MODULO NASPI-COM: QUANDO SI DEVE COMPILARE

MODULO NASPI-COM: QUANDO SI DEVE COMPILARE

Il modello NASPI-COM SR161, per ora disponibile solo in modalità cartacea (clicca qui per scaricare il modello in formato PDF), dev’essere compilato dal percettore di prestazione NASpI nel caso in cui intraprenda un nuovo rapporto di lavoro, che sia esso autonomo, subordinato, parasubordinato (Gestione Separata) o occasionale (voucher).


Già nel nostro precedente articolo avevamo spiegato in quali occasioni erano previste la decadenza e la sospensione della NASpI, ma vediamo nello specifico i casi in cui il lavoratore è tenuto a comunicare all’INPS entro 30 giorni gli eventi che possono avere effetti sulla prestazione.

 

Il lavoratore che si trova in stato di disoccupazione e sta percependo la NASpI è tenuto a compilare il modello NASpI-Com nei seguenti casi:

  • inizio di un’attività autonoma, parasubordinata o occasionale (pagamento con i voucher – quest’ultima non era prevista per l’ASpI, quindi si tratta di una novità in quanto, essendo ormai i voucher largamente utilizzati non sono più interamente compatibili con una prestazione di disoccupazione) ed il relativo reddito annuo presunto (max 4800 euro/anno)
  • inizio di attività lavorativa subordinata (lavoro dipendente) a tempo determinato (max 8000 euro/anno)
  • inizio di attività lavorativa subordinata (lavoro dipendente) a tempo indeterminato (max 8000 euro/anno)
  • espatrio
  • congedo di maternità indennizzato (3 mesi  e 2 mesi dopo) e l’eventuale interdizione anticipata
  • malattia (anche se non indennizzata andrebbe comunicata in quanto se si è in malattia si perde la capacità lavorativa, e di conseguenza il diritto all’indennità)
  • ricovero ospedaliero (presso strutture pubbliche e/o private)
  • presentazione della domanda di pensione
  • richiesta di Servizio Civile
  • qualora la NASpI dovesse coinvolgere due o più anni solari, e nel frattempo si fosse intrapresa un’attività lavorativa che prevede la comunicazione del reddito presunto, il modulo NASpI-com va presentato all’inizio di ogni nuovo anno, entro il 31 gennaio

Ricordate il blocco dell’ultimo mese?
Con l’ASpI infatti era praticamente obbligatorio inoltrare il modulo ASpI-Com per avere l’ultima mensilità, dichiarando di esser rimasto disoccupato per tutto il periodo indennizzabile.
E l’ultimo mese di NASpI, si bloccherà ancora come accadeva con l’ASpI? Per ora non ci è dato sapere, ma nel caso in cui doveste riscontrare dei pagamenti bloccati a metà mese vi invito a contattare il numero verde INPS 803164 per verificare se tutte le settimane spettanti sono state effettivamente retribuite o dovesse ancora mancare l’ultima mensilità, ed in questa eventualità provvedere ad inoltrare il NASpI-com.

In attesa che l’INPS renda disponibile il servizio online, per ora l’invio del modulo dev’essere effettuato tramite raccomandata alla propria sede INPS di competenza, cioè quella che eroga il pagamento.

ATTENZIONE! Il mancato inoltro del modello NASPI-COM da parte del lavoratore prevede la sospensione della prestazione fino all’effettiva comunicazione

 

Prima di prendere decisioni importanti a seguito della lettura di questo articolo, per la vostra sicurezza, vi consiglio di chiedere conferma delle informazioni al numero verde Contact Center INPS  803 164, in quanto le normative potrebbero essere soggette a cambiamenti

Previdenza Facile

Il nostro staff si cimenta nella semplificazione delle informazioni legate alla materia previdenziale, ed è a disposizione di tutti i lettori per un aiuto nella comprensione della sua legislatura, spesso riportata dalle istituzioni con passaggi astrusi o difficilmente comprensibili.

652 Comments on “MODULO NASPI-COM: QUANDO SI DEVE COMPILARE”

  1. marianna acquaviva ha detto:

    Salve
    dovrei rinnovare il patto di servizio ON-linee scaduto da 5 giorni…sono attualmente lontano dalla mia città per motivi familiari,rientrero’ ad inizio dicembre .Sono accredita sul sito clicca lavoro e Anpal ma ho dei dubbi su come rinnovarl!.potete darmi delle dritte su come muovermi?vi ringrazio in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo non sappiamo aiutarla. Provi a contattare telefonicamente il centro per l’impiego. A presto!

    2. valef ha detto:

      Salve, sto percependo la naspi. 20 gg fa ho effettuato una comparsa cinematografica. Devo comunicarlo tramite il naspi com o non è necessario? Grazie

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, deve comunque comunicarlo compilando il modello naspi-com.

  2. sa.va ha detto:

    Buongiorno. Sto cercando di compilare sul sito dell’INPS il modulo per la richiesta del NASPI, tuttavia ho dei dubbi per quanto riguarda la voce “Dichiaro di aver svolto periodi di lavoro all’estero”. La mia situazione è infatti la seguente: ho vissuto (con iscrizione all’AIRE) e lavorato per circa 9 anni in Gran Bretagna e sono rientrata definitivamente in Italia nel 2016 dove ho lavorato con un contratto a tempo determinato da novembre 2016 a novembre 2017. Immagino l’opzione da selezionare per la voce in questione sia “no” in quanto dal momento in cui sono rientrata in Italia non ci sono stati periodi di lavoro all’estero. Potete gentilmente confermare? Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, io direi invece che lei deve selezionare la voce SI in quanto risultano periodi di lavoro all’estero negli ultimi 4 anni (periodo sul quale vengono calcolati durata e importo della naspi). Sono infatti contributi utili per calcolare correttamente la NASPI spettante. A presto!

  3. Antonio Nunneri ha detto:

    Salve io sto percependo la Naspi che mi è stata calcolata per giorni 314, nell’ultimo pagamento fatto il 2 novembre 2017 mi hanno calcolato 10 gg dal 01/10 al 11/10. Facendo un calcolo di tutti i pagamenti compreso i 10 di questo mese, mi hanno erogato in totale 284 giorni. Come mai??? Hanno bloccato gli ultimi giorni??? devo comunicare qualcosa per avere gli altri 30 gg.? Di regola dovevo avere dal 01/10 al 30/10 e poi a dicembre gli ultimi 10 gg. Mha se qualcuno può darmi un consiglio, al Call Center non rispondono…..
    grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, come indicato in questo articolo, l’ultimo mese si blocca sempre. Le faccio un copia/incolla del passaggio indicato:
      “Ricordate il blocco dell’ultimo mese?
      Con l’ASpI infatti era praticamente obbligatorio inoltrare il modulo ASpI-Com per avere l’ultima mensilità, dichiarando di esser rimasto disoccupato per tutto il periodo indennizzabile.
      E l’ultimo mese di NASpI, si bloccherà ancora come accadeva con l’ASpI? Per ora non ci è dato sapere, ma nel caso in cui doveste riscontrare dei pagamenti bloccati a metà mese vi invito a contattare il numero verde INPS 803164 per verificare se tutte le settimane spettanti sono state effettivamente retribuite o dovesse ancora mancare l’ultima mensilità, ed in questa eventualità provvedere ad inoltrare il NASpI-com.”

  4. maddalena ha detto:

    buonasera,
    ho lavorato 4 mesi dal 06 12 2016 al 31 03 2017( STAGIONE INVERNALE) alla fine della quale ho presentato domanda naspi. ho ricevuto una sola mensilità ad aprile. Sono stata riassunta a maggio ma non ho inviato il modulo NASPI-COM , non essendone a conoscenza. a ottobre ho finito di lavorare , devo presentare nuova domanda naspi, e la mensilita che non ho ricevuto della stagione invernale mi verrà accreditata?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, esattamente in che data è stata riassunta? Da che giorno decorreva la sua NASPI? Quante giornate le sono state riconosciute (queste informazioni le trova all’interno della lettera di accoglimento della NASPI)?

  5. pio pio ha detto:

    Salve,
    La mia situazione è un po strana, il rapporto di lavoro si è interrotto il 5 settembre ma non ho mai fatto richiesta di Naspi.
    Successivamente ho firmato un contratto in prestazione occasionale a fine settembre.
    Ora vorrei chiedere la disoccupazione in quanto le ricevute vengono pagate a 60 giorni, mi mancano pochi giorni al limite della tempistica ma purtroppo non riesco a recarmi in sindacato in quanto non hanno posto.
    Devo quindi farla onLine.
    Chiedevo ci sono problemi se nel modulo NASPI-COM SR161 metto la data d’ inizio rapporto occasionale anticedente a quella della richiesta della Naspi?
    Nel modulo devo indicare il ricavato annuo dei mesi lavorati o quando vengono pagati (60 giorni dopo)?
    Vi ringrazio tantissimo,
    Cordiali Saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, lei non deve compilare il modello NASPI-COM al momento, basterà, all’interno della domanda di NASPI, indicare che sta svolgendo una prestazione occasionale e il relativo importo che prevede di trarne all’interno dell’anno in corso. L’importo è presunto, l’importante è che rimanga sotto i 3000 euro/annui. In tal caso la NASPI segue il suo iter normale e non sarà soggetta ad alcuna decurtazione.

  6. adeolo ha detto:

    Buongiorno,
    ho un dubbio riguardo la compilazione del modello Naspi-com per quanto riguarda le proroghe lavorative.
    Ho stipulato un contratto lavorativo a tempo determinato dal 23/10/2017 al 04/11/2017, e tramite modello Naspi-com ho segnalato le suddette date per sospensione Naspi. L’azienda ha prorogato il periodo di lavoro che inizierà il 05/11/2017 e terminerà il 18/11/2017. Il mio dubbio è questo: nella nuova compilazione del modello Naspi.com, devo inserire la data che va dal 23/10/2017 al 18/11/2017 oppure dal 05/11/2017 al 18/11/2017?
    Ringrazio sentitamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, è corretto inserire una nuova Naspi-com dichiarando dal 05/11/2017 al 18/11/2017. A presto!

  7. alebari86 ha detto:

    Buona sera ero residente a Bari e la mi amica sede di appartenenza è inps Bari San Paolo però quando compilavo il modello naspi com appariva nel menu a tendina sia inps Bari San Paolo sia sede inps Bari murat ma io ho sempre scelto San Paolo che è sede di mia appartenenza,da settembre mi sono trasferito a Modugno comune in provincia di Bari e ho comunicato col modello naspi com il cambio , anche se Modugno fa parte lo stesso della mia sede bari San Paolo, il problema è che se compilo il modello naspi com nonostante dalla Mia comunicazione sono passati 20 gg risulta ancora il mio vexcchio indirizzo sul naspi com nonostante sul portale si è aggiornato c al nuovo indirizzo e inoltre nn appare più il menu a tendina dove potevo scegliere la mi a sede inps o L altra ma appare solo L altra che nn è sede di mia appartenenza e nn ho più possibilità di inviare n richiesta alla mia sede di appartenenza, cosa dovrei fare ?? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      La sede a cui mandare la comunicazione rimane la stessa, anche se lei cambia residenza.

      1. alebari86 ha detto:

        invece sul modello naspi com appare non la mia sede ma un altra sede che a me nn appartiene e quindi nn mi da modo di inviare la richiesta alla mia sede di appartenenza,ma a questa sede che vi ripeto nn è la mia…

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Purtroppo non è possibile cambiarla da lì quindi le consiglio di contattare il numero verde 803164 e chiedere di inviare una segnalazione in merito.

  8. Cristina Sibilano ha detto:

    Buongiorno, sto percependo l’idennità di disoccupazione, ma l’ultima rata non mi è stata ancora accreditata, ho chiamato il call center dell’inps e mi è stato detto che con la nuova disoccupazione, per ricevere l’ultima rata non è più obbligatorio inviare il modulo napsi-com, ma bisogna solo sollecitare il pagamento tramite una loro segnalazMi hanno detto la vertità oppure sono disnformati?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Diciamo che le due cose hanno all’incirca lo stesso valore, ma noi consigliamo comunque di mandare il naspi-com per velocizzare i pagamenti.

  9. Giada Sambo ha detto:

    Salve, ho inoltrato la mia domanda Naspi il 6 settembre ed è stata accolta, ho già iniziato a percepirla. Sono stata contattata per un lavoro a chiamata senza obbligo di risposta, lavorerò solo 2 giorni ad ottobre, il 4 e il 14; devo comunque compilare il modulo NASPI-COM? Se si, come devo fare? Nel senso, nello spazio da compilare bisogna scrivere da quando ho iniziato a lavorare a quando ho terminato, ma io farò due giorni separati tra loro, non posso semplicemente comunicare quelle due giornate lavorative? e un’ultima cosa,nella parte dove devo compilare con il reddito annuo che penso di percepire, devo inserire il guadagno netto delle 2 giornate lavorative o altro?
    Attendo risposta, grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giada, c’è proprio la voce nella tendina CONTRATTO A CHIAMATA che le da la possibilità di inserire più periodi all’interno di uno stesso arco temporale.

  10. Antonella Maino ha detto:

    buongiorno, percepisco la naspi da dicembre 2016 e durerà fino a dicembre 2018. durante i mesi di luglio e agosto mi è stato aperto una assunzione di 7 giorni a luglio e di 12 giorni ad agosto, ma ho le buste paga che dimostrano di aver lavorato solo un giorno a luglio e zero giorni ad agosto. però per il mese di luglio ho percepito la naspi solo per 23 giorni su 31, e per il mese di agosto per 18 giorni su 31, quindi il totale meno i giorni della durata del contratto, nonostante io non abbia effettivamente lavorato quindi percepito alcun guadagno. sia il mio caf che il numero verde inps sostengono che io non debba presentare alcun documento e che recupererò la naspi dei giorni non emessi nel conguaglio finale, quindi l’anno prossimo. vorrei sapere se è giusto cosi o se c’è un modo di recuperarli entro quest’anno. certi di una vostra risposta, grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Antonella, io le consiglio comunque di comunicare le giornate lavorate attraverso il modello naspi-com appena possibile, ma il suo contratto era a chiamata? Se sì può indicarlo nel modello inserendo le giornate effettivamente lavorate e richiedendo, nel campo note, che le vengano retribuite anche le giornate non pagate per errore. Questo non perché lei rischia di perdere i giorni, che comunque non accadrebbe, ma perché è giusto così ai fini del calcolo del periodo indennizzabile.

  11. Manola Bernardini ha detto:

    Salve,sto lavorando a tempo determinato e forse il contratto scadrà ad ottobre,ho percepito proprio due giorni fa alcuni dei soldi arretrati.
    Mi è arrivata ora a casa la lettere con il conteggio dei giorni e il modello sr161 da compilare.
    È obbligatorio questo modello?
    In quanto l impiegata alla INPS mi ha detto di andare prima della scadenza del contratto.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il modello è da presentare obbligatoriamente nel momento in cui ci si rioccupa durante un periodo coperto da NASPI. la modalità di invio è telematica come illustrato in questo articolo.

  12. Buongiorno
    devo lavorare un giorno solo per la scuola come insegnante dipendente. Non riesco ad usare il modello naspi com online e credo sia dovuto al fatto che la naspi ha sospeso temporaneamente la mia domanda in mancanza di documenti che ho inviato successivamente all’Inps. Come posso comunicare questa giornata lavorativa all’inps senza usare l’applicazione online del sito naspi ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, può provare a scaricare il modello cartaceo e consegnarlo a mano allo sportello della sua INPS o tramite raccomandata.

  13. Alario Giovanni ha detto:

    Salve, ho presentato richiesta naspi il 31/07/17 ma ho omesso di dichiarare di essere titolare di partita iva aperta diversi anni fa e che non utilizzo da molti anni. Ho comunicato ciò all’inps tramite il modello Naspi-com che si trova sul sito essendo registrato sullo stesso con pin dispositivo. La comunicazione è avvenuta entro 30 giorni dalla richiesta e il reddito derivante dall’attività autonoma è uguale a 0 ma, avendo omesso il tutto al momento della presentazione naspi, si decade dal diritto di percepirla?
    Grazie per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giovanni, l’importante è aver effettuato questa comunicazione, anche se in ritardo. Vedrà che verrà accolta. Per qualunque problema rimaniamo a disposizione, a presto!

  14. Patro Apatro89 ha detto:

    Ciao, ho lavorato per 3 giorni con un contratto a tempo determinato. volevo sapere nel modulo sr161 nella parte del reddito annuo, devo mettere il netto percepito per questi tre giorni di lavoro?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, le consigliamo di compilare il modulo NASPI-COM online, in quanto in caso di lavoro subordinato non c’è lo spazio per dichiarare il reddito presunto, poiché in caso di lavoro breve non è necessario indicarlo. A presto!

  15. antonio biondi ha detto:

    Buongiorno,
    percepisco la Naspi da 20 mesi, ho un dubbio , so che il lavoro occasionale con ritenuta di acconto ( che faccio io) è limitato a 3.000€ ( lordi mi hanno detto all’inps), lo scorso anno ho fatturato 2500 € e non mi è stato decurtato nulla.
    Adesso è cambiato qualcosa? Da quanto leggo qui no, ma, in altro sito riporta altro !
    Estratto articolo:
    <Percepisci una NaspI di 1.000 euro. Presumi di guadagnare 200 euro al mese per tre mesi con una o più collaborazioni occasionali. Devi informare l’INPS e la tua NaspI, per i tre mesi in cui lavori sarà ridotta dell’80% di 200 euro, ossia di 160 euro al mese. La Naspi quindi, per quei tre mesi passerà da 1000 a 840 euro mensili."
    Ma è vera questa cosa ? Il sito sembra autoritario, come il vostro.
    Mi aiutate a capire, grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non so qual è il sito di riferimento ma comunque la normativa prevede la decurtazione della NASPI (e l’obbligo di comunicazione naspi-com) solo oltre i 3000 euro netti annui. Ne abbiamo parlato qui

      1. antonio biondi ha detto:

        Grazie, lo so’ che ne parlate spesso ma…i dubbi sono sempre tanti.
        Avere a che fare con le norme delle le italiane è difficile.
        Grazie ancora per la sollecita e competente risposta.

      2. maria fe ha detto:

        Salve, ho bisogno del vostro aiuto perché nè il caf, nè l inps mi hanno aiutato. Ho inoltrato la domanda Naspi a giugno ancora è in fase di lavorazione, anche dopo un sollecito. Detto ciò devo iniziare a lavorare con un lavoro a prestazione occasionale con ricevuta d acconto fino a dicembre dove mi viene detto a voce che non percepirò più di 3000 euro netti. Come mi comporto? Si deve fare la naspi com? Se si, io non so L importo esatto del reddito annuo che dovró percepire nè il datore di lavoro mi sa dire, posso inserire un valore approssimativo sotto i 3000 euro? La naspi qualora viene accettata viene sospesa o no? Oppure ridotta del 80%? Se no posso tranquillamente non dare comunicazione perché sotto i 3000 euro con la naspi com? Leggo e sento pareri molto discordanti. Grazie mille!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Maria, da quello che ci risulta la ritenuta d’acconto è assimilata al lavoro occasionale in materia di diritto alla disoccupazione, dunque se è sotto i 3000 euro non è neanche obbligata a farne comunicazione, anche se noi consigliamo sempre di compilare il naspi-com per evitare problemi futuri o fraintendimenti. Sotto i 3000 euro la naspi non viene ridotta. Può tranquillamente indicare un importo approssimativo inferiore a 3000 euro. A presto!

  16. sharon ha detto:

    buongiorno
    sto lavorando con un contratto di prestazione occasionale in una piccola azienda, al momento me ne hanno fatto uno dal 10 luglio fino al 10 agosto per un totale di 500 euro circa, mi era stato detto che non era obbligatorio vista la somma percepita inviare una comunicazione all’inps, invece devo farlo giusto?sono ancora int empo visto che scade domani?
    in piu per ora non mi richiameranno, forse il mese di settembre facendomi dunque un altro contrattino mensile, in questi casi come mid evo comportare?
    cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Sharon, in teoria entro i 3000 euro non era obbligatorio fare comunicazione per i voucher, ma per il contratto di lavoro occasionale l’INPS non si è ancora espressa. Per evitare problemi consigliamo comunque di comunicare periodo e reddito percepito, la sua NASPI non si sospenderà e lei sarà certa di aver fatto tutte le comunicazioni. A presto!

  17. Buon pomeriggio, il 01/07/17 ho presentato la domanda di Naspi per cessazione di lavoro dipendente il 30/06/17. La durata del contratto è stata di 1 anno e 4 mesi, pertanto, correggetemi se sbaglio, dovrei percepire circa 8 mesi di disoccupazione.Ad oggi la domanda risulta sospesa. Ho intenzione di aprire partita iva per cominciare ad esercitare come avvocato. Presuntivamente il mio reddito per la durata della naspi sarà pari a 0 euro, ovvero non fattureró praticamente nulla. Se dichiaro zero euro come reddito presunto, considerato che guadagnavo circa 1000 euro netti più il bonus di 80 euro di Renzi, a quanto dovrebbe ammontare la mia Naspi? Continuerei a percepire il bonus di 80 euro? Mi converrebbe chiedere l’anticipo della Naspi? Scusate le molte domande, ma devo avere le idee chiare prima di prendere una decisione importante. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabrizio, vista la condizione particolare le consiglierei di contattare il numero verde 803164 e fissare un appuntamento consulenziale con un funzionario che si occupa di naspi. Evitiamo di dare consigli per situazioni un po’ incerte e delicate in quanto spesso le sedi si comportano in maniera differente. A presto!

  18. Marsida Dalipi ha detto:

    Salve, ho lavorato come dipendente dal 26/11/2016 al 31/05/20017.
    Ho presentato domanda di Naspi il 01/06 che è stata accolta.
    Dal 01/07/2017 sono stata assunta nuovamente dal precedente datore di lavoro con contratto di 7 MESI e il 04/07 L’ho comunicato con il modulo NASPI-COM.
    Mi è recentemente arrivata la lettera di accettazione, ma ho dei dubbi se devo comunicare il reddito presunto o meno e in caso lo debba comunicare dovrei comunicare è quello dell’anno in corso quindi penso si riferisca alla somma delle mensilità dei 2 contratti gennaio-maggio + luglio-dicembre (quindi supero abbondantemente € 8145), giusto?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, compili il NASPI-COM solo con le date di inizio e fine del rapporto di lavoro, la sua NASPI decadrà comunque in quanto si tratta di un contratto superiore a 6 mesi.

  19. lorelein lory ha detto:

    Buonasera, percepisco la naspi da gennaio, il 27 giugno l’ho bloccata facendo il naspi.com comunicando che ho iniziato a lavorare e che il contratto scadra’ a fine agosto. Ad oggi, 22 luglio, non ho ancora ricevuto la mensilita’ di giugno quindi dal 1 al 27 giugno. Quando li vedro’ questi soldi? Altra domanda, mi e’ stato detto dal mio datore di lavoro che probabilmente mi verra’ fatta una proroga di contratto da fine agosto a fine settembre ma essendo questo lavoro molto faticoso, posso rinunciare alla proroga riprendendo regolarmente la naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non sappiamo quando riceverà il pagamento, ma avrebbe già dovuto riceverlo quindi le consigliamo di contattare il numero verde 803164 per sollecitarne il pagamento. Per quel che riguarda la proroga ovviamente può rinunciare e riattivare in tal modo la NASPI. A presto!

  20. Franco Rizzi ha detto:

    Buonasera, ho bisogno di un chiarimento urgente. Io sono in Naspi e in questi giorni ero in trattative per un assunzione. Il problema e che l’azienda ha effettuato l’inivo dell’UNILAV senza attendere che fossimo definitivamente d’accordo o avessi firmato alcun contratto. Successivamente sotto minaccia da parte mia di denunciarli hanno fatto l’annullamento.
    Vorrei sapere se questo puo’ comportare delle conseguenze sulla percezione della Naspi.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Franco, certo il rischio che l’INPS abbia ricevuto la comunicazione e sospenda la NASPI esiste, dunque eventualmente le consiglierei di fare lei stesso una comunicazione NASPI-COM indicando la voce ALTRO nella prima tendina, e nel campo note scrivere i dettagli dell’accaduto per evitarne l’ingiusta sospensione.

  21. Ilaria Cofanelli ha detto:

    Salve, è stata accolta la mia domanda naspi presentata in data 3 luglio. Collaboro con una rivista ch mi paga tramite ritenuta d’acconto. Essendo la rivista bimestrale, vengo chiamata ogni 2 o 3 mesi per redigere gli articoli, ma in un anno non supero 1000 euro netti di compenso.
    Devo compilare naspicom? E quando mi chiedono il reddito presunto, quale devo indicare, se nemmeno io so il numero preciso di articoli che andrò a scrivere da qui a dicembre, e dunque non posso sapere la cifra esatta che andrò a percepire? Non ho alcun contratto stipulato con la redazione, quando hanno bisogno di un articolo mi chiamano e ogni tot mesi mi pagano. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ilaria, ovviamente al momento della compilazione dovrà indicare solo il compenso percepito (entro un mese dalla prestazione lavorativa), dunque andrà compilato un modello naspi-com per ogni prestazione di lavoro.

  22. Simona Baragone ha detto:

    Salve.il mio compagno percepisce naspi da luglio 2016.gli hanno proposto un lavoretto di 6mesi come deve muoversi?perderà la naspi?o verrà solo congelata per questo tempo?e se dovesse far più di 6 mesi?
    Bisogna andare al caf o al centro per l’impiego per comunicare il tutto?
    Grazie mille per le risposte!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Fino a sei mesi la NASPI rimane sospesa, oltre i 6 mesi decade e dovrà poi fare una nuova domanda. Per compilare il NASPI-COM bisogna recarsi al CAF oppure può essere seguita la procedura online se si è in possesso di PIN DISPOSITIVO.

  23. Valentina Verini ha detto:

    Buongiorno, ho un contratto presso un ente pubblico, scaduto in data 30 giugno.
    dal 14 giugno (fino al 14 settembre) sono in maternità obbligatoria pagata dall’ente stesso presso il quale lavoravo (non dall’inps direttamente)
    è corretto fare domanda per indennità naspi e contestualmente bloccarla fino al 14 settembre, ultimo giorno in cui riceverò l’indennità di maternità pagata dall’ente pubblico presso il quale lavoravo?
    Grazie
    Valentina

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, questo è quanto riportato dalla circolare 94/22015:
      “a.1 Nel caso di evento di maternità indennizzabile insorto entro i sessantotto giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro, il termine di presentazione della domanda rimane sospeso per un periodo pari alla durata dell’evento di maternità indennizzato e riprende a decorrere, al termine del predetto evento, per la parte residua.
      Esempio: data di cessazione del rapporto di lavoro 31/05/2015 – inizio maternità 01/07/2015 fine periodo di maternità 01/12/2015 (durante questo periodo il termine di presentazione della domanda rimane sospeso). Dal 2° dicembre il termine riprende a decorrere, per la parte residua, e scade l’8 gennaio 2016. ”

      Dunque no, la domanda va fatta al termine della maternità obbligatoria.

    2. Nella Buccoliero ha detto:

      Buonasera, avrei bisogno di un chiarimento. Sono titolare di partita iva agricola e attualmente ho un contratto di lavoro a tempo determinato che terminerà a settembre prossimo. Poi farò domanda per la NASPI e do che dovrò comunicare il reddito derivante da lavoro autonomo entro trenta giorni dall’inoltro della domanda. La mia domanda è questa: trattandosi di reddito derivante dalla vendita di prodotti agricoli ( non sono soggetta a contabilità) per un importo presunto intorno alle duemila euro, in sede di inoltro della domanda NASPI devo indicare il totale ricavato dalla vendita dei prodotti?
      Grazie .

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Dovrebbe indicare il reddito presunto per l’anno in corso.

  24. Luca Errico ha detto:

    Per comunicare il reddito derivante da una prestazione occasionale nella compilazione del modulo
    Naspi Com on line quale voce devo selezionare?
    1. Nuova attività lavorativa di tipo autonomo
    2. Nuova attività lavorativa di tipo subordinato

    Non è previsto un contratto e non sapendo la data fine attività cosa inserisco?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Non è previsto purtroppo quindi consigliamo di selezionare ALTRO nella tendina precedente e poi scrivere tutto nelle note.

  25. Erica Martelli ha detto:

    Buondì
    nel 2017 ho lavorato fino al 28/02 ,poi ,dopo 1 mese di disoccupazione ,ho ripreso un lavoro a tempo determinato dal 3/04 al 30/06 (oggi). e solo ora mi sono resa conto di non aver inviato entro un mese dall’assunzione il modello naspi-com. e vorrei sapere se ho perso completamente il diritto alla Naspi. Premetto che delle 150 gg previste ne ho utilizzate solamente 30
    Grazie
    Erica

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Erica, le consiglio intanto di mandarlo il prima possibile, dopodiché deve verificare con la sede di competenza se sono stati presi provvedimenti in merito.

  26. N96DARK . ha detto:

    Buonasera , dovrei denunciare un periodo di prova tramite il modello sr161, ma il call center mi ha detto che si può fare tutto telefonicamente e che il cartaceo non serve più , possibile ?Grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente. L’importante è chiamare il numero verde muniti di PIN dispositivo.

  27. Edo Pedron ha detto:

    Buongiorno,
    percepisco la NASPI dal novembre 2015, a febbraio 2016 ho contattato l’INPS e dopo aver ottenuto un appuntamento mi hanno fatto una dichiarazione su carta bianca che sarei potuto andare in pensione con il 1° Agosto 2017. Ieri ho presentato attraverso un patronato domanda di pensione e dai conteggi fatti da loro risulta che sarei potuto andare in pensione ancora dal 1° febbraio 2017 e mi dicono anche che dovrei restituire la NASPI percepita dal febbraio ad oggi. Dato che l’unico reddito che percepisco è la NASPI mi sembra assurdo che io debba restituirla dato che l’INPS al tempo non ha saputo calcolarmi la data della domanda di pensionamento. Non ho dichiarazioni scritte solo un foglio stampato su carta intestatga INPS. Cosa posso fare ? Presentare ricorso o ci devo rimettere tutti questi mesi ?
    Grazie per l’attenzione.
    Edo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, una delle cause di decadenza della prestazione è proprio:
      d) raggiungimento dei requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato;
      Ovvio che se ha un pezzo di carta con scritta su la data di pensionamento indicata dall’INPS può provare a fare ricorso online ma non è detto che questo venga accolto.

      1. Edo Pedron ha detto:

        Grazie della risposta.
        Purtroppo ho solo un pezzo di carta (carta intestata INPS senza un timbro o una firma) con nemmeno il mio nome, ma solo data di nascita e i dati delle settimane di contribuzione e la fatidica data che mi avevano comunicato.
        E per avere quel pezzo di carta (che è la stampa delle videata) ho dovuto pure sudare per farmelo rilasciare perchè il funzionario mi aveva detto che loro non possono comunicare nulla per iscritto. Diciamo che da questo punto di vista sono piuttosto faciloni.
        Sto aspettando la risposta e vediamo che mi dicono, anche perchè sulla domanda ho fatto presente che solo il Patronato tramite un’amicizia all’interno dell’INPS ha verametne fatto una ricerca come si deve e ha trovato quei 6 mesi mancanti che mi portano la data di pensionamento al 1° febbraio …
        Comunque l’INPS aveva in ogni caso sbagliato perchè avrei potuto andarci (anche senza quei 6 mesi) con il 1° giugno.
        Grazie ancora per l’attenzione.
        Edo

  28. Maria Viceconte ha detto:

    Buongiorno. Avrei bisogno di togliermi un dubbio. Ho svolto un lavoro dipendente a tempo determinato dal 14 novembre 2016 al 30 giugno 2017. Ho una partita Iva legata all’attività precedente di consulente svolta fino al novembre 2016. A gennaio ho fatturato gli ultimi 6.300 euro, poiché non lavorerò più presso quella sede. Posso fare domanda di Naspi? Il reddito da considerare é quello che prevedo di percepire dal giorno in cui dichiarerò la disoccupazione (1 luglio 2017) o devo includerci anche i 6.300 presi a gennaio (e quindi in tal caso non avrei diritto alla Naspi)? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Maria, se la partita iva è ancora aperta c’è il rischio che lei non abbia diritto alla NASPI. le consiglierei comunque di provare a presentare domanda dichiarando tale importo, nella peggiore delle ipotesi la domanda verrà respinta e non succederà niente

  29. klaus ha detto:

    Salve percepisco la naspi dal febbraio 2016, dallo scorso 3 aprile ho fatto la sospensione tramite lo sportello inps in quanto ho trovato un lavoro fino al 31 maggio, lavoro che mi è stato prolungato fino al 30 giugno, dovevo fare una nuova comunicazione dato che allo sportello non la fanno più? L’impiegata mi ha detto che risultava comunque rinnovato e non c’era bisogno di fare la comunicazione, è così o devo farla? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Le comunicazioni naspi-com vanno sempre presentate.

      1. klaus ha detto:

        Ma l’impiegata mi aveva detto di no, quindi ora cosa rischio?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Speriamo nulla. Se ha problemi con il pagamento rimaniamo a disposizione, comunque provveda a farla il prima possibile.

      2. Gian ha detto:

        Quanti giorni si hanno per la comunicazione naspi-com di un lavoro a tempo determinato ? 30 gg ?
        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sì, noi consigliamo comunque di farlo il prima possibile. E se si sono superati i 30 giorni di farlo comunque.

  30. Martina Loi ha detto:

    Buongiorno, una decina di giorni fa ho sottoscritto un contratto come procacciatore d’affari occasionale e percependo la naspi so già di dover presentare la naspi com, la domanda che mi affligge e che per il momento non ha trovato risposta è la seguente: io percepirò mensilmente un contributo spese più eventuali commissioni, per il momento non prevedo di superare i 4800 euro lordi, ma se fra qualche mese mi dovessi improvvisamente rendere conto di un aumento delle entrate che mi porterebbe a superare la fatidica soglia dei 4800 e prontamente comunicassi l’informazione all’Inps cesserei di percepire la Naspi da quel momento in poi o potrei ritrovarmi nella condizione di restituire tutto ciò che mi è stato versato nel periodo in cui l’ho percepita in maniera “ridotta”? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, assolutamente no. la prestazione decade e al massimo le chiedono indietro l’importo percepito indebitamente dopo il superamento del limite di 4800 euro.

      1. cinziaB ha detto:

        Buongiorno, anch’io percepisco la Naspi (dal 30 maggio 2017).
        Mi capita di avere la possibilità di fare delle collaborazioni con ritenuta d’acconto, sono una grafica e potrebbe capitarmi spesso.
        • Cosa devo comunicare con il Naspicom? Inizio lavoro autonomo?
        • È sufficiente compilarlo una volta e vale per tutto l’anno 2017?
        • se non so’ l’importo che ricaverò per quest’anno segno un importo generico?
        So’ che per non perdere il diritto alla Naspi non devo superare la soglia dei 4800 euro lordi.
        Nessuno sa darmi risposte precise, sono stata anche all’INPS di zona.
        Attendo con ansia una vostra risposta. Vi ringrazio tanto

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Cinzia, noi consigliamo comunque di fare comunicazioni ogni volta che si verifica un’attività lavorativa. E’ importante rimanere sotto i 4800 euro annui. Deve selezionare la voce ALTRO nella prima tendina e poi indicare per iscritto rapporto di lavoro con ritenuta d’acconto e importo percepito.

