Sospendere la disoccupazione: NASpI-Com e Dis-Coll-Com online

Sospendere la disoccupazione: NASpI-Com e Dis-Coll-Com online

Finalmente disponibili le procedure telematiche per la spedizione delle comunicazioni NASpI-Com e Dis-Coll-Com delle nuove indennità di sostegno al reddito, NASpI e Dis-Coll.

Basta carta!

Se prima per sospendere le prestazioni di NASpI e Dis-Coll serviva una raccomandata, se non addirittura sorbirsi mezze giornate di coda allo sportello solo per protocollare il modulo cartaceo, ora finalmente sarà possibile inoltrare le proprie comunicazioni NASpI-Com e Dis-Coll-Com direttamente dal proprio pc.

Come sospendere la NASpI e la Dis-Coll?

La procedura di spedizione delle comunicazioni è diventata ormai telematica, di conseguenza è possibile spedire i moduli NASpI-Com e Dis-Coll-Com in due modi:

  1.  attraverso il sito dell’INPS facendo l’acceso con il proprio codice Pin Dispositivo e seguendo il percorso HOME > SERVIZI ONLINE > SERVIZI PER IL CITTADINO > INVIO DOMANDE DI PRESTAZIONE A SOSTEGNO DEL REDDITO
  2.  attraverso patronati/caf

Clicca qui per compilare il modulo NASpI-Com

Clicca qui per compilare il modulo Dis-Coll-Com

 

Come si compilano i moduli NASpI-Com e Dis-Coll-Com ?

La procedura è uguale ai vecchi moduli ASpI-Com e MiniASpI-Com, in più, la comunicazione Naspi-com vi permette di variare l’ente di patronato al quale destinare la trattenuta sindacale. Eh già, sulla disoccupazione esistono le trattenute sindacali, ma solo nel caso in cui abbiate presentato la domanda (che vi spacciano per gratuita, ma tanto ci guadagnano poi) presso patronati/sindacati/CAF. La ritenuta viene effettuata alla fonte quindi non vi accorgerete di nulla, e sarà del tutto indolore.
Se invece avete presentato la vostra domanda online con il vostro codice PIN nessuno potrà sottrarre 1 euro dalla vostra disoccupazione, fuorché l’Agenzia delle Entrate con le trattenute IRPEF.

Quando si spedisce il modulo NASpI-Com?

Quando si spedisce il modulo Dis-Coll-Com?

 

Prima di prendere decisioni importanti a seguito della lettura di questo articolo, per la vostra sicurezza, vi consiglio di chiedere conferma delle informazioni al numero verde Contact Center INPS  803 164, in quanto le normative potrebbero essere soggette a cambiamenti
Summary
Article Name
Sospendere la disoccupazione NASPI
Description
Per sospendere la prestazione di NASPI il disoccupato deve compilare il modello NASPI-COM.
Author
Publisher Name
Previdenza Facile
Publisher Logo

Previdenza Facile

Il nostro staff si cimenta nella semplificazione delle informazioni legate alla materia previdenziale, ed è a disposizione di tutti i lettori per un aiuto nella comprensione della sua legislatura, spesso riportata dalle istituzioni con passaggi astrusi o difficilmente comprensibili.

787 Comments on “Sospendere la disoccupazione: NASpI-Com e Dis-Coll-Com online”

  1. Maura Compagnoni ha detto:

    Buonasera io il 1/8/2017 sono stata licenziata i e al 4/8/2017 ho fatto richiesta della naspi ad oggi non ho ancora ricevuto nessuna comunicazione dall inps, come mi era stato detto dal centro per l impiego.
    ora ho la possibilità di un nuovo lavoro a tempo determinato per 9 mesi (con importo di circa 1000 € mensili) mi era stato detto al centro x l impiego che in caso di sospendere la naspi tramite il sito dell inps. Innanzitutto come f are?e poi verrà sospesa (e quindi riparte da sola )o disdetta e se disdetta come verrà ricalcolata (in mesi)nel senso mi terranno conto oltre che a questo lavoro di 9 mesi anche il precedente che è durato 10 anni per il quale avrei diritto a 17 mesi circa!
    Spero di essermi spiegata!grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Maura, la comunicazione va presentata ONLINE o tramite patronato se non è in possesso di PIN, ed è obbligatoria. Se il lavoro dura più di 6 mesi la NASPI decade e al termine del rapporto di lavoro potrà presentare una nuova domanda, ovviamente la durata della NASPI spettante viene sempre calcolata sugli ultimi 4 anni quindi non perde nulla (altrimenti non converrebbe a nessuno ricominciare a lavorare). A presto!

  2. Pascal ha detto:

    Buongiorno,

    È possibile sospendere la NASPI nel caso che voglio andare all’estero per turismo per piu di tre mesi per la durata del espatrio?

    Grazie per le info!
    Pascal

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non so dirle se la NASPI viene sospesa o decade in quanto questo non è indicato in nessun messaggio né circolare INPS. Fossi in lei proverei a chiedere esplicitamente alla sua sede INPS di competenza. A presto!

  3. Flacre ha detto:

    Salve ho fatto richiesta per la naspi il 4 luglio 2017 e ad oggi ancora non ho ricevuto pagamenti, sul sito risulta ancora sospesa in attesa di istruttoria, ora lunedi 18 settembre 2017 firmo un nuovo contratto di lavoro a tempo determinato fino a fine giugno. Corsa dovrei fare? inviare il modulo per sospendere la naspi ancora non ricevuta e poi la riceverò? o fare qualche altra procedura? Grazie. Filippo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve compilare comunque il modello NASPI-COM, una volta chiusa la lavorazione della domanda riceverà ovviamente il pagamento degli arretrati spettanti.

  4. alessio solinas ha detto:

    salve volevo sapere un informazione… io sto percependo la Naspi e ieri sono stato assunto e licenziato nello stesso giorno devo avvisare l’inps? grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessio, per evitare blocchi inutili fossi in lei farei comunque la comunicazione NASPI-COM.

    2. Giovanni Quazzo ha detto:

      buongiorno. il giorno 7/9/17 ho attivato NASPI, il giorno 14/9/17 ho firmato un contratto con una Scuola Pubblica (docente supplente) senza data di termine (FINO ALL?AVENTE DIRITTO): devo avvisare per sospendere NASPI? entro 30 gg dal 14/9/17, corretto?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, certamente deve comunicare la riassunzione, è consigliabile farlo entro la fine del mese per evitare pagamenti non spettanti da restituire.

  5. Tiziana Ric ha detto:

    Salve, ho inoltrato domanda per la Naspi nel febbraio 2016 e mi è stata riconosciuta per 711 gg. Nell’aprile 2017 sono stata assunta con contratto a tempo indeterminato da una ditta, ho superato il periodo di prova di tre mesi ma adesso sono sorte delle difficoltà. Nel caso in cui rassegnassi le mie dimissioni, potrei recuperare la Naspi residua o dovrei fare nuova domanda? E nel caso in cui mi licenziassero? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non le consiglio di dimettersi da un C.I. in quanto nella maggior parte dei casi l’INPS nono fa ripartire la NASPI e non potrebbe quindi fare una nuova domanda. Se invece verrà licenziata potrà fare una nuova domanda.

  6. Sara Baccarini ha detto:

    Buongiorno,
    Percepisco la Naspi da febbraio, oggi andrò a firmare un contratto di lavoro determinato della durata di 6 mesi (forse meno) con un’agenzia interinale. Chiamando l’INPS mi hanno detto di sospenderla entro 5 giorni dall’inizio del lavoro e che in qualsiasi momento entro i sei mesi posso dimettermi richiedendo la riattivazione della Naspi mandando un nuovo modulo con la data del termine. Chiedo se mi date conferma di questo. Inoltre se al termine dei sei mesi mi chiedono un rinnovo del contratto di altri sei mesi come funziona? La Naspi decade?
    Mi hanno comunicato che il lordo mensile sarà pari a 1480€, quindi se il contratto è di sei mesi supero di 880€ il limite di 8000€. Quindi decadrà in automatico la Naspi? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se lavora 6 mesi + 6 senza stacchi la NASPI decade e al termine del rapporto di lavoro potrà comunque presentare una nuova domanda. Nella circolare 95 del 2015 è specificato che lei può dimettersi ma alcune sedi si stanno comportando in maniera diversa facendo invece decadere la NASPI al momento delle dimissioni. Le consiglierei dunque di chiedere conferma direttamente alla sua sede INPS.

  7. Davide Guardone ha detto:

    salve,

    io ero in naspi fino a agosto 2018, il 23 giugno 2017 ho iniziato un contratto di apprendistato di 3 anni comunicando tramite naspi-com il mio nuovo rapporto di lavoro, il 4 settembre verrò licenziato dato chiusura dell’attività, volevo chiedere se la naspi riparte automaticamente oppure devo comunicare qualcosa, e se nel caso mi verranno aggiunti questi mesi per un nuovo ricalcolo della naspi

    distinti saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, dopo il licenziamento le consiglio di inoltrare un nuovo naspi-com e indicare, nel campo note, che è stato licenziato. La NASPI ripartirà da dove è stata sospesa, il ricalcolo con l’aggiunta per i mesi lavorati pare sia a discrezione della sede (…). A presto!

      1. Davide Guardone ha detto:

        salve,
        io ho contattato l’inps mi hanno detto che dato che si trattava di un contratto di apprendistato e quindi a tempo indeterminato la mia naspi decadeva, quindi adesso ho presentato una nuova domanda, mi è stata accettata ma mi hanno messo come durata stimata 319 giorni, quando solo della precedente ne avevo ancora 400 da usufruire,
        cosa mi consigliate di fare?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sicuramente di presentare un riesame o un ricorso al fine del ricalcolo della NASPI.

  8. Simona Baragone ha detto:

    Buonasera.
    Il mio compagno percepisce naspi da luglio 2016…dovrà essere assunto per 4mesi da metà settembre a metà dicembre il reddito quindi sarà di circa 5900€ lordi per questi 4mesi(questa è la cifra che va comunicata sul modello o c è da aggiungere anche il reddito naspi sono a settembre???)
    La naspi quindi viene sospesa e in automatico riparte dalla seconda metà di dicemhre.?bisogna comunicare però qualcosa,magari compilando un altro modello?
    E nel caso vogliano poi prorogare il contratto bisogna compilare nuovamente naspi.com come ho letto in altre domande ma in questo caso poi la naspi viene sospesa,e al termine si può fare una nuova domanda oppure non si può più percepire la disoccupazione?grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, nel modello non va indicato alcun importo (infatti non trovate un campo obbligatorio per indicare l’importo percepito). L’importo va comunicato solo se si superano gli 8000 euro annui. La NASPI riparte in automatico se non ci sono proroghe. In caso di proroghe queste invece vanno comunicate. Se si superano i 6 mesi di lavoro consecutivo (comprensivi quindi anche di proroghe ma senza stacchi di lavoro, neanche di un giorno) la NASPI decade e al termine del rapporto di lavoro è possibile presentare una nuova domanda.

  9. Valentina Vago ha detto:

    Buongiornoavrei un dubbio da sottoporvi, sono in nAspi dal 08/04/2017 ed ho diritto ad un periodo di 718 giorni, quindi fino al 27/03/2019.
    A maggio ho fatto una notula per una prestazione di lavoro autonomo occasionale di 1800€ (al lordo della ritenuta) e non ho inviato il modulo Naspi-com (visto che stavo sotto i 3000€ non ero tenuta a fare la comunicazione, é corretto?).
    Ora sto effettuando una formazione ad un professionista che mi retribuirá entro il 31/08/17 sempre con ritenuta d’acconto per prestazione professionale per un importo di 2900€ (sempre al lordo della ritenuta).
    Che devo fare? Inviare il Naspi-com? Dichiarando quale reddito? Solo i 2900 di ora o la somma delle due ritenute?

    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il limite di 3000 euro si intende per anno solare, quindi la sua comunicazione NASPI-COM (che deve inoltrate obbligatoriamente onde evitare blocchi o penali) deve comprendere 1800+2900. Andando a superare il limite di 3000 ma non quello di 4800 annui la sua NASPI verrà probabilmente ricalcolata in base agli importi percepiti.

  10. Attilio Imbrogno ha detto:

    Buongiorno,
    Ho letto che per non avere sospesa la NASPI il reddito di un eventuale lavoro a tempo determinato non deve superare gli 8000 € circa. Io attualmente sto percependo la NASPI e da settembre dovrei iniziare un lavoro part-time della durata di 3 mesi. Io non vorrei una NASPI decurtata dell’80% ma piuttosto la sua sospensione. Quanto dovrebbero pagarmi in questi 3 mesi per avere la certezza della sospensione?
    Grazie mille,
    Attilio

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, di certo è meglio non superare gli 8000 euro. Se compilerà il modello naspi-com dichiarando il nuovo rapporto di lavoro la NASPI verrà sospesa. Non è necessario comunicare l’importo che andrà a percepire.

  11. Buonasera, devo inviare la domanda di disdetta della Naspi, pero` non so dove inviarla, per favore datemi delucidazioni.
    Grazie Mille
    Matthew

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, nell’articolo è presente il link al modello NASPI-COM da compilare per sospendere la NASPI. A presto!

  12. Buonasera, avrei bisogno del vostro aiuto per un chiarimento, ho fatto richiesta della naspi il 03/07/2017 tramite la cgil di Padova, il 07/08/2017 mi hanno offerto un lavoro con 1 settimana di prova fino al 14/08/2017; la agenzia interinale dopo mi ha communicato che l’azienda mi rinnovava fino al 30/09/2017. So perfettamente che ho 30 giorni per inviare il modulo naspi.com ma oggi 17/08/2017 dopo 3 giorni dal rinnovo sono venuta a conoscenza che l’azienda fa casini con i pagamenti e hanno fregato delle colleghe, il mio dubbio è se do le dimissioni rischio di rovinare la mia naspi anche se devo ancora inviare il modulo??? Grazie spero mi potete aiutare

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il rischio che la sua NASPI decada c’è, a prescindere dal fatto che lei abbia inoltrato o meno il modello NASPI-COM. Le consiglio comunque di chiedere conferma alla sua sede INPS di competenza in quanto non è chiaro in che modo le sedi stiano gestendo situazioni come la sua.

  13. Luca82 ha detto:

    Buongiorno, dopo circa 10 anni di lavoro a tempo indeterminato sono stato licenziato a gennaio 2017.
    Ho presentato domanda per NASpI che mi è stata concessa e mi hanno iniziato regolarmente a pagare.
    Ad aprile 2017 ho iniziato un lavoro subordinato a tempo determinato per una durata inferiore a 6 mesi (fino a settembre 2017) per cui ho fatto comunicazione NEL GIORNO STESSO DELLA FIRMA DEL CONTRATTO (on line con PIN dispositivo) di NASpI-COM.
    Il problema arriva adesso: nonostante la NASpI-COM inviata puntalmente e di cui dispongo di numero di protocollo, e svariati solleciti, sia al telefono che alla sede INPS di competenza, la NASpI non mi è stata MAI sospesa e tutt’ora continuo a ricevere pagamenti regolari!
    Non so come fare, non riescono a bloccarmi questa benedetta NASpI!!!
    A seguito del sollecito fatto in sede mi arrivò un sms che in modo sintetico mi diceva che avrebbero ricalcolato la NASpI in base al reddito presunto comunicato. Fatto sta che nemmeno questo è avvenuto e ho percepito, sin’ora, 4 mesi di NASpI non spettanti.

    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Luca, sono disservizi che possono capitare (il motivo ci è ignoto). L’unico consiglio che possiamo darle, considerato che pare lei abbia fatto il possibile per essere in regola) è di tenere da parte i soldi di questa NASPI erogata e non spettante in quanto c’è il rischio che la sospendano più avanti, magari in un periodo in cui si trova in condizione di necessità. Grazie comunque per averci scritto. A presto!

  14. pacchia ha detto:

    Buonasera
    Ho fatto domanda per la naspi il giorno 16 marzo ma ancora non ho visto nessun accredito, inoltre per fare la richiesta si sospensione, dato che ho trovato lavoro, pensavo bastasse il pin a 16 cifre invece ho dovuto fare la richiesta per il pin dispositivo, richiesta fatta poco fa.
    Le domande sono: quanto devo aspettare per ricevere quanto dovuto fin’ora? e a chi posso chiamare per sapere qualcosa? Per il PIn dispositivo invece quanto devo aspettare considerando che ho spedito la richiesta proprio 5 minuti fa?
    Grazie mille.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il PIN dovrebbe diventare dispositivo in un paio di giorni. Quando ha ripreso l’attività lavorativa? E’ possibile che la NASPI non parta finché lei non manderà comunicazione di ripresa attività lavorativa. Ha già inviato il modello sr163?

  15. giancad ha detto:

    Salve,

    Ho sospeso la Naspi perché ho firmato un contratto di 3 mesi di lavoro subordinato, con 2 mesi di prova; ci sarà poi un quasi certo rinnovo di 6 mesi, che porterà dunque alla conclusione della Naspi.
    Ora, mettiamo che io volessi abbandonare questo lavoro.
    Da quello che ho letto qui, alcune sedi Inps stanno revocando il sussidio anche per abbandono durante il periodo di prova.
    Quindi, l’unica via d’uscita sarebbe questa: *portare a termine tutti i 3 mesi di contratto e dopodiché rifiutarmi di firmare il rinnovo*.
    Suona corretto? Sarebbe l’unica via sicura per non perdere la naspi?
    E a quel punto non dovrei neanche inviare un’altra naspi-com, la naspi riprenderebbe in automatico, corretto?

    Grazie,
    Giancarlo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ha capito perfettamente. Attendere la scadenza del contratto rifiutando la proroga è l’unico modo sicuro per riprendere la NASPI da dove è stata sospesa.

  16. Ilaria M. ha detto:

    Buongiorno,
    espongo di seguito la mia situazione per un chiarimento:
    Lavoratrice con contratto a tempo indeterminato da oltre 4 anni terminato in data 10/02/2017;
    Percepisco NASPI dal 21/02/2017 al 28/02/2017 e comunico sospensione con NaspiCom;
    In data 01/03/2017 inizio rapporto di lavoro con termine 31/07/2017 (5 mesi oppure 153 gg);
    Il mio contratto viene prorogato al 31/08/2017 (totale di 6 mesi oppure 184 gg) e invierò nuovo NaspiCom.

    Il reddito imponibile supera gli 8.000 euro, non supererò però i 6 mesi ma comunque il mio rapporto di lavoro durerà più di 180gg: la NASPI rimane sospesa oppure andrà a decadere?

    Inoltre, in data 15/09/2017 inizierebbe il periodo di congedo di maternità obbligatoria (si, sono incinta e quindi il datore di lavoro non intende prorogare ulteriormente il mio contratto di lavoro ma riassumermi al termine del periodo di maternità obbligatoria…), quindi, qualora la Naspi non decadesse, percepirei due settimane di disoccupazione ed entrerei poi in maternità sino al compimento del 3° mese di mio figlio. Qui la NASPI riprenderebbe d’ufficio, immagino, ma chiedo conferma.

    Infine, se la NASPI decadesse perché sono superati i 180 gg di lavoro e gli 8.000 di reddito imponibile, dovrei ripresentare una nuova domanda e la NASPI sarebbe corrisposta per la metà dei periodi lavorati degli ultimi 4 anni (esclusi i periodi già indennizzati dalla precedente domanda) oppure calcolata solo in relazione all’ultimo rapporto lavorativo di 6 mesi?

    Diversi operatori del call center INPS hanno dato le loro proprie interpretazioni e io devo decidere se accettare questa proroga di un mese (01/08-31/08) oppure se interrompere prima della scadenza del 180° giorno.

    Ringrazio anticipatamente per i chiarimenti che potrete fornirmi.
    Ilaria

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, le consiglio di accettare la proroga, cosa che spero lei abbia già fatto. In tal caso la sua NASPI decade. Al termine del lavoro presenta una nuova domanda di NASPI (che verrà ricalcolata anche con gli ultimi mesi di contribuzione). Dal 15/09 la NASPI rimarrà sospesa per tutto il periodo della maternità e ripristinata, al suo termine, per il periodo rimanente.

      1. Buona sera

        avrei bisogno del vostro aiuto .il 23 agosto dopo una procedura di licenziamento collettivo iniziato il 5 giugno ho ricevuto
        la lettera ufficiale di licenziamento .il 30 ho avviato le pratiche naspi di cui attendo ancora conferma accettazione ufficiale.

        avendo 75 giorni di preavviso la mia naspi partira’ solo il 14 novembre. nel frattempo pero’ mi hanno gia proposto un contratto per sostituzione maternita….io vorrei accettarlo ma sapendo che sarebbe a termine vorrei comunque sapere come procedere nel miglior modo per non perdere i rimanenti mesi di naspi.inoltre è comunque possibile accettare nonostante mi trovi nel periodo del preavviso ?grazie fin d’ora per la risposta per me urgente e importantissima

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Non so dirle se può accettare essendo nel periodo di preavviso, di certo al fine della disoccupazione le consiglierei di accettare in quanto, qualora questo rapporto di lavoro non dovesse proseguire per molto, lei avrebbe comunque diritto ad una NASPI di durata uguale, dunque avrebbe tutto da guadagnare.

  17. E. R. ha detto:

    Buonasera, sono una docente precaria e percepirò la NASPI fino a quando non chiameranno per le supplenze annuali intorno al 25 settembre, mi conviene dare la disponibilità per le prove di recupero e gli scrutini a inizio settembre? Mi chiedo se valga la pena far sospendere la NASPI per lavorare due giorni e se questa riprenderà davvero automaticamente una volta terminato il contratto o rischio di perdere la naspi.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, lei ha comunque 30 giorni per comunicare il rapporto di lavoro quindi se si tratta di pochi giorni la sua naspi non si sospenderà nemmeno, ma le verrà pagata decurtata delle giornate effettivamente lavorate. A presto!

  18. Anna Chiappa ha detto:

    buongiorno vorrei sapere se una volta raggiunto il limite di 8000 euro lordi nell anno e anche i sei mesi di contratto la naspi si interrompe automaticamente da sola o devo comunicarlo io all’inps?
    inoltre se si interropesse, nell arco di quest’anno potrei fare un’altra domanda naspi (se mi lasciano a casa) o non ne più il diritto x tutto il 2017 avendo superato il limite del reddito? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se ha già comunicato il rapporto di lavoro superiore a 6 mesi non dovrà comunicare altro in quanto la naspi decade in automatico. Teoricamente non dovrebbe più averne diritto per l’anno in corso ma alcune sedi si stanno comportando diversamente quindi le consiglio di farne richiesta direttamente alla sua sede INPS di competenza.

