MALATTIA DEL FIGLIO, QUANDO SPETTA IL CONGEDO

MALATTIA DEL FIGLIO, QUANDO SPETTA IL CONGEDO

Il congedo per malattia del figlio spetta alla madre lavoratrice o in alternativa al padre lavoratore. Per quanto tempo spetta e come richiederlo.

 

 

Il congedo per malattia del figlio è un congedo giustificato, ma non retribuito, che spetta nel caso in cui il figlio del padre lavoratore o della madre lavoratrice abbia un problema di salute che possa essere documentato dal certificato di un medico specialista del SSN o convenzionato.

 

Il padre o la madre, in alternativa, hanno diritto al congedo:

  • nei primi 3 anni di vita del bambino, senza limiti di tempo , anche se la malattia non è in fase acuta
  • dai 4 agli 8 anni di età del bambino, per soli 5 giorni lavorativi all’anno , per ciascun genitore, per un totale massimo di 10 giorni, comunque non fruibili contemporaneamente.

 

Lo stato della malattia deve essere documentato, con certificato di un medico specialista del SSN o convenzionato, e dovrà essere consegnato al datore di lavoro.
Il congedo per malattia del figlio non prevede visite mediche di controllo da parte dell’INPS e le giornate di assenza non sono retribuite.

  • è possibile chiedere l’anticipo del trattamento di fine rapporto (TFR)

 

Le giornate di assenza per malattia del figlio di età compresa tra il terzo e l’ottavo anno saranno coperti da contribuzione figurativa.

 

 

Prima di prendere decisioni importanti a seguito della lettura di questo articolo, per la vostra sicurezza, vi consiglio di chiedere conferma delle informazioni al numero verde Contact Center INPS  803 164, in quanto le normative potrebbero essere soggette a cambiamenti

Previdenza Facile

Il nostro staff si cimenta nella semplificazione delle informazioni legate alla materia previdenziale, ed è a disposizione di tutti i lettori per un aiuto nella comprensione della sua legislatura, spesso riportata dalle istituzioni con passaggi astrusi o difficilmente comprensibili.

Lascia un commento