Disoccupazione e licenziamento – quando valgono le dimissioni ?

Disoccupazione e licenziamento – quando valgono le dimissioni ?

Disoccupazione e licenziamento: per accedere ai sussidi di disoccupazione ASPI e MINI ASPI dovete essere effettivamente disoccupati. Non basta però lo status di disoccupato certificato dal Centro per l’Impiego, ma è fondamentale che la perdita del posto di lavoro non sia dovuta alle vostre dimissioni.

Il rapporto di lavoro, dunque, deve essere cessato per cause indipendenti dalle vostre volontà. Esistono però delle eccezioni in cui le dimissioni sono ammesse. Dimissioni per giusta causa:

Qualche esempio

Mancato pagamento dello stipendio da più di 3 mesi, molestie sul lavoro, mobbing, ecc…                                                                                                                                                                                         Trasferimento ad altra sede della stessa azienda distante più di 50km dalla vostra residenza o raggiungibile in più di 80 minuti utilizzando i mezzi pubblici
Dimissioni entro il compimento del primo anno del proprio figlio

La domanda in questi casi deve essere corredata della documentazione che ne attesti la veridicità. Se vi licenziate perché il lavoro non vi piace più, o perché è diventato troppo faticoso, non potrete accedere ad alcuna indennità.

 

Prima di prendere decisioni importanti a seguito della lettura di questo articolo, per la vostra sicurezza, vi consiglio di chiedere conferma delle informazioni al numero verde Contact Center INPS  803 164, in quanto le normative potrebbero essere soggette a cambiamenti

Previdenza Facile

Il nostro staff si cimenta nella semplificazione delle informazioni legate alla materia previdenziale, ed è a disposizione di tutti i lettori per un aiuto nella comprensione della sua legislatura, spesso riportata dalle istituzioni con passaggi astrusi o difficilmente comprensibili.

112 Comments on “Disoccupazione e licenziamento – quando valgono le dimissioni ?”

  1. Fabio ha detto:

    Buonasera, lavoro stagionalmente in hotel per 7 mesi all’anno e nei restanti mesi di solito percepisco la Naspi. Quest’anno sono stato assunto per tre mesi fino a fine marzo in un altro posto di lavoro ma non sono sicuro di continuare (è un ambiente molto difficile). Se, nei 16 giorni di prova, mando la “semplice comunicazione scritta” per risolvere il contratto posso riprendere la Naspi o la perdo?

    Grazie mille!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabio, se lei ha già una domanda di NASPI aperta, e quindi sospesa dal nuovo contratto di lavoro, può dare le dimissioni entro 6 mesi dall’inizio dell’attività lavorativa, in questo caso dovrà comunicare tramite NASPI-COM le dimissioni e la NASPI sospesa si riattiva. Se invece la sua NASPI era terminata, qualora dovesse dare le dimissioni non potrebbe più accedere alla NASPI ma dovrà attendere un nuovo contratto ed una nuova scadenza per presentare domanda. A presto!

  2. Roberto De martin ha detto:

    Volevo fare una domanda lavoro in una piccola ditta di trasporti e per anni lavoravo in una sede gls la quale per un futile motivo ( scassinato furgone e rubato merce) ha chiesto al mio datore di rimuovermi. Ora il mio datore ha iniziato a farmi fare giornate saltuarie ove serve . Ho famiglia e non posso permettermi di lavorare saltuariamente … avrei trovato un lavoro ma con contratto determinato ( per sostitutuzioni ferie di altri dipendenti) .. la domanda è posso licenziarmi per giusta causa dal vecchio lavoro oppure prendo il nuovo lavoro? Ovviamente sperando che poi abbia diritto alla disoccupazione? Grazie in anticipo per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Per verificare se le sue dimissioni posso essere considerate “per giusta causa” deve rivolgersi alla direzione territoriale del lavoro. Per quanto riguarda la NASPI potrà presentare domanda dopo la scadenza del contratto del nuovo lavoro. Dunque dovrebbe: dare le dimissioni dal nuovo, essere assunto dall’altra azienda a tempo determinato, alla scadenza del contratto presentare domanda di NASPI.

  3. Giuseppe Carone ha detto:

    Ciao sono giuseppe volevo, sapere mi sto licenziando da un’azienda in cui lavoro da 4 anni, però ho già trovato un’azienda che mi puo assumere per 1 o 2 mesi, volevo sapere dopo che mi scade il nuovo contratto di 1 o 2 mesi con la nuova azienda posso USUFRUIRE della domanda aspi? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, l’ASPI non esiste più ma potrà sicuramente presentare domanda di NASPI. A presto!

  4. Adina D ha detto:

    Buongiorno
    A dicembre ho finito di lavorare in una ditta..(6 anni di lavoro full time – dimissioni ). subito dopo ho trovato un’altro lavoro parte time con contratto determinato però dopo 6 gg di prova mi hanno lasciato a casa dicendomi che purtroppo non c’è tanto lavoro in questo periodo. In questo caso posso chiedere la disoccupazione ? Grazie

  5. Domenico Serafino ha detto:

    Buonasera. Sto lavorando in un albergo come cuoco. Sto lavorando da 2 settimane, però purtroppo ho trovato un posto pssimo. Sul contratto di lavoro c’è scritto 30 giorni di prova. Prima di cominciare lavoro ero in disoccupazione. Se lascio lavoro ho ancora diritto alla disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se si trattava di NASPI sì, certamente.