          1. cinziaB ha detto:

            Grazie per la risposta, siete gentilissimi.

            Altra domanda, quanto tempo prima devo comunicare la prestazione?
            Io avrei già svolto un lavoretto ma, non ho ancora fatto la notula, che verrà comunque pagata dall’emissione a 60 giorni.
            Grazie ancora e scusatemi ma ho il terrore di sbagliare

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Solitamente la comunicazione va fatta entro 30 giorni dall’inizio del lavoro.

  31. pasticcio ha detto:

    Buongiorno, dopo un anno di naspi ho trovato un lavoro a tempo determinato iniziato il 29/05, della durata di 4 mesi a 1000€/mese netti. Cosa succede se non invio il modulo naspi-com? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Il naspi-com va sempre inviato per evitare la decadenza della prestazione

  32. Dylan Torresin ha detto:

    Salve a tutti, percepisco la naspi dal’ 8/10/2016 per un totale di 413 giorni, in data 03/04/2017 ho iniziato un attivata autonoma (snc). Il mese scorso (maggio) ho ricevuto correttamente la naspi ma questo mese (giugno) no.
    Il problema è che ho scoperto adesso che dovevo fare comunicazione entro 30 giorni di inizio attività e non l’ho fatta, ho solo fatto comunicazione all inps nel mese di maggio che avevo aperto un attività, che percepivo la naspi e cosa dovevo fare e loro senza nemmeno rispondermi mi hanno subito iscritto al cassetto previdenziale commerciante.
    la mia domanda è: posso fare comunicazione naspi com dichiarando il redditto previsto oppure non posso pià farci niente e mi sono mangiato altri 7 mesi di naspi?

    Grazie mille.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Dylan, faccia comunque la dichiarazione per il reddito presunto il prima possibile, ma tenga conto che se dichiara più di 4800 euro la prestazione decade. Come mai non ha fatto richiesta di anticipazione NASPI se ha aperto un’attività autonoma? E’ un peccato!

      1. Ekaterina Ponchak ha detto:

        Ho letto nei vostri commenti che sotto i 3000 non devo comunicare nulla. Mi potrebbe gentilmente aiutare a trovare una circolare dell inps che confermi questo fatto??
        cosi nel caso peggiore sono armata.

  33. Marco Festa ha detto:

    Salve devo ricevere l’ultimo mese di disoccupazione, ma non ho ricevuto ancora nulla, ho chiamato il call center dell’Inps e mi hanno risposto di aspettare per un sollecito. Bisogna mandare qualcosa all’Inps per sbloccare il pagamento dell’ultimo mese? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, come già indicato va inoltrato il modello naspi-com per avere l’ultima mensilità.

      1. Marco Festa ha detto:

        Dove lo trovo e cosa bisogna scrivere?grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Trova il link in questo articolo, deve dichiarare di essere rimasto disoccupato per tutto il periodo indennizzabile.

  34. Giulia Lacchin ha detto:

    Salve, vorrei un aiuto.
    Ho lavorato dal 16/01/17 al 17/04/17, ho presentato domanda naspi il 27/04/17, accettata e calcolata per 25 giorni, quindi fino al 22/05/17.
    Oggi, dopo un ricalcolo (dovuto all’aggiornamento del flusso uniemens) il periodo è stato esteso fino al 15/06/17.
    Avendo iniziato a lavorare il 01/06/17 (contratto a tempo determinato fino al 30/09/17) come mi devo comportare? Posso/devo comunque inviare il modulo naspi-com e quindi quei 15 giorni di giugno ‘slitteranno’ a fine contratto, corretto?
    Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      salve Giulia, esattamente 🙂

  35. Micaela Colombo ha detto:

    Buongiorno da qualche anno sono socia NON amministratrice di una SNC (ci lavorano mio padre e mio fratello) E NON HO COMPENSI PER TALE RUOLO, fino ad oggi ho lavorato come dipendente ma a breve il mio lavoro terminerà ma non lavorerò nella snc
    posso chiedere l’iscrizione alla Naspi? oppure il fatto che possieda quote di una snc anche se sono solo socia di capitale, può creare dei problemi, eventualmente dopo aver fatto l’iscrizione alla Naspi mando anche il modulo Sr161 Naspicom che però non saprei come compilare perchè non è previsto il mio caso…. (l’unico che si avvicina é “ho iniziato un’attività di lavoro autonoma accessoria con reddito presunto di” ma non è proprio così)
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, può percepire la NASPI. All’interno della domanda di NASPI deve dichiarare reddito da lavoro autonomo pari a zero.

  36. Antonio Careddu ha detto:

    Salve, volevo un’informazione per capire esattamente come mi devo comportare.
    Ho iniziato il terzo mese di lavoro subordinato a tempo determinato, rinnovato mese per mese dall’agenzia del lavoro Umana.
    L’azienda mi ha già informato che a fine giugno intende assumermi direttamente a tempo determinato, per poi in futuro passare a tempo indeterminato (ma non è garantito).
    Probabilmente come già ho potuto sentire da un collega il contatto che loro fanno è di tre mesi per poi rinnovarlo di altri tre, io essendo in disoccupazione se supero i 6 mesi di lavoro rischio di perderla o i 6 mesi devono essere continuati.
    Grazie anticipatamente per un’eventuale risposta, sperando di essere stato chiaro.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Allora, affinché la disoccupazione decada i 6 mesi di lavoro devono essere consecutivi (basta un giorno di stacco e si ricomincia da capo a contare i 6 mesi). nel suo caso non deve comunque preoccuparsi, anche se la sua NASPI dovesse decadere, al termine del rapporto di lavoro avrà comunque la facoltà di chiederla nuovamente.

  37. neko ha detto:

    buongiorno
    mi sono trovata con assunzione unilav fino il 31 marzo partime e naspi richiesta online il 4 aprile, è stata accettata e ho iniziato a percepire il mese di aprile. il problema è che l’ex datore di lavoro che non sentivo più ha fatto una proroga di tre mesi sempre unilav il gg 5 aprile ma non me l’ha comunicato.. io l’ho scoperto da poco andando al cpi, quindi risultavo ancora assunta. dall’amministrazione mi ha detto che c’è stato un refuso e con unilav qualche giorno fa ha chiuso l’assunzione a fine maggio.
    non so cosa devo comunicare di preciso all’inps. da aprile non ho lavorato quindi non ho percepito stipendio (ma quindi ero assunta fino a poco fa )
    devo restituire la naspi di aprile? anche se non ho lavorato?
    posso fare qualcosa per averci rimesso a causa dell’errore dell’amministrazione?
    grazie per l’aiuto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, per questi casi particolari è meglio rivolgersi alle sedi perché ognuna agisce in modo autonomo. Fossi in lei mi preoccuperei più che altro dell’accettazione della domanda di NASPI. Le consiglio di rivolgersi al più presto alla sua sede INPS oppure di fissare un appuntamento attraverso il numero verde 803164.

  38. Universo Pippo ha detto:

    Salve ho fatto richiesta per l’assegno Naspl ma mi hanno rifiutato perché possessore partita iva. Io non la utilizzo dal 2007 quando la aprii per partecipare ad un progetto di Sviluppo Italia poi fallito, quindi non ho entrate. Mi hanno fatto fare un’autocertificazione per dichiarare questo ma non mi hanno assicurato che l’accetteranno. Mi domando con quali criteri verrà giudicata la mia autocertificazione se non ci sono leggi o regole a proposito ?
    Grazie Mille
    Giuseppe

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Di norma una volta fatta l’autocertificazione e riesaminata la domanda, avviene l’accoglimento. Ci faccia sapere l’esito.

  39. Giuseppe Ceci ha detto:

    Salve, dal 25 ottobre 2016 percepisco la naspi e dal 22 novembre ho accettato una richiesta di collaborazione occasionale, di 5 mesi( 1 giorno a settimana) per un totale di 1700 euro pagati con ritenuta d’acconto, che ho terminato il 30 aprile 2017. Prima di accettare questa attività, mi sono recato da un patronato per chiedere se anzitutto se questo incarico era compatibile con la naspi e mi hanno subito detto si, e poi se avrei dovuto fare una comunicazione all’inps per informarlo di questo MA HANNO DETTO DI NO perchè l’importo che andavo a percepire non superava il tetto massimo previsto. Ieri, purtroppo, sono venuto a conoscenza dall’inps del fatto che questa comunicazione. invece, la dovevo fare e che adesso mi toglieranno la naspi e dovro ridare tutti i soldi presi fino ad oggi. COSA POSSO FARE? AIUTATEMI

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe, contatti il numero verde INPS il prima possibile per fissare un appuntamento con la sua sede INPS e capire come risolvere questo problema. Purtroppo non essendo specificato da nessuna parte le sedi agiscono spesso in autonomia. Per quel che ne sappiamo aveva ragione il suo patronato, e infatti sotto i 3000 euro la retribuzione da lavoro occasionale è totalmente compatibile con la NASPI, di conseguenza non si necessita di alcuna comunicazione naspi-com. Inoltre, nei casi in cui invece la comunicazione è obbligatoria, l’INPS sospende la prestazione fino ad avvenuta comunicazione, e non la fa decadere chiedendo indietro l’importo percepito. Sembra veramente assurdo, ma è la seconda persona che ci comunica un provvedimento simile. Quando andrà all’appuntamento chieda in base a quale articolo di quale circolare hanno stabilito tale provvedimento, al momento non ci risulta da nessuna parte.

  40. Rosa Scilipoti ha detto:

    Buongiorno
    Sto ricevendo la naspi da giugno 2016. Quest’anno ho gia’ compilato il modulo naspi com entro il 31 marzo dichiarando zero ( mi era stata bloccata prima dell’invio del modulo perche’ nel 2016 avevo dichiarato un contratto autonomo occasionale pagato con ritenuta d’acconto e all’inps risultava una attivita autonoma aperta)
    Dopo il 31 marzo ho percepito ritenuta d’acconto per contratto autonomo occasionale con importo inferiore a 3000 euro quindi non ho comunicato nulla.
    Se dovessi avere altre ritenute d’acconto da adesso alla fine dell’anno devo comunicare solo l’importo delle nuove ritenute oppure fare la somma?
    Dovrei restituire soldi a partire dalla prima ritenuta o solo superati i 3000? Oppure i 4800?
    Grazie mille per un chiarimento

    1. Previdenza Facile ha detto:

      I 3000 euro netti da non superare (per una totale compatibilità con la NASPI) sono per anno solare, quindi non vanno sommati a quelli degli anni precedenti. Non è necessario né obbligatorio fare comunicazioni sotto questo importo ma è sempre consigliabile farle. Dai 3000 in su è obbligatorio comunicare, in questo caso c’è una riduzione dell’importo di NASPI mensile. Sopra i 4800 la NASPI decade, ma non è necessario restituire nulla.

      1. Ekaterina Ponchak ha detto:

        Quindi se sono sotto i 3000 euro netti posso anche non comunicare linizio attivita’?? Al numero verde mi dicono che devo farlo e che se sono in ritardo (e lo sono) mi tolgono la naspi.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Trova qui il messaggio INPS. ATTENZIONE, PARLIAMO SEMPRE DI REDDITI DERIVANTI DA LAVORO ACCESSORIO.

          1. Ekaterina Ponchak ha detto:

            APPUNTO. lavoro accessorio, pagato con i voucher.
            NON c’entra niente con la ritenuta d’acconto. e voi dite a tutti che non è obbligatorio fare la comunicazione sotto i 3000 euro.
            è una disinformazione bella e buona.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Fino ad oggi l’INPS ha considerato il lavoro occasionale accessorio alla stregua della ritenuta d’acconto. Almeno questo è quello che ha sempre comunicato l’INPS (sia allo sportello che al telefono). Se però lei ha avuto dei disguidi per non aver comunicato redditi derivanti da ritenuta d’acconto inferiori a 3000 euro la preghiamo di farcelo sapere così da poter aiutare anche altri lettori. Le nostre risposte si basano spesso anche sulle esperienze dei singoli lettori in quanto molto spesso, non esistendo una normativa chiara (come in questo caso) le sedi INPS si comportano in maniera diversa l’una dall’altra. Non la chiamerei disinformazione finché non ci scriverà qualche utente che ha avuto problemi proprio a seguito dei nostri consigli, che, ci teniamo a ribadirlo, avvengono in maniera del tutto VOLONTARIA e GRATUITA.

  41. Roberta Vitale ha detto:

    Buongiorno,
    ho bisogno di una precisazione. Se si riceve la Naspi da dicembre 2016 x 24 mesi e si trova lavoro tramite agenzia interinale per 2 giorni e poi una serie di proroghe per altri 2 giorni, poi 5 ed ora per 1 mese e mezzo è necessario effettuare solo la comunicazione per la sospensione tramite il sito dell’inps e nient’altro?
    Non mi è chiara la parte indicata sul sito dove dice che entro 30 giorni si deve comunicare il reddito annuo presunto … come faccio a sapere se e per quanto tempo mi sarà rinnovato il contratto ? :

    “se il soggetto percettore dell’indennità svolge attività di lavoro accessorio con reddito annuo previsto tra 3.000 e 7.000 euro. L’indennità viene ridotta dell’80% dei redditi previsti, rapportato al periodo di tempo intercorrente tra la data di inizio dell’attività e la data di fine dell’indennità, o la fine dell’anno se antecedente. Per evitare la decadenza dalla prestazione, si deve comunicare all’INPS il reddito annuo presunto derivante dall’attività entro un mese dal momento in cui si prevede il superamento di 3.000 euro di reddito annuo derivanti dal lavoro accessorio o, se l’attività preesisteva, dalla data di presentazione della domanda di NASpI”

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve non si preoccupi, il reddito lordo non va indicato. Deve solo fare la comunicazione delle giornate lavorative.

  42. Lucian Adam ha detto:

    Salve, io percepisco la Naspi e il mio vecchio datore di lavoro mi ha assunto per un mese.
    Ho fatto la Naspi com sul sito, ma non c’era scritto da nessuna parte dove mettere il reddito presunto, e normale ? Oppure si deve dichiarare per forza. Cosa devo fare ? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Non c’è scritto perché non si deve dichiarare.

  43. Ilaria Rollo ha detto:

    Buongiorno,avrei un quesito da porvi.SUl sito Inps è indicato che nell’eventuale spostamento all’estero va immediatamente comunicato nel caso si percepisce la disoccupazione,ma più sindacalisti sostengono che se si va all’estero per un massimo di 6 mesi non occorre.Visto la vostra attendibilità vorrei un chiarimento…e in ultimo chiedervi se come indicato,la sospensione della Naspi può essere per un massimo di 6 mesi,avendo cosi la possibilità poi di riaverla.Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ilaria, all’interno della domanda di NASPI viene specificato che si mantiene la NASPI all’estero per massimo 3 mesi, purtroppo però la questione non è molto chiara in quanto ci sono riferimenti in circolari diverse. Diciamo che se si ha l’intenzione di espatriare la comunicazione va fatta necessariamente, se invece si va all’estero per una vacanza non serve. Per quel che riguarda la sospensione sì, se ci si rioccupa la NASPI si sospende al massimo per 6 mesi e si riattiva, ma questo sembra non essere valido per un viaggio all’estero, in questo caso infatti la NASPI non si sospende ma DECADE e per accedervi di nuovo bisogno avere un nuovo rapporto di lavoro e fare una nuova domanda.

      1. Isa_3 ha detto:

        Buongiorno,
        in caso di trasferimento di regione (rimanendo quindi in Italia) cosa bisognerebbe eventualmente comunicare, e soprattutto, bisogna farlo? Non ho trovato nulla a riguardo, in nessuna circolare Inps.
        Presumo si debba fare qualcosa, visto che il mantenimento della naspi è legato al corretto comportamento relativamente al Centro Impiego, al presentarsi ad eventuali chiamate ecc. ecc.
        Grazie in anticipo per la risposta

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, in tal caso credo che dovrebbe informare il CPI, e soprattutto comunicare all’INPS il cambio di residenza.

  44. Giovanni Sitzia ha detto:

    Salve,
    mi chiamo Giovanni. Sono stato licenziato da un’Azienda il 31/12/2016 e ho fatto successiva richiesta di disoccupazione, quest’ultima accolta il 06/01/217. Fin qua tutto bene, se non fosse per il fatto che la CGL ente a cui mi sono rivolto per la domanda, ha omesso nel modulo che ho firmato di inserire un reddito subordinato di 8 ore settimanali. Ora l’inps mi richiede tutta la disoccupazione di 3 mesi. La mia domanda è: Si può fare ricorso dimostrando la buona fede e esibendo il contratto?

    Saluti.
    Giovanni

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ricorso sicuramente può farlo, non le posso dire se riuscirà a vincerlo. Le consiglierei comunque di fissare un appuntamento con la sede di competenza prima di tutto.

  45. Enrico Maffei ha detto:

    Buongiorno, percepisco la naspi da settembre ’16 e avrò diritto ad un altro anno di naspi.
    Mi è stata fatta un’offerta di lavoro a tempo determinato di 4 mesi, con partenza lunedì della settimana entrante.
    Non so se dopo questi 4 mesi verrà rinnovato o meno il contratto (se si, non so se sempre a tempo determinato o indeterminato).
    Devo inviare il modulo naspi-com per questi 4 mesi? Devo fare ulteriori carte per inps o centro impiego?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente deve compilare il modello NASPI-COM. Non ci sono altre procedure da seguire.

  46. Giulia Celi ha detto:

    Buongiorno,

    sono percettrice di Naspi da marzo di quest’anno e all’inizio di questo mese ho realizzato una prestazione indipendente che ho fatturato mediante ritenuta d’acconto per un importo di 500€ lordi. La prestazione non era subordinata ad alcun contratto e non è di tipo continuativo. Volevo sapere se e in che modo questo va ad incidere sulla mia indennità e se devo compilare il Naspi-com. Ho chiamato il servizio clienti Inps ma ho ricevuto risposte discordanti.

    Sono preoccupata e non so come comportarmi,

    grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, di norma sotto i 3000 euro netti non è necessaria alcuna comunicazione, ma noi consigliamo sempre di comunicare i rapporti di lavoro attraverso il modello naspi-com. In entrambi i casi la sua disoccupazione rimarrà invariata quindi non c’è alcun motivo per preoccuparsi:)

      1. Giulia Celi ha detto:

        Grazie mille.
        Ho accettato un tirocinio di 5 mesi che inizierò tra pochi giorni che mi verrà retribuito 800€/mese lordi (ho 31 anni, pertanto non credo si tratti di Garanzia Giovani). E’ compatibile con il Naspi? Devo compilare il Naspi-com (e, in caso, devo anche dichiarare i 500€ precedenti ottenuti mediante ritenuta d’acconto)?

        Vi ringrazio anticipatamente per un riscontro 🙂

        1. Previdenza Facile ha detto:

          E’ sempre preferibile compilare il naspi-com, se è compatibile l’INPS continua ad erogare la NASPI.

  47. Nicol Dos ha detto:

    Buongiorno. E’ da una settimana che percepisco la NASPI: svolgerò saltuariamente lavoro di animazione musicale presso vari esercizi commerciali con ritenuta d’acconto e non supererò i 3000 euro netti annui. Devo comunicare all’INPS le varie ritenute d’acconto delle mie prestazioni o sono esente non superando i 3000 euro? Grazie anticipatamente.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      No, sotto i 3000 euro non deve comunicare nulla. A presto!

      1. Fox ha detto:

        Buongiorno,
        Ho richiesto la Naspi in data 3 marzo 2017, ancora in fase di lavorazione.
        Dovrei ricevere un pagamento con ritenuta d’acconto per un lavoro eseguito 2015-2016 e inizi 2017.
        Devo comunicarlo con il modulo naspi.com?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, se supera i 3000 euro netti sì, altrimenti non è necessario.

          1. Fox ha detto:

            Se fosse così non dovrei cominciare nulla!
            Ma quindi è cambiata la normazione, ero rimasto al fatto che l’ottanta percento del
            totale percepito attraverso le prestazioni occasionali con ritenuta d’acconto venisse decurtato dalla naspi.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Sì, ma solo oltre i 3000 euro netti.

          3. rondo9 ha detto:

            Buonasera. Io ho chiamato l’INPS circa un mese fa e loromi hanno ripetuto più volte che la cifra è 3000 euro lordi, non netti. E comunque mi hanno specificato che una comunicazione di previsione della che si andrebbe a guadagnare, andrebbe fatto loro in ogni caso. È possibile avere una conferma di ciò? Grazie

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Salve, è evidente che non possiamo confermare ciò che non sosteniamo, se all’INPS le hanno detto di fare comunicazione ogni volta, anche se sotto i 3000 euro, la può ovviamente fare. A noi è stato comunicato che tale soglia è intesa come netto percepito e che sotto la soglia non è necessario inviare il naspi-com, noi comunque consigliamo di farlo in ogni caso se avete dei dubbi.

          5. rondo9 ha detto:

            QUESTO è IL TESTO DAL SITO DELL’INPS. NON SPECIFICA SE NETTI O LORDI, SOLITAMENTE QUANDO è COSì SONO SEMPRE LORDI (è una comunicazione del 8 febbraio 2016)

            Con messaggio hermes n. 494 si precisa che le indennità di disoccupazione NASpI e le prestazioni integrative del salario sono interamente cumulabili con i compensi derivanti dallo svolgimento di lavoro occasionale di tipo accessorio nel limite complessivo di euro 3.000 per anno civile rivalutabile annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT.

            Per i compensi che superano il predetto limite di 3.000 euro per anno civile, deve essere applicata la disciplina ordinaria sulla compatibilità ed eventuale cumulabilità parziale della retribuzione con la prestazione di disoccupazione.

            Di conseguenza il beneficiario dell’indennità NASpI è tenuto a comunicare all’INPS entro un mese rispettivamente dall’inizio dell’attività di lavoro accessorio o, se questa era preesistente, dalla data di presentazione della domanda di NASpI, il compenso derivante dalla predetta attività.

            La suddetta comunicazione andrà resa, prima che il compenso determini il superamento del predetto limite dei 3.000 euro anche se derivante da più contratti di lavoro accessorio stipulati nel corso dell’anno, pena la decadenza dalla indennità NASpI.

      2. Nicol Dos ha detto:

        Buongiorno. La dipendente del Patronato (a conoscenza delle mie prestazioni occasionali con ritenuta d’acconto senza essere in possesso di Partita Iva) scrive quanto segue: “L’Inps mi dice che entro trenta giorni dall’inizio dell’attività deve essere comunicato il reddito presunto”. Come mi devo comportare? Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Può tranquillamente fare la comunicazione, se l’importo percepito è inferiore a 3000 euro non cambierà nulla.

          1. Nicol Dos ha detto:

            Grazie molte! Ho altri dubbi: quando diventa obbligatorio aprire una partita Iva? Io che faccio prestazioni occasionali (dj/animazione) con ritenuta d’acconto senza superare i 3000 euro netti in varie attività commerciali (bar/pub), dovrei aprirla oppure no?
            Se fossi assunto per poche ore (12 mensili) con contratto “Part-time” in un bar per la mia attività di Deejay perderei il diritto alla Naspi? Vi ringrazio anticipatamente, siete molto gentili. Nicol.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            E’ obbligatorio aprire P.IVA se si superano i 4800 euro/annui. Se invece fosse assunto con un contratto part-time la naspi si sospenderebbe per tutto il periodo del contratto. Se deve lavorare solo 12 ore al mese le converrebbe sicuramente un contratto a chiamata e non un contratto a tempo determinato. Questo per far sì che la NASPI non si sospenda ma possa continuare ad essere erogata per le giornate in cui lei non lavora. In tal caso dovrebbe compilare il modello naspi-com mensilmente comunicando tutte le giornate lavorate.

          3. Nicol Dos ha detto:

            Buongiorno. il problema risiede proprio nel fatto che la commercialista del gestore del bar ha detto che per la mia mansione di Dj/animatore iscritto all’ENPALS non posso essere assunto con contratto a chiamata (per via dell’agibilità) ma solamente a “Part Time”. Mi sembra di diventar matto! Mi conviene andare a fare queste serate con ritenuta d’acconto allora? La Naspi viene erogata anche nelle serate a “ritenuta d’acconto” oppure riparte dal giorno successivo? E con questo concludo! Grazie infinite.

          4. Previdenza Facile ha detto:

            In questo caso la ritenuta d’acconto è la cosa migliore. E’ totalmente compatibile con la NASPI fino a 3000 euro netti.

  48. Luca Errico ha detto:

    Buonasera, ho fatto domanda Naspi gennaio 2017,accolta ad aprile, mi sono stati pagati tutti insieme gli arretrati,adesso disoccupato ho ricevuto una proposta di collaborazione da parte di un’azienda per che mi paga con ricevuta con ritenuta d’acconto.
    È compatibile con la Naspi e va comunicato con Naspi.com? Fino a che importo netto annuo?
    Il modulo Naspi.com è sempre obbligatorio? la Naspi in questo periodo mi viene sospesa.

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, la ritenuta d’acconto è compatibile con la NASPI fino a 3000 euro netti annui e non c’è bisogno di compilare il modello NASPI-COM se non supera questo importo.

  49. fedele2401 ha detto:

    Salve, sono stato licenziato il 31 Dicembre 2016 e sono in Naspi dal 4 Gennaio. Dal 13 Febbraio ho aperto una partita IVA come lavoratore autonomo ma il mio consulente non ha comunicato all’INPS il mio reddito presunto. Ad oggi non ho ancora emesso fattura essendo da pochissimo iscritto alla camera di commercio. A cosa vado incontro? Posso comunicarlo adesso anche se sono trascorsi i 30 giorni dall’apertura della partita IVA?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente. Comunichi il reddito presunto il prima possibile per evitare il blocco della disoccupazione.

  50. Giulio Sebastio ha detto:

    Buona sera..la mia domanda è la seguente: la domanda naspi si deve ripresentare ogni volta che si termina un contratto di lavoro o è automatica? Spero possiate rispondermi..io ho presentato e ricevuta indennita naspi poi ho comunicato di aver ripreso a lavoare ma dopo alcuni mesi il contratto di lavoro è terminato e ho rifatto domanda naspi..spero di non aver sbagliato..grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giulio, in realtà non è la procedura corretta, e ne abbiamo parlato in questo articolo.

  51. Alessio Palmieri ha detto:

    Salve io a natale ho fatto domanda naspi perche azienda chiusa per ferie, e io essendo interinale avevo contratto staccato, una volta rientrato a lavorare il 10 gennaio io non ho fatto nessuna comunicazione di sospensione naspi pensando che la cosa fosse automatica, invece ad oggi ho ricevuto altri pagamenti dal INPS che probabilmente non mi spettavano, cosa
    Dovrei fare?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Deve compilare modello NASPI-COM e attendere lettera per restituzione importi percepiti indebitamente.

    2. Roberto Artizzu ha detto:

      Salve, io percepisco la naspi da tre mesi è la sua durata è di 350 giorni. Il 15 giugno dovrei iniziare un lavoro per la durata di 3 mesi. Il mio quesito è qiesto, posso inviare la naspi-com prima cioè intorno ai primi di giugno? Comunicando l’eventuale data di assunzione del 13 giugno? O sono obbligato a comunicare oltre tale data e subordinatamente alla firma del contratto?
      Spero di essere stato chiaro, in anticipo grazie mille.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, non è possibile comunicare un rapporto di lavoro prima che inizi, il sistema le permette di farlo solo dopo l’inizio del rapporto di lavoro. A presto!

  52. Daniela Modica ha detto:

    Salve, percepisco il naspi da Ottobre 2015 ed è prevista fino a Settembre 2017. Ho cominciato a lavorare il 21 Marzo 2017 in Francia, firmando un contratto di 5 mesi che prevedeva un mese di prova, con scadenza il 31 Agosto. Il 21 Aprile sono stata riconfermata per i 4 mesi successivi. Ho letto che la comunicazione deve esser fatta entro un mese dalla data di inizio rapporto di lavoro: viene inteso quale primo giorno di lavoro, a prescindere dal mese di prova? A cosa vado incontro dando la comunicazione in ritardo, oltre chiaramente, alla restituzione delle somme percepite indebitamente? Un patronato mi ha detto che devo addirittura ritornare indietro tutte le somme percepite da Ottobre 2015 ad oggi e mi hanno consigliato di non fare la comunicazione…. Oltre ad avermi detto che avrei dovuto recarmi fisicamente da loro, motivo del mio ritardo nella comunicazione, visto che sono all’estero. No comment!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Daniela, ovviamente deve restituire solo gli importi percepiti indebitamente, ovvero quelli dei mesi che coincidono con quelli lavorati. Se ancora le stanno facendo pagamenti le consiglio di fare il NASPI-COM il prima possibile onde evitare di dover restituire importi troppo alti. A presto!

  53. Anna Messina ha detto:

    Buonasera,
    sto percependo la Naspi da gennaio 2017. Sono disoccupata ma ho ricevuto una proposta di collaborazione da parte di un’azienda che mi pagherebbe per il lavoro svolto a ritenuta d’acconto.
    È compatibile con la Naspi? se sì, fino a che limite netto annuo? e va comunicato con Naspi.com?

    Vi ringrazio fin da subito,
    Anna

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, è compatibile fino a 3000 euro, ed entro questo importo non va comunicato nulla.

      1. Anna Messina ha detto:

        Grazie mille per la risposta velocissima.
        3000 euro si intende netti?
        Anna

  54. Dino Cara ha detto:

    Buonasera, ho letto il post ma non mi è ancora chiara una cosa, in caso di mera vacanza di 7-10 giorni all’estero, quindi per semplice turismo, il modello “naspi com” và compilato??? Nel modello si parla di “espatrio dal…. “, ma senza una data di rientro, invece in caso di vacanza il rientro è certo! Quindi sembrerebbe più un soggiorno all’estero che un vero e proprio espatrio, o no?
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      L’INPS non lo specifica. Certo è che una vacanza all’estero si può fare. Alcuni dicono che va compilato perché l’INPS ha possibilità di incrociare i dati con gli aeroporti, cosa che trovo alquanto improbabile, comunque se lo comunica o meno credo che cambi davvero poco.

      1. Dino Cara ha detto:

        Grazie, ha cacciato un grosso dubbi a tutti!!! Buona giornata.

  55. aton moazi ha detto:

    ciao. io ho preso NAspi da agosto 2016 a marzo 2017. INPS si rifiuta di darmi gli ultimi 310… € di credito D.L. 66 . dicono che lo dichiaro poi nella dichiarazione dei redditi. ma io non devo fare la dichiarazione , perchè vado via dall’italia. e allora volevo che mi pagavano direttamente la INPS il bonus Renzi. VI chiedo se il bonus renzi rientra nei casi di legge che devono essere corrisposti secondo il PRINCIPIO DELLA AUTOMATICITà DELLE PRESTAZIONI. . io non capisco perchè mi hanno pagato tutti gli altri mesi del bonus renzi e si rifiutano di darmi questi soldi adesso. —- e poi loro hanno sbagliato a darmi i soldi DI NASPI, mi hanno dato 135 € di meno su tutta la naspi. ho reclamato nel sito istituzionale e dicono che devo andare per forza di persona nella sede competente. ma io sono impossibilitato a muovermi e POI COMUNQUE io voglio fare tutte le cose scritte. COME MI DEVO COMPORTARE SECONDO VOI ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Per il Bonus Irpef dovrebbe provare a contattare l’Agenzia delle Entrate, bisognerà capire se loro hanno pagato all’INPS tutto il credito (e quindi l’INPS si sta tenendo i suoi soldi) oppure se non è proprio stato pagato (in questo caso è la stessa Agenzia delle Entrate che dovrà gestire la pratica). Per quello che riguarda l’importo della NASPI dovrebbe provare a fare ricorso online, ma ho paura che ormai sia scaduto il tempo. tanto varrebbe provare, visto che, da quel che ho capito, non ha possibilità di fare altro. A presto!

  56. Deian Dindo Stanev ha detto:

    Salve,
    Avrei una domanda da porvi.
    Attualmente percepisco la Naspi in quanto disoccupato, sto però iniziando un lavoro a tempo determinato per la stagione (quindi fino ad agosto) conosco bene i requisiti per la sospensione della Naspi (contratto non oltre i 6 mesi e reddito percepito non oltre gli 8000,00€) parlando di un lavoro part-time, quindi di poche ore settimanali avevo intenzione di non sospendere l’indennità ma di percepirla comunque con la detrazione dell’80% del reddito percepito annuo (del lavoro) sottratto dall’indennità della Naspi.
    Da quello che ho capito, per fare ciò devo comunicare l’inizio della nuova attività tramite il modulo online Naspi-com (ok) e comunicare il futuro reddito annuo previsto che andrò a percepire dalla nuova attività lavorativa. La domanda è la seguente:
    Tale reddito da dichiarare come lo contabilizzo?? Come faccio a sapere con esattezza quante ore andrò a fare nel corso di questi 4 mesi di lavoro, ed inoltre tale dichiarazione viene effettuata tramite autocertificazione cartacea consegnata poi all’ufficio INPS di competenza? Oppure c’è un modulo apposito da compilare sempre sul sito INPS?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in realtà per il rapporto di lavoro dipendente non c’è possibilità (al momento) di percepire l’indennità ridotta, infatti se compilerà il naspi-com vedrà che non le viene richiesto alcun reddito presunto. In questo caso la prestazione si sospende con modello naspi-com e si riattiva in automatico se non c’è rinnovo del contratto.

      1. Gra Xx ha detto:

        Salve io nel 2014fino al 2015 ho lavorato.poi ci.sono stati problemi e hanno chiuso battenti.il cud l’ho avuto qualche tempo fa.essendo ignorantenn hp fatto domanda naspi.non posso più recuperare nulla vero?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, può recuperare quei periodi sono nel caso in cui riesca a soddisfare i requisiti richiesti per il diritto, ovvero almeno 30 giornate di lavoro nell’ultimo anno e domanda presentata entro 68 giorni dal termine del rapporto di lavoro. Ergo, se riesce ad avere un contratto a tempo determinato per 35/40 giorni, può presentare la domanda di NASPI e verrebbero conteggiati anche i contributi versati negli ultimi 4 anni.

