:

    Buonasera,
    in seguito a licenziamento sono stata assunta a tempo indeterminato in un’altra azienda “aspettando” un solo giorno da disoccupata, senza far partire naspi.
    Ora sono in prova per sei settimane, ma ho visto che nonostante l’uso in laboratorio di resine epossidiche, solventi e acidi, la ditta non è in regola con aspiratori e ausili di sicurezza. Dato che soffro di asma (con esenzione per patologia) temo che in tempi brevi avrò dei problemi, perciò vorrei chiedere come posso, in questa eventualità, procedere per dimettermi con giusta causa inerente alla salute, in modo da percepire la NASPI.
    Se mi dimettessi entro il periodo di prova potrei averne diritto?
    Grazie molte.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Luciana, le dimissioni nel periodo di prova non sono comunque considerate valide ai fini NASPI, le consiglierei di mettersi in contatto con la Direzione territoriale del lavoro della sua zona per verificare se nella sua condizione c’è la possibilità di ottenere la giusta causa (è la stessa DTL a stabilirlo). A presto!

      1. Luciana Bussadori ha detto:

        Grazie della risposta!
        vorrei porre un altro quesito: qusando dovessi ottenere Naspi, posso frequentare un corso di formazione professionale diurno oppure verrò automaticamente iscritta al centro per l’impiego con obbligo di accettare lavoro indipendentemente dalla frequenza del corso, cioè senza poter salvaguardare questa opportunità?
        Grazie di tutto

        1. Previdenza Facile ha detto:

          di questo dovrà parlarne con il CPI al momento dell’iscrizione, che ricordiamo è obbligatoria nel momento in cui si presenta domanda di NASPI. A presto!

  8. Giallo Rossi ha detto:

    Buonasera,
    Ho iniziato a lavorare con contratto apprendistato il 12/09/2012 per 3 anni, dopo i 3 anni è passato effettivamente a tempo indeterminato, in data 08/06/2017 ho dato le dimissioni per un altro lavoro iniziato il 19/06/2017 a tempo indeterminato, però mi hanno lasciato a casa nel periodo di prova, ho diritto alla naspi?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente, presenti domanda appena possibile.

      1. Arianna Somacal ha detto:

        Buona sera
        Mio marito dopo trent’anni è stato licenziato a novembre 2015, con decorrenza naspi da marzo 2016. Dal 1 settembre 2017 ha iniziato un nuovo lavoro a tempo indeterminato con due mesi di prova.l, assunto come venditore con auto aziendale. Ora lo vorrebbero passare a factotum in azienda e senza auto aziendale. Se si dimette volontariamente durante il periodo di prova ha diritto ai mesi di naspi residui (7)? O non ha diiritto ? Era stata fatta richiesta di chiusura in quanto contratto indet. se in ece venisse licenziato cambierebbe qualcosa?
        Ringrazio fin d ora!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Arianna, le sconsiglio vivamente le dimissioni, rischia di non avere più nulla. Meglio il licenziamento in quanto ormai la NASPI è decaduta, in moido tal da poter presentare una nuova domanda. A presto!

          1. vivi77 ha detto:

            Buongiorno mi chiamo Viviana,
            percepisco la NASPI da marzo 2017 poi il 4 settembre 2017 inizio un nuovo lavoro a tempo indeterminato con 30 giorni di prova ( la prova finiva il 13 Ottobre)
            mi faccio licenziare in quanto il lavoro non rispecchiava le cose pattuite all’ inizio, i datori di lavoro mi mandano la raccomandata del licenziamento finita la prova, il 23 Ottobre trovo un’ altro lavoro a tempo indeterminato con 60 giorni di prova (la prova finisce il 13 Gennaio 2018)
            ma non mi piace ne’ l’ ambiente schiavista e ne il lavoro, posso dare le dimissioni e riattivare la NASPI?
            Le dimissioni devono essere per forza date per vai telematica con la procedura on line nonostante io sia ancora in prova? oppure posso darle in forma scritta solo al datore di lavoro?
            la NASPI mi verra’ riattivata?
            entro quanto tempo?

            Grazie mille

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Viviana, essendo un contratto a tempo indeterminato rischia di perdere il suo sussidio se presenta le dimissioni (che vanno comunque comunicate in via telematica). Le consiglierei di contattare la sua sede INPS per capire come agiscono in questi casi, in quanto non si comportano tutte allo stesso modo…

  9. Antonio Pirozzi ha detto:

    Salve volevo una delucidazione sono in disoccupazione e in azienda mi assunto da due giorni ma al momento del contratto da firmare hanno cambiato le carta in tavolo per i pagamenti se vado via posso riacceadere alla disoccupazione anche se ne caso loro abbiano fatto la richiesta di assunzione da pochi giorni

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Dipende dal tipo di contratto che ha sottoscritto, determinato o indeterminato? Per quanto tempo?

  10. Ivano Galbiati ha detto:

    Buongiorno, volevo un’informazione.
    Abito in Lombardia. Ho lavorato in Italia per 1 anno e 9 mesi, e sono stato licenziato a giugno 2017. Ho fatto richiesta di Naspi, regolarmente approvata per 11 mesi, e mi è arrivato il primo pagamento regolarmente. Tre giorni fa ho trovato un nuovo lavoro in Svizzera. Il contratto è indeterminato, con un periodo di prova di tre mesi. Pertanto mi sono recato al patronato per dare comunicazione (essendo stato estero) e sono stato obbligato a chiudere la Naspi, perché una sospensione non era possibile essendo già indeterminato. Peró mi chiedo, qualora mi trovassi male nel nuovo ambiente lavorativo o qualora il lavoro non mi piacesse, se dovessi decidere di licenziarmi (chiaramente nel giro di qualche mese al massimo, il tempo di capire), non avrei più alcun diritto a fare nuova richiesta di Naspi in quanto dimissioni volontarie? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Esattamente, se si dimette non ha diritto alla NASPI, se invece viene licenziato potrà presentare duna nuova domanda.

  11. Hermione Ger ha detto:

    Buongiorno, ero titolare di prestazioni di disoccupazione in Spagna dopo 6 anni di lavoro continuativo. Sono rientrata in Italia per motivi di famiglia e, dopo 3 mesi di prestazioni “esportate”, mi sono state sospese lo scorso maggio. Dal primo agosto ho trovato un lavoro ia tempo indeterminato in Italia con periodo di prova di 60 giorni (quindi ancora in corso). Le condizioni di lavoro sono pessime: sono sola a gestire il lavoro di 2 persone in ferie, oltre al mio, e per smaltirlo dovrei lavorare almeno 16 ore al giorno (mi fermo a massimo 12), Non c’è un piano chiaro sulle assegnazioni al rientro delle persone dalle ferie e pertanto sto pensando di dimettermi. C’è qualche possibilità di percepire la disoccupazione in questo caso?
    Ho anche una seconda domanda nei confronti dell’INPS: dato che al momento dell’assunzione non percepivo nessuna prestazione,, neppure dalla Spagna, non ho comunicato niente. Dovrei invece fare la comunicazione a qualche ente?
    Grazie in anticipo!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sicuramente non c’è da fare alcuna comunicazione riguardo all’assunzione. Per quel che riguarda le dimissioni le devo dire che in questo caso non avrebbe diritto alla NASPI. A presto!

  12. Andrea U. ha detto:

    Buon pomeriggio, vorrei porVi una domanda: Se rassegno le dimissioni con 2 righe scritte prima che ho terminato il mio conttatto di STAGE (durata 6 mesi), ho diritto a ricevere la dioccupazione?? Premessa: io già ricevevo la disoccupazione prima di iniziare questo lavoro con contratto da stagista. GRAZIE!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Andrea, purtroppo casi come questi sono a discrezione delle sedi quindi le consiglierei di chiedere direttamente alla sua sede INPS di competenza. A presto!

    2. Martina Ghioldi ha detto:

      Salve, io il 3 agosto 2017 ho fatto domanda per ottenere la Naspi che mi è stata accettata per 151 gg e ho già preso una parte di soldi, il 4 settembre ho formato un contratto di 4 mesi fino al 31/12 con 60 gg di prova.. qui non mi trovo bene anzi mi trattano un po’ male.. se io do le dimissioni nel periodo di prova perdo la naspi che ho sospeso?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Martina, non dovrebbe ma molte sedi si comportano in maniera autonoma per quel che riguarda la decadenza e le dimissioni. le consiglio dunque di chiedere conferma alla sua sede INPS di competenza.

  13. Deborah Oliveri ha detto:

    Buongiorno, mio marito ha sospeso la naspi accettando un lavoro di un mese tramite agenzia interinale, questo mese corrisponde al periodo di prova, ha diritto di dare le dimissioni nel periodo di prova senza perdere la disoccupazione? Avendo iniziato ieri non ha ancora comunicato l’assunzione con il modello naspi.com

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Deborah, teoricamente avrebbe diritto a rassegnare le dimissioni entro 6 mesi dall’inizio del contratto, ma alcune sedi INPS si stanno comportando diversamente, consigliamo quindi di chiedere conferma alla propria sede INPS di riferimento. A presto!

      1. Zeljana Kalemaj ha detto:

        Salve scrivo qua perché ancora non ho capito come posso fare una domanda sul vostro sito. Comunque data la vostra disponibilità ho deciso anche io di farvi una domanda. Ho un contratto a tempo indeterminato da 2 anni e 8 mesi, adesso per vari problemi ho deciso di dimettermi, e mi hanno proposto un’altro lavoro a tempo determinato per una durata di 10 giorni ( é una prova) se al termine di questi 10 giorni non mi rinnovano il contratto posso percepire la dissocupazione? Gli anni precedenti li perdo? La dissocupazione mi verrebbe calcolata anche sul periodo precedente? Quindi potrei comunque prendere 1 anno e 4 mesi di dissocupazione?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, ovviamente le spetterebbe la NASPI e anche il periodo di lavoro seguito da dimissioni sarà considerato ai fini della durata e del calcolo della NASPI.

  14. Buongiorno!Sono stata licenziata perche la dita con quale lavoravo a perso l”apalto in fabrica.Dopo circa tre messi mi hanno richiamato con un contratto di tre messi.Una volta finito che mi serve per riprendere la Naspi?Puo essere che loro mi vorano prolungare il contratto,ma io non sono d”acordo con la paga che mi danno relativo al lavoro che presto.Grazie mille!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ovviamente avrebbe diritto alla NASPI, anche ne caso in cui decidesse di non firmare eventuali proroghe.

  15. Taulant Kaposhi ha detto:

    Buonasera.
    Ho un contratto indeterminato da 6 anni e mi vorrei licenziare il 23 di settembre visto che il 26 inizio un nuovo lavoro con contratto di una settimana.nel caso non mi rinovassero il contratto mi spetta la disoccupazione senza che mi si abbassa la media???

  16. ronnie russo ha detto:

    Salve,
    Ho lavorato per 26 mesi in un azienda con contratto a tempo indeterminato poi ho dato le dimissioni causa turni stressanti e ho iniziato subito da un altra parte con 6 mesi di contratto. Se allo scadere dei 6 mesi non mi rinnovassero il contratto avrei diritto all’indennita di disoccupazione? Vengono conteggiati anche i mesi del precedente lavoro?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sì e sì 🙂 A presto!

  17. Simona Gallon ha detto:

    Salve!vorrei un informazione.mi sono licenziata dal lavoro dopo 12 anni e di conseguenza non ho disoccupazione.riguardo a un prossimo lavoro:posso poi prendere la disoccupazione nel caso di qualsiasi contratto a termine?anche facendo solo il periodo di prova? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Simona, certamente, l’importante è che sia un contratto da lavoro dipendente.

      1. cinzia bartoloni ha detto:

        Salve mi chiamo cinzia tra qualche giorno la mia ditta mi chiede di firmare le dimissioni xche ha perso l’appalto.io ho un contratto ha tempo indeterminato la nuova ditta che subentra mi farà un contratto x 4 mesi determinato con proroghe se poi non mi vengono più rinnovate ho diritto alla naspi?ringrazio anticipatamente

  18. Roberto09 ha detto:

    Buongiorno.
    Mi sono dimesso dall’impiego dopo diciotto anni di lavoro alla fine del 2016. Dopo questi mesi di disoccupazione ho trovato lavoro come badante con contratto a termine di due mesi. Ma la persona che seguivo deve essere trasferita in un centro riabilitativo e quindi sarò licenziato dopo poco più di un mese effettivo di lavoro. Ho tutti i requisiti per ottenere la NASpI. Ma la motivazione e la modalità del licenziamento mi potete confermare che mi danno la possibilità di effettuare la domanda di NASpI all’Inps?
    Grazie e complimenti per il servizio che rendete, davvero utile

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Roberto, è importante che la motivazione della cessazione del rapporto di lavoro sia LICENZIAMENTO, il motivo del licenziamento non è rilevante. A presto!

  19. Vittoria Fruianu ha detto:

    Buongiorno,
    Mi servirebbe una delucidazione in merito:
    Ho lavorato in un’azienda per 2 anni di cui i primi sei mesi con contratto di tirocinio e un anno e mezzo con contratto d’apprendistato full time. Ho dato le dimissioni volontarie in quanto sono stata assunta come assistente alla vendita con contratto di tirocinio full time della durata di sei mesi. Se al termine di questi sei mesi non dovessi essere riconfermata, avrei diritto alla disoccupazione per il precedente contratto d’apprendistato? Se sì, per quanto tempo ne potrei usufruire?
    Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
    Cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Vittoria, il precedente periodo di apprendistato può essere comunque valido al solo fine DEL CALCOLO DELLA DURATA ma non del diritto. Per accedere alla NASPI deve terminare un rapporto da lavoro dipendente, quelli da tirocinio (che non prevedono quindi versamento contributivo) non sono validi per richiedere la NASPI.

  20. Alessandra Medico ha detto:

    Buongiorno,
    lo scorso anno, nel mese di luglio 2016, ho inoltrato all’Inps una domanda di Naspi, che è stata accolta e riconosciuta per la durata di circa due anni.
    Finora ho percepito l’indennità di disoccupazione che mi spettava solamente per un anno scarso (ossia per circa la metà della sua durata complessiva) in quanto il 19 luglio 2017 ho iniziato a lavorare dandone opportuna comunicazione all’Inps con l’apposito modulo Naspi-COM.

    Vorrei porVi quindi alcuni quesiti in merito alla Naspi residua:

    1) Qualora durante il periodo di prova del presente contratto di lavoro mi sopraggiungesse una nuova proposta di lavoro più allettante rispetto a quella attualmente in essere, ed io volessi accettarla nonostante il nuovo contratto duri solo un mese, la Naspi residua a cui ho ancora diritto mi verrà riconosciuta ed erogata ugualmente al termine di quest’ultimo?
    Cosa accadrebbe inoltre se venissi licenziata dalla nuova azienda durante il periodo di prova per mancato superamento della stessa?

    2) Per quanto concerne le mie eventuali dimissioni dall’attuale lavoro prima del termine del periodo di prova per accettarne un altro, quali conseguenze comporterebbero a livello di Naspi?

    3) Cosa accade nel caso in cui si susseguano più rapporti di lavoro la cui durata complessiva sia superiore ai sei mesi? Il conteggio delle mensilità viene effettuato in modo cumulativo indipendentemente da eventuali stacchi tra un contratto e l’altro e/o da uno o più datori di lavoro?

    RingraziandoVi anticipatamente per la collaborazione, resto in attesa di un Vostro riscontro.

    Buona giornata
    Alessandra

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessandra, nel caso di uno o più rapporti di lavoro che diano luogo a più di sei mesi CONSECUTIVI di lavoro (e quindi senza stacchi, ma proroghe continuative) la NASPI decade e al termine del rapporto di lavoro va presentata una nuova domanda. Per quello che concerne le sue eventuali dimissioni prima della scadenza del contratto a TD, e prima di aver lavorato per 6 mesi consecutivi, la sua NASPI dovrebbe ripartire in automatico. Dico dovrebbe perché, come già esposto in altri commenti, alcune sedi si stanno comportando diversamente, facendo quindi decadere la prestazione, nonostante la circolare 94 indichi invece che è possibile dimettersi da un contratto a TD prima dei sei mesi e ripristinare la NASPI da dove è stata sospesa. Per questo la invito a chiedere conferma alla sua sede INPS in modo da evitare errori fatali. A presto!