  6. Dario Guerra ha detto:

    Scusate (son sempre io)
    c’è la possibilità di avere diritto al sussidio dopo una risoluzione consensuale del periodo di prova (quindi ne’ licenziamento, ne’ dimissioni)?

    Se si, con che modalità deve essere effettuata?

    Grazie ancora

    Dario, in cerca di supporto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Copio/incollo dalla circolare INPS:
      “Lo stato di disoccupazione deve essere involontario. Sono esclusi, pertanto, i lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato a seguito di dimissioni o di risoluzione consensuale.[…] Per quanto attiene alla risoluzione consensuale del rapporto di lavoro si precisa che essa non è ostativa al riconoscimento della prestazione qualora sia intervenuta nell’ambito della procedura di conciliazione da tenersi presso la Direzione Territoriale del Lavoro secondo le modalità previste all’art. 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604 come sostituito dall’art. 1, comma 40, della legge n. 92 del 2012.”

      1. Samantha Basile ha detto:

        Buongiorno,
        Ho fatto domanda di disoccupazione il 3/10/2016 e mi è stata subito accolta. Il 20/10/2016 ho trovato lavoro con un contratto di apprendistato con due mesi di lavoro effettivo di prova. Pertanto ho solo sospeso la disoccupazione in attesa di vedere come andasse il lavoro.
        Purtroppo ho trovato un posto pessimo e il datore di lavoro a tutt oggi non mi ha ancora retribuito il mese di novembre. Se dovessi lasciare io mentre sono ancora il prova perderei il diritto alla disoccupazione o potrei riattivare quella precedente? Nella naspi_com avevo inserito l inizio ma non la fine del rapporto di lavoro però trattandosi di un apprendistato decade comunque nonostante i mesi di prova?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Samantha, lei ha diritto a presentare le dimissioni entro sei mesi dall’inizio del rapporto di lavoro e richiedere la riattivazione della sua NASPI tramite modello NASPI-COM.

      2. Elisa Moroni ha detto:

        ma se io non percepisco ancora la disoccupazione ma ho solo fatto la domanda e dopo il periodo di prova sono io che dico di no al datore di lavoro, la percepirò comunque?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Se la domanda verrà accolta sì, la percepirà comunque, ma deve comunque compilare il modello NASPI-COM

  7. Dario Guerra ha detto:

    Salve (e complimenti)
    Ho lasciato un contratto a tempo indeterminato dopo tanti anni, per cambiare ditta, che mi ha “assunto” con 5 mesi di prova.
    Questi cinque mesi sono ora in scadenza, e mi hanno comunicato di non avere intenzione di proseguire in alcun modo il rapporto di lavoro alla scadenza.

    Sono indeciso su cosa fare:

    A – li anticipo con le dimissioni (con un vantaggio nell’orgoglio, nel cv, e nel propormi ad altre ditte: me ne sono andato via io!)

    B – lascio andare le cose e attendo la comunicazione (lettera? raccomandata? mail? telefonata? sms? piccione viaggiatore? non conosco queste cose…) con cui mi “licenziano”.

    Propendevo al 101% per la prima soluzione, ma oggi mi hanno detto che nel caso B avrei diritto all’assegno per la disoccupazione. E quindi di non dare assolutamente le dimissioni. Al limite quando mi proporrò ad altre ditte cercando lavoro, e loro da qualche parte vedranno che sono stato licenziato, di essere pronto a “spiegare” al meglio quel licenziamento.

    Ma un avvocato mi aveva detto che col periodo di prova, dimissioni o licenziamento, non c’era comunque poi il sussidio di disoccupazione.

    Ma chi ha ragione?

    Devo essere sicuro al mille per mille sulla disoccupazione se non mi confermano dopo il periodo di prova.

    Se servono dati e info chiedetemi.

    Grazie (è urgentissimo)

    Dario

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Dario, assolutamente no dimissioni, sul periodo di prova al momento non ci sono certezze quindi si dimentichi dell’orgoglio e punti alla NASPI attendendo la lettera di licenziamento. A presto!

  8. a a ha detto:

    Salve,
    io ho da poco cambiato azienda ed ho firmato un contratto indeterminato con periodo di prova di 3 mesi, volevo sapere se qualora il datore di lavoro dovesse recedere il contratto entro tale periodo poi io potrei avere diretto alla NASPI?
    Io lavoro continuativamente da più di 2 anni.
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, qualsiasi sia la motivazione e il periodo del licenziamento c’è sempre il diritto a percepire la NASPI.

  9. Daniel Gavril ha detto:

    Buongiorno avrei bisogno di un parere vostro per cortesia. Un anno e sei mesi fa ha iniziato a lavorare in un’azienda che dopo un po’ di tempo ha dato in subappalto il suo magazzino dove io lavoravo. Mi hanno chiesto di dargli le dimissioni per essere assunto subito dall’Azienda appaltatrice e così ho fatto. In conseguenza sono stato subito assunto dall’altra azienda con un contratto a tempo indeterminato. Adesso dopo un anno e quattro mesi l’azienda appaltatrice va via e io dovrei tornare di nuovo alla vecchia azienda dandomi le dimissioni.
    La mia domanda è questa:
    Se io do le dimissioni dall’azienda attuale e mi viene fatto un contratto dalla vecchia azienda che non mi soddisfa e vengo licenziato dopo due tre mesi, potrò comunque aver diritto all’Aspi?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sicuramente non all’ASPI poiché non esiste più, ma potrà certamente accedere alla NASPI. A presto!