  57. cristiano ha detto:

    Salve, volevo chiedervi alcuni chiarimenti sulla mia situazione.
    Io ho la partita Iva, ma da ottobre 2016 ho percepito la Naspi grazie a un periodo di lavoro a tempo determinato. In totale nella lettera di accoglimento sono previsti 291 giorni di indennità, quindi circa fino a metà 2017.
    A febbraio i pagamenti mi sono stati sospesi, perché il Patronato non mi aveva detto che bisognava inoltrare la comunicazione di reddito presunto per il 2017. Così, a marzo abbiamo inoltrato la comunicazione tramite Naspi.com, dichiarando reddito presunto da partita Iva “zero” (perché al momento non ho committenti).
    Avrei due domande:
    1) Al momento non sono ancora ripartiti i pagamenti, è normale?
    2) Il reddito presunto 2017 riguarda solo il periodo di percezione della Naspi? Cioè, se io ora ho dichiarato reddito presunto zero, e poi emetto emetto e incasso delle fatture dopo la fine della Naspi (supponiamo da luglio in poi), cosa succede, l’anno prossimo mi riconteggiano e mi chiedono il rimborso?
    Grazie, buona giornata e buon lavoro.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Cristiano:
      1) no non è normale, le consiglio di contattare il numero verde e sollecitare l’INPS a riemettere i pagamenti
      2) a questo purtroppo non sappiamo risponderle. In realtà non è specificato da nessuna parte, ma il rischio c’è. Purtroppo (o per fortuna) nessun lettore ci ha mai prospettato una situazione tale da poterci basare sull’esperienza altrui. dovrebbe comunque provare a porre la questione direttamente alla sede competente
      A presto!

      A presto!

  58. Vincenzo Francesca ha detto:

    Salve, sto percependo la NASPI da luglio 2016. Ho iniziato dal 27/03/2017 un rapporto di lavoro subordinato per un mese. Ho compilato il modulo NASPI-COM on line già il 27 marzo comunicando il periodo di lavoro e risulta protocollato. Ora ho visto di aver percepito la NASPI per il mese di marzo fino al 31/03. Come mai? Non avrebbe dovuto essere sospesa a partire dal 27?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, può capitare un errore nei pagamenti, probabilmente faranno un piccolo conguaglio nel momento in cui ripristineranno l’indennità.

      1. Andrea Napoleoni ha detto:

        Salve buongiorno. Vorrei avere un informazione. Ho fatto la domanda di disoccupazione il 19/10/2016 poi non ho avuto nessuna accettazione o negazione da parte dell’ INPS. IERI HO RICEVUTO UN BONIFICO DOMICILIATO DI 859 EURO CON SCRITTO: BONIFICO DOMICILIATO prestazione temporanea. Io ho un contratto a tempo determinato dal 10/11/2016 rinnovato ogni 3 mesi prendendo 295 euro al mese. Come è possibile? Riceverò qualche multa?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, ha mai compilato il modello naspi-com dichiarando questo rapporto di lavoro? Non ci sono multe, ma comunque dovrebbe contattare il numero verde 803164 per capire se effettivamente le spetta questo pagamento o meno, ovvero capire che periodo ha coperto. C’è l’eventualità che lei debba restituire l’importo o parte di esso. A presto!

  59. Mauro Pesce ha detto:

    Buongiorno a quale indirizzo mail devo mandare il modulo Naspi-com? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il modulo si manda ONLINE con il PIN DISPOSITIVO come indicato in questo articolo.

  60. dusana ha detto:

    Salve, mi sono stati concessi 60 giorni di Naspi. Ho ricevuto pagamento di primi 33 giorni. Frattempo ho ricomminciato lavorare 27 gennaio e non ho mai inviato modulo Naspi – com. Sono passati più di 2 mesi da quando ho ricomminciato lavorare. I restanti 27 giorni mi ancora spettano? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, dipende dalla decorrenza della NASPI. Che data riporta la decorrenza indicata nella lettera?

  61. daria darya ha detto:

    salve ho una domanda ho appena scaricato il modulo sr161 naspi com compilato pero non riesco a mandarlo online ad INPS perché non riesco ad trovare il portale.ce qualcuno che lo sa.
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, abbiamo indicato in questo articolo il link per mandare il modello online, senza necessità di scaricarlo.

  62. angie mula ha detto:

    Salve. Volevo risposta ad una mia domanda. Ho percepito Naspi fino al febbraio 2017 ma, ho notato che negli ultimi due mesi non mi hanno conteggiato i restanti euro 79,10 di bonus come gli altri mesi. E’ corretto così o è un loro errore?
    Grazie anticipatamente
    Angela

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, quelle due mensilità sono state bloccate per tutti, può comunque contattare la sede di competenza per sollecitarne il pagamento.

  63. Giusy Cottone ha detto:

    Salve per.favore vorrei un chiarimento mi trovo in una situazione.confusa
    Ad aprile 2016 mi e stata accettata la.naspi per un totale di 585 giorni però percepita fino a febbraio mi sono rivolta al caf ad oggi aspetto ancora risposta del perche di questo blocco
    Mi sorge un dubbio a maggio 2016 ho svolto un lavoro occasionale di 120 ore entro i 30 giorni e percependo solo 1000€ dicendomi che non era necessario fare la comunicazione all’Inps.
    Ho sbagliato a non fare la comunicazione ?a cosa vado incontro?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giusy, non credo si faccia riferimento a quel rapporto di lavoro, e ha fatto bene a non fare comunicazione. Piuttosto vede se rientra nella casistica indicata in questo articolo, in alternativa dovrà rivolgersi al numero verde o direttamente alla sede INPS. A presto!

  64. Andrea Umbro ha detto:

    HO PRESO LA DISOCCUPAZIONE IL 17/01/17 E DAL 15/03/17 HO LAVORATO TRAMITE AGENZIA IN PROVA PER 10 GIORNI IN UNA DITTA E DA LUNEDI 27/03 IN UN’ALTRA DITTA SEMPRE TRAMITE AGENZIA CON UN CONTRATTO DI UN MESE IN PROVA.
    VOLEVO SAPERE COME FARE PER CHIUDERE/BLOCCARE LA DISOCCUPAZIONE.
    MI ERA STATO DETTO CHE AVREI AVUTO 30 GIORNI DOPO IL PRIMO GIORNO DI LAVORO PER CHIUDERLA, È CORRETTO?
    GRAZIE

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Deve sempre compilare il modello NASPI-COM. Entro 5 giorni dall’inizio del rapporto di lavoro e comunque non oltre la fine del mese.

  65. Andrea Umbro ha detto:

    HO PRESO LA DISOCCUPAZIONE IL 17/01/17 E DAL 15/03/17 HO LAVORATO TRAMITE AGENZIA IN PROVA PER 10 GIORNI IN UNA DITTA E DA LUNEDI 27/03 IN UN’ALTRA DITTA SEMPRE TRAMITE AGENZIA CON UN CONTRATTO DI UN MESE IN PROVA.
    VOLEVO SAPERE COME FARE PER CHIUDERE/BLOCCARE LA DISOCCUPAZIONE.
    MI ERA STATO DETTO CHE AVREI AVUTO 30 GIORNI DOPO IL PRIMO GIORNO DI LAVORO PER CHIUDERLA, È CORRETTO?
    DEVO INVIARE IL MOD. NASPI-COM COMUNQUE?

    GRAZIE

    1. Previdenza Facile ha detto:

      La comunicazione NASPI-COM va fatta SEMPRE. Possibilmente entro 5 giorni dall’inizio del rapporto di lavoro e comunque non oltre il mese.

  66. mmarco80 ha detto:

    Da 5 anni con P.iva. libero professionista. L’anno scorso anche assunto part-time in un’azienda fino a dicembre 2016. A gennaio chiedo naspi e la consulente mi dice di aspettare due mesi.
    Oggi sul sito inps dice essere stata rifiutata, ancora senza spiegare perchè.
    La consulente dice, ma credo non sapesse bene nemmeno lei, che il problema è che avrei dovuto entro un mese autocertificare il reddito per il 2017.. Invece all’atto della domanda mi disse solo di stare attento per il 2017 al reddito max d 4800 altrimenti poi l’anno prox inps verifica.
    Avrei dovuto, o avrebbe dovuto LEI dirmelo?? A parte il nervoso, vorrei da voi info più precise su come funziona.
    Ad esempio mi ha consigliato di farmi assumere per dieci giorni e poi finito il contratto rifare la domanda…mah!!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marco, se questo è il motivo della reiezione, ed è molto probabile che sia così, può recarsi in sede e presentare riesame della domanda allegando la dichiarazione dei redditi presunti da lavoro autonomo per l’anno in corso. Non c’è bisogno di rifare la domanda. Il professionista avrebbe dovuto saperlo e l’INPS avrebbe dovuto mandarle una comunicazione di richiesta documenti prima di respingere la domanda.

      1. mmarco80 ha detto:

        Posso recarmi in qualsiasi sportello di qualsiasi sede inps?
        Per la dichiarazione presunta c’è un modello specifico da compilare?
        Grazie a voi e grazie alla professionalità dell’inps!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Certo, può sempre utilizzare il modello naspi-com per la dichiarazione.

          1. mmarco80 ha detto:

            Un calvario!!!
            Il caf mi dice che non esiste più la formula del “riesame” e che l’unica cosa da fare era allegare al mio modulo online la naspi da me compilata ma senza alcuna garanzia per via de
            Lo faccio. Poi il giorno dopo mi arriva la lettera dell’inps circa la non accettazione della domanda e che potrei fare ricorso (che il caf sconsiglia perchè lo perderei in quanto colpevole di non aver letto la domanda da loro sbagliata).
            che posso fare?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Marco, la formula del riesame ESISTE e può essere eseguita dal cittadino direttamente presso gli sportelli dell’INPS presentandolo per iscritto e facendolo protocollare (basta una richiesta in carta semplice). Nella richiesta di riesame può autocertificare il reddito presunto per l’anno in corso derivante dalla sua partita iva, e anche scrivere che la domanda è stata erroneamente compilata da parte del patronato. Le consiglio di farlo quanto prima, tralasciando il patronato…
            A presto!

    2. Margherita Ivaldi ha detto:

      Buonasera,

      ho un quesito da porre. A dicembre 2016 mi e’ stata accettata la domanda NASPI per 641 giorni. In caso accettassi per un periodo abbastanza breve (1 mese circa) un tirocinio (non con garanzia giovani in quanto non posseggo i requisiti di età) devo comunicarlo all’INPS? Anche nel caso in cui fosse previsto un piccolo rimborso spese? Grazie mille, Margherita.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, il tirocinio con rimborso spese (senza garanzia giovani e senza contribuzione da parte del datore di lavoro) è compatibile con la NASPI quindi non deve comunicare nulla. A presto!

  67. sweet girl ha detto:

    Buongiorno! Ho appena ricevuto la lettera che la mia domanda per Naspi è stata accolta,con decorrenza dal 11/02/2017.Ma io adesso sono in maternità anticipata fino al periodo per quella obbligatoria! Nel mod. NASpI Com devo scrivere il periodo: dal… al…,la data d’inizio so qual’è, ma la data della dine del periodo sarebbe quella fino a quando ho presentato la domanda per la maternità anticipata, o scrivo il periodo complessivo, incluso quello per la maternità obbligatoria, che seguirà a questa? e poi per fare partire la Naspi, come si fa,parte in automatico?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve presentare il NASPI-COM fino alla data presunta del parto, dopo il parto presenterà un nuovo NASPI-COM fino al termine della maternità, la NASPI ripartirà quindi in automatico. A presto!

  68. Antonio Torretti ha detto:

    Buongiorno complimenti per i contributi utilissimi. Le spiego la mia situazione. Il 31 gennaio 2017 mi sono dimesso per giusta causa da un rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Ho presentato domanda Naspi che è stata accolta ed attendo accredito. Dal 2015 svolgo attività da autonomo con P.Iva ed ho emesso ultima fattura il 31/12/16. Al momento non sto svolgendo attività ma ho percepito dei pagamenti relativi ad alcune fatture emesse nel 2016. Il dubbio è questo: poiché le certificazioni uniche attestanti i suddetti pagamenti le riceverò nel 2018, costituiscono un reddito per il periodo attuale nel quale non sto svolgendo alcuna attività? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Beh stando a quello che ci dice teoricamente sì, nel senso che effettivamente lei ha percepito questi importo nel 2017 seppur riferite a fatture del 2016. Se ha una partita iva è strano che l’INPS non abbia bloccato la sua NASPI al 31/12 come è successo a molti lavoratori. Ne abbiamo parlato qui. A presto!

  69. Silvia Veri ha detto:

    Salve,i miei pagamenti Naspi erano bloccati da Dicembre, ho inviato una domanda all’Inps attraverso il portale e oggi mi hanno scritto che devo presentare “DICHIARAZIONE DEL REDDITO DA LAVORO AUTONOMO EFFETTIVO ANNO 2016 E PRESUNTO ANNO 2017”. Io non ho avuto nessun reddito da lavoro autonomo, dovrei dichiarare reddito zero?Posso farlo via web?
    Grazie

    1. Francesco75 ha detto:

      salve ho fatto domanda di disoccupazione(in lavorazione) ho lavorato 4 giorni e l azienda lo ha comunicato, devo farlo anche.io?alsindacaro mi hanno detto di nn farlo se nn supero 5 giorni.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, la comunicazione va sempre fatta.

  70. Lisa Gallione ha detto:

    Buongiorno, avrei una domanda. Stavo percependo l’ ASPI in quanto ero rimasta senza lavoro, poi ho trovato quindi ho fatto domanda di interruzione che sarebbe dovuta “scadere” il 3 marzo con la fine del mio contratto, che però mi è stato trasformato a tempo indeterminato. Causa lavoro e chiusure eccezionali della mia camera del lavoro non sono ancora riuscita ad andare per comunicare il nuovo stato lavorativo. Volevo sapere, ma essendo passata indeterminata era automatica la sospensione o appena il mio sportello riapre devo presentare la domanda? E se non fosse stato automatico e quindi mi arriveranno soldi che non mi spettano, cosa devo fare per restituirli? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sicuramente la cosa migliore è farne comunicazione il prima possibile. Qualora dovesse ricevere un importo non spettante sarà l’INPS a mandarle comunicazione con tempi e modi per la restituzione. A presto!

  71. Paola Orioli ha detto:

    Buonasera, avrei bisogno di un chiarimento.
    Ho percepito la Naspi da settembre 2015 a luglio 2016, dopodiché sono entrata in maternità che ho terminato a dicembre 2016. Premetto che durante la percezione della Naspi ho svolto sporadica attività da giornalista, dichiarata con l’apposito Naspi-com. Dopo la maternità, la Naspi non è ripresa automaticamente in quanto l’INPS mi ha comunicato che per riaprire la prestazione devo ” presentare autocertificazione con i redditi da attività autonoma per l’anno 2017″. Preciso che da luglio 2016 non svolgo più alcuna attività autonoma.
    Cosa significa e dove la devo presentare?
    Grazie in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ma lei è in possesso di partita IVA? In qualunque caso deve ripresentare il modello NASPI-COM dichiarando nel campo NOTE in ultima pagina che il reddito presunto derivante da attività autonoma per l’anno in corso è pari a zero.

  72. elisal ha detto:

    BUONGIORNO,
    AVREI CORTESEMENTE BISOGNO DI UN’INFORMAZIONE. A FINE DICEMBRE 2016 MI È SCADUTO UN CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO DI 14 MESI E NON MI È PIÙ STATO RINNOVATO. HO FATTO RICHIESTA DI NASPI, CHE HO PERCEPITO PER IL MESE DI GENNAIO. IL 1°FEBBRAIO HO INIZIATO A LAVORARE PRESSO UN ALTRO ENTE, CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO (PERIODO DI PROVA: 60 GG EFFETTIVI DI LAVORO). POICHÉ NON MI STO TROVANDO AFFATTO BENE CON QUESTO NUOVO IMPIEGO, VORREI SAPERE SE, DANDO LE DIMISSIONI DA APRILE, MI SPETTASSE ANCORA LA NASPI RICHIESTA PER IL VECCHIO IMPIEGO, PER I MESI CHE MI AVANZAVANO (6) .
    GRAZIE PER UN VS. CORTESE RISCONTRO.
    ELISA

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elisa, può dare le dimissioni entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro e ripristinare la NASPI da dove è stata sospesa.

  73. Patrizia Torre ha detto:

    Buonasera, avrei bisogno di un chiarimento.
    Percepisco già la NASPI e siccome intendo avviare una attività commerciale, il 23.02.2017, per assolvere alcuni adempimenti (contratto fornitura luce e gas) ho aperto la partita IVA ma ancora non ho effettivamente iniziato la nuova attività.
    Il mio CAF mi ha detto che entro trenta giorni dall’apertura della partita IVA devo inviare il modello NASPI Com indicando come reddito presunto zero. La comunicazione del NASPI com è stata fatta il 14.03.2017.
    Ancora devo iscrivermi alla CCIAA e comunicare la SCIA al comune al fine dell’avvio dell’attività (penso di farlo ad aprile) e subito dopo la comunicazione della SCIA intendo presentare domanda per l’erogazione anticipata delle rimanenti rate della NASPI.
    La domanda che Vi pongo è la seguente: nel modello NASPI Com come data inizio è stata indicata il 23.02.2017 (apertura della partita IVA) se presento la SCIA, supponiamo il primo aprile e subito dopo presento domanda di anticipo, sono in regola o avrei dovuto presentare domanda di anticipo entro i trenta giorni dalla data comunicata con il modello NASPI Com? (23.02.2017).
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      E’ corretto mandare la domanda di anticipazione entro 30 giorni dall’apertura effettiva dell’attività, e non dall’apertura della partita iva. A presto!

  74. Salve,
    spero possiate aiutarmi. Ho fatto richiesta della naspi nei primi giorni del 2017, in data odierna la mia domanda risulta ancora in fase di lavorazione. Nei primi giorni di marzo ho lavorato per pochi giorni giorni presso un’azienda metalmeccanica per poi dare le mie dimissioni durante il periodo di prova perchè non mi trovato bene.
    Dando le mie dimissioni ho perso il diritto alla naspi? Devo comunicare questi pochi giorni lavorati tramite naspi-com?
    Tra una settimana ricomincerò a lavorare per un’altra azienda, dovrò comunicare il nuovo contratto tramite naspi-com?
    Faccio nuovamente presente che attualmente non ricevo la naspi e che la mia domanda è ancora in fase di lavorazione.
    Grazie infinite

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non perde la NASPI ma la comunicazione NASPI-COM va fatta SEMPRE, anche se la domanda non è ancora accolta. A presto!

  75. elisabetta zorza ha detto:

    Buongiorno fino a gennaio percepivo la disoccupazione ma me l’hanno sospesa perché ho superato i 30 giorni di comunicazione di un lavoro come prestazione occasionale in quanto chiamando l’INPS mi hanno detto che non avrei dovuto. Comunque i lavori di prestazione occasionale sono 1 a novembre di pochi euro l’altro è stato effettuato a dicembre 2016 e ho comunicato a metà gennaio. Gennaio lo avevano già erogato ma suppongo io debba restituirlo. Dovrò restituire anche dicembre? Inoltre per la dichiarazione dei redditi devo per caso dichiarare qualcosa entro il 31 marzo all’INPS? Sui redditi percepiti? Vi ringrazio per la disponibilità.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se parliamo di rapporto di lavoro retribuito con i voucher è giusto non comunicare se l’importo percepito è entro i 3000 euro netti per anno solare.

  76. Lorenzo Didone ha detto:

    Salve, ho un problema particolare riguardo naspi e non so come risolvere.
    Percepivo la naspi poi ho accettato una proposta di lavoro lontano da dove abito pensando di appoggiarmi da mio padre perchè dimora li vicino.
    Fatto sta che dopo solo 3 giorni di inizio attività lavorativa, mio padre anziano preferisce stare da solo e mi manda via di casa.
    Ho dovuto dare le dimissioni, perchè non potendo essere ospitato da mio padre sono dovuto tornare a casa mia, distante 140 km dal luogo di lavoro.
    Mi hanno sospeso la naspi quindi per aver iniziato un nuovo lavoro, ma poi mi sono dovuto dimettere causa l impossibiltà a raggiungere il luogo di lavoro.
    Come faccio a spiegare tutto questo all inps e quindi farmi ridare la naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Lorenzo, non c’è nulla da spiegare in quanto lei ha diritto a dimettersi entro 6 mesi da quando ha sospeso la NASPI, ripristinando così la prestazione da dove è stata sospesa. Basterà comunicare le sue dimissioni (se vuole indicando anche che si tratta di dimissioni per giusta causa) compilando il modello naspi-com. Un caro augurio per tutto, a presto!

      1. Lorenzo Didone ha detto:

        Grazie 1000 per la spiegazione!

  77. Sabrina Pascucci ha detto:

    Buonasera,
    Ho inoltrato la domanda naspi a novembre 2016 tramite CAF. La domanda è stata accettata il 12 gennaio 2017. Nel frattempo da novembre ho lavorato percependo lo stipendio con ritenuta d acconto.Sono stata al caf e mi hanno detto che non dovevo comunicare all inps il presunto reddito perché al momento della presentazione della domanda non percepivo nulla. Oggi mi hanno proposto un contratto di lavoro cocopro a 600€ lorde al mese. Che succede in questo caso? Perderò la naspi? E per il periodo precedente in cui ho usufruito della naspi, ma il caf non mi ha fatto comunicare l importo della ritenuta d acconto all inps, cosa succede? All inps mi hanno detto che dovrò restituire la somma ricevuta tramite la naspi.
    Grazie infinite

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, allora per il periodo in cui ha lavorato con ritenuta d’acconto non deve fare nulla se non ha superato i 3000 euro netti. Per quello che riguarda il co.co.co. dalla circolare inps 94/2015:
      “In caso di svolgimento di attività lavorativa in forma autonoma, di impresa individuale o parasubordinata, dalla quale derivi un reddito inferiore al limite utile ai fini della conservazione dello stato di disoccupazione, il soggetto beneficiario deve informare l’INPS entro un mese dall’inizio dell’attività, o entro un mese dalla domanda di NASpI se l’attività era preesistente, dichiarando il reddito annuo che prevede di trarre da tale attività. L’indennità NASpI è ridotta di un importo pari all’80 per cento dei del reddito previsto, rapportato al periodo di tempo intercorrente tra la data di inizio dell’attività e la data di fine dell’indennità o, se antecedente, la fine dell’anno. La riduzione di cui al periodo precedente è ricalcolata d’ufficio al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi. Nei casi di esenzione dall’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, il beneficiario è tenuto a presentare all’INPS un’apposita autodichiarazione concernente il reddito ricavato dall’attività lavorativa entro il 31 marzo dell’anno successivo. Nel caso di mancata presentazione dell’autodichiarazione il lavoratore è tenuto a restituire la NASpI percepita dalla data di inizio dell’attività lavorativa in argomento.

  78. Svetlana Vangheli ha detto:

    Salve.
    La mia domanda era se è possibile fare richiesta di bloccare la Naspi per non percepirla durante il tirocinio con Garanzia Giovani per poi fare richiesta di attivarla?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non è possibile ripristinare la NASPI dopo Garanzia Giovani. Per bloccarla basta mandare il modello naspi-com come indicato nell’articolo.

  79. Cinzia Bolognini ha detto:

    Buonasera. Ho cominciato a percepire la Naspi ad aprile del 2016. Ho poi ricominciato a lavorare da agosto a settembre 2016 in una società con contratto a progetto e da settembre a dicembre con un’altra società tramite ritenuta d’acconto. Mi ritrovo disoccupata dal 23 dicembre 2016 e ancora non mi è stata riattivata la Naspi. Ho chiesto informazioni chiamando l’inps e ricevendo una email un pò strana: “Per poter erogare i pagamenti eventualmente spettanti serve dichiarazioni redditi 2017 per attività lavorativa o prestazione autonoma come indicato per l’anno 2016”.
    Come faccio a mandare comunicazione all’inps delle mie ritenute d’acconto se la dichiarazione dei redditi la farò tra un mese?Non vedrò soldi fino a che non farò la dichiarazione dei redditi? L’ultima fatura che ho erogato porta come data il 2 gennaio 2017…come faranno a sapere che ho smesso di lavorare se la dichiarazione la farò sull’anno 2016?
    Con la ritenuta d’acconto non ho comunque superato i 3000euro annui.
    Spero di essere stata chiara. Grazie dell’attenzione!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, quello che deve fare è mandare la comunicazione del reddito presunto per l’anno in corso (2017), come abbiamo indicato in questo articolo.

  80. Gioia Gasparini ha detto:

    Salve volevo chiedere un’informazione: ho fatto il 9 gennaio domanda per la naspi, dovrei incominciare a percepirla in questo periodo. Parlando con un impiegato dell’ufficio INPS
    della mia città, ho chiesto che tipo di contratti fossero concessi con la naspi, mi ha detto tirocinio e voucher fino a 3000€, ma mi ha detto di tenermi sotto i €1000 (spiegandomi che ci sarà una legge che entrerà in vigore tra poco e abbasseranno il limite da 3000 a 1000)
    (1) .è vero?
    (2) io che però, invece ho fatto la domanda naspi prima “dell’effettivo cambio a 1000€” dovrei preoccuparmi di questo limite, o posso tranquillamente tenermi sotto i 3000€.? ( cioè in teoria, almeno che io sappia, in Italia una legge non è retroattiva, quindi se ho fatto donanda di naspi prima del cambiamento, mi devo attenere alle leggi precedenti, no?)
    (3) i 1000€ o i 3000€ che siano, dovrei considerarli netti o lordi? ( cioè i soldi effettivi che percepisco, o anche le tasse che il datore di lavoro paga? )

    Aspetto risposta al piu presto, grazie in anticipo.
    Gioia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gioia, al momento non è entrato in vigore nulla quindi percepisca i voucher che deve percepire, si informi poi più avanti contattando il numero verde INPS 803164. Finché non passa questa fatidica futura legge, della quale al momento non sappiamo nulla, direi che può tranquillamente stare sotto i 3000 (netti), mi pare ovvio. A presto!

  81. marco arceri ha detto:

    Buonasera un’informazione.
    Ho fatto richiesta per la Naspi (ancora non percepita). A breve partirò per 3 giorni all’estero, in paese UE, per turismo e non per lavoro o ricerca lavoro.
    Volevo sapere se devo comunicare qualcosa all’Inps e/o al Centro per l’Impiego. Le informazioni a riguardo sono contrastanti, e al centro per l’impiego mi hanno detto che non devo fargli alcuna comunucazione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marco, nel suo caso è ininfluente. Noi consigliamo sempre di fare le comunicazioni se si parte alla ricerca di un lavoro ma nessuno vi impedisce di fare una breve vacanza all’estero quindi può tranquillamente evitare di comunicare. A presto!

  82. Kate C ha detto:

    Buongiorno, mio marito percepisce la naspi da 1 mese (la percepirà x 700 gg) ha trovato un lavoro a tempo determinato subordinato x 3 settimane e ho compilato on Line la naspi com. Ho chiamato INPS e mi hanno detto che non avrei dovuto compilarlo perché in questo caso gli viene ridotta dell 80%, non compilando invece sarebbe stata sospesa e poi riattivata.
    Il contratto scade di sabato e il lunedì successivo sarà assunto da un’altra azienda x 4 mesi e sotto 8mila euro, cosa dovrò fare? grazie anticipatamente.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve kate, in realtà viene sempre sospesa, questa cosa della riduzione non avviene praticamente mai. E comunque la comunicazione è obbligatoria quindi a prescindere da quello che accade o che dovrebbe accadere siete tenuti a compilarlo. Le consiglio di accettare il nuovo rapporto di lavoro e di fare una nuova comunicazione naspi-com 🙂

  83. Fran Cab ha detto:

    buongiorno vorrei delle informazioni in più
    ho fatto domanda NASPI il 24 gennaio 2017 (è ancora in fase di lavorazione) nel frattempo ho fatto diversi colloqui di lavoro tra cui un impresa di pulizie disponibile a farmi lavorare per 8/10 ore settimanali, non si è ancora deciso se fare un contratto della durata iniziale di 3 mesi oppure pagare con i voucher
    vorrei sapere se devo comunicare all’inps questo inizio lavoro anche se sono poche ore a settimana??
    vorrei sapere se percepisco lo stesso la disoccupazione oppure verrà sospesa (perchè le ore lavorative sono davvero poche)
    vorrei un consiglio: è più indicato accettare i voucher oppure il contratto…..entrambi i casi che influenza hanno sulla disoccupazione???
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se le ore sono così poche le consiglierei di farsi pagare con i voucher che sono totalmente compatibili con la NASPI fino a 3000 euro netti. Nel caso di un contratto, sarebbero comunque pochissimi contributi e la NASPI verrebbe sospesa (dovrebbe compilare il modello naspi-com dichiarando l’inizio del rapporto di lavoro) per ripristinarsi al termine del lavoro qualora dovesse durare meno di 6 mesi. A lei comunque la scelta. A presto!

  84. Alessandra Prosperi ha detto:

    Salve vorrei sapere se il lavoro con ritenuta d acconto é compatibile totalmente con la naspi o c è una riduzione Dell 80%.È come per i voucher con compenso massimo di 3000 euro?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Esattamente come per i voucher, totalmente compatibile fino a 3000 euro, la riduzione avviene oltre i 3000 euro netti annui.

      1. Ekaterina Ponchak ha detto:

        salve, potrebbe gentilmente indicarmi il documento ufficiale che confermi questa affermazione?
        anch’io sono disoccupata, ho la possibilità di guadagnare qualcosa emettendo ricevuta con RA ma non voglio farlo se poi mi tolgono comunque l’80% di quello che guadagno dalla naspi.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, trattasi di lavoro occasionale alla stregua dei voucher, la circolare di riferimento è questa qui. A presto!

          1. Ekaterina Ponchak ha detto:

            mi scusi, ho letto solo ora la risposta. devo comunque inviare il modulo naspi-com?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Sa l’importo è inferiore a 3000 non deve compilare il modello NASPI-COM, in caso contrario sì.

          3. Ekaterina Ponchak ha detto:

            non ho trovato scritto da nessuna parte che, per quanto riguarda il limite dei 3000 euro, il lavoro occasionale ordinario è equiparato al lavoro accessorio pagato con i voucher.

          4. Previdenza Facile ha detto:

            No infatti non c’è scritto da nessuna parte ma sostanzialmente/tacitamente è così.

          5. lave ha detto:

            Buonasera, mi scusi se insisto sull’argomento ma percepisco la Naspi da gennaio 2017 e ne avrei diritto fino a gennaio 2018, mi hanno proposto una collaborazione con ritenuta d’acconto per poche ore al mese, che non supererebbero il limite dei 3.000 € netti entro la fine del periodo di disoccupazione.
            Mi sono recata venerdì presso i sindacati per avere conferma che questo non avrebbe inciso sulla naspi e la risposta è stata che nel momento in cui emetto la ricevuta devo inviarla all’INPS che mi decurterà la Naspi dell’80% dell’importo della ricevuta stessa…..
            A questo punto se la matematica non è un’opinione: il 20% mi viene trattenuto dal sostituto d’imposta e l’80% dall’INPS quindi io lavorerei gratis! Ho capito male io o sono disinformati loro? Prima di dare conferma vorrei essere certa di quello a cui vado incontro perchè a questo punto me ne sto a casa per un anno! 🙂

          6. Previdenza Facile ha detto:

            Sono disinformati loro. Il lavoro occasionale (ritenuta d’acconto o voucher) sono compatibili con NASPI fino a 3000 euro come indicato in questo articolo. Cambi patronato!:)

      2. gil66 ha detto:

        Buonasera, sto percependo la Naspl e nel frattempo da un po’ di mesi lavoro a chiamata ( intermittente)
        ho sempre comunicato le giornate lavorate a fine di ogni mese.
        tutto ok.
        mi hanno poi detto in Inps che le giornate nelle quali ho lavorato e ( quindi la Naspi era sospesa)
        verrano poi aggiunte alla fine della scadenza della stessa.
        e’ vero?
        Grazie .
        siete sempre preziosi.
        Gil

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, al momento nelle circolari non c’è traccia di questa affermazioni: da quel che ne sappiamo sono giornate valide per una futura domanda di NASPI, questo possiamo confermarlo. A presto!

  85. Marcello Pazzaglia ha detto:

    Salve,
    io ho fatto richiesta di Naspi in data 25 ottobre 2016, e avevo maturato il grosso delle mie giornate lavorando fino al 10 ottobre 2016, poi ho fatto 2/3 giornate (sono un lavoratore del cinema, lavoro come dipendente di società di produzione su contratti a termine che vanno dalla singola giornata a mesi, dipende dal progetto) esattamente il 21/22 ottobre 2016 e dall’inps mi dicono che quest’ultima società non ha comunicato l’emens, in più mi chiedono “dichiarazione dei redditi 2016 presuntivo per iscrizione alla gestione separata” perché 10 anni e più fa ho fatto un lavoretto (in un altro settore) e mi sono iscritto alla gestione separata. Risultato Naspi respinta, che fare?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Richiesta di riesame di NASPI (scritta, in carta semplice, e da far protocollare allo sportello della sua sede di competenza) allegando le dichiarazioni richieste dall’INPS e le giornate di lavoro avute nel periodo successivo alla domanda di disoccupazione.

  86. Girolamo Grande ha detto:

    Buonasera. Sono in disoccupazione da circa un anno e ho correntemente trovato lavoro all’estero. Ai fini della chusura della disoccupazione dovrei comunicare prima espatrio e poi che ho trovato lavoro a tempo indeterminato, oppure basta comunicare l’avvvenuta cessazione dello stato di disoccupazione?
    Saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, credo proprio che basterà comunicare l’assunzione. A presto!

  87. Danilo Bianchi ha detto:

    Buongiorno,sono in disoccupazione e sto percependo la Naspi…sul foglio arrivatomi c’è scritto che qualora dovessi essere assunto da un eventuale datore con un contratto che supera i 6 mesi la Naspi decadrebbe, mentre con contratti di durata inferiore la si può bloccare per poi tornare a percepirla dal punto esatto in cui era stata fermata …vorrei ora fare un’ipotesi…..se l’eventuale datore mi proponesse un contrattino da 3 mesi dopodichè lo prorogasse per altri 3 mesi e successivamente volesse farne un ulteriore della stessa durata ossia 3 mesi,avremmo tre contratti che singolarmente non supererebbero i 6 mesi ma complessivamente sommandoli si avrebbero 9 mesi..avrei comunque facoltà di “congelare” la Naspi oppure decadrebbe ugualmente avendo superato i 6 mesi nonostante presi singolarmente i contratti siano di durata inferiore?….qualora dovesse verificarsi una situazione simile,al termine di ogni contratto dovrei darne comunicazione all’Inps?..se si..recandomi nell’ufficio territoriale di competenza compilando qualche modulo oppure sarebbe sufficiente la comunicazione telefonica?…nel caso, verificandosi la situazione sopra descritta ovvero una sequenza di 3 contrattini consecutivi avessi la facoltá di bloccare la Naspi,lo si potrebbe fare indipendentemente dal reddito complessivo dei 3 contratti oppure esiste un limite da non sforare?…grazie..saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Danilo:
      i sei mesi di lavoro devono essere consecutivi, a prescindere dalla durata di ogni singolo contratto, questo significa che:
      – se più contratti si susseguono consecutivamente, non ci sono cioè giornate di stacco tra una proroga e l’altra, e la somma dei contratti supera i 6 mesi, la disoccupazione decade (ciò non toglie che lei non possa presentare una nuova domanda di NASPI al termine di questo lavoro, in tal caso la prestazione verrebbe ricalcolata e durerebbe probabilmente anche di più)
      – se più contratti si susseguono ma sono inframezzati anche da una sola giornata di non lavoro la naspi rimane “in vita” ovvero si riattiva solo per quella/e giornata/e in cui non si è lavorato e si sospende di nuovo

      Ogni rapporto di lavoro, a prescindere dalla durata e dall’importo presunto da percepire deve essere comunicato compilando il naspi-com dome descritto nell’articolo. A presto!