  19. Roberto Foglieni ha detto:

    salve sono simonetta, ho attivato la naspi il 2/2/2017 usufruendo sono di 32 gg non consecutivi su 112 gg che mi spettavano perchè ho sempre trovato un lavoro
    ad oggi mi sono accorta che calcolando gli stipendi e la naspi percepita partendo da gennaio 2017 ho superato gli 8000 euro netti, ma non i 6 mesi di contratto (sommando tutti i periodi lavorativi)
    Vorrei sapere cosa e come comunicare all insp che ho superato il tetto massimo,
    poi vorrei saperer se la naspi si sospende automaticamente?
    poi siccome a fine luglio mi scade il contratto se non mi viene prorogato e la naspi attuale mi viene interrotta, posso richiedere un’altra naspi con la nuova aziende che mi lascia a casa, o non ne ho più il dirittto x tutto il 2017 perchè ho superato gli 8000 euro
    grazie mille e attendo una vostra risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, per farne comunicazione dovrebbe utilizzare il modello naspi-com. Teoricamente non dovrebbe più spettarle per l’anno in corso ma le consiglio comunque di richiedere l’informazione alla sede INPS di competenza in quanto le sedi si comportano spesso in maniera differente. Provi eventualmente a contattare il numero verde per fissare un appuntamento in sede. A presto!

  20. Kalat ha detto:

    Buongiorno,
    da giugno ho cominciato un nuovo lavoro con contratto stagionale di 4 mesi ed ho presentato la domanda naspi com attraverso patronato per la sospensione della naspi. Al termine del contratto cosa si dovrà fare per la riattivazione della naspi? E’ possibile sospendere la naspi più volte nel caso ci fossero altri contratti di durata inferiore a 6 mesi? ed infine, come mai accedendo al sito dell’ inps non risulta alcuna comunicazione della naspi-com presentata? La Naspi comunque è regolarmente sospesa.
    Grazie!
    Saluti, Piero

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se ha presentato NASPI-COM attraverso il patronato è normale non vederlo online, ma chieda comunque la ricevuta al suo patronato per conferma. Non c’è un limite di sospensioni, quindi in caso di nuovo rapporto di lavoro inferiore a sei mesi potrà presentare un nuovo NASPI-COM. Se al termine del rapporto di lavoro non ci sarà una proroga la prestazione riparte in automatico, se invece ci sarà una proroga andrà presentato un nuovo naspi-com. Se supera i 6 mesi di lavoro consecutivi (anche se gerati da contratti prorogati consecutivi) la prestazione di NASPI decade e al termine del lavoro andrà presentata una nuova domanda.

  21. Alberto Cavenaghi ha detto:

    Salve, avrei due domande:
    1-ho fatto richiesta di naspi il 24-4 e la mia domanda è ancora in stato “in fase di trasferimento alla sede”. Al CAF dicono che è tutto ok ed anche telefonando al contact center mi viene ripetuto lo stato della domanda senza evidenziare anomalie. Quale può essere il problema? Come posso risolverlo?
    2-ho ricominciato a lavorare prima del previsto, con contratto di 9 mesi. Se faccio comunicazione di inizio di un nuovo rapporto di lavoro mi viene comunque liquidata la disoccupazione relativa ai mesi passati a casa nonostante io non abbia ancora ricevuto nulla o la mia comunicazione potrebbe bloccare il processo? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, per la domanda le consiglierei comunque di mandare un sollecito attraverso il numero verde o direttamente presso la sua sede, per quello che riguarda il pagamento ovviamente verrà liquidato per le giornate dalla data di decorrenza fino al giorno prima dell’assunzione. Mi raccomando di compilare il modello NASPI-COM anche se la sua domanda non è ancora evasa.

  22. king of soho ha detto:

    Salve io sto percependo la naspi per 6 mesi(totali) me restano ancora 4, fra qualche giorno saro assunto per 3 mesi di lavoro circa, volevo sapere posso mantenere la naspi attivao devo staccarla??? (Il contratto piu la disoccupazione non supera gli 8.000 euro ma il mio reddito annuale si).Inoltre quando finiranno questi 3 mesi di lavoro so che si riattiverà la precedente naspi, ma le giornate di disoccupazione che mi spettano per questi altri 3 mesi di lavoro,vanno perduti o li uniranno a quelli di prima?? Grazie saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, la prestazione di lavoro va comunicata tramite modello naspi-com e l’INPS provvederà a sospendere la NASPI per la durata della prestazione. Al termine del lavoro la prestazione si riattiverà in automatico ma verranno liquidate solo le mensilità rimanenti (quindi 4).

  23. bobby k ha detto:

    Buongiorno. sono Arthuro. percepisco NASPI da 6 mesi. devo iniziare il mio nuovo lavoro il 20 luglio 17 con un contratto indeterminato(2 mesi di prova) le mie domande sono
    1. Entro quando bisogna communicare al inps del inizio di nuovo lavoro?
    2. come devo comportare se non supero il periodo di prova o decido di non continuare questo lavoro( fatto che communico il contratto indeterminato al INPS)
    3. posso aspettare 20-25 giorni prima di communicare al Inps?
    Grazie per l’aiuto
    Saluti
    Arthuro.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, noi consigliamo sempre di farne comunicazione il prima possibile, e comunque entro 30 giorni dall’assunzione. Se non supera il periodo di prova andrà fatta un’altra comunicazione NASPI-COM per il ripristino della NASPI, mentre per le dimissioni si deve rivolgere alla sua sede in quanto ultimamente le sedi si stanno comportando in modo autonomo non essendoci una normativa chiara, quindi potrebbe decadere la sua NASPI (e quindi rischierebbe di perdere il sussidio) oppure essere ripristinata da dove è stata sospesa.

  24. Federica Mascia ha detto:

    Buongiorno, da Gennaio 2017 ho iniziato a percepire l’indennità Naspi. Qualche mese dopo, ad aprile, ho iniziato una collaborazione occasionale della durata di 4 mesi con ritenuta d’acconto del 20% (come la vecchia prestazione d’opera, quindi senza voucher).
    Ne ho dato comunicazione all’INPS tramite apposito modulo NASPI- COM, entro i termini previsti:
    – Evento da comunicare: Attività lavorativa autonoma dal 01/04/2017
    – Tipo Comunicazione: Inizio attività autonoma
    – Tipo Attività: Altro/Lavoratore parasubordinato
    – Reddito previsto per l’anno in corso: 4500 euro.

    Il CAF mi ha detto che essendo sotto la soglia dei 4800 euro previsti per i lavoratori autonomi ogni mese, avrei continuato a percepire la NASPI, solo che si sarebbe trattato di un ammontare inferiore a seguito della rivalutazione dell’80% […].
    In realtà, dalla comunicazione NASPI- COm ad oggi, non ho più percepito nulla.
    Avrei quindi due domande:
    1- non ho partita iva e non sono iscritta alla gestione separata: l’INPS mi considera lavoratore autonomo. Quanto dice il CAF è corretto?
    2- perché la NASPI non arriva più nonostante sulla mia area personale del sito INSP risulti ” pagamento in corso”? Può essere che venga sospesa durante i mesi della prestazione occasionale e riattivata allo scadere della suddetta?

    Spero possiate aiutarmi perché sono mesi che cerco una risposta: il CAF non sa darmi una spiegazione, l’INPS peggio.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, crediamo sia sbagliato inserirlo sotto LAVORO AUTONOMO in quanto le leggi che regolano le singole attività lavorative sono totalmente diverse. In questo caso noi consigliamo sempre di indicare la voce ALTRO nella prima tendina e poi specificare nel campo note RITENUTA D’ACCONTO, PERIODO E IMPORTO. Fossi in lei andrei a fare una dichiarazione aggiuntiva direttamente allo sportello della sede specificando di aver errato la compilazione e chiedendo il ripristino del pagamento. Non ha indicato una data di fine lavoro?

  25. Daniela Marinucci ha detto:

    Buongiorno, io da marzo 2017 percepisco la Naspi e andrà avanti fino a febbraio 2018. La prossima settimana dovrei iniziare uno stage full time con rimborso spese di 600€ mensili. Informandomi tra INPS, centro per l’impiego, caf/patronati e l’azienda stessa mi hanno dato risposte anche in contrasto tra di loro:
    1) il tirocinio non è compatibile con la naspi, quindi dovrei fare un tirocinio gratuito continuando a percepire la naspi per il periodo e per l’importo che ancora mi spetta;
    2) il tirocinio non è compatibile con la naspi, ma a differenza del punto precedente, se ricevo un rimborso spese la naspi si interrompe definitivamente;
    3) la naspi può essere sospesa se il tirocinio non supera i 6 mesi e 1 giorno e ripresa a fine del periodo di stage;
    4) la naspi e il tirocinio sono compatibili, quindi posso percepire entrambi ma con la naspi ridotta in base alle ore lavorate e il reddito percepito.
    Sapreste dirmi quale è la risposta giusta? Vi ringrazio

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Quanta confusione in assenza di una normativa chiara! Comunque da quello che sappiamo che la retribuzione è solo a titolo di rimborso spese e se non si tratta di un tirocinio con Garanzia Giovani è compatibile con la NASPI senza che questa venga ridotta. Le consigliamo comunque di rivolgersi direttamente alla sua sede INPS in quanto, in casi di buchi normativi, le sedi INPS possono agire autonomamente.

      1. frada0710 ha detto:

        Salve volevo chiedere una cosa.. sono stata assunta come colf da dicembre 2015.. la mia datrice beneficiava di un progetto dell inps chiamato Home Care Premium che si è prorogato di sei mesi ogni volta per 2 volte.. l ultima proroga è scaduta il 30 giugno e sapendolo da tempo la datrice mi ha licenziato verbalmente perche non usufruendo piu di tale bonus non si poteva permettere la mia retribuzione..Dal primo luglio ho cercato di inoltrare domanda di Naspi ma mi sono accorta che il mio contratto di lavoro ancora non è stato cessato. La consulente che ha curato e fatto il mio contratto di lavoro mi ha detto che formalizzeranno il licenziamento sempre con data 30 giugno.. la domanda è: se dovessero far decorrere i 68 giorni entro i quali posso richiedere la naspi” per loro negligenza” posso comunque dimostrare che io non centro nulla? Come posso tutelarmi?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, nel suo caso le consiglierei comunque di presentare domanda di NASPI in quanto in caso di decorrenza dei 68 giorni lei perderebbe il diritto alla NASPI mentre in caso di reiezione per mancata cessazione del rapporto di lavoro è comunque possibile chiedere il riesame della domanda nel momento in cui avvrà effettivamente la cessazione.

      2. Civakim Libre ha detto:

        Salve, sono nella stessa situazione ma il rimborso spese sarebbe di 300€. Quindi la discriminante è farlo con o senza Garanzia Giovani? Perché io lo farei proprio tramite questo ente: in questo caso la Naspi (che al momento è più alta del rimborso spese) mi verrà sospesa? I 300€ saranno erogati dall’azienda e non da Garanzia Giovani. Se invece attivassi lo stage con un altro ente (es: CPI), mi basterebbe comunicarlo all’INPS ma mi sarebbe garantita sia la Naspi che il rimborso spese dall’azienda? Grazie

  26. Alexis ha detto:

    Buonasera, io ho richiesto la Naspi nel Dicembre 2016. Accolta, pagamento partito per 200 giorni. A metà Febbraio ho trovato lavoro fino al 31/07 (quindi 5 mesi e mezzo) e sicuramente ad Agosto starò fermo. Ho fatto la naspi-com. L’ho sospesa e attualmente va tutto ok. La mia domanda è : dato che ripartirà in automatico e verrà calcolata sulla base del vecchio importo da quanto ho capito leggendo i vari commenti, quanto sarà la durata? Mi spiego, ho già percepito 70 su 200 giorni. Verrà calcolato questo periodo di lavoro in aggiunta (quindi 5 mesi e mezzo che diventano la metà e appunto sono altri 70 giorni) facendo il calcolo soltanto delle settimane lavorate (dato che il lordo degli stipendi ripetiamo non verrà calcolato) ? o andrò a prendere i restanti 130 giorni e basta? Nel caso fosse così (130 giorni rimanenti e basta) la domanda converrebbe rifarla? o non si può se non supero i 6 mesi del mio ultimo rapporto di lavoro?
    Grazie saluti Alexis.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non verrà ricalcolata ma le verrà pagato lo stesso importo che percepiva prima di ricominciasse a lavorare, le rimangono da percepire 130 giorni. Non deve rifare la domanda, abbiamo spiegato il perché in questo articolo. a presto!

  27. pacchia ha detto:

    Dovrei cominciare a percepire tra poco la naspi e ho trovato un lavoro temporaneo all’estero, devo comunque compilare il modulo e fare tutto come se lavorassi in Italia?
    Grazie.

  28. Alfonso84 ha detto:

    Salve,percepisco la Naspi da circa 12 mesi devo avere altri 2 mesi mi scade il 4 settembre con esattezza .
    Sono circa 7 gg che sto lavorando tramite agenzia a contratti a settimana. .
    Siccome nn so la durata 1 mesi 2 /3 mesi un anno .. o 3 settimana sono obbligato ad avvisare inps ? Visto che mi mancano solo 60 gg? Bel caso che nn comunico e mi arrivano i soldi come funziona? Avrò problemi anche in questo caso a lavoro? Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ogni contratto va comunicato attraverso modello naspi-com. Se non comunica rischia che la sua NASPI decada o che le vengano pagati dei giorni non spettanti, in questo ultimo caso l’INPS provvederà a recuperare l’importo o a conguagliarlo in un secondo momento.

  29. Francesko. DR ha detto:

    salve buongiono e complimenti per gli articoli, volevo farvi una domanda sui giorni che devo percepire la naspi che mi sono pocho chiari. la lettera che mi e stata inviata dall inps dice:
    la sua domanda è stata accolta con decorrenza dal 01/01/2017 e potra essere corrisposta per 237 giorni corrispondente ad un numero di settimane pari alla meta delle settimane di contribuzione che puo far valere negli ultimi 4 anni.
    Quindidevo mi aspettano 237 giorni oppure la metà? mi scusi per l incomprensione ma volevo farmi un calcolo quando mandare la comunicazione di disoccupato 30 giorni prima che finisca la naspi come scritto nel suo articolo.
    nel 2015 ho percepito la disoccupazione e non ho inviato nessuna comunicazione prima dello scadere ho perso qualche mensilità? cè modo di recuperarla?

    grazie gentilissimo. distinti saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      I giorni sono 237. Se la sua nuova domanda è già stata accettata e liquidata probabilmente non c’era alcuna mensilità rimanente da percepire. Infatti può anche capitare che l’INPS liquidi l’ultimo mese senza necessariamente attendere la comunicazione, inoltre in caso di ultimo mese rimanente da vecchia NASPI la nuova domanda si blocca e non va avanti, e se si sblocca quel mese viene comunque liquidato in automatico.

  30. Fabrizio De Serra ha detto:

    Salve,
    la mia compagna ha fatto la richiesta di disoccupazione il 12/06/2017, ad oggi ha già trovato un lavoro dove gli offrono un contratto di 6 mesi part-time a 20 ore settimanali a 800€ mensili.
    La disoccupazione che ha richiesto il 12/06/2017 veniva da un contratto a tempo indeterminato, full-time a 40 ore settimanali; con una media reddito sui 1.300€ mensili. Qualora fra 6 mesi non le venisse rinnovato il contratto, può agganciarsi alla precedente disoccupazione? se si, il calcolo effettuato dall’INPS prenderà in considerazione solo i 6 mesi a 800€ oppure prenderà in considerazione anche i 4 anni retribuiti a 1.300€ mese? il nostro timore è quello che venga applicata la disoccupazione partendo dal 75% sugli 800€ relativi all’attuale contratto proposto, e non sui 1.300€ mese con cui è stata effettuata la domanda di disoccupazione. Inoltre ci servirebbe sapere se in caso di rinnovo superasse i 6 mesi di contratto, non potrebbe più “agganciarsi” alla precedente domanda di disoccupazione?
    Grazie e le auguro una buona giornata.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se il rapporto di lavoro non supera i 6 mesi la NASPI che continua ad essere pagata è quella sospesa (calcolata quindi con la vecchia retribuzione). La nuova retribuzione farà media solo nel momento in cui andate a ripresentare una nuova domanda di NASPI.

  31. Antonio Di Gilio ha detto:

    Salve, sono disoccupato dal 19 Marzo 2017 e avendo lavorato per tre anni ho diritto ad un anno e mezzo di disoccupazione, che a causa dei soliti ritardi burocratici dovrei iniziare a ricevere solo dalle prossime settimane.

    Oggi sono stato contattato da un’azienda dello stesso settore di quella per cui lavoravo prima, che mi ha proposto di lavorare durante il mese di luglio e (forse) quello di settembre in sostituzione di un operaio che si è infortunato.

    Se io accettassi e quindi lavorassi a luglio e a settembre, poi quei 18 mesi di disoccupazione che ho maturato lavorando per i tre anni scorsi andrebbero persi ? Una volta finito di lavorare per questa azienda sarei in grado di ritornare a percepire la disoccupazione per quei 18 mesi ?

    E’ ovvio che in caso di risposta negativa non mi converrebbe affatto perdere oltre un anno di disoccupazione garantita per 1-2 mesi di lavoro…

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Antonio, lei può sospendere la NASPI per un massimo di sei mesi di lavoro consecutivi. La prestazione si sospende compilando il modulo NASPI-COM all’inizio di un rapporto di lavoro, e si riattiva in automatico se il rapporto di lavoro dura, appunto, meno di sei mesi, come nel suo caso. Al termine del lavoro la prestazione riparte ad essere erogata da dove è stata sospesa e per tutti i mesi residui.

  32. Agente Cooper ha detto:

    Buongiorno,
    percepisco una disoccupazione NASpI, nel frattempo ho trovato un lavoro subordinato in agricoltura come “avventizio”, in pratica vengo pagato solo per le giornate effettive in cui vengo chiamato al lavoro, che sono dalle 3 alle 7 giornate al mese.
    Devo comunicare all’INPS le giornate che lavoro, in modo che questi mi decurtino le giornate dall’indennità NASpI che percepisco, o devo comunicare solo il reddito annuo presunto? Entro quando inviare la comunicazione?
    Grazie, buona giornata.
    Roberto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il naspi-com va compilato la prima volta il prima possibile, nel suo caso ogni fine mese dovrà farlo comunicando le giornate effettivamente lavorate.

  33. claudiac ha detto:

    Salve
    sono in Naspi da dicembre scorso, se dovessi trovare un lavoro a tempo determinato come faccio a comunicare all’inps la sospensione della naspi per il periodo del contratto? Ho il cartaceo del modulo SR161 ma volevo sapere se potevo farlo in modo più rapido telematicamente o telefonicamente senza dovermi recare allo sportello. Inoltre entro quanti giorni dall’inizio di un eventuale contratto va fatta la comunicazione ?
    grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Claudia, è tutto ben spiegato proprio in questo articolo!

  34. Elena Gropelli ha detto:

    Buongiorno,spero possiate aiutarmi. Nel giugno 2016 ho acceso la Naspi che scadrà ad inizio 2018. In data 15 magio ho inserito la sospensione tramite il modello naspi.com fino al 15/11 data fine del contratto di 6 mesi, nn superiore. Ho dato le dimissioni il 22/6 in quanto il comportamento del mio datore di lavoro era poco professionale, leggendo il vostro forum ho capito che potevo riattivare la naspi e quindi ho inserito una nuova comunicazione con le date corrette 15/5-22/6. Oggi scopro dal commercialista del datore di lavoro che dovevo anche comunicare le dimissioni o online sul sito del ministero o presso il centro impiego. L’ho fatto oggi online, ma mi da la decorrenza da domani 29/6. Ora ho una discrepanza tra la data sul sito inps 22/6 e questa 29/6, il call center inps dice che va bene così che nn devo rettificare nulla. E’ vero ? Inoltre con centro impiego avevamo chiuso il patto di servizio, ora lo devo riaprire ? Io sono residente a Milano, ma vivo in provincia di Brescia ora, devo cercare un centro per l’impiego qui e comunicarlo ? L’inps dice che bastava farlo la prima volta. Io nn capisco più nulla. Spero potete aiutarmi intanto vi ringrazio.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elena, se ha cambiato residenza sicuramente dovrà contattare il CPI della sua zona. per la discrepanza tra le due date di dimissioni non saprei dirle, bisognerà attendere qualche giorno per capire come si comporterà l’INPS.

  35. Fabrizio Zanier ha detto:

    Salve, percepisco la naspi da 1 mese (dal 1 maggio 2017) e ora inizierò un lavoro a contratto a tempo determinato per 2 mesi (dal 1/07 al 31/08) ovviamente comunichero tramite sito INPS a naspi.com questa occupazione e mi sospenderanno la naspi, vorrei sapere se poi al termine del contratto 31/08 la naspi si riattiva in automatico per i restanti mesi che mi sono stati calcolati o devo fare qualcosa per riattivare?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se ha presentato il naspi-com la prestazione si riattiva in automatico, se invece avrà una proroga dovrà presentare un nuovo naspi-com.

  36. Gabriele Giamboni ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    sono beneficiario di naspi. Devo comunicare all’ inps il mio nuovo contratto di lavoro subordinato.
    Oltre al modulo Naspi-com, da compilare e spedire, c’è un metodo per inviare la comunicazione direttamente online dal sito inps SENZA compilare il modulo? Se si potreste girarmi il link per favore?

    Chiedo questo in quanto l’operatrice inps mi aveva accennato ad una simile possibilità seguendo il percorso inps-disoccupazione e mobilità-naspi ma non trovo questo percorso sul sito.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, c’è il link all’interno dell’articolo.

  37. ann silk ha detto:

    Ciao
    negli ultimi 4 anni ho sempre lavorato, fino al giugno 2016 quando dopo un contratto determinato ho chiesto la disoccupazione , accettata per 18 mesi. Nel febbraio 2017 ho firmato un contratto di 6 mesi e ho sospeso la naspi correttamente. Ho appena saputo che mi prolungheranno il contratto fino a dicembre 2017. Cosi facendo dovrò chiudere la pratica corrente di naspi …la mia domanda è se posso richiederla a gennaio 2018? verranno conteggiati i restanti mesi di naspi calcolati nella domanda precedente? un altra domanda…per errore mi hanno pagato un mese in più di naspi, come faccio a renderlo ? grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, potrà fare una nuova domanda NASPI a gennaio 2018 e verrà calcolata sulla base della vecchia contribuzione rimanente e sulla nuova. per restituire la mensilità dovrà attendere comunicazione cartacea dell’INPS.

      1. ann silk ha detto:

        grazie, il 1 agosto devo fare il naspi-com sul sito per comunicare la proroga del contratto? grazie

    2. Nico8787 ha detto:

      Salve ,praticamente ho iniziato un lavoro a tempo determinato per 3 mesi il 12 giugno, oggi firmerò il contratto(non ho capito xke ancora non me l’avevano fatto firmare dall’inizio ma vabbè…). Detto questo, visto che stavo percependo la naspi regolarmente, volevo sapere se a luglio mi daranno l’indennità per tutto il mese di giugno oppure solo per i primi 11 giorni(ancora non ho compilato il modulo naspl xke ho 30 gg di tempo)…aiutatemi a capire meglio la situazione, saluti.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Teoricamente dovrebbero pagarle solo 11 giorni, ma se non ha compilato il naspi-com c’è il rischio che li paghino tutti.