  21. Anna R. Sebastiani ha detto:

    Salve,
    chiedo gentilmente delucidazioni sul mio caso. Percepivo la Naspi per un precedente lavoro ed a giugno ne ho iniziato uno nuovo con contratto a termine di tre mesi, mi sono però dimessa durante il PERIODO DI PROVA. Appena iniziato il contratto avevo comunicato immediatamente all’Inps l’inizio del nuovo lavoro e infatti ho poi percepito la Naspi per un totale di giorni conteggiati fino al giorno precedente l’inizio del contratto. Le dimissioni sono state rassegnate SENZA utilizzare la procedura e il modello telematico introdotti dal d.lgs. n. 151 del 2015, ai sensi della circolare n. 12 del 4 marzo 2016 che inserisce il periodo di prova nelle fattispecie escluse dalla nuova disciplina. Al patronato mi hanno poi detto che dovrei avere di nuovo accesso alla Naspi che avevo sospeso, infatti mi ha chiesto la riattivazione. E’ giusto? Oppure la mia Naspi è definitivamente decaduta? Grazie mille.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve comunicare le dimissioni durante il periodo di rova tramite un nuovo modello naspi-com. La sua naspi dovrebbe essere solo sospesa, ma dovrà chiedere conferma alla sua sede INPS in quanto spesso si comportano in maniera differente.

  22. Stefania Sudiro ha detto:

    Buongiorno, sono stata nella mia sede inps per avere chiarimenti su come è stata calcolata la mia naspi. Alla mia domanda mi è stato risposto che sono conteggi che fa la macchina. Ho chiesto quindi se è possibile avere un prospetto da dove risulta che calcolo è stato fatto. Mi hanno risposto di no e che comunque i conteggi erano esatti. È vero che non si possono verificare questi conteggi?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Stefania, le consiglio di contattare il numero verde e fissare un appuntamento per chiedere delucidazioni sul calcolo della sua NASPI. e’ un suo diritto saperlo!

  23. Roberto Curzola ha detto:

    Buongiorno, la mia compagna ha lavorato nell’ultimo anno presso un azienda che però da settembre esternalizzerà il lavoro. A lei scade il contratto a fine agosto e le è stato proposto il proseguimento della mansione con assunzione da parte di questa cooperativa che ha preso l’appalto. Avrà un periodo di prova di un mese, nel caso la lascino a casa in questo mese, potrebbe richiedere la disoccupazione?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se parliamo sempre di un contratto da lavoro dipendente certamente potrà fare domanda di naspi.

  24. Stefania Papini ha detto:

    Salve, percepivo la naspi da 11 mesi, a giugno sono stata assunta con contratto a tempo indeterminato ma sin da subito mi è stato detto che al termine dei 60 giorni di prova sarei stata licenziata, ho compilato il modello naspi com ed essendo un contratto indeterminato la mia naspi è decaduta. Oggi ho presentato la nuova domanda e mi chiedo poiché avevo ancora 12 mesi da usufruire della vecchia naspi, nel conteggio della nuova saranno presi in considerazione? Oppure verranno calcolati solo questi 2 mesi di lavoro? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo le sedi in questo periodo si comportano in modi diversi. Teoricamente dovrebbero calcolare anche il precedente periodo di naspi ma in molti casi non lo stanno facendo quindi dovrà necessariamente chiedere conferma alla sua sede INPS. A presto!

  25. lorelein lory ha detto:

    Buonasera ho bisogno urgente di una risposta, mi hanno accettato la naspi per due anni l’8 gennaio, io il 27 giugno l’ho bloccata perche ho trovato un lavoro stagionale in hotel fino al 31 agosto, il lavoro e’ massacrante e voglio dare le dimissioni, ho gia superato i 14 gg di prova, ora ho due soluzioni o darle in tronco ma rischierei di perdere dei soldi dalla busta perche potrebbero chiedermi i danno, oppure mettermi in malattia fino alla fine del contratto. Quale potrebbe essere la soluzione migliore considerando che non accetteranno mai un accordo?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, probabilmente la malattia è l’unica soluzione…

  26. Viviana Sorrentino ha detto:

    Buongiorno,
    Ho iniziato a lavorare in una ditta sotto contratto interinale il 1° Marzo 2017 con un contratto di 3 mesi che mi è stato rinnovato da Giugno fino alla fine di Settembre 2017.
    Purtroppo ho dei problemi con questo lavoro in quanto sono soggetta a vari insulti ogni giorno. Andare a 22 anni con il cuore in gola non è il massimo della vita.
    Vorrei dunque qualche chiarimento:
    -Se a fine contratto, decidessi di non essere rinnovata nuovamente, avrei la possibilità di ricorrere alla NASPI?
    Oppure:
    – Nel caso in cui, decidessi di abbandonare prima del termine del mio contratto per appunto questi atteggiamenti di mobbing?

    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, le dimissioni per giusta causa vanno sempre certificate dalla DTL quindi prima di dimettersi le consiglierei di recarsi all’ispettorato della sua zona per chiederne la procedura, qualora fossero validate ovviamente potrà richiedere la NASPI. Certamente potrà presentare domanda anche al momento della scadenza del contratto, non è obbligata ad accettare proroghe.

  27. Sara Magliaro ha detto:

    Buonasera, volevo sapere se decido io di licenziarmi durante il periodo di prova ho diritto alla disoccupazione? Intendo anche quella arretrata di lavori precedentemente svolti. Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Sara, non ne ha diritto, a meno che questo rapporto di lavoro non abbia interrotto una NASPI.

  28. puma1976 ha detto:

    Mi sono dimesso da un contratto di apprendistato dopo un anno e ho trovato lavoro tramite una cooperativa, Sono stato licenziato durante il periodo di prova, avevo un contratto con una cooperativa ho diritto a chiedere la disoccupazione? Prendero’ la meta’ dei mesi lavorati con il precedente lavoro anche se mi sono dimesso?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente ha diritto e verranno conteggiati anche i mesi precedenti al fine della durata della NASPI.

      1. Serena Sorrentino ha detto:

        Salve,
        Io attualmento ho un contratto di apprendistato di 3 anni.Mi hanno offerto un’opportunità di lavoro che prevede un contratto iniziale di una settimana,se non dovesse andare bene questa settimana per qualsiasi motivo,ho diritto alla disoccupazione avendo dato le dimissioni nel lavoro precedente?
        Vi ringrazio in anticipo per la risposta.

      2. Debora Rossi ha detto:

        salve..sono nel periodo di prova in una azienda..il lavoro è improponibile , non mi sono presentata al lavoro, ne ho intenzione di dare le mie dimissioni scritte, perché perderei la disoccupazione, loro in assenza di mie giustificazioni scritte mi licenziano?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Potrebbero licenziarla per giusta causa. In tal caso le rimarrebbe il diritto alla NASPI anche se con decorrenza slittata di un mese.

      3. Ahythanga88 ha detto:

        Buongiorno,
        Io avrei questo quesito: avevo in essere una naspi che sarebbe durata 17 mesi.
        Di fatto non l’ho mai usufruita in quanto ho cominciato a lavorare un mese dopo la sua attivazione.
        Ora, il contratto che ho in essere è di un anno con periodo di prova 3 mesi.
        Nel caso in cui decidessi di non proseguire a seguito della scadenza del periodo di prova, ho diritto a riavere la naspi?
        Grazie mille per ciò che fate!!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, teoricamente dovrebbe poter dare le dimissioni ma ultimamente alcune sedi stanno bocciando questa procedura, senza quindi ripristinare la NASPI e di fatto lasciando i disoccupati senza sostegno. Le consiglio quindi di accertarsi di questa possibilità presso la sua sede INPS di competenza. A presto!

    2. marcopreis ha detto:

      Buongiorno, quesito sulla proroga (NON RINNOVO) non accettata:
      Il contratto di 6 mesi a tempo determinato, probabilmente mi verrà prorogato ma ho deciso di non accettare la proroga che mi verrà data. nel senso non dovrò fare nulla, dovro semplicemente non firmarla
      Si prefigura un ipotesi di dimissione? In altri termini la non accettazione della proroga equivale dimissione?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Assolutamente no, mancata accettazione della proroga equivale a scadenza contratto e quindi assimilata al licenziamento ai fini NASPI.

  29. Stefania Sudiro ha detto:

    Buongiorno, precedentemente avevo una naspi che mi sarebbe durata altri tre mesi ma che è stata considerata decaduta causa nuovo contratto di lavoro superiore a 6 mesi anche se ho lavorato 2 mesi e licenziata durante periodo prova. A seguito di qst licenziamento ho dovuto quindi presentare nuova domanda a seguito della quale mi è stato riconosciuto un mese di naspi. Volevo cercare di capire perché nel conteggio di questa domanda non sono entrati i tre mesi della precedente naspi di cui io non ho usufruito e pertanto i contributi relativi dovrebbero essere stati considerati. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Stefania, non è la prima lettrice che ci informa di questo “comportamento” da parte dell’INPS. Purtroppo non sappiamo darle risposta in quanto tale normativa non è esplicata in nessuna circolare, essendoci quindi un buco normativo le sedi si comportano a proprio piacimento, che di solito va a proprio favore, provi comunque a rivolgersi alla sua sede di competenza chiedendo il riesame della sua ultima domanda in merito alla durata. A presto!

  30. Sto iniziando un contratto determinato con una prova di 75 giorni, se non supero la prova per incompetenza o semplicemente incompatibilita per il datore di lavoro delle mie capacita di svolgere il lavoro ho diritto a richiedere la disoccupazione? In caso di si cosa mi devo far dare dall azienda per fare la richiesta?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesca, in tal caso avrebbe diritto alla NASPI (salvo rientrare in tutti i requisiti richiesti). L’azienda dovrebbe semplicemente darle una lettera di licenziamento o un documento che attesti il mancato superamento della prova.

  31. Giulio ha detto:

    Buongiorno, mia moglie lavora da 12 anni a tempo indeterminato presso un’azienda. ha ricevuto una buona proposta di lavoro dove gli offrono un primo contratto a tempo determinato per un mese per verificare effettivamente le sue capacità dato che si tratta di un contratto economicamente molto importante.
    Qualora questa prova andasse male, avrebbe diritto alla disoccupazione dato che nell’attuale azienda dovrebbe dare le dimissioni e nell’altro lavoro avrebbe usufruito di un contratto di solo 1 mese a tempo determinato?
    Grazie per un aiuto.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giulio, certamente avrebbe diritto alla NASPI.

  32. Martina Ghioldi ha detto:

    Salve, io lavoro dal 20 marzo 2017, ho un contratto mensile, ogni mese ho una proroga, allo scadere delle sei per legge ti lasciano a casa 10 gg e se poi piaci ti riassumono.
    Volevo chiedere se io avrei diritto alla disoccupazione se mi scade la quinta proroga ovvero a fine luglio e io non accettassi di continuare per vari motivi.. il contratto e comunque terminato non per volere mio potrei lo stesso fare domanda di disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente avrebbe diritto alla NASPI.

      1. Salve, una curiosità ho un impiego statale a tempo indeterminato e un bambino di nove mesi. Stando alla normativa non posso (e non voglio) dimettermi in quanto non p ercepirei la Naspi. Potrebbe invece percepirla mio marito dipendente in una azienda privata se si dovesse dimettere? Grazie mille della risposta

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Eleonora, temo di no ma vi consiglio comunque di rivolgervi alla DTL di vostra competenza in quanto solo se loro convalidano le dimissioni per giusta causa l’INPS può concedere la NASPI.

      2. martina ghioldi ha detto:

        Quindi se ho capito anche se sono 5 e non 6 proroghe? Perché io pensavo dovessi aspettare la sesta che mi scadeva il contratto proprio per legge..

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Non è importante il numero di proroghe, se non si firma un nuovo contratto/proroga si ha comunque diritto alla NASPI.

  33. Sofia Pia Mangano ha detto:

    Salve, vorrei avere delle delucidazioni riguardo la mia assunzione.
    Sono stata assunta per uno stage full time, retribuito, come Sales Assistant, per sei mesi. Nel caso in cui io decidessi di licenziarmi, posso farlo (senza alcuna penale)? Devo dare un preavviso di 30 giorni? Come funziona??

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non è chiaro se la sa domanda è in relazione ad un’eventuale domanda di NASPI. In caso contrario dovrebbe verificare cosa c’è scritto nel contratto, noi non possiamo saperlo.

  34. adalberto zippo ha detto:

    Buonasera,
    Vorrei chiedere un’informazione riguardo la mia situazione lavorativa.
    Mi è stato promesso un posto di lavoro con iniziale contratto di 1 mese con 5 giorni di prova.Volevo chiedere:
    1. Il contratto partiva dal 6 Luglio 2017 con scadenza al 31 Luglio e mi è stata fatta una formazione di 2 giorni,la formazione fa parte del periodo di prova?
    2.visto e considerato che purtroppo questo lavoro non fà per me se io rescindo il contratto con domani essendo il 6 giorno di contratto perdo il diritto alla naspi?
    3.mi è stato riferito dall’inps che a loro non risulta che sono stato assunto…cosa devo fare??
    Grazie per la disponibilità e auguro una buona giornata.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Non è chiaro se al momento del contratto lei era già in NASPI. In tal caso dovrebbe avere la possibilità di dimettersi entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro, ma deve comunque chiedere conferma preventiva alla sua sede INPS, e comunque compilare il modello naspi-com.

  35. ele ha detto:

    Buongiorno, ho un contratto a tempo indeterminato e lavoro per la stessa ditta da 15 anni, se mi dimetto io volontariamente e trovo un altro lavoro con contratto a tempo determinato con durata di 15 giorni ho diritto alla disoccupazione? e gli anni del precedete lavoro a tempo indeterminato vengono utilizzati per il calcolo della Naspi?
    Grazie mille per la risposta.

  36. Ketty Miotello ha detto:

    Buongiorno,
    Ho bisogno di una informazione. Da un anno percepivo la disoccupazione, che sarebbe durata fino a maggio 2018. Pochi giorni fa ho firmato un contratto di lavoro con durata di 182 giorni. Sono entrata in questo posto di lavoro come categoria protetta in quanto ho una invalidità civile ed era la prima volta che andavo a fare questa mansione. Ho già inviato il modello NaspiCom. Dopo 10 giorni di lavoro mi sono accorta che a causa della postura sempre seduta ( mansione impiegata data entry) ne sto risentendo a livello di salute, in quanto sta pian piano peggiorando una patologia che ho. Inoltre l’azienda non prevede di far fare la pausa di 15 minuti ai dipendenti che utilizzano i videoterminali ogni 120 minuti, quindi si ha l’obbligo di tornare sempre alla scrivania seduti se ci si va a prendere un caffè. Io ho un periodo di prova di 30 giorni. In questo caso come posso fare per poter dare le dimissioni e poi rientrare a percepire la naspi in quanto questo mio voler receder dal contratto è dipeso da cause di salute? Ho chiesto ormai a 150 persone la stessa informazione e nessuno mi dato una risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, la circolare 94 del 2015 prevede che si possano dare le dimissioni da contratto a TD entro 6 mesi dall’inizio dello stesso, tuttavia alcuni lettori ci informano che alcune sedi stanno facendo decadere le NASPI in casi come questi. Le consiglierei dunque di sentire la sua sede INPS di competenza per capire che tipo di soluzioni stanno adottando in casi come questi.

    2. Ketty Miotello ha detto:

      La sede inps di Vicenza mi ha detto che la stanno facendo decadere perché per loro non vale il periodo di lavoro effettivo ma le date riportate sul contratto

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Di sicuro non è una bella notizia (anche perché non è chiaro al momento su quali basi vengano fatte queste scelte), se non altro abbiamo un riferimento che può essere utili ad altri lettori. Grazie Ketty, a presto!

  37. Piero84 ha detto:

    Buongiorno e complimenti per la competenza e cortesia,

    volevo chiedere un’informazione. Attualmente ho un contratto a tempo determinato della durata complessiva di un anno, in scadenza al termine dell’estate. Sul contratto è scritto che non sono necessari preavvisi o ulteriori formalità in corrispondenza del termine. Volevo sapere se ho diritto di NASPI in caso l’attuale datore di lavoro mi proponga un altro contratto (T.D. o T.IND.) o rinnovo e io non lo accetti.
    Grazie in anticipo per la risposta,
    Piero

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Piero, certo che sì. A presto!