      1. zoryana vasylenko ha detto:

        salve, io prendo Naspi, adesso ho firmato il contratto part-time lav subordinato 2 giorni in settimana per 3 ore-totale 6 ore in settimana/6,02 euro pagaora/ per 5 mesi.Vorrei sapere- potro continuare prendere la dissocupazione e lavorare/il reddittodavvero basso,circa 2000 annuali/?? nn chiedo della sospensione,ma del continuare prendere la disoccupazione anche avendo questo lavoro/ lavoro non a chiamata, subordinato, part-time/, grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, purtroppo credo che se il suo contratto è continuativo (e quindi non a chiamata) la prestazione viene comunque sospesa fino al termine del contratto…non so quanto vale la pena continuare effettivamente.

          1. zoryana vasylenko ha detto:

            salve, posso sapere- e se io mi licenzio da sola,potro riprendere la Naspi sospesa? o la perdo? grazie

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve, può riprendere la NASPI che ha sospeso se si licenzia entro massimo 6 mesi dall’inizio del contratto che ha sospeso la NASPI. Dovrà compilare il modello NASPI-COM dichiarando le dimissioni e richiedendo la riattivazione della NASPI. A presto!

  88. Luca Rossi ha detto:

    1)Se si parla di anno solare “tanti” aprirebbero partita iva al 30 dicembre e in questo modo non supererebbero il limite dei 4800 euro l’anno.
    2)Non è richiesto il superamento dei 4800 euro l’anno nelle ultime indicazioni o circolari inps per chi si avvale dell’anticipazione Naspi per l’auto imprenditorialità.
    3)Tale giudizio nasce dal fatto che se uno ha una Naspi da 800 euro il mese e presumesse di percepirne 400 da lavoro autonomo, non avrebbe alcun vantaggio nel dedicarsi a costruirsi un lavoro imprenditoriale.
    4)Nessuna circolare dice che l’incentivo all’autoimprenditorialità ricevuto come anticipazione in unica soluzione deva essere restituito qualora superassimo i 4800 euro annui.
    5)E’ evidente che se percepisci 2 anni di Naspi in unica soluzione ipotesi 800 euro mensili e quindi 19200 euro per aprire una piccola azienda e ne guadagni 5000 all’anno sei invogliato a non rischiare e nell’eventuale restituzione dei 19200 (ripeto non è scritto da nessuna parte, quindi nessuno li chiederà indietro) sei costretto all’immediato fallimento.
    6)La Naspi Anticipata in unica soluzione nasce per incentivare il lavoro autonomo, per creare occupazione e non per creare furbi o falliti aziendali.
    Grazie

  89. manuela moriconi ha detto:

    Buongiorno, percepisco la Naspi dall’ottobre del 2015 per 2 anni, mi hanno offerto un co.co.co. per due mesi, forse tre, per un importo di circa 800 euro/mese. Una volta stabilita la durata, devo comunicarlo all’INPS comunicare il tutto all’INPS entro 30 gg. dall’inizio del contratto?

  90. Michele orlandi ha detto:

    Salve! Ho un quesito da porre. Sono psicologo libero-professionista. Il 30 settembre 2016 ho terminato contratto a tempo determinato, al termine del quale ho fatto domanda di disoccupazione (naspi-com), rispettando tutti i requisiti necessari.
    I miei introiti per l’anno 2016 erano al di sotto dei 3000 euro (cosa che ho dichiarato al momento della domanda). Ad oggi la domanda è ancora in fase di elaborazione. Per l’anno 2017 sono obbligato a comunicare all’inps la stima degli introiti che suppongo di avere per tutto l’anno 2017, nonostante non abbia ricevuto ancora nessun indennizzo? Eventualmente entro quando? O ci si basa ancora sulla stima che feci alla presentazione della naspi-com fatta a ottobre 2016? Grazie in anticipo della risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Michele, purtroppo devo dirle che la domanda non è stata compilata correttamente in quanto all’interno della domanda vanno inseriti i redditi presunti solo che al momento della domanda si sta effettivamente svolgendo un lavoro. Questo errore è molto frequente e può darsi che sia proprio per questo motivo che la sua domanda è sospesa. In questo caso posso darle un consiglio: faccia un’autodichiarazione scritta in cui dichiara che non stava lavorando al momento della domanda e che la domanda è stata compilata erroneamente, questa va poi consegnata allo sportello della sua sede INPS e fatta protocollare. Se non sta lavorando non deve fare alcuna dichiarazione per il 2017. A presto!

      1. Michele orlandi ha detto:

        Ho capito. Ma io al momento della domanda dell’ottobre 2016 (e i mesi successivi) stavo lavorando come lavoratore autonomo libero professionista (rilasciando poche fatture), e anche attualmente sto facendo qualcosa (che comunque non mi garantisce “la sopravvivenza”). Quindi dove sta l’errore di cui lei mi parla? La ringrazio.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Avevo capito male, ovvero che avesse dichiarato un reddito da lavoro dipendente, invece no. Va bene come ha fatto finora. Al momento l’INPS non sta richiedendo alcuna ulteriore dichiarazione quindi non saprei dirle, certo che finché la domanda non accolta io eviterei di fare altre comunicazioni.

  91. Alessandro Poli ha detto:

    Buon giorno , percepisco la Naspi da giugno dello scorso anno , e ho diritto come segnalato dall’inps per 2 anni.
    Mi recherò circa il 24 Gennaio all’estero in cerca di lavoro, mi hanno detto di inoltrare comunicazione all’INPS ma , lo stavo facendo via telefono all’operatore dando tutti i dati e parte del pin , ma mi hanno detto che è ancora presto per segnalarla , bisogna farlo , un giorno prima , oppure quando sono all’estero.
    é vero oppure no? sono preoccupato perchè se non riesco a fare la comunicazione posso perdere la Naspi , ma nessuno degli operatori e, non vuole o non riesce a farla. Ho tutte le carte in regola per fare la comunicazione , ma non capisco perchè mi dicono che è troppo presto.
    Qualcuno può aiutarmi a riguardo.

    Grazie anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, premesso che non credo che l’INPS sappia quando lei prenderà l’aereo le posso confermare che la comunicazione va fatta successivamente all’evento, tra l’altro la prestazione viene mantenuta per max 3 mesi all’estero se non ci si rioccupa e va sospesa se ci si rioccupa. Se ha il codice pin può farlo dall’estero attraverso il sito dell’INPS.

      1. Nicola09 ha detto:

        Salve io andrò all’estero per un mese e mezzo ma non per cercare lavoro,lo devo Comunicare?
        Se si lo devo fare attraverso naspi .com?se non funziona (ho provato)c’è un altro modo?
        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, per la comunicazione per l’espatrio faccia attenzione, a questo link trova le dichiarazioni che ha sottoscritto al momento della presentazione della domanda, dunque l’INPS sostiene che c’è il rischio di perdere la prestazione comunicando l’espatrio. Non è ben chiaro, ad oggi, quali siano i termini di rischio e cosa effettivamente potrebbe portare alla perdita della prestazione. Qualora non dovesse funzionare la procedura telematica può contattare il numero verde 803164 con il codice PIN a portata di mano, un operatore compilerà per lei il modello NASPI-COM.

    2. Desy ha detto:

      Buongiorno,
      percepisco la naspi da ottobre 2015 e dovrei averne diritto per 2 anni.
      Ho già sospeso una volta l’erogazione dell’indennità in quanto nel 2016 sono espatriata per circa 6 mesi.
      Ora sono nuovamente in Italia e sto percependo la Naspi, mi è stato proposto un tirocinio retribuito o con voucher (l’azienda deve ancora decidere, quale dei due), preciso che io sono iscritta a Garanzia Giovani e pertanto sono ancora in fase di apprendistato.
      Ora vorrei capire se accetto, questo comprometterebbe la fruizione dell’indennità? In quanto il luogo di lavoro non è vicino e la retribuzione andrebbe tutte in spese.
      Altra cosa, se accetto devo comunicare all’INPS?
      Se mi potete dare maggiori informazioni a riguardo, in modo da valutare se accettare la proposta di lavoro.

      Grazie anticipatamente

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, per quel che riguarda il tirocinio le posso dire per certo che qualora questo fosse retribuito con Garanzia Giovani la NASPI verrebbe sospesa in quanto si tratta di due prestazioni non compatibili. Il pagamento con voucher invece è compatibile con la NASPI fino a 3000 euro netti per anno solare, superato il tetto deve essere presentata dichiarazione all’INPS che provvederà a ricalcolare l’importo della NASPI in base all’importo percepito. Approfittiamo, visto che ci comunica dell’espatrio, per chiederla qualche delucidazione in merito considerato che molti lettori ci chiedono informazioni a cui spesso non sappiamo dare risposta. Ci dice che è espatriata per 6 mesi: in questo periodo la NASPI è stata sospesa e si è riattivata? ha continuato a percepirla anche all’estero? Oppure ha presentato una nuova domanda al momento del rientro in Italia? La ringraziamo se vorrà aiutarci a chiarire alcuni passaggi per gli altri lettori. A presto!

  92. GoogleUser9 ha detto:

    SALVE, io ho presentato domanda per indennità di disoccupazione che è stata accolta dal 30 settembre e devo ricevere 77 giorni di indennità. Mi sono stati dati i primi 31 giorni a novembre, poi a dicembre solo 16 e quindi sono 47, devo ricevere gli ultimi 30, ma sul sito non mi ha dato il solito avviso del pagamento(di solito avvisano attorno all’1 o il 2 del mese di pagamento). quindi deduco che dovrei fare questa domanda naspi com anche se sono ancora in stato di disoccupazione e sul sito dice che questo modulo “non deve essere utilizzato per dichiarare all’Istituto, al termine del periodo indennizzabile, la permanenza delle condizioni per il diritto alla riscossione dell’intera indennità spettante.”
    ma quindi come devo fare? Grazie a chi mi da delucidazioni

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Le consiglio di attendere almeno la metà del mese, qualora non dovesse vedere l’accredito proceda pure con l’invio del modello NASPI-com come descritto nell’articolo. A presto.

  93. Sara Boerchi ha detto:

    Buonasera,
    mi scuso anticipatamente se la domanda che sto per fare è già stata fatta 1000 volte, ma non riesco a trovare nessuna risposta precisa che mi tolga ogni dubbio!
    Percepisco la Naspi da aprile 2016 e ieri mi è stato proposto un lavoretto pagato con ritenuta d’acconto per un lavoro che andrò a svolgere in autonomia tra un paio di giorni, da remoto e che al massimo mi occuperà fino a fine dicembre (ma questo dipenderà anche dalla mia velocità!).
    Di sicuro non percepirò più di 3000€ netti totali…la mia domanda è: devo comunicare all’INPS che farò questo lavoro in ritenuta d’acconto anche se non supero il limite imposto?
    Non mi è chiara se c’è una differenza tra ritenuta e voucher in questi termini, visto che i voucher si possono non dichiarare…
    Grazie mille per l’aiuto.
    Saluti,
    Sara

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Sara, si tratta sempre di lavoro occasionale, proprio come per i voucher, quindi non è obbligatorio farne comunicazione ma noi consigliamo sempre di farla per evitare disguidi. A presto!

  94. Vincenzo Bruno ha detto:

    Salve,ho fatto domanda di naspi il 5 novembre 2016 per percepire 8 mesi di disocupazione,in 20 novembre ho firmato un contratto a chiamata scadenza 31/12/2016,dovrei lavorare per il mese di dicembre circa 4 giorni a settimana….Andando all’inps d appartenenza hanno detto che se non supero 3 giorni a settimana lavorativi con questo contratto,non sono obbligato a comunicare le giornate all’inps, entro 5 giorni successivi cioè a Gennaio 2017,superandole si,però chiamando al call center mi dicono diversamente…..di chi mi devo fidare?conviene lavorare 3 giorni a settimana invece di 4,per non compilare nessun modulo a Gennaio.grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, noi consigliamo sempre di fare le comunicazioni, almeno alla fine mese, per evitare disguidi e pagamenti non spettanti. A presto!

      1. Nadia Macri ha detto:

        Buonasera,
        ho fatto domanda per la Naspi il 18 gennaio 2016 (e la decorrenza è avvenuta a partire dal 23 gennaio 2016). Nell’anno 2016 ho alternato periodi di occupazione a disoccupazione in quanto sono una lavoratrice nel settore spettacolo (ex enpals).
        Per l’anno 2017 devo rinnovare la domanda? La Naspi mi è stata pagata fino a luglio 2017.
        Grazie in anticipo per la vostra risposta.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Nadia, per darle una risposta corretta dovrebbe dirci esattamente quanti giorni ha lavorato durante la disoccupazione, a quante giornate di NASPI aveva diritto, quanto è durato l’ultimo rapporto di lavoro e quando è terminato. A presto!

  95. Angela Sicari ha detto:

    Buongiorno, avrei bisogno di alcuni chiarimenti. Sono disoccupata dal 1 settembre 2016 dopo aver lavorato 3 mesi in prima occupazione. Ho richiesto la NASpI e svolto tutto l’iter burocratico. Mi sono presentata al centro impiego entro i termini di tempo e stipulato il patto di servizio personalizzato, dopo varie difficoltà per essere ricevuta in ufficio (che spiegherò meglio dopo). Fin qui tutto bene. Secondo i calcoli avrei dovuto percepire 45 giorni, cosa che effettivamente è stata, ho appena saputo che l’Inps ha accettato la mia pratica e la somma mi è pervenuta adesso a fine Novembre. Il punto è questo: al centro impiego per la sottoscrizione del patto di servizio bisogna presentarsi periodicamente, presso il mio CPI di domicilio. Ho tentato più volte di presentarmi per l’appuntamento mensile , il primo era in data 17 ottobre 2016, ma è stato proprio impossibile visto che dopo molti tentativi si presentava sempre lo stesso scenario: per domicilio sono stata assegnata a un CPI distante 40 km da casa mia, mezz’ora di strada per arrivare mi presento alle ore 06:30 e trovo davanti a me già 80 persone scritte in lista, l’ufficio apre alle ore 09:00 e chiude alle 13:00 e in giornata non riesce a smaltire più di 50 persone, praticamente è impossibile. Dopo aver perso varie giornata così è arrivando alla conclusione che l’unico modo per poter riuscire a essere serviti dall’ufficio sarebbe passare la notte fuori dal cancello per essere tra i primi 50 della lista, ho proprio rinunciato esasperatamente. Volevo sapere se questo mi comporta problemi sulla somma erogata dato che il pagamento della NASpI decorre dalla data 08/09/2016 per soli 46 giorni e che quindi si è risolta in un’unica rata. E se posso far qualcosa in prospettiva dell’inefficienza di questo ufficio, che a titolo informativo, è in territorio siciliano (tanto per cambiare), come se non bastasse che una persona abbia già problemi a livello occupazionale e si trova pure a non trovarsi assistito dalla Stato!
    Grazie e scusate se mi sono dilungata!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Angela, non credo proprio che questo comporterà alcun problema relativamente alle somme già erogate. Al massimo potrei consigliarle, qualora dovesse esserci una prossima volta, di farsi rilasciare una certificazione dal CPI in cui si dichiara che non sono riusciti a smaltire tutta la coda. Certo che fissare appuntamento per un tot di persone che non si riesce mai a smaltire è in perfetto Italian Style!

  96. Marilù Lù ha detto:

    Salve vi sottopongo il mio caso. A breve presenterò domanda per la naspi. Mi è stato proposto poi per il mese di gennaio un contratto di collaborazione (senza apertura partita Iva) per un periodo di tre mesi e percepiró complessivamente 2400 euro da questa attività. La mia domanda è quindi: non superando i 4800 euro la naspi si ridurrà dell 80% del reddito derivante da tale attività è corretto? Quando l’attività si concluderà dovrò fare comunicazione e la naspi verrà corrisposta a pieno regime?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marilù, dovrebbe avvenire proprio questo, almeno seguendo le informazioni presenti nella circolare NASPI:
      “In caso di svolgimento di attività lavorativa in forma autonoma, di impresa individuale o parasubordinata, dalla quale derivi un reddito inferiore al limite utile ai fini della conservazione dello stato di disoccupazione, il soggetto beneficiario deve informare l’INPS entro un mese dall’inizio dell’attività, o entro un mese dalla domanda di NASpI se l’attività era preesistente, dichiarando il reddito annuo che prevede di trarre da tale attività.
      In tal caso l’indennità NASpI è ridotta di un importo pari all’80 per cento dei del reddito previsto, rapportato al periodo di tempo intercorrente tra la data di inizio dell’attività e la data di fine dell’indennità o, se antecedente, la fine dell’anno.”

      In realtà abbiamo davvero poche testimonianze che ci confermano che la prestazione viene decurtata, nella maggior parte dei casi infatti la prestazione viene sospesa e riattivata in automatico al termine del rapporto di lavoro.
      Basterà fare una sola comunicazione, al termine del rapporto di lavoro la prestazione verrà di nuovo corrisposta senza decurtazioni. A presto!

      1. Marilù Lù ha detto:

        Ma perché “rapportato al periodo di tempo intercorrente tra la data di inizio dell’attività e la data di fine dell’indennità” ?significa che dall inizio del rapporto di lavoro fino alla fine del periodo in cui spetta la naspi l’importo è decurtato? non dovrebbe riportare “tra la data di inizio dell’attività e la sua fine?”. Ragazzi ma qua è una jungla

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Andando per logica sarei d’accordo con lei, ma questa è la legge, e noi sinceramente non sappiamo rispondere alla sua domanda.

          1. Marilù Lù ha detto:

            Credo di aver compreso dopo varie domande e ricerche. Riporto qui così potete informarvi meglio e informare gli utenti. Mi accettano la Naspi, supponiamo un’indennità di 700 euro al mese per 12 mesi, totale 8400 euro. Accetto un lavoro di collaborazione per tre mesi, reddito derivante da lavoro 2400 euro. l’INPS calcola l’80% dei 2400 euro ovvero 1920 euro e li SOTTRAE al totale dell naspi quindi 8400-1920 quindi 6480 e li divide per i 12 mesi, quindi mi corrisponderanno 540 euro al mese anziché 700. Che sommati agli introiti da lavoro andranno a produrre un introito praticamente quasi pari a quello che avrei percepito con la sola naspi se nn avessi lavorato. Attendo conferme.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Guardi solitamente evitiamo di avventurarci in conteggi troppo specifici. Di norma il conteggio viene comunque fatto sul mensile poiché il totale NASPI è possibile calcolarlo solo a fine erogazione, inoltre dal 4° mese in poi l’importo mensile della NASPI viene detratto del 3% ogni mese.

  97. Fausto Marangoni ha detto:

    Buongiorno, ho inviato oggi la domanda di disoccupazione ex naspi, nel periodo nella quale mi verrà riconosciuta la disoccupazione (3 mesi) sono già al corrente di 8/10 gironi in cui lavorerò con contratto giornaliero e percepirò sommando queste gironate al massimo 1000€ quindi sotto la soglia dei 3000€. Devo compilare il modulo naspi com o altri moduli ? devo dare comunicazione di questo lavoro occasionale? Grazie per l’attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve fausto, in questo caso non è obbligatorio ma noi consigliamo comunque di farne comunicazione attraverso il modello naspi-com per evitare errate sospensioni e inutili lungaggini che potrebbero presentarsi. A presto!

      1. Fausto Marangoni ha detto:

        Grazie della risposta, il dubbio che mi sorge ora è nella compilazione del modello naspi com ed è il seguente: dopo aver selezionato nel modello attività di lavoro subordinata posso inserire “lavoro a tempo determinato a chiamata” e inserire direttamente lì le date nei periodi, oppure posso inserire con la voce “lavoro a tempo determinato” e ipotizzare una somma di 1000€ per tutte le ipotetiche giornate, o invece compilare un modello naspi com per ogni giornata???
        Infine mi verrà detratto dalla disoccupazione questo lavoro ?
        Grazie molte per l’attenzione

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Basta un modulo presentato alla fine di ogni mese in cui inserire il dettaglio delle giornate lavorate all’interno delle note. Tali giornate verranno quindi detratte dalla disoccupazione, ovvero non verranno coperte da disoccupazione ma il numero delle giornate spettanti di NASPI non varierà.

  98. Ale 91 ha detto:

    Buingiorno vorrei un informazione,da quando ci vuole un mese di tempo per comunicare all inps la variazione della propria situazione lavorativa in realta pensavo fosse 5 giorni?
    Mi potreste far capire la situazione.
    Saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      L’INPS indica 5 giorni, ma comunque al fine delle procedure dei pagamenti è importante non farne comunicazione oltre la fine del mese in cui ci si è rioccupati.

  99. Juan Cruz Ramirez ha detto:

    Buonasera, una domanda: io ho compilato la richiesta ex naspi online e adesso vorrei sospenderla ma non saprei dove inviare il modulo di richiesta sospensione. Mi puo indicare la sezione giusta per inviare il modulo online?

      1. Juan Cruz Ramirez ha detto:

        si, questo l’ho capito ma il modulo dove va spedito. Saluti

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Nel momento in cui lo compila il sistema lo manda in automatico alla sua sede INPS di competenza.

  100. elisa pigni ha detto:

    buona sera, da settembre 2016 percepisco una indennità di disoccupazione. In data 2 novembre ho fatto una consulenza da 600 euro in ritenuta d’acconto. Devo dichiararla? e’ vero che mi verrà detratto il 20% della disoccupazione. grazie . Saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elisa, la ritenuta d’acconto è compatibile con la NASPI fino a 3000 euro netti quindi sotto questo importo non va dichiarato nulla. A presto!

  101. Paola Passarella ha detto:

    Salve, ho una gentile domanda.
    Sono in NASPI da giugno 2016 e dovrebbe scadere a giugno 2017.
    Un’azienda mi ha nel frattempo proposto un lavoro con contratto a tempo determinato per 6 mesi.

    La mia domanda è:
    se durante questo periodo (o quello di prova che credo sia di 90gg) io decidessi che questo lavoro non va bene per me, e consegnassi dunque le mie dimissioni, perderei la NASPI?

    Grazie mille,
    Paola.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve paola, può dare le dimissioni da un rapporto di lavoro a tempèo determinato senza perdere l’indennità di NASPI che rimane sospesa per massimo 6 mesi. Si riattiva in caso di licenziamento/dimissioni/scadenza contratto entro 6 mesi dalla sospensione, va comunque comunicato all’INPS ogni evento tramite modello NASPI-COM di modo che abbiano la possibilità di riattivare la prestazione all’occorrenza. A presto!

    2. cappai cristian ha detto:

      Buonasera carissimi

      Esempio allucinante ed intricato…

      Dal 15 settembre al 30 settembre vado in malattia. Il mio contratto a tempo determinato scadeva il 30 settembre. Invio il certificato al datore di lavoro, rimango in casa a disposizione delle eventuali visite fiscali. Finita la malattia, una settimana dopo mi iscrivo come disoccupato al centro per l’ impiego della mia zona, dando la mia disponibilità. Online, presento il 13 ottobre, allegando il documento della mia banca che attesta che il conto appartiene a me etc., domanda per percepire la Naspi. Ieri, il 23 novembre, siccome tutto rimaneva sospeso in attesa di istruttoria, sollecito con il contact center INPS facendo aprendo un reclamo sul mio numero di protocollo. Alle 19.30 mi arriva una email pec da INPS con intestazione della sede provinciale di appartenenza, e richiesta di invio di certificato di malattia a loro risultante terminante il 00/00/0000 a tale email ho risposto allegando il certificato di malattia scaduto in concomitanza con il rapporto di lavoro, nel seguente modo

      “Il suddetto certificato era valido fino al giorno 30 settembre 2016 data nella quale, terminava, senza rinnovo anche il mio contratto lavorativo. Vi si allega dunque tale certificato, invitandovi, qualora vi sia della documentazione mancante, a fornire gentilmente le informazioni necessarie poiché, in risposta alla presente, il sottoscritto si ritrova un riferimento temporale in allegato, nella quale viene espresso un termine di malattia del 00/00/0000. Il certificato in questione è online dalla data della sua emissione, consultabile direttamente nella sezione specifica della mia anagrafica.

      Ad ogni modo, verranno fatti dal sottoscritto anche i dovuti accertamenti presso gli uffici di competenza affinché si possa velocizzare la risoluzione della pratica che è in stallo dal 13/10/2016 e della quale solo oggi, in successione ad una mia espressa richiesta di sollecito, ci si accorge essere incompleta.

      Cordiali saluti..”

      Perchè INPS mi chiede questo certificato se è online dall’alba dei tempi? Perchè me lo comunicano dopo più di un mese ed immediatamente dopo la mia segnalazione al contact center? Cosa altro devo fare? Grazie per i consigli che ci date. Almeno voi, ci capite qualcosa in tutta questa burocrazia.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Cristian, premesso che i tempi di lavorazione delle NASPI si sono ormai allungati ad una media di 30/60/90 giorni (chi più chi meno, ma comunque i tempi cambiano da sede a sede), le dico che è normale che le abbiano richiesto questo certificato, e che anzi, solitamente richiedono anche un certificato di riacquisita capacità lavorativa, ovvero non gli basta nemmeno che il certificato sia scaduto, ma vogliono un’altra certificazione del medico che dichiara che siete di nuovo in salute. Le dico anche che è stato fortunato ad aver ricevuto una risposta, seppur contenente informazioni pressoché discutibili (vedesi formato data). Se non altro significa che qualcosa si muove. A questo punto credo che non le rimanga che attendere la liquidazione della pratica. Per qualunque altro dubbio rimaniamo a disposizione. A presto!

  102. Oriana Severino ha detto:

    Salve, vorrei gentilmente chiedere se iniziando una nuova attività lavorativa come docente supplente dal 08/11/2016 al 30/06/2017, vado incontro alle perdita Naspi. Il contratto supera i 6 mesi MA il reddito NON SUPERA la soglia prevista di 8.000€. Il centralino INPS mi ha comunicato che non ha importanza il reddito, ciò che conta è che il contratto sottoscritto è superiore ai 6 mesi, per tal motivo perdo Naspi. Confermate?
    Vi ringrazio anticipatamente

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sicuramente la prestazione verrà sospesa perché se il rapporto di lavoro dura più di 6 mesi, a prescindere dal reddito, la NASPI non spetta più. A presto!

  103. Fabio Coello ha detto:

    Buonasera
    avrei un quesito. Percepisco da due mesi la Naspi (1100 euro). Tra 1 mese avrei la possibilità di fare un lavoro occasionale pagato con ritenuta d’acconto (totale 1000 euro lordi, unica soluzione). Da quello che leggo vedo che devo compilare il modulo online Naspi-com ma la mia domanda è: in base a questo lavoro, verrà ricalcolata la cifra che percepisco ora? O non cambia nulla e prenderò sempre 1100 euro per i mesi che ancora mi spettano? Grazie mille Fabio

  104. Giulia Bonfanti ha detto:

    Buongiorno, sono un insegnante. Nel mese di Giugno 2016 avevo fatto richiesta per la disoccupazione NASPI. Dal giorno 1 Settembre 2016, sono stata assunta in una nuova scuola. Il 31 Agosto 2016 ho comunicato all’Agenzia del Lavoro la richiesta di interruzione della disoccupazione e mi è stato risposto che la mia richiesta era stata presa in carico.
    Oggi ho ricevuto una lettera dall’INPS, datata al 26 Ottobre 2016, con la comunicazione che la mia richiesta di disoccupazione è stata accolta.
    Vorrei sapere se con la mail all’Agenzia del Lavoro è stata davvero interrotta la disoccupazione, quindi il 1 Settembre 2016.
    In attesa di risposte, porgo cordiali saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giulia, non possiamo di certo saperlo noi, dovrà contattare l’INPS e chiedere se hanno ricevuto la comunicazione da parte dell’agenzia del lavoro. Di norma comunque va compilato il modello naspi-com. A presto!

  105. Paola Usuelli ha detto:

    Chiedo cortesemente se il reddito di partecipazione a una società in nome collettivo (senza prestazione di opera ma solo partecipazione agli utili) è compatibile con la Naspi
    grazie
    cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Paola, certamente è compatibile. Contestualmente alla domanda di NASPI, o anche successivamente, dovrà autodichiarare il reddito derivante da tale posizione autonoma, nel suo caso dovrà dichiarare reddito pari a zero. A presto!

  106. manole.ionela ha detto:

    Salve.ho preso 7 mesi di Naspi da un totale di 15 mesi.Adesso ho trovato un lavoro dove mi hanno fatto un contratto di 6 mesi …dicono loro mah in contratto scrive dal 18.10.2016 al 30 .04 .2017…vuol dire 6 mesi e 2 settimane, e un contratto part-time di 20 ore settimanale con un reddito di 550 euro al mese .Dopo questo contratto si puo continuare con Naspi? ho mandato la comunicazione online al INPS , dove ho visto gia che sono stata pagata per 17 giorni di ottobre prima di iniziare il contratto .Vuol dire che gia hanno sospesa \ chiusa la disoccupazione? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Sicuramente la prestazione è già sospesa. Al termine del lavoro potrà rifare la domanda NASPI, ma deve sapere che verranno ricalcolati importo e la durata. In pratica durerà di più ma essendo una media retributiva di 550 euro mensili probabilmente l’importo sarà inferiore a quello che ha percepito fino ad ora (premesso che non so quanto ha percepito di NASPI, ovviamente è una supposizione). In alternativa, qualora preferisse prendere questi 7 mesi rimanenti allo stesso importo, dovrà dare le dimissioni prima dei 6 mesi dall’inizio del contratto.

  107. Buongiorno.
    Cosa succede se una percettrice di Naspi va all’estero come ragazza alla pari in una famiglia, intanto che cerca lavoro là?
    Cosa va indicato nel Naspi.com?
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, all’estero senza lavorare si mantiene il diritto alla NASPI per massimo 3 mesi. Dopodiché la prestazione viene sospesa. Nel naspi-com va indicato il periodo di permanenza all’estero e il paese in cui ci si trasferisce.

  108. Enzo Rutigliani ha detto:

    Salve. In data 25/10/2016 sono stato licenziato da una cooperativa. Fino a giugno 2016 ho anche svolto attività di lavoratore autonomo con reddito complessivo (da lavoro autonomo) nel periodo gennaio-giugno superiore a 4.800€. Preciso che da questo momento in poi non svolgerò più neppure alcuna attività autonoma. Vorrei sapere se il limite dei 4800 per avere diritto alla naspi si riferisca al periodo successivo alla domanda o faccia riferimento anche a quello pregresso, in quanto nel primo caso non avrei diritto alla naspi, nel secondo si.
    La ringrazio anticipatamente per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Enzo, in realtà la circolare INPS non specifica se il riferimento è ad un periodo successivo o precedente alla domanda, ma fa riferimento all’anno solare quindi a logica dovrei dirle che in entrambi i casi non dovrebbe spettarle. Io le consiglio comunque di presentare domanda di NASPI perché a volte l’interpretazione della normativa (italiana) è del tutto personale. Rimaniamo comunque a disposizione qualora volesse farci sapere l’esito in modo da essere utile anche ad altri utenti. Grazie, a presto!

  109. greta spolaor ha detto:

    Salve il mio compagno percepisce la naspi-com da ottobre 2015 ora ha cominciato a lavorare e deve compilare il modulo sr161 ma non riesce a farlo on line. Bisogna andare alla inps fisicamente o sta sbagliando modo di inoltrare la comunicazione? Ha provato ad andare su moduli on line ma l’sr161 non è contemplato nella lista. C’è un metodo diverso?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Semmai percepisce la NASPI e ora che ha iniziato a lavorare ndeve compilare il modello NASPI-COM online 🙂 Quello è presente e potete compilarlo facendo l’accesso con il pin. A presto!

  110. Samuela Oddo ha detto:

    Salve,
    sono un’insegnante precaria e percepisco la NASPI da luglio…oggi ho ricevuto convocazione per un’eventuale supplenza fino ad avente diritto, il che significa che potrebbe durare una settimana come diversi mesi, ma questo non si può sapere da subito… come comportarmi in questo caso? dovrei presentare la Naspi COM anche se poi, paradossalmente, la supplenza potrebbe durare solo qualche giorno? Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      In questo caso va inserita solo la data inizio del rapporto di lavoro specificando nelle note “fino all’avente diritto”. Compilerà un nuovo naspi-com quando saprà la data esatta di fine rapporto. a presto!

  111. Serena Gatti Marca ha detto:

    Buongiorno, sono in difficoltà. Come faccio a sapere quanto dura la naspi? Non percepisco più nulla da agosto ma non so se è perchè non ne ho più diritto o per qualche altro motivo?Se non ne ho più diritto sono comunque obbligata a presentarmi agli incontri fissati dal centro per l’impiego? inoltre, la scorsa settimana ho fatto tre giorni di supplenza. sul contratto c’è scritto “il trattamento economico, con decorrenza dalla data di effettiva assunzione del servizio e fino al termine del medesimo, corrisponde a quello iniziale previsto per il corrispondente personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato, ed è pari a euro 19324, 27 come stipendio annuo lordo”. Ora nel modulo naspi com dovrei spuntare il “ho iniziato un’attività subordinata a tempo determinato per il periodo da/al dalla quale prevedo di trarre un reddito per l’anno 2016 pari ad euro…????? cosa devo indicare? pari ad euro? la cifra riportata sul contratto o devo ricalcolarla sulla base dei tre gg? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Serena, le consiglio di contattare il numero verde per richiedere la durata esatta della sua disoccupazione, in alternativa può cercare la lettera contenente queste informazioni nella Cassetta Postale Online dei Servizi per il Cittadino. Per il NASPI-com le consiglio di compilarlo online con il PIN in quanto non è richiesto inserire il reddito presunto. A presto!

  112. Susy Care ha detto:

    Salve, mia mamma è insegnante con contratto terminato il 30/6 e ha fatto la domanda di naspi il 6/7 senza ancora percepire nulla. In seguito è stata chiamata a fare gli esami di riparazione con relativo contratto e retribuzione, 2 contratti distinti da 1 giorno.
    Bisogna comunicare questi giorni all’INPS? Se si, si è ancora in tempo o c’è qualche penalità?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente è ancora in tempo. Non ci sono penalità per il ritardo.