  10. Annalisa Miranda ha detto:

    Buonasera, avrei bisogno di un parere, complimenti comunque per la pagina e tutte le vostre dritte.
    A gennaio 2016 avevo aperto indennita’ Naspi,
    Di cui ho usufruito solo di 2 settimane poiche’ ho trovato lavoro e lavorato per 10 mesi con contratto determinato. Finito il contratto non mi e’ stato rinnovato e ho dovuto ripresentare domanda Naspi, poiche ho lavorato piu’ di 6 mesi consecutivi. Ancora sto aspettando una risposta dall’ inps, stanno esaminando la domanda (presentata il 7/11/16, mi dicono siano tempistiche normali, siamo tanti) ho trovato un lavoro sempre determinato, in cui non mi hanno fatto firmare un contratto, e dopo il primo giorno sono andata via, gia’ sapendo di avere una concreta proposta di lavoro con agenzia interinale. In questo negozio hanno mandato comunicazione unilav in cui risultavo assunta, a mia insaputa. L’agenzia mi ha detto di dare dimissioni altrimenti non potevano farmi un contratto perche’ risultavo gia’ occupata. Ho dato dimissioni online e 3 giorni dopo ho iniziato in questo posto, con un contratto di pochi giorni. La domanda e’ questa: qualora non dovessero farmi una proroga, avrei diritto alla mia Naspi chiesta a Novembre? O con le dimissioni precedenti ho pregiudicato il tutto? Premetto che di questo ultimo contratto ho fatto tempestivamente comunicazione tramite il modulo adibito sul sito internet. Mi scuso per la lungaggine del post, ma volevo essere piu’ chiara possibile. Ovviamente in caso mi rechero’ all’inps, ma un parere mi farebbe comodo. Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Annalisa, per risponderle avremmo bisogno di sapere due cose:
      1) quando ha lavorato?
      2) ora ha un altro contratto? Se sì quando è iniziato? Quanto durerà?

  11. Federica Pigozzo ha detto:

    Buongiorno,
    Vorrei avere una delucidazione. Ho percepito la NASPI da agosto ad ottobre. Ora sono assunta con contratto determinato di un anno in un negozio, con 60 giorni di prova. Non mi trovo bene e vorrei dare le dimissioni. Ho ancora diritto alla disoccupazione?
    Grazie per l’attenzione!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, dipende: se la NASPI che ha preso fino ad ottobre è terminata non può fare una nuova domanda a seguito di dimissioni, se invece la NASPI è stata sospesa dal contratto di lavoro ed ha quindi altre giornate di NASPI di cui fruire allora in tal caso può dare le dimissioni e continuare a percepirla fino alla sua fine.

  12. Chiara Coppola ha detto:

    Salve sono stata licenziata dal bar in cui lavoravo a tempo indeterminato il 12 settembre 2016 ho firmato il foglio e tutto ok.. Ho presentato domanda di disoccupazione il 16 settembre 2016. Il problema è questo i miei ex titolari hanno comunicato all Inps il mio licenziamento ad ottobre. Sul portale Dell Inps c’è scritto che la decorrenza é dal 20 ottobre 2016. Mentre dovrebbe essere appunto da settembre. I titolari possono presentare un mese dopo il mio licenziamento all Inps. Come devo fare per avere gli arretrati di settembre aiutatemi non ci capisco nulla

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Chiara, controlli il suo contratto. Se aveva diritto all’indennità di mancato preavviso questa indennità andrà pagata dal datore di lavoro, quindi sarà lui a dover coprire il periodo arretrato. Se il datore di lavoro si rifiuta di pagare andrà fatta esplicita denuncia alla direzione territoriale del lavoro e con la denuncia bisognerà andare direttamente allo sportello per richiedere il pagamento degli arretrati. La informo che nel caso in cui l’INPS dovesse retribuire anche il mese già trascorso la durata della sua disoccupazione non cambierà in quanto i giorni spettanti saranno gli stessi, di conseguenza il termine del periodo indennizzabile verrebbe anticipato di un mese. A presto!

  13. Claudia Gnola ha detto:

    Ho un dubbio. Lavoro già da 5 anni in un supermercato, sempre con contratto determinato. Da un anno mi hanno assunto con contratto di apprendistato e per giunta non mi trovo più bene… so che nel caso mi licenziassi non ho diritto alla disoccupazione, ma se trovassi un altro lavoro a termine, qual ora il datore di lavoro scegliesse di non rinnovarmi il contratto, ho diritto alla disoccupazione? se si, fanno fede anche i 4 anni del precedente lavoro o viene calcolata solo dall’ultimo contratto? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Claudia, ovviamente le spetterebbe la NASPI e verrebbe calcolata su tutti i rapporti di lavoro presenti nei 4 anni precedenti la domanda. A presto!