  38. Paola de Santis ha detto:

    buongiorno, ho avuto un contratto a chiamata per il mese di giugno presso uno stabilimento balneare ed a luglio ed agosto lo stesso stabilimento mi assumerà a tempo determinato. Vorrei sapere come comportarmi per la naspi finendo il contratto a chiamata il 30 giugno ed iniziando il contratto a tempo determinato il 1 luglio. Grazie per l’aiuto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Paola, deve compilare due modelli naspi-com, uno per ogni contratto di lavoro.

  39. Anna Bracco ha detto:

    Salve.
    Vorrei chiedere informazioni.Sono stata licenziata a metà maggio e ho fatto domanda Naspi.Ai primi di giugno ho ricevuto una proposta di lavoro a tempo determinato dal 14 giugno al 6 agosto full time.Il contratto prevede 7 giorni di prova.Accetto l`offerta e comunico all`Inps la mia nuova situazione.La mia domanda è:”Posso dimettermi durante il periodo di prova e riattivare la disoccupazione?”
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, stando a quello che c’è scritto nelle circolari direi di sì ma molti lettori ci segnalano che alcune sedi si stanno comportando in maniera diversa, le consiglierei quindi di rivolgersi alla sua sede inps.

  40. buongiorno io sto percependo regolarmente la NASPI. Ora per i prossimi 3 mesi ho trovato un lavoro dove ho un CONTRATTO A CHIAMATA in cui lavoro sempre dal lun-ven ma con ore di lavoro differenti, dalle 6 alle 8 ore. come mi devo comportare ? devo sospendere la naspi per tutto in periodo? oppure essendo contratto a chiamata continuerò lo stesso a percepire la NASPI?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve mandare una comunicazione naspi-com ogni fine mese indicando solo le giornate effettivamente lavorate. L’inps le pagherà solo i giorni in cui non ha lavorato.

      1. Mario Marra ha detto:

        Buongiorno,
        avrei bisogno di un’informazione; sto percependo la Naspi e ho iniziato da alcuni giorni una prestazione occasionale che sarà da regolarizzare con fattura su codice fiscale o eventuale partita iva. vorrei sapere entro quanto tempo devo avvisare l’Inps per l’interruzione della Naspi; grazie, un cordiale saluto.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, le nuove attività lavorative vanno comunicate entro 30 giorni.

  41. Daniele Tagliabue ha detto:

    Buongiono
    avendo terminato il mio contratto di lavoro al 31.12.2016 , percepisco la DisColl dal 17 gennaio 2017 x 180 gg. Nessun problema sui pagamenti mensili.
    Ho iniziato un nuovo contratto di 3 mesi lo scorso 29.05.17 e l’ho correttamente comunicato via telematica sulla mia pagina INPS
    Mi aspettavo quindi che i primi 28 giorni di DISCOLL di Maggio fossero pagati in questi giorni di Giugno, ma in realtà da centralino INPS mi dicono che essendo la DISCOLL sospesa (dal 29.05), questi 28 gg mi saranno pagati solo al termine del mio contratto di 3 mesi e cioè solo dopo il 29.08.
    E’ corretto?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Beh non direi. In realtà di solito accade ciò che lei giustamente si aspettava. Provi a richiamare e chiedere di inoltrare una segnalazione, oppure provi a recarsi alla sua sede INPS di competenza. A presto!

  42. Giovanna Cappello ha detto:

    Buongiorno, avrei bisogno di un chiarimento: ho lavorato dal 1/4/16 al 31/08/16 ed a settembre ho fatto richiesta NASPI (avevo anche 4 mesi di contributi validi per la Naspi datati 2013). La pratica è risultata fino a ieri “in attesa” . Ho ripreso a lavorare dall’ 1/10/16 al 31/05/17 ed ho richiesto nuovamente la Naspi. Mi è stato comunicato che verrà sbloccata la prima domanda di settembre e mi verrà liquidata quella mensilità, per poi ripartire con la nuova domanda. Mi chiedevo, avendo lavorato otto mesi, percepirò la NASPI solo per 4, o non avendo usufruito di tutti i mesi della precedente domanda tale periodo verrà integrato con i mesi non utilizzati?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ovviamente il periodo non fruito della precedente NASPI verrà integrato in quello spettante per la seconda:) A presto!

  43. Carla D'Achille ha detto:

    Buongiorno, a fine maggio ho sospeso la naspi tramite patronato con la naspicom a seguito dell’assunzione a tempo determinato fino a 30 giugno. Mi chiedevo, nel caso mi prolungassero il contratto, come devo comunicarlo, se devo compilare un’altro modulo naspi com o se è tutto automatico

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sì in tal caso dovrebbe compilare un altro naspi-com.

  44. Iliescu Alina ha detto:

    Salve. Da Gennaio 2017 sono disoccupata .Ho ricevuto una proposta di lavoro con il primo contratto di 1 giorno con eventuale proroghe. Le mie domande sono: 1- Devo mandare modulo Naspi ad ogni proroga ? e 2 – Per riprendere la disoccupazione, alla fine del rapporto di lavoro , devo fare qualcosa , oppure si riprende in automatico dal momento in quale io non mando più gli avvisi? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ogni proroga deve essere comunicata, se non manda può comunicazioni la NASPI riparte.

  45. Tatiana Rossetti ha detto:

    Buongiorno,
    In data 20 maggio si e concluso un contratto a tempo determinato e ho provveduto in data 23 maggio a presentare domamda naspi che risulta in lavorazione.In data 5 giugno mi viene proposto un contratto a tempo determinato di 6 mesi.
    Se dovessi dimettermi riceverei ancora la naspi e quando riprenderebbe?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Tatiana, per quel che riguarda le dimissioni durante la NASPI al momento stiamo consigliando di rivolgersi presso le sedi di competenza perché alcuni utenti ci segnalano che le sedi stanno gestendo questa faccenda delle dimissioni in maniera diversa, in sostanza alcuni accettano le dimissioni altri no. Questo perché il buco normativo gli permette di prendere decisioni autonomamente

  46. Noemi Chiuri ha detto:

    Salve io ho lavorato per 3 anni prima di essere licenziata. Fatta la domanda per la naspi, dopo soli 15 giorni già avevo un nuovo contratto che questa volta però è solo un tirocinio di 6 mesi con rimborso spese di 400 euro. Fatta la comunicazione e tutto quello che era da fare attraverso un CAF. Ora questo contratto scade a luglio, ma io voglio andare via da dove lavoro,quindi non voglio fare altri contratti o simili. Appena scade il tirocinio vado via…la mia domanda è: la disoccupazione ricomincia daccapo come se fosse il primo mese oppure mi scalano i 6 mesi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, era un tirocinio con Garanzia Giovani?

  47. Francesca Zumiani ha detto:

    Buonasera,
    volevo una delucidazione, io ho sempre lavorato stagionale, a novembre ho fatto domanda di disoccupazione ed è stata accettata per 157 giorni, me ne sono stati pagati un centinaio, poi ho trovato un nuovo lavoro, con contratto di un anno e 60 giorni di prova. Ho comunicato tutto all’Inps e poi ho cominciato. Tuttavia durante il mio periodo di prova mi sono accorta che le cose non andavano, e mi sono dimessa. Ho già mandato via telematica una nuova domanda per la Naspi, dopo che l’Inps mi aveva detto che avrei ripreso la disoccupazione. Adesso però, non mi è ancora arrivato il responso dell’Inps alla mia domanda, una impiegata dell’Inps mi ha detto che non ho alcun diritto alla disoccupazione, all’oscuro della mia domanda e della condizione precedente. Mi sapete dire se la prenderò oppure no?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesca, la realtà è che non avrebbe dovuto inoltrare una nuova domanda, ne abbiamo parlato qui

  48. Ally Novello ha detto:

    Salve, ho interrotto la disoccupazione il 16/05/17 per inizio nuovo lavoro, l’ultimo pagamento che ho ricevuto arriva fino il 31/04/17. Volevo chiedere se mi arriveranno i soldi di quel periodo anche se l’ho interrotta! Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se l’ha interrotta TEORICAMENTE non dovrebbero parla il periodo in cui lavora.

  49. Alessia Cozzi ha detto:

    Buongiorno,
    avrei un quesito da sottoporvi. Il 30 Aprile 2017 ho perso il lavoro per termine naturale del contratto. Ho fatto subito richiesta di Naspi attraverso i sindacati. All’Ufficio dell’INPS mi dicono che la domanda è stata accettata fino a settembre 2018. Contestualmente ricevo una nuova proposta di lavoro a tempo determinato della durata di 3 anni. Conosco, da esperienze precedenti, la realtà che mi sta offrendo il contratto e ho qualche dubbio sul firmare, ma dall’altra parte preferirei continuare ad avere un lavoro (preciso che lo stipendio che andrei a prendere sarebbe praticamente simile alla quota di disoccupazione che mi è stata riconosciuta). Inizio ad informarmi sulle possibilità che potrei avere di firmare ed, eventualmente, licenziarmi dopo poco (giusto per capire se l’ambiente di lavoro è cambiato rispetto al passato) potendo poi riattivare la Naspi. All’ufficio vertenze del sindacato a cui mi sono appoggiata mi spiegano che avendo fatto domanda di disoccupazione io ho già acquisito il diritto a riceverla e che se mi licenziassi nel periodo di prova potrei ricominciare a percepirla. Mi sembra quasi troppo bello per cui vado direttamente all’Inps della mia città a chiedere conferma e chiamo anche il call center dell’Inps per avere un quadro completo. Dopo aver raccolto 4 testimonianze tutte a favore del fatto che avrei potuto licenziarmi nel periodo di prova ed anche fino a prima del compimento del 6° mese e avrei potuto riattivare la disoccupazione (nell’ordine ne ho avuto conferma da: CALL CENTER INPS, 3 ADDETTE ALLO SPORTELLO INPS DELLA MIA CITTA’ e UNA ADDETTA ALLO SPORTELLO DI UN’ALTRA PROVINCIA, CHE e’ QUELLA IN CUI LAVORO) mi sono convinta di avere un piccolo paracadute di sicurezza se nel primo periodo le cose non fossero andate bene. Avrei potuto firmare, bloccare la disoccupazione, andare al lavoro ed eventualmente licenziarmi entro i primi 6 mesi e riattivare la Naspi. Bene! Mi decido e firmo. Giovedì scorso, l’altro ieri, vado al solito ufficio Inps a comunicare la firma del contratto e la conseguente interruzione della Naspi e mi viene detto, dal direttore in persona, che avendo firmato un contratto più lungo di 6 mesi (il mio è un determinato per 3 anni part time a 15 ore la settimana) la mia pratica Naspi viene a essere chiusa definitivamente e che decade il mio diritto a riattivarla anche se mi licenziassi nel periodo di prova o entro i primi 6 mesi. L’unica possibilità che ho è di licenziarmi per giusta causa o di farmi licenziare. Ora, io mi chiedo come sia possibile che le addette allo sportello dell’ufficio diretto da questo soggetto mi abbiano detto esattamente il contrario. Da avere 4 testimonianze che mi tranquillizzavano sul fatto di avere una piccola finestra temporale in cui poter decidere di dimettermi senza perdere niente, mi sono ritrovata ad aver perso tutto: diritto alla disoccupazione acquisito, comunque, versando sudati soldi negli anni passati, e mi ritrovo obbligata a rimanere al lavoro anche se per x motivi io non mi trovassi più bene perchè altrimenti rimarrei senza stipendio e senza disoccupazione. Ora vi chiedo, ho capito male io la storia delle dimissioni entro i 6 mesi con possibilità di riattivazione della Naspi o ha ragione il direttore dell’Inps ( che rimane comunque un incompetente visto che non istruisce nemmeno i suoi dipendenti su quali indicazioni precise e puntuali dare ai contribuenti che si rivolgono fiduciosi allo sportello!)? Ringraziandovi in anticipo attendo fiduciosa una vostra risposta.
    Cordiali saluti.
    Alessia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessia, tutto ciò è a dir poco assurdo. Posso capire i casi in cui siamo di fronte a dei buchi normativi, e in quei casi ogni sede ha un modo proprio di gestire i casi particolari, ma in questo caso la normativa è molto chiara, e sono ben contenta di fare un copia/incolla della circolare 94/2015 (premetto che, come lei, altre centinaia di persone che ci hanno scritto, si sono trovate in questa identica situazione, ma questa è la prima esperienza di DECADENZA naspi a seguito di dimissioni entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro):
      “2.10.a Nuovo rapporto di lavoro subordinato

      2.10.a.1 In caso di nuova occupazione con contratto di lavoro subordinato del soggetto percettore di NASpI dalla quale derivi un reddito annuale superiore al reddito minimo escluso da imposizione si produce la decadenza dalla prestazione, salvo il caso in cui la durata del rapporto di lavoro non sia superiore a sei mesi. In tale caso l’indennità è sospesa d’ufficio, sulla base delle comunicazioni obbligatorie, per la durata del rapporto di lavoro. Al termine del periodo di sospensione l’indennità riprende ad essere corrisposta per il periodo residuo spettante al momento in cui l’indennità stessa era stata sospesa.

      La contribuzione versata durante il periodo di sospensione è utile ai fini di cui agli articoli 3 e 5 del decreto legislativo 4 marzo 2015 n. 22 ossia, tanto ai fini dei requisiti per l’accesso che ai fini della determinazione della durata di una nuova prestazione di disoccupazione NASpI.

      Per l’individuazione del periodo di sospensione si considera la durata di calendario del rapporto di lavoro, prescindendo da ogni riferimento alle giornate effettivamente lavorate.

      Si precisa che la sospensione e la ripresa della prestazione avvengono d’ufficio e che a tal fine è ininfluente l’eventuale cessazione anticipata per dimissioni del lavoratore.

      Se possibile faccia ricorso, oppure contatti il numero verde per fissare un appuntamento con l’ufficio competente o il direttore stesso, la sua naspi deve essere ripristinata. Rimaniamo a disposizione qualora volesse tenerci al corrente dell’esito. A presto!

      1. Alessia ha detto:

        Grazie mille per la risposta celere, precisa e dettagliata! Il direttore si era reso disponibile ad informarsi con, non so bene, quale ufficio della Regione di competenza. Oggi dovrebbe farmi sapere qualcosa in merito. In base alla risposta mi muoverò come da voi suggeritomi!
        Grazie ancora.

        Alessia

        1. Alessia ha detto:

          Buongiorno,

          poco fa il direttore dell’Inps mi ha contattata per confermarmi la sua versione (dice di essersi informato direttamente con la sede regionale e provinciale dell’Inps) e cioè: avendo io firmato un contratto di 3 anni vedrò decadere la mia pratica Naspi senza possibilità di riattivarla nemmeno se mi licenziassi nel periodo di prova o entro 5 mesi e 29 giorni. L’unica possibilità che mi resta, secondo lui, è un licenziamento per giusta causa o farmi licenziare.
          A questo punto ho chiamato il Conctat Center per provare a capire che cosa potessi ancora fare per far valere i miei diritti. In un primo momento l’addetta al conctat che mi ha risposto ha convalidato la versione della possibilità di licenziamento entro i 6 mesi e riattivazione della Naspi, poi ha voluto informarsi in maniera più precisa, mi ha lasciata un attimo in attesa, e al suo ritorno ha cambiato versione dicendomi che purtroppo il direttore aveva ragione in quanto negli scorsi giorni pare sia uscita una nuova circolare che determina che, in casi analoghi al mio, la domanda di naspi decada e non possa più essere riattivata.
          Le ho chiesto a quando risalisse la circolare e se, avendo io firmato intorno al 20 di maggio, la circolare fosse retroattiva o se, magari non andasse a riferirsi solo a casi futuri. Lei non ha saputo darmi una risposta certa, ma solo dirmi che alla luce di quanto aveva letto, il mio diritto alla riattivazione della Naspi era ormai perso.
          Io a questo punto non so più cosa fare, mi trovo in una situazione che in parte ho determinato io con la firma del contratto, ma la suddetta firma è stata decisa in base alle informazioni errate datemi da chi, fino a ieri, pensavo fosse la fonte più sicura in materia, cioè gli stessi dipendenti Inps. Purtroppo quando mi sono recata per ben 4 volte allo sportello, ottenendo sempre risposte a favore della possibilità di riattivazione della Naspi, non ho pensato di registrare, documentare o chiedere una dichiarazione scritta (sinceramente mi fidavo) che potesse lasciarmi una tangibile prova di quanto mi era stato detto, per cui ora mi trovo ad avere solo parole in mano e anche se io volessi fare ricorso o intentare un’azione legale credo sarei perdente in partenza. Veramente la mia colpa è quella di aver preferito prendere gli stessi soldi della disoccupazione andando al lavoro? Veramente questo Stato permette con così tanta facilità a un cittadino, con la sola voglia di fare, di perdere un diritto acquisito? Veramente se una persona decide di tentare la carta del lavoro, pur tra mille perplessità sul datore, non ha neanche un piccolo paracadute, una piccola finestra temporale per poter tornare sui suoi passi? Perdonate lo sfogo, ma sono notevolmente arrabbiata, delusa e triste dalla piega che hanno preso i fatti e vi chiedo: ho qualche freccia ancora al mio arco o posso solo prendere atto della cosa e voltare pagina?

          Cordialmente.
          Alessia

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Alessia, rimaniamo davvero sbalorditi da tanta leggerezza e vacuità. E’ davvero misterioso il riferimento a circolari di cui non si conosce data di uscita né numero (inutile dire che l’abbiamo cercata, questa circolare fantasma, senza esito ovviamente). Quest NASPI è nata sbagliata, e peggiora di giorno in giorno. A questo punto potrei solo suggerirle di provare a presentare un ricorso online indicando tutto l’accaduto e chiedendo il ripristino della NASPI facendo riferimento alla circolare 94 / 2015, ma mi rendo conto che a volte si perde veramente la pazienza con certe amministrazioni. Inoltre al momento il suo è l’unico caso di cui finora siamo a conoscenza (avrà certamente letto i commenti di altri lettori che si sono dimessi e hanno continuato a percepire la NASPI). Un altro tentativo sarebbe quello di affidarsi a un patronato, ma anche lì bisogna essere fortunati…

      2. Buonasera, io percepisco la disoccupazione ma esattamente il giorno 7 – giugno 2017 ho firmato un contratto di circa 3 mesi e mezzo (dal 7-06 al 30-09) premetto che sono ancora in periodo di prova ,vorrei dare le dimissioni , se lo faccio ho diritto a riprendere la naspi?? Oppure decade il tutto?!devo ancora sospendere la disoccupazione. Se non la sospebdo e do le dimissioni continuero a ricevere la naspi?
        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Claudia, teoricamente dovrebbe poterle dare, ma alcuni lettori ci informano che alcune sedi INPS si stanno comportando diversamente. Le consiglio dunque di chiedere espressamente alla sua sede INPS di competenza.

  50. Angelo de Cagna ha detto:

    Buongiorno,volevo un informazione percepisco l’indennità Naspi da Gennaio terminanto il lavoro il 31/12/2016 ho diritto come da vostro calcolo a 133 giornate indennizzabili (dovrebbe terminare il 25/07/2017) poi ho lavorato dal 21 gennaio circa per un’altra azienda fino al 31/03/2017 e quindi la naspi si è fermata per poi riprendere per il rimanente di 57 giornate circa,quello che vorrei sapere se questo periodo (dal 21/01/2017 al 31/04/2017) era possibile indennizzarlo in coda facendo un ricalcolo a questa o la perdo o dovrei aprire al termine della precedente un altra ma se non mi sbaglio i termini di legge sono 68 giorni per la presenatzione al termine del lavoro o disoccupazione terminerebbe se dovrei inviarla il 07/06/2017..Grazie Cordiali Saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo è una richiesta particolare, la cui risposta non è scritta in nessuna circolare. Per questo le sedi gestiscono i casi in totale autonomia: in alcuni casi aggiungono il ricalcolo alla coda della naspi ancora da terminare, in altri cancellano quella da terminare e ricalcolano la nuova naspi solo sulla base delle ultime giornate lavorate. Dovrebbe provare a sentire la sua sede INPS di competenza per scrupolo, ed eventualmente provare comunque ad inoltrare la domanda dopo il 7/6/17.

  51. lorelein lory ha detto:

    buonasera, vorrei un chiarimento, percepisco la disoccupazione da gennaio, e in questi giorni ho fatto una prova di lavoro dove il mio datore di lavoro dice di avermi assunta gia in regola senza che io abbia firmato alcun contratto… Non appena mi darà questo contratto come dovrò sospendere la disoccupazione?
    Essendo, come dice lui, in regola da 3 giorni, ci sono problemi se ancora non l’ho bloccata?
    Ovviamente senza firmare nulla io non la sospenderei ma mi sembra un pò strana questa cosa, all’inps in teoria dovrebbe risultare che sto lavorando…

    1. Previdenza Facile ha detto:

      La comunicazione dovrebbe essere fatta entro 5 giorni dall’assunzione. Anche se sfora di qualche giorno non succede nulla. Nell’articolo è spiegato come compilare il modello naspi-com.

  52. Ramona Mameli ha detto:

    Salve avrei una domanda. Sto prendendo la naspi da marzo, in genere mi pagano il 2 del mese, il 2 giugno dovrebbero effettuare l’ultimo pagamento. Il 5 giugno devo firmare un nuovo contratto, se l’ultimo pagamento viene effettuato prima del 5 come nei mesi precedenti devo comunque mandare qualche comunicazione all’inps o no?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Deve mandare il NASPI-COM solo se si rioccupa all’interno del periodo indennizzabile.

  53. Giuseppe Siccotti ha detto:

    Salve, percepisco la Naspi da 4 mesi e scade ad agosto 2018 mi hanno fatto un contratto a tempo determinato tramite agenzia interinale dal 27 maggio al 24 giugno di 40 ore ossia per 5 sabati, ora dovrei dimettermi poiché ho ricevuto una nuova offerta di lavoro un po’ più lunga sempre tramite agenzia, volevo cortesemente sapere se nel caso di dimissioni dal primo contratto dovesse andare male il secondo rapporto di lavoro ossia a scadenza non mi verrà rinnovato, ho sempre diritto alla Naspi?

  54. alebari86 ha detto:

    riguardo il contratto a chiamata in che modo si comunicano le giornate lavorate al inps??visto che il modello naspl com nn da sta possibilità??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      il modello NASPI-COM dà la possibilità di inserire RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO A CHIAMATA e poi le fa inserire i periodi o le giornate lavorate all’interno dell’arco temporale indicato.