  38. Elisa1987 ha detto:

    Buongiorno,
    se decido di recedere dal contratto di lavoro durante i 60 giorni di prova,ho diritto a ricevere la disoccupazione? Nel contratto è specificato che durante il periodo di prova ambo le parti possono risolvere il contratto di lavoro senza preavviso.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se non c’è una NASPI sospesa da questo contratto no, non può presentare la domanda.

  39. Brunella Di Pede ha detto:

    Salve, ho bisogno di delucidazioni. Se decidessi di dimettermi da un lavoro il cui contratto scade il 31 agosto (durato 17 mesi) per accettarne uno di 3-4 mesi, al termine di questo secondo lavoro ho diritto a percepire l’indennità di disoccupazione anche per il periodo maturato con il primo lavoro da cui mi sono dimessa? Grazie

      1. adriana90 ha detto:

        Buongiorno, spiego brevemente la mia situazione. Ho rassegnato dimissioni per giusta causa in via telematica, e tramite il mio avvocato anche per raccomandata alla mia azienda. Questa asserendo l’inesistenza della giusta causa compila il modulo UNILAV con la dicitura dimissioni volontarie. Tramite avvocato ho sollecitato l’azienda al fine di cambiare la suddetta decisione ma nulla. Ho ottenuto la DID dal centro per l’impiego e risulto lavoratore a rischio disoccupazione. Ho presentato la domanda di naspi all’inps che me la respinge ovviamente per il discorso UNILAV errato. Cosa devo fare, quale procedura devo seguire?
        Con l’avvocato stiamo aspettando i conteggi delle mie spettanze da un consulente del lavoro. L’avvocato mi ha detto che in sede di conciliazione sindacale tratteremo per ottenere quanto mi spetta e far cambiare l’unilav. Non sono sicura che questo basti per chiedere il riesame della pratica di disoccupazione e ottenere un esito positivo. Aiutatemi per favore…

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, è una situazione particolare. le consiglierei di chiamare il numero verde e fissare un appuntamento con la sua sede INPS per chiarire la questione.

  40. Fabio Mad ha detto:

    Buon pomeriggio, avrei un quesito.
    Contratto a tempo determinato di 6 mesi scadente il 31.07.17
    Arriva offerta di lavoro da altra azienda e viene considerata la possibilità di accettare, ma l’assunzione sarebbe immediata, quindi non verrebbero completati i 6 mesi del contratto in essere con l’attuale azienda.
    In caso di dimissioni dall’attuale datore e ricollocazione in altra azienda, il periodo di lavoro svolto sono ad ora ai fini della NASPI viene perduto poiché vi è interruzione del rappporto lavorativo per volontà del lavoratore?
    Grazie per la risposta!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabio, assolutamente no, non perde nulla in questo caso.

  41. salve apprezzo la vostra gentilezza nel chiarire dubbi e incomprensioni, lavoro con una agenzia iterinale , ho avuto moltissime proroghe fino a sommare i 3 anni di lavoro , ora la mia ultima proroga era di 4 mesi , dove ne ho lavorati 1 mese e 20 giorni , poi mi sono dovuta mettere in mutua a causa di pressioni e maldicenze e molti problemi create dai miei colleghi, il curante mi ha messo in mutua per ansia reattiva con appoggio psichiatrico usl , alla fine del contratto mi mancano ancora 1 mese buono e alla fine sono stata in mutua 2 mesi e 10 giorni , o diritto alla naspi visto che comunque ho avuto dei problemi creati dal personale dove ne o risentita pisicofisicamente ? l’imps potrebbe avere delle noie ad accettare la mia domanda di disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Loreta maria, se lei non darà le dimissioni la NASPI verrà tranquillamente accolta. Se rimarrà in malattia fino a scadenza contratto le consiglio di dare un’occhiata a questo articolo specifico. A presto!

  42. puma1976 ha detto:

    Salve, ho notato che date molte risposte, e sopratutto con molta chiarezza e professionalità, io avevo un contratto di apprendistato di due anni dopo un anno e e due mesi ho dato le dimissioni per motivi personali, quindi non ho diritto alla disoccupazione, adesso ho trovato un lavoro tramite agenzia interinale pero’, ovviamente a tempo determinato di somministrazione con proroga mese per mese, se questa proroga non ci dovesse essere, ho diritto alla disoccupazione ? E sopratutto recupero la disoccupazione che avrei accumulato con il lavoro precedente ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente avrebbe diritto alla NASPI calcolata anche sul periodo di lavoro precedente, anche se all’epoca ha dato le dimissioni.

  43. Donata Marchesini ha detto:

    Salve. In seguito a licenziamento ho avuto diritto a Naspi per 24 mesi. Dopo 18 mesi ho accettato un contratto a tempo indeterminato con 60 giorni di prova. Durante la prova ho però deciso di dare le dimissioni. È possibile riprendere a percepire la Naspi per il periodo residuo fino alla scadenza dei 24 mesi. Se fosse possibile come devo fare per riattivarla? Ho fatto sia la richiesta iniziale che la sospensione per via telematica all’INPS. Grazie mille per una risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve rivolgersi alla sua sede INPS di competenza per capire se la sua NASPI è decaduta o se è sospesa.

  44. Nacer Nacer ha detto:

    salve ho un contratto di apprendistato di 3 anni che scade a 28/2/2018 pero non voglio rimane in questo lavoro fino alla scadenza del contratto per tante problemi di pagamento e trattamento e sempre trovato contratto di una settimana con di agenzie si cambio lavoro e accetto il contratto a settimana alla scadenza del contratto ho il dritto a disoccupazione .
    grazie

  45. Davide Pini ha detto:

    Buonasera, volevo sapere una cosa.. io sto per essere licenziato da parte del mio datore di lavoro per crisi economica e perché non mi paga lo stipendio ormai da due mesi, io avendo lavorato 1 anno e 7 mesi in questo posto ho diritto alla napsi, però la mia domanda è questa il datore di lavoro mi chiede i 15 giorni di preavviso, se non gli do questi giorni, io perdo la disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Davide, la domanda non è chiara. I giorni di preavviso dovrebbero essere indicati nel contratto.

  46. Silvio Lao ha detto:

    Salve. Vorrei porre una domanda.

    Ho lavorato per quasi 10 anni regolarmente per licenziarmi volutamente in quanto ho trovato altra occupazione.
    Iniziata la nuova occupazione è terminata nel periodo di prova (dopo circa 20gg di calendario) per mano dell’azienda (quindi non voluto da me).
    A questo punto mi spetta la disoccupazione avendo comunque percepito negli ultimi 4 anni almeno 13 settimane di retribuzione (requisito necessario oltre al licenziamento non scelto da me)?
    Grazie

      1. MARY79 ha detto:

        Buongiorno a me comunque dall’inps hanno detto che prendo solamente quella relativa all’ultimo periodo lavorativo date le dimissioni volontarie. Ho chiamato stamattina all’Inps e l operatore mi ha tenuto mezz’ora che doveva leggersi l’informativa: mi chiedo saranno incompetenti loro???Ho lavorato dal 2008 fino a febbraio 2017 a tempo indeterminato, poi mi sono licenziata per poter essere assunta dalle scuole per quattro mesi. La percepisco quindi in base anche agli anni precedenti nonostante le dimissioni volontarie???

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, assolutamente la NASPI viene calcolata sui versamenti degli ultimi 4 anni, l’importante è che non si siano date dimissioni in relazione all’ULTIMO rapporto di lavoro, mentre per quelli precedenti non è rilevante il motivo del termine del rapporto di lavoro.

    1. MARY79 ha detto:

      Ciao posso sapere per quanto percepisci la Naspi, ho il caso simile al tuo. Grazie

  47. Samantha Passuello ha detto:

    Buongiorno, vorrei gentilmente avere una informazione visto che siete molto gentili a rispondere sempre: io sto percependo la nasi e forse comincerò un nuovo lavoro che non prevederebbe la sospensione della disoccupazione, bensì l’annullamento (almeno così ho capito), in quanto si parla di 40 ore settimanali con contratto apprendistato.
    1 Domanda: i giorni di disoccupazione che mi devono ancora essere saldati PRECEDENTI alla data di inizio di contratto, mi devono comunque essere retribuiti, giusto?
    Del tipo: se cominciassi a lavorare il 15 Giugno 2017 e io ho percepito la Naspi solo fino al 15 Maggio 2017, i restanti giorni fino al 15 maggio mi verrebbero retribuiti?
    2 Domanda: quanto tempo avrei per comunicarlo all’INPS? 30 giorni?
    3 Domanda: se io decidessi di risolvere il contratto di apprendistato durante o dalla fine del PERIODO DI FORMAZIONE, poi avrei comunque diritto alla disoccupazione o no?
    Grazie infinite per l’attenzione e buona giornata.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Samantha:
      1) sì
      2) la comunicazione va fatta entro 5 giorni dall’inizio del rapporto di lavoro, e deve essere fatta compilando il modello NASPI-COM, la prestazione si sospende e si riattiva in automatico se questo modello viene compilato correttamente.
      3) Per quello che riguarda le sue dimissioni al momento stiamo consigliando di rivolgersi presso le sedi di competenza perché alcuni utenti ci segnalano che le sedi stanno gestendo questa faccenda delle dimissioni in maniera diversa, in sostanza alcuni accettano le dimissioni altri no. Questo perché il buco normativo gli permette di prendere decisioni autonomamente

  48. Maarty Gonzaschi ha detto:

    Mi sono licenziata da qualche settimana per maltrattamento sul posto di lavoro e mi spetta la disoccupazione. Ora che mi hanno contestato le dimissioni, mi spetta ancora la disoccupazione??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, per questi casi particolari consigliamo sempre di contattare la propria sede INPS di appartenenza. C’è il rischio che il diritto alla sua NASPI venga meno.

  49. Vanessa Ciaghi ha detto:

    Buongiorno vorrei gentilmente chiedere un’informazione:
    in data 08/10/2016 mi era stata accettata la domanda per l’indennità di disoccupazione NaSpi per la durata di 249 giorni ( fino al 14 giugno 2017).
    Il 27 marzo 2017 sono stata assunta con contratto di apprendistato fino al 30/09/2017 ( retribuzione totale dei 6 mesi 6.599,34 €). Io avevo comunicato al mio titolare di percepire la disoccupazione e gli avevo gentilmente chiesto se avessi dovuto far qualcosa a riguardo con la nuova assunzione.
    Mi era stato riferito di no, che dal momento in cui si viene riassunti e vengono pagati i contributi Inps appunto, la comunicazione sarebbe avvenuta automaticamente senza fare nulla.
    Nel dubbio avevo anche chiamato il call center Inps al 06 164 164 quando mi ero vista accreditata la rata il 10 maggio 2017 e mi era stato riferito di non preoccuparmi, che era successo anche a lei personalmente e che magari è perchè dovevano ancora ricevere la comunicazione da parte del titolare della nuova assunzione.
    Ora leggendo qui però il vostro blog ho letto che dovevo comunicare io all’Inps il nuovo lavoro!
    Che cosa posso fare ora? Devo fare comunque la comunicazione anche se tra 8 giorni finisce automaticamente il periodo della disoccupazione?
    Aiutatemi non vorrei finire nei casini perché mi era stato riferito altro!
    Ringrazio anticipatamente e porgo
    cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, faccia comunque la comunicazione. Nessun casino, solo dovrà restituire l’importo indebitamente percepito. Sarà l’INPS a mandarle comunicazione in merito. A presto!

  50. Ilaria Gherardi ha detto:

    Salve,
    Ho notato con piacere che rispondete per togliere dubbi a chiunque ne abbia, quindi ho deciso di chiedervi anch’io assistenza per quanto riguarda la disoccupazione.
    Fino al 15 maggio ho percepito la disoccupazione, che sarebbe dovuta durare per i 3 mesi dopo. Il giorno in questione però ho trovato un lavoro a tempo determinato e ho quindi disattivato la disoccupazione.
    Purtroppo per motivi di malattia durante la seconda settimana di contratto il mio datore di lavoro mi ha chiesto (Se non obbligato) a dare le dimissioni.
    Ora la mia domanda è: essendo tornata disoccupata (seppur avendo dato io le dimissioni) ho perso il diritto alla disoccupazione che stavo percependo in precedenza?
    Vi ringrazio per l’attenzione, buona giornata!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ilaria, non ha perso il diritto, per riattivarla deve compilare il modello NASPI-COM e consegnare all’INPS il certificato di riacquisita capacità lavorativa.

      1. Ilaria Gherardi ha detto:

        Vi ringrazio infinitamente, buona giornata!

      2. Sara Cardone ha detto:

        Buongiorno volevo chiedere io ho iniziato a lavorare il 5 di maggio e sono stata assunta con un contratto di 3 mesi , il posto non mi piace e non è come lo hanno descritto seval termine dei 3 mesi fossi io a decidere di non proseguire non avrei diritto a nulla?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, purtroppo no, se si dimette non le accettano la disoccupazione.

      3. elpapero1984 ha detto:

        Salve,è possibile chiedere la disoccupazione se mi dimetto da un contratto di 6 mesi al 3 mese per iniziare un altro lavoro con contratto di 3 mesi se alla fine di questi non mi rinnovano??ho sempre lavorato nei 4 anni precedenti

    2. Claudio Bomber ha detto:

      Buona sera a tutti vorrei una informazione riguardo un posto di lavoro siccome io percepisco la disoccupazione di cui io ho fatto 2 giorni di prova senza contratto siccome il lavoro che sto provando non fa per me perché ti trattano da schiavo e non mi piace il tipo di lavoro loro senza nessuna firma mi hanno detto che il Contratto lo hanno fatto da domani quindi vi chiedo è possibile che senza autorizzazione possono farlo? E se perdo la disoccupazione?
      Non so che fare loro mi hanno chiesto già le dimissioni

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Claudio, non ci occupiamo di contrattualistica ma le devo dire che non è il primo lettore che ci prospetta una situazione simile. Le consiglierei di provare a contattare un patronato/sindacato. A presto!

  51. Stefania Papini ha detto:

    SALVE, PERCEPISCO L’INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE, IL 30 MAGGIO MI È STATO FATTO UN CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO CON 60 GIORNI DI PROVA, SO GIÀ CHE AL TERMINE DEI 60 GIORNI NON VERRÒ RICONFERMATA, LA MIA DOMANDA È, DOVRÒ AVVIARE UNA NUOVA PRATICA NASPI? O RIPARTIRÀ IN AUTOMATICO LA VECCHIA CHE STAVO PERCEPENDO? INOLTRE ORA DEVO COMUNICARVI IL MIO NUOVO STATO LAVORATIVO?ARRIVA IN AUTOMATICO? GRAZIE

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Stefania, non deve assolutamente rifare una nuova domanda, e la sua NASPI dovrà ripartire in automatico se ha già compilato il modello naspi-com al momento dell’assunzione.

      1. Stefania Papini ha detto:

        La ringrazio. Un ultima domanda, essendo però un contratto indeterminato, allo scadere di questi 60 giorni di prova, come comunico all’Inps che sono nuovamente disoccupata? In teoria non cè una data di scadenza come con il determinato, perché leggendo il modello naspi-com parla solo di come interrompere la disoccupazione. Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Certo, in tal caso dovrà selezionare la voce ALTRO dalla tendina del modello NASPI-COM e fare la comunicazione per iscritto nel campo note che trova nell’ultima pagina del modello stesso.

  52. Matteo Milani ha detto:

    Buon giorno, mi serve un parere. Mi sono licenziato da un posto a tempo indeterminato dopo 4 anni di lavoro. Ho cominciato in una nuova azienda con un contratto di apprendistato con 4 mesi di prova. Dopo un mese ho capito che il lavoro non faceva per me in quanto il lavoro che mi era stato proposto non era quello che poi effettivamente ho svolto e non era in linea con le mie aspirazioni e attitudini e per di più gli straordinari non venivano percepiti. La situazione era veramente pesante e ne valeva li mia salute psicologica. Ho presentato le mie dimissioni da periodo di prova in forma scritta.
    Chiedo, in questa situazione ho diritto a richiedere la disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non credo si tratti di dimissioni per giusta causa, ma può provare a chiedere alla DTL. Se le approvano le dimissioni per giusta causa può fare domanda di NASPI altrimenti no.