    2. Debora Brisanti ha detto:

      Scusate ma io non capisco. Leggo dal sito dell’INPS:

      Il modello ASpI Com serve per comunicare all’Istituto, nel periodo durante il quale il lavoratore percepisce una indennità legata al proprio stato di disoccupazione, il verificarsi di una delle seguenti situazioni:

      Inizio attività autonoma con l’indicazione del reddito annuo presunto (entro 30 giorni);
      Indicazione del reddito annuo presunto derivante da lavoro parasubordinato il cui inizio è stato rilevato dall’INPS dalle comunicazioni obbligatorie effettuate dal committente (entro 30 giorni);
      Espatrio nel periodo indennizzabile in cerca di lavoro o per altri motivi;
      Fruizione di altri tipi di prestazione (malattia, maternità, ricovero) non comunicati telematicamente;
      Avvenuta presentazione di domanda di pensione ad istituzione diversa dell’INPS;
      Inizio attività di lavoro subordinato, a tempo determinato o indeterminato, esclusivamente nei casi in cui il datore di lavoro non sia tenuto alle comunicazioni obbligatorie preventive di assunzione (UNILAV ex art. 9-bis, comma 2, D.L. 1° ottobre 1996, n. 510, convertito, c.m., dalla legge 28 novembre 1996, n. 608) o non vi abbia ottemperato per altro motivo (lavoro estero, fallimento ecc.).

      Questa ultima frase ” esclusivamente nei casi in cui il datore di lavoro non sia tenuto alle comunicazioni obbligatorie preventive di assunzione ” mi fa pensare che quindi se il datore fa le comunicazioni obbligatorie di assunzione…allora io non devo inviare nulla! Ma allora perché tutti dicono che devo avvertire l’inps assolutamente entro 30 giorni se mi parte un contratto a tempo determinato? se è un contratto regolare le comunicazioni le faranno i datori di lavoro e l’inps sarà automaticamente aggiornata sulla mia situazione! dove sbaglio!?!

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Perché a volte valgono più le regole non scritte che quelle scritte :/ Che poi quando si fa la domanda di NASPI ci si impegna a dichiarare all’INPS un nuovo rapporto di lavoro entro 5 giorni e comunque non oltre 30 giorni. Poi anche i moduli cartacei sono spesso obsoleti e sembra che per cambiare due scritte serva la firma del presidente della repubblica:) La realtà è che se non fate la comunicazione non avete alcuna penale, ma il rischio è che se l’INPS si sbaglia perché non ha ricevuto una vostra comunicazione, e quindi vi manda soldi per dei periodi non spettanti, prima o poi ve li richiederà indietro. Il modello NASPI-COM si fa più che altro per evitare questi sbattimenti di prendi i soldi/ridagli i soldi. Tutto qui.

  113. Davide Caio ha detto:

    Salve, ho una domanda:
    Sto percependo la naspi ed ora inizierò uno stage di 6 mesi (prorogabile) presso un’azienda e mi daranno un rimborso di 600€.
    Ora cosa devo barrare nel modulo naspi com ?per fare comunicazione all’inps
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve selezionare la voce ALTRO e nelle note indicare che si tratta di uno stage senza stipendio né versamento contributivo ma solo con rimborso spese.

  114. Giuseppe Russo ha detto:

    Buongiorno.Purtroppo ho fatto una richeista al call center INPS e in due giorni ho avuto due risposte diametralmente opposte. La comunicazione NASPI-COM non è accessibile, come molti hanno segnalato per cui ho chiamato il call center e il primo giorno mi hanno detto che serviva il PIN per fare la comunicazione e dato che non l’avevo ho chiamato il giorno dopo, e mi hanno risposto che la comunicazione NASPI-COM da quest’anno non si fa più!!!!!???? Pare che l’INPS rilevi automaticamente i contratti in essere, anche se di breve durata, e quindi sospenda o riprenda l’erogazione NASPI in maniera automatica…. vi risulta? Mi sembra strano perchè il giorno prima avrei tranquillamente fatto la comunicazione se avessi avuto il PIN…… Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe, credo che lei sia incappato in un operatore scansafatiche nel suo secondo tentativo. la comunicazione è da farsi, che poi l’INPS nella maggior parte dei casi rilevi automaticamente il rapporto di lavoro è un altro paio di maniche. Faccia di nuovo un tentativo. A presto!

  115. Emanuela lamera ha detto:

    Buonasera sono in trattamento naspi da gennaio 2016 ho trovato.lavoro per 2 settimane oltre il confine ho compilato la comunicazione naspi com volevo sapere se il trattamento vale come se fosse un lavoro in italia? Quando ho compilato la comunicazione nom mi è stata chiesta la retribuzione che avrei percepito !!! Le settimane di sospensione vengono accodate poi alla fine del periodo spettante ? Grazie mille per l’attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Emanuela, non le è stata richiesta la retribuzione perché in realtà la prestazione si sospende, non viene ricalcolata in base all’importo percepito. Quando terminerà il rapporto di lavoro ricomincerà a prendere la NASPI che si riattiverà in automatico. E le settimane vengono accodate, sì:) A presto!

  116. Benedetta Vanniti ha detto:

    Buonasera,

    non mi è chiaro se i 3000 euro da non superare debbano derivare solo da lavoro accessorio, anche nel caso in cui si siano avuti contratti diversi nel corso dell’anno. Nello specifico, ho richiesto una Naspi alla fine di un contratto a t. determinato a fine giugno. Nel contempo avevo fatto poche ore di lavoro di tipo occasionale (in realtà lavoro pagato con ritenuta d’acconto) con altra azienda, un pugno d’ore in tutto. Entrambi i lavori comunque son stati interrotti il 30 giugno. Ho ricevuto il Naspi per due mesi ed ora, dopo due mesi, ho rilavorato 4 ore per l’azienda per cuii facevo poche ore occasionali. Con questa non supero assolutamente i 3mila euro annui. Con quella con cui ho avuto il t. determinato sì. Cosa devo fare? Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il limite dei 3000 euro è riferito esclusivamente all’importo derivante da lavoro occasionale, quindi i contratti precedenti la disoccupazione non sono rilevanti. A presto!

  117. Grazia Russo ha detto:

    Salve , se è possibile vorrei dei chiarimenti in merito alla mia situazione. Percepisco la naspi da due mesi, ora per un giorno ho intrapreso un lavoro dipendente occasionale( figurante in un programma televisivo), la situazione probabilmente si potrà ripetere , io come mi devo comportare con l’ Inps cosa devo dichiarare?
    Grazie mille a tutti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Grazie, cosa intendiamo per “occasionale”? E’ stata retribuita con voucher o ritenuta d’acconto? In qualunque caso noi consigliamo di compilare il modello naspicom ogni qualvolta si presenti l’occasione di una, seppur breve, attività lavorativa, sarà poi l’INPS, in base al tipo di contratto e alla retribuzione, a prendere provvedimenti in merito, ma questo vi permette se non altro di non incorrere in dimenticanze o blocco della disoccupazione.

    2. Buonasera! Io avrei bisogno di una delucidazione. Percepisco attualmente la Naspi e lo farò ancora per 6 mesi. In caso di un nuovo contratto come promoter in forma di prestazione occasionale, dovrei come da voi indicato compilare il modulo previsto. Qui sorge il mio dubbio, dato che il compenso previsto è composto da una parte fissa più provvigioni, quindi non saprei fare una previsione su quanto possa percepire in questi tre mesi. Come mi comporto? Probabilmente starò al di sotto dei 3000 €, mi conviene indicare quindi una cifra inferiore a questo tetto massimo? Grazie mille in anticipo per l’eventuale risposta.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Francesco, io le consiglio di comunicare un importo inferiore per il momento. Qualora dovesse superarlo potrà compilare un nuovo modello NASPI-com e la prestazione di NASPI verrà ricalcolata in base all’importo percepito. A presto!

  118. Enrico Sanna ha detto:

    Salve,
    Io ho inoltrato la domanda di naspi comunicando erroneamente un indirizzo diverso dal mio attuale (diverso comune ) ci sono gli estremi per non accettarmi la domanda
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Enrico, non credo proprio possa essere causa di reiezione…

  119. simoncinone . ha detto:

    Salve, avrei un quesito.. Ho richiesto la naspi agli inizi di agosto.. Ancora non mi é arrivato nulla… Il giorno 13 settembre é partito un contratto che ancora é in corso.. Vorrei sapere se sono 5 giorni per avvisare con naspicom o 30 giorni..
    Io domani cioé il giorno 23 settembre vado a chiedere il pin e poi chiamo al contatto center per sospendere.. Quello che vorrei sapere… Sono in ritardo? Sono 5 giorni o 30? Ripeto ancora non ho ricevuto bonifici..
    Non vorrei penali o altre cattive situazioni..
    Grazie mille e cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Sarebbero 5, ma l’importante è fare la comunicazione entro il mese corrente. Non ci sono sanzioni per questi ritardi, non abbia timore. A presto!

  120. Pasquale Greco ha detto:

    Buonasera,
    sto percependo la Naspi dal 7 luglio. Ad agosto ho iniziato un lavoro autonomo occasionale con ritenuta d’acconto. Contattando la sede inps del mio paese e il contact center ho avuto pareri discordanti sul limite di compatibilità. Alla fine ho comunque compilato il modello Naspi.com dichiarando il reddito presunto ma possibile che nessuno sappia se le due cose sono interamente compatibili fino a 3000 € o fino a 4800 €?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Pasquale, sicuramente sono interamente compatibili fino a 3000 euro netti. Oltre i 3000 la NASpI viene ricalcolata sulla base dell’importo percepito e comunicato all’INPS.

  121. Lukas Asmr ha detto:

    Salve. Ho lavorato stagionalmente dal 1/07 al 31/08 di quest’anno con contratto a tempo determinato e sono stato pagato con assegno bancario.
    Ho lavorato stagionalmente anche l anno scorso e due anni fa senza mai richiedere la pensione. Ora vi chiedo se sia possibile anche richiedere la mini poiché L’impiegato del CAF mi chiede le ultime tre buste paga. Chiedo anche se quanto ricevuto in tutte le tre stagioni assieme possa essere accumulato per un futuro importo da ricevere come fondo pensionistico! Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Mini-pensione? Non capisco, mi scusi, se gentilmente può riformulare la domanda…

  122. alessandro carbone ha detto:

    Gentile staff di Previdenza Facile,
    vorrei sottoporvi il mio caso: mi sono da poco licenziato per giusta causa, ho fatto la richiesta all’INPS per la naspi che è stata già accettata. Tuttavia l’ inps mi ha comunicato che inizierò ad essere pagato tra quattro mesi, poiché nella vecchia azienda avevo un preavviso appunto di quattro mesi, preavviso che la vecchia azienda avrebbe dovuto pagarmi essendo le mie dimissioni per giusta causa (cosa che l’azienda non ha fatto, c’è una vertenza in atto). Adesso mi ritrovo per quattro mesi senza stipendio, senza Naspi e non so se e quando avrò i soldi del preavviso.
    Ho questa domanda: nel caso trovi subito lavoro (temporaneo, ad esempio a tempo determinato di uno o due mesi ) mi sembra di aver capito che devo utilizzare il modulo NAPSI COM e comunicarlo al’INPS (anche se non hanno iniziato a pagarmi) tuttavia non mi è chiaro se una volta termitato il contratto l’erogazione della NASPI slitterà di 1/2 mesi oppure no.
    In alternativa , posso chiedere all’INPS di anticipare l’erograzione della NASPI data la mia situazione?
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, situazione particolare. Ragionando per logica non dovrebbe slittare di due mesi perché il periodo di lavoro si sovrappone con quello del preavviso, quindi la decorrenza della NASPI dovrebbe rimanere la stessa. Spedisca comunque il naspicom per evitare ulteriori lungaggini. Purtroppo non c’è alternativa per accelerare i tempi. L’INPS non può anticiparle la naspi in quanto il periodo coperto da disoccupazione deve ancora iniziare.

  123. Elena Solito ha detto:

    Salve,
    come tanti ho concluso un contratto con la scuola il 30/6. Presentata la domanda Naspi il giorno 6/7, questa risulta in attesa di istruttoria pratica dal 10/7. 70 giorni e non si muove nulla, ho inviato qualche mail per richiedere info in merito ma non ho ricevuto risposta. Al telefono ho sempre avuto cattive esperienze, con tutto il rispetto con chi lavora con competenza, sarò stata sfortunata io, ho interloquito solo con ragazzi che non avevano granché idea di come funziona il tutto.
    Ora ho ricevuto una nomina fino ad avente diritto, dunque non si sa quando termina, può durare un giorno, una settimana, due…
    Le mie domande sono:
    la Naspi-com devo inoltrarla o basta che la scuola inoltri all’inps l’unilav? (onestamente un po’tutta la procedura mi è poco chiara, tempistiche comprese)
    Nel caso in cui debba inoltrarla io, non essendo ancora lavorata la pratica, la procedura di comunicazione resterebbe la stessa?
    Come si gestisce il fatto che io non abbia una data di fine certa? E, idem, come calcolo il reddito?
    Devo preoccuparmi che dopo 70 giorni ancora la mia pratica sia ferma? c’è niente che io possa fare?

    Grazie per il supporto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve compilare il modello naspicom senza scadenza, scrivendo nelle note che è un contratto fino all’avente diritto.. Quando saprà la data di scadenza compilerà un nuovo naspicom. Se supererà i 6 mesi farà di nuovo domanda di naspi, se sarà inferiore la prestazione ripartirà in automatico. Le tempistiche purtroppo sono quelle che sono…

      1. Elena Solito ha detto:

        Buongiorno,
        come sospettavo la mia domanda era bloccata e, a seguito della mia richiesta di info, reiettata per mancato invio della documentazione richiesta (richiesta mai ricevuta in nessuna forma).
        Ad ogni modo ho chiesto il riesame della pratica e in sole 48ore dalla pec la mia pratica è stata evasa.
        Al momento non ho accesso al Naspi-com.
        Mi consiglia di inviarlo in forma cartacea o attendo che si sblocchi il sito?
        Grazie mille e buon lavoro

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Al momento non è possibile accedere da sito al NASPI-com, le consiglio di contattare il numero verde tenendo il PIN a portata di mano con la speranza che possano compilarlo gli operatori INPS. A presto!

    2. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elena, sicuramente dovrà compilare il modello naspicom scrivendo nelle note FINO ALL’AVENTE DIRITTO. Quando saprà con certezza la data fine compilerà un altro NASPICOM. Il reddito non va inserito. I tempi purtroppo si allungano l’estate col fatto che tutti i precari della scuola presentano la domanda nello stesso periodo, in più l’INPS si porta dietro il megaritardo del 2015, quindi nulla di strano. Le consiglio comunque di contattare il numero verde almeno per inoltrare un sollecito, e di inoltrare il modello S163 non non l’avesse ancora fatto, in modo da accorciare un po’ i tempi.

      1. Elena Solito ha detto:

        Salve, ho inviato pec direttamente alla mia Inps di competenza con i documenti che ritenevano di aver richiesto.
        Hanno risposto ed evaso la pratica in 48 ore. Cosa di cui sono meravigliata e compiaciuta. Ora però il sistema è un po’ in tilt rispetto alla mia situazione e non mi fa accedere al prospetto di calcolo tramite l’area “domande a sostegno del reddito”, né è stata aggiornata la domanda da “fascicolo previdenziale” (ma nell’area Naspi sì). Ma cosa più importante non accedo a naspi-com al momento. Per ora ho proceduto a inoltrare comunicazione a mezzo pec, poi aggiornerò appena possibile con naspi-com appena fruibile. E speriamo bene.
        Grazie del supporto

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sì purtroppo il modello NASPI-com dà problemi a tutti ultimamente. Se vuole può contattare il numero verde 803164 munita di pin e compileranno loro il modello per suo conto. A presto!

  124. Alessia ha detto:

    Salve avrei bisogno di un piccolo chiarimento:
    ho diritto a percepire la naspi per 74 giorni, ad agosto mi sono stati pagati i primi 44 e avevo visto l’avviso di pagamento nella sezione dedicata sul sito internet i primi di agosto. Ora non vedo ancora il pagamento di settembre, che poi corrisponde agli ultimi 30 giorni. Ho chiamato il numero verde e mi hanno consigliato di aspettare fino a dopo il 15 ed eventualmente richiamare perchè sono normali ritardi sugli ultimi 30 giorni, sul vostro articolo leggo che va inviato il modello sr161 ma non avendo ancora una nuova occupazione e non essendoci l’opzione ancora disoccupato come mi devo muovere?
    Grazie Mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Più che il modello sr163, che ormai non serve perché i pagamenti sono già partiti, deve compilare il modello naspicom dichiarando di essere rimasta disoccupata per tutto il periodo indennizzabile. Questo perché l’ultimo mese si blocca sempre, e si sblocca proprio compilando questo modello. Credo l’avremo scritto centinaia di volte ormai 🙂

      1. Alessia ha detto:

        Il call center mi ha detto che se si rimane disoccupati non bisogna fare il Naspicom ma una segnalazione di ritardo pagamento. Ogni operatore dice una cosa diversa 🙁

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Fondamentalmente è la stessa cosa. Il naspicom può tranquillamente essere utilizzato dal disoccupato per inoltrare una comunicazione in merito alla domanda di NASpI, semplicemente compilando il campo NOTE nell’ultima pagina.

  125. Lexya Maggio ha detto:

    Buona sera io ho lavorato come dipendente di una azienda da gennaio a luglio 2016 ma è stata la mia prima esperienza lavorativa effettiva. Posso comunque avere la disoccupazione?

  126. eleonora.5 ha detto:

    Buonasera,
    mi trovo in una situazione complicata: ad ottobre 2015 ho richiesto la Naspi tramite un patronato in seguito al mio licenziamento per giusta causa.Ci sono state diverse lungaggini da parte dell’Inps e la richiesta mi è stata rifiutata per poi essere impugnata dal patronato.Nel frattempo io sono entrata in stage in azienda pagata coi voucher (dicembre 2015-gennaio 2016-febbraio 2016)Ho avvertito il patronato che mi ha assicurato che l’importo dei voucher non avrebbe compromesso la Naspi, che comunque non era stata ancora approvata.A Marzo 2016 vengo assunta in azienda tramite agenzia interinale con un contratto di 3 mesi.La responsabile risorse umane mi dice che provvederà l’agenzia a comunicare all’inps la mia nuova posizione, comunque avverto il patronato che mi dice di inviare loro copia del contratto e che provvederanno ad inviarlo all’inps:così ho fatto anche per i successivi rinnovi ogni 3 mesi, l’ultimo mi scadrà il 30 settembre.Il primo agosto,senza nessuna comunicazione dell’inps ricevo un bonifico da parte loro.Chiedo al patronato perchè il numero verde dell’inps è impossibile da contattare,sempre in attesa.Mi dicono che è la naspifinalmente sbloccata dei mesi in cui non ho lavorat (da ottobre 2015 a marzo 2016)o.Oggi però ricevo la comunicazione dell’inps dell’approvazione naspi e i mesi per cui mi hanno erogato la naspi (e che mi stanno ancora erogando)sono i mesi da ottobre 2015 ad agosto 2016!Vado quindi sul sito dell’inps e trovo la conferma, ma sullo stesso sito trovo anche la mia posizione contributiva in cui sono elencati i mesi lavorati con l’agenzia interinale.Nella comunicazione dell’Inps trovo il modulo per sospendere o annullare la prestazione naspi, ma la naspi me l’hanno approvata ed erogata dopo che avevano già ricevuto comunicazione del mio rapporto di lavoro!Cosa devo fare?Mi richiederanno i soldi erogati?Cosa devo comunicare all’inps? E’ ovvio che la mia comunicazione arriva ben dopo il mese dal primo contratto di lavoro, ma questo perchè allora la Naspi non era approvata ed io comunque la comunicazione al patronato da trasmettere all’inps l’ho fatta!Ed all’inps questo rapporto di lavoro comunque risulta ed è documentato!Potete aiutarmi per favore,scusate la lunghezza della richiesta.Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Eleonora, intanto premetto che per i voucher c’è un limite di 3000 euro annui netti da non superare se si sta percependo la NASpI, e comunque, qualora questo limite dovesse essere superato va fatta la comunicazione all’INPS che provvede a rideterminare l’importo della prestazione. Per quanto riguarda la sua situazione può tranquillamente compilare il modello NASPICOM dichiarando il suo rapporto di lavoro (a meno che questo non sia già stato fatto dal patronato, e a questo punto dovrebbe trovarne copia nel percorso NASpI->Comunicazioni NASpI-com->Consultazione comunicazioni). L’inps le farà avere al più presto un prospetto riepilogativo dell’importo che dovrà restituire(senza alcuna mora), cioè per i mesi da aprile ad agosto se non ho capito male. Lo faccia il prima possibile per evitare che le paghino anche Settembre:) A presto!

  127. Mi.To ha detto:

    Buongiorno, percepisco l’indennità Naspi da febbraio 2016 per la perdita della mia attività principale. Avevo in corso una collaborazione come assistente bagnanti e istruttore di nuovo, (Associazione Sportiva Dilittentatistica) attività che svolgevo nel fine settimana e per poche ore. Nel 2016 ho precipito complessivamente compensi per 1500 (di cui parte erano relativi ad attività svolta nel dic 2015 e gen 206 quindi precedenti a Naspi). Il mio dubbio é la relativa comunicazione ad INPS e che importo devo comunicare (come riferimento principio cassa o i mesi in cui ho svolto tale attività) Se dovessi continuare per la prossima stagione qual è il limite previsto per tali compensi e la compatibilità con la Naspi. Grazie per la cortese risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, come riportato nella circolare INPS:
      “Si precisa inoltre che, in caso di svolgimento durante la percezione dell’indennità NASpI di più attività lavorative di diversa tipologia (autonome, parasubordinate, subordinate, occasionali) che non superino in ciascuno dei predetti settori i rispettivi limiti di reddito imposti per il mantenimento dello stato di disoccupazione, si dovrà verificare il reddito complessivo previsto derivante dal complesso delle attività e ridurre conseguentemente la prestazione NASpI in misura pari all’ottanta per cento di detto reddito complessivo. Qualora la verifica accerti la presenza di un reddito complessivo proveniente dalla somma dalle attività svolte in vari settori superiore a quello massimo consentito dalle norme vigenti per il mantenimento dello stato di disoccupazione (euro 8.000), la prestazione NASpI dovrà essere posta in decadenza.”

      Ci sono però due appunti da fare: il primo riguarda il limite di reddito per le attività di collaborazione dovrebbe essere di 4800 euro, 8000 euro per il lavoro dipendente. Il secondo è relativo alla decurtazione dell’80% di cui si fa riferimento, decurtazione che al momento sembra non essere applicata.
      Il reddito a cui si fa riferimento è quello dell’anno in corso ma, sinceramente, qualora dovesse ricevere compensi a cavallo tra un anno e l’altro non saprei dirle se si considera l’anno in cui HA PERCEPITO il compenso o l’anno a cui il compenso SI RIFERISCE.

  128. Gariel ha detto:

    Salve, sono un insegnante con contratto terminato il 30/6. Fatta la domanda di naspi il 6/7 non percepisco ancora nulla.
    Adesso la scuola mi ha chiamato per fare gli esami di riparazione con relativo contratto e retribuzione. Durerà 2 giorni e 1 giorno: 2 contratti distinti.
    Ora, ho capito che devo comunicarlo con naspicom, ma: come faccio a calcolare il reddito percepito annualmente se il contratto dura 2+1 giorno? Devo inserire solo i soldi che percepirò in quei giorni?
    Probabilmente poi la scuola non mi pagherà neppure quest’anno, ma tra due o tre (funziona così purtroppo….), io devo dichiararlo comunque quest’anno?
    Grazie

  129. rmartorano ha detto:

    Buonasera,
    ho lavorato dal 03/06/2015 al 02/12/2015 ho fatto domanda di Naspi che mi è stata approvata, successivamente ho avuto un nuovo contratto a tempo determinato e non sapendo che per contratti di durata non superiore a 5 mesi la Naspi si riattiva in automatico, ho ripresentato domanda.
    La precedente mi è stata chiusa e adesso la seconda e’ in attesa di istruttoria.
    Al Call Center mi hanno detto che non cambia nulla.
    Vi risulta?
    Ad oggi la mia domanda presentata il 01/07/2016 on-line è in attesa di istruttoria
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, che la precedente è chiusa gliel’hanno confermato in sede? Le chiedo questo perché di solito non è una procedura che viene seguita, nel senso che di norma viene annullata la nuova domanda e ripristinata la NASpI sospesa. Comunque non cambia nulla, semplicemente durerà di più. A presto!

  130. emanuele vincenzi ha detto:

    Buongiorno, sto aspettando di ricevere la disoccupazione, in questo periodo mi sono recato all’estero per un piccolo viaggio di 4 giorni senza percepire nessun reddito. È necessario che io lo dichiari? Grazie mille, cordiali saluti, Emanuele.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Emanuele, no, non credo proprio 🙂

  131. Marina Azzola ha detto:

    Buongiorno,

    io ho fatto richiesta di Naspi il 1 luglio e al momento non ho ancora ricevuto alcuna somma. attualmente risulto disoccupata perchè il mio contratto di insegnante si è concluso il 30 giugno. quest’anno ho anche lavorato in università con un contratto di ricerca che è terminato il 17 giugno. Voi sapete se tale contratto presso l’università può causare la perdita del diritto della Naspi? Esiste un limite di reddito (maturato in corso di occupazione) che può negarti la disoccupazione?
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve marina, se lei si è rioccupata nel periodo in cui ha richiesto la disoccupazione avrebbe dovuto compilare il modello naspicom dichiarando quelle giornate di lavoro. Se non l’ha ancora fatto le consiglio di farlo il prima possibile in modo tale che l’INPS possa procedere con la lavorazione della domanda (in quanto, se vedono un rapporto di lavoro attivo sospendono la domanda).

  132. Angela Menga ha detto:

    Buongiorno
    Il 30.10.15 ho richiesto la disoccupazione dopo aver lavorato stagionale sei mesi e mi è stata accettata. Successivamente ho lavorato prima un solo mese e la domanda è rimasta attiva e ho continuato a percepire l indennità. A maggio invece sono stata assunta per un contratto indeterminato con due mesi di prova. Dopo i due mesi quindi il 02.07.16 mi hanno licenziata per nn superamento della prova. Ho cosí chiesto a sindacato e INPS se dovevo fare qualcosa e m hanno detto che la domanda si riattivata regolarmente. a fine luglio non vedendo accreditato nulla sono andata all INPS e ho chiesto informazioni. Mi è stato detto che la precedente domanda è stata chiusa. Voglio sapere come mai? Se ho lavorato solo due mesi?loro dicono che essendo interminato per loro è superiore a sei mesi quindi si blocca.
    Ora ho fatto una nuova domanda ma il 04.08.16 quindi dopo gli 8 gg dal licenziamento quando percepirò i soldi e sarà attiva secondo voi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Strano, solitamente in questi casi dovrebbe riattivarsi, ma da quello che ci raccontate sembra che ogni sede INPS si gestisca un po’ le cose a modo suo. Comunque i tempi di lavorazione sono di circa 30/40 giorni in media.

  133. Alessia Bertuca ha detto:

    Buonasera, sto percependo la Naspi da Febbraio 2016. Mi è stata fatta una offerta di lavoro in Spagna, e ho già cominciato le procedure per iscrivermi alla previdenza sociale spagnola e richiedere il NIE. il contratto prevede una contribuzione mensile di 750 euro e ha una durata determinata per 6 mesi a partire dal primo settembre 2016. Quando e come devo comunicarlo all’inps? ce ne è bisogno o avviene in maniera automatica? Grazie mille per il vostro servizio, cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessia, la comunicazione va fatta entro 30 giorni dall’assunzione.

  134. mattia vrech ha detto:

    Buonasera,
    Sono un lavoratore dipendente a tempo determinato, il mio contratto terminerà 31 dicembre 2016 e a settembre vorrei scrivermi all’università.

    Avrò diritto alla naspi?

    Vi ringrazio anticipatamente per l’aiuto.

    Mattia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve mattia, certamente 🙂

      1. Salve, ho iniziato a percepire la naspi il 03/03/2016 e mi è stata bloccata in automatico il 02/05/2016 quando mi è stato fatto un contratto agricolo a tempo determinato fino al 16/07/2016. Il blocco è avvenuto in automatico, ma il riavvio a quanto pare no. Una ragazza al contact center mi ha parlato della comunicaz. naspi-com, secondo voi è questa la soluzione nonostante tutto il tempo passato oppure c’è altro da fare. Ancora, il giorno 03/08/2016, cioè circa 20 giorni dopo che saarebbe dovuta ripartire la naspi mi è stato fatto un altro contraatto ssimile durato fino aal giorno 24/08/2016. In questo caso come dovrei gestirla? dovrei comunicare tutti e due i contrtti???? l’anno scorso con l’aspi mi sono ritrovto nell stessa identicaa situazione ma si sbloccò tutto in utomtico….illumintemi per favore. GRAZIE MILLE X LA PAZIENZA!!!!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Certamente, c’è da compilare il naspi-com, anche se in ritardo l’autodichiarazione va fatta. Vedrà che le pagheranno il periodo arretrato e la prestazione si riattiverà al termine di questo nuovo rapporto di lavoro. A presto!

    2. fabio ha detto:

      Ho fatto domanda di Naspi che mi è stata accolta dieci giorni fa. Essendo dirigente di una squadra di calcio a 5 ho dovuto dichiarare che per l’anno 2016 il mio reddito presunto è zero. Devo farlo anche per l’anno 2017 e se si quando?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, se ha una partita IVA o altra posizione INPS da cui però non percepisce reddito è tenuto a fare la comunicazione anche per il 2017 entro il 31/01. A presto!

  135. Marco Donato ha detto:

    Buongiorno dal primo Gennaio 2016 ho terminato la mia attività lavorativa e ho fatto la domanda di pensione anticipata in quanto mi era stato detto che avevo i requisiti per richiederla, nel frattempo ho richiesto anche il nuovo naspi che mi è stato accettato per non rimanere del tutto scoperto in attesa che mi venisse riconosciuta la pensione dopo 6 mesi mi è arrivata la risposta della pensione che mi è stata respinta senza specificare il perchè ora volevo sapere se dipendeva perchè prendevo il naspi grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marco, teoricamente non dovrebbe essere questo il motivo in quanto al momento della finestra la naspi dovrebbe sospendersi e attivarsi la pensione. Mi sembra strano che nella lettera di reiezione non ci sia la motivazione della reiezione, le consiglio comunque di contattare il numero verde e fissare un appuntamento con la sua sede INPS. A presto!

  136. Buongiorno,

    Percepisco la Naspi da Marzo 2016 e attraverso il modulo Naspi-Com ho interrotto l erogazione della prestazione nei brevi periodi in cui ho avuto nuovi rapporti di lavoro. Ho appena concluso un rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato di un mese e mezzo dimenticando di comunicarlo all ‘ inps con il suddetto modulo. Al momento ho ricevuto un bonifico Naspi a copertura del periodo in cui ero occupato. Cosa succede adesso? Posso comunicarlo comunque anche se sono passati più di 30 gg? L’ inps mi richiederà indietro il denaro percepito?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve francesco, faccia al più presto la comunicazione. Se sta ancora percependo la NASPI, l’INPS semplicemente farà un conguaglio con le giornate pagate indebitamente e quelle rimanenti.

    2. Veronica84 ha detto:

      Buongiorno avrei due domande
      1)Il limite di compatibilità per la Naspi con la prestazione occasionale pagata con la ritenuta di acconto è di 4800 euro lordi l’anno o di 3000 euro lordi l’anno?
      2)Dato che che con la prestazione non si firma nessun contratto ma solo la ricevuta di pagamento in cui si dichiarano le ore svolte e il pagamento lordo e netto ricevuto, quanto conviene fare la comunicazione all’inps?Dopo il ricevimento del pagamento o non appena inizia l’attività?
      Chiedo questo perchè nel caso si verifichino ritardi nei pagamenti, rischio di comunicare una previsione di reddito per l’anno in corso e magari non si rivela tale ma molto inferiore.
      Cosa consigliate?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Sotto i 3000 euro la prestazione non subisce variazioni, sopra i 3000 dovrebbe essere ricalcolata (per difetto, ovviamente) o sospesa. Essendo lavoro occasionale credo che la comunicazione possa tranquillamente essere fatta a pagamento ricevuto.

    3. vforvaleria ha detto:

      Buonasera
      ho fatto richiesta per la Naspi a Maggio 2016 e ho iniziato già a percepirla.
      Attualmente non sto lavorando e da gennaio 2017 ad aprile 2017 mi recherò in Thailandia con visto turistico di 3 mesi.
      Il mio dubbio, che gli operatori del call center dedicato dell’inps non sanno risolvere, è:
      a. se devo comunicare che espatrio anche “solo” per tre mesi con visto turistico (quindi non per lavoro)
      b. nel caso dovessi comunicarlo, posso sapere se la Naspi verrà solo SOSPESA per il periodo in cui mi troverò all’estero e che NON DECADA il diritto a percepire i restanti mesi che mi spetterebbero una volta rientrata in Italia?

      Premetto che io non voglio percepire soldi mentre sono “in vacanza” se questo non mi spetta, ma vorrei avere il diritto di riprendere la Naspi per i mesi che mi spetterebbero (visto che mi spetta per due anni e mi sembrerebbe un peccato perdere questo diritto).
      Grazie in anticipo
      Valeria

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Valeria, premesso che l’indennità rappresenta un sostegno al reddito in cambio di una “promessa” da parte del percettore per la ricerca attiva del lavoro (a tal fine è stato posto l’obbligo del patto di servizio), quel che più lega i percettori di disoccupazione alla madrepatria è proprio la disponibilità al lavoro durante il periodo coperto dalla NASpI. Il punto è che qualora dovesse essere contatta per un lavoro dal CPI (evenienza al limite della fantascienza, ora come ora) e non dovesse presentarsi potrebbe perdere il diritto alla prestazione. Quando compilate la domanda, tra l’altro, dichiarate espressamente di impegnarvi a comunicare all’INPS l’espatrio. La NASpI può essere percepita all’estero per massimo 3 mesi, superato questo limite la prestazione decade.

  137. Titty ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    innanzitutto volevo fare i complimenti per il Vs. sito e per le Vs. delucidazioni perche’ a volte l’Inps da’ pareri discordanti e si possono perdere delle importanti agevolazioni.
    Volevo sottoporre il mio caso e chiedo anticipatamente scusa se il tema fosse stato trattato gia’ da precedente richiesta di altro utente e non sia riuscita io a vederlo qui.
    Sono in disoccupazione Naspi fino ad Aprile 2017, se nel frattempo dovessi incorrere in una gravidanza certificata a rischio, avendo gia’ avuto due precedenti aborti, posso sospendere la Naspi e entrare subito in maternita’ anticipata oppure posso solo richiedere quella obbligatoria, come da risposta di un operatore INPS (2 mesi precedenti il parto e 3 successivi)? Nel caso possa richiederla potete comunicarmi l’Iter giusto per non incorrere in qualche errore che non me ne darebbe piu’ diritto?
    Ringrazio anticipatamenti per la gentile risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, è importante un principio per poter percepire la disoccupazione NASPI e cioè quello della capacità lavorativa: se non si può lavorare (a causa di malattia o gravidanza a rischio o obbligatoria) non si può neanche percepire la disoccupazione. Sarà suo onere, in tal caso, fare domanda all’INPS di maternità anticipata e al contempo sospendere la naspi con il modello NASPICOM. Come da sito INPS, incollo:
      Maternità
      A CHI SPETTA
      -alle disoccupate o sospese se ricorre una delle seguenti condizioni (art. 24 T.U.):
      -il congedo di maternità sia iniziato oltre 60 giorni dall’ultimo giorno di lavoro, ma sussiste il diritto all’indennità di disoccupazione, alla mobilità oppure alla cassa integrazione.
      Le spetterebbe, quindi, sia la anticipata sia l’obbligatoria. A presto!