  55. alebari86 ha detto:

    scusate,vi chiedo aiuto,ho richiesto naspi a novembre 2016, mi è stata accettata per 92 giorni,dopo 5 giorni riprendo a lavorare ,comunico,poi licenziato,poi altri 4 giorni di naspi,poi riprendo in tutto 14 giorni di naspi fino a fine maggio usufruiti,mi hanno fatto dal 23 al 31 maggio contratto a chiamata,stessa cosa sarà per giugno e luglio,mi reco al caf,le dico che sono stanco ogni mese a comunicare,e il caf mi dice che fa l annullamento della naspi e in questo caso nn dovrei piu comunicare niente,ma queste giornate le prenderò in una naspi futura,l inps dice che sta cosa nn esiste,a chi credere ?cosa dovrei fare??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Credo che la cosa migliore sia richiedere il pin e fare le comunicazioni in autonomia dal sito, oppure si limiti a fare tutte le comunicazioni una volta al mese.

  56. michele65 costa ha detto:

    Salve volevo un delucidazione se possibile, presentata domanda Naspi, ricevuto il primo mese di liquidazione, pertanto richiedo l’anticipo il 14 di aprile, non avendo ricevuto nulla sollecito e vado di persona all’inps e mi viene detto che c’è un problema con la pratica e che riguarda il licenziamento…. La mia domanda è questa, sono stato lincenziato per assenza ingiustificata e sia il Patronato che il Consulente mi hanno detto che la Naspi spetta comunque, sapete darmi una risposta certa grazie in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, le informazioni che ci da non sono molte quindi è difficile risponderle. Dovrebbe fornirci le seguenti informazioni:
      – data licenziamento
      – data presentazione della domanda
      – data decorrenza della domanda
      – data del pagamento e periodo retribuito (dal/al)
      – data apertura attività

      1. michele65 costa ha detto:

        Salve la data licenziamento è il 20.02.17
        Presentazione domanda 23.02 e dal 24 la decorrenza
        periodo ricevuto pagamento dal 28.2 al 15.03 e dal 16.03 al 31.03
        Data iscrizione Camera Commercio 23.02.17 con partita Iva inattiva
        Data inizio attivita’ 11.04.17
        Presentazione Domanda Naspi in un unica soluzione 14.04.17
        Oggi con sorpresa leggo che la domanda è stata respinta……….

        ISTRUTTORIA IN PRIMA ISTANZA 24/2/2017 16/3/2017 REIEZIONE
        Attività
        ACQUISIZIONE 24/2/2017 24/2/2017 COMPLETATA
        Attività
        ESAME DEL FASCICOLO 16/3/2017 16/3/2017 COMPLETATA
        Fase
        ISTRUTTORIA SU RIESAME O RICORSO 29/3/2017 29/3/2017 COMPLETATA
        Attività
        ESAME DEL FASCICOLO 29/3/2017 29/3/2017 COMPLETATA
        Fase
        CALCOLO 29/3/2017 29/3/2017 ACCOGLIMENTO

        Descrizione Data Inizio Data Fine Esito
        Fase
        ISTRUTTORIA IN PRIMA ISTANZA 15/4/2017 26/5/2017 REIEZIONE
        Attività
        ACQUISIZIONE 15/4/2017 15/4/2017 COMPLETATA
        Attività
        ESAME DEL FASCICOLO 26/5/2017 26/5/2017 COMPLETATA
        Descrizione Data Inizio Data Fine Esito
        Fase
        ISTRUTTORIA IN PRIMA ISTANZA 28/4/2017 28/4/2017 COMPLETATA
        Attività
        ACQUISIZIONE 28/4/2017 28/4/2017 COMPLETATA
        Attività
        ESAME DEL FASCICOLO 28/4/2017 28/4/2017 COMPLETATA
        Fase
        CALCOLO 28/4/2017 28/4/2017 ACCOGLIMENTO
        Descrizione Data Inizio Data Fine Esito
        Fase
        ISTRUTTORIA IN PRIMA ISTANZA 26/5/2017 26/5/2017 COMPLETATA
        Attività
        ACQUISIZIONE 26/5/2017 26/5/2017 COMPLETATA
        Attività
        ESAME DEL FASCICOLO 26/5/2017 26/5/2017 COMPLETATA
        Fase
        CALCOLO 26/5/2017 26/5/2017 ACCOGLIMENTO
        Tutta la cronologia della domanda….. Non capisco il motivo del rigetto

        1. michele65 costa ha detto:

          P.s. volevo aggiungere che mi è arrivata la comunicazione INPS 15 gg. fa circa dove diceva che la Naspi era stata accettata per un totale di 720 giorni..

          1. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Michele, grazie per averci fornito tutti i dati. Purtroppo non è chiaro il motivo della reiezione, le consiglierei di contattare il numero verde INPS e fissare un appuntamento con la sua sede per chiarimenti sui motivi della reiezione. Può eventualmente provare a vedere se è già presente una lettera informativa all’interno della sua cassetta postale online. Rimaniamo a disposizione qualora volesse aggiornarci sull’esito. A presto!

  57. mario56 ha detto:

    Buongiorno, avrei bisogno di un chiarimento in merito alla sospensione e ripresa della disoccupazione.

    Circa un anno e mezzo fa ho fatto domanda di Naspi (ho da sempre lavorato in maniera continuativa) e dopo la relativa procedura mi è stata concessa la Naspi per 24 mesi (2 Anni).(indicando sulla lettera dell’INPS i rispettivi giorni a cui avevo diritto). Ho “usato” tale periodo di Naspi per circa 2 mesi (avendo quindi come residuo circa 22 mesi). Successivamente ho lavorato per 4 volte con contratto a tempo determinato della durata di 1 mese cadauno (prorogato per 4 volte) (e in tale periodo la ditta a versato regolarmente i contributi) ed ora sono stato assunto da circa 7 mesi a tempo indeterminato presso un’altra azienda.

    L’azienda dove attualmente lavoro purtroppo non và bene ed ho paura che vada in fallimento e quindi che venga licenziato. Siccome mi mancano circa 16 mesi per andare in pensione, vorrei sapere se posso “riattivare” la precedente Naspi (con il residuo appunto di 22 mesi che mi consentirebbero di andare in pensione direttamente) oppure se devo fare una nuova domanda (rifare l’iter da capo) e comunque sapere a quanto periodo avrei a disposizione per sapere se è sufficiente per arrivare alla pensione.

    In modo ancora più chiaro…., l’eventuale NUOVO CONTEGGIO della “nuova Naspi” parte dall’ultimo giorno che ho usufruito della Naspi (e quindi da circa 7 mesi) oppure comunque…vengono “usati” per il calcolo gli ultimi 4 anni…e quindi probabilmente dovrei aver diritto a quasi 2 anni e quindi riesco ad arrivare alla pensione (dopo circa 16 mesi)?

    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ovviamente avendo lavorato per più di 6 mesi consecutivi la sua NASPI è decaduta. Al momento dell’eventuale licenziamento dovrà presentare una nuova domanda. Il calcolo è sempre fatto sulla contribuzione utile (compresa dunque quella non utilizzata/fruita PER PRECEDENTI DOMANDE DI NASPI) presente negli ultimi 4 anni precedenti la data della domanda. Ne deriva che dovrebbe spettarle una nuova naspi di circa 22 mensilità. A presto!

      1. mario56 ha detto:

        Buongiorno, volevo chiedere delle ulteriori informazioni in riferimento alla Naspi.
        Ho ricevuto dall’azienda la lettera di licenziamento datata 06-06-2017 con indicato che nella data stessa (06/06/2017) inizierà il periodo di pre-avviso (lavorato) valido ai fini della risoluzione del rapporto di lavoro con la società e che il predetto rapporto si concluderà il 06-08-2017 (tra 2 mesi).
        Il giorno 07/06/2017 mi sono recato prima dal patronato (con la relativa lettera di licenziamento) e mi hanno detto che non si può fare la domanda subito ma bisogna farla dal 07-08-2017 (al termine del periodo di pre-avviso).
        E’ veramente così?.. Non posso fare comunque anticipare la domanda di Naspi che poi mi andrà in pagamento tra 2 mesi?
        Ma gli 8 giorni (max 68 giorni) partono quindi dal 07-08-2017 (termine del periodo di preavviso) anche se la lettera è datata 06-06-2017 ?
        Inoltre vorrei sapere, (siccome la società non và bene) se nel frattempo che sto eseguendo il periodo di preavviso l’azienda fallisse… come devo comportarmi? Devo contattare il Curatore e farmi fare una nuova lettera… oppure è comunque “valida” ai fini dell’inoltro della domanda all’INPS la lettera con data del 06-08-2017 (fine del termine del pre-avviso) e/o in quale modo mi dovrei comportare?
        Ringraziando anticipatamente per le relative risposte porgo
        Cordiali saluti

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve mario, può già farla indicando il periodo di preavviso, anche se nella circolare è chiaramente scritto:
          In particolare il termine di sessantotto giorni per la presentazione della domanda decorre dalle date di seguito individuate:
          e. data di fine del periodo corrispondente all’indennità di mancato preavviso ragguagliato a giornate;
          In caso di fallimento non saprei dirle, speriamo non accada!

      2. Diego Zanca ha detto:

        Buonasera ,scusate se mi intrometto nel quesito di mario,ma ho una cosa piu o meno analoga e volevo cortesemente avere delle delucidazioni.
        Praticamente ho percepito la naspi fino a tre mesi fa,dovrei terminarla a settembre 2017 ,sospesa perché ho firmato un contratto part time di 3 mesi appena finito e con proroga di altri 4 mesi,quindi 7 totali.
        Al termine di questi 7 mesi,
        le mie domande sono:la naspi sospesa decade?
        Al termine dei 7 mesi totali posso richiederne una nuova da zero praticamente?ovviamente se non mi fanno altre proroghe…
        Grazie infinite.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Diego, certo la NASPI decade e al termine del lavoro dovrà fare una nuova domanda. Alla rimanenza della vecchia NASPI verrà aggiunto il periodo spettante per questo ultimo rapporto di lavoro. A presto!

    2. michele65 costa ha detto:

      Salve, nel frattempo che attendevo la vostra risposta ho contattato l’inps prima telefonicamente senza successo e poi per iscritto, e mi è stato risposto che la domanda era stata accettata, approfondendo mi è stato detto che risultavano due richieste cosa che sinceramente mi fa strano avendo presentato una sola domanda, e per questo fatto si è verificato questo problema… Vi ringrazio per la disponibilità..

  58. Mister Hyde ha detto:

    Buongiorno,attualmente ricevo l’indennità di disoccupazione NASPI (ho da poco preso la prima mensilità).
    Se accettassi un tirocinio retribuito perderei la mia indennità NASPI o le 2 cose sono cumulabili?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, sono cumulabili solo se non si tratta di un tirocinio con Garanzia Giovani.

  59. happy eluned ha detto:

    Buongiorno,
    io dovrei iniziare dei mini contratti determinati della durata di 1 o 2 giorni ciascuno. In questo momento percepisco la Naspi. Non saprei se definirlo contratto a chiamata nel senso che non devo per forza rispondere al telefono. Sono solo dei contratti molto brevi. Vorrei compilare il modello naspi com sul portale dell’Inps per evitare di dover continuamente andare al patronato. L’unico dubbio che mi è rimasto è se quando devo scegliere tra le voci del contratto da scegliere ( inizio contratto determinato- indeterminato- determinato a chiamata). Devo scegliere determinato o determinato a chiamata?? Inoltre quanto tempo ho per avvisare l’Inps di questi contratti? grazie mille per l’attenzione,

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se sono dei contratti a tempo determinato deve scegliere CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO. Fossero stati dei contratti a chiamata non avrebbe già saputo quali saranno le giornate effettive di lavoro. A presto!

  60. Marta Righetti ha detto:

    Buonasera, io ho effettuato l’interruzione NAspi via telematica, con un operatore qualche giorno fa, ma ancora non risulta sul sito Inps. Come devo fare??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Marta, mi sembra molto strano, dovrebbe apparire subito. E’ sicura di aver seguito il percorso corretto? Domande per prestazioni a sostegno del reddito/naspi/comunicazioni naspi-com/consultazione comunicazioni.

  61. Giovanni Bona ha detto:

    Spiego la mia situazione.
    Ho lavorato dal 12/02/2015 al 31/05/2016 presso un azienda con contratto a tempo determinato. Scaduto il contratto ho fatto subito richiesta di Naspi. Dopo circa un mese e mezzo son stato richiamato sempre dalla stessa azienda con contratto dal 18/07/2016 al 17/09/2016. Poi ancora dal 3/10/2016 al 31/01/2017 e dal 13/02/2017 al 31/03/2017. In tutti questi casi ho sempre compilato il modulo Naspi-com, e durante i brevi periodi (circa 2 settimane) tra un contratto e l’altro ho sempre ricevuto regolarmente l’importo della disoccupazione.
    Dal termine dell’ultimo contratto (il 31 Marzo) però, non ho più ricevuto niente. Sono andato sulla mia pagina Inps a verificare lo stato della domanda è risulta “Pagamento in corso. Ultimo pagamento effettuato il 07/03/2017 con decorrenza 08/06/2016”.
    Potrebbero esserci dei ritardi nel pagamento o la Naspi potrebbe essermi scaduta?
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giovanni, per capire se la NASPI è scaduta o è in scadenza è necessario verificare prima di tutto le giornate spettanti indicate nella lettera di accoglimento, e fare un conteggio delle giornate effettivamente pagate ad oggi. Le consiglio comunque di contattare il numero verde e prova ad inoltrare un sollecito di pagamento alla sua sede INPS in modo da avere un quadro più chiaro della situazione. A presto!

  62. Cristiano M ha detto:

    Buongiorno i fatti: licenziato il 27 gennaio mi sento male e il 29 gennaio mi ammalo( “ufficialmente con attestato medico”).
    Successivamente chiedo e ottengo la NASPI e la malattia perdura ininterrottamente; il mio stato di malattia sospende la NASPI? Chiedo perché l’INPS continua a inviarmi i bonifici relativi alla NASPI nonostante io sia ancora malato. In pratica cortesemente ci spiega come l’INPS “tratta” lo stato di malattia in relazione alla NASPI? Viene prolungata la durata della stessa? RingraziandoLa per il supporto che Lei concede a tutte le persone in difficolta’ Le auguro buona giornata

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se non è stato effettuato un certificato medico telematico l’INPS non sa che lei è in malattia. Di norma si dovrebbe sospendere, ne abbiamo parlato qui. A presto!

  63. Francesco Mussi ha detto:

    Salve sono Francesco,
    Sono stato in Naspl fino al 14/04/2017 e ne avrei diritto fino al 28/05/2017. In data 15/04/2017 sono stato assunto a tempo determinato fino al 30/09/2017. Alla cessazione so che senza rifare domanda di Naspl, essendo un contratto inferiore ai 6 mesi, in automatico avrò diritto alle giornate di Naspl residuali al 15/04/2017 fino all’esaurimento che avrei raggiunto il 28/05/2017 (circa 45 giorni).
    Mi hanno già avvertito che mi faranno un’altro contratto a tempo determinato dal 20 o 25 novembre fino al 31/12/2017. La mia domanda è : quando a gennaio 2018 presenterò una nuova domanda di Naspl che considererà l’intero periodo lavorato dal 15/04/2017 al 31/12/2017 (oltre 6 mesi coperti da contribuzione) rischierò che mi vengano trattenuti i 45 gg di Naspi residuale percepiti tra il 30.09 e la riassunzione? Ringrazio anticipatamente della risposta al mio quesito in quanto nessun patronato e funzionario Inps mi ha saputo delucidare a quanto sopra. Saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Francesco, perché trattenuti? Quelle sono giornate di disoccupazione che le spetteranno di diritto quindi nessuno glieli tratterrà da future disoccupazioni.

  64. paraschiva burduja ha detto:

    BUONGIORNO,
    VI CONTATTO PER AVERE INFORMAZIONI IN MERITO ALL’ATTIVAZIONE DI UN TIROCINIO.
    ATTUALMENTE PERCEPISCO LA NASPI E A BREVE DOVREI INIZIARE UN TIROCINIO DI INSERIMENTO PER DISOCCUPATI DELLA DURATA DI 6 MESI; L’INDENNITÀ DI PARTECIPAZIONE SARÀ SUPERIORE ALL’IMPORTO EROGATO PER LA NASPI.
    PER POTER ATTIVARE IL TIROCINIO MI VIENE CHIESTO UN DOCUMENTO SCRITTO CHE CERTIFICHI CHE IL PROPRIO SOSTEGNO AL REDDITO SI INTERROMPE/SOSPENDE CON L’ATTIVAZIONE DEL TIROCINIO.
    QUAL È LA PROCEDURA DI SOSPENSIONE DELLA NASPI CHE DEVO SEGUIRE?
    GRAZIE PER L’AIUTO,
    PARASCHIVA

  65. Giuseppe Maistoso ha detto:

    Salve, dal 01/01/217 sono stato licenziato… Il 20/02/2017 ho fatto domanda Naspi e l’8 marzo sono stato assunto presso un’altra azienda con contratto part-time a tempo indeterminato… Ho già fatto la domanda di rinuncia alla Naspi… Ma che succede? Quali giorni mi verranno pagati? E la Naspi è definitivamente sospesa? Grazie in anticipo per le eventuali delucidazioni…

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Molto probabilmente le verranno pagate le giornate dal 21/02 al 7/03. La NASPI decade dopo sei mesi consecutivi di lavoro.

      1. Giuseppe Maistoso ha detto:

        Grazie mille per il chiarimento… È come immaginavo… Praticamente perdo la disoccupazione dal 01/01 al 20/02…

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Purtroppo sì, la Naspi non è retroattiva

    2. Valentina Mancini ha detto:

      Salve volevo delle informazioni ho fatto richiesta della naspi il 3 febbraio 2017 a fine contratto e me la stanno versando adesso… con un contratto a progetto x un mese devo bloccarla? O solo avvisare l inps? E con un contratto da stagista x sei mesi?
      Spero in una risposta grazie

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Se avvisa l’INPS, l’INPS ovviamente gliela sospende. Comunque, come tutti, deve compilare il modello NASPI-COM.

    3. pacchia ha detto:

      Buonasera avrei una domanda:
      ho fatto domanda per la naspi il 16 Marzo e a tutt’oggi ancora non mi e’ arrivato nulla e quindi aspetto ( ci sono ancora due mesi come massimo tempo ), nel frattempo avrei trovato un lavoro di due mesi come INCARICATO ALLE VENDITE AL DOMICILIO CON PARTITA IVA ma dato che sono solo due mesi basta una notifica da parte del datore di lavoro e non mi serve la partita iva.
      Cosa succede se accetto? posso bloccare e poi ricominciare la richiesta anche se ancora non ho percepito nulla? ricomincio il conteggio dei 4 mesi da capo?oppure altro?
      Cordiali saluti

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, non ho capito quindi lavorerà con ritenuta d’acconto? O contratto a progetto? Comunque dovrà comunicare questo tipo di lavoro attraverso il modello NASPI-COM. La prestazione, eventualmente, verrà sospesa e ripristinata in automatico al termine del rapporto di lavoro. Non ricomincia nessun conteggio.

  66. LaTorre 49 ha detto:

    . Una domanda breve e facile: percepisco la NASPI ma tra un paio di settimane mi faranno l’assunzione come cameriere extra per un servizio di 3 soli giorni. Questa assunzione mi sospende la NASPI comunque? Devo fare qualche domanda all’INPS per questa assunzione temporanea o non devo fare proprio nulla?
    Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Come tutti deve compilare il NASPI-COM dichiarando questi 3 giorni di lavoro. la naspi non si sospende, semplicemente l’INPS le decurta 3 giorni dalla NASPI e la fine della prestazione slitterà di 3 giorni.

      1. Nicola Salviato ha detto:

        Grazie per la cortese risposta!
        Il modello DS56BIS, l’ho fatto per sospendere la mobilità! Ma nel caso volessi dare le dimissioni, dovrei darle entro il periodo di prova, oppure una volta terminato il periodo di prova?
        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sinceramente non saprei dirle, le consiglierei piuttosto di contattare il numero verde per avere certezza, non saprei se per la mobilità valgono le stesse regole della NASPI.

    2. Fiorel5 Dugoni ha detto:

      Buona sera,il 18/05/2017 mi danno disponibilità sul mio conto,se dovessi essere in regola dal 16/05,mi arriverebbe lo stesso lindennità?grazie

  67. barbara poli ha detto:

    Salve,attualmente percepisco la NASPI da 19 mesi.A partire da giugno mi hanno proposto un contratto determinato a chiamata fino al 30 settembre,con la prospettiva di fare molte ore.(sempre non superando gli 8000 euro lordi o netti?)La mia domanda è questa:1)mi conviene sospenderla o utilizzarla attaccandola alle possibili giornate non lavorate ammesso ce ne siano,considerato che nei mesi estivi si lavora molto? o è obbligatorio nel contratto a chiamata tenerla attivata?2)In caso di ulteriore contratto sempre a chiamata, e determinato entro quanto tempo posso usufruire della NASPI de gli ultimi 4 mesi?c’è un limite di tempo? Grazie in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, dipende. Si tratta di un contratto a chiamata con o senza obbligo di risposta alla chiamata?

      1. barbara poli ha detto:

        Il contratto è senza obbligo di risposta alla chiamata

        1. Previdenza Facile ha detto:

          In questi casi la NASPI non si sospende, semplicemente l’INPS le paga solo le giornate in cui non lavora. Dovrà presentare il modello naspi-com ogni fine mese, comunicando le giornate effettivamente lavorate.

  68. Benedetta B ha detto:

    Salve,
    una domanda:
    da Febbraio 2017 percepisco la Naspi, ora il mio ex datore di lavoro mi ha fatto un contratto per una settimana perchè aveva un’urgenza, volevo sapere quali sono le tempistiche per compilare Naspi.com (il nuovo contratto è dall’8 al 15 Maggio 2017).
    In altre occasioni mi aveva invece attivato dei voucher (prima che venissero annullati), devo comunicare anche questi, pur trattandosi di poche ore lavorate?

    Grazie mille

    Cordiali saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, i voucher non vanno comunicati entro i 3000 euro. Il naspi-com va presentato entro 5 giorni dall’inizio del rapporto di lavoro e comunque non oltre il mese.

  69. Stefano Dognini ha detto:

    Salve, volevo un informazione io sto percependo la naspi, e ho trovato un posto di lavoro con contratto un mese più proroghe, volevo sapere se scaduto il mese non mi venisse fatta la proroga, la naspi si riattiverebbe da sola ho devo rifare la domanda? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      La naspi si riattiverebbe da sola. Non deve assolutamente rifare la domanda.

  70. buongiorno io sto percependo la NASPI regolarmente. Ho fatto un contratto di 6 mesi come tirocinante tramite GARANZIA GIOVANI ma solo dopo 3 giorni di lavoro ho deciso di concludere per vari motivi. Ora come devo comportarmi con l’inps? devo comunicare qualcosa oppure no?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, provi a fare la comunicazione NASPI-COM. Speriamo facciano ripartire la prestazione. E’ una situazione particolare di cui non abbiamo esperienza in precedenza, ci tenga aggiornato, può essere utile per altri lettori. A presto!