  14. carlo rossi ha detto:

    Buongiorno,
    io attualmente sono impiegato a tempo indeterminato in una azienda da 6 anni con il contratto del Commercio, per vari motivi la situazione è diventata insopportabile (tra cui sono sottopagato per la mansione). mi è stata offerta una nuova opportunità da un’altra azienda, che però mi assumerebbe a tempo determinato per 6 mesi con possibilità di proroga. Se io mi licenzio dall’attuale azienda e vado nella nuova azienda che poi dopo 6 mesi non mi rinnova il contratto, avrei diritto a percepire la Naspi o altro?
    inoltre sono anche possessore di partita iva (da 6 mesi ma finora inattiva) ed iscrizione ad un albo professionale in quanto tecnico abilitato.
    Vi ringrazio della disponibilità
    Carlo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Carlo, certamente avrebbe diritto a percepire l’indennità di NASPI per circa due anni. E’ importante che provveda a comunicare il reddito derivante da partita iva (cioè reddito pari a ZERO nel suo caso) al momento della presentazione della domanda. A presto!

  15. Khadija Lourhzali ha detto:

    Salve io lavoro con un contattato a tempo indeterminato ma mio marito non trova lavoro e ha deciso di cercare n un paese CEE lui e già sistemato li e vuole che io e le nostre figlie lo raggiungerlo li se io mi licenzio per raggiungermi a loro o diritto alla disoccupazione?? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, no, non si ha diritto alla disoccupazione se si danno le dimissioni, a meno che non siano dimissioni per giusta causa. In alternativa può provare a chiedere alla Direzione Territoriale del Lavoro se in questo caso le dimissioni sono considerate “per giusta causa”, qualora dovesse avere riscontro positivo dalla DTL potrà eventualmente presentare domanda di NASPI, ma comunque all’estero mantiene il diritto alla disoccupazione solo per 3 mesi.

  16. ESTER LOSITO ha detto:

    Salve mio marito lavora da 18 mesi presso una caffetteria con contratto del turismo al 4 livello a rinnovo… finito regolarmente l.ultimo rinnovo l.azienda x motivi fiscali ha deciso di riassumerlo con agenzia interinale con stessa manzione ma in 5 livello riducendogli lo stipendio e con una prova di 30 gg che scadrà a breve.. ovviamente lui non vuole accettare e dimettersi senza preavviso durante il periodo di prova. In questo caso è licenziamento?? Puo chiedere la disoccupazione o ne perde il diritto???? Vi prego risp il prima possibile. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ester, se è scaduto il contratto lui può semplicemente non firmare la proroga. In questo caso non risulterà alcun tipo di licenziamento e può quindi chiedere la disoccupazione.

  17. mimi84ct . ha detto:

    Salve,

    ho un dubbio. Lavoro già da due anni e 9 mesi con contratto di apprendistato, nel caso mi licenziassi per un altro posto di lavoro e poi questo nuovo datore mi licenziasse o scegliesse di non proseguire l’apprendistato avrei comunque diritto alla disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente avrebbe comunque diritto alla NASPI:)

  18. Maria Romano ha detto:

    Salve io attualmente percepisco la naspi.oggi mi e stato offerto un contratto a tempo determinato di 3 mesi con prova di 30 giorni…adesso io non mi trovo bene e vorrei dare le dimissioni domani stesso.perdo la naspi? ?? Premesso che io non ho ancora comunicato nulla all inps poiche e soltanto il secondo giorno di lavoro….nel caso devo portare il contratto di assunzione e anche le dimissioni direttamente? ??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve maria, non perde nulla, semplicemente non le viene pagata la naspi per i giorni in cui ha lavorato. Provveda a comunicare all’INPS quanto prima il suo rapporto di lavoro e le sue dimissioni. A presto!

  19. Ilenia Agostini ha detto:

    Buongiorno,
    sono stata assunta in un’azienda con contratto di apprendistato e con periodo di prova di 3 mesi. Se al termine della prova mi licenziassero potrei fare domanda per accedere alla Naspi? Verso i contributi da circa 2 anni.
    grazie mille
    Ilenia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente potrebbe accedere alla NASPI percependola per circa un anno. A presto!

  20. mirela santion ha detto:

    Buon giorno. Ho bisogno di un aiuto. Mio marito e stato in disocupazione naspi fino a settimana scorsa dopo a trovato un lavoro con contratto a tempo indeterminato con periodo di prova di 90 giorni. Lui è andato al lavoro per 4 giorni e puoi si è licenziato perché non si trovava bene. Adesso lui può richiedere di nuovo la disocupazione? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Mirela, molti ci hanno confermato che questo è possibile ma nessuna conferma abbiamo trovato nelle circolari INPS, infatti si fa riferimento solo a contratti a tempo determinato e non indeterminato. Vi consiglio di recarvi in sede INPS e richiedere la riattivazione della NASPI.

  21. giuseppe amoruso ha detto:

    Buongiorno,
    per motivi ambientali ho deciso di licenziarmi da un contratto a tempo indeterminato (quasi 4 anni). Vorrei sapere se subito dopo di esso accetto un contratto a tempo determinato 3-6 mesi, al termine di tale periodo di lavoro ho diritto alla disoccupazione ordinaria? Se si per quanti mesi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sicuramente avrebbe diritto alla NASPI e la durata sarà sempre la metà dei mesi lavorati negli ultimi 4 anni precedenti la data della domanda, in questo caso immagino debba durare due anni. A presto!