  138. Fabio Benini ha detto:

    SALVE,SONO IN DISOCCUPAZIONE DA APRILE, HO SOSTENUTO UNA PROVA DI LAVORO DI 4 GIORNI DAL 01/08/16 AL 04/08/16 CHE NON E ANDATA A BUON FINE .LA MIA DOMANDA :COME MI DEVO COMPORTARE?DEVO COMUNICARE ALL’INPS DELL’AVENUTA PROVA OPPURE NO ? GRAZIE

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certo, la deve comunicare compilando il naspicom.

    2. Fabio Benini ha detto:

      SALVE,LE CHIEDO QUESTO: NEL MODULO NASPICOM ALLA VOCE CHE DICE ,PREVEDO DI TRARRE UN REDDITO PARI A…..COSA DEVO COMPILARE VISTO CHE HO FATTO SOLTANTO 4 GIORNI DI PROVA ? CHE SOMMA? POI IL MODULLO SI DEVE SPEDIRE TRANE RACCOMANDATA ,OPPURE SI PUO PORTARE DI PERSONA? GRAZIE MILLE

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, il modulo può anche essere consegnato di persona o ancora meglio ONLINE con il pin dispositivo. Nel reddito deve mettere l’importo percepito per quei 4 giorni di lavoro.

  139. GIANLUCA LICATA TISSI ha detto:

    Salve, una domanda: chi percepisce la naspi, nel frattempo, può percorrere un percorso di studi all’università? O si perde il diritto?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gianluca, la Naspi è incompatibile solo con rapporti di lavoro quindi per gli studi non ci sono problemi.

  140. Lizzie Siddal ha detto:

    salve,
    il 30.06.2016 mi è scaduto il contratto di lavoro (tempo determinato) il 4 luglio ho fatto domanda di Naspi, premetto che ho lavorato per oltre 4 anni con contratti indeterminato e determinato per altre azienda.
    da dicembre 2015 però sono amministratore e socio non lavoratore di una srls, dalla quale però non percepisco compensi poichè non vi sono utili per ora purtroppo.
    riceverò la naspi poichè compatibile oppure mi verrà rifiutta la domanda e non percepirò nulla semplicemente perchè risulto nella p.i. della srls? l’imps mi disse che non avendo compensi e non superando i 4800 euro percepirò mensilmente la naspi, mentre al caf, dove mi sono recata per fare la domanda naspi, dove ovviamente ho comunicato il tutto, mi hanno datto di dichiarare in un modulo di essere amministratore e socio non lavoratore con reddito inferiore a 2400 euro. è corretto? non mi sono sembrati molto preparati in merito.
    sostanzialmente avendo perso il lavoro come dipendente pur essendo socio e amministratore non ho redditi e non saprei come fare nel caso in cui non mi venga accolta la naspi.
    ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve dichiarare che da questa attività percepisce redditi pari a zero:) A presto!

      1. paval ha detto:

        Salve mi chiamo paval o ricevuto il naspi 31/05/2016 apoi o trovato un lavoro ,o lavorato 2giorni come prova, pero la cooperativa senza sapere a fatto 3 mesi di contratto, pero sono andato al centro Dell impiegò e risulta che non lavoro dal 06/06/2016.per favore datemi una risposta.sono andato al INPS pero ancora risulta che sto lavorando ma com’è possibile? al centro di impiego non risulta che lavoro.o il foglio de la centro di impiego o cessato il lavoro 06/06/2016.per favore datemi una risposta. Grazie. Distinti saluti.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, non sappiamo aiutarla purtroppo. Se lei ha un contratto di lavoro di tre mesi le possiamo consigliare di consegnarne una copia all’INPS e una copia al Centro per l’Impiego. Se non ha una copia del contratto se la deve far dare dal datore di lavoro. A presto!

  141. Linda Chirico ha detto:

    Buongiorno
    Vorrei per favore sapere una cosa
    Sono un insegnante in disoccupazione nei mesi estivi, ma dall 8 al 31 di questo mese mi hanno fatto un contratto avventizio in agricoltura che mi garantisce 5 giorni di lavoro non meglio specificati. Infatti le giornate dipenderanno dal clima.
    Per la compilazione di naspi com ho 30 giorni dalla inizio del rapporto di lavoro o 30giorni da quando ho effettivamente svolto la prima giornata di lavoro?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Linda, di quale mese parliam o? Luglio o Agosto? Comunque l’importante è comunicarlo entro la fine del mese, di modo che l’INPS, al momento del pagamento del mese precedente abbia già le vostre giornate di lavoro. A presto!

  142. me stesso ha detto:

    Buonasera,
    Sono stato licenziato il 13/7 per superamento del periodo di comporto e sono tuttora in malattia sino al 31/7. Al termine presenterò domanda naspi. Al call center ogni operatore mi da una risposta diversa e vorrei sciogliere alcuni dubbi:
    – devo farmi rilasciare un certificato medico che attesti la mia guarigione e inviarlo alla sede inps visto che on line non accettano certificati medici o non serve?
    – devo allegate carta identità, lettera licenziamento, ultime buste paga, codice fiscale, patto di servizio, did, modello s63 per certificazione iban da parte della banca.. ho dimenticato qualcosa?
    -per la ricerca dei requisiti, come da circolare inps, è confermato che non vengono considerate le settimane di malattia siano esse integrate o meno dal datore di lavoro?
    -visto che l’azienda mi corrisponderà l indennità sostitutiva di preavviso, presumo che la naspi partirà al termine più le 8 giornate (nel mio caso fine agosto/primi settembre).
    – per la ricerca dei requisiti si andrà a ritroso dalla data di licenziamento o dal termine malattia?
    – devo far riferimento alla sede inps dove sono domiciliato o a quella di residenza?
    Scusate le tante domande ma finora nessuno ha saputo rispondere in modo univoco.
    Rimpiango i tempi in cui la domanda si presentava alle sedi inps direttamente.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in ordine:
      – sì, deve consegnare all’INPS un certificato di riacquisita capacità lavorativa
      – il modello sr163 timbrato e firmato dalla banca insieme ad un documento d’identità va inoltrato tramite mail (ne abbiamo parlato qui); la DID è nella domanda di NASPI; lettera di licenziamento e ultime buste paga se vuole può allegarle alla domanda, non è obbligatorio ma consigliato; il patto di servizio va sottoscritto con il Centro per l’impiego dopo aver presentato la domanda.
      – le settimane di malattia non sono considerate
      – esattamente, nella domanda dovrà indicare ho diritto/ho percepito l’indennità di mancato preavviso, la decorrenza partirà al termine del preavviso
      -per la ricerca dei requisiti si va a ritroso a partire dalla data di presentazione della domanda
      -deve far riferimento alla sede di residenza
      Comprendiamo il disagio, sono davvero tante cose da sapere. E pensare negli anni 60 ci facevano i film sulla burocrazia…
      Speriamo se non altro di esser stati esaustivi. A presto!

      1. me stesso ha detto:

        Buongiorno,
        grazie mille per le esaustive risposte.
        Devo ancora presentare la domanda telematica naspi, tuttavia mi sono già recato al centro per l’impiego e ho sottoscritto il patto di servizio e il did, spero questo non sia un problema.
        Oggi mi recherò dal medico di base per chiedere il rilascio del certificato medico di ristabilita capacità lavorativa, quest’ultimo lo posso scannerizzare e inviare tramite pec alla sede inps di residenza o esclusivamente consegna a mano o raccomandata?
        Per quanto riguarda il modulo sr163, io ho una banca in line, pertanto lo compilerò e inverò lo screenshot dell’iban a me intestato della pagina internet. corretto?
        grazie infinite e scusate per le mille domande ma più passa il tempo e più aumenta la burocrazia.. alla fine la parte telematica così tanto decantata mi rendo conto che diventa solo una proforma.
        grazie mille per il servizio.
        cordiali saluti

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Il certificato va consegnato in originale mentre lo screenshot può mandarlo tramite mail allegando un doc d’identità. Per il resto concordo pienamente, la burocrazia fa parte della nostra storia ormai, sarà davvero difficile liberarsene…A presto!

  143. Luciana Villella ha detto:

    Gentilissimi,
    innanzitutto complimenti per la qualità del servizio.
    Avrei bisogno di una conferma, nell’eventualità in cui ci si rechi all’estero per un periodo breve (inferiore ai tre mesi) non è necessario compilare il modulo di Naspi-com, vero?
    Mi pare di aver capito cosi’ dagli ultimi commenti, ma non vorrei sbagliarmi. Eventualmente potreste indicarmi il riferimento?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Esattamente, l’importante è che non si lavori all’estero, altrimenti c’è bisogno del naspicom. Occhio solo alla disponibilità che avete dato al centro per l’impiego. Se vi chiamano per fare corsi o firmare il patto di servizio bisogna essere disponibili.

    2. Sara Pigna ha detto:

      CIAO! io lavoro stagionale in trentino inverno e poi adesso mi hanno assunto anche in estate; vengo assunta e licenziata, quando sono stata licenziata a marzo sono rientrata a trieste e ho fatto domanda di disoccupazione; poi al 27 giugno sono stata assunta di nuovo ;entro un mese io devo comunicare l assunzione anche se e’ sempre lo stesso datore di lavoro?…

  144. Nicole Scagliarini ha detto:

    Salve,
    ho un problema. A febbraio 2016 avevo fatto richiesta per la Naspi. Poi ho trovato un lavoro subordinato che mi offriva un iniziale contratto di 3 mesi (dal 01/03 al 30/05). Ho comunicato l’inizio del lavoro alle sedei competenti nelle tempistiche previste e infatti l’erogazione della naspi è stata sospesa.
    Il 23 marzo mi sono dimessa (con nuovo modulo online) perchè ho trovato un nuovo lavoro che ho iniziato in data 4 aprile. Lavoro subordinato a tempo determinato (3 mesi + proroga di 4) tutto regolare ecc.
    Ora, il problema è che ho ricevuto ieri un bonifico da INPS con causale indennità NASPI per giorni 30 riferita al mese di giugno (mese in cui lavoravo, perchè lavoro regolarmente dal4 aprile).

    Cosa devo fare? perchè risulto disoccupata? mi ero licenziata per cui no avrei diritto alla disoccupazione in ogni caso… come mai è ripartita? Il mio attutale datore di lavoro ha registrato regolarmente il mio contratto. Cosa devo fare?

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se ci si licenzia da un rapporto di lavoro che ha interrotto la disoccupazione, la prestazione spetta, e riparte in automatico. Avrebbe dovuto comunque compilare modello NASpI-com dichiarando il nuovo rapporto di lavoro. Lo faccia appena possibile chiedendo tempi e modi per la restituzione degli importi percepiti e non spettanti. A presto!

  145. larisa popa ha detto:

    Buon giorno, dal marzo di quest’anno percepisco l’indennità di disoccupazione Naspi. Siccome da oggi mi partirà un contratto occasionale per un mese di prova, vorrei sapere se devo sospendere la ricezione del indennità (e successivamente nel caso non dovessi proseguire con loro farla ripartire) o dato che è solo per 30 giorni non devo dichiarare niente.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il modello va fatto anche solo per 30 giorni:)

  146. Roberto Giordano ha detto:

    Gentilissimi, faccio parte del personale artistico. Sono stato assunto per un mese ed ho fatto domanda Naspi, il calcolo come verrà effettuato ? Per quanto tempo sarò coperto con la Naspi ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Roberto, dovremmo fare un copia/incolla di tutto l’articolo sulla NASPI 🙂 Può cliccare sul link per ulteriori informazioni, rimaniamo a disposizione qualora dovesse avere difficoltà nella comprensione di alcuni passaggi. A presto!

  147. giuseppe1985 ha detto:

    Ciao a tutti e grazie per il contributo che date nel rispondere a tutte le domande…
    Volevo avere un’informazione in quanto sono percettore di naspi e ho iniziato un corso di formazione per disoccupati che prevede un tirocinio retribuito.
    Mi chiedo:
    1. Devo presentare il modulo naspi-com?
    2. Posso sospendere la naspi dal momento in cui inizio il tirocinio e (nel caso in cui l’azienda non dovesse assumermi) riprendere la naspi?
    3. Come devo muovermi?

    Grazie per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe, il tirocinio è compatibile con la disoccupazione a meno che non si tratti di un tirocinio retribuito con GARANZIA GIOVANI, che prevede già un’indennità e quindi non è compatibile con la NASPI. Dunque se non è con garanzia Giovani non deve fare nulla, l’importante è che non ci sia versamento contributivo da parte dell’azienda, ma non credo altrimenti non avrebbe senso un contratto di tirocinio.

      1. giuseppe1985 ha detto:

        Salve,
        Confermo che non è GARANZIA GIOVANI, ma un corso x disoccupati over 30. Resta il fatto che il tirocinio/stage sarà retribuito. Vale ciò che avete risposto prima? Grazie mille

      2. mariateresarpa ha detto:

        Salve,
        volevo avere un’informazione. Il mio contratto lavorativo è terminato il 30/06/2016 e sono attualmente disoccupata.Nel compilare la domanda ho sbagliato a spuntare la casella ove dice che attualmente svolgo lavoro subordinato a tempo parziale e ci ho messo anche il reddito annuale riferito al lavoro che ho svolto fino al 30 giugno. Come posso modificare la domanda?

        Grazie
        Saluto cordialmente tutti

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, qualunque comunicazione in merito alla naspi, comprese le rettifiche, possono essere effettuate compilando il modello NASPICOM nel campo NOTE:) A presto!

    2. Giulia Alfaroli ha detto:

      Salve, percepirò la naspi fino a marzo 2017, ma ho appena stipulato un contratto di lavoro subordinato che va dal 2 luglio al 31 agosto. Vorrei comunicarlo all’INPS tramite il modello Naspi com e so che ho 30 giorni di tempo (così c’era scritto sulla lettera dell’INPS, quando accettarono la mia richiesta di disoccupazione). Ora, quando vado a compilare il modulo, oltre alle date di inizio e fine, mi richiedono anche una previsione riguardo quanto penso di guadagnare da questa attività. Devo fare una stima approssimativa? e se si rivelasse errata? c’è un modo per sapere con esattezza questa cifra? grazie dell’attenzione! Giulia

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, una previsione sarà errata nel 99% dei casi, altrimenti sarebbe una lettura del futuro:) Sul suo contratto non c’è scritto quanto percepirà mensilmente? Comunque l’importante è non superare gli 8000 euro annui.

  148. Rosario Vella ha detto:

    Gentili amici, dovrò intraprendere un rapporto di lavoro per pochi giorni per lo svolgimento di brevi moduli di Orientamento e Docenza. Al momento soltanto due giornate di lavoro saranno previste, con la possibilità, a breve, di poter lavorare per qualche altra giornata. Sono percettore di Naspi da Agosto 2015. Trattandosi di poche ore di lavoro (al momento solo otto ma con la possibilità che possano aumentare ad una cinquantina…). Cosa dovrò fare? Gli interventi sono calendarizzati per Martedì e Mercoledì di questa settimana.
    Grazie in anticipo
    Rosario

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, di che tipo di contratti parliamo? Iniziano e finiscono lo stesso giorno o continuativi ma a chiamata?

  149. Gianluca . ha detto:

    Buongiorno, in data 04/05/2016 ho effettuato tramite il sito dell’INPS la domanda di disoccupazione NASPI, è tutt’oggi lo stato della domanda risulta sospesa in attesa di istruttoria, ho inviato un messaggio al contact center dell’inps su INPS risponde e mi hanno scritto quanto segue:

    Per il completamento della domanda di NAspi è necessario presentare in Sede autocertificazione dei redditi presunti 2016 derivanti da REA 1326653 e 1344176.
    Premetto che sono stati licenziato il 30/04/2016, ma che risulto amministratore di 2 società senza però percepire reddito, presumo che loro si riferiscano a queste 2 posizioni, quindi che devo fare, devo fare questa autocertificazione mettendo come importi ZERO?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Esattamente Gianluca, dichiari la verità, e cioè che percepisce Zero Euro. A presto! 🙂

  150. Giuseppe Palomba ha detto:

    Buonasera, sono in disoccupazione naspi da gennaio 2016. Sono stato assunto con un contratto agricolo il 2 giugno e al patronato mi hanno detto Ke il modello naspi-com devo compilarlo non appena mi arriva la busta paga…. È vero? La busta paga arriverà intorno al 12 luglio ed entro tale data l’INPS avrà già provveduto al pagamento della disoccupazione del mese di giugno. Come mi devo comportare?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe, se ha firmato un contratto e sta già lavorando il modello naspicom va fatto entro 5 giorni dall’assunzione, o comunque il prima possibile. Cambi patronato!!

      1. Giovanni Mast ha detto:

        Salve. Io lavoro 6 mesi all’anno; ad Aprile é terminato il mio contratto e percepirò la Naspi fino ad Agosto. Quando comincerò a lavorare ad Ottobre non dovrò fare nessuna comunicazione? Né all’Inps e né all’ufficio di collocamento quindi?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Giovanni, ovviamente non dovrà fare nessuna comunicazione in quanto la sua naspi in ottobre sarà già terminata:)

  151. federica rota ha detto:

    vorrei sapere nel caso in cui un percettore naspi con decorrenza di 24 mesi accetti una proposta di contratto di lavoro a tempo determinato con durata di 6 mesi, che tipo di adempimenti dovrà fare all’inps? ed entro quanti giorni dalla data di comunicazione di assunzione agli enti preposti?? la naspi verrà sospesa? dovrà comunicare la nuova occupazione su Naspi.com??? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Federica, il modello naspicom va presentato entro 5 giorni dall’inizio del rapporto di lavoro, se il contratto durerà 6 mesi esatti la disoccupazione verrà sospesa e riattivata in automatico al termine del rapporto di lavoro.

  152. Davide89 ha detto:

    Buongiorno,

    ho presentato domanda di Naspi il giorno 15/2/2016 presso la mia sede INPS di Roma. Da Gennaio ho deciso di trasferirmi a Milano e qui tramite l’Afol (centro per l’impiego) sto svolgendo uno stage presso un’azienda dal giorno 13/4/2016. L’impiegata dell’afol con cui ho firmato il progetto formativo mi ha detto che non ci sarebbe stato bisogno di fare alcuna comunicazione all’INPS e io mi sono fidato. La scorsa settimana, l’INPS ha cominciato ad erogarmi delle somme per quanto riguarda i periodi da febbraio a Maggio di disoccupazione. Ora mi sorgono dei dubbi sulla compatibilità del rimborso spese erogato dall’azienda (500 euro) e la mia indennità di Naspi, dato che anche in rete leggo pareri discordanti. Quindi chiedo, queste due somme sono effettivamente compatibili? Dovrò restituire una parte della disoccupazione? Ringrazio anticipatamente per l’attenzione.

    Davide

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve davide, per quel che ne sappiamo lo stage è interamente compatibile con la NASPI se questo non prevede versamento contributivo e stipendio. Se il suo compenso è classificato come RIMBORSO SPESE non è tenuto alla comunicazione ed è compatibile con la NASPI. Se ha ancora dei dubbi può tranquillamente comunicare lo STAGE all’INPS attraverso il modello NASPICOM. L’INPS ne prenderà atto e continuerà ad erogare la sua prestazione. A presto!

      1. nadia ha detto:

        Buongiorno,
        Percepisco indennità Naspi dal gennaio 2016.
        La settimana scorsa mi hanno diagnosticato una grave patologia (oncologica) e mi opererò tra tre giorni.
        Ho letto che dovrei comunicare con il naspicom sia la malattia che il ricovero, e che ci sarà una sospensione, anche se indica nei primi 60 giorni.
        Cosa vuol dire nello specifico.? Percepirò una indennità di malattia, di quale importo?
        Cosa si intende per malattia?
        La ringrazio anticipatamente per l’aiuto.
        Cordialmente, Nadia

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Nadia, innanzitutto le facciamo i migliori auguri per una pronta guarigione e un in bocca al lupo per l’operazione che dovrà subire. Purtroppo la malattia da disoccupato viene pagata solo se la malattia insorge nei primi 60 giorni dal termine del rapporto di lavoro. Di conseguenza la malattia va comunicata in quanto non si è in possesso della capacità lavorativa, e la legge dice che se non puoi lavorare non puoi neanche percepire la disoccupazione (come se in malattia si potesse campar d’aria…). Se la condizione di salute è molto grave l’unica cosa che posso consigliarle è di provare a fare una domanda di invalidità civile. Rimaniamo comunque a disposizione per qualunque altro chiarimento. A presto!

          1. nadia ha detto:

            Buongiorno e grazie moltissime della sua gentile risposta.
            Sono stata operata è tutto procede bene.
            Ho comunicato il mio ricovero ma ancora no la malattia (il tumore al seno con l’operazione lho tolto, scusi la freddezza delle parole ma credo di subire una grande ingiustizia).
            Ho 45 anni e già dopo l’operazione posso fare tutto in termini di movimenti e ragionamenti, attendo una terapia tra un mese non invasiva.
            Ora le chiedo: se richiedessi l’invalidità (che mi potrebbe aiutare anche a trovare un lavoro tra le categorie protette), é certo che perderei la Naspi.
            Ho letto che c’è la possibilità di scegliere, in termini economici, tra i due trattamenti .
            La ringrazio ancora per la sua disponibilità.
            Buona giornata
            Nadia

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Allora lei può intanto fare domanda di invalidità, il cui iter comunque dura qualche mese. Nel momento in cui viene accolta lei ha anche facoltà di non richiedere il pagamento, ma è importante intanto avere una percentuale di invalidità per l’inserimento nelle categorie protette. Ovvio che finché percepisce la Naspi non le conviene richiedere il pagamento della pensione di invalidità perché questa ammonta a soli 290 euro mensili. A presto!

  153. Marco Vivaldi ha detto:

    Buongiorno, sono in Naspi dallo scorso giugno e lo sarò fino a fine luglio. A fine Aprile sono stato ricoverato in ospedale per un mese, ora sono a casa ma non sono in grado di lavorare almeno per un altro mese. So che devo comunicare la malattia tramite Naspi-com e restituire quanto avuto in quel periodo. Volevo sapere però cosa succede nel momento in cui comunico la malattia. La naspi viene sospesa e percepisco la malattia? Cioè, mi pagano o no? Se si, In che percentuale? Alla fine della malattia riprende la Naspi dove era rimasta? Grazie mille!!!! Buona giornata!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      la NASPI viene sospesa per tutto il periodo della malattia, al termine della malattia dovrà comunicare all’INPS, con un certificato del suo medico, la riacquisita capacità lavorativa, dopodiché la prestazione ripartirà per il periodo rimanente.

  154. Fabrizio88 ha detto:

    Buongiorno
    ho richiesto la DIS COLL tramite Patronato il 4 aprile 2016 e ieri, 4 Giugno, è arrivata comunicazione di accoglimento nella casella postale online dell’INPS allegandomi anche il modello DIS COLL COM

    Ho iniziato a lavorare come commesso in un negozio il 18 maggio senza contratto, pagamento a mezzo VOUCHER
    Ancora NON ne percepisco uno…
    Il primo dovrebbe essere di 300 euro (entro il 20 giugno), il secondo di 700 (entro il 20 LUGLIO!!) e poi non so se il rapporto di lavoro continuerà o meno…non avendo un contratto non posso quantificare la mia permanenza in tale negozio.

    – Premesso quanto detto, cosa devo fare? Devo inoltrare già da ora il modulo all’INPS? Ho solo la versione PDF perchè di cartaceo non ho ricevuto nulla, posso compilarlo online o devo recarmi per forza in un centro INPS?
    – Devo indicare che sto lavorando con voucher in quale voce del modulo? Alla prima domanda del modello (dove si parla di lavoro accessorio)?
    – Non so quantificare il mio reddito futuro, non avendo ancora percepito nemmeno il primo voucher, che cosa indico? So soltanto che mi hanno detto che prenderò 700 euro al mese con i voucher per 3-4 mesi e che poi FORSE mi assumeranno. Ma per 3-4 mesi ho diritto a ricevere la DISCOLL, che io sappia, visto che siamo sotto i 3000 euro. Il problema è che non ho nulla di documentabile al momento nè posso sapere se davvero mi tengono lì 3-4 mesi o se mi fanno stare con i voucher 5,6,7 mesi … insomma… non ho alcuna garanzia!
    – Perchè in fondo al modello chiedono di nuovo il codice IBAN sul quale fare il versamento della DISCOLL visto che era stato già comunicato dal Patronato in sede di richiesta? Finchè non inoltro questo modulo non faranno alcun versamento??

    Grazie per l’aiuto e buon lavoro

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabrizio, compilare il modello discollcom per importi di voucher inferiori a 3000 euro non è obbligatorio, anche se noi consigliamo comunque di farlo. Sul modello trova di nuovo il codice iban perché può essere utilizzato per cambiare le coordinate bancarie, ma se sono sempre le stesse il campo non va compilato. Eventualmente deve, sì, selezionare la voce LAVORO ACCESSORIO. Nel suo caso credo che lei possa tranquillamente evitare di fare la comunicazione considerato che non ha ancora ricevuto nulla! A presto, con l’augurio di un vero lavoro!

      1. Fabrizio88 ha detto:

        Grazie per la risposta. Anch’io ho intepretato la cosa come dite voi. Peccato che al Patronato da cui ho inoltrato la richiesta di dis coll mi abbiano detto quanto segue:
        “Se superi i 3000 euro di reddito devi restituire tutto!”
        RESTITUIRE?!
        io sapevo che se si sopende la discoll ma non che io debba RESTITUIRE quanto avuto se supero i 3000 euro di reddito!
        Tra l’altro, ragionando così allora, non potrò mai essere assunto da nessuno entro fine anno (supererei 3000 euro di reddito in 3-4 mesi) e quindi mi conviene nemmeno cercarlo un lavoro! Anzi, da domani non vado più a lavorare nemmrno coi voucher!

        Ma siamo matti?!

        E alla mia precisa domanda: “quindi devo decidere se andare a lavorare o percepire la dis coll?” mi hanno risposto affermativamente! Cioè che devo decidere se continuare ad andare a lavorare coi voucher o prendere la dis coll. Nel caso decida di continuare a lavorare mi consigliano di interrompere subito il percepimento della dis coll.

        Sono basito

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve fabrizio, al momento non risulta in nessuna circolare INPS questa informazione. Anzi, dalla normativa sulla DIS-COLL si evince che in caso di superamento di 3000 euro derivanti da lavoro occasionale la prestazione viene ridotta. Le faccio un copia/incolla:
          “SVOLGIMENTO DI ALTRA ATTIVITA’ LAVORATIVA E RIDUZIONE DELL’INDENNITA’

          Il beneficiario di indennità DIS-COLL che intraprenda o sviluppi un’attività lavorativa autonoma, di impresa individuale o un’attività parasubordinata o di lavoro accessorio deve comunicare all’INPS entro trenta giorni rispettivamente dall’inizio dell’attività o, se questa era preesistente, dalla data di presentazione della domanda di DIS-COLL, il reddito che presume di trarre dalla predetta attività.

          L’importo dell’indennità si riduce:
          – nei casi di svolgimento da parte del beneficiario di attività lavorativa in forma autonoma dalla quale derivi un reddito inferiore o pari al limite utile ai fini della conservazione dello stato di disoccupazione ( euro 4.800 per lavoro autonomo e euro 8.000 per lavoro parasubordinato)
          – nei casi di svolgimento di attività di lavoro accessorio dalla quale derivi un compenso superiore a 3.000 euro per anno civile.
          In entrambi i suddetti casi, l’indennità è ridotta di un importo pari all’80% del reddito presunto, rapportato al periodo di tempo intercorrente tra la data di inizio dell’attività – autonoma o occasionale di tipo accessorio – ed il termine finale di godimento dell’indennità o, se precedente, la fine dell’anno.
          Il soggetto, a pena di decadenza dalla prestazione, è tenuto a comunicare all’INPS il reddito che prevede di trarre dalle predette attività entro 30 giorni dall’avvio dell’attività stessa o, se preesistenti, dalla data di presentazione della domanda di DIS-COLL.

          L’indennità DIS-COLL è interamente cumulabile con i compensi derivanti dallo svolgimento di lavoro accessorio nel limite complessivo di 3.000 euro per anno civile.”

          In pratica deve compilare il modello dis-coll-com nel momento in cui saprà di aver superato i 3000 euro.
          Un applauso ai patronati ignoranti.
          Trova tutte le informazioni sulla DIS-COLL cliccando qui.
          A presto!

  155. rachid bousaid ha detto:

    Salve io ho fatto la domanda della disoccupazione a dicembre 2015 e stata accolta per 6 mese ho avuto il pagamento di genaio e febbraio il primo marzo ho avuto un contratto di 2 mese sono andato a dichiarare dove ho fatto la domanda della disoccupazioni quando ho iniziato e quando è passato li due mese e mi hanno detto che parte di nuovo subito il mese doppo e sono passate più di un mese e ancora niente .
    Cosa devo fare ?
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ogni mese viene pagato nel mese successivo quindi deduco lei debba ricevere il pagamento del mese di maggio. Dovrebbe riceverlo in giugno. provi a chiamare il numero verde 803164 per verificare se è già disposto. A presto!

  156. samuela melissari ha detto:

    Buonasera. Percepisco la Naspi da aprile e ho cominciato a lavorare con i voucher. Ho chiamato mille volte inps e sono anche andata con il modello Naspi.com e mi hanno dato tutti la stessa risposta che entro i 3000 euro non devo comunicare nulla. Dai 3000 euro netti devo subito comunicare con il modello naspi.com è corretto quello che mi hanno comunicato ?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Samuela, noi consigliamo sempre di mandarlo, anche sotto i 3000 euro, anche se non è obbligatorio. Comunque se all’INPS gliel’hanno rifiutato evidentemente va bene così. A presto!

  157. Elena Grande ha detto:

    Salve, ho cominciato a prendere la disoccupazione da marzo 2016 fino al 26 aprile 2016. dal 27 aprile 2016 ho lavorato per una casa di produzione televisiva per 7 giorni (fino al 4 maggio) per uno stipendio complessivo di 500 euro e il 6 maggio 2016 ho cominciato uno stage pagato 500 euro al mese.
    Ho comunicato all’INPS l’inizio di queste attività lavorative tramite il modulo NaspiCOM.
    Volevo chiedere se ho ancora il diritto a ricevere la disoccupazione oppure no. A fine maggio ho controllato sul mio conto corrente se avevo ricevuto il pagamento ma non ho ricevuto nulla a parte i 154 euro di credito da parte dell’INPS che credo siano relativi al bonus IRPEF (ma non ne sono sicura). Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elena, ovviamente non possiamo sapere quali periodi sono stati liquidati dall’INPS. Verifichi con il numero verde se le mancano gli ultimi 30 giorni, in tal caso chieda di mandare un sollecito per il pagamento. A presto!

  158. Federico Tanci ha detto:

    Buongiorno,

    percepisco la NAspi dal 15.05.2016 sono in Inghilterra per studiare l’Inglese per poi trovare lavoro al mio rientro in Italia.
    Verosimilmente mi fermerò sino al 20.08.2016 (non ho ancora comprato il biglietto di ritorno).

    Vorrei porre le seguenti domande:
    1) Devo inviare all’Inps il modello NASPI-COM SR161?
    2) Se si quando mi consigliate di inviarlo?
    3) La mia indennità verrà decurtata o sospesa per il semplice fatto che invio il medello oppure è necessario che l’inps mi chimi per una politica attiva e non mi presento oppure che rifiuto una congrua proposta di lavoro?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, le consigliamo di inviarlo quanto prima. Non sappiamo esattamente come si comporta l’istituto in questi casi in quanto l’espatrio per studio al momento non è inserito nelle circolari riguardanti la NAspi ma si parla solo di lavoro all’estero. Nella domanda però lei si è impegnato ad informare l’Inps al momento dell’espatrio considerato che il diritto alla disoccupazione viene mantenuto per massimo 3 mesi…

  159. luigi latella ha detto:

    Buongiorno,

    ho effettuato la richiesta di Naspi in data 05/04/2016, ad oggi non ho avuto risposta, e chiamando il numero verde mi viene detto che lo stato della pratica è in esaminazione.
    Ho ricevuto un offerta da una azienda che vorrebbe assumermi dal 01/06/2016 fino al 31/12/2016 utilizzando la ritenuta d’acconto e/o i voucher inps.
    Posso utilizzare entrambi?Sia Voucher per un totale di 2000 netti e poi in seguito la ritenuta d’acconto?Quanto posso incassare dalla ritenuta d’acconto in nero?

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Luigi, può lavorare con voucher o ritenuta d’acconto che sono compatibili con la NASpI fino a 3000 euro, dopodiché l’Inps provvederà a decurtare la prestazione di NASpI in base agli importi percepiti

    2. luigi latella ha detto:

      Grazie per la risposta, volevo chiedervi invece, se era possibile iniziare un tirocinio o uno stage, no in garanzia giovani, il tirocinio o stage non sarebbero retribbuiti, avrei solo dei buoni pranzi e dei rimborsi spesa, è possibile continuare a percepire la Naspi?

  160. ylenia Pavan ha detto:

    Buona sera,
    percepisco la Naspi da Gennaio 2016, dovro’ cambiare domicilio da Milano alla prov di Alessandria, devo dare comunicazione all’inps? se la devo dare basta il Naspi.com? o occorre fare altro?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, le consiglio di compilare modello naspicom e aggiornare l’anagrafica sul sito dell’INPS se è in possesso del codice pin. In alternativa contatti il numero verde per darne comunicazione e procedere alla variazione. A presto!

      1. ylenia Pavan ha detto:

        Grazie
        saluti

  161. Sonny B ha detto:

    salve. nel agosto 2015 ho fatto domanda per la naspi a seguito licenziamento, e mi è stata regolarmente accettata ed erogata. contestualmente ho dichiarato che da alcuni mesi addietro avevo iniziato attività autonoma, ma che per il 2015 il reddito presunto sarebbe stato pari a zero (trattandosi di nuova attività, è purtroppo comprensibile).
    per il 2016 non mi stanno erogando piu la naspi. mi dicono che dovrei comunicare anche per il 2016 il reddito presunto.
    le domande che ci pongo sono le seguenti:
    – devo fare la naspicom? e quale voce devo segnalare, non essendo una nuova attività, ma una gia comunicata.
    – se il reddito presunto è diverso, ma comunque entro i limiti previsti, come ci si deve comportare?
    – i 30 giorni entro i quali fare comunicazioni, in caso di attività autonoma, decorrono dalla dichiarazione dei redditi?

    grazie anticipatamente
    cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, è vero si devono comunicare i redditi anche per il 2016. solitamente va fatto entro il mese di gennaio, ma provi comunque a farlo. Compili il naspicom dichiarando comunque una nuova attività autonoma ed il reddito presunto.