  71. aleranza ha detto:

    Buongiorno,
    mia moglie percepisce la NASPI dal 2016 in seguito ad un licenziamento che dovrebbe durare fino a febbraio 2018.
    Da gennaio 2017 ha iniziato un lavoro part-time con un contratto a tempo determinato di 5 mesi e non supera gli 8000€.
    Dopo aver dato comunicazione all’INPS ha continuato a percepire la NASPI anche durante il periodo di lavoro ma con importo ridotto dell’80% circa.
    Quello che non riusciamo a capire è:
    quando scadranno i mesi di contratto di lavoro, l’importo della naspi ritornerà ad essere del 100%?
    la durata complessiva della naspi verrà prolungata di 5 mesi o terminerà in febbraio 2018 come previsto inizialmente?
    Perchè mi sta venendo il dubbio che alla fine dei conti era meglio la sospensione, almeno dopo si ripartiva con tutti i mesi riimanenti.

    Grazie mille
    Alex

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, devo dire che è il primo caso di riduzione NASPI con contratto da lavoro dipendente, di solito la sospendono sempre. Per questo non saprei darle ulteriori delucidazioni in quanto spesso ci basiamo sulle esperienze dirette dei lettori. Posso farle un copia/incolla dalla circolare 94/2015:
      ” l’indennità NASpI è ridotta di un importo pari all’80 per cento del reddito previsto, rapportato al periodo di tempo intercorrente tra la data di inizio del contratto di lavoro subordinato e la data in cui termina il periodo di godimento dell’indennità o, se antecedente, la fine dell’anno. La riduzione di cui al periodo precedente è ricalcolata d’ufficio al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi.”

  72. nelly ha detto:

    Buongiorno, 15 giorni fa ho iniziato i tramiti per aprire la Naspi, per la prima volta. Fortunatamente mi hanno richiamata per lavorare ed inizio Lunedì, non ho percipito nulla, perché penso che ancora non la abbiamo neanche guardato. La mia domanda è cosa devo fare??? Come mi devo comportare??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Deve comunque compilare il modello naspi-com. A presto!

  73. Silvia G ha detto:

    Buongiorno,
    ho fatto domanda per la NASpI l’8 gennaio 2016 e ho correttamente ricevuto i pagamenti fino ad ora. Secondo i calcoli INPS, avrei diritto alla NASpI fino a Luglio 2017.
    Dal 6 Aprile 2017 sono stata assunta a tempo determinato (più di un anno) e quindi, l’8 Aprile 2017 ho fatto relativa comunicazione NASpI-COM tramite il sito INPS. Ho controllato e tale comunicazione all’interno del portale INPS mi risulta attualmente con status “Protocollato”.
    Nonostante ciò, mi risulta in pagamento la NASpI pure questo mese, per intero… mentre mi aspettavo che fosse solo per i primi cinque giorni di Aprile!
    Ho sbagliato qualcosa?
    Grazie per l’attenzione.
    Saluti, Silvia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, no. ovviamente ha sbagliato l’INPS a mandarle il pagamento. Contattati il numero verde per sollecitare la sospensione.

      1. barbara poli ha detto:

        Scusate se mi intrometto nella conversazione di Silvia.G ma mi è venuto un dubbio e cioè questo.Ma non è per caso che la NASPI percepita da Silvia è relativa al mese precedente??anche io sto percependo la NASPI e questo mese di Maggio ho percepito il mese antecedente e cioè Aprile o sbaglio? saluti

        1. Silvia G ha detto:

          Esatto Barbara, però ho iniziato a lavorare il 6/4/17 e quindi non mi aspettavo tutto il mese di Aprile di NASPI.

      2. Silvia G ha detto:

        Grazie mille, provvederò subito! Buona giornata e grazie per il gentile chiarimento 🙂

  74. Claudio Pozzi ha detto:

    Buongiorno,
    Al momento sono percettore di NASPI da qualche mese, ora mi hanno proposto un contratto part time a 500€ netti per tre mesi. Tuttavia, tale importo offertomi è inferiore a quanto percepisco dall’INPS. La mia domanda è: se io accettassi quella proposta di lavoro, continuerei nel frattempo ad essere percettore di NASPI per un importo che compensi la differenza di valore oppure decade? Ed in tal caso, come dovrei comportarmi precisamente?
    Grazie
    Saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo no. In questo caso, se il contratto è da lavoro dipendente, la NASPI si deve sospendere con modello naspi-com e si ripristina al termine del rapporto di lavoro se questo è inferiore ai 6 mesi consecutivi.

  75. Buongiorno.
    Avrei una domanda riguardo alla mia situazione. La ditta per la quale lavoravo da 26 anni è fallita il 4 aprile 2017. Ho ricevuto dal curatore (come i miei colleghi) una lettera di sospensione datata 21 aprile 2017. Ancora non abbiamo ricevuto la lettera di licenziamento, ma ieri (8 maggio) in assemblea con il sindacato ci è stato detto che il periodo NASPI (che ci interesserà dopo licenziamento; si sta valutando se far rientrare ancora la possibilità di un licenziamento consensuale, ma questo non è il punto) non sarà di 24 mesi, ma partirà dalla data della sospensione (21 aprile) indipendentemente dalla data del licenziamento. Quindi, se licenziamento (consensuale eventuale) facciamo finta sia il 21 maggio, io ho 23 mesi di Naspi anziché 24. E’ possibile?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in realtà la decorrenza della NASPI parte da quando viene fatta la domanda. Ovvio che se c’è un buco contributivo negli ultimi 4 anni, la durata della naspi sarà inferiore rispetto al massimo erogabile. Inoltre, salvo diverse indicazioni (ma non ci risultano) dal 01/01/2017 la NASPI non durerà più 2 anni ma potrà durare al massimo 78 settimane.

  76. Stefano Dognini ha detto:

    Salve, ho appena fatto domanda per la Naspi e mi dice ke è in lavorazione, nel frattempo ho trovato un altro posto dove mi fanno un contratto di un mese devo bloccare la naspi? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certo, deve compilare modello naspi-com

  77. Vincenzopappolla ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    Premettendo che nonostante gli anni passino continuo a non essere per nulla pratico di sta benedettissima NASpI vi pongo una domanda probabilmente elementare: percepisco la disoccupazione da gennaio, sarebbe scaduta a Giugno ma, evviva evviva, ho trovato lavoro. Dovrei firmare il contratto giovedì, e una cara collega mi ha avvertito che, nel caso in cui io debba recedere della NASpI ho al massimo 48 ore dalla firma. E’ corretto? In seguito, cosa serve per recedere? All’epoca mi han dato un foglietto – che credo di aver vagamente perso! – che era “obbligatorio consegnare” (la notizia arriva da uno spaurito signore del centro dell’impiego di Trani che ne sapeva meno di me!) ma ora come ora mi son trasferito a mille kilometri da casa e mi sarebbe difficile comunicare di persona a quello stesso spaurito impiegato la lieta notizia. Sebbene ci sia un link intuitivo e dodicimila commenti a riguardo, sareste così gentili da spiegare come spieghereste a un bimbo di cosa ho bisogno? Vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione e, nel caso in cui ci sarà, per la risposta esaustiva! Vincenzo.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Vincenzo, devo rassicurarla dicendole che il naspi-com è il modello più semplice da compilare in assoluto. va fatto possibilmente entro 5 giorni dall’inizio del rapporto di lavoro, e comunque non oltre il mese in cui ci si è rioccupati. Se ha difficoltà nella compilazione (spesso il servizio non funziona da casa, mistero…) può contattare il numero verde munito di CODICE PIN e CODICE FISCALE, un operatore lo compilerà per lei. A presto!

    2. Giusy Recupero ha detto:

      Buonasera, sono stata licenziata il 29/10/2016. È stata accolta la domanda naspi con fine ad aprile 2018. Ho iniziato a percepirla a dicembre fino all’otto marzo. Dal nove marzo ho firmato un contratto part time con scadenza il nove settembre quindi pari ai sei mesi. Ho comunicato al patronato e all’inps al numero verde con il mio codice pin. Adesso le cose non procedono bene. Domando; se vengo licenziata perché chiude il negozio o per decisione da emtrambi le parti, io posso continuare a percepire la naspi? O devo attendere la risoluzione del contratto? E in entrambi i casi , parte automaticamente oppure devo fare comunicazione. I sei.mesi sono cumulativi? Se per regola la naspi terminava ad aprile 2018,terminerà ad ottobre 2018? Grazie 😊

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Giusy, con la NASPI sospesa lei può dimettersi (o comunque essere licenziata) entro 6 mesi dall’inizio del nuovo rapporto di lavoro. Comunica le dimissioni tramite NASPI-COM, e la NASPI verrà ripristinata. Ovviamente il termine slitterà di tanti giorni quanti sono stati quelli lavorati.

        1. Giusy Recupero ha detto:

          Ma alla fine del contratto pari a sei mesi, la naspi verrà ripristinata in automatico o devo ripresentare domanda. Quello che non è mi è chiaro , è se entro i sei mesi , io non perdo la naspi riconosciuta. E se dó le dimissioni devono.essere per giusta cusa o no ?

          1. Previdenza Facile ha detto:

            No, in questo caso non c’entra la “giusta causa” perché la NASPI è già aperta, può dare tranquillamente le dimissioni. Se il contratto è durato 6 mesi esatti, non deve rifare la domanda. Entro i 6 mesi la naspi riparte in automatico. Oltre i sei mesi bisogna rifare la domanda.

  78. SaraS ha detto:

    Buongiorno, da 9/3 mi è stata accettata la Naspi.
    Mi hanno proposto un lavoro a tempo determinato per una sostituzione maternità di circa 7/12 mesi a partire dal 22 maggio.
    Devo comunicarlo all’INPS attraverso il modulo online Naspi-Com?
    Eventualmente, alla fine di questi mesi, potrò rifare domanda di Naspi?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Sara, sì deve fare il NASPI-COM come indicato nell’articolo. E sì, potrà richiedere la NASPI al termine del suo rapporto di lavoro. A presto!

      1. Isabella85 ha detto:

        Buongiorno, vorrei avere una info..
        Se mi viene proposto un contratto a tempo determinato e per qualche motivo non mi trovo bene e quindi sono io a voler dare le dimissioni, posso riprendere la NASPI sospesa o ormai la perdo? Perchè ho letto in giro che la puoi riprendere solo se dai le dimissioni nel periodo di prova, dopo no se dai dimissioni volontarie.
        Io sto percependo la NASPI da qualche mese e ne ho diritto per 24 mesi.
        Grazie
        Isabella

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, può dimettersi entro 6 mesi l’inizio del rapporto di lavoro. Alla data delle dimissioni non deve fare una nuova domanda ma compilare NASPI-COM dichiarando le dimissioni e chiedendo il rispristino della prestazione.

  79. Silvia Poleggi ha detto:

    Buongiorno, ricevo NASpl dal dicembre del 2016, con una interruzione di 5 mesi per un lavoro a tempo determinato. Ora ho l’opportunità di lavorare tramite un’agenzia interinale con contratti brevi, di uno o duo giorni. Come mi devo comportare? Devo ogni volta comunicarlo o posso farlo ad esempio alla fine di ogni mese?
    Grazie del vostro lavoro.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Silvia, può farlo anche alla fine di ogni mese, l’importante è che la comunicazione non sia fatta oltre il mese. A presto!

  80. Alvar S. ha detto:

    Buongiorno,

    a settembre 2016 ho fatto domanda di NAspi che mi è stata accettata per 12 mesi
    A Dicembre fino ad Aprile l’ho sospesa per un lavoro di 4 mesia tempo determinato. Finito quel periodo di lavoro sono rimasto a casa una settimana ed ho iniziato un nuovo lavoro a tempo intederminato con 60 giorni di prova.
    Ho comunicato tramite il modello naspi com la sospensione.
    Nel caso dovessi dare le dimissioni nel periodo di prova, continuerei a ricevere i restanti mesi di Naspi? Anche se ho firmato per un tempo indeterminato? Oppure devo fare una nuova richiesta Naspi?
    Grazie 1000

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Non può fare una nuova richiesta di NASPI, mapuò dare le dimissioni nel periodo di prova e riprendere la naspi da dove è stata sospesa.

    2. Nicola Salviato ha detto:

      Buonasera
      Io sono iscritto nella lista di mobilità, a partire da fine dicembre, ho cominciato a percepire da gennaio l’indennità! Ho incominciato qualche giorno fa’ un nuovo lavoro, e ho sospeso la mobilità! Mi è stato fatto un contratto a tempo determinato fino a fine anno! Ho un mese di prova, da contratto, e volevo chiedere se dovessi rimanere a casa, durante il periodo di prova, potrei fare ripartire l’indennizzo della mobilità per i mesi rimanenti?
      Grazie saluti

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Nicola, certamente. Deve compilare il modello DS56BIS. A presto!

  81. Priscilla ha detto:

    Buonasera,
    io ho presentato domanda NASPI alla fine di febbraio causa chiusura ditta. Ho fatto un colloquio che fortunatamente è andato bene e sarò assunta la settimana prossima con contratto PART TIME per la durata di 3 mesi. Pensavo di dover sospendere la NASPI tramite patronato entro un mese dall’inizio del nuovo lavoro. Mi hanno detto però che se sono assunta direttamente dal datore di lavoro (e non tramite agenzie) non serve dare nessuna comunicazione, in quanto il datore di lavoro comunica la mia assunzione e l’INPS sospende in automatico la NASPI per il periodo del contratto. Le mie domande sono:
    1. ciò che mi hanno riferito è corretto? Cioè non serve dare alcuna comunicazione all’INPS?
    2. se sì, al termine del contratto di 3 mesi si riattiva automaticamente la NASPI?
    Ringrazio per la sicura risposta in merito.
    Priscilla

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Priscilla, non è corretto. Il datore di lavoro fa la comunicazione del datore di lavoro, mentre il disoccupato è tenuto IN OGNI CASO a compilare il modello naspi-com. Solo comunicando le date di inizio e fine del rapporto di lavoro attraverso il modello naspi-com l’INPS riattiverà la naspi automaticamente al termine del rapporto di lavoro nel caso in cui non dovesse ricevere alcuna comunicazione di rinnovo. Se il contratto è rinnovato andrà presentato un nuovo naspi-com.

  82. salve io sto percependo la NASPI e ora inizio un tirocinio di 6 mesi in cui mi pagano 800/mese(tra cui 400 euro li prendo di rimborso spese dalla ditta). sono inserito con il tirocinio tramite Garanzia Giovani. Non ho capito se devo sospendere la naspi oppure no?
    in caso devo sospenderla tramite il sito inps devo inserirlo come : lavoro a tempo determinato?

    grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il tirocinio retribuito con garanzia giovani non è compatibile con la NASPI quindi bisogna compilare il modello naspi-com. La naspi DECADE. Al termine del tirocinio non è possibile presentare una nuova richiesta di NASPI e le giornate lavorate non sono utili al fine del calcolo di una nuova domanda di NASPI. Per chiarezza. A presto!

      1. la naspi decade anche se dopo un mese di tirocinio non mi trovo bene e abbandono il tirocinio? oppure solo se supero i 6 mesi di tirocinio?
        per comunicare su naspi-com devo inserirlo come lavoro a tempo determinato?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Il tirocinio (se NON è Garanzia Giovani) è compatibile con la Naspi quindi non deve considerare le regole per i contratti a tempo determinato. Può prenderlo e lasciarlo come e quando vuole e non deve compilare naspi-com.

          1. scusi l’ennesima delucidazione….io sto facendo da una settimana il tirocinio(durata di 6 mesi) trammite GARANZIA GIOVANI. loro mi hanno detto che non posso percepire il pagamento del tirocinio ma devo continuare a percepire la naspi essendo abitante della lombardia, le dico questo perche mi hanno detto che la “regola” varia da regione a regione

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Loro chi? A questo punto le consiglierei di provare a contattare la Regione, o la sua sede INPS di competenza. Da quelle che sono le nostre informazioni ci risulta che sono due prestazioni incompatibili e che in caso di contratto di tirocinio con Garanzia Giovani la NASPI decade.

  83. Debby T. ha detto:

    Buonasera, ho fatto domanda per la Naspi in data 16/03/17, ad oggi risulta ancora in lavorazione. Nel frattempo ho iniziato un tirocinio di 3 mesi retribuito (700€/mese) come rimborso spese.
    Devo comunque dare comunicazione all Inps entro 30 giorni dall’inizio oppure essendo un tirocinio non influisce sulla naspi? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se non è un tirocinio retribuito da Garanzia Giovani non deve comunicare nulla in quanto è compatibile con la NASPI.

      1. Debby T. ha detto:

        No, non è retribuito da garanzia giovani. Ed abito in Lombardia. Come devo procedere? Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Come le dicevo, se non è garanzia giovani non deve fare nulla.

      2. Filippo M ha detto:

        Salve. volevo chiedervi se avrò diritto alla Naspi in quanto ho un contratto di lavoro nella scuola dal 6 marzo al 22 maggio e poi mi faranno un altro dal 23 maggio al 6 giugno. grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Fabrizio, sono gli unici rapporti di lavoro attualmente svolti o ce ne sono di precedenti?

          1. Filippo M ha detto:

            ho lavorato nel 2011 da maggio a dicembre in un ente di formazione professionale
            nel 2015 da aprile a dicembre in una azienda agricola
            nel 2016 da luglio a dicembre sempre nella stessa azienda agricola

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Ok allora do vrebbe spettarle la NASPI. certo forse era meglio richiedere la DS AGRICOLA, ma la scadenza era per il 31/03.

          3. Filippo M ha detto:

            Ho chiesto già la ds agricola a febbraio, ma quella riguarda il 2016. La naspi riguarderà il 2017 penso.

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Certamente, per il 2017. Dovrebbe spettarle anche la NASPI, ma nel suo caso immagino che la durata verrà calcolata solo sulle settimane di lavoro dipendente, in quanto quelle agricole verranno già utilizzate per la DS agricola.

  84. Antonio Masala ha detto:

    salve, dovrei sospendere la naspi perche’ sono stato riassunto a tempo determinato sinom al 31/12/2017 .ho provato a mandare la documentazione tramite file richiesti dall’inps ,ma il problema è che piu’ di 1 mb il sito non riceve ed i file(carta di identita’ e comunicazione per bloccare la disoccupazione)sono piu’ grandi di 1 mb e quindi non posso fare il cambio del pin.come devo fare?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      O rimpicciolisce il files per il pin dispositivo oppure va a fare la conversione del pin direttamente in sede. L’alternativa è far fare comunicazione di sospensione al patronato che le ha inoltrato la domanda. A presto!

  85. Lorenzo Didone ha detto:

    Salve, vorrei sapere una cosa. Percepisco Naspi ma ora ho un contratto di lavoro part time 30 ore ma per un mese soltanto.
    Devo comunicarlo all inps che lavoro?
    Mi verrà ancora erogata la disoccupazione?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, ovviamente deve comunicarlo, in questo caso la naspi verrebbe sospesa solo per il mese in cui lavora, per essere poi ripristinata in automatico. Se non fa la comunicazione la naspi viene sospesa fino alla ricezione della stessa comunicazione. A presto!

  86. Veronica Faviana ha detto:

    salve vorrei chiedere una cosa ho fatto la domanda naspi il 31-01-17 con decorrenza il 04-02-17 il 23-02-17 ho trovato lavoro tramite agenzia,dopo aver fatto la comunicazione tramite naspi-com mi hanno pagato i 20 giorni di disoccupazione,attualmente sto ancora lavorando sempre tramite agenzia con contratto in scadenza il 30-04-17 se non dovesse esserci il rinnovo la domanda naspi si aggiorna con i mesi che ho lavorato con l’agenzia?o rimane invariato con con i dati da quando mi hanno accettato la domanda naspi il 04-02-17?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in questo caso la durata della naspi rimarrebbe invariata.

      1. jessy888 ha detto:

        Buonasera,

        Ho una domanda.
        Ho firmato un contratto di lavoro a tempo determinato di 12 mesi con data di inizio 03/04/17.
        Il contratto prevede un periodo di prova di 60 giorni.
        A causa di problemi personali non ho potuto cominciare a lavorare, tant’è che oggi in data 18/04/17 ho mandato all’azienda la lettera di dimissioni.
        Non ho lavorato neanche un giorno e non ho percepito alcun stipendio. In pratica il rapporto di lavoro non è mai partito.
        Al momento ho la Naspi attiva e vorrei sapere come devo comportarmi visto che non ho nè lavorato nè percepito uno stipendio ma solo firmato un contratto per il quale ho dato le dimissioni oggi.

        Grazie mille

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, le consiglio di compilare il modello naspi-com dichiarando quanto sopra esposto. A presto!

  87. Mara Col ha detto:

    Salve, ho una domanda relativa alla mia situazione. Ad agosto ho fatto domanda di naspi…passavano i mesi non si muoveva nulla ed ho ripreso a lavorare. La naspi mi è stata erogata a dicembre e chiaramente sospesa. A gennaio è scaduto il mio contratto di lavoro. La persona con cui avevo parlato al centro per l’impiego mi aveva detto che se avessi lavorato più di un mese avrei dovuto ripresentare la domanda di naspi, così a metà gennaio mi sono recata al mio caf ed ho chiesto di fare la domanda. Successivamente non si muoveva nulla così sono andata alla mia sede INPS ed ho chiesto il pin e così ho scoperto che non avrei dovuto presentare una seconda domanda. Ho chiesto se fosse possibile eliminarla e mi è stato detto di no però l’impiegato mi ha rassicurata dicendo che tanto finché la prima domanda di disoccupazione non si fosse esaurita (2 anni), non avrebbero messo in lavorazione la seconda domanda. A febbraio ho ripreso a percepire la disoccupazione della prima domanda, marzo tutto regolare..adesso ho in fase di istruttoria la seconda domanda dal 7/03 e non ho ancora avuto pagamenti per aprile. La mia domanda è: se la prima domanda fosse stata bloccata dovrebbe esserci scritto? E quindi il ritardo di questo mese nei pagamenti non è legato alla seconda domanda?scusate il caos

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Mara, la sua prima NASPI è ripartita dunque non credo proprio che sia la nuova domanda il problema di questo ritardo.

  88. Elena F ha detto:

    Buongiorno,
    ho inviato telematicamnete modulo Naspi-com per richiedere la sospensione della Naspi in seguito a inizio di lavoro subordinato (durato 5 mesi e appena terminato). La Naspi verrà automaticamente ripristinata e mi saranno versati i mesi restanti o è necessario che mi attivi e segnali sempre tramite Naspi-com che il rapporto di lavoro si è concluso? Devo essere già nuovamente iscritta al centro per l’impiego per poter percepire i mesi restanti?
    Posso fare una nuova richiesta di Naspi riguardante questi 5 mesi lavorati mentre l’altra era sospesa anche in concomitanza con il percepimento della Naspi precedente o devo aspettare che termini?
    Grazie mille
    Cordiali Saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elena, la prestazione si ripristina in automatico al termine del rapporto di lavoro, ma se questo non accade è possibile inviare un nuovo naspi-com di “sollecito” semplicemente chiedendone il ripristino nel campo note. Per presentare una nuova domanda deve attendere che termini questa naspi, poi potrà fruire anche di questi 5 mesi, ma per fare una nuova domanda dovrà avere (e quindi terminare) un nuovo rapporto di lavoro.