  53. Noiato Piero ha detto:

    Buongiorno,

    Dal Settembre 2013 al Marzo 2014 ho lavorato con contratto a tempo determinato presso una azienda,
    Il contratto poi non mi fu rinnovato.

    Da aprile 2014 a Marzo 2017 ero assunto a tempo indeterminato presso un’altra azienda privata, e diedi le
    dimissioni volontarie.

    Ora mi è stato offerto un contratto a tempo determinato come barista, presso un locale.
    La durata del contratto è di 1 mese, e le giornate di lavoro saranno 8 circa effettive.
    Al termine di questo contratto, in virtù degli anni di lavoro precedenti, a prescindere dalle modalità
    di risoluzione contrattuale, avrò diritto alla NASPI ?

    Chiamando l’INSP, mi hanno detto che per quanto riguarda il lavoro a tempo indeterminato, avendo io rassegnato
    le dimissioni volontarie, non mi viene considerato ai fini del calcolo per l’indennità, e senza avere un contratto attuale che mi impieghi per 30 giornate lavorative effettive, non ho diritto alla NASPI.
    Attendo vostre.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo (o per fortuna) le hanno dato un’informazione errata. Può accettare questo lavoro a TD e poi presentare domanda di NASPI. Ai fini del calcolo e della durata verranno considerati anche i contributi del rapporto di lavoro a TI per il quale ha rassegnato le dimissioni.

  54. Debbie Silva ha detto:

    Salve
    avrei bisogno del vostro aiuto e delucidazioni in merito alla mia situazione. Tramite il Progetto Match dell’uff di collocamento sono stata assunta a tempo indeterminato 11 aprile 2017 e sono ancora nel periodo di prova di 60 giorni. Sono stata assunta come categoria protetta , in quanto con percentuale di invalidità, ma purtroppo il lavoro non è idoneo alle mie condizioni di salute. Inoltre mi stanno facendo una sorta di mobbing, tramite comportamenti ecc ostacolandomi nello svolgimento dello stesso. Se mi dimetto ho diritto alla naspi? Oppure devono licenziarmi per forza loro? Nel caso in cui ne abbia diritto anche con dimissioni, devo maturare le 13 settimane lavorate presso di loro oppure posso andarmene prima? Preciso che ero disoccupata da lug 2012 precedentemente a questo lavoro. Non vorrei aver subito oltre il danno, anche la beffa….Sono incappata in un incubo e mi stanno facendo ammalare fisicamente e psicologicamente…….Attendo con ansia una vostra risposta in merito, vorrei almeno agire nel migliore dei modi e tutelarmi fino al prossimo lavoro…. Grazie infinite per il vostro prezioso lavoro. Domani devo parlare con il capo area e spero di ricevere una vostra risposta quanto prima.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in caso di dimissioni per giusta causa (dimissioni che devono essere certificate dalla Direzione territoriale del Lavoro) la disoccupazione spetta sempre. Se era disoccupata dal 2012 deduco che non stava percependo la naspi al momento dell’inizio del rapporto di lavoro. Ma le dico anche che qualora dovessero essere accertate le dimissioni per giusta causa la sua NASPI durerebbe pochissimo, infatti la durata varia per ciascun lavoratore ed è pari alla metà delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni.

      1. Debbie Silva ha detto:

        Buongiorno e grazie mille per la vostra celere risposta. Come avviene la procedura di certificazione di dimissioni per giusta causa? Una volta date le dimissioni che cosa debbo fare? Deduco quindi che devo necessariamente maturare le 13 settimane lavorative presso l’attuale datore di lavoro. Nel caso fossero loro a licenziarmi avrei automaticamente la naspi, anche se di pochi mesi?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          le 13 settimane possono essere anche sparse, anche derivanti da più rapporti di lavoro, l’importante è che siano presenti negli ultimi 4 anni precedenti la data della domanda. Una volta date le dimissioni per giusta causa dovrà farsele validare dalla Direzione Territoriale del Lavoro che probabilmente le rilascerà un “attestato” da presentare all’INPS al momento della domanda di NASPI. Ovviamente ha diritto alla NASPI se viene licenziata.

  55. Simone ha detto:

    Buongiorno,chiedo gentilmente un vostro parere.
    Se il mio datore dovesse licenziarmi durante il periodo di prova,può farlo solo con una lettera scritta o anche oralmente?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Per quel che ne sappiamo dovrebbe esserci una lettera di licenziamento, a tutela di entrambi. Ma le consiglierei comunque di chiedere conferma ad un consulente del lavoro.

  56. Buon giorno a tutti, mia moglie una settimana fa ha dovuto dimettersi dal posto di lavoro in cui ha prestato servizio per 3 anni e non ha avuto diritto alla Naspi… ora le è stato proposto un contratto di 15 giorni dallo stesso datore di lavoro per aiutarlo a concludere delle pratiche in sospeso di cui si occupava lei stessa… la mia domanda è: in virtù di questo nuovo contratto le spetterebbe la disoccupazione?

      1. elena m. ha detto:

        Buongiorno,
        le sottopongo un quesito che mi e’stato detto da una conoscente ma che non so essere vero.Mettiamo che una persona si dimette di sua volonta’ per x motivi,il mese dopo firma un contratto di tre mesi , la persona in questione si presenta regolarmnete per un paio di giorni a lavoro poi non si presenta o si mette in malattia o problemi e si presuppone che l’azienda non faccia cosi’ passera il periodo di prova e possa lei richiedere la disoccupazione.Sostiene che anche il non presentarsi piu’ a lavoro valga come licenziamento e quindi poi richiesta disoccupazione. Puo ‘essere possibile?Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Dipende. L’INPS ha comunque il diritto di valutare ogni singolo caso. C’è da dire però che nel caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo la NASPI spetta comunque, seppur con una decorrenza slittata di 30 giorni. Una condizione di malattia renderebbe il comportamento del lavoratore certamente meno sospetto.

  57. francesca ha detto:

    Salve, sono una lavoratrice stagionale cameriera ai piani, lavoro nella stessa struttura da 3 anni (periodi estivi aprile settembre) sempre assunta con contratto a tempo determinato con la stessa società, fino ad ottobre 2016 ho lavorato con contratto part time orizz. Vert. 6° livello, da qualche giorno ho iniziato a lavorare stesso posto stessa società, non ho ancora firmato nessun contratto, sto facendo a tempo pieno 8 h giornaliere ed ufficiosamente ho saputo di essere stata declassata a 7° livello, è lecito un declassamento? Eventualmente esistono dei rimedi?
    Poi mi è stato detto che sono in prova 15 giorni, ma pare che non esista prova al 4° anno di lavoro per la stessa ditta o sbaglio?
    Ho percepito Naspi fino a gennaio 2017, vorrei capire se do le dimissioni perdo i requisiti per poter ancora usufruire di Naspi? Come mi dovrei comportare?
    Attendo dei Vs Cordiali consigli
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesca, non sappiamo aiutarla per quel che riguarda il suo contratto, dovrà necessariamente rivolgersi ad un sindacato o un patronato. Per quel che riguarda le dimissioni le suggerisco di verificare con la direzione territoriale del lavoro se in questo caso le sue dimissioni possono essere considerate dimissioni per giusta causa. In tal caso potrà comunque accedere alla NASPI, in caso contrario ovviamente no. A presto!

  58. Dan Tapirlan ha detto:

    ho lavorato per 15 anni con contrato indeterminato mai sono stato in disocupazione ,per motivi che la ditta dove lavoravo chiudeva ho cercato un altro lavoro ma questo e a tempo determinato di 6 messi con un periodo di 1 messe di prova .ho diritto a disocupazione se in periodo di prova di un messe rinuncio io ?o devo finire tutti 6 messi di lavoro quanto e il contratto di lavoro ?mi spiega perché non so come fare .grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se non ha fatto prima domanda di NASPI non può dare le dimissioni, deve attendere di essere licenziato, o la scadenza del rapporto di lavoro, prima di presentare domanda. A presto!

  59. Giovanna Lucarelli ha detto:

    Salve volevo un’informazione se potete aiutarmi: lavoro da 2 anni con un contratto a tempo indeterminato e per problemi personali devo dimettermi volontariamente. Non avrò diritto ad alcuna Naspi mi hanno detto. Volevo sapere se dovessi trovare un lavoro a tempo derminato nei prossimi mesi alla risoluzione del quale dovessi aver regolarmente diritto alla Naspi si terrà conto nel calcolo degli ultimi 4 anni di contribuzione e potrei aver diritto ad una Naspi per un periodo più lunga che tenga conto dei 2 anni che ho lavorato?! Un mio amico tempo fa si dimise non percependo poi in estate trovò un lavoro di 6 mesi a tempo determ. ed ha percepito la disoccupazione per 2 anni cumulando tutti anni in cui aveva lavorato. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giovanna, esattamente accadrà come al suo amico, ovvero verranno considerati tutti i periodi lavorativi degli ultimi 4 anni, a prescindere dal tipo di risoluzione dei vari contratti.

  60. Monica Musella ha detto:

    salve, avrei bisogno di un’informazione urgente. Ho fatto richiesta naspi a febbraio, poi ho trovato lavoro per 3 mesi quindi fatta comunicazione per sospenderla. Il contratto mi finiva il 9/5 e oggi scopro tramite centro per l’impiego che è stato rinnovato di un mese senza che io sapessi niente, senza aver firmato, e ovviamente quindi senza presentarmi al lavoro!!!! ho chiamato al commercialista molto molto molto arrabbiata, ed oggi è riuscito ad annullare la proroga. La mia domanda è: perdo la naspi o continuerò a percepirla? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ovviamente continuerà a percepirla ma temo che dovrà compilare un nuovo NASPI-COM dichiarando data inizio e fine effettivi e soprattutto inserendo nelle note questo equivoco.

      1. Monica Musella ha detto:

        E questo cosa implicherebbe?

    2. Pietro Elia ha detto:

      Ho percepito la naspi fino al 1 maggio, il 3 maggio ho trovato lavoro facendo un contratto con prova di 3 mesi. se adesso attualmente sciolgo il contratto posso riallacciare alla naspi che prendevo precedentemente ?

  61. Mattia Falda ha detto:

    Buongiorno a tutti, vi spiego la mia situazione. Dopo essere stato impiegato a tempo indeterminato per 4 anni, ho trovato un’altra occupazione che ritenevo migliore, così mi sono dimesso dal tempo indeterminato e sono stato assunto a tempo indeterminato con 30 giorni di prova. Il problema è che l’ambiente di lavoro non è affatto come mi era stato presentato, ci sono situazioni di sfruttamento, non c’è possibilità di pausa nei turni, si resta dopo l’orario di lavoro anche per un’ora senza essere retribuiti, ecc ecc. Ora vi chiedo come fare a divincolarmi da questa bruttissima situazione senza rimanere al verde fino a che non trovo un’altra occupazione.
    Grazie a tutti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Mattia, se ancora non è finito il periodo di prova nel suo caso farei del mio peggio per non superarlo. Non è un ottimo consiglio, lo so, ma è funzionale.

      1. Mattia Falda ha detto:

        La ringrazio per il consiglio

    2. Dav79 ha detto:

      Buongiorno. Vi espongo il mio quesito: dopo aver lavorato 15 anni presso un’azienda ed aver recesso il rapporto lavorativo causa dimissioni volontarie, il 1 Marzo 2017 ne firmo uno nuovo a tempo determinato di 1 anno previo superamento periodo di prova di tre mesi. Ieri, 12 maggio, ricevo lettera licenziamento per non averla superata con effetto immediato. Nel frattempo, salvo imprevisti ed incrociando le dita, ricevo proposta con possibile nuova assunzione a partire dal 22 Maggio.
      Avendo questa settimana disponibile, potrei già essere in grado di aprire la pratica di disoccupazione in modo tale da ricevere 7 gg di naspi????…anche se l’eventuale accettazione dovesse arrivare successivamente la firma del 22 maggio (ovvero inizio nuovo contratto lavorativo)??? Ed inoltre, qualora le mie aspettative non fossero rispettate, potrei licenziarmi volontariamente (entro i primi 6 mesi) con diritto di far ripartire la disoccupazione??? Grazie mille e saluti

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, consideri che i primi 8 giorni successivi al termine del rapporto di lavoro sono chiamati “giorni di carenza” quindi non le verrebbero retribuiti tutti (se ho capito bene l’ultimo giorno di lavoro è stato il 12/05), ma l’inps le pagherebbe solo 1 giorno, ovvero il 21 maggio. Potrebbe poi sospendere la NASPI e dare le dimissioni dal nuovo rapporto di lavoro entro 6 mesi dall’inizio.

  62. Anikó Kovács ha detto:

    Salve!
    Vorrei porvi una domanda ed avrei bisogno di una risposta URGENTE!

    Il 30 aprile mi è scaduto un contratto a tempo determinato. Il 2 maggio ho iniziato un nuovo lavoro a termine con 10 giorni di prova. Ora vorrei sapere che se dovessi dimettermi durante il periodo di prova ho diritto al Naspi? Siccome il 1 maggio era festa non ho potuto iscrivermi all’ufficio del lavoro e il 2 risultavo già occupata.
    Inoltre vorrei sapere se i 10 giorni sono effettivi o conta anche il giorno di riposo?

    Grazie mille!
    Anikó

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo no. Se si dimette senza che ci sia già una richiesta di naspi precedente l’inizio del rapporto di lavoro, comunque la naspi verrebbe respinta.

  63. Martina Bagnoni ha detto:

    Salve ,
    Sto percependo la disoccupazione naspi che ho interrotto per un nuovo lavoro. Nel caso in cui fossi io a licenziarmi, continuerei a percepire la precedente naspi oppure no?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Dipende: tipo di contratto ha? E da quanto tempo ha iniziato a lavorare?

      1. francesco ha detto:

        salve,lavoro in una azienda da due anni e mezzo con contratto indeterminato , a luglio mi licenzieranno perchè a novembre entrerò nelle forze armate, nei mesi in cui non lavorerò mi tocca la disoccupazione?

  64. roma_ ha detto:

    Salve volevo chiedere percepisco la naspi da alcuni mesi ora ho iniziato a lavorare con un contratto a termpo determinato di 30 giorni di cui 10 giorni di prova se nei 10 giorni di prova mi licenzia l’azienda perdo il diritto alla naspi ?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ovviamente no, in questo caso dovrebbe compilare il modello naspi-com informando l’inps del licenziamento, la prestazione si ripristina da dove è stata sospesa.

      1. roma_ ha detto:

        Quindi se ho capito bene se dopo in10 giorni di prova non piaccio all’azienda e decidono di nin farmi finire il contratto di 30 giorni io ho diritto alla mia naspi ? Ps . Si può dichiarare tutto cio al patronato dove richiesi la naspi perché so che ci vorrebbe un pin per farlo online o telefonicamente

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Esattamente, e anzi, nel caso di NASPI sospesa potrebbe dare anche lei le dimissioni. Si può fare NASPI-COM anche attraverso il patronato ovviamente.

          1. roma_ ha detto:

            Purtroppo non sono ancora riuscito a dichiarare di aver iniziato a lavorare domani lo faccio al patronato in questo caso posso dare le dimissioni ? Ad esempio domani stesso ? Devo comunque dichiarare di aver iniziato un’attività lavorativa ?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve, certamente deve dichiarare inizio e fine del rapporto di lavoro. Può dimettersi entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro che ha sospeso la prestazione.

    2. six90 ha detto:

      Buongiorno, ho percepito la naspi fino a qualche giorno fa. L’ho poi sospesa perché ho trovato un lavoro a tempo determinato dal 08/05/2017 al 30/11/2017. Mi è stato fatto un contratto CCNL commercio settore terziario di 5º livello come sales assistant. Per i primi 60 giorni sarò in prova è da quanto ho capito sia io lavoratrice che il datore di lavoro possiamo recedere dal contratto senza obbligo di preavviso. La mia domanda è: se sono io lavoratrice a dare le dimissioni nel periodo di prova posso tornare a percepire la naspi?
      Grazie

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Certamente, può dare le dimissioni entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro. la naspi si riattiva a seguito della comunicazione delle dimissioni attraverso il modello naspi-com. NON DEVE ripresentare domanda di naspi.