  162. francesco ciarlo ha detto:

    Buongiorno, vorrei avere chiarimenti in merito al trasferimento dell’indennità di disoccupazione (naspi) all’estero. Io.attualmente percepisco.la naspi da luglio 2015. Ho intenzione di traferirmi all’estero come persona in cerca di lavoro. Il paese in questione è il Regno Unito. Come da procedura ho fatto richiesta all.inps del modulo.portatile u2 che consegnerò entro 7 gg al centro per l’impiego in Uk. La circolare inps prevede che si.ha la possibilità di trasferire l’indennità per un massimo di 3 mesi. Ora il mio.dubbio è questo:cosa succede alla naspi in caso di rioccupazione all’estero in.caso di un contratto a tempo.determinato o in caso di lavoro occasionale. La naspi decade? O viene sospesa? Sono domande fatte da me all’ufficio Inps di Cosenza ma ho avuto risposte vaghe e confuse. La circolare parla di decadenza Naspi in caso.di rioccupazione ma non specifica però il tipo di rioccupazione. Mettiamo il caso che io trovassi un lavoro occasionale del tipo 4 o 5 gg al mese oppure un contratto di un mese, la naspi viene decurtata solo per il periodo in cui lavoro ? oppure decade anche con un solo giorno di lavoro?

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      L’INPS chiarisce che per un rapporto di lavoro a TD la prestazione si sospende e si riattiva al termine del rapporto di lavoro. Per quanto riguarda il lavoro occasionale invece non risulta specificato…ma che tipo di lavoro occasionale è previsto all’estero? Sono mini contratti oppure similvoucher come in Italia? Se sono contratti di un solo giorno vale comunque la regola della sospensione quindi basterà farne comunicazione attraverso il modello naspicom.

      1. francesco ciarlo ha detto:

        Grazie per la risposta. Per lavoro occasionale all’estero mi riferisco all’iscrizione ad alcune agenzie che offrono.lavoro a chiamata. Invece per quanto riguarda il contratto a tempo det. mettiamo il caso che termini dopo la data ultima per la quale è previsto il.mantenimento dell’indennità( nel mio caso 17 maggio -17 agosto) come si regola l’Inps?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          A tal proposito le incollo ciò che stabilisce l’INPS in merito con la circolare numero 142 del 2015:

          “1. Percettore di indennità di disoccupazione NASpI che si reca in un Paese che applica la normativa comunitaria esportando la prestazione (artt. 7, 63 e 64 del Regolamento (UE) n. 883/2004).
          Se la persona disoccupata titolare di prestazione italiana chiede, in applicazione dell’articolo 64 del regolamento CE n. 883/2004, di esportare tale prestazione perché si reca in cerca di lavoro in uno Stato che applica la normativa comunitaria, è tenuta a iscriversi come persona in cerca di lavoro nello Stato in cui si è recata e quindi non è più a disposizione del Centro per l’impiego in Italia. Qualora trovi lavoro in detto Stato si produrrà la decadenza dall’indennità NASpI.”

          Non si fa riferimento a lavoro occasionale, da quello che si evince la prestazione viene mantenuta fino alla data in cui si viene assunti, ma non è specificato con quale tipo di contratto.

        2. Valeria Volo ha detto:

          Ciao Francesco, io ho il tuo stesso dubbio, percepisco la naspi e mi hanno offerto un lavoro+studio di un mese all’estero, Come ri sei comportato alla fine? Hai capito se la sospendono e poi la riattivano?

          Ti ringrazio!

  163. Buondì, avrei una domanda mia moglie è in Naspi da gennaio del 2016, da poco più di due settimane effettua servizio hostess per un’agenzia che la paga con ritenuta d’acconto non è un lavoro continuativo ma ha chiamata in base agli impegni che l’agenzia ha di cui non c’è un calendario prestabilito.
    Come si deve comportare? deve comunicare all’INPS il tutto?
    Grazie in anticipo per la risposta.

  164. Marcello Rovere ha detto:

    Buongiorno,
    io vorrei chiedere alcune informazioni,
    Ho richiesto la Naspi il 3\3\16 Cosa succede se una persona comunica oltre i 30 giorni una prestazione occasionale che sicuramente non supera i 1000 € annui con Ritenuta A. ? (io non ho firmato contratti ne ho ricevuto ancora un euro)
    inoltre sul Mio portale INPS c’è scritto ” Pagamento in corso , ultimo pagamento data 10/05/2016 (IERI) con decorrenza 23\3\16 ” quindi vuol dire che la pratica è stata Accolta? (PRIMA ERA SOSPESA IN ISTRUTTORIA).

    Ultima domanda: alcune aziende mi hanno proposto uno stage con retribuzione più ticket, però se percepirò la NASPI non so come funzionerà perchè in lombardia ho letto che lo stage non viene pagato in questi casi però io mi chiedevo se l’azienda ha il divieto oppure può in qualche modo elargire un indennizzo.

    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marcello, allora se fa la comunicazione della prestazione occasionale anche dopo i 30 giorni non succede proprio nulla, meglio farla tardi che non farla affatto. Per quanto riguarda lo stage, questo è compatibile con la disoccupazione, ammesso che non ci sia da parte dell’azienda versamento contributivo e che la retribuzione faccia riferimento solo ad un rimborso spese. A presto!

  165. Gessica Ghisi ha detto:

    Buongiorno, vorrei chiedere la disoccupazione Naspi ma, io lavoro con contratti a chiamata per le scuole che normalmente non durano più di 3/4 giorni o al massimo una settimana.
    Vorrei sapere come funziona se mi accettano la richiesta di disoccupazione e nel frattempo ho questi contratti a chiamata.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve gessica, il modello NASPICOM esiste proprio per questo. A fine mese si comunicano le giornate lavorate all’INPS e queste vengono decurtate dalla mensilità naspi spettante. A presto!

  166. davidefiol ha detto:

    Buongiorno,
    Vi chiedo un’informazione per la quale non ho trovato risposte specifiche in rete.
    Ho inviato la richiesta Naspi in data 04/05/2016.
    Dal 1/10/2016 intraprenderò una attività autonoma con partita IVA, una ditta individuale, difatti volevo richiedere Naspi in un’unica soluzione ma, dopo aver parlato con il call center INPS,ho capito che mancando 5 mesi all’inizio della mia attività, non avrei potuto richiederla e quindi ho richiesto quella ordinaria mensile.
    La mia domanda ora è: se io sospendo la mia Naspi 30 giorni prima dell’inizio della mia attività autonoma e poi faccio la richiesta per Naspi unica soluzione come aiuto per far partire l’attività , che ovviamente dovrebbe essere corrisposta detraendo i 5 mesi di cui ne ho già usufruito, è una cosa possibile?
    Come potrei tecnicamente fare?
    Grazie per la cortese attenzione

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve davide, non credo proprio si possa fare in quanto la domanda di anticipazione può essere fatta solo dopo l’apertura della partita iva ed entro 30 giorni dalla stessa…

  167. Salvatore Firicano ha detto:

    Salve volevo chiedere, ho fatto domanda per la naspi a febbraio, dopo un mese ho trovato lavoro a tempo determinato per 1 mese è ho dato comunicazione tramite naspi.com allo scadere del contratto mi hanno rinnovato fino al 31-05.
    Non ho rifatto la comunicazione alla naspi.com e mi sono accorto che c’e un pagamento in corso dal 1-04 al 30-04.
    Ho rifatto subito comunicazione in data 5-05 volevo sapere a cosa vado in contro per tale dimenticanza, anche perché pensavo che i rinnovi venissero comunicati in automatico dal datore di lavoro…
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non si preoccupi, non succede nulla, al massimo, al termina del rapporto di lavoro, le conguaglieranno il mese anticipato con il periodo NASPI residuo. Qualora invece dovesse ancora continuare a lavorare l’INPS le chiederà indietro il pagamento erogato indebitamente. A presto!

  168. Daniel Fieni ha detto:

    Buon giorno, ho da poco sospeso naspi in quanto ho iniziato un’attività lavorativa di circa 5 mesi. Volevo sapere se in caso di riapertura naspi, finiti i giorni spettanti, era possibile richiedere la disoccupazione relativa ai 5 mesi di lavoro che sto svolgendo ora.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Daniel, deve provare a rifare la domanda al termine del lavoro ma sinceramente non so dirle se verrà semplicemente ripristinata la vecchia con i mesi residui o se verranno inglobati anche i 5 mesi di lavoro. Provi a chiedere alla sua sede INPS. A presto!

  169. Buonasera,
    al momento percepisco l’indennità di NASpI calcolata dal 29/10/2015. Il 09/05/2016 firmerò un contratto a tempo indeterminato con un’azienda locale che prevede 3 mesi di prova, terminati i quali decideranno se mantenere il rapporto lavorativo.
    Mi sembra di aver ben capito che è necessario che compili e presenti il modulo NASpICOM, ma quali periodi dovrò compilare? Solo i primi 3 mesi e quindi successivamente, alla conferma definitiva, ripresentare tale modulo?
    Vi ringrazio per la celere risposta che son sicuro che riceverò.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Pasquale, se le fanno già un contratto a tempo indeterminato dovrà comunicare quello. La naspi decadrà. Se poi dovessero licenziarla presenterà una nuova domanda e, al fine del calcolo della durata, verranno considerati anche gli ultimi 3 mesi di lavoro. A presto!

  170. Nico Pisci ha detto:

    Buongiorno, a fine febbraio 2016 ho fatto la richiesta per l’indennità di disoccupazione,solo pochi giorni dopo ho iniziato una vendita con un azienda di network marketing, le cifra naturalmente sono basse essendo agli inizi, mi chiedevo se devo presentare qualche notifica all’inps per l inizio di questo “lavoro”, c’è chi mi dice di presentare il modello naspi com entro trenta giorni, ma non Sapendo sono già trascorsi più di 60giorni, voi per caso potete darmi un consiglio? Vi ringrazio anticipatamente!!
    Cordiali saluti,
    Nicola

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Nico, il modello NASPICOM andrebbe sempre compilato in questi casi, ma che tipo di contratto le hanno fatto? A tempo indeterminato o determinato? Quanto lavora e quanto percepisce?

      1. faber74 ha detto:

        salve,io faro’ richiesta di Naspi presso un patronato lunedì prossimo in seguito ad un licenziamento avvenuto circa 15 gg fa.
        Volevo sapere se nel caso avessi delle proposte lavorative(e difatti ne ho avuta una ieri di una prestazione occasionale per un mese di lavoro con ritenuta d’acconto con un compenso di 1000euro lordi) come mi devo comportare.Cioè se posso accettare il lavoro e fare partire la Naspi lo stesso e successivamente fare la comunicazione Naspi-com
        grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Certamente, deve fare così. Le ricordo che il rapporto di lavoro occasionale è compatibile con la NASPI fino a 3000 euro, ma deve comunque fare comunicazione con modello naspicom. A presto!

      2. Bruno ha detto:

        Buongiorno,
        Prendere la NASPI dal 8 settembre 2015. Ho firmato un contratto di prestazione d’opera autonoma ed occasionale (con una cooperativa Italiana) per svolgere attività occasionale e non strutturato di interpretariato presso un centro di accoglienza in Grecia. Il contratto è per un periodo non continuativo (ha una durata dal 01/04/16 al 31/12/16).
        Durante il mese di Aprile ho lavorato 8 giorni tra 18/04 al 26/04 (data effettiva dell’inizio del lavoro: 18/04), e verrò liquidato dopo 60 giorni dietro presentazione di ricevuta fiscale, il compenso è fissato al lordo di ritenuta d’acconto.
        Vorrei gentilmente sapere:
        – Che tipo di comunicazione devo fare al INPS? e quando (quando ricevo il pagamento)?
        – Se devo compilare il modulo NASPI COM, come devo inviarlo a loro?
        – Oltre il compenso per il lavoro, ricevo una diaria per il vitto. Devo dichiararla e se sì, devo presentare gli scontrini delle spese?
        – Cosa devo fare se supero la cifra di € 4800?
        Grazie per la pazienza.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Bruno, il modello NASPICOM va compilato in ogni caso scrivendo esattamente che tipo di contratto ha e quanto percepisce (presunto). Se supera l’importo di 4800 euro questo va comunque dichiarato e la prestazione NASPI immagino che decadrà. Per questi casi particolari, comunque, consiglio sempre di rivolgersi alla propria sede INPS di appartenenza. A presto!

    2. stefaniasm ha detto:

      Mi potete dire se il contratto di stage ha gli stessi effetti del lavoro dipendente?
      Incorro nella sospensione ugualmente?
      Vi ringrazio tanto.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        No, se non c’è versamento contributivo da parte dell’azienda la disoccupazione continua ad essere erogata.

  171. Samantha Corti ha detto:

    Salve,avrei una domanda da fare per avere qualche chiarimento.
    io ho cominciato a lavorare oggi e mi hanno fatto firmare oggi il contratto.
    entro quanto tempo devo comunicare ciò per sospendere la naspi??
    e se supero i 5 giorni a cosa vado incontro?
    grazie in anticipo.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Dunque sono 5 giorni, ma se ritarda qualche giorno non succede niente, al massimo le pagano un periodo non spettante che dovrà poi restituire.

  172. nicola vice ha detto:

    Buonasera, dopo un mese di Naspi, il 07/03/2016 ho compilato la Naspi.com dichiarando l’inizio di un’attività parasubordinata con importo presunto per l’anno in corso di 1000 euro. Ad oggi l’ultimo pagamento Naspi,risale al giorno 11/3 con riferimento ai giorni di Febbraio,poi più nulla. Da quell’attività per inciso non ho percepito nulla ed è ormai terminata. Se come presumo, mi è stata sospesa la Naspi, cosa devo fare per esserne ancora beneficiario e ovviare all’errore da me fatto?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Nicola, le consiglierei di ripresentare il modello NASpI-com in sostituzione del precedente, comunicando le nuove informazioni. A presto!

  173. Anna Castangia ha detto:

    salve. percepisco la naspi da ottobre 2016 circa (licenziata il 31 luglio 2015) e la dovrei ottenere per 17 mesi. il 1 aprile ho iniziato un nuovo lavoro dove mi è stato fatto un contratto da un 1 mese e 14 gg (i 14 gg sono di prova)mi è stato comunicato che il contratto avrà un ulteriore proroga di un mese in quanto ho superato la prova.. che devo fare con la naspi?! devo sospendere?parla solo di contratti superiori a jn mese.. grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Anna, lei deve solo comunicare il rapporto di lavoro all’INPS (e le eventuali proroghe) attraverso il modello naspicom. Provvederà l’INPS a sospenderla fin quando lei lavorerà. Se lavorerà per più di 6 mesi consecutivi la NASPI decadrà e lei dovrà ripresentarne domanda. In caso contrario la prestazione ripartirà automaticamente per la durata dei mesi rimanenti.

  174. Marco Mausoli ha detto:

    Buonasera
    la mia situazione è abbastanza particolare, a Luglio dello scorso anno mi è scaduto il contratto e ho fatto richiesta di disoccupazione, mi è stata accettata e l’ho ricevuta per 2 mesi dopo di che ho trovato lavoro e ho comunicato tramite semplice mail all’inps della ripresa attività lavorativa, per un mese non mi è piu arrivata la disoccupazione poi il mese dopo mi è arrivata quella del mese prima e quella del mese stesso, ho chiesto informazioni telefoniche e mi è stato detto che dovrebbe essere perchè il mio tirocinio da 700 euro è basso ed è piu conveniente ricevere la disoccupazione.
    Detto ciò continuo a percepirla tutt’ora e il mio dubbio è che prima o poi io questi soldi li debba dare indietro, sai dirmi se è una cosa normale? se volessi ricomunicare all’inps che lavoro come devo fare, premesso che ho perso le credenziali per accedere al servizio online?
    grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve marco, il tirocinio è compatibile con la disoccupazione, l’importante è che non sia retribuito con garanzia giovani 🙂

      1. Marco Mausoli ha detto:

        perche? il mio è proprio con garanzia giovani.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Perché sono due prestazioni assistenziali (indennità di disoccupazione e indennità di tirocinio) e non possono essere erogate contemporaneamente. Che io sappia il tirocinio con garanzia giovani è pagato 500 euro al mese ed è erogato dalla Regione attraverso la stessa INPS.

          1. Serena ha detto:

            Salve,
            io avrei lo stesso problema, faccio un tirocinio (no garanzia giovani) retribuito con l’indennità di tirocinio dall’8 di febbraio ma percepisco ugualmente la Naspi.
            Quando ho chiesto all’ufficio di competenza dell’inps della mia provincia mi è stato detto che non c’era bisogno di alcuna comunicazione all’inps in quanto la Naspi risulta prioritaria e che dovevo solo dire al datore di lavoro che percepivo la Naspi.
            Leggendo su internet ho visto che la legge regionale dell’emilia romagna non prevede l’indennità di tirocinio se si percepisce la Naspi quindi mi sto un preoccupando, temo che poi mi toccherà restituire qualcosa perchè è molto probabile che supererò gli 8000 euro per l’anno 2016.
            Io ora che dovrei fare? Dovrei andare dal mio datore di lavoro a dirgli di smetterla di darmi il compenso del tirocinio? Dovrei comunicare lo stesso qualcosa all’inps?
            Grazie.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Serena, il punto è che se il tirocinio è erogato dallo Stato, e non dal datore di lavoro, si tratta di un’indennità, di una prestazione di sostegno al reddito, quindi probabilmente le due cose non sono compatibili. Non abbiamo purtroppo certezza di questo, ma se ha dei dubbi le consiglio comunque di compilare il modello NASPICOM dichiarando il tirocinio, sarà poi l’INPS a verificare se ha ancora diritto alla NASPI o meno. Deve verificare quale delle due retribuzioni è più conveniente, ma io sospenderei la NASPI in modo che al termine del tirocinio possa ancora avere un periodo di naspi disponibile di cui usufruire, mentre se sospende il tirocinio, una volta finita la NASPI non avrà più nulla

    2. Mauro Grosso ha detto:

      /Salve Volevo chiedere un info. In data 06/04/2016 ho presentato domanda per la Naspi ad oggi ancora sospesa in attesa d’istruttoria (premetto che l’importo non supera i 500 euro . Mi chiedo cosa succede se mi propongono un contratto a chiamata a tempo determinato o a prestazione occasionale con ritenute d’acconto?
      1- Perdo la Naspi?
      2- Viene sospesa? ( poi per riattivarla devo ripresentare la domanda? Quindi aspettare sempre 1 mese per la lavorazione?)
      3- Devo comunicare qualcosa all’INPS?

      Vi ringrazio resto in attesa di un riscontro.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Mauro, in ogni caso deve fare comunicazione all’INPS compilando il modello naspicom. Per contratto a chiamata con obbligo di risposta la prestazione si sospende per massimo 6 mesi, se il contratto è più lungo la prestazione decade, dunque dovrà ripresentare domanda al termine del rapporto di lavoro. Per contratto a chiamata senza obbligo di risposta deve comunicare all’INPS (tutti i mesi con modello naspicom) le giornate lavorate, in tal modo la prestazione continua ad essere erogata decurtando le giornate in cui ha lavorato. Per ritenuta d’acconto la prestazione non subisce variazioni se il reddito percepito è inferiore a 3000 euro, ma deve comunque compilare il modello naspicom.

  175. Emanuele Liotta ha detto:

    Gentilissimi.
    Dopo un contratto di 7mesi e 10gg, sono stato licenziato dalla mia azienda in quanto è terminata la mia supplenza (per rientro dell'”avente posto”).
    Presento correttamente la domanda di NASPI dal sito dell’INPS e al momento risulta essere “sospesa in attesa di istruttoria”.
    Ad oggi sono stato ricontattato dalla stessa azienda che mi ripropone un contratto di 4 mesi e mezzo (l’importo lordo sarà di circa 1961eur per mese).
    Cosa succede alla mia domanda:
    1-Non partirà? Sarà ridotta? Potrebbe esser già annullata se non è partito nulla?
    2- Gli 8mila eur indicati nella circolare sono da considerare lordi o netti?
    3- al termine di questo futuro contrattino posso ancora presentare domanda di naspi?
    In attesa di una vostra risposta, vi auguro cordiali saluti!
    EL

    1. Emanuele Liotta ha detto:

      A completezza del messaggio precedente, risulto licenziato dal 20 marzo 2016 (ultimo gg lavorativo il 19) e la domanda Naspi è stata inoltrata all’INPS il 31 marzo. Come detto risulta a tuttoggi “sospesa in attesa di istruttoria”.

      EL

    2. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Emanuele, in ordine:
      1) la domanda verrà accolta e pagata solo per il periodo in cui lei è effettivamente rimasto disoccupato, quindi fino alla data di riassunzione
      2) Gli 8000 euro sono lordi
      3)Certamente 🙂
      A presto!

  176. Mimma Radogna ha detto:

    Salve vorrei un informazione, grazie per la risposta, ho lavorato come operaio presso una dittafino al 21 marzo 2016, il 25 marzo mi hanno messo in disoccupazione, dato che nel 2015 avendo partita IVA ho fatturato da lavoro autonomo 5000 euro, avendo ancora partita IVA quast anno però non ho più fatturato nel 2016, quindi non ho stipendio ne lavoro autonomo quast anno ho diritto alla disoccupazione? Premesso che il patronato per avere la disoccupazione mi sta facendo presentare il reddito autonomo del 2015, e mi ha detto che avendo superato la soglia di reddito nel 2015 sicuramente non ho diritto, allora nel 2016 mi troverò senza stipendio, senza lavoro autonomo e senza disoccupazione, grazie per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Mimma, non credo che l’INPS consideri il reddito dell’anno precedente, ma quello per l’anno in corso, e se è pari a ZERO la prestazione dovrebbe comunque essere confermata. Lei ricorda che importo ha inserito nella dichiarazione del reddito autonomo presunto all’interno della domanda di NASpI? Spero ZERO e non 5000 🙂

  177. Il Conte ha detto:

    Buongiorno, percepisco la Naspi e sono stato convocato come scrutatore per il referendum del 17 aprile. Devo fare comunicazione Naspi-Com?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, considerato che è una giornata lavorativa le direi di sì.

      1. Florena Fumarola ha detto:

        Buon pomeriggio. Vorrei porre una domanda spero qualcuno mi risponda.
        sto percependo la naspi da 3 mesi . Dovrei riceverla fino a giugno. Se volessi fare una sovieta,Una srls, con capitale e senza compenso, devo dare avviso all’inps?. Premetto che la p.i. sarebbe alla società è non a me come persona fisica.
        Poi un’altra domanda. Può succedere che la Naspi venga momentaneamente sospesa per ricalcolo contributi?grazie infinite in anticipo

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, nel caso in cui durante la disoccupazione venga intrapresa un’attività lavorativa di qualunque forma la cosa va comunicata all’INPS dichiarando l’importo del reddito presunto che si prevede di trarre da quell’attività. Se rientra nei limiti la disoccupazione continua ad essere erogata. Verifichi se, nel suo caso, le potesse convenire chiedere l’anticipo della naspi in un’unica soluzione per apertura attività autonoma.
          Il ricalcolo dei contributi durante la prestazione, che io sappia, non viene fatto, se non presentando nuova domanda soddisfacendo comunque tutti i requisiti richiesti.

  178. Gabriel Graur ha detto:

    Buongiorno. Dal fine Febbraio sono disoccupato con domanda per disoccupazione accettata. Vorrei chiedere: se vorrei andare in un’altro paese a cercare lavoro però per 2-3 settimane(non e dato che trovo un lavoro e devo tornare) , devo dichiarare questa cosa al’INPS? Se in queste 3 settimane che sono al’estero sono chiamato dal centro per l’impiego per esempio e non posso andare al colloquio cosa succede? Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gabriel, nella Circolare n. 194 27/11/2015, al punto 5. Misure di condizionalità relative alla fruizione della NASpI – Obblighi di partecipazione alle misure di politica attiva del disoccupato e sanzioni per la loro inosservanza sono esplicati i rischi e le sanzioni per chi non si presenta ai colloqui e ai corsi del contro per l’impiego. Proveremo a fare un articolo a parte a tel proposito. A presto!

      1. Gabriel Graur ha detto:

        Ringrazio per la risposta. Ho telefonato al’INPS e mi hanno detto che per periodi brevi 2-3 settimane non c’è bisogno si compilare il naspi-com. Se il periodo invece supera 3-4 settimane , bisogna compilarlo. Al CPI , dopo aver compilato e firmato la DID , si ha a disposizione 15 giorni per andare e perfezionare la pratica, altrimenti il CPI stabilisce un colloquio ed e obbligatorio presentarsi. Si può fare invece online (con accesso su SistemaPiemonte tramite username, password e Pin) dove si puo perfezionare la pratica di disoccupato (il curriculum CPI) senza bisogno di andare al centro e fare le code di centinaia di persone. Dopo aver fatto questo passo, bisogna solo aspettare una chiamata per una proposta di lavoro o corso di formazione. Io ho fatto tutto online .. DID, patto di servizio, domanda Naspi e questi giorni anche la pratica di disoccupato. Ho provato ad andare al CPI e alle 7:50 di mattina (pensando che l’ufficio apre alle 9) erano già 100 persone davanti a me… pazzesco. Ho fatto tutto online sperando che e tutto OK e che mi trovino un lavoro 🙂 Auguro a tutti quelli che sono in difficoltà, disoccupati e non solo, FORZA!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Grazie per le informazioni Gabriel! A presto:)

  179. Buongiorno,
    Sono disoccupata dal 22/01/2016 e ho fatto domanda di Naspi l’8/03/2016 . Siccome non ho fatto domanda nei primi 7 giorni dalla data di cessazione del rapporto, mi è stato detto che non percepirò Naspi retroattivamente per il periodo 23/01—> 8/03… e infatti mi sono vista accreditare la settimana dall’ 8/03/16 al 15/03/2016… Ora, nella lettera di accoglimento della Naspi c’è scritto che percepirò l’indennità per 207 giorni (circa 7 mesi) con un importo medio che sembra essere stato ricalcolato tenendo conto delle settimane contributive che mi avevano dato già in precedenza diritto alla Naspi. Potete confermarmi che ad oggi, per una Naspi (dopo altro breve periodo di lavoro ) successiva ad una Aspi, vengono riconteggiate quelle stesse settimane ? non vorrei che poi, per errato calcolo me li chiedessero indietro.
    Altro quesito riguardante il modulo Naspi-COM. Dovrei finalmente cominciare un rapporto di lavoro nei primi 10 giorni di Aprile. L’azienda, mi ha inviato un fac- simile del contratto di lavoro e come reddito annuo lordo, risulta una cifra appena superiore a 8000 Euro. So che se il mio contratto è inferiore a sei mesi e il reddito annuo lordo non superiore a 8000 Euro, non devo dare comunicazione mediante il Naspi- com e percepisco la Naspi ridotta. Però non capisco a cosa si riferisce la riduzione perché sul sito dell’inps c’è scritto 80% in meno rispetto al reddito percepito… ma quale reddito? quello della Naspi? Cioè, io dovrei percepire per esempio 600 Euro di Naspi, mi rioccupo e dò comunicazione mediante Naspi-com entro 30 giorni dall’inizio del mio nuovo lavoro. Con il nuovo lavoro percepisco 800 Euro al mese per esempio…vuol dire che ricevo una riduzione dell’80% di 600 Euro (cioè il 20%) quindi 120 Euro?
    Altra cosa, il mio nuovo lavoro prevede un fisso più incentivi… al momento della compilazione della Naspi-Com devo indicare l’importo lordo annuo che l’azienda indica sul contratto o fare una mia stima personale su quale sarà il mio stipendio?
    Chiedo anticipatamente scusa per essere stata un pò prolissa ma avevo queste domande già da tempo e finalmente mi sono decisa a scrivervi.
    Grazie per la pazienza

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve alla prima domanda purtroppo non sappiamo rispondere in quanto non possiamo fare noi i calcoli per conto dell’INPS quindi deve provare a contattare il numero verde 803164 e calcolare la durata insieme ad un operatore. Per quanto riguarda la riduzione, abbiamo visto che ad oggi questa non viene quasi mai applicata (per motivi al momento misteriosi) ma avviene sempre la sospensione della prestazione. Dunque quello che credo è che visto che l’importo supererà gli 8000 euro la sua naspi decadrà completamente. Potrà comunque inoltrare una nuova domanda al termine del rapporto di lavoro. Per compilare il naspi-com dovrà indicare l’importo presente nel contratto. Consideri che è un presunto quindi è normale che non venga indicato l’importo esatto. A presto!

  180. Dariya Koval ha detto:

    Buonasera,
    Volevo chiede, ho percepito la disoccupazione dal ottobre del 2015, adesso ho cominciato il lavoro.
    Non sapevo che bisogna compilare il modulo di comunicazione di inizio lavoro.
    il reddito non supera il 8008 al anno.
    la domanda la disoccupazione sarà interrotta automaticamente oppure io perdo tutti i giorni che non lo prendevo la disoccupazione nei anni precedenti?
    Grazie in anticipo
    Daria

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non perde nulla ma si affretti a compilare il modello NASpI-com. La prestazione verrà sospesa e riattivata al termine del rapporto di lavoro se questo è inferiore a sei mesi. A presto!

  181. geumja ha detto:

    Buongiorno, è la prima volta che chiedo la disoccupazione e ho un dubbio! Mi han accettato ieri la domanda con decorrenza dal 22 gennaio scorso, da quella data ad oggi ho lavorato 3 giorni tramite interinale, devo compilare il modulo naspi per ognuna delle 3 giornate o uno unico? e se si devo barrare l’opzione lavoro subordinato a tempo determinato? Grazie sono un po’ confusa 🙁
    Lara

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve compilare un solo modello comunicando tutte le giornate lavorate e l’opzione è proprio quella 🙂 A presto!

  182. Elisa Dionigi ha detto:

    Buongiorno, sto percependo il Naspi sono stata contattata da un libero professionista per svolgere dei lavori occasionali presso il suo studio venendo pagata tramite ritenuta d’acconto, vorrei sapere se le due cose sono compatibili, se c’è un tetto massimo del fatturato e se devo fare delle comunicazioni, ho provato a contattare il numero verde inps ma non mi hanno saputo dire molto se non riguardo il pagamento con i voucher. Grazie dell’aiuto Elisa.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, per quel che ne sappiamo con ritenuta d’acconto non può superare i 4800 euro annui, a prescindere dalla NASpI. Purtroppo l’INPS non si è ancora espressa in tal senso, ma essendo un compenso esentasse non dovrebbe andare ad intaccare la NASpI. Le consiglio comunque di informarsi presso la sede INPS competente. Il modello NASpI-com dev’essere comunque compilato. A presto!

      1. Pasquale Greco ha detto:

        Salve, ci sono stati chiarimenti da parte dell’Inps o la situazione resta comunque confusa al riguardo?

    2. Mauro Grosso ha detto:

      Ciao scusami ho lo stesso tipo di situazione come hai risolto che ti hanno detto?

      1. Pasquale Greco ha detto:

        Ciao Mauro come si è risolta la tua situazione? lo chiedo perchè si è presentata anche a me e non ho ancora trovato risposte chiare.

    3. Pasquale Greco ha detto:

      Ciao Elisa. Poichè mi trovo nella tua stessa situazione posso chiederti come hai risolto?

  183. Elena Bianchi ha detto:

    Buongiorno,
    Avrei bisogno, gentilmente, di una delucidazione.
    Attualmente sto percependo la disoccupazione come ex dipendente ma essendo però iscritta alla gestione separata(in quanto prima di diventare dipendente mi fecero un cotratto co.co.pro) dovetti firmare l’atto notorio per dichiarare di non aver ricevuto compensi nel 2015 e di non riceverne nel 2016.
    In questi giorni ho ricevuto un’offerta per entrare a far parte come socia in una cooperativa in cui occorre appunto essere iscritta alla gestione separata.
    Cosa mi comporterebbe se mi associassi? Devo compilare il modulo naspi com?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elena, al suo posto considererei l’ipotesi di chiedere l’anticipo della NASpI:

      2.9 Incentivo all’autoimprenditorialità

      2.9.a Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della NASpI può richiedere la liquidazione anticipata in un’unica soluzione dell’importo complessivo del trattamento che gli spetta e che non gli è stato ancora erogato, a titolo di incentivo all’avvio di un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o per la sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico ha ad oggetto la prestazione di attività lavorativa da parte del socio.
      RIFERIMENTO CIRCOLARE
      A presto!

  184. Francesco Corriera ha detto:

    Salve, dal 29 gennaio sono possessore di p.i. , da 2 mesi percepisco l’indennità di disoccupazione, solo adesso sono stato messo a conoscenza del fatto che bisogna comunicare all’inps l’apertura della p.i. , premetto che ancora non ho emesso nessuna fattura.
    Vorrei capire se la naspl mi viene sospesa fino all’avvenuta comunicazione da parte mia o se ho completamente perso i requisiti per beneficiarne non avendolo comunicato. Grazie buona serata.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, comunichi il prima possibile il reddito da lavoro autonomo pari a zero (modulo naspi-com), in modo tale che la domanda possa essere accolta. Altrimenti rischia la reiezione e dovrà poi fare ricorso con ulteriore aggravio della già lunga attesa. A presto!

  185. Attilio mozzillo ha detto:

    Salve,
    ho fatto domanda online all’inps per il sussidio Naspi il 10 di febbraio ed al momento è ancora in elaborazione, nel frattempo dovrei effettuare alcune prestazioni occasionali, e mi vorrebbero pagare tramite bonifico, solo che il committente per cui dovrei fare queste prestazioni vuole la ricevuta d’acconto, e come periodo vuole inserire l’intero mese. H chiamato il contact center inps e mi hanno detto, dopo vari tentennamenti non conoscendo ancora loro le prassi, che dovevo comunicare il tutto tramite modello naspi com, anche se la naspi è ancora in elaborazione e al momento credo sia disponibile solo cartaceo.
    La mia domanda è come posso fare se questo committente mi richiede la presenza più giorni insieme e più mesi attaccati?! c’è un limite di prestazioni tipo 30 giorni? posso rilasciare ritenuta d’acconto? la naspi in questo caso mi viene sospesa oppure parzialmente erogata?
    Diciamo che più che prestazioni autonome, essendo non pienamente occasionali, stando più giorni attaccati, precisamente quasi tutti i giorni se non pure tutti i giorni, credo sia più lavoro parasubordinato. Quindi in merito come dovrei comportarmi nei confronti del mio committente e nei confronti dell’inps per non farmi sospendere la Naspi che è ancora in elaborazione?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il problema non è tanto la durata quanto l’importo che va a percepire. Per quel che ne sappiamo con ritenuta d’acconto non può superare i 4800 euro annui, e il NASpI-com va comunque compilato. Purtroppo l’INPS non si è ancora espressa in tal senso, ma essendo un compenso esentasse non dovrebbe andare ad intaccare la NASpI. Le consiglio comunque di informarsi presso la sede INPS competente. A presto!