    2. Chiara Garruto ha detto:

      Salve, io percepisco la disoccupazione da febbraio 2017. Avrei, l’opportunità , di firmare un contratto a tempo determinato per 2 mesi. Il contratto però dovrei firmarlo ad aprile ed inizierò a lavorare a giugno. In questo caso, la disoccupazione viene sospesa ad aprile oppure da giugno( periodo in cui inizierò a lavorare) ? Mi sono informata, po , che per i giovani fino ai 24 anni , se si lavora per un periodo superiore ai 4 mesi la disoccupazione decade? È vero?
      Grazie per l’attenzione
      Cordiali saluti

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, sicuramente la sospensione della naspi va fata dopo l’inizio del contratto e mai prima. per quel che riguarda la questione dei 4 mesi per i giovani a noi non risulta. Dove ha letto questa informazione? Da quello che sappiamo noi il limite è di 6 mesi continuativi per tutti…

  89. Davide Bonassi ha detto:

    Salve volevo fare una domanda… io ho iniziato a lavorare a metà marzo… ed ho fatto domanda per fermare la disoccupazione i primi di aprile… (lo stipendio non l’ho ancora preso) è troppo tardi? Vado incontro a qualche sanzione?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non ci sono sanzioni, non succede nulla. Al massimo le pagano un periodo non spettante che conguagliano se riparte la NASPI, o le chiedono di restituire se continuerà a lavorare.

  90. juri cerri ha detto:

    Salve, ho una domanda da porvi. Con decorrenza 03012017 mi hanno accettato la naspi per un periodo di 49gg. In data 14/03 ho ricevuto il pagamento dei primi 26. In data 21 ho firmato un contratto a tempo determinato di 7 mesi che ho cessato (per mie dimissioni) il giorno 28 sempre di marzo 2017. Fermo restando che ho provveduto ad effettuare tutte le comunicazioni naspi-com, secondo voi per percepire quei 23 giorni residui devo nuovamente presentarmi al CPI?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      No, per l’ultimo pagamento dovrebbe presentare un nuovo modello NASPI-com dichiarando che è rimasto disoccupato per tutto il periodo indennizzabile.

  91. Silvia Loddo ha detto:

    Buongiorno. Ho terminato il mio rapporto di lavoro il giorno 6/03/2017 e a seguito dell’incontro di conciliazione questo é risultato confermato al 31/03 data nella quale ho potuto inviare la domanda​ per la naspi. Il mio problema é questo: il mio preavviso scade il 6/04 perció la decorrenza della naspi dovrebbe essere dall’ottavo giorno successivo a questa data se non ho capito male. Se io accettassi un lavoro il 6/04 di pochi giorni verrebbe sospesa la naspi o rischierei di perderla non essendo iniziato il termine di decorrenza?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Sicuramente verrebbe respinta in quanto lei si rioccupa entro l’ottavo giorno. Verifichi se val la pena fare questo lavoro per pochi giorni, in questo caso potrebbe comunque presentare nuova domanda al termine di questo nuovo rapporto di lavoro.

      1. Silvia Loddo ha detto:

        Quindi non perdo il mio diritto alla prestazione Naspi ma dovrei solo presentare una nuova domanda.

  92. Francesca ha detto:

    Ciao!! Ho sospeso la Naspi per 6 mesi e ora la sto percependo nuovamente. Posso richiedere la sospensione per ulteriori 6 mesi senza perdere il diritto all erogazione dei pagamenti dei mesi mancanti?

  93. ERIKA MARRUCHI ha detto:

    Buonasera avrei una domanda da porvi, vi spiego praticamente mi sono licenziata per giusta causa da un lavoro il 25 agosto 2016, fatta domanda di disoccupazione ed e’ stata accettata e iniziata regolarmente ad essere erogata dall’Inps, il 24 novembre sono stata assunta per 3 mesi in un’altra azienda part time 20 ore settimanali, sono andata entro 5 giorni dall’assunzione al patronato e ho interrotto la disoccupazione. Dopo i 3 mesi me lo hanno rinnovato per un anno e sono ritornata a comunicarlo. Ieri l’inps mi ha erogato 2600 euro di disoccupazione comprendendo i giorni dal 24\11 al 28\2. Secondo voi ne ho diritto o li devo restituire???
    Grazie Erika

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Erika, sicuramente dovrà restituirli, contatti il numero verde per mandare una segnalazione, prima o poi riceverà la lettera dell’INPS con tempi e modalità per la restituzione.

  94. Stefania Cavallini ha detto:

    Buongiorno,
    io avevo fatto richiesta a marzo 2016 della Naspi.
    A luglio 2016 ho iniziato uno stage di 6 mesi e non avevo ancora ricevuto nessuna comunicazione da parte dell’Inps.
    A ottobre mi arriva una lettera dicendo che mi avrebbero corrisposto la Naspi. Erroneamente, colpa mia, ho pensato che il mio datore di lavoro avesse comunicato l’inizio dell’impiego.
    A questo punto mi trovo a dover mandare la disdetta della Naspi, giusto? Anche se si tratta di uno stage?
    premetto che è retribuito (500euro al mese)
    A quali conseguenze andrò incontro per questa mia mancanza?
    devo seguire procedure particolari?
    Grazie mille per l’aiuto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Stefania, lo stage è compatibile con la NASPI se la retribuzione è a titolo di rimborso spese e se non vi è contribuzione da parte del datore di lavoro. Si accerti che sussistano queste due condizioni, in tal caso va bene così, non deve comunicare nulla. In caso contrario deve comunicare all’INPS il rapporto di lavoro.

  95. Prossimo Povero ha detto:

    Salve, scusate l’orario ma lavoro da quasi 25 anni di notte e sono abituato ad essere sveglio a quest’ora. La mia azienda è prossima al fallimento, io sono in malattia da un mese, ho letto che se uno è in malattia da 60 giorni (ma continuativi o 60 giorni in un arco di tempo tot prima del fallimento?) prima della cessazione dell’azienda, la Naspi decorre dal momento in cui la malattia cessa. Poichè ho quasi 49 anni (e trovare un’altro lavoro sarà difficilissimo) vorrei programmare il più possibile il mio sostentamento, cercando di sfruttare al meglio questa Naspi. Sempre che l’azienda non fallisca prima, se io riesco a raggiungere i 60 giorni di malattia, mi conviene restare in malattia sino al comporto (prendendo il 66,6% della retribuzione) e poi partire con la Naspi o quando capisco che l’azienda sta fallendo, chiudere la malattia e chiedere subito la Naspi? Cosa cambia in termini di durata complessiva della Naspi? I mesi in malattia si sommano alla durata della Naspi o sono compresi e quindi non la aumentano? Inoltre dal punto di vista economico cosa cambia? So che la Naspi è a scalare come importo nei vari mesi, se faccio i primi mesi in malattia (sino al comporto) riparto dalla Naspi più alta come valore o da quella intermedia? Ultima cosa, una volta che l’azienda è fallita come faccio a farmi pagare la malattia, visto che il mio datore di lavoro cessa? Scusate se ho fatto un discorso che sembrerebbe opportunistico, ma già sono disperato perchè sto perdendo il mio lavoro, poi questa nuova Naspi mi sembra l’ennesima ruberia al ribasso. Per tutta una serie di motivi che potrete immaginare, se riesco a prendere qualche euro in più o qualche mese in più di Naspi, posso anche sperare di resistere nell’attesa del miracolo di trovare un altro lavoro. Grazie dell’aiuto e del servizio che offrite.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, premesso che il datore di lavoro è tenuto a pagare la malattia solo per i primi 3 giorni e che dal quarto interviene l’INPS(anche se in sussistenza di rapporto di lavoro è anticipata dal datore), sicuramente le converrà ultimare la malattia prima di presentare domanda di NASPI. Ovvio che, nel momento in cui il suo rapporto di lavoro dovesse terminare durante la malattia, dovrà fare pronta domanda di Pagamento Diretto di Malattia da parte dell’INPS. Terminata la malattia, quindi una volta scaduto l’ultimo certificato medico, potrà presentare domanda di NASPI allegando alla domanda il certificato del medico di riacquisita capacità lavorativa e il modello sr163. La NASpI inizierà a calare del 3% dal quarto mese in poi, a prescindere dalla malattia, quindi per i primi 4 mesi la percepirà per intero. In termini di durata della NASPI non cambia nulla.

      1. Prossimo Povero ha detto:

        Salve e grazie della risposta.
        Tutto molto chiaro e preciso, mi restano solo quattro domande e una curiosità:

        1) Voi dite che sicuramente mi converrà ultimare la malattia, ok. Ma per una questiona economica (cioè prenderò più soldi in malattia rispetto ad essere in Naspi) o per una questione temporale (il periodo di malattia si somma alla durata della Naspi o è compreso?). Non mi è quindi ancora perfettamente chiaro in quale dei due ambiti risulta la convenienza ad ultimare la malattia, che voi stessi molto gentilmente mi segnalate come sicuramente conveniente.

        2) La mia azienda fortunatamente per ora non è ancora fallita, ma siamo sull’orlo del precipizio. Quale è il termine per fare domanda di Pagamento Diretto di Malattia all’Inps, a partire dalla data di cessazione dell’azienda? Io sono registrato al sito Inps con pin dispositivo, è possibile inoltrare tale domanda on line tramite sito Inps?

        3) Il certificato del medico di riacquisita capacità lavorativa lo chiedo al mio medico e lo trasmette lui o sempre io tramite pin dispositivo e relativo sito Inps?

        4) Il modello sr163, non ho idea di cosa sia. Lo trovo sul sito Inps e lo posso tramettere sempre con il pin dispositivo?

        CURIOSITA’: Non mi intendo di siti WordPress ed è la prima volta che tramite Voi mi sono inserito in questa piattaforma. Qualche giorno dopo che avevo scritto il mio primo commento qui, nel mio profilo legato a Voi mi è venuto fuori un messaggio in inglese, che da quello che ho capito (so poco l’inglese) mi premiava con un Popup marker. Io ho accettato ed ora si è aggiunto al mio profilo. Ma non ho capito cosa è e a cosa serve. Mi può essere utile o lo ignoro?

        Grazie di tutto e rinnovo i miei complimenti per il servizio che offrite.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Bene, vado per ordine:
          1) Ovviamente la convenienza è legata alla durata delle due prestazioni sommate, dunque la convenienza è evidenziata nella visione a lungo termine delle retribuzioni in quanto l’importo della malattia è più basso rispetto a quello della NASPI
          2) Non sappiamo se esiste un limite temporale, ma poiché l’INPS ultimamente ritarda in tutto le consigliamo di far domanda il prima possibile. Si scarica il modello SR13 QUI e si consegna alla sede INPS di competenza. Eventualmente può cliccare sul tasto INVIA e mandarlo ONLINE, ma non so se in questo caso il servizio rilascia un protocollo o meno. In sede è più sicuro.
          3) Il certificato glielo fa il medico e lei dovrà consegnarlo all’INPS
          4) Il modello sr163 può scaricarlo dal sito, le modalità di invio le abbiamo indicate in questo articolo
          Per quel che riguarda il popup marker può ignorarlo, è un plugin che noi utilizziamo noi, ma se anche lei ha un sito magari le potrà far comodo:)

          A presto!

          1. Vittorio Cremonini ha detto:

            Buonasera, intanto complimenti per questo interessantissimo scambio di informazioni molto utile proposto dal Sig.Prossimo Povero, a cui va tutta la mia solidarietà essendo anche io purtroppo nella sua condizione.
            Anzi, forse io sono messo pure peggio poichè io ho già la certezza che la mia azienda fallirà in data 26/05/2017. Per ora ho ancora la “forza” di andare a lavorare ma sento che sto sprofondando in una forte depressione e quindi vi chiedo alcune cose sull’argomento, poichè la mia malattia è alle porte.
            Se ho capito tutto bene il periodo di malattia aumenta la durata delle due prestazioni sommate, quindi le mie domande sono:
            a) Poichè l’azienda fallirà il 26/05 quanti giorni prima del 26 mi devo mettere in malattia per agganciare le due prestazioni?
            b) Ad oggi non so quanto sarà la durata della mia Naspi, supponendo che sia di un anno ed io essendo un part time verticale ho diritto a circa 70 giorni di malattia all’anno posso sommare le due prestazioni?
            Ipotesi con esempio:
            Mi metto in malattia il 22/05/2017 e faccio tutti i 70 giorni in malattia, che con il mio tipo di contratto arriverei sino al 01/11/2017 in malattia, poi attivo la Naspi che se fosse di 1 anno arriverei così sino all’01/11/2018.

            Sintesi finale:
            – Cessazione azienda 26/05/2017
            – In malattia dal 22/05/2017 al 01/11/2017
            – In Naspi dal 01/11/2017 al 01/11/2018

            Ho capito bene? E’ tutto giusto?
            Vi ringrazio doppiamente dell’aiuto, sia per la Vostra risposta sia per il sostegno anche solo umano in un momento così triste della mia vita, dopo 22 anni di lavoro nella stessa azienda.

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Vittorio, premesso che lei dovrebbe entrare in malattia quando è malato, e quindi non possiamo dirle noi quando entrare in malattia, consideriamo corretto il calcolo che ha fatto nella fine del commento. Le ricordiamo però che la domanda va presentata comunque entro 68 giorni dal termine del rapporto di lavoro, e non della malattia. Quindi in ordine:
            malattia: ipotizziamo dal 22/05
            naspi: subito dopo il licenziamento
            naspi-com per sospensione naspi per malattia subito dopo la domanda di naspi
            certificato di riacquisita capacità lavorativa al termine della malattia per attivazione naspi.
            A presto!

          3. Vittorio Cremonini ha detto:

            Buonasera, quindi se la domanda per la Naspi va presentata entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro, non mi sono chiari alcuni passaggi della Vostra gentilissima risposta:
            a) Se io mi metto in malattia il 22/05 ed essendo un part time verticale a 3 gg. la settimana, arrivo alla data di cessazione del 26/05 usufruendo di soli tre giorni di malattia, ma poi me ne spettano per contratto ancora 67 giorni, Invece di 67, per essere sicuro di non debordare dalla domanda ne faccio 60. Secondo il discorso fatto sino ad ora (comprese le informazioni derivanti dalla Vostra conversazione con il Sig.Prossimo Povero), dovrei rimanere in malattia dal 22/05 per 63 giorni e poi “agganciarmi” alla Naspi. Perchè devo richiedere la Naspi subito dopo il licenziamento quando sono in malattia e posso fare domanda Naspi entro 68 giorni? Da quello che ho capito posso rimanere in malattia per 60 giorni da quando l’azienda è fallita e poi richiedere la Naspi, è così o mi sbaglio?
            b) Voi mi scrivete Naspi subito dopo il licenziamento, ma non posso fare tutto con Naspi-com ?
            c) Mi dite anche che devo sospendere la naspi per malattia, ma io sono già in malattia, perchè devo fare due periodi di malattia, quando posso farne uno solo di 63 giorni e poi richiedere la Naspi (essendo 68 i giorni dalla data del fallimento per poter richiedere la Naspi)?

            Praticamente e detto sinceramente:
            Dopo 10 anni di full time in un altra ditta e 22 anni di part time in questa azienda che fallirà il 26/05/2017, mi ritrovo a 52 anni senza lavoro e vorrei solo capire se c’è la possibilità di sommare la malattia alla Naspi.
            Ovvero:
            – fallimento 26/05 poi prendo solo la Naspi
            – fallimento 26/05 prendo 60 giorni di malattia e poi prendo la Naspi

            Lo so eticamente non è il massimo, ma con 1 figlio disoccupato e una moglie a carico, 2 mesi in più di sussidio anche se sotto forma di malattia, che vanno a sommarsi alla Naspi possono tornare utili, anche perchè abito in una zona dove non si trova lavoro e alla mia età (52 anni) chi mi prende?
            Inoltre come vi ho già scritto io sto già male, non ho più il diritto neanche di andare in malattia visto che mi hanno tolto il diritto a lavorare?
            Scusate un pò lo sfogo, ma bisogna provare a trovarsi alla mia età in questa situazione allucinante e altro che sfogo.
            Grazie dell’aiuto.
            Vittorio.

            .

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Vittorio, effettivamente ha comunque facoltà di fare domanda entro 68 giorni dal termine del periodo di malattia. Purtroppo con le scadenze INPS c’è sempre un po’ di timore, la realtà è che spesso ci sono dei buchi normativi e quindi le sedi operano autonomamente, e spesso anche differentemente. Non dovrebbe essere questo il caso, per fortuna, in quanto il passaggio è ben esplicitato nel seguente punto della circolare 94/2015:

            a.2 Nel caso di evento di malattia comune indennizzabile da parte dell’INPS o infortunio sul lavoro/malattia professionale indennizzabile da parte dell’INAIL insorto entro i sessanta giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, il termine di presentazione della domanda rimane sospeso per un periodo pari alla durata dell’evento di malattia indennizzato o di infortunio sul lavoro/malattia professionale e riprende a decorrere, al termine del predetto evento, per la parte residua.
            Esempio: data di cessazione del rapporto di lavoro 31/07/2015 – inizio malattia o infortunio sul lavoro/malattia professionale 1/09/2015 fine periodo di malattia o infortunio 30/09/2015 (durante questo periodo il termine di presentazione della domanda rimane sospeso). Dal 1° ottobre il termine riprende a decorrere, per la parte residua, e scade il 6 novembre 2015.

            Per quel che riguarda la malattia dovrebbe essere possibile percepirla per max 6 mesi all’anno. La sia situazione è comunque abbastanza complessa quindi le consiglierei piuttosto un’appuntamento di tipo consulenziale con un patronato, se non addirittura con la stessa INPS.

          5. Prossimo Povero ha detto:

            Salve, oltre a voler ringraziare il Signor Vittorio Cremonini per la solidarietà espressa che contraccambio, leggendo attentamente il vostro dialogo mi sono venuti dei dubbi.
            Io sono a tempo pieno e fortunatamente ho diritto a 6 mesi di malattia e sono in malattia dai primi di Marzo come vi ho illustrato in precedenza (vedi nostra conversazione sopra).
            Dalle ultime voci che circolano in azienda il fallimento è dato per Giugno-Luglio 2017 ed io rimarrò in malattia sino al comporto massimo di 180 giorni, ovvero Agosto 2017.
            Quindi io, utilizzando il termine che ha ben espresso il Signor Cremonini mi “aggancio” alla Naspi con la malattia o quando fallisce l’azienda devo sospendere la malattia, attivare la naspi, rimettermi in malattia e poi sospendere la Naspi?

            Scusate, ma con l’intervento del Signor Cremonini non capisco più niente, seguo il vostro esempio di quando citate la circolare 94/2015 rapportandolo al mio caso:

            Ho diritto a 6 mesi di malattia
            Da Marzo a Giugno sono 4 mesi di malattia e mi paga l’azienda per conto dell’Inps
            30/06/2017 fallimento azienda
            Luglio e Agosto sono ancora in malattia per i mancanti 2 mesi e mi paga direttamente l’Inps
            Prima della fine di Agosto fermo la malattia e attivo la Naspi-com
            Da Settembre 2017 parte la Naspi

            E’ giusto? No perchè avete fatto l’esempio al contrario ma io sono già in malattia.
            Spero di essere stato chiaro e che possiate confermarmi che ho capito bene, poichè sinceramente mi sono un pò confuso le idee:(((((

            Rinnovo come sempre i miei complimenti per il servizio che offrite e ringrazio anche il Signor Cremonini per il suo intervento, che ha in ogni caso e sicuramente arricchito la conversazione.

          6. Previdenza Facile ha detto:

            Siamo convenuti sul fatto che la domanda di NASPI va fatta dopo il termine ultimo della malattia, infatti il termine di presentazione della NASPI rimane sospeso per tutto il periodo di malattia e i 68 giorni di tempo per presentare la domanda decorrono dal termine della malattia. Il naspi-com in questo caso non va fatto, va solo presentata la domanda di NASPI a settembre. Va prodotto e consegnato all’INPS il certificato di riacquisita capacità lavorativa

          7. Vittorio Cremonini ha detto:

            Buongiorno, fortunatamente è intervenuto il Sig.Prossimo Povero a cui avete dato una risposta certa che dipana ogni dubbio.
            Quindi anche nel mio caso se mi metto in malattia il 22/05 mi confermate il mio iter che vi ho illustrato in precedenza nel mio commento del 1 Maggio:

            – Cessazione azienda 26/05/2017
            – In malattia dal 22/05/2017 al 01/11/2017
            – In Naspi dal 01/11/2017 al 01/11/2018

            Nel mio caso devo presentare quindi anche io la domanda Naspi alla mia sede Inps, per essere sicuro di non debordare diciamo a fine Ottobre 2017. Giusto?
            Ma perchè nel caso di malattia e Naspi non si può fare via telematica con Naspi-com?
            A questo punto non mi conviene attivare subito la Naspi-com il 27/05, vedere se la domanda è accettata e quando arriva il primo pagamento che conferma che la pratica è attiva, mettermi in questo momento in malattia?
            E l’Inps come fa a calcolare a quel punto la mia malattia? La vede dal CU 2017? Dai miei cedolini? Non avendo fatto mai e non ancora la domanda Naspi-com, poichè l’azienda cessa il 26/05/2017 non so come funziona ma presuppongo che l’Inps abbia tutti i miei dati, Di recente mi sono controllato l’estratto contributivo e c’è tutto, ho visto anche che hanno già caricato il mio CU 2017 con le relative spese mediche del 2016 per fare il 730.

            IL sito Inps sembra funzionare molto bene, perchè devo andare alla sede Inps? Io poi abito in un paesino e la mia sede Inps non è vicinissima, io devo iniziare a risparmiare il più possibile se inizio ad andare avanti e indietro alla sede Inps faccio fuori un sacco di soldi in benzina.
            Scusate ma io devo anche mangiare, per lo stesso motivo vorrei evitare di spendere soldi presso un patronato.
            Concludendo, perchè il sito Inps non permette di comunicare tutto on-line?
            Come posso fare per risparmiare il più possibile?
            Grazie e scusate, ma non è facile capire bene come districarsi e non posso di certo chiedere o scrivere all’Inps che voglio mettermi in malattia per guadagnare 2 mesi di sussidio.

            Di nuovo Buongiorno e un saluto anche al Sig.Prossimo Povero che con la sua vicenda mi ha dato la possibilità di venire a conoscenza di questa possibilità.

          8. Previdenza Facile ha detto:

            le confermo quanto da lei indicato. Il NASPI-COM non è una domanda, è una COMunicazione che si può fare in via telematica, ma si fa solo se c’è una domanda di NASPI attiva. Quello che deve fare lei è:
            -malattia fino a fine contratto
            -domanda all’INPS di pagamento diretto malattia
            -domanda naspi entro 68 giorni dal termine della malattia

            Tutte le domande possono essere inoltrate online tramite pin dispositivo o contattando il numero verde 803164
            Niente NASPI-COM, a meno che non trova un nuovo lavoro durante la NASPI.