  65. Il Berto ha detto:

    salve! io sto percepisco ogni mese la disoccupazione naspi.. se io non ho firmato nessun contratto di lavoro ma è stato fatto solo con delle foto dei documenti che avevano già in precedenza contro il mio volere ma ripeto io non ho firmato nessun contratto.. cosa succede con la mia disoccupazione ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se il datore di lavoro ha fatto comunicazione di assunzione all’INPS la naspi potrebbe essere sospesa. Dovrebbe fare poi lei un’autodichiarazione tramite la sede per dichiarare di non aver mai sottoscritto il contratto chiedendo il rispristino della prestazione.

  66. Ilenia De Koningin ha detto:

    Buongiorno e complimenti del lavoro svolto. A gennaio 2017 ho presentato domanda di disoccupazione e dopo averla percepita per un mese l’ho sospesa per un contratto a tempo determinato. Il mese scorso ho dato le dimissioni per attaccare immediatamente con un lavoro a tempo indeterminato. Tuttavia le cose non proseguono come avrei voluto. In tal caso, se presento le dimissioni da un lavoro a tempo indeterminato per cominciarne immediatamente uno a tempo determinato della durata di due mesi, al termine di tale periodo(2 mesi) ho diritto a percepire la disoccupazione? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ilenia, certo che sì. A presto!

      1. co89 ha detto:

        bungiorno, scrivo qui anche se non so se è la sezione giusta. spiego brevemente la mia situazione.

        metà aprile termina mio contratto di lavoro a tempo determinato.
        faccio domanda naspi.
        nel frattempo mi propongono contratto apprendistato part time con prova di 45 giorni.
        durante la prova(non ho ancora comunicato inizio del lavoro all’inps) se dovessi io recedere dal contratto avrei diritto alla naspi precedentemente accettata? o a causa di questo lavoro non portato a termine la perdo?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, quando è terminato il suo rapporto di lavoro? Quando ha fatto domanda di naspi? e quando è iniziato il nuovo rapporto di lavoro?

          1. co89 ha detto:

            salve 16 aprile scade contratto
            20 aprile faccio domanda naspi che mi viene accettata nel frattempo lavoro dal 3 maggio al 7 maqgio e mi dimetto nel periodo di prova..

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Certamente, può dimettersi entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro. Dovrà comunicare le dimissioni tramite naspi-com, la naspi si riattiverà automaticamente, non c’è bisogno di inoltrare nuova domanda.

  67. stefania sudiro ha detto:

    Buongiorno, oggi ho ricevuto una lettera di licenziamento durante periodo di prova durato due mesi. Prima percepivo la naspi che sarebbe durata fino a giugno ed è stata sospesa x il contratto che avevo in essere. Adesso la naspo dovrebbe ripartire e volevo chiedere se al termine del periodo previsto si può fare un’altra domanda di disoccupazione che comprenda appunto il periodo lavorato con questo contratto oppure no. Inoltre a novembre ho fatto un periodo di tirocinio finanziato dalla Regione Veneto terminato in febbraio. Questo tirocinio vale ai fini conteggi gg lavorati? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve il tirocinio non vale e non può essere fatta, ora, una nuova domanda per ricalcolare la durata della naspi. Se è stata licenziata deve compilare un nuovo NASPI-COMO dichiarando data del licenziamento e richiedendo la riattivazione della naspi sospesa. Questi due mesi di lavoro saranno comunque validi per una futura domanda naspi.

      1. Alessandro sibilli ha detto:

        Salve, io ho avuto un rapporto di lavoro a tempo indeterminato durato 2 anni e 1 mese e ho firmato le dimissioni e il giorno dopo ho iniziato un altro lavoro in cui mi hanno fatto un contratto di tirocinio. Alla fine del contratto di tirocinio che dovrebbe scadere ad ottobre posso ricevere la disoccupazione del periodo lavorato in precedenza a tempo indeterminato?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, non ci risulta che il contratto di tirocinio possa dare diritto alla NASPI. Il contratto in scadenza dovrebbe essere subordinato da lavoro dipendente.

  68. melo ha detto:

    salve volevo chiedere una informazione, a breve il mio contratto a tempo determinato full time scadrà e probabilmente mi verrà proposto un rinnovo del contratto sempre a tempo determinato ma part-time. nel caso dovessi rifiutarmi di accettare tale rinnovo in quanto ridurrebbe di troppo le mie entrate, avrei comunque diritto alla disoccupazione? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente avrebbe diritto alla NASPI. A presto!

  69. Salve, sono stata licenziata dopo 9 anni dal mio datore di lavoro perchè il 1 marzo ha chiuso la ditta individuale per poi aprire una nuova srls. Non ho fatto richiesta di disoccupazione ma ho semplicemente chiesto il modulo di disponibilità al lavoro perchè il mio titolare mi ha assicurato che mi avrebbe asunto con la nuova ragione sociale.
    E’ passato nel frattempo più di un mese e solo pochi giorni fa mi è stato comunicato che l’assunzione a mio nome è partita tramite comunicazione unilav, ma senza che io abbia firmato alcun contratto: sono stata messa in regola per un numero di ore inferiore a quelle che faccio realmente e con uno stipendio molto più basso di quello che prendevo in precedenza grazie agli scatti di anzianità (500€ contro 730€). A me queste condizioni non stanno bene e volevo capire se c’è qualcosa che posso fare, dato che come stanno ora le cose penso di non aver più diritto alla disoccupazione perchè dovrei dimettermi (e inoltre ho maturato nel nuovo contratto solo un paio di settimane di lavoro) .
    Spero possiate aiutarmi, grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Valentina, purtroppo non avendo preventivamente inoltrato domanda di NASPI ora non è più possibile dimettersi mantenendo il diritto alla disoccupazione. Un’alternativa è quella di trovare qualcuno disposto a farle un breve contratto di pochi giorni, in tal modo può dimettersi dal suo lavoro, attaccare un nuovo lavoro con contratto a tempo determinato e al termine di questo presentare domanda di NASPI. Tutti gli altri requisiti li ha. A presto!

  70. Lhianon Lhianon ha detto:

    Buongiorno, innanzitutto complimenti perché siete bravissimi e disponibili, date delle risposte molto utili, in secondo luogo avrei bisogno anch’io di usufruire delle vostre conoscenze.
    A giugno 2015 vengo assunto con contratto a tempo indeterminato.
    A febbraio 2017 mi danno la lettera di licenziamento con preavviso da fare (fatto), così a marzo 2017 sono a casa; impugno il licenziamento, viene così annullato il licenziamento e vengo reintegrato sul posto di lavoro, dove ovviamente dopo solo due giorni di lavoro dove me la fanno pagare, vengo messo in ferie forzate, fino al consumo totale di queste.
    A questo punto immagino che loro cercheranno in tutti i modi di farmi dimettere con carognate varie, (già iniziate nei due giorni lavorati al rientro obbligatorio), e purtroppo sono consapevole che non è così facile dimostrare il mobbing, a cui mi stanno sottoponendo, soprattutto quando (ovviamente per paura) i colleghi si rifiuterebbero di testimoniare.
    Prima di essere reintegrato, avevo fatto richiesta per la naspi che ovviamente ho dovuto annullare.
    In quei giorni avevo avuto una proposta di lavoro a tempo determinato di 3 giorni.
    Dando le dimissioni dal lavoro dove sono stato reintegrato, non avrai diritto alla naspi.
    Ma se accettassi subito questo lavoro di 3 giorni, potrei richiedere la naspi e questa venirmi accettata?
    Grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, dovrebbe dare le dimissioni da questo lavoro, accettare l’altro contratto e alla scadenza fare domanda di NASPI per la quale avrebbe diritto. A presto!

      1. Sahar Sahar ha detto:

        Buongiorno.la mia situazione e la seguente.ho lavorato a t.indeterminato fino al 31\03 poi SN stata licenziata x giusta causa.vengo riassunta altrove con contratto di 2 ore dal 16\04. Posso fare lo stesso domanda x Naspi?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ho qualche dubbio a riguardo. Provi comunque a farla, nella peggiore delle ipotesi la domanda viene respinta.

  71. Francesca Bonadies ha detto:

    Buonasera,
    Ho bisogno di un consulto. A settembre 2016 sono stata licenziata e mi sono stati riconosciuti 12 mesi di Naspi. A marzo ho trovato lavoro con contratto a tempo indeterminato e 90 giorni di prova. Ho sospeso la naspi avvisando del nuovo contratto . Purtroppo non mi trovo bene in questo posto…
    Se decidessi di dare le dimissioni nel periodo di prova potrei richiedere il continuo della naspi? Oppure non è più possibile averla? Grazie. Francesca

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesca, può dimettersi nel periodo di prova e riaprire la NASPI.

  72. Giovanni ha detto:

    Salve, ho appena dato le dimissioni da un lavoro in cui ho lavorato 4 anni consecutivi. Ho capito leggendo le altre domande che qualora trovassi un altro lavoro e quest’ultimo terminasse senza la mia volontà varrebbero gli anni lavorati nel lavoro precedente concluso con dimissione. La mia domanda però è: c’è un requisito temporale minimo per questo secondo lavoro? O meglio questo lavoro deve avere un contratto che duri almeno TOT mesi o giorni? Varrebbe l’assunzione sotto un famigliare?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, no non c’è il limite minimo. Va bene anche un familiare come datore di lavoro.

  73. Gian Maria Piras ha detto:

    Ho lavorato tre anni in un azienda poi ho deciso di licenziarmi dopo 8 mesi trovo un lavoro a tempo determinato per tre mesi,se non supero la prova ho diritto alla naspi, è l azienda deve darmi una comunicazione scritta?grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente avrebbe diritto alla NASPI. Ovviamente se non supera la prova dovrà avere una lettera di licenziamento, a meno che la fine della prova non sia già esplicitata nel contratto di lavoro.

      1. Gian Maria Piras ha detto:

        Nel contratto c è scritto che nel periodo di prova di 1,5 mesi le parti possono liberarsi dal contratto senza preavviso

  74. Klaudia Anna Galka ha detto:

    Salve mio marito dopo 20 anni di lavoro ha dato le dimissioni volontarie per ciò non può richiedere la naspi però se dovesse avere un contratto di 3 mesi alla fine di questo può richiedere la naspi??li verranno calcolati pure li anni lavorati con dimissioni volontarie?? Grazie per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Klaudia, certamente potrà richiedere la NASPI e varranno anche gli anni lavorati in precedenza.

  75. Tania Usai ha detto:

    Salve, ho bisogno di aiuto.
    Ho richiesto la Naspi a fine 2015 e devo richiedere la sospensione lunedì.
    Ho accettato un contratto di apprendistato con 60 gg di prova e sono ancora in questo periodo, il contratto terminerebbe nel 2019.
    Mi hanno detto che se mi dimetto non avrò di nuovo la Naspi ma se mi licenziano potrò riavere l’indennità, è vero?
    Devo lavorare un tot di giorni per avere la Naspi?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Tania, può dimettersi entro 6 mesi dall’inizio del lavoro e riprendere la NASPI da dove è stata sospesa. Se la licenziano dopo il 6 mese di lavoro può richiedere di nuovo la NASPI.

  76. Monica Ballisai ha detto:

    Salve..Vorrei fare una domanda..Lavoro presso una ditta dal 2013..Devo fare le dimissioni per essere assunta in un altra ditta..A termine del contratto di quest’ ultima..Posso fare domanda per la disoccupazione? Grazie mille

  77. Sabrina ha detto:

    Buongiorno, avrei un quesito da porvi.
    Ho percepito la Naspi per 6 mesi, a metà Marzo ho trovato un nuovo impiego con contratto di apprendistato della durata di 4 anni e 3 mesi con 3 mesi di prova e ho interrotto la disoccupazione tramite il call center Inps.
    Non trovandomi bene nel nuovo impiego ho deciso di interrompere il rapporto lavorativo. Posso riattivare la Naspi per il restante anno che mi spetta?
    Ps. Al call center mi hanno chiesto che tipo di contratto avevo e gli ho detto quello che ho scritto sul contratto “tempo indeterminato-apprendista” l’operatore non mi ha chiesto la durata dell’ apprendistato.. perché? Grazie in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Può dimettersi entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro. Una volta date le dimissioni dovrà farne comunicazione all’INPS attraverso il modello NASPI-COM, la NASPI verrà ripristinata da dove è stata sospesa. A presto!

  78. mario de marchi ha detto:

    Buongiorno, per prima cosa complimenti di cuore siete una luce nei periodi bui che spesso in questi periodi i lavoratori attravversano..
    Ora la domanda… ho 10 mesi di naspi residui e inizierò un lavoro a tempo determinato di 10 mesi.. se mi licenzio io nel caso il lavoro non mi piacesse, visto che la naspi in teoria decade automaticamente con le comunicazioni unilav, posso recuperare la Naspi? Che procedura bisogna fare?
    Grazie Marco

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marco, grazie mille per i complimenti, è un piacere per noi poter essere d’aiuto. Per quel che riguarda il suo caso le dico che può dimettersi entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro e riprendere la NASPI per i 10 mesi rimanenti. In questo caso basterà comunicare all’INPS le dimissioni attraverso il modello NASPI-COM e chiedere il ripristino della prestazione. A presto!

  79. Annalisa Miranda ha detto:

    Salve, ad ottobre 2016 e’ scaduto il mio contratto con un supermercato, durato 10 mesi. Ho presentato domanda di Naspi chemi e’ stata accolta per 474 gg. I primi pagamenti li ho ricevuti a gennaio 2017. Il 20 febbraio ho iniziato un nuovo lavoro, contratto fino ad agosto con un mese e quindici giorni di prova. Ho regolarmente dato comunicazione all’inps del contratto e la naspi e’ stata sospesa. Siccome ci ho provato ma il lavoro non fa per me, anche per miei problemi fisici, vorrei comunicarlo all’azienda, dando disponibilita’ di finire il periodo di prova x cercare un sostituto. Ma se dovessi dimettermi io, nel periodo di prova, mi verrebbe tolta la Naspi residua o continuerei a percepirla? Grazie per l’aiuto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, può dimettersi entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro, comunicare le dimissioni attraverso il modello NASPI-COM e riprendere la NASPI da dove è stata sospesa. A presto!

      1. Annalisa Miranda ha detto:

        Salve la ringrazio molto per il vostro servizio utilissimo! Nel modello Naspi-com cosa devo scrivere? Cessazione rapporto di lavoro? Grazie molte ancora

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Metta semplicemente data inizio e fine del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato

  80. claudiaetnias ha detto:

    salve, ho finito de lavorare il 8 febbraio, il comercialista a svagliato e invece de licenziarmi mi a DIMESSA, come lo ha fatto de maniera telematica, ha detto che non poteva fare niente, gia che volevo andare in disocupazione, mi ha proposto de farmi un nuovo contratto e poi licenciarmi, si puo fare? pensate che cosi potrei andare in disocupazione.
    il fatto e che il mio datore de lavoro e il nonno della persona per chi lavoravo, facevo la colf e babysitter, adesso la figlia per lavoro si e trasferita a milano e io sono andata anche con loro, pero poi i conti non mi tornavano e ho chiesto di essere licenziata,ho lavorato con loro quasi 10 anni. come posso fare?
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Claudia, certo che si può fare. Quando verrà licenziata potrà presentare domanda di NASPI. A presto!

  81. Gabe Cavorsi ha detto:

    Buonasera a tutti,
    Ho dato le dimissioni dopo un periodo di 4 anni e mezzo presso un’azienda GDO. Sono stato assunto in un’altra azienda GDO con contratto a tempo determinato con periodo di prova di 2 mesi.
    Nel caso in cui mi dovessero lasciare a casa dopo un mese, ho diretto alla napi (disoccupazione)?

    Grazie mille.

  82. I M ha detto:

    Salve, ho questo quesito:
    Lavoro da un anno con un contratto di sostituzione maternità. Nel contratto non è specificata la data di fine ma è indicato che durerà fino al rientro della lavoratrice madre: devo necessariamente aspettare il rientro della mamma, che ha chiesto altri 6 mesi, se voglio usufruire della naspi?
    Mi pesa aspettare la naturale scadenza perché ho problemi sul lavoro. Altrimenti, se mi dimetto ed inizio altrove un nuovo lavoro con contratto di 3 mesi, al termine di questo potrò chiedere la disoccupazione includendo nel conteggio anche il lavoro da cui mi sono licenziata?