  22. Buongiorno, lavoro per una ditta in Piemonte e che è distante dalla mia residenza, dove vivo e abito con la mia famiglia, in Emilia Romagna a circa 25o km di ditanza.
    Vado via il lunedì e rientro il venerdì generalmente.Sono assunto con contratto a tempo indeterminato ma sono ancora nel periodo di prova di 6 mesi che scade a metà dicembre 2016
    Se do le dimissioni rientro nel caso di dimissioni per giusta causa e quindi accedere alla disoccupazione?
    (“Trasferimento ad altra sede della stessa azienda distante più di 50km dalla vostra residenza o raggiungibile in più di 80 minuti utilizzando i mezzi pubblici” …o altri casi ?).
    Grazie e buona giornata.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Maurizio, la regola parla di TRASFERIMENTO, questo prevede una variazione in corso d’opera. Andrebbe comunque chiesta conferma alla Direzione Territoriale del Lavoro, sono loro a stabilire se sussistono le condizioni per le dimissioni per giusta causa o meno. Quello che non ho capito però è: questo nuovo rapporto di lavoro ha interrotto un periodo di NASPI? Se sì lei può dimettersi, anche senza giusta causa, entro 6 mesi dall’inizio di lavoro e riprendere la NASPI da dove è stata sospesa. In caso contrario per avere diritto al sussidio dovrà necessariamente avvalersi della giusta causa per le dimissioni.

  23. buongiorno
    sono stata licenziata a luglio 2016 e fino a una settimana fa ho percepito la disoccupazione, venerdi 14 ottobre ho firmato un contratto a tempo indeterminato con 90 gg di prova. Io non mi trovo bene. Ora la mia domanda è questa se io vado e gli dico che non vengo piu a lavorare ho diritto a percepire di nuovo la disoccupazione oppure devo far si che loro mettano che io non ho superato la prova?
    scusate ma sto davvero male qui.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve carolina, lei ha diritto a dimettersi da un rapporto di lavoro che ha interrotto la prestazione di NASPI entro massimo 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro. In tal caso la prestazione si ripristina da dove è stata sospesa, quindi dia pure le dimissioni se non si trova bene, non dimentichi però di comunicarlo all’INPS attraverso il modello NASPI-COM. A presto!

  24. giulia poli ha detto:

    buongiorno, avrei bisogno di un’informazione, mi sono licenziata da un contratto di apprendistato iniziato a giugno 2014 per iniziare un contratto a tempo indeterminato con 15 giorni di prova. Se non dovessi superare la prova o se io decidessi di non restare perché quel lavoro non fa per me, posso richiedere la disoccupazione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giulia, nel caso in cui dovesse essere licenziata o comunque non dovesse superare la prova potrà presentare la domanda di NASPI ma le sconsiglio vivamente di dare le dimissioni in quanto la sua domanda non verrebbe accolta. A presto!

  25. Roy Lastangeli ha detto:

    Buonasera.
    Io ho lavorato per un’azienda per 5 anni, da cui mi sono licenziato 2 mesi fa.
    Ora sto facendo un periodo di prova (scadenza 1 mese) presso un’altra azienda che però ora vorrebbe chiudere il rapporto in anticipo.

    In quel caso potrei ricevere l’indennità di disoccupazione?

  26. Isea Fiocchi ha detto:

    buongiorno, ho letto tante domande che si differenziano per un nulla ma che forse poi creano scompiglio.
    Le sottopongo anche la mia : percepisco la Naspi da un mese, mi hanno proposto un lavoro 4 ore a tempo indeterminato con mi pare 2 o 3 mesi di prova….
    se al termine della prova mi licenziano loro ovviamente ricado in Naspi
    ma se per motivi miei sono io a non voler proseguire?
    è sempre una dimissione?
    ricado nella mia precedente naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Isea, può dare le dimissioni dal nuovo contratto entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro, in tal caso la NASPI si ripristina da dove è stata sospesa. A presto!

      1. Isea Fiocchi ha detto:

        grazie mille per la Info,

        quindi in linea di massima in questo caso anche se il contratto è a tempo INDETERMINATo e anche se mi licenzio IO ricado nella mia precedente NASPI perchè è una sorta di paracadute di 6 mesi ( quindi le dimissioni le devo dare entro 6 mesi dalla sospensione della naspi)
        invece se uno NON ha la naspi e si dimette non ha il diritto al sussidio?
        è così?

      2. Isea Fiocchi ha detto:

        Purtroppo il Call center dell’INPS mi dice che se stipulo un contatto a tempo indeterminato la naspi decade.
        Se non supero il periodo di prova la devo richiedere e viene ricalcolata ma IO in tutti i casi non posso decidere di licenziarmi perché non mi spetterebbe …..

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Il periodo di prova credo tuteli entrambi (lavoratore e datore di lavoro). Questo è scritto nella circolare: “Si precisa che la sospensione e la ripresa della prestazione avvengono d’ufficio e che a tal fine è ininfluente l’eventuale cessazione anticipata per dimissioni del lavoratore.”
          Non è esplicitato altro ma per esperienza le posso dire che ogni sede INPS spesso interpreta la normativa a proprio piacimento. Non è raro infatti ricevere commenti da parte di utenti che nella stessa condizione hanno ricevuto trattamenti differenti da parte di differenti sedi INPS. Per ulteriore sicurezza potrei consigliarle di fissare un appuntamento con la sede INPS di competenza per certificare queste informazioni. A presto!

          1. Isea Fiocchi ha detto:

            ma la circolare a cui lei fa riferimento, si può trovare sul sito dell’inps?
            perchè con quella uno sarebbe a posto….