  186. SILVIO DANIELETTO ha detto:

    salve probabilmente sara gia stata fatta questa domanda
    io finiro il rapporto con l azienda a fine marzo vorrei andare all’estero per 4/5 mesi per studiare a meta aprile, posso fare domanda naspi e dopo 2mesi sospenderla con il modulo naspi-com, per poi riacquisirla quando torno?
    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non so se al suo ritorno verrà riattivata, ma l’espatrio per più di 3 mesi va sempre comunicato.

  187. Cristian Doria ha detto:

    salve vorrei sapere se per percepire l’ultimo mese di disoccupazione è necessario il modello naspi com perche sono confuso se chiamo il contac center uno ti dice di no e uno ti dice di si che devo fare????????

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Christian, dicono sempre di no ma questo vale se l’ultimo mese è già in pagamento. Se l’ultima mensilità è bloccata fate questo benedetto NASpI-com sennò l’ultimo mese vi arriverà chissà quando 🙂

    2. alessio alessi ha detto:

      dunque, ho chiesto la naspi qualche giorno fa,(quindi la richiesta è ancora in fase di valutazione).ho fatto dei calcoli e mi dovrebbero spettare 6mesi.

      c’e’ questa ipotesi per una nuova occupazione: se iniziassi a lavorare con un contratto a tempo determinato per 4mesi come lavoratore dipendente,lavorando per un totale di circa 10h SETTIMANALI (guadagno stimato mensile 350€) , dovrei comunicare questo nuovo lavoro all’ inps che mi ridurrebbe l’ importo mensile della naspi dell 80%?quindi mi spetterebbero 4mesi in cui prenderei solo il 20% di cio’ che mi spetta piu’ 2mesi di naspi a ‘tariffa piena’?

      se invece non comunicassi niente all’ inps? i 6mesi partirebbero dal momento in cui finirei la nuova esperienza lavorativa sopra descritta?oppure come funziona?

      premetto che ho gia’ chiamato il numero verde inps e mi hanno riferito che si puo’ usufruire della naspi solo lavorando autonomamente. :S

      grazie,attendo delucidazioni

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Alessio, nel suo caso la sua NASpI DOVREBBE essere ridotta dell’80% della sua media retributiva di questi 4 mesi, ma al momento abbiamo riscontrato che nella maggior parte dei casi l’INPS sospende comunque la prestazione per riattivarla al termine del rapporto di lavoro per il periodo rimanente. Le consigliamo comunque di presentare il modello naspicom dichiarando questo rapporto di lavoro. A presto!

  188. Leandro Devilla ha detto:

    Buonasera, se una persona beneficiaria della NasPI, dovesse trovare lavoro in uno stato comunitario dovrebbe trasmettere la comunicazione NASPI-COM all’INPS entro 30 giorni o 5 giorni? La trasmissione dovrebbe essere inoltrata anche se si inizia il periodo di prova o solo al momento della sicurezza dell’ottenimento del lavoro ossia alla firma del contratto?
    Grazie ancora,
    Buonaserata

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se il periodo di prova fa parte del contratto va comunque comunicato. La comunicazione va fatta entro 5 giorni dall’inizio del rapporto di lavoro. A presto!

  189. Daniela Boito ha detto:

    Buongiorno,
    da ex frontaliera sto percependo la Naspi da agosto 2015 prevista fino a settembre 2016, e vorrei sapere se mi sarebbe possibile per me iniziare una “collaborazione a tempo determinato” con una società dove terrei delle lezioni venendo pagata con RITENUTA D’ACCONTO. Questo genere di collaborazione incide nel percepimento della Naspi? Devo comunicare qualsiasi volta emetto una ritenuta d’acconto? Incide sulla percentuale della disoccupazione? Non trattandosi di contratto e nemmeno di voucher mi trovo impreparata e non vorrei fare un passo falso.

    Grazie in anticipo!
    Daniela

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Daniela, il lavoro con la ritenuta d’acconto è considerato lavoro autonomo occasionale, dunque dovrebbe essere compatibile con la NASpI fino a 3000 euro. Provi comunque a chiedere conferma al numero verde 803164, sono regolette che purtroppo cambiano di anno in anno. A presto!

      1. Daniela Boito ha detto:

        Grazie! Mi hanno detto che bisogna avvisare ad ogni qualsiasi collaborazione, anche le ritenute d’acconto. Il limite di guadagno è di € 4800. Questa voce arriva direttamente dalla responsabile Inps della mia zona.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Perfetto, è quello che consigliamo sempre per evitare che la NASpI venga sospesa!

  190. Marco Calloni ha detto:

    Buongiorno,
    a giugno terminerò di percepire la Naspi ma in questi giorni sto per aprire una partita Iva in regime agevolato.Volevo sapere se il limite massimo di reddito di 4,800 euro resterà valido lo stesso per tutto l’anno o se cesserà con la scadenza della Naspi.

    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Ottima domanda caro Marco. A logica dovrebbe cessare con la cessazione dell’indennità, ma considerato che non c’è scritto da nessuna parte non possiamo certamente darle certezza di questo…provi a contattare la sede competente. A presto!

  191. ODETTE GOMEZ ha detto:

    Buongiorno, una domanda, usufruisco dell’indennità Naspi e a Giugno dovrei fare un viaggio per un mese a Cuba. Devo compilare il modello SR161? In caso affermativo, può essere inoltrato telematicamente, inviato per posta oppure bisogna andare alla sede di competenza? Grazie, saluti,

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Odette, nella compilazione della domanda NASpI l’INPS richiede la comunicazioni per viaggi all’estero superiori ai 3 mesi quindi direi di no…

  192. Filippo Riccardi ha detto:

    buonasera, sono in malattia dal primo febbraio e lo sarò fino al 12 marzo. settimana scorsa mi è arrivata la lettera in cui c’era scritto che l’Inps in data 12 gennaio ha accettato la mia richiesta di naspi. Nella lettera c’è scritto di inviare tramite naspicom il modulo in caso di malattia.le mie questioni sono le seguenti. Se vado nella sezione, servizi per il cittadino > consultazione certificati di malattia, c’è già il certificato che dice che fino al 12 marzo sarò in malattia e quindi gia qui mi chiedo perché ci sia il bisogno di informare ma vabbe. Il modulo richiesto è il SR161_NASpI che ho trovato a fatica ma non riesco a inviarlo. Inoltre per ricevere un indennità di malattia devo fare qualche domanda esplicità o basta la segnalazione del medico curante? una volta terminata la malattia dovrò rifare la domanda per la naspi o ripartirà automaticamente?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Filippo, la comunicazione con il modello NASpI-com è purtroppo necessaria. Al termine della malattia dovrà probabilmente inoltrare all’INPS un ulteriore certificato del suo medico curante che stabilisce la riacquisita capacità lavorativa, in tal modo la NASpI ripartirà da dove è stata sospesa, quindi non c’è bisogno di rifare la domanda. Quello che ha trovato lei è il modello cartaceo, il NASpI-com si compila ONLINE con il PIN, se non è in possesso di PIN può comunque inoltrare il cartaceo tramite fax o raccomandata, oppure consegnarlo allo sportello.

  193. Simona Delogu ha detto:

    Buongiorno vorrei un informazione io ho appena compilato il modulo naspi com per ricevere l ultimo pagamento della mia naspi vorrei sapere come funziona e le tempistiche

    1. Previdenza Facile ha detto:

      il pagamento deve arrivare entro 30 giorni dall’inoltro del modello. In caso questo non dovesse accadere può contattare il numero verde per sollecitare.

  194. Serena Costanzini ha detto:

    Salve io ho due domande da fare:

    1) Lunedì inizio un tirocinio non in garanzia giovani e percepisco un rimborso spese, so che non essendoci un contratto non si sospende nè si perde la naspi ma devo comunque inviare il modulo NASpI-Com?
    2) Ho fatto richiesta della naspi il 02/11 ma mi è stata accettata a fine gennaio, io però a novembre ho lavorato con i voucher, 20 ore, ma non ho fatto alcuna comunicazione perchè non sapevo ancora se sarebbe stata accettata (quindi nessuna lettera con allegato il modulo in questione) ed ero anche rimasta al fatto che non facevano testo i voucher (ho percepito l’Aspi l’anno scorso), ho anche chiesto al patronato quando ho fatto la domanda e mi aveva detto che non avrebbe comportato nulla, devo comunicare qualcosa ora? Ho appena ricevuto il pagamento dei mesi arretrati.

    Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Serena, per quello che ne sappiamo è sempre meglio comunicare le giornate lavorate specificando esattamente il tipo di lavoro e di contratto, sarà poi l’INPS a verificare se le prestazioni sono compatibili o meno.

      1. Serena Costanzini ha detto:

        Salve,
        la ringrazio per la risposta, fortunatamente dall’ufficio di competenza dell’inps della mia zona mi hanno risposto che per quanto riguarda i voucher “da circa un paio di mesi l’INPS ha disposto che NON vanno comunicati i compensi per lavoro accessorio finchè si mantengono sotto al limite di 4000 euro lordi annui (3000 euro netti)” mentre per quanto riguarda il tirocinio è sufficiente aver comunicato al nuovo datore di lavoro che percepisco la naspi.
        Vi ho riportato le risposte perchè magari possono essere di auiuto anche a qualcun altro!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ciao Serena, grazie per l’aggiornamento! A presto

  195. gabbrypo ha detto:

    Salve, vorrei sapere se per chi trova lavoro all’estero vale lo stesso discorso dei 30 giorni per comunicare l’inizio dell’attività lavorativa oppure se il procedimento è diverso. Inoltre se il lavoro dura più di 6 mesi e supera gli 8000 euro di reddito annui se non ho capito male la NASPI decade, ma vuol dire quindi che non la si potrà più richiedere in futuro?

    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, funziona esattamente allo stesso modo. La decadenza prevede che al termine del rapporto di lavoro va rifatta la domanda e verificati nuovamente i requisiti, in quanto la prestazione non si riattiva in automatico.

      1. gabbrypo ha detto:

        Grazie mille sempre precisi e veloci. Sto ancora cercando di convincere mio nipote a partire per studiare all’estero ma lui è pieno di paure… Vorrei chiedere un’ultima cosa sempre riguardo al trovare lavoro all’estero e la comunicazione NASPiCOM: nel caso appunto la persona si trovasse all’estero per studio ma nel frattempo riuscisse a trovare lavoro, dovrebbe tornare in Italia e comunicare di aver trovato lavoro all’estero e poi partire oppure potrebbe farlo direttamente dall’estero? Lo chiedo perché magari potrebbero fare questioni riguardo al fatto fosse fuori dall’Italia (ma sempre in un paese UE e oltretutto per studiare) mentre percepiva l’indennità di disoccupazione e potrebbero così chiedergli indietro anche quella già percepita. Non so se si sta facendo troppi problemi però non voglio essere io a causargli un danno convincendolo a fare la cosa sbagliata. Vi ringrazio ancora per la vostra disponibilità e competenza.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sì è davvero eccessivo ;D Se si trova lavoro all’estero probabilmente è perché ci si trova all’estero, considerate poi che il NASpI-com si compila online da un computer quindi nessun timore 🙂

  196. Giovanni Caruso ha detto:

    Salve, sono precettore dell’Indennità Naspi. Vorrei sapere se è possibile svolgere attività di lavoro accessorio e quindi essere retribuito con i voucher in che misura e se occorre effettuare comunicazione all’inps. Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve giovanni, a tal proposito la rimando al nostro ultimo articolo in merito. Clicca qui. A presto!

  197. Salve, dovrei compilare il modulo naspi-com ma la dove chiedono il numero si deve inserire il numero di protocollo o identificativo domanda? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, è indifferente, ma se ha il protocollo è meglio. A presto!

  198. Simona Bicelli ha detto:

    Salve, percepisco la Naspi da luglio 2015, se dovessi avere un’eventuale gravidanza, quali sono i tempi di comunicazione verso l’Inps? E cosa comporta? si blocca il versamento della Naspi durante tutta la gravidanza?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Simona, certamente la NASpI si blocca e le viene corrisposta la maternità. Dovrà presentare domanda di maternità 2/3 mesi prima della data presunta del parto. La NASpI si riattiva in automatico al termine della maternità obbligatoria (2 mesi prima del parto e 3 mesi dopo). A presto!

  199. Ersilio Testa ha detto:

    Buongiorno,
    ho fatto richiesta di indennità naspi a seguito termine contratto a tempo determinato in data 8 agosto 2015.
    In data 24 agosto ho presentato il modulo NASPI.COM a seguito di un contratto a tempo determinato dal 24 agosto al 3 ottobre 2015.A questa ultima data mi è stata fatta proroga fino al 30 novembre ma ero all’oscuro di dover presentare ancora il modello NASPI.COM e quindi il sussidio si è riattivato percependo un importo non dovuto, cosi come molti, quasi tutti, i miei colleghi che con me hanno seguito l’iter presso lo stesso CAF.
    Quale è la modalità per restituire tale somma senza incorrere in infauste sanzioni?
    grazie tante, Ersilio

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ersilio, non abbia timore, basta rispedire il modulo NASpI-com, e vedrà che l’INPS semplicemente si limiterà a trattenere la mensilità già erogata per errore. A presto!

      1. Ersilio Testa ha detto:

        Buonasera, mi permetto di chiedere ancora un consiglio: a seguito dell errato accredito, recandomi all’INPS mi è stato comunicato che mi sarebbero stati riconteggiati gli effettivi giorni e richiesti , tramite bollettino, i soldi non spettanti.
        Oggi però di questi conteggi non se ne sa nulla ma ho ricevuto la CERTIFICAZIONE UNICA dell’intero importo e che dovrò dichiaare nel 730 pur dovendo restituire quasi l’intera somma percepita. come muovermi?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Purtroppo non saprei consigliarle considerato che non ci occupiamo di assistenza fiscale. Deve provare a contattare un fiscalista o commercialista. O direttamente l’Agenzia delle Entrate 848800444.

  200. Day ha detto:

    Salve
    Io a settembre ho fatto domanda per la naspi e nella metà del mese di novembre ho iniziato un nuovo lavoro con contratto a tempo determinato che mi è stato rinnovato per il mese di novembre.
    Nonostante la comunicazione della naspi-com ho ricevuto il pagamento dell’intera mensilità. Come mai?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Non saprei, ci sarà stato un errore. Contatti il numero verde per segnalare l’anomalia. A presto!

  201. Giorgio Lanzi ha detto:

    Buonasera, A marzo andrò per 3 mesi in Inghilterra a cercare lavoro, in che modo devo fare la comunicazione Naspi-com in caso trovassi lavoro? Si può fare anche per mail?, Visto che se sarò in Inghilterra, sarà difficile andare nell’ufficio Inps del territorio..
    Grazie mille
    Giorgio

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giorgio, il NASpI-com può essere inoltrato anche tramite il sito se è in possesso del codice PIN, in caso contrario provveda a farne richiesta in modo tale da poter fare il tutto online. A presto!

  202. Roberto Naldi ha detto:

    Salve, sono percettore di NASPI e sto per cominciare una attività occasionale con reddito presunto intorno ai 2000 euro.
    Volevo sapere entro quanti giorni dall’inizio dell’attività devo fare la comunicazione Naspi-Com e se si blocca o come si riduce l’erogazione della indennità di disoccupazione.

    Grazie Mille
    Roberto Naldi

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Roberto, da quello ch ci comunicano i lettori la riduzione dell’80% pare non venga ancora applicata quindi la prestazione si sospende. io consiglio sempre di inoltrare il NASpI-com il prima possibile, comunque sul NASpI-com si da un limite massimo di 30 giorni dall’inizio dell’attività lavorativa.

    2. Benedetta Mic ha detto:

      Buongiorno,
      vorrei chiedere un’informazione…sto percependo la disoccupazione NASpI e oggi, avrei dovuto ricevere l’ultimo pagamento, ma per ora non è arrivato…sapete se quindi, bisogna mandare il modulo per ricevere l’ultima mensilità, come accadeva per l’AspI? ieri ho chiesto al mio patronato, ma mi hanno detto di aspettare ancora un pò prima di fare la richiesta, perchè non sono certi che bisogna inviare il modulo anche per la NASpI.
      Vi ringrazio per le informazioni!
      Benedetta

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Benedetta, provi a contattare il numero verde 803164 per verificare se c’è un pagamento in arrivo. In caso contrario potrà inoltrare il NASpI-com per avere l’ultima mensilità.

  203. Ciao, io ho lavorato sei mesi ho mandato la richiesta di naspi tramite patronato, mi è stata accettata il giorno stesso il 16 ottobre 2015
    Ora siamo al 22 novembre e non mi è ancora arrivato niente. Io ho già fatto segnalazione all inps e mi ha detto che se entro 15 giorni non ricevo il pagamento di chiamare gli operatori al numero verde e fare la seconda segnalazione. Solo che io ho trovato lavoro e domani comincio . La mia domanda era se fosse possibile ricevere almeno il primo pagamento prima di spedire il blocco della naspi almeno vedere la prima settimana siccome posso aspettare 30 giorni a mandarla. mille grazie in anticipo
    saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gian Pietro, credo non ci siano problemi se blocca la disoccupazione qualche giorno dopo. Attenzione però a non arrivare oltre i primi di dicembre altrimenti c’è il rischio che riceva anche il pagamento per i giorni non spettanti di novembre. non succede nulla, ma è una scocciatura dover attendere la lettera per poi restituirli. A presto!

      1. Oggi ho ricevuto 1 messaggio dall i ps che mi dice che riceverò il pagamento tra una quindicina di giorni.. quindi se io invio oggi il foglio ho comunque diritto a qualcosa no ? Riceverò comunquee il pagamento d novembre? ?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Se le hanno mandato il messaggio non dovrebbe esserci bisogno di fare altro. per scrupolo può comunque mandarlo, non succede niente.

      2. Nicoletta Mancin ha detto:

        Salve il mio contratto tempo determinato e scaduto 26 settembre, ho fatto domanda naspi, tutto ok, nel frattempo ho un ricovero il g 8novembre , inps dice che non m spetta nessun rimborso pagamento malattia… ma sul modello naspi .com dice di comunicare al inps di bloccare naspi e procedere con pagamento malattia…

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, la malattia spetta ai disoccupati per tutti i giorni coperti da idonea certificazione e per un massimo di 180 giorni nell’anno solare, purché la malattia inizi entro 60 giorni o 2 mesi dalla cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato. In caso contrario non spetta nulla, e non spetta neanche l’indennità di disoccupazione per i giorni di ricovero. Mi raccomando, al termine del ricovero il medico dovrà fare un certificato di riacquisita capacità lavorativa affinché la NASpI venga riattivata. tale certificato va consegnato all’INPS il prima possibile. A presto!

  204. Vincenzo Spada ha detto:

    Buonasera,
    sto percependo regolarmente la NASpi – 56 giorni con decorrenza dal 28/09/2015 -. Al momento con due rate tra il 9 ed il 10 di novembre ho ricevuto i primi 26 giorni. Ora me ne rimangono 30 che da quanto riferitomi dal centralino dell’INPS mi verranno versati sul mio conto tra la fine di questo mese e la prima decade del mese di dicembre. Sono al momento attuale ancora disoccupato. Domanda: devo inviare il mod. SR161 per confermare il mio stato di disoccupazione o il pagamento dell’ultima parte che mi spetta avverrà in automatico?
    Scusate ma non mi è chiaro……qualcuno mi dice che devo inviarla, altri no!

    P.s. qualora lo debba inviare dove lo trovo? In quale parte del sito dell’Inps e, ancor di più, dove deve scrivere che sono ancora in stato di disoccupazione?

    Grazie per l’attenzione e per il vostro servizio, Vincenzo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Lo inoltri qualora non dovesse ricevere l’ultimo bonifico. Dovrebbe esserle arrivato insieme alla lettera di accoglimento, in caso contrario può trovare qui le info per spedirlo online con il pin

  205. Federica Ferré ha detto:

    Ciao!
    io ho ricevuto dal 1/07/2015 per 4 mesi (135gg) i bonifici per la NASPI; per ottenere l’ultimo sono andata al mio patronato dove hanno spedito il modulo per dichiarare che non sto lavorando, ho ricevuto l’ultimo bonifico a novembre ma è risultato la metà di quello che ho percepito i mesi scorsi. qualcuno sa dirmi come mai? c’è una motivo oppure potrebbe essere un errore? grazie mille.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve federica, impossibile darle una risposta certa. Contatti il numero verde e verifichi con gli operatori che tipo di trattenute ci sono state e se hanno pagato esattamente 30 giorni o meno. A presto!

  206. Barbara Chavez ha detto:

    Salve, come faccio a cambiare l’ IBAN dove dovrebbe arrivarmi la disocupazione.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve barbara, deve compilare il modulo NASPI-com online o tramite patronato

  207. vape2.0 ha detto:

    Buongiorno,
    Percepisco la Naspi come frontaliere. Ho diritto alla maternità? Se non ne avessi diritto devo comunque comunicarla tramite Naspi-Com?
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, si ha sempre diritto alla maternità. il periodo indennizzabile della maternità (cioè 2 mesi prima del parto e 3 dopo il parto) rientra nel 180° giorno dal termine del rapporto di lavoro le spetta la maternità da dipendente, altrimenti le spetta quella dello stato. Quindi comunque deve fare la domanda all’INPS e comunque la disoccupazione verrà sospesa per riprendere al termine della maternità. A presto!

      1. vape2.0 ha detto:

        Grazie mille per la celere risposta.
        Ho guardato la sezione Naspi Com e la comunicazione di maternità. L’unica cosa che viene espressamente chiesta é la data di inizio e la data di fine. Voi sapete indicarmi che date sono? Dell’intera maternitá o della maternitá obbligatoria? In tal caso come la devo calcolare?
        Sapete anche indicarmi quale documentazione é richiesta? Io non ho trovato informazioni in merito.
        Grazie di nuovo.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ovviamente parliamo del periodo di maternità obbligatoria (5 mesi circa). Prima di tutto deve presentare domanda di maternità, il form della domanda le dirà le date di inizio e fine maternità obbligatoria sulla base della data presunta del parto.

  208. Alfredo Anastasi ha detto:

    Salve vi sottopongo la seguente casistica:

    Lavoratore dipendente (già autonomo e titolare di partita IVA dal 2012) da licenziare agli inizi del mese di dicembre 2015.
    Può inviare la richiesta di NASPI nel mese di gennaio 2016? E se si nel modello NASPI COM (che invierà anch’esso a gennaio 2016) dovrà indicare il reddito presunto per il 2016 o per il 2015 visto che ha perso il lavoro nel 2015?

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alfredo, se lei ha ancora la partita iva aperta la NASpI non verrà accolta a meno che non dichiara di guadagnare meno di 4800 euro al momento della domanda. Se lavora nel 2016 dovrà inoltrare il reddito presunto per il 2016. A presto!

      1. Alfredo Anastasi ha detto:

        Intanto grazie per l’informazione. Non potendo permettermi di sbagliare vi chiedo se possibilmente potreste esplicitarmi quanto segue.
        La dichiarazione di avere un reddito da lavoro autonomo inferiore a € 4.800,00 euro va fatta sempre con il Naspi – Com o nella medesima domanda di NaSpi?
        I 4.800,00 euro di reddito autonomo si riferiscono all’anno 2015 in cui ho perso il lavoro (licenziamento il 04/12/2015) o all’anno in cui presento la domanda (entro 68 giorni e quindi potrei presentarla anche a gennaio 2016)?

        Grazie.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Va fatta all’inizio di ogni anno e alla presentazione della domanda. Dunque se la presenta nel 2016 dovrà far riferimento solo al reddito presunto del 2016, se invece la presenta nel 2015 dovrà fare due dichiarazioni per entrambi gli anni

  209. PAOLA77 ha detto:

    Buongiorno, io percepisco la Naspi da giugno 2015. Ho trovato un lavoro occasionale che mi verrà pagato con voucher. Mi sembra di capire che faccio la comunicazione all’inps tramite modello naspi com entro 5 giorni dall’inizio attività e dichiarerò lavoro occasionale con reddito per il 2015 pari a € 3000 (per non avere decurtazioni sulla naspi). A gennaio 2016 farò un nuovo modello con le stesse caratteristiche per poter guadagnare con voucher altri 3000 euro. Vi chiedo cortesemente conferma se la procedura è corretta perchè il contact center dell’inps non sa rispondermi con certezza (ho chiamato più volte parlando con operatori diversi). Grazie per l’aiuto.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Paola, noi consigliamo sempre di inoltrare il modello NASpI-com quando si lavora, in tal modo non si rischiano sospensioni o decadenze della prestazione a meno che non si superi il limite di reddito quindi sì, la procedura è corretta. A presto!

  210. Elisa Bianchi ha detto:

    Buongiorno, percependo la NASPI in caso di viaggio per motivi di vacanza all’estero bisogna mandarne comunicazione tramite modello NASPI-COM ?
    Nelle casistiche indicate tra quelle per cui bisogna mandare comunicazione si parla di “espatrio” ma all’interno del modulo nella riga corrispondente all’espatrio si dice “espatrio a partire dal _____ verso il paese ______” e non si parla di espatrio dal ___ al ____, quasi come se un soggiorno temporaneo non debba essere comunicato, ma debba essere comunicato solo un trasferimento “definitivo” .
    Ricapitolando: nel caso di vacanza all’estero (quindi non soggiorno per ricerca di lavoro ma soggiorno puro scopo vacanza) è necessario darne comunicazione e se sì il sussidio viene comunque erogato durante quel periodo oppure l’erogazione viene sospesa?

    grazie cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elisa, in caso di vacanza all’estero non è necessaria la comunicazione all’INPS e la prestazione continuerà ad essere erogata. Attenzione però: se si viene contattati dal centro per l’impiego per un lavoro e non si è immediatamente disponibili si rischia la decadenza della prestazione e la restituzione dell’indennità erogata. Ma effettivamente parliamo di un caso più che raro ….

      1. Elisa ha detto:

        Buongiorno, la ringrazio moltissimo per la risposta. L’informazione che fosse da mandare il modello NASPI-COM anche in caso di un espatrio per vacanza mi era stata data direttamente da impiegati INPS.
        Se il problema è solo la chiamata dal centro per l’impiego allora non ci sono problemi, perchè se dovessero chiamarmi (ipotesi remota) ovviamente preferirei pagare l’aereo per rientrare subito e presentarmi al colloquio (piuttosto che perdere il sussidio e restituire tutta la somma già percepita!!).
        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Beh, considerato che questa informazione non si evince in nessuna circolare secondo me può stare tranquilla, anche perché l’INPS non può avere informazioni in merito ai vostri spostamenti, dunque anche se così fosse comunque non se ne accorgerebbero.

          1. gabbrypo ha detto:

            Salve, anche io sono interessata alla stessa domanda. Ho un nipote che vorrebbe andare a studiare l’inglese in Inghilterra, ovviamente nella speranza che possa servirgli a trovare lavoro. Io vorrei dargli una mano con le spese visto che appunto sta percependo l’indennità di disoccupazione il problema è che anche lui ha molta paura di partire perché pensa che possano togliergli l’indennità. Ora io non so perché non si riesca ad avere risposte certe dagli addetti però più di qualcuno anche a me ha detto che se parte a scopo di studio non deve comunicare nulla come è stato già risposto ad Elisa e nel caso in cui dovesse essere contattato dal centro per l’impiego l’importante è che si presenti il giorno in cui è stato convocato. Dopo questa lunga premessa vi chiedo:
            – come può venire contattato dal centro per l’impiego? A me hanno detto via SMS, ma mi sembra assolutamente ridicolo, già potrei capire una email ma un sms? La nostra cara vecchia raccomandata è ormai pensionata?

            – se non comunica tramite modulo che sta espatriando per motivi di studio e viene “scoperto” deve restituire l’indennità dal primo giorno in cui l’ha percepita o da quando è partito? In quest’ultimo caso qual’è il criterio secondo il quale viene stabilita la data?

            – se dovesse decidere di partire e poi trovasse lavoro all’estero (cosa che potrebbe anche capitare in un paese in cui l’economia funziona) cosa dovrebbe fare? Basterebbe comunicare che ha trovato lavoro oppure dovrebbe comunicare l’espatrio dalla data in cui ha trovato lavoro? Oppure ancora dovrebbe tornare in Italia, comunicare la data dell’espatrio e poi effettivamente partire per non rischiare di vedersi richiedere tutta la somma dal primo giorno?

            Scusate la prolissità, le tante domande ed anche la perniciosità di alcune di esse, ma vedere un giovane buttare via delle opportunità per non perdere le briciole che ormai vengono concesse a questi ragazzi è una cosa che mi manda al manicomio. Oltretutto pensavo vivessimo nell’Europa Unita con la libertà di circolazione, se un disoccupato non è neanche libero muoversi all’interno di essa nella speranza di trovare un lavoro è solo tutta una grande presa in giro.

            Chiudo ringraziandovi dell’ottimo servizio che offrite, almeno voi.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Già, questo è un dubbio che attanaglia molti giovani. In realtà, al momento della presentazione della domanda, il disoccupato si impegna a comunicare all’INPS l’espatrio QUALORA QUESTO DOVESSE DURARE PIU’ DI 3 MESI. Per informazioni sul CPI dovrete contattare il CPI.
            L’unica evenienza in cui l’INPS POTREBBE chiedere il risarcimento dell’intera indennità avviene nel caso in cui lui dovesse rifiutare un rapporto di lavoro proposto dal CPI (cosa assai rara, direi). nel caso in cui lui dovesse trovare lavoro all’estero basterà semplicemente comunicare all’INPS l’inizio del rapporto di lavoro, in tal caso la prestazione verrebbe sospesa alla data di inizio attività lavorativa, proprio come se lavorasse in Italia.

          3. gabbrypo ha detto:

            Vi ringrazio molto per la pronta risposta (come sempre). Il problema dunque non si dovrebbe porre visto che starebbe via al massimo un paio di mesi, e comunque non capisco come farebbero a controllare se uno sta via più tempo: gli chiedono il biglietto aereo o della nave, oppure che ne so? Non capisco. Comunque a parte questo quindi dovesse trovare lavoro la comunicazione la farebbe con il modulo NaspiCom? Se si come si fa a dichiarare di aver trovato lavoro all’estero? Deve compilare due comunicazioni, una per l’espatrio e l’altra per l’inizio del nuovo lavoro?
            Vi ringrazio per la vostra precisione e gentilezza.

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Ma infatti non credo proprio che accadrà. Per sospendere la prestazione basta compilare un solo modulo dichiarando di essersi rioccupato all’estero.

  211. marsh ha detto:

    Salve, ho lavorato un giorno come comparsa ricevendo 86 euro lordi. Ho inoltrato all’INPS il modulo naspi-com ( che online non capisco il motivo risulta aspi-com). Ho lavorato il 14/10 e ho inviato la comunicazione il 19/10. Non ho capito se il termine di invio domanda è di 5 o 30 giorni, inoltre nel compilare la domanda ho messo come tipo di lavoro “determinato a chiamata”. Vorrei capire se è stata compilata correttamente, se è stata inviata entro il termine previsto, come mai risulta col nome aspi-com e di quanto in termini numerici mi sarà ridotta la naspi. Grazie in anticipo.
    E come tempo di attesa rimane invariato quella della domanda naspi o avendo inviato il modulo naspi-com il 19/10 è come se ho inviato un’altra naspi in questo giorno e quindi devo aspettare 2-3 mesi a partire da ora?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Non lo abbiamo capito ancora neanche noi, ma prendiamo per buoni i 5 giorni, e anche se viene spedito dopo non succede nulla. Se il suo era un contratto a chiamata lo ha compilato bene. Il pagamento dovrebbe continuare ad essere erogato senza ulteriori tempi di attesa, non sta facendo la domanda da capo, si tratta solo di una comunicazione.

      1. marsh ha detto:

        Mi stanno per essere pagati 43 giorni: dal 18 settembre al 31 ottobre. Dovrei percepire altri 20 giorni di disoccupazione circa, quindi fino al 20 novembre. Leggendo l’articolo del modul DS56BIS ho visto che loro non pagano gli ultimi 30 giorni. La mia domanda è: visto che me ne mancano solo 20 in automatico mi saranno pagati oppure devo inviare lo stesso il modulo naspi-com? E in tal caso devo allegare il modello di disponibilità al lavoro con data risultante dopo il 20 novembre?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, a volte l’ultima mensilità viene pagata in automatico senza spedire il modello NASpI-com, anche se questa dovrebbe essere prassi e non un caso raro. Comunque verifichi lei: se a dicembre non riceverà il pagamento provi a contattare il numero verde o spedisca direttamente il modello. A presto!

          1. marsh ha detto:

            Devo allegare la disponibilità al lavoro nel modello?

  212. Andreea Matei ha detto:

    Buongiorno. Sto prendendo la Naspi da luglio. Trovando un lavoro che inizialmente vieni pagato con i voucher per poi un contratto determinato part – time 10 ore settimanali in 2 giorni prestabiliti va a influire sulla disoccupazione? Che cosa comporta esattamente?
    Cordiali saluti!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sicuramente influisce. in base al reddito percepito e alla durata del contratto la prestazione diminuisce, si sospende o decade.

      1. martorao ha detto:

        Salve, percepisco la naspi da agosto 2015 e da ottobre ho un nuovo contratto di lavoro dipendente par time dal quale il reddito annuo non supera gli 8000 euro. In questo caso la naspi diminuisce? E in che percentuale? Grazie e cordiali saluti.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, l’indennità dovrebbe diminuire dell’80%.
          Copio e incollo dalla circolare:
          2.10.a.2 In caso di nuova occupazione con contratto di lavoro subordinato del soggetto percettore di NASpI il cui reddito annuale sia inferiore al reddito minimo escluso da imposizione si mantiene la prestazione ridotta alle seguenti condizioni:

          – il percettore deve comunicare all’INPS, entro un mese dall’inizio dell’attività, il reddito annuo previsto.
          – il datore di lavoro o – qualora il lavoratore sia impiegato con contratto di somministrazione – l’utilizzatore, devono essere diversi dal datore di lavoro o dall’utilizzatore per i quali il lavoratore prestava la sua attività quando è cessato il rapporto di lavoro che ha determinato il diritto alla NASpI e non devono presentare rispetto ad essi rapporti di collegamento o di controllo ovvero assetti proprietari sostanzialmente coincidenti.

          Ricorrendo tali condizioni l’indennità NASpI è ridotta di un importo pari all’80 per cento del reddito previsto, rapportato al periodo di tempo intercorrente tra la data di inizio del contratto di lavoro subordinato e la data in cui termina il periodo di godimento dell’indennità o, se antecedente, la fine dell’anno. La riduzione di cui al periodo precedente è ricalcolata d’ufficio al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi.

          A presto!

  213. Annalisa Saps ha detto:

    Buongiorno! Riprendo il discorso di alcune mie colleghe nei p