    Altro dubbio: questo è il mio primo lavoro e non mi è chiaro se ho diritto comunque a richiederla o se devo avere versato altri contributi nei precedenti anni.

    Vi ringrazio per il supporto informativo che offrite,
    Lia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se si dimette e trova un altro lavoro alla scadenza del contratto potrà richiedere la NASPI includendo ovviamente anche le settimane del lavoro da cui si è dimessa. Attenzione però se è il primo lavoro: non c’è più l’obbligo di aver necessariamente lavorato negli anni precedenti la sappia che la durata della Naspi è pari alla metà delle settimane lavorate quindi men o lavora meno durerà la sua NASPI. A presto!

    2. feder0000 ha detto:

      Buongiorno, il mio contratto di 10 mesi è in scadenza e non sarà rinnovato, cominicerò un nuovo lavoro un mese dopo la fine del contratto attuale col mio vecchio datore, se dovessi interrompere il nuovo contratto durante i 60 giorni di prova, potrei chiedere la naspi?

      Grazie

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, le consiglio di presentare subito domanda di NASPI, prima dell’inizio del nuovo lavoro. Quando ricomincerà a lavorare la NASPI si sospenderà per max 6 mesi, se lei in questi 6 mesi vorrà dare le dimissioni potrà farlo, in tal modo riprenderà la NASPI da dove è stata sospesa.

        1. feder0000 ha detto:

          Grazie,
          io credo che inizierò a lavorare prima della risposta di avvenuta accettazione della Naspi, quindi volevo chiedervi, in tal caso come funzionerebbe? mi pagherebbero i 25 giorni passati tra un contratto e l’altro, oppure, avendo già iniziato un nuovo lavoro, non mi verrebbe nulla?
          grazie ancora

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Salve, le pagheranno i giorno di disoccupazione tra un contratto e l’altro.

  83. Nestor Tagacay Jr. ha detto:

    Salve,ho lavorato 2 anni in una azienda metalmeccanica e adesso mi scade il contratto ad agosto,posso chiedere la disoccupazione??

  84. Daria Arcaini ha detto:

    Salve io mi sono licenziata per giusta causa il 6 di febbraio 2017 facendo la domanda di disoccupazione al 15 di febbraio sono stata riassunta a tempo determinato con 4 settimane di prova in queste 4 settimane se decidessi di stare a casa mi riparte la disoccupazione ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Cioè dando le dimissioni intende? Sì certo, l’importante è comunicare questo rapporto di lavoro con il modello NASPI-COM.

  85. Bianca Farina ha detto:

    Buongiorno,
    a dicembre sono rimasta a casa dal lavoro e ho fatto domanda per ricevere la naspi che mi è stata erogata per il mese di gennaio e poi sospesa poichè a febbraio avevo iniziato a lavorare. Ieri sono stata lasciata a casa da questo nuovo lavoro durante il periodo di prova. La naspi sospesa riprende ora ad essere erogata normalmente? o devo fare nuovamente richiesta?

    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Bianca, le consiglio di compilare nuovamente il modello naspi-com dichiarando nel campo note che ha terminato il rapporto di lavoro. la naspi ripartirà da dove è stata sospesa. A presto!

  86. Monica Rossetti ha detto:

    Buongiorno, sono Monica.
    Sono stata assunta in uno Studio con contratto a tempo indeterminato (il contratto collettivo di riferimento è quello degli Studi Professionali) con un periodo di prova di n. 120 giorni.
    Subito dopo l’assunzione, ho scoperto di avere un tumore al seno per il quale ho già subito n. 2 interventi e sono in attesa di iniziare radioterapia e chemioterapia.
    Se al termine dei 120 giorni di prova, lo Studio non volesse passare all’assunzione definitiva e quindi mi licenziasse, soddisfatti gli altri requisiti per accedere alla Naspi, la stessa mi spetterebbe?
    Ringrazio per la cortese risposta che vorrete fornirmi.
    Cordiali saluti.
    Monica

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Monica, certamente se si verifica una situazione di disoccupazione involontaria c’è il diritto alla NASPI. Può esserle utile questo strafiletto. Il nostro staff le manda i migliori auguri di pronta guarigione, tenga duro! A presto

      1. Helmut de stefano ha detto:

        Salve vorrei un consiglio se mi dimetto a lavoro avrò diritto alla disoccupazione?quanti mesi mi spettano?sono 4anni3mesi
        Se vengo liciziato quanti mesi mi spettano?prima di fare un posso vorrei capirci qualcosa grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Se si dimette non ha diritto alla disoccupazione, se la licenziano la sua naspi dovrebbe durare il massimo, ovvero 78 settimane.

  87. Salve,
    dopo aver iniziato a percepire la disoccupazione l’ho subito sospesa per un lavoro a tempo determinato di 3 mesi. Nel contratto avevo 30 giorni di prova che sono già scaduti, ma non trovandomi più bene in questo ambiente, vorrei lasciare il lavoro. In questo caso, avrei ancora il diritto a riattivare la disoccupazione? Che procedura dovrei seguire? Vi ringrazio in anticipo per il supporto che date.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesco, se l’ha effettivamente percepita, e quindi è stata accolta, sì, può dare le dimissioni entro 6 mesi dall’inizio del nuovo contratto e continuare a percepire la disoccupazione sospesa. A presto!

  88. alessia stoccuto ha detto:

    Buonasera,
    volevo chiederle un’informazione:
    dopo 2 anni e 9 mesi di lavoro a tempo determinato non mi hanno rinnovato il contratto e quindi a Luglio 2016 ho fatto richiesta di disoccupazione (naspi).
    Il 19 luglio 2016 ho iniziato a lavorare presso un’altra azienda con lavoro a tempo determinato di 1 anno ma con 60 giorni di prova lavorativi.
    ho deciso, non trovandomi bene, di chiedere al mio patronato di riferimento se nel caso di mie dimissioni nel periodo di prova avrei comunque potuto percepire l’indennizzo di disoccupazione. La loro risposta è stata si. A questo punto ho dato le mie dimissioni e il 30 settembre 2016 ho smesso di lavorare. Mi sono presentata al patronato per fare richiesta di riattivazione della mia disoccupazione dato che non avendo lavorato più di 6 mesi mi hanno detto che andava riattivata.
    ora sono passati più di 4 mesi nei quali non ho mai ricevuto un pagamento da parte dell’ inps.
    Mi sono naturalmente recata da loro ma mi hanno “bloccato” la pratica perché devono valutare se a me spetta effettivamente la disoccupazione. Ma come è possibile una cosa del genere?

    grazie mille
    Alessia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessia, anche grazie ai vostri commenti scopriamo che tutto è possibile…quattro mesi però mi sembrano veramente troppi per fare una valutazione. lei ha certamente diritto a continuare a percepire la NASPI, le consiglierei di contattare il numero verde 803164 per fissare un appuntamento presso la sua sede con chi di competenza. A presto!

      1. Yaya ha detto:

        Buongiorno,
        Avrei un quesito da porvi riguardo alla disoccupazione.
        Mi è scaduto un contratto di lavoro il 31 Gennaio 2017, dopo il quale, stupidamente, non ho fatto subito richiesta di disoccupazione perché sapevo che c’erano almeno 2 mesi di tempo per farlo.
        Nel frattempo un’altra azienda mi ha fatto un contratto con partenza dal 1 Marzo 2017 con periodo di prova di 60 giorni.
        Fatto sta che per svariati motivi non mi sono trovata bene e ho dato le dimissioni.
        In effetti dal primo Marzo ho lavorato 2 giorni.
        Vorrei sapere se avendo lasciato questo lavoro, e avendoci effettuato solo 2 giorni lavorativi, perdo il diritto di chiedere disoccupazione per l’altro contratto di lavoro scaduto il 31 Gennaio.
        Spero in una vostra risposta, grazie.
        Buona giornata .

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, in questo caso purtroppo perde il diritto alla disoccupazione:(

  89. Fabio Inverardi ha detto:

    Buonasera, avrei bisogno di un vostro parere, ho percepito la NASPI fino al 31 ottobre 2016, poi ho intrapreso un contratto a tempo determinato di lavoro con questa l’azienda dove lavoro tutt’ora, tutta via, per svariate ragioni, non mi sto trovando affatto bene, quindi sto valutando di dare le dimissioni la prossima settimana, quindi non avendo terminato i 60 giorni lavorati effettivi di prova , volevo conferma che comunque percepirei ancora la NASPI restante che mi spettava prima della sospensione.
    Grazie anticipatamente per la vostra risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabio, certamente. dall’inizio del rapporto di lavoro lei può dare le dimissioni entro 6 mesi e continuare a percepire la naspi spettante. A presto!

  90. Fabio ha detto:

    Buonasera, lavoro stagionalmente in hotel per 7 mesi all’anno e nei restanti mesi di solito percepisco la Naspi. Quest’anno sono stato assunto per tre mesi fino a fine marzo in un altro posto di lavoro ma non sono sicuro di continuare (è un ambiente molto difficile). Se, nei 16 giorni di prova, mando la “semplice comunicazione scritta” per risolvere il contratto posso riprendere la Naspi o la perdo?

    Grazie mille!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabio, se lei ha già una domanda di NASPI aperta, e quindi sospesa dal nuovo contratto di lavoro, può dare le dimissioni entro 6 mesi dall’inizio dell’attività lavorativa, in questo caso dovrà comunicare tramite NASPI-COM le dimissioni e la NASPI sospesa si riattiva. Se invece la sua NASPI era terminata, qualora dovesse dare le dimissioni non potrebbe più accedere alla NASPI ma dovrà attendere un nuovo contratto ed una nuova scadenza per presentare domanda. A presto!

  91. Roberto De martin ha detto:

    Volevo fare una domanda lavoro in una piccola ditta di trasporti e per anni lavoravo in una sede gls la quale per un futile motivo ( scassinato furgone e rubato merce) ha chiesto al mio datore di rimuovermi. Ora il mio datore ha iniziato a farmi fare giornate saltuarie ove serve . Ho famiglia e non posso permettermi di lavorare saltuariamente … avrei trovato un lavoro ma con contratto determinato ( per sostitutuzioni ferie di altri dipendenti) .. la domanda è posso licenziarmi per giusta causa dal vecchio lavoro oppure prendo il nuovo lavoro? Ovviamente sperando che poi abbia diritto alla disoccupazione? Grazie in anticipo per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Per verificare se le sue dimissioni posso essere considerate “per giusta causa” deve rivolgersi alla direzione territoriale del lavoro. Per quanto riguarda la NASPI potrà presentare domanda dopo la scadenza del contratto del nuovo lavoro. Dunque dovrebbe: dare le dimissioni dal nuovo, essere assunto dall’altra azienda a tempo determinato, alla scadenza del contratto presentare domanda di NASPI.

  92. Giuseppe Carone ha detto:

    Ciao sono giuseppe volevo, sapere mi sto licenziando da un’azienda in cui lavoro da 4 anni, però ho già trovato un’azienda che mi puo assumere per 1 o 2 mesi, volevo sapere dopo che mi scade il nuovo contratto di 1 o 2 mesi con la nuova azienda posso USUFRUIRE della domanda aspi? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, l’ASPI non esiste più ma potrà sicuramente presentare domanda di NASPI. A presto!

  93. Adina D ha detto:

    Buongiorno
    A dicembre ho finito di lavorare in una ditta..(6 anni di lavoro full time – dimissioni ). subito dopo ho trovato un’altro lavoro parte time con contratto determinato però dopo 6 gg di prova mi hanno lasciato a casa dicendomi che purtroppo non c’è tanto lavoro in questo periodo. In questo caso posso chiedere la disoccupazione ? Grazie

  94. Domenico Serafino ha detto:

    Buonasera. Sto lavorando in un albergo come cuoco. Sto lavorando da 2 settimane, però purtroppo ho trovato un posto pssimo. Sul contratto di lavoro c’è scritto 30 giorni di prova. Prima di cominciare lavoro ero in disoccupazione. Se lascio lavoro ho ancora diritto alla disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se si trattava di NASPI sì, certamente.

  95. Dario Guerra ha detto:

    Scusate (son sempre io)
    c’è la possibilità di avere diritto al sussidio dopo una risoluzione consensuale del periodo di prova (quindi ne’ licenziamento, ne’ dimissioni)?

    Se si, con che modalità deve essere effettuata?

    Grazie ancora

    Dario, in cerca di supporto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Copio/incollo dalla circolare INPS:
      “Lo stato di disoccupazione deve essere involontario. Sono esclusi, pertanto, i lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato a seguito di dimissioni o di risoluzione consensuale.[…] Per quanto attiene alla risoluzione consensuale del rapporto di lavoro si precisa che essa non è ostativa al riconoscimento della prestazione qualora sia intervenuta nell’ambito della procedura di conciliazione da tenersi presso la Direzione Territoriale del Lavoro secondo le modalità previste all’art. 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604 come sostituito dall’art. 1, comma 40, della legge n. 92 del 2012.”

      1. Samantha Basile ha detto:

        Buongiorno,
        Ho fatto domanda di disoccupazione il 3/10/2016 e mi è stata subito accolta. Il 20/10/2016 ho trovato lavoro con un contratto di apprendistato con due mesi di lavoro effettivo di prova. Pertanto ho solo sospeso la disoccupazione in attesa di vedere come andasse il lavoro.
        Purtroppo ho trovato un posto pessimo e il datore di lavoro a tutt oggi non mi ha ancora retribuito il mese di novembre. Se dovessi lasciare io mentre sono ancora il prova perderei il diritto alla disoccupazione o potrei riattivare quella precedente? Nella naspi_com avevo inserito l inizio ma non la fine del rapporto di lavoro però trattandosi di un apprendistato decade comunque nonostante i mesi di prova?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Samantha, lei ha diritto a presentare le dimissioni entro sei mesi dall’inizio del rapporto di lavoro e richiedere la riattivazione della sua NASPI tramite modello NASPI-COM.

      2. Elisa Moroni ha detto:

        ma se io non percepisco ancora la disoccupazione ma ho solo fatto la domanda e dopo il periodo di prova sono io che dico di no al datore di lavoro, la percepirò comunque?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Se la domanda verrà accolta sì, la percepirà comunque, ma deve comunque compilare il modello NASPI-COM

  96. Dario Guerra ha detto:

    Salve (e complimenti)
    Ho lasciato un contratto a tempo indeterminato dopo tanti anni, per cambiare ditta, che mi ha “assunto” con 5 mesi di prova.
    Questi cinque mesi sono ora in scadenza, e mi hanno comunicato di non avere intenzione di proseguire in alcun modo il rapporto di lavoro alla scadenza.

    Sono indeciso su cosa fare:

    A – li anticipo con le dimissioni (con un vantaggio nell’orgoglio, nel cv, e nel propormi ad altre ditte: me ne sono andato via io!)

    B – lascio andare le cose e attendo la comunicazione (lettera? raccomandata? mail? telefonata? sms? piccione viaggiatore? non conosco queste cose…) con cui mi “licenziano”.

    Propendevo al 101% per la prima soluzione, ma oggi mi hanno detto che nel caso B avrei diritto all’assegno per la disoccupazione. E quindi di non dare assolutamente le dimissioni. Al limite quando mi proporrò ad altre ditte cercando lavoro, e loro da qualche parte vedranno che sono stato licenziato, di essere pronto a “spiegare” al meglio quel licenziamento.

    Ma un avvocato mi aveva detto che col periodo di prova, dimissioni o licenziamento, non c’era comunque poi il sussidio di disoccupazione.

    Ma chi ha ragione?

    Devo essere sicuro al mille per mille sulla disoccupazione se non mi confermano dopo il periodo di prova.

    Se servono dati e info chiedetemi.

    Grazie (è urgentissimo)

    Dario

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Dario, assolutamente no dimissioni, sul periodo di prova al momento non ci sono certezze quindi si dimentichi dell’orgoglio e punti alla NASPI attendendo la lettera di licenziamento. A presto!

  97. a a ha detto:

    Salve,
    io ho da poco cambiato azienda ed ho firmato un contratto indeterminato con periodo di prova di 3 mesi, volevo sapere se qualora il datore di lavoro dovesse recedere il contratto entro tale periodo poi io potrei avere diretto alla NASPI?
    Io lavoro continuativamente da più di 2 anni.
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, qualsiasi sia la motivazione e il periodo del licenziamento c’è sempre il diritto a percepire la NASPI.