  27. marco . ha detto:

    Salve, avrei bisogno di un consiglio io percepivo la naspi e a luglio mi hanno fatto un contratto fino al 30 ottobre il problema è che mia moglie si è ammalata gravemente e io sono obbligato a stare con lei se mi dimetto posso riattivare la naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marco, certamente, può dare le dimissioni e riattivare la disoccupazione entro 6 mesi dall’inizio del contratto. Compili il modello NASPICOM per comunicare le dimissioni all’INPS e richiedere il ripristino della prestazione. A presto!

  28. MULTICOLOR1074 . ha detto:

    Buongiorno percepivo l anspi l’ho fatto la comunicazione a INPS tramite sito di avere trovato una nuova occupazione C.C.N.L.:cooperativa agricola tempo determinato con periodo di prova di due giorni effettivi contratto:dal12/09/16 al 31/10/16 (il datore di lavoro si impegna a far svolgere al lavoratore nell arco della durata del rapporto di lavoro N*10 GIORNATE. DOMANDA IO QUANDO HO FINITO I MIEI 10 GIORNATE VISTO CHE STO MALISSIMO POSSO DECIDERE DI NON RESTARE SENZA PERDERE IL DIRITTO ALLA DISOCCUPAZIONE (ANSPI) che percepivo .vi ringrazio anticipatamente saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, parliamo di NASPI? In questo caso può dimettersi senza perdere il diritto alla prestazione, facendo comunicazione all’INPS tramite modello NASPICOM.

  29. Nadia nado ha detto:

    Buongiorno, A settembre dello scorso anno ho iniziato a lavorare in una azienda con un contratto di sostituzione maternità, a gennaio mi è stato fatto un contratto a tempo indeterminato ma ora l’azienda non mi offre più ciò che mi aveva promesso e sta andando molto male. Se dovessi essere licenziata so che potrei usufruire della disoccupazione, ma siccome ho sempre pensato che se fosse andata male in questa azienda sarei andata all’estero mi chiedo se potrò usufruire della disoccupazione anche se dovesse non andare a buon fine un periodo di prova all’estero. Come e quali carte dovrò riempire nel caso? Grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Nadia, la disoccupazione viene mantenuta all’estero per soli 3 mesi. Si sospende qualora dovesse incominciare a lavorare all’estero. Se dovesse andare male, entro i 6 mesi di contratto lei mantiene il diritto al rispristino della prestazione sospesa dal contratto, oltre i 6 mesi di contratto la prestazione decade e quando rientrerà in Italia potrà richiedere la disoccupazione per lavoratori rimpatriati.

  30. camilla andreotti ha detto:

    buongiorno, dal 27 di luglio percepisco naspi per essere stata licenziata per soppressione del ruolo.
    Ho trovato un lavoro e mi hanno fatto assunzione a tempi indeterminato.
    Se io decidessi di andarmene entro i 4 mesi di prova che cosa succede e se dovessero loro non volermi tenere? riprendo la naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in questo caso, se lei si dimette o se la licenziano entro 6 mesi dal contratto, la naspi si riattiva da dove è stata sospesa. Dovrà però comunicarlo all’INPS compilando il modello naspi-com in modo che facciano ripartire la prestazione

  31. Anna88 ha detto:

    Buongiorno, io avevo un contratto di sostituzione maternità che è durato dieci mesi, mi sono licenziata perché lunedì inizierò un nuovo lavoro dove avrò il periodo di prova di un mese e mezzo; se non dovessi superarlo ho diritto alla disoccupazione anche se mi sono licenziata?

  32. Ivan Fiorese ha detto:

    Buongiorno,
    avrei possibilmente bisogno di un vostro parere.
    Durante il periodo di prova è possibile dare le dimissioni e proseguire con la Naspi che è stata sospesa proprio per l’inizio di un rapporto lavorativo a tempo determinato?

  33. anna maria kotchev ha detto:

    Buongiorno, vorrei chiedervi su cosa fare. Io avevo la disoccupazione bloccata e dopo quattro mesi mi ero licenziata per determinati motivi. Faccio tutto online sul sito e sembrava tutto ok. Dopo 7 gg trovo lavoro ma non percepisco la dipoccupaziione per i sei gg…mando email all’ inps chiedendo la retribuzione di quei gg e mi rispondono che essendomi licenziata la naspi non mi spetta più e che dovrò rifare la domanda alla fine del lavoro. Alla sig.ra Camilla qui avete risposto che se si licenzia con la disoccupazione bloccata poi le verrà ripresa anche se si licenzia lei….quindi cosa posso fare io? Vorrei che inps mi riattivasse la mia disoccupazione,grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Anna, effettivamente dovrebbe essere così. Teoricamente dovrebbe recarsi all’INPS con un appuntamento per chiarire la questione e far leggere la circolare di riferimento a chi, tra l’altro, dovrebbe conoscerla meglio di noi.

      1. anna maria kotchev ha detto:

        Graziee di cuore farò così…andrò all’INPS direttamente. Graziee

  34. adrian lucian ha detto:

    Ciao a tutti ! La mia preoccupazione e questa : In passato ho cambiato tanti lavori ma mi sono dimesso io. La mia domanda e questa… Cosa succedono con gli anni lavorati per qualli ho sempre dato io la dimissione volontaria in caso di Naspi? Ho diritto a la Naspi in caso che mi licenziano ? Grazie e buone vacanze!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Adrian, se si è dimesso in passato non ha importanza, l’importante è che non si dimette dal rapporto di lavoro che precede la domanda di disoccupazione.