          9. Prossimo Povero ha detto:

            Salve, molto precisi nella risposta come al solito e penso di aver capito tutto, a questo punto mi rimane solo una serie di ultimi quesiti:

            1) Voi dite che il naspi-com non va fatto e che devo presentare la domanda di Naspi a Settembre assieme al certificato di riacquisita capacità lavorativa. Presumo presso la mia sede Inps, ma devo prendere appuntamento? E le due pratiche le posso presentare lo stesso giorno?

            2) Ma se io fossi ancora in condizioni di salute tali da non poter andare alla mia sede Inps, posso delegare un’altra persona o spedire il tutto o ci sono altre soluzioni?
            Io ad esempio pensavo di spedire il certificato di riacquisita capacità lavorativa e utilizzare il sito Inps per fare domanda Naspi-com magari trasmettendo scannerizzato anche il certificato del medico.

            3) In sintesi, come mai l’Inps non va incontro alle persone in malattia?
            Io potrei anche essere in convalescenza dopo un serio intervento chirurgico e non essere ancora in grado di raggiungere fisicamente la mia sede Inps, seppur sulla “carta” guarito.
            Dove sta la praticità del sito on line Inps tanto decantata?
            Dovrebbe valere il contrario invece si favorisce chi sta bene di salute, che sono i soggetti più in grado di andare fisicamente alla sede Inps???
            Semplificazione o solite complicazioni all’Italiana?

            Vi ringrazio, rinnovando come sempre i miei complimenti per il servizio stupendo che offrite.

          10. Previdenza Facile ha detto:

            Salve, la ringraziamo e siamo contenti che trovi il nostro servizio utile ma vi ricordiamo comunque che lo svolgiamo in modo del tutto gratuito quindi non è sempre facile per noi gestire situazioni un po’ intricate e messaggi chilometrici 🙂
            In breve:
            1) Non deve prendere appuntamento in INPS. la domanda di NASPI, e i relativi allegato, si presentano tramite patronato oppure online con il PIN DISPOSITIVO come indicato in tutti gli articoli
            2) temo che lei stia facendo confusione tra naspi e naspi-com. la domanda di disoccupazione si chiama NASPI mentre il NASPI-COM abbiamo indicato in questo articolo cosa è e come si deve compilare
            Alle domande del numero 3 abbiamo già risposto con la risposta numero 1, ovvero la domanda si fa online con pin dispositivo.

          11. Vittorio Cremonini ha detto:

            Buongiorno, scusatemi tanto ho appena letto la risposta che avete dato a me ed anche al Sig.Prossimo Povero.
            Adesso ho capito! Si ho confuso la Naspi-com con la procedura on line, fraintendendo la parola COM come una parola legata alla trasmissione informatica come gli indirizzi .com delle email:(((((
            Invece sta per COMunicazione ed è una comunicazione postuma all’attivazione della Naspi.
            Io ho il pin didpositivo e quindi sono pronto e grazie a Voi ho capito tutto.

            Quindi farò tutto on line, ma se avrò qualche problema devo scrivere sempre sotto questo post o sotto il post che avete dedicato ad hoc alla Naspi, ovvero:
            Naspi, Tutto su requisiti, Durata…………
            Scusatemi ancora e Vi ringrazio per l’aiuto e la Pazienza, visto che avete dedicato parte del Vostro tempo gratuito su un mio frainteso di ignoranza informatica.
            Vittorio.

          12. Previdenza Facile ha detto:

            Sotto il post che preferisce:)

          13. Prossimo Povero ha detto:

            Salve, caspita leggendo la risposta che mi avete dato e l’ultimo dialogo che avete avuto con il Signor Cremonini ho preso una cantonata anche io!
            COM sta per comunicazione!
            Le mie scuse sono quindi obbligatissime, poichè avete effettivamente perso del tempo su un mio commento chilometrico per un equivoco clamoroso da parte mia.
            Non essendomi fortunatamente (per ora ma ancora per poco) mai trovato nella necessità di chiedere la Naspi, non sono ancora entrato nella parte del sito Inps dedicata ad essa ed ho pensato la stessa cosa del Signor Cremonini!
            Che figura!
            Però ora mi è tutto chiarissimo e sono pronto anche io all’avventura Naspi (per modo di dire,come quando si dice ridiamo per non piangere).

            Non ho parole, questa volta oltre a rinnovare come sempre i miei complimenti per il servizio che offrite, vi rinnovo anche le mie scuse per il mio equivoco.
            Grazie, Grazie, Grazie e se avrò bisogno ancora del vostro aiuto, cercherò di essere meno prolisso:)

  96. Dyonyso Deejay ha detto:

    Salve, avrei bisogno di sapere entro quanto tempo INPS può richiedere la restituzione di naspi in caso di pagamento oltre la data di sospensione, ovvero avendo sospeso la naspi e nonostante questo ho continuato a ricevere soldi per 4 mesi nel 2015, potrebbe arrivarmi comunque tale richiesta?premetto che i contratti di lavoro sono stati della durata di 1 settimana alla volta ma in modo continuativo per 6 mesi. Spero di essere stato abbastanza chiaro.. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certo è possibile che lei riceverà richieste di pagamento anche tra qualche anno. Mi pare debbano passare 10 anni per la scadenza dei termini.

  97. ann silk ha detto:

    Buonasera
    vi chiedo gentilemnte una informazione, ho avuto diritto a naspi per 1 anno e 8 mesi da luglio 2016.
    A febbraio ho firmato un contratto di quasi 6 mesi, la napi è stata sospesa correttamente. Ora ho ricevuto un’offerta buona di 1 anno di lavoro, avrei intenzione di licenziarmi e far passare 2-3 giorni per firmare l’anno con la nuova azienda. Ci sono 60 giorni di prova, la mia domanda è : se non mi trovo bene e recedo o loro recedono nei 60 giorni di prova ho diritto a riprendere la naspi sospesa? oppure chiudono quella in corso? poi posso rifare domanda anche se avevo firmato un anno? scusate le mille domande, grazie !

    1. ann silk ha detto:

      se il contratto fosse di 6 mesi invece che un anno, manterrei la naspi corrente?

      1. ann silk ha detto:

        sempre io, alle fine mi faranno 6 mesi quindi mi licenzierò il 31 marzo e inizierò nuovo contatto il 5 aprile per quasi 6 mesi. Confermate che sarà sospesa? devo fare naspi com per le dimissioni e nuova assunzione? due distinti moduli uno il 31 e uno il 5?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Ovvio, un solo modulo in cui indicata data di inizio e fine.

    2. Previdenza Facile ha detto:

      Se non si trova bene con il nuovo lavoro potrà dimettersi entro 6 mesi, e riprendere la NASPI da dove è stata sospesa, se invece lavorerà per un anno al termine del rapporto di lavoro potrà presentare nuova domanda di disoccupazione. A presto!

  98. Alice Marcotto ha detto:

    Salve, ho una domanda.. ho effettuato la domanda di disoccupazione a maggio 2016, e sono rimasta disoccupata fino al 10 febbraio 2017 che sono stata assunta come apprendista da datore di lavoro. Al patronato al momento della richiesta di disoccupazione mi era stato riferito che se ero assunta tramite datore di lavoro non dovevo compilare nulla. Adesso a marzo 2017 mi vedo pagata la disoccupazione di tutto il mese di febbraio 2017. ho chiamato l’inps e mi ha detto di effettuare la naspi.. come mi devo muovere adesso? come faccio a restituire i soldi che mi sono stati accreditati del mese di febbraio? Mi succede qualcosa?
    Grazie in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, prima di tutto le consiglio di cambiare patronato. In secondo luogo le dico, deve compilare il modello naspi-com. Qualora dovesse essere necessario sarà l’INPS a mandarle una lettera con tempi e modi per la restituzione dell’importo indebitamente percepito.

  99. Giorgia Di Rossi ha detto:

    Salve,
    scrivo in merito ad una mancata cessazione Naspi.
    Mi spiego meglio: ad inizio Ottobre ’16 ho firmato un contratto d’apprendistato della durata di 3 anni, al che ho subito compilato la Naspi-com per interrompere l’indennità, la quale però non è stata affatto presa in carico, ed ho continuato a percepire la Naspi per i 4 mesi successivi.
    Ora mi è stato chiesto l’importo complessivo per le quote che non mi spettavano, ma al LORDO e non al netto come mi sono state erogate, le quali erano “giustamente” excl di tasse.

    La mia indignazione è data dal fatto che la tanto attesa raccomandata che mi è arrivata pochi giorni fa, altro non è che un UNICO bollettino di circa 4mila euro, che non sono affatto pochi da restituire… Ma nessuna descrizione o specifica sulle singole quote da risarcire. Del genere… PAGA E ZITTA!!!

    Sono stata alla sede Inps di competenza questa mattina, e l’unica risposta è stata che la riscossione la chiedono al LORDO, ma quando ho chiesto “dove è scritta questa clausola??” l’impiegato dello sportello non ha saputo rispondermi.

    Sia chiaro, che c’erano da calcolare le tasse lo avevo messo in conto… Ma almeno potevano ribadirlo nella comunicazione!!!

    Sapete darmi info in merito?

    Inoltre ho controllato l’estratto conto contributivo, e l’ultima data per l’indennità disocc. è il giorno precedente all’inizio del contratto, ciò significa che di questi 4 mesi non avrò alcun contributo pensionistico??

    Grazie per il vostro eccellente lavoro per la comunità!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, purtroppo non è l’unica a riferirci questa procedura (pagamento netto/restituzione somme lordo), e non sappiamo ancora come mai avviene in questo modo. Per quel che riguarda i contributi quel periodo è coperto dal rapporto di lavoro, e quindi dal datore di lavoro, e non da disoccupazione.

  100. Sabrina ha detto:

    Buongiorno,
    Avrei bisogno di un chiarimento.
    Percepisco un’indennità di disoccupazione Naspi, presentata il 6 ottobre2016,da una verifica contabile risulta che l’ultimo pagamento che ho ricevuto si riferisce al periodo dal 1 al 16 Gennaio 2017.
    Faccio presente che a tutt’oggi non è variata la mia situazione lavorativa e che sono tutt’ ora disoccupata.
    Ho fatto presente il fatto all’ Inps tramite l’ e-mail apposita del sostegno reddito e mi è stato risposto che la mia pratica è stata sbloccata, è passata quasi una settimana ma ancora non ho ricevuto niente.
    E’ normale? quanto tempo deve passare prima di ricevere il pagamento?
    Saluti.
    Cordiali saluti.
    Liciardi Sabrina

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Sabrina, si è possibile che ancora non si veda il pagamento. provi a contattare il numero verde, loro hanno una previsione di qualche giorno. A presto!

  101. Fabio Marzotto ha detto:

    Buongiorno. Dopo 15 anni la mia ditta, causa crisi, avrebbe ridotto il mio orario di lavoro da full-time a part-time (due mattine a settimana) con il licenziamento dopo un paio di mesi (per completare alcune pratiche in sospeso con diversi enti). Nel frattempo ho trovato lavoro in un’altra azienda. Purtroppo, per diversi motivi, dopo pochi giorni ho deciso di dare le dimissioni volontarie. Il vecchio datore di lavoro è disponibile a riassumermi per un paio di mesi con le condizioni che mi aveva prospettato in precedenza. Al termine posso richiedere la NASPI?

      1. Fabio Marzotto ha detto:

        Grazie. Mi conferma che mi può bastare una settimana lavorativa, per riacquisire il diritto alla NASPI (i requisiti richiesti, 30 giorni e le 13 settimane, sono maturate nel mio precedente rapporto), anche se vengo da dimissioni volontarie nel precedente rapporto di lavoro?

  102. buongiorno a tutti io ho un dubbio che non riesco a risolvere! io ho diritto a 21 mesi di disoccupazione. sono in disoccupazione da 01/2017 , ho trovato lavoro a tempo determinato dal 13/02 al 17/03 quindi il 14/02 io sono entrato sul sito INPS-INVIA COMUNICAZIONI-LAVORO SUBORDINATO TEMPO DETERMINATO e ho dichiarato il periodo che ho lavorato.
    Il problema è che mi è arrivata qualche giorno fa il bonifico dall’inps e ho visto che mi han pagato ANCHE I GIORNI IN CUI HO LAVORATO. Come mai questo? grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, a volte possono fare degli errori. Contatti il numero verde 803164 tenendo a portata di mano il numero di protocollo del modello naspi-com e chieda di inoltrare una segnalazione per sospensione NASPI. Comunque non succede niente, al massimo faranno un conguaglio quando rientrerà in NASPI. A presto!

  103. Chris Chrr ha detto:

    Buongiorno,
    ho attiva la Naspi e vorrei sapere se trovo un lavoro anche per 1 mese devo mandare la Naspi-Com con la data di inziio e fine contratto ma se il contratto mi viene poi rinnovato cosa devo fare, rimandare una nuova Naspi-Com?
    Grazie saluti

    Christian

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Esattamente, ad ogni nuovo contratto deve corrispondere un modello Naspi-com.

  104. Davide Formica ha detto:

    salve a tutti avrei bisogno di un aiuto a febbraio 2016 mi e stata riconosciuta la disoccupazione per un anno e otto mesi poi il 20 settembre ho cominciato a lavorare e mi hanno assunto a tempo indeterminato con varie promesse a oggi non mantenute quindi io vorrei dimettermi pero giase siamo al 17 marzo quindi lunedi 20 potrei fare le dimissioni ma il 20 sarebbero 6mesi di lavoro ho diritto a riprendere quella sospesa o dovrei farne una nuova che non potrei per le dimissioni attendo la vostramia risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Davide, ci spiace innanzitutto risponderle oltre il tempo. Nel suo caso ormai la cosa migliore è cercare un altro lavoro a tempo determinato anche di pochi giorni, prima di essere assunto dare le dimissioni da quello a tempo indeterminato, attendere la scadenza del nuovo contratto e poi presentare nuova domanda di NASPI.

    2. davide_ ha detto:

      Salve
      gentilmente volevo chiederle un parere;
      percepisco la naspi che dovrebbe scadere come previsto a gennaio/febbraio 2018, e lunedi scorso ho iniziato un nuovo lavoro tramite contratto agenzia somministrazione, contratto era previsto per due mesi, con 5 giorni di prova, quindi io ho chiamato l’agenzia perché volevo fare il recesso dal contratto ( come previsto nel contratto) entro i 5 giorni ( venerdi 24 marzo ho terminato quindi ho lavorato per 5 giorni) solo che l’agenzia mi ha fatto firmare un foglio per loro convenienza
      ( non ho ben capito il motivo) dove c’è scritto che NON ho superato il periodo di prova, anche se in realtà sono io che non ho voluto proseguire.
      Ho già comunicato a inizio settimana tramite NASPI-COM l’inizio e il termine dei 5 giorni che ho lavorato, e la domanda che volevo farle in sostanza sarebbe: continuerò a percepire la NASPI fino alla sua scadenza prevista o decade in questo caso? verrà riagganciata in automatico o devo rifare domanda per farla ripartire ?
      Grazie_Saluti

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, la domanda è stata sospesa e a seguito del modello NASPI-COM deve ripartire in automatico. A presto!

  105. Franca ha detto:

    Buonasera,
    percepisco la Naspi da luglio 2016 (al termine di un contratto stagionale di 3 mesi presso un CAF) e dovrei percepirla fino a novembre 2017. Se per la nuova campagna fiscale 2017 lo stesso CAF dovesse propormi un nuovo contratto (sempre per 3 mesi) perderei la NASPI? o si potrebbe sospendere?
    Lo chiedo perché ho letto che per la sospensione il datore di lavoro deve essere diverso dal datore di lavoro per il quale il lavoratore prestava la sua attività quando è cessato il rapporto di lavoro che ha determinato il diritto alla NASpI.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in questo caso deve sospendere la NASPI compilando il modello NASPI-COM. La NASPI si sospende per il periodo di lavoro e si riattiva in automatico al termine del rapporto di lavoro.

  106. Valeria ha detto:

    Scrivo per una delucidazione sulle compatibilità NASPI in caso di nuovo contratto subordinato. Mi pare di aver capito che se il contratto supera i 6 mesi o è a tempo indeterminato la NASPI decade in automatico. Nel caso in cui il contratto sia inferiore a 6 mesi invece volevo capire se la NASPI è sospesa e congelata oppure se viene erogata ma in misura ridotta in base a quanto sarà il nuovo stipendio. Se il contratto è inferiore ai 6 mesi ma supera gli 8.150 euro di reddito imponibile la NASPI decade?E per reddito imponibile di 8150 euro si intende solo il reddito previsto dallo stipendio del nuovo lavoro oppure la somma della NASPI e dello stipendio del nuovo lavoro? Ho le idee parecchio confuse e al numero verde INPS le risposte cambiano a seconda dell’operatore che risponde 🙁

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Il reddito è solo quello derivante dal rapporto di lavoro. Nel caso di lavoro inferiore a 6 mesi la NASPI è congelata anche se dovrebbe essere erogata in misura ridotta.

  107. Previdenza Facile ha detto:

    Deve compilare il modello naspi-com dichiarando inizio e fine del rapporto di lavoro.

  108. Fabrizio M ha detto:

    Buonasera, Vi ringrazio e mi complimento per l’ottimo servizio che fornite, espongo il mio problema nella speranza possiate aiutarmi a eliminare i miei dubbi. Percepisco trattamento NASPI ormai da circa un anno ed ho diritto ad ancora un altro anno, il mese scorso ho trovato un la voro a tempo determinato , settore metalmeccanico artigiano, stipulato per un mese ed è stata data prontamente comunicazione all’ INPS, il 05 c.m. è scaduto il contratto, ma il datore di lavoro ha continuato a farmi lavorare, senza comunicarmi niente ed in data 10/03 ho ricevuto il primo stipendio che ho ritenuto molto basso ed il rinnovo del contratto per un altro mese , che ho firmato in quanto mi ha com unicato che ormai l’ aveva già registrato in quanto erano passati alcuni giorni , ma ora ci ho ripensato e vorrei dare le dimissioni consensuali. I quesiti sono questi : devo dare comunicazione all’ INPS di questo rinnovo che riporta la data del 05/03 sino al 05/04 ? ed in caso io, domani 12/03 dia le dimissioni consensuali con il datore di lavoro , mi spetta ancora automaticamente la NASPI, oppure incorro in qualche tipo di problema?
    Vi ringrazio anticipatamente e mi scuso se mi sono dilungato.
    Saluti Fabrizio.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Fabrizio, deve sicuramente comunicare di nuovo questo contratto comunicando contestualmente anche le dimissioni. La NASPI ripartirà senza problemi dal giorno successivo alla data delle dimissioni, e dovrà ricevere il pagamento già dal mese di aprile. A presto!

  109. enrique orrillo ha detto:

    Ho chiesta la disoccupazione naspi il 18 gennaio il mio contratto era scaduto il 31 dicembre ancora nn mi hanno versato niente sul conto e cercando lavoro mi sono trovato a firmare un contratto di 8 giorni poi ho rifiutato il rinnovo perché volevano rinnovare per altri 5 giorni non mantenendo le sue promesse di un lavoro sicuro quindi volevo se si e bloccata la disoccupazione e che devo fare visto che ancora non trovo lavoro

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, provi a contattare il numero verde per una verifica sulla domanda. Il rapporto di lavoro che ha avuto deve essere comunicato attraverso il modello naspi-com altrimenti i pagamenti non ripartono.

  110. alessia bellettini ha detto:

    Buonasera, avrei bisogno di un infrmazione.circa la sospensione della naspi.
    Percepisco.la naspi.da.sett 2016 e la durata prevista è di 24 mesi.
    Qualora dovessi trovare un nuovo impiego,anche part time,della durata di un mese come mi devo comportare?si sommano naspi e nuovo impiego?posso chiedere il pagamento tramite voucher vista l breve durata del contratto?
    in che condizione naspi e “altre retribuzioni” sono cumulabili?
    grazie mille per il vostro aiuto.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, i voucher sono compatibili con la NASPI fino a 3000 euro netti annui in voucher. Se invece dovesse avere un contratto da lavoro dipendente la naspi va sospesa con modello naspi-com indicando data inizio e fine del rapporto di lavoro, al termine del rapporto di lavoro, se questo è pari o inferiore a 6 mesi, la prestazione di riattiva in automatico.

  111. Alessia Bozzetto ha detto:

    Buonasera, avrei bisogno di un aiuto, in quanto da settembre percepisco Naspi e i primi di febbraio ho fatto un colloquio di lavoro. Per equivoci tra commercialista e datore di lavoro è stato registrato un contratto di lavoro (mai visto , ne firmato) e annullato entro 5 giorni dalla comunicazione del commercialista.
    Il contratto non è ancora iniziato ad oggi e mi trovo SOLO 5 giorni di Naspi a febbraio. per quale motivo se è stato annullato in tempo e mai ho iniziato questo lavoro??? cosa devo fare ???? Grazie Alessia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessia, può tranquillamente utilizzare il modello naspi-com per chiarire l’accaduto, nelle note, e richiedere il ripristino del pagamento. Quando si blocca e non si deve bloccare, quando si deve bloccare e non si blocca, questa NASPI è un disastro, sic!

    2. Jessica Campioni ha detto:

      buona sera , sono a casa da dicembre prendo l’idennita’ di disoccupazione, ho trovato da lavorare x 2 giorni.
      devo interompere la naspi?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Deve compilare il modello naspi-com.

  112. Davide Bonassi ha detto:

    Buongiorno, volevo fare una domanda. Ho percepito la disoccupazione e dopo un po’ ho trovato lavoro al ché l’ho fermata. dato che ho terminato il contratto e non lavoro più e mi erano rimasti 2 mesi da percepire adesso per farla ripartire devo fare un altra domanda?? O riparte automaticamente??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, dipende. Quanto tempo è durato il rapporto di lavoro?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Allora deve ripartire automaticamente.

  113. Cristina x ha detto:

    buongiorno,
    sono stata assunta a tempo determinato il 24/1/16 fino al 24/7/16 (6 mesi) e ho avuto due proroghe a tempo determinato: una fino al 31/12/16 (5 mesi) e l’altra fino al 30/6/17 (6 mesi).
    Ho fatto richiesta di sospensione della naspi appena iniziato il rapporto di lavoro ma ho continuato a percepirla.
    Ho letto che si può percepire la Naspi anche con assunzione a tempo determinato fino a 6 mesi , è vero? per quante proroghe?
    Nel mio caso, io ne avrei avuto diritto?
    Devo inoltrare la domanda per ogni periodo di proroga?
    grazie mille dell’aiuto!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non so dove ha letto questa informazione. Di solito l’INPS si limita a sospendere la prestazione a prescindere dalla durata del rapporto e dal reddito presunto, se a lei hanno continuato a pagarla o c’è stato un errore oppure l’hanno ridotta dell’80% del reddito presunto. Le consiglio comunque di chiarire la situazione con la sua sede INPS di competenza. A presto!