  98. Daniel Gavril ha detto:

    Buongiorno avrei bisogno di un parere vostro per cortesia. Un anno e sei mesi fa ha iniziato a lavorare in un’azienda che dopo un po’ di tempo ha dato in subappalto il suo magazzino dove io lavoravo. Mi hanno chiesto di dargli le dimissioni per essere assunto subito dall’Azienda appaltatrice e così ho fatto. In conseguenza sono stato subito assunto dall’altra azienda con un contratto a tempo indeterminato. Adesso dopo un anno e quattro mesi l’azienda appaltatrice va via e io dovrei tornare di nuovo alla vecchia azienda dandomi le dimissioni.
    La mia domanda è questa:
    Se io do le dimissioni dall’azienda attuale e mi viene fatto un contratto dalla vecchia azienda che non mi soddisfa e vengo licenziato dopo due tre mesi, potrò comunque aver diritto all’Aspi?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sicuramente non all’ASPI poiché non esiste più, ma potrà certamente accedere alla NASPI. A presto!

  99. Annalisa Miranda ha detto:

    Buonasera, avrei bisogno di un parere, complimenti comunque per la pagina e tutte le vostre dritte.
    A gennaio 2016 avevo aperto indennita’ Naspi,
    Di cui ho usufruito solo di 2 settimane poiche’ ho trovato lavoro e lavorato per 10 mesi con contratto determinato. Finito il contratto non mi e’ stato rinnovato e ho dovuto ripresentare domanda Naspi, poiche ho lavorato piu’ di 6 mesi consecutivi. Ancora sto aspettando una risposta dall’ inps, stanno esaminando la domanda (presentata il 7/11/16, mi dicono siano tempistiche normali, siamo tanti) ho trovato un lavoro sempre determinato, in cui non mi hanno fatto firmare un contratto, e dopo il primo giorno sono andata via, gia’ sapendo di avere una concreta proposta di lavoro con agenzia interinale. In questo negozio hanno mandato comunicazione unilav in cui risultavo assunta, a mia insaputa. L’agenzia mi ha detto di dare dimissioni altrimenti non potevano farmi un contratto perche’ risultavo gia’ occupata. Ho dato dimissioni online e 3 giorni dopo ho iniziato in questo posto, con un contratto di pochi giorni. La domanda e’ questa: qualora non dovessero farmi una proroga, avrei diritto alla mia Naspi chiesta a Novembre? O con le dimissioni precedenti ho pregiudicato il tutto? Premetto che di questo ultimo contratto ho fatto tempestivamente comunicazione tramite il modulo adibito sul sito internet. Mi scuso per la lungaggine del post, ma volevo essere piu’ chiara possibile. Ovviamente in caso mi rechero’ all’inps, ma un parere mi farebbe comodo. Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Annalisa, per risponderle avremmo bisogno di sapere due cose:
      1) quando ha lavorato?
      2) ora ha un altro contratto? Se sì quando è iniziato? Quanto durerà?

  100. Federica Pigozzo ha detto:

    Buongiorno,
    Vorrei avere una delucidazione. Ho percepito la NASPI da agosto ad ottobre. Ora sono assunta con contratto determinato di un anno in un negozio, con 60 giorni di prova. Non mi trovo bene e vorrei dare le dimissioni. Ho ancora diritto alla disoccupazione?
    Grazie per l’attenzione!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, dipende: se la NASPI che ha preso fino ad ottobre è terminata non può fare una nuova domanda a seguito di dimissioni, se invece la NASPI è stata sospesa dal contratto di lavoro ed ha quindi altre giornate di NASPI di cui fruire allora in tal caso può dare le dimissioni e continuare a percepirla fino alla sua fine.

  101. Salve,buongiorno dico mia storia stavo lavorando in ristorante con contratto indeterminate a Bologna da 2012 November 2016 datore do lavoro cambiato Nome Della ditta pero no me hanno rinnovato contratto neanche dato una lettera di licenzamento dopo 30 novembere o di riassuzione cosa devo fare ?

  102. Chiara Coppola ha detto:

    Salve sono stata licenziata dal bar in cui lavoravo a tempo indeterminato il 12 settembre 2016 ho firmato il foglio e tutto ok.. Ho presentato domanda di disoccupazione il 16 settembre 2016. Il problema è questo i miei ex titolari hanno comunicato all Inps il mio licenziamento ad ottobre. Sul portale Dell Inps c’è scritto che la decorrenza é dal 20 ottobre 2016. Mentre dovrebbe essere appunto da settembre. I titolari possono presentare un mese dopo il mio licenziamento all Inps. Come devo fare per avere gli arretrati di settembre aiutatemi non ci capisco nulla

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Chiara, controlli il suo contratto. Se aveva diritto all’indennità di mancato preavviso questa indennità andrà pagata dal datore di lavoro, quindi sarà lui a dover coprire il periodo arretrato. Se il datore di lavoro si rifiuta di pagare andrà fatta esplicita denuncia alla direzione territoriale del lavoro e con la denuncia bisognerà andare direttamente allo sportello per richiedere il pagamento degli arretrati. La informo che nel caso in cui l’INPS dovesse retribuire anche il mese già trascorso la durata della sua disoccupazione non cambierà in quanto i giorni spettanti saranno gli stessi, di conseguenza il termine del periodo indennizzabile verrebbe anticipato di un mese. A presto!

  103. Claudia Gnola ha detto:

    Ho un dubbio. Lavoro già da 5 anni in un supermercato, sempre con contratto determinato. Da un anno mi hanno assunto con contratto di apprendistato e per giunta non mi trovo più bene… so che nel caso mi licenziassi non ho diritto alla disoccupazione, ma se trovassi un altro lavoro a termine, qual ora il datore di lavoro scegliesse di non rinnovarmi il contratto, ho diritto alla disoccupazione? se si, fanno fede anche i 4 anni del precedente lavoro o viene calcolata solo dall’ultimo contratto? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Claudia, ovviamente le spetterebbe la NASPI e verrebbe calcolata su tutti i rapporti di lavoro presenti nei 4 anni precedenti la domanda. A presto!

  104. carlo rossi ha detto:

    Buongiorno,
    io attualmente sono impiegato a tempo indeterminato in una azienda da 6 anni con il contratto del Commercio, per vari motivi la situazione è diventata insopportabile (tra cui sono sottopagato per la mansione). mi è stata offerta una nuova opportunità da un’altra azienda, che però mi assumerebbe a tempo determinato per 6 mesi con possibilità di proroga. Se io mi licenzio dall’attuale azienda e vado nella nuova azienda che poi dopo 6 mesi non mi rinnova il contratto, avrei diritto a percepire la Naspi o altro?
    inoltre sono anche possessore di partita iva (da 6 mesi ma finora inattiva) ed iscrizione ad un albo professionale in quanto tecnico abilitato.
    Vi ringrazio della disponibilità
    Carlo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Carlo, certamente avrebbe diritto a percepire l’indennità di NASPI per circa due anni. E’ importante che provveda a comunicare il reddito derivante da partita iva (cioè reddito pari a ZERO nel suo caso) al momento della presentazione della domanda. A presto!

  105. Khadija Lourhzali ha detto:

    Salve io lavoro con un contattato a tempo indeterminato ma mio marito non trova lavoro e ha deciso di cercare n un paese CEE lui e già sistemato li e vuole che io e le nostre figlie lo raggiungerlo li se io mi licenzio per raggiungermi a loro o diritto alla disoccupazione?? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, no, non si ha diritto alla disoccupazione se si danno le dimissioni, a meno che non siano dimissioni per giusta causa. In alternativa può provare a chiedere alla Direzione Territoriale del Lavoro se in questo caso le dimissioni sono considerate “per giusta causa”, qualora dovesse avere riscontro positivo dalla DTL potrà eventualmente presentare domanda di NASPI, ma comunque all’estero mantiene il diritto alla disoccupazione solo per 3 mesi.

  106. ESTER LOSITO ha detto:

    Salve mio marito lavora da 18 mesi presso una caffetteria con contratto del turismo al 4 livello a rinnovo… finito regolarmente l.ultimo rinnovo l.azienda x motivi fiscali ha deciso di riassumerlo con agenzia interinale con stessa manzione ma in 5 livello riducendogli lo stipendio e con una prova di 30 gg che scadrà a breve.. ovviamente lui non vuole accettare e dimettersi senza preavviso durante il periodo di prova. In questo caso è licenziamento?? Puo chiedere la disoccupazione o ne perde il diritto???? Vi prego risp il prima possibile. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ester, se è scaduto il contratto lui può semplicemente non firmare la proroga. In questo caso non risulterà alcun tipo di licenziamento e può quindi chiedere la disoccupazione.

  107. mimi84ct . ha detto:

    Salve,

    ho un dubbio. Lavoro già da due anni e 9 mesi con contratto di apprendistato, nel caso mi licenziassi per un altro posto di lavoro e poi questo nuovo datore mi licenziasse o scegliesse di non proseguire l’apprendistato avrei comunque diritto alla disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente avrebbe comunque diritto alla NASPI:)

  108. Maria Romano ha detto:

    Salve io attualmente percepisco la naspi.oggi mi e stato offerto un contratto a tempo determinato di 3 mesi con prova di 30 giorni…adesso io non mi trovo bene e vorrei dare le dimissioni domani stesso.perdo la naspi? ?? Premesso che io non ho ancora comunicato nulla all inps poiche e soltanto il secondo giorno di lavoro….nel caso devo portare il contratto di assunzione e anche le dimissioni direttamente? ??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve maria, non perde nulla, semplicemente non le viene pagata la naspi per i giorni in cui ha lavorato. Provveda a comunicare all’INPS quanto prima il suo rapporto di lavoro e le sue dimissioni. A presto!

  109. Ilenia Agostini ha detto:

    Buongiorno,
    sono stata assunta in un’azienda con contratto di apprendistato e con periodo di prova di 3 mesi. Se al termine della prova mi licenziassero potrei fare domanda per accedere alla Naspi? Verso i contributi da circa 2 anni.
    grazie mille
    Ilenia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente potrebbe accedere alla NASPI percependola per circa un anno. A presto!

  110. mirela santion ha detto:

    Buon giorno. Ho bisogno di un aiuto. Mio marito e stato in disocupazione naspi fino a settimana scorsa dopo a trovato un lavoro con contratto a tempo indeterminato con periodo di prova di 90 giorni. Lui è andato al lavoro per 4 giorni e puoi si è licenziato perché non si trovava bene. Adesso lui può richiedere di nuovo la disocupazione? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Mirela, molti ci hanno confermato che questo è possibile ma nessuna conferma abbiamo trovato nelle circolari INPS, infatti si fa riferimento solo a contratti a tempo determinato e non indeterminato. Vi consiglio di recarvi in sede INPS e richiedere la riattivazione della NASPI.

  111. giuseppe amoruso ha detto:

    Buongiorno,
    per motivi ambientali ho deciso di licenziarmi da un contratto a tempo indeterminato (quasi 4 anni). Vorrei sapere se subito dopo di esso accetto un contratto a tempo determinato 3-6 mesi, al termine di tale periodo di lavoro ho diritto alla disoccupazione ordinaria? Se si per quanti mesi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sicuramente avrebbe diritto alla NASPI e la durata sarà sempre la metà dei mesi lavorati negli ultimi 4 anni precedenti la data della domanda, in questo caso immagino debba durare due anni. A presto!

  112. Buongiorno, lavoro per una ditta in Piemonte e che è distante dalla mia residenza, dove vivo e abito con la mia famiglia, in Emilia Romagna a circa 25o km di ditanza.
    Vado via il lunedì e rientro il venerdì generalmente.Sono assunto con contratto a tempo indeterminato ma sono ancora nel periodo di prova di 6 mesi che scade a metà dicembre 2016
    Se do le dimissioni rientro nel caso di dimissioni per giusta causa e quindi accedere alla disoccupazione?
    (“Trasferimento ad altra sede della stessa azienda distante più di 50km dalla vostra residenza o raggiungibile in più di 80 minuti utilizzando i mezzi pubblici” …o altri casi ?).
    Grazie e buona giornata.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Maurizio, la regola parla di TRASFERIMENTO, questo prevede una variazione in corso d’opera. Andrebbe comunque chiesta conferma alla Direzione Territoriale del Lavoro, sono loro a stabilire se sussistono le condizioni per le dimissioni per giusta causa o meno. Quello che non ho capito però è: questo nuovo rapporto di lavoro ha interrotto un periodo di NASPI? Se sì lei può dimettersi, anche senza giusta causa, entro 6 mesi dall’inizio di lavoro e riprendere la NASPI da dove è stata sospesa. In caso contrario per avere diritto al sussidio dovrà necessariamente avvalersi della giusta causa per le dimissioni.

  113. buongiorno
    sono stata licenziata a luglio 2016 e fino a una settimana fa ho percepito la disoccupazione, venerdi 14 ottobre ho firmato un contratto a tempo indeterminato con 90 gg di prova. Io non mi trovo bene. Ora la mia domanda è questa se io vado e gli dico che non vengo piu a lavorare ho diritto a percepire di nuovo la disoccupazione oppure devo far si che loro mettano che io non ho superato la prova?
    scusate ma sto davvero male qui.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve carolina, lei ha diritto a dimettersi da un rapporto di lavoro che ha interrotto la prestazione di NASPI entro massimo 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro. In tal caso la prestazione si ripristina da dove è stata sospesa, quindi dia pure le dimissioni se non si trova bene, non dimentichi però di comunicarlo all’INPS attraverso il modello NASPI-COM. A presto!

  114. giulia poli ha detto:

    buongiorno, avrei bisogno di un’informazione, mi sono licenziata da un contratto di apprendistato iniziato a giugno 2014 per iniziare un contratto a tempo indeterminato con 15 giorni di prova. Se non dovessi superare la prova o se io decidessi di non restare perché quel lavoro non fa per me, posso richiedere la disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giulia, nel caso in cui dovesse essere licenziata o comunque non dovesse superare la prova potrà presentare la domanda di NASPI ma le sconsiglio vivamente di dare le dimissioni in quanto la sua domanda non verrebbe accolta. A presto!

  115. Roy Lastangeli ha detto:

    Buonasera.
    Io ho lavorato per un’azienda per 5 anni, da cui mi sono licenziato 2 mesi fa.
    Ora sto facendo un periodo di prova (scadenza 1 mese) presso un’altra azienda che però ora vorrebbe chiudere il rapporto in anticipo.

    In quel caso potrei ricevere l’indennità di disoccupazione?

  116. Isea Fiocchi ha detto:

    buongiorno, ho letto tante domande che si differenziano per un nulla ma che forse poi creano scompiglio.
    Le sottopongo anche la mia : percepisco la Naspi da un mese, mi hanno proposto un lavoro 4 ore a tempo indeterminato con mi pare 2 o 3 mesi di prova….
    se al termine della prova mi licenziano loro ovviamente ricado in Naspi
    ma se per motivi miei sono io a non voler proseguire?
    è sempre una dimissione?
    ricado nella mia precedente naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Isea, può dare le dimissioni dal nuovo contratto entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro, in tal caso la NASPI si ripristina da dove è stata sospesa. A presto!

      1. Isea Fiocchi ha detto:

        grazie mille per la Info,

        quindi in linea di massima in questo caso anche se il contratto è a tempo INDETERMINATo e anche se mi licenzio IO ricado nella mia precedente NASPI perchè è una sorta di paracadute di 6 mesi ( quindi le dimissioni le devo dare entro 6 mesi dalla sospensione della naspi)
        invece se uno NON ha la naspi e si dimette non ha il diritto al sussidio?
        è così?

      2. Isea Fiocchi ha detto:

        Purtroppo il Call center dell’INPS mi dice che se stipulo un contatto a tempo indeterminato la naspi decade.
        Se non supero il periodo di prova la devo richiedere e viene ricalcolata ma IO in tutti i casi non posso decidere di licenziarmi perché non mi spetterebbe …..

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Il periodo di prova credo tuteli entrambi (lavoratore e datore di lavoro). Questo è scritto nella circolare: “Si precisa che la sospensione e la ripresa della prestazione avvengono d’ufficio e che a tal fine è ininfluente l’eventuale cessazione anticipata per dimissioni del lavoratore.”
          Non è esplicitato altro ma per esperienza le posso dire che ogni sede INPS spesso interpreta la normativa a proprio piacimento. Non è raro infatti ricevere commenti da parte di utenti che nella stessa condizione hanno ricevuto trattamenti differenti da parte di differenti sedi INPS. Per ulteriore sicurezza potrei consigliarle di fissare un appuntamento con la sede INPS di competenza per certificare queste informazioni. A presto!

          1. Isea Fiocchi ha detto:

            ma la circolare a cui lei fa riferimento, si può trovare sul sito dell’inps?
            perchè con quella uno sarebbe a posto….

  117. marco . ha detto:

    Salve, avrei bisogno di un consiglio io percepivo la naspi e a luglio mi hanno fatto un contratto fino al 30 ottobre il problema è che mia moglie si è ammalata gravemente e io sono obbligato a stare con lei se mi dimetto posso riattivare la naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marco, certamente, può dare le dimissioni e riattivare la disoccupazione entro 6 mesi dall’inizio del contratto. Compili il modello NASPICOM per comunicare le dimissioni all’INPS e richiedere il ripristino della prestazione. A presto!

  118. MULTICOLOR1074 . ha detto:

    Buongiorno percepivo l anspi l’ho fatto la comunicazione a INPS tramite sito di avere trovato una nuova occupazione C.C.N.L.:cooperativa agricola tempo determinato con periodo di prova di due giorni effettivi contratto:dal12/09/16 al 31/10/16 (il datore di lavoro si impegna a far svolgere al lavoratore nell arco della durata del rapporto di lavoro N*10 GIORNATE. DOMANDA IO QUANDO HO FINITO I MIEI 10 GIORNATE VISTO CHE STO MALISSIMO POSSO DECIDERE DI NON RESTARE SENZA PERDERE IL DIRITTO ALLA DISOCCUPAZIONE (ANSPI) che percepivo .vi ringrazio anticipatamente saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, parliamo di NASPI? In questo caso può dimettersi senza perdere il diritto alla prestazione, facendo comunicazione all’INPS tramite modello NASPICOM.

  119. Nadia nado ha detto:

    Buongiorno, A settembre dello scorso anno ho iniziato a lavorare in una azienda con un contratto di sostituzione maternità, a gennaio mi è stato fatto un contratto a tempo indeterminato ma ora l’azienda non mi offre più ciò che mi aveva promesso e sta andando molto male. Se dovessi essere licenziata so che potrei usufruire della disoccupazione, ma siccome ho sempre pensato che se fosse andata male in questa azienda sarei andata all’estero mi chiedo se potrò usufruire della disoccupazione anche se dovesse non andare a buon fine un periodo di prova all’estero. Come e quali carte dovrò riempire nel caso? Grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Nadia, la disoccupazione viene mantenuta all’estero per soli 3 mesi. Si sospende qualora dovesse incominciare a lavorare all’estero. Se dovesse andare male, entro i 6 mesi di contratto lei mantiene il diritto al rispristino della prestazione sospesa dal contratto, oltre i 6 mesi di contratto la prestazione decade e quando rientrerà in Italia potrà richiedere la disoccupazione per lavoratori rimpatriati.

  120. camilla andreotti ha detto:

    buongiorno, dal 27 di luglio percepisco naspi per essere stata licenziata per soppressione del ruolo.
    Ho trovato un lavoro e mi hanno fatto assunzione a tempi indeterminato.
    Se io decidessi di andarmene entro i 4 mesi di prova che cosa succede e se dovessero loro non volermi tenere? riprendo la naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in questo caso, se lei si dimette o se la licenziano entro 6 mesi dal contratto, la naspi si riattiva da dove è stata sospesa. Dovrà però comunicarlo all’INPS compilando il modello naspi-com in modo che facciano ripartire la prestazione

  121. Anna88 ha detto:

    Buongiorno, io avevo un contratto di sostituzione maternità che è durato dieci mesi, mi sono licenziata perché lunedì inizierò un nuovo lavoro dove avrò il periodo di prova di un mese e mezzo; se non dovessi superarlo ho diritto alla disoccupazione anche se mi sono licenziata?

  122. Ivan Fiorese ha detto:

    Buongiorno,
    avrei possibilmente bisogno di un vostro parere.
    Durante il periodo di prova è possibile dare le dimissioni e proseguire con la Naspi che è stata sospesa proprio per l’inizio di un rapporto lavorativo a tempo determinato?

  123. anna maria kotchev ha detto:

    Buongiorno, vorrei chiedervi su cosa fare. Io avevo la disoccupazione bloccata e dopo quattro mesi mi ero licenziata per determinati motivi. Faccio tutto online sul sito e sembrava tutto ok. Dopo 7 gg trovo lavoro ma non percepisco la dipoccupaziione per i sei gg…mando email all’ inps chiedendo la retribuzione di quei gg e mi rispondono che essendomi licenziata la naspi non mi spetta più e che dovrò rifare la domanda alla fine del lavoro. Alla sig.ra Camilla qui avete risposto che se si licenzia con la disoccupazione bloccata poi le verrà ripresa anche se si licenzia lei….quindi cosa posso fare io? Vorrei che inps mi riattivasse la mia disoccupazione,grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Anna, effettivamente dovrebbe essere così. Teoricamente dovrebbe recarsi all’INPS con un appuntamento per chiarire la questione e far leggere la circolare di riferimento a chi, tra l’altro, dovrebbe conoscerla meglio di noi.

      1. anna maria kotchev ha detto:

        Graziee di cuore farò così…andrò all’INPS direttamente. Graziee

  124. adrian lucian ha detto:

    Ciao a tutti ! La mia preoccupazione e questa : In passato ho cambiato tanti lavori ma mi sono dimesso io. La mia domanda e questa… Cosa succedono con gli anni lavorati per qualli ho sempre dato io la dimissione volontaria in caso di Naspi? Ho diritto a la Naspi in caso che mi licenziano ? Grazie e buone vacanze!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Adrian, se si è dimesso in passato non ha importanza, l’importante è che non si dimette dal rapporto di lavoro che precede la domanda di disoccupazione.

  125. Abdi Farouk ha detto:

    Salve il mio capo fenito il contratto non mi da la lettera di licenziamento come faccio ad avere u fare la domanda di disoccupazione senza la lettera

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se è scaduto il contratto non serve la lettera di licenziamento, se è stato licenziato presenti intanto la domanda, poi quando le daranno la lettera di licenziamento presenterà anche quella all’INPS.

    2. Marianna Logiurato ha detto:

      Salve , io mi sono trasferita da pochi mesi in provincia di Bolzano per andare a convivere , e ho dato le dimissioni dal mio lavoro . Qui ne avevo iniziato un altro ma non ho superato la prova . Mi sono recata sia al collocamento , che al caf che mi ha inviato la domanda di disoccupazione , precisando che a Potenza avevo dato le dimissioni , ma avevano detto che tenevano conto dell’ ultimo periodo lavorativo e che la domanda potevo farla . Non me l’ hanno accettata dicendo che avevo dato le dimissioni , ma io non ho superato la prova , non sono andata via per mia scelta , perchè hanno tenuto conto dell’ altro rapporto lavorativo ?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve marianna, è evidente che c’é stato un errore, o da parte dell’INPS o da parte del patronato nel compilare la domanda. Presenti lettera di licenziamento e faccia subito richiesta di riesame presso la sede INPS competente. A presto!

        1. Marianna Logiurato ha detto:

          Il problema è che quella dove ho lavorato non mi ha fatto firmare nessun tipo di contratto , ho solo il cedolino di prova e la busta paga .

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Non fa niente, l’importante è fare la comunicazione all’INPS:)

  126. Enzomele Mele ha detto:

    Salve,volevo chiedere un informazione se potete aiutarmi:
    Ho lasciato un lavoro ed ora sono nel periodo di prova in un altro posto.
    La mia domanda ora é questa:
    Se decido di lasciare perché non mi trovo bene posso accedere all’ indennitá di disoccupazione?grazie mille.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      No, non deve dare le dimissioni altrimenti non le spetterà la disoccupazione. Deve attendere licenziamento o fine contratto se vuole accedere alla naspi:)

  127. Maria Mallamace ha detto:

    buongiorno, non conoscendo bene le nuove direttive della disoccupazione mi chiedo se ne avrei diritto, spiego meglio: dopo 6 mesi di contratto a tempo indeterminato mi sono licenziata perchè ho trovato un’opportunità migliore, ora il contratto è sempre indeterminato e con un livello superiore, ma con 3 mesi di calendario di prova; se finiti i tre mesi decidono di non assumermi o se interrompono il periodo di prova, io avrò diritto all’indennità di disoccupazione?
    Grazie anticipatamente.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Maria, potrà certamente fare la domanda. A presto!

  128. Marco Rinaldi ha detto:

    Salve io ho ancora 15 mesi di disoccupazione, dato che ho intrapreso un altro contratto a tempo indeterminato concluso perché non ho superato il periodo di prova , ho ancora diritto ai 15 mesi, premetto che l’azienda ha comunicato reddito ecc nei tempi stabiliti.
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certamente, ha ancora diritto a percepirli. Informi l’INPS che il suo contratto è cessatoe chieda il ripristino della prestazione. A presto!

  129. Buongiorno,
    percepisco la disoccupazione, a breve mi proporranno un contratto a tempo determinato di 25 ore (io procederò a dichiarare all’inps il reddito per ricalcolo importo disoccupazione). Se dovessi avere necessità di interrompere questo contratto durante il periodo di prova, poi mi ripartirà in automatico la disoccupazione o la perderò? quali comunicazioni dovrò fare al datore e all’inps eventualmente? grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Camilla, non so quanto durerà il suo contratto ma probabilmente per tutta la sua durata la sua disoccupazione verrà semplicemente sospesa e non ricalcolata in base al reddito dichiarato (come invece dovrebbe avvenire). Se il contratto dovesse durare più di 6 mesi al termine del lavoro potrà inoltrare una nuova domanda di disoccupazione, se dovesse durare meno (anche qualora decidesse lei di sospendere l’attività lavorativa) la prestazione ripartirà da dove è stata sospesa. Al datore di lavoro dovrà comunicare le dimissioni, probabilmente in forma scritta, e all’inps presentare copia della lettera di dimissioni al fine della riattivazione della naspi. Da quel che sappiamo al momento è prevista la comunicazione di dimissioni online sul sito del ministero del lavoro. A presto!

  130. Salve, vorrei un’informazione. Ho iniziato un nuovo lavoro con un mese di prova…se mi dovessi licenziare in questo periodo perchè non mi trovo bene, potrei lo stesso richiedere la disoccupazione?

    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il rapporto di lavoro ha sospeso una disoccupazione, al momento delle dimissioni nel periodo di prova la prestazione sospesa viene ripristinata. Se invece deve presentare una nuova domanda, le dimissioni non le daranno diritto a percepirla e la stessa verrà respinta.

  131. Marina Pellegrino ha detto:

    Buonasera,
    Avrei bisogno di un chiarimento.
    Io inizio a lavorare tramite cooperativa e ho un mese di prova.
    Se in questo mese, di mia volontà, voglio interrompere il rapporto di lavoro la disoccupazione la perdo?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marina, le nuove disposizioni prevedono che durante il sussidio è possibile recedere il rapporto di lavoro per propria volontà, quindi dimissioni. Noi però sconsigliamo sempre di dare le dimissioni durante la NASpI perché in alcuni casi pare che l’INPS sospenda comunque la prestazione, e prima di arrivare a dei chiarimenti trascorrono mesi. Diciamo che si può fare ma il rischio è che vi possiate trovare in situazioni economiche poco piacevoli.

  132. Ale Bass ha detto:

    Buon giorno, mi serve un parere. Mi sono licenziato da un posto a tempo indeterminato dopo 6 anni di lavoro. Ho cominciato in una nuova azienda con un contratto a tempo determinato e 60 giorni di prova. Se entro i 60 giorni di prova l’azienda nuova mi licenziasse, avrei diritto alla disoccupazione?

  133. Christian Fabbri ha detto:

    Grazie della vostra rapida risposta è che ho trovato pareri discordanti al riguardo del periodo di prova..domani mi attivo per fare richiesta tramite un patronato grazie ancora

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se per il periodo di prova sussisteva un contratto e c’è regolare licenziamento non dovrebbero esserci problemi

      1. Christian Fabbri ha detto:

        Era un contratto a tempo determinato di 6 mesi di cui 3 di prova solo che dopo soli 15 giorni mi è stata consegnata una lettera dove mi si comunicava che il periodo di prova non è stato superato. La mia paura è che questo tipo di licenziamento non venisse tutelato dall’inps.. Il patronato dove ho fatto la domanda mi ha detto di stare tranquillo spero in bene comunque vi aggiorno per ora la domanda è in attesa di istruttoria.

      2. Riccardo Picotti ha detto:

        Buongiorno, ho lo stesso problema pure io. Mi hanno stipulato un contratto… testuali parole scritte:

        A seguito dell intese verbali intercorse le comunichiamo la sua assunzione alle nostre dipendenze dal giorno 14/10/15. Il rapporto si intende costituito a tempo indeterminato, alle condizioni stabilite dalle vigenti disposizioni legislative circa il trattamento giuridico, economico e previdenziale dei lavoratori del settore COMMERCIO ore/gg.

        La sua qualifica sarà di COMMESSO con inquadramento al livello 4. La sua retribuzione sarà pari a………….. lorde mensili e il suo orario di lavoro sarà 40 ore settimanali. Il suo periodo di prova così come stabilito dal CCNL inizia il 14/10/15 e ha una durata di 60 giorni di effettivo lavoro durante il quale ognuna delle parti può recedere dal contratto senza nessun obbligo di preavviso.

        Domenica 13 mi è stata consegnata la lettera di dimissioni per non superamento del periodo di prova

        volevo chiedere… ho diritto ugualmente alla disoccupazione anche se ero ancora in periodo di prova?

        Grazie

        Riccardo

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Lettera di dimissioni per mancato superamento del periodo di prova mi pare un controsenso…forse lettera di licenziamento. Comunque sì, è sempre terminato un contratto per licenziamento quindi non dovrebbero esserci problemi con la NASpI.

          1. [email protected] ha detto:

            Non è così…se la durata del contratto è superiore ai 6 mesi anche se interrotto nel periodo di prova Inps chiude la naspi e bisogna rifarne una nuova è assurdo ma è così.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve barbara, a te è capitato questo? A quanto pare le sedi INPS non si comportano tutte allo stesso modo…

  134. Christian Fabbri ha detto:

    Salve,avrei bisogno di un vostro parere..io sono stato licenziato per mancato superamento prova…questo tipo di situazione mi da ugualmente diritto di richiesta per la disoccupazione? Grazie per la vostra attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certo Christian, non c’è una motivazione di licenziamento che non dia diritto alla disoccupazione.

      1. Luca Luigi ha detto:

        Buongiorno,
        chiedo cortesemente un vostro parere riguardo due domande.
        1) Lavoro come dipendente a tempo indeterminato presso una ditta da 8 anni, si parla di eventuale spostamento della sede dall’attuale ad altra zona per esigenze logistiche dell’azienda. Dato che gia adesso sarei a piu di 50 km/80 minuti di tragitto con mezzi pubblici dalla mia residenza alla sede attuale, se spostassero la sede aggravando la mia situazione, potrei dimettermi per giusta causa e usufruire della naspi?
        2) Il numero di mesi per stabilirie la durata della naspi, considera il solo periodo lavorato nell’ultimo impiego o tutti gli anni di lavoro complessivi anche in altre azienda purche continuativi?
        Ringrazio per l’attenzione.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Luca, per quello che riguarda le dimissioni per giusta causa dovrà interpellare la Direzione territoriale del Lavoro. Sono loro a validarle, se loro confermano la possibilità della “giusta causa” si ha diritto alla NASPI. Da quello che dice dovrebbero comunque essere confermate.
          Per quello che riguarda le mensilità spettanti le ricordiamo che il calcolo viene fatto considerando solo gli ultimi 4 anni di lavoro, non necessariamente continuativi ma viene fatta la somma dei mesi lavorati, il risultato diviso due è il totale della durata della disoccupazione. nel suo caso dovrebbe durare due anni.

Lascia un commento