  35. Abdi Farouk ha detto:

    Salve il mio capo fenito il contratto non mi da la lettera di licenziamento come faccio ad avere u fare la domanda di disoccupazione senza la lettera

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se è scaduto il contratto non serve la lettera di licenziamento, se è stato licenziato presenti intanto la domanda, poi quando le daranno la lettera di licenziamento presenterà anche quella all’INPS.

    2. Marianna Logiurato ha detto:

      Salve , io mi sono trasferita da pochi mesi in provincia di Bolzano per andare a convivere , e ho dato le dimissioni dal mio lavoro . Qui ne avevo iniziato un altro ma non ho superato la prova . Mi sono recata sia al collocamento , che al caf che mi ha inviato la domanda di disoccupazione , precisando che a Potenza avevo dato le dimissioni , ma avevano detto che tenevano conto dell’ ultimo periodo lavorativo e che la domanda potevo farla . Non me l’ hanno accettata dicendo che avevo dato le dimissioni , ma io non ho superato la prova , non sono andata via per mia scelta , perchè hanno tenuto conto dell’ altro rapporto lavorativo ?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve marianna, è evidente che c’é stato un errore, o da parte dell’INPS o da parte del patronato nel compilare la domanda. Presenti lettera di licenziamento e faccia subito richiesta di riesame presso la sede INPS competente. A presto!

        1. Marianna Logiurato ha detto:

          Il problema è che quella dove ho lavorato non mi ha fatto firmare nessun tipo di contratto , ho solo il cedolino di prova e la busta paga .

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Non fa niente, l’importante è fare la comunicazione all’INPS:)

  36. Enzomele Mele ha detto:

    Salve,volevo chiedere un informazione se potete aiutarmi:
    Ho lasciato un lavoro ed ora sono nel periodo di prova in un altro posto.
    La mia domanda ora é questa:
    Se decido di lasciare perché non mi trovo bene posso accedere all’ indennitá di disoccupazione?grazie mille.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      No, non deve dare le dimissioni altrimenti non le spetterà la disoccupazione. Deve attendere licenziamento o fine contratto se vuole accedere alla naspi:)

  37. Maria Mallamace ha detto:

    buongiorno, non conoscendo bene le nuove direttive della disoccupazione mi chiedo se ne avrei diritto, spiego meglio: dopo 6 mesi di contratto a tempo indeterminato mi sono licenziata perchè ho trovato un’opportunità migliore, ora il contratto è sempre indeterminato e con un livello superiore, ma con 3 mesi di calendario di prova; se finiti i tre mesi decidono di non assumermi o se interrompono il periodo di prova, io avrò diritto all’indennità di disoccupazione?
    Grazie anticipatamente.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Maria, potrà certamente fare la domanda. A presto!

  38. Marco Rinaldi ha detto:

    Salve io ho ancora 15 mesi di disoccupazione, dato che ho intrapreso un altro contratto a tempo indeterminato concluso perché non ho superato il periodo di prova , ho ancora diritto ai 15 mesi, premetto che l’azienda ha comunicato reddito ecc nei tempi stabiliti.
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certamente, ha ancora diritto a percepirli. Informi l’INPS che il suo contratto è cessatoe chieda il ripristino della prestazione. A presto!

  39. Buongiorno,
    percepisco la disoccupazione, a breve mi proporranno un contratto a tempo determinato di 25 ore (io procederò a dichiarare all’inps il reddito per ricalcolo importo disoccupazione). Se dovessi avere necessità di interrompere questo contratto durante il periodo di prova, poi mi ripartirà in automatico la disoccupazione o la perderò? quali comunicazioni dovrò fare al datore e all’inps eventualmente? grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Camilla, non so quanto durerà il suo contratto ma probabilmente per tutta la sua durata la sua disoccupazione verrà semplicemente sospesa e non ricalcolata in base al reddito dichiarato (come invece dovrebbe avvenire). Se il contratto dovesse durare più di 6 mesi al termine del lavoro potrà inoltrare una nuova domanda di disoccupazione, se dovesse durare meno (anche qualora decidesse lei di sospendere l’attività lavorativa) la prestazione ripartirà da dove è stata sospesa. Al datore di lavoro dovrà comunicare le dimissioni, probabilmente in forma scritta, e all’inps presentare copia della lettera di dimissioni al fine della riattivazione della naspi. Da quel che sappiamo al momento è prevista la comunicazione di dimissioni online sul sito del ministero del lavoro. A presto!

  40. Salve, vorrei un’informazione. Ho iniziato un nuovo lavoro con un mese di prova…se mi dovessi licenziare in questo periodo perchè non mi trovo bene, potrei lo stesso richiedere la disoccupazione?

    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il rapporto di lavoro ha sospeso una disoccupazione, al momento delle dimissioni nel periodo di prova la prestazione sospesa viene ripristinata. Se invece deve presentare una nuova domanda, le dimissioni non le daranno diritto a percepirla e la stessa verrà respinta.

  41. Marina Pellegrino ha detto:

    Buonasera,
    Avrei bisogno di un chiarimento.
    Io inizio a lavorare tramite cooperativa e ho un mese di prova.
    Se in questo mese, di mia volontà, voglio interrompere il rapporto di lavoro la disoccupazione la perdo?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marina, le nuove disposizioni prevedono che durante il sussidio è possibile recedere il rapporto di lavoro per propria volontà, quindi dimissioni. Noi però sconsigliamo sempre di dare le dimissioni durante la NASpI perché in alcuni casi pare che l’INPS sospenda comunque la prestazione, e prima di arrivare a dei chiarimenti trascorrono mesi. Diciamo che si può fare ma il rischio è che vi possiate trovare in situazioni economiche poco piacevoli.

  42. Ale Bass ha detto:

    Buon giorno, mi serve un parere. Mi sono licenziato da un posto a tempo indeterminato dopo 6 anni di lavoro. Ho cominciato in una nuova azienda con un contratto a tempo determinato e 60 giorni di prova. Se entro i 60 giorni di prova l’azienda nuova mi licenziasse, avrei diritto alla disoccupazione?

  43. Christian Fabbri ha detto:

    Grazie della vostra rapida risposta è che ho trovato pareri discordanti al riguardo del periodo di prova..domani mi attivo per fare richiesta tramite un patronato grazie ancora

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se per il periodo di prova sussisteva un contratto e c’è regolare licenziamento non dovrebbero esserci problemi

      1. Christian Fabbri ha detto:

        Era un contratto a tempo determinato di 6 mesi di cui 3 di prova solo che dopo soli 15 giorni mi è stata consegnata una lettera dove mi si comunicava che il periodo di prova non è stato superato. La mia paura è che questo tipo di licenziamento non venisse tutelato dall’inps.. Il patronato dove ho fatto la domanda mi ha detto di stare tranquillo spero in bene comunque vi aggiorno per ora la domanda è in attesa di istruttoria.

      2. Riccardo Picotti ha detto:

        Buongiorno, ho lo stesso problema pure io. Mi hanno stipulato un contratto… testuali parole scritte:

        A seguito dell intese verbali intercorse le comunichiamo la sua assunzione alle nostre dipendenze dal giorno 14/10/15. Il rapporto si intende costituito a tempo indeterminato, alle condizioni stabilite dalle vigenti disposizioni legislative circa il trattamento giuridico, economico e previdenziale dei lavoratori del settore COMMERCIO ore/gg.

        La sua qualifica sarà di COMMESSO con inquadramento al livello 4. La sua retribuzione sarà pari a………….. lorde mensili e il suo orario di lavoro sarà 40 ore settimanali. Il suo periodo di prova così come stabilito dal CCNL inizia il 14/10/15 e ha una durata di 60 giorni di effettivo lavoro durante il quale ognuna delle parti può recedere dal contratto senza nessun obbligo di preavviso.

        Domenica 13 mi è stata consegnata la lettera di dimissioni per non superamento del periodo di prova

        volevo chiedere… ho diritto ugualmente alla disoccupazione anche se ero ancora in periodo di prova?

        Grazie

        Riccardo

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Lettera di dimissioni per mancato superamento del periodo di prova mi pare un controsenso…forse lettera di licenziamento. Comunque sì, è sempre terminato un contratto per licenziamento quindi non dovrebbero esserci problemi con la NASpI.

          1. [email protected] ha detto:

            Non è così…se la durata del contratto è superiore ai 6 mesi anche se interrotto nel periodo di prova Inps chiude la naspi e bisogna rifarne una nuova è assurdo ma è così.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve barbara, a te è capitato questo? A quanto pare le sedi INPS non si comportano tutte allo stesso modo…

  44. Christian Fabbri ha detto:

    Salve,avrei bisogno di un vostro parere..io sono stato licenziato per mancato superamento prova…questo tipo di situazione mi da ugualmente diritto di richiesta per la disoccupazione? Grazie per la vostra attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certo Christian, non c’è una motivazione di licenziamento che non dia diritto alla disoccupazione.

      1. Luca Luigi ha detto:

        Buongiorno,
        chiedo cortesemente un vostro parere riguardo due domande.
        1) Lavoro come dipendente a tempo indeterminato presso una ditta da 8 anni, si parla di eventuale spostamento della sede dall’attuale ad altra zona per esigenze logistiche dell’azienda. Dato che gia adesso sarei a piu di 50 km/80 minuti di tragitto con mezzi pubblici dalla mia residenza alla sede attuale, se spostassero la sede aggravando la mia situazione, potrei dimettermi per giusta causa e usufruire della naspi?
        2) Il numero di mesi per stabilirie la durata della naspi, considera il solo periodo lavorato nell’ultimo impiego o tutti gli anni di lavoro complessivi anche in altre azienda purche continuativi?
        Ringrazio per l’attenzione.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Luca, per quello che riguarda le dimissioni per giusta causa dovrà interpellare la Direzione territoriale del Lavoro. Sono loro a validarle, se loro confermano la possibilità della “giusta causa” si ha diritto alla NASPI. Da quello che dice dovrebbero comunque essere confermate.
          Per quello che riguarda le mensilità spettanti le ricordiamo che il calcolo viene fatto considerando solo gli ultimi 4 anni di lavoro, non necessariamente continuativi ma viene fatta la somma dei mesi lavorati, il risultato diviso due è il totale della durata della disoccupazione. nel suo caso dovrebbe durare due anni.

Lascia un commento