  114. Giulia Luongo ha detto:

    Buonasera,
    in data 30/11/2016 ho effettuato la richiesta di disoccupazione che è stata accettata a partire dal 01/12/2016 e mi verrà corrisposta per 179 giorni (attualmente ad oggi ho ricevuto le prime due mensilità).
    La mia domanda è: se dovessi rimanere incinta avrei diritto alla maternità? se sì in che modalità la andrei a percepire e per quanto tempo? ed inoltre dovrei sospendere la NASpI?
    Grazie anticipatamente
    Giulia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, alla maternità c’è sempre il diritto. Quella da lavoro dipendente (cioè l’80% dello stipendio) viene pagata se si entra in obbligatoria (7° mese di gravidanza) entro 180 giorni dal termine del rapporto di lavoro. Se lei non è ancora incinta e ha la disoccupazione per soli 179 giorni non è il suo caso. In alternativa, disoccupazione o no, nel periodo della maternità obbligatoria l’INPS le paga la maternità dello stato, nel 2016 era pari a Euro 338,89 per cinque mensilità e quindi a complessivi Euro 1.694,45.

  115. Daniel Fieni ha detto:

    buongiorno, il giorno 1/02/17 mi è scaduto il contratto di lavoro, andando all’inps ho dato comunicazione della cessazione del rapporto di lavoro per riprendere il pagamento naspi residio.
    solo in questi giorni sono venuto a conoscenza che bisogna registrarsi sul sito del centro per l’impiego per dare la disponibilità al lavoro e per fare il patto di servizio personalizzato.
    Volevo sapere se questo patto era necessario anche in caso di ripristino naspi residua o solo per le nuove domande.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se non l’ha firmato quando ha fatto la domanda va comunque fatto al momento del ripristino della NASPI.

  116. byeroth ha detto:

    Buonasera, cortesemente avrei bisogno di un chiarimento.
    da agosto 2015 sono in stato di disoccupazione e percepisco la Naspi (durata fino a due anni). Ora, dal 1 di marzo ho trovato lavoro a tempo indeterminato e con stipendio netto mensile di 1500 (quindi non rientro nella casistica in qui viene erogata un % di naspi di supporto).

    Ora volevo chiedere alcune cose:
    – provvederà la ditta stessa, dal momento che regolarizzerà la mia assunzione presso inps, a comunicare il mio stato di occupato? oppure devo essere io ad andarlo a comunicare? se si, a chi mi devo rivolgere? dopo un po’ di giri e telefonate… che mi hanno confuso ancora di più, ho sentito che: alcuni dicono fa tutto la dita perchè così facendo può godere dei vantaggi che vengono previsti quando si assume un disoccupato, altri dicono al patronato, alcuni direttamente all’inps compilando un modulo… alcuni addirittura telefonicamente all’inps tramite call center indicando il mio codice pin.

    Cosa devo fare? fa tutto la mia nuova ditta oppure devo muovermi io automamente? e presso chi?

    Altro punto in questione, nel caso in cui dopo il periodo di prova, l’azienda non intendesse ratificare il mio contratto a tempo indeterminato, ho ancora la possibilità di avvalermi della naspi? quale procedure dovrei fare nel caso per ripristinare la naspi?

    grazie dell’aiuto. Davide

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Davide, credo che l’avremo scritto ormai migliaia di volte, comunque il disoccupato ha l’onere di sospendere la sua disoccupazione compilando il modello NASPI-COM, come indicato nell’articolo. Qualora dovessero licenziarla nel periodo di prova potrà compilare un nuovo modello naspi-com dichiarando il licenziamento, l’INPS provvederà a ripristinare la prestazione da dove è stata sospesa.

  117. michele65 costa ha detto:

    Salve volevo gentilmente un informazione, ho i requisiti per accedere alla Naspi, ma volevo sapere essendo che voglio aprire un attività autonoma, dovrei comunicare il reddito presunto che sinceramente non saprei quantificare perchè tutto dipende la fatto se lavoro o meno essendo un lavoro da artigiano, ma nel caso superassi se non erro i 4800 euro annui cosa succede, e il calcolo dell’anno parte da marzo a dicembre? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il calcolo parte da quando apre l’attività, le consiglio comunque di dichiarare meno di tale importo. Qualora dovesse poi superarlo, come le auguro, non succederà nulla. A presto!

      1. michele65 costa ha detto:

        Grazie, se dovessi superarlo allora come spero devo ridare tutto indietro.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          No, assolutamente, come le dicevo, non succederà nulla.

      2. Luigi Formisano ha detto:

        Salve, mia moglie dopo aver lavorato per 45 giorni ha presentato le dimissioni per giusta causa avendo una bambina inferiore a 1 anno. Avendo i requisiti contributivi ha fatto richiesta di naspi tramite patronato. Successivamente ha trovato un nuovo lavoro inquadrata come apprendistato professionalizzante a tempo indeterminato della durata di 3 anni… facendo immediatamente la comunicazione all’INPS con la naspi com. Dopo 30 giorni si è licenziata sempre per la bimba e il patronato ha detto che la naspi riprendeva in automatico. Dopo aver aspettato 4 mesi oggi l’INPS ci corrisponde 20 giorni di naspi per il primo lavoro e ci dice che in seguito al secondo impiego dell’apprendistato la naspi è decaduta perché andava presentata una nuova domanda e invece il patronato non l’ha fatta perché la durata è stata solo di 30 giorni. Mi aiutare?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, l’unica cosa che possiamo consigliarle è di provare a fare ricorso in quanto nella circolare numero 94 del 2015 c’è scritto quanto segue (evidenzio la nota importante):

          2.10.a Nuovo rapporto di lavoro subordinato

          2.10.a.1 In caso di nuova occupazione con contratto di lavoro subordinato del soggetto percettore di NASpI dalla quale derivi un reddito annuale superiore al reddito minimo escluso da imposizione si produce la decadenza dalla prestazione, salvo il caso in cui la durata del rapporto di lavoro non sia superiore a sei mesi. In tale caso l’indennità è sospesa d’ufficio, sulla base delle comunicazioni obbligatorie, per la durata del rapporto di lavoro. Al termine del periodo di sospensione l’indennità riprende ad essere corrisposta per il periodo residuo spettante al momento in cui l’indennità stessa era stata sospesa.

          La contribuzione versata durante il periodo di sospensione è utile ai fini di cui agli articoli 3 e 5 del decreto legislativo 4 marzo 2015 n. 22 ossia, tanto ai fini dei requisiti per l’accesso che ai fini della determinazione della durata di una nuova prestazione di disoccupazione NASpI.

          Per l’individuazione del periodo di sospensione si considera la durata di calendario del rapporto di lavoro, prescindendo da ogni riferimento alle giornate effettivamente lavorate.

          Si precisa che la sospensione e la ripresa della prestazione avvengono d’ufficio e che a tal fine è ininfluente l’eventuale cessazione anticipata per dimissioni del lavoratore.

          Credo sia l’unica chance che rimane, ma questo il patronato dovrebbe già saperlo.
          A presto!

  118. Filippo Micchia ha detto:

    Salve, sono nuovo di questo forum. Forse nonè la pagina giusta per risolvere il mio problema. Cmq vi chiedo ugualmente chiarimenti. Io ho lavorato in agricoltura da luglio fino a fine anno 2016. In questi giorni ho fatto domanda di disoccupazione agricola. Ma fortunatamente ho trovato lavoro in un altro settore con un contratto che andrà dal 7 marzo all’8 giugno (circa tre mesi). Vi chiedo cosa dovrò fare , come agire, si sospende la richiesta di disoccupazione agricola e finito il lavoro a giugno si riattiva un’altra disoccupazione? Sareste gentili a darmi una bella spiegazione per risolvere questo arcano????? Grazie Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve >Filippo, la DS AGRICOLA non va sospesa in questo caso poiché non copre un periodo attuale di disoccupazione ma il periodo di disoccupazione subito nell’anno precedente, dunque non esiste un modulo per sospenderla, proprio perché non va sospesa. Al termine di questo nuovo rapporto di lavoro potrà probabilmente richiedere la NASPI se sarà in possesso di tutti i requisiti richiesti. A presto!

  119. Grec Laura eva ha detto:

    il mio marito ha fatto la domanda Naspi nel agosto 2016, dal 9 settebre 2016 haiiniziato lavorare con un contratto part-time per 6mesi.ho mandato on line Naspi. com.se per caso il contratto che scade nel 9 marzo, non sara rinnovato cosa deve fare? deve andare di nuovo al centro di impiego e fare la domanda on-line come abbiamo fatto prima volta? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se non viene rinnovato il contratto non deve fare nulla, la prestazione ripartirà in automatico. Se invece viene rinnovato dovrà mandare un nuovo naspi-com.

  120. Simona Zappala ha detto:

    Salve trovo questo servizio utilissimo!!
    Sono stata licenziata dopo tre anni con contratto apprendistato 30ore a maggio 2016!la disoccupazione.mi è stata accettata per 18mesi, adesso dovrei cominciare a lavorare partime 20ore con un contratto a tempo determinato o di 5mesi o di 12devono ancora farmelo sapere!so che devo sospendere la naspi e ho capito che se il ccontratto è minore di sei mesi e non viene più rinnovato la naspi riprende!la mia domanda è:se il contratto sarà della durata di 12 mesi io.se non mi dovessi trovare bene posso dare le dimissioni prima dei sei mesi facendo ripartire la naspi??se il periodo di.prova non si supera la naspi riprende?se dopo 12 mesi non mi rinnovano il contratto percepisco di nuovo la naspi??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Esatto, può dare le dimissioni entro 6 mesi e continuare a percepire la NASPI da dove è stata sospesa. A presto!

  121. irene irene ha detto:

    Buonasera ho un dubbio su come agire per interrompere la naspi che attualmente ricevo.
    Il 1/03/17 inizierò a lavorare con contratto subordinato di 7 mesi.
    Ho intenzione di utilizzare il modulo naspi-com per la comunicazione all inps.
    il modulo mi chiede le date di inizio/fine contratto e il reddito annuo previsto perché nel caso fosse inferiore al reddito minimo potrei continuare a prendere l80% di naspi. C è pure scritto che nel caso di mancata comunicazione del reddito previsto si produrrà la decadenza della prestazione.
    ora, io vorrei interrompere la naspi a prescindere e riprenderla poi a fine contratto.
    quindi non scrivo il reddito previsto?
    Oppure è considerato “negativamente” ed avrò una sorta di penalizzazione che mi impedirà o penalizzera quando tornerò a richiedere la naspi?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Irene, lei deve compilare il modello telematicamente come indicato nell’articolo. Il sistema non le chiederà alcun reddito. La prestazione decadrà comunque in quanto il rapporto di lavoro è di durata superiore a 6 mesi, dunque al termine del rapporto di lavoro dovrà presentare una nuova domanda. Questa è una cosa positiva in quanto la nuova NASPI durerà di più in quanto la sua durata verrà calcolata anche sulla base di questi 7 mesi di lavoro. A presto!

  122. michi_ bozada ha detto:

    Salve vorrei fare una domanda .
    Mia madre ha presentato la domanda per la disoccupazione a ottobre del 2016 però dato alcuni problemi per quanto riguarda una lettera di dimissioni invece di una lettera di licenzamemto la domanda è ancora in atto diciamo però lei adesso vorrei sospendere la domanda ovvero non continua a chiedere la disoccupazione .
    Succede qualcosa se lei lascia perdere senza comunicare? tanto ha loro risulta che lei si è dimessa non licenziata

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se vuole rinunciare alla disoccupazione dovrebbe comunque mandare esplicita comunicazione. In alternativa deve rivolgersi alla sede INPS di competenza.

  123. Angelo Giglione ha detto:

    Buonasera, io avevo lavorato dal 11/02/2016 al 12/06/2016, ho chiesto la NASpI e ho iniziato a ricevere i pagamenti. il 10/08/2016 ho iniziato a lavorare con un contratto di 8 mesi e ho tempestivamente comunicato l’inizio dell’attività lavorativa tramite naspi-com. Ho ricevuto il pagamento fino al 26/08/2016 ma io ho iniziato a lavorare il 10 agosto, c’è stato un errore? Non vorrei avere problemi in futuro. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Beh sicuramente le hanno pagato giornate non spettanti, ma l’INPS provvederà a fare un conguaglio nel prossimo pagamento, nessun problema.

  124. Ilaria Giancani ha detto:

    Buongiorno,

    Sto percependo la naspi dal 1 novembre, vorrei sapere se in caso di tirocinio di durata semestrale, con rimborso spese di 500 euro mensili a)perderei il diritto alla naspi, verrebbe ridotta, o resterebbe invariata? b)devo effettuare comunicazione all’inps? C) in caso decidessi di interrompere il tirocinio prima del termine, riacquisirei il diritto alla naspi?

    Grazie in anticipo.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ilaria, se è solo a titolo di rimborso spese e non c’è versamento contributivo e non è un tirocinio retribuito con Garanzia Giovani, l’importo percepito è interamente compatibile con la NASPI e non deve fare alcuna comunicazione.

  125. Alberto Durante ha detto:

    Buonasera, avrei una domanda da porvi. Il 01/02/16 ho presentato domanda di disoccupazione relativa al periodo di lavoro che andava dal 01/04/15 al 31/01/16, la domanda è stata accolta subito e dopo circa un mese ho iniziato a ricevere la disoccupazione. Il 01/07/16 ho ripreso a lavorare per 3 mesi fino al 30/09/2016 e ho presentato nuovamente domanda di disoccupazione, dopo poco più di un mese, il 21/11/2016 ho ripreso nuovamente a lavorare fino al 31/01/2017. Come devo comportarmi con la disoccupazione? C’è da dire che la domanda che ho presentato dopo il 30 settembre sul sito dell’Inps risulta essere completata ma non ancora in accoglimento. Grazie mille della risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alberto, la domanda di NASPI non deve essere ripresentata se il rapporto di lavoro che l’ha sospesa è durato meno di 6 mesi. In questo caso infatti la prestazione si sospende e si ripristina al termine del rapporto di lavoro. Le consiglierei comunque di andare in sede INPS per risolvere la questione. A presto!

  126. Giovanni Casano ha detto:

    Salve avendo avuto diritto alla naspi dopo la fine di un contratto stagionale a novembre 2016 dovevo essere pagato fino al 25 febbraio 2017,nel frattempo durante un viaggio in Svizzera ho trovato un lavoro di 4 ore giornaliere per 5 giorni settimanali quindi part time ho lavorato lì circa 40 giorni percependo circa 1000 franchi ossia meno di mille euro,avendo iniziato a lavorare in Svizzera dal 15 dicembre 2016 fino al 24 gennaio 2017,ho avvisato subito il mio cpi sul rapporto di lavoro iniziato ma non sapevo di dover pure avvisare l inps pensavo accadesse in automatico ora voglio sapere come procedere poiché ho percepito la naspi che teoricamente forse doveva essere sospesa e ripresa dopo i 40 giorni lavorati all estero

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve comunque compilare il modello naspi-com il prima possibile. A presto!

      1. valentina cirinei ha detto:

        buona sera, sto percependo la Naspi da Ottobre 2017, sto lavorando con contratti su chiamata, per ragioni che non sto a spiegare ho sempre comunicato i miei giorni da Novembre a Gennaio ma ho comunicato con il modello sbagliato. Il numero verde Inps mi ha consigliato di rifare una nuova comunicazione con Naspi.com per tutti i giorni che ho lavorato, in tutto sono 12.
        Cosa mi succede mi bloccheranno la disoccupazione, per un mio errore?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, è probabile che la naspi venga sospesa, ma comunque ripartirà solo una volta che lei avrà comunicato le giornate lavorate con il modello naspi-com. Niente di grave, a presto!

  127. Lorenzo Ferrari ha detto:

    Salve, percepisco la naspi da circa un mese. Sono stato assicurato da poco part time. La mia domanda è se devo compilare la naspi com o se la naspi si interrompe in automatico. Grazie.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      La deve compilare sempre. A presto!

  128. Gess Ica ha detto:

    salve, ho fatto richiest naspi il 9/11/2015 accettata a febbraio 2016 ad aprile ho firmato un contratto, sono andata dal mio caf e ha fatto sospensione, ho lavorato finoo al 31 ottobre 2016. il 04/11/2016 il caf h fatto nuova richiesta naspi. ad oggi tutto bloccato, risulta la precedente in pagamento con ultimo pagamento a maggio ne 01/04/2016 e la seconda in trasferiemnto sede. cosa ce di sbagliato, la sede inps di trapani mi ha comunicato che hann troppo lavoro per comunicare con le persone, via nuero verde mi hanno detto che per accettare la seconda deve essere chiusa la prima. come mi devo comportare? visto che da dicembre non ce stipendio neanche disoccupazione e 2 figli minorenni? grazie per le risposte

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gessica, che situazione scomoda!! Mi pare assurdo che non riescano a sistemare questa pratica. Innanzitutto: come mai risulta questo pagamento a maggio 2016 se lei ha lavorato da novembre 2015 a ottobre 2016? Ci sono state forse delle proroghe al suo contratto inframezzate da giornate di “non lavoro”? A che periodo si riferisce questo pagamento?

  129. Seba Costa ha detto:

    Buonasera,
    avrei un quesito particolare.
    a metà settembre 2016 ho finito un rapporto di lavoro in Italia (11 settimane) e per arrivare alle minime 13 settimane negli ultimi 4 anni per ottenere il naspi ho integrato a novembre col modello U1 ricevuto dalla Norvegia (dove ho lavorato e vissuto 2 anni e mezzo fino a febbraio 2016) con la mia situazione redditi e contributi, la domanda presentata. Per vari motivi “tecnici” di comprensione del documento ci sono stati ritardi nel procedimento all’erogazione e periodicamente mi reco all’Inps per sollecitare. l’altro ieri mi chiama il mio capo dicendomi che devo lavorare per una settimana da domani fino a sabato prossimo.
    La domanda è: essendo che non ho ancora percepito nulla (4 giorni fa l’ultima mia visita all’Inps) devo comunque comunicare questo lavoro di una settimana all’inps? perchè tecnicamente non avendola ancora ricevuta neanche una mensilità non capisco cosa fisicamente andrei ad interrompere della disoccupazione! Help me please!!! Grazie e complimenti per la pagina!
    Saluti, Sebastiano

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve comunque farne la comunicazione altrimenti rischia non solo che l’INPS le paghi una settimana in più (per il periodo lavorato) ma anche che sospenda la sua NASPI per mancata comunicazione. Lei non va ad interrompere nulla, semplicemente dichiara un rapporto di lavoro per un periodo limitato di tempo e che non deve essere coperto da NASPI in quanto esiste già la contribuzione e la retribuzione del datore di lavoro.

  130. Barbara Zucchiatti ha detto:

    Buonasera, ho un dubbio che non riesco a chiarire: la partecipazione ad un tirocinio formativo/work experience (che, se ho ben capito, non è un rapporto di lavoro, durata 3 mesi, indennità di partecipazione 200 euro.) deve essere comunicata all’Inps con il NASpI-com?
    Grazie in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Barbara, se non è retribuito con Garanzia Giovani non è obbligatoria alcuna comunicazione. Può comunque farla per scrupolo ma non è obbligatoria in quanto il tirocinio di questo tipo è compatibile con la NASPI. A presto!

  131. Sara Cuzzupoli ha detto:

    Salve!
    Ho chiesto la dis coll a giugno 2016 e per motivi che non sto a raccontarvi (tra cui un ricorso) è solo ora in accoglimento.
    Siccome dovrei riniziare a lavorare il mese prossimo, vorrei sapere se la discoll mi verrà accreditata come arretrato o se nel momento in cui riprenderò a lavorare dovrò sospenderla (il che mi sembra una grande carognata).
    Spero che qualcuno sappia darmi una risposta 😰
    Vi ringrazio in anticipo!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Sara ovviamente sarà a copertura del periodo arretrato quindi non deve comunicare nulla né rinunciare al lavoro:) A presto!

  132. La Marika ha detto:

    Buongiorno,
    in data 08/07/2017 ho dato le dimissioni dopo diversi lavori, facendo poi lavori per conto di conoscenti per mantenermi. in data 15/11/2016 ho fatto richiesta per al disoccupazione ma non ho più avuto risposta. In data 28/11/2016 ho firmato un contratto a tempo determinato per 7 mesi e qualche giorno fa mi arriva comunicazione dall’inps che la mia richiesta di disoccupazione è stata accettata. Ho compilato il modulo naspi-com per comunicare appunto la nuova situazione di lavoro subordinato a tempo determinato e ho chiesto se i mesi da luglio a novembre mi verranno comunque risarciti ma non ho ancora avuto riscontro.potreste aiutarmi voi? Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve marika, l’unico periodo che deve essere retribuito è quello compreso tra la data di presentazione della domanda e il giorno precedente l’inizio del nuovo lavoro. I periodi di disoccupazione precedenti la data della domanda non possono essere retribuiti.

  133. Antonio De Rosa ha detto:

    Buongiorno,
    la prestazione occasionale ( ritenuta di acconto) va comunicata per sospendere
    la NASPI? Sono 3 settimane retributive …la sospensione va comunicata entro quanti giorni
    o in automatico ?
    grazie in anticipo per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Antonio, se la prestazione è inferiore a 3000 euro netti per anno solare non va comunicato nulla. A presto!

  134. Salve…
    avrei un quesito particolare da sottoporvi:
    ho fatto domanda per la Naspi il 7 Dic 2016 ed è stata regolarmente accolta. Il 2 Gen 2017 firmo un contratto di lavoro (determinato) per 12 mesi, il quale vorrei rescindere poichè non mi trovo bene. Cosa succede con la mia Naspi nel caso sia io a dare le dimissioni? E poi… la circolare numero 94/2015 dice che la durata del rapporto non deve superare i 6 mesi. Il contratto è di 12 mesi ma l’intenzione è di rescinderlo prima, ovvero nel periodo di prova.
    Ho la possibilità di riavere il sussidio Naspi?
    Grazie
    saluti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessandro, la circolare afferma che è possibile dare le dimissioni durante un rapporto di lavoro a tempo determinato che ha sospeso la sua disoccupazione. L’importante è dare le dimissioni entro 6 mesi dall’inizio dell’attività lavorativa altrimenti la naspi decade e non è più possibile fare una nuova domanda al termine di quel rapporto di lavoro.

    2. Laura Zerbini ha detto:

      Buongiorno, vorrei chiedere alcuni chiarimenti.
      Ho fatto richiesta naspi martedì scorso e la domanda è in stato di lavorazione. Ieri ho firmato un contratto di tre giorni. Devo bloccare la naspi? Nel caso il contratto non proseguisse l’indennità si riattiva in automatico o devo fare qualche comunicazione? Per un contratto di soli 3 giorni ho comunque diritto alla naspi? Grazie

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Laura, deve compilare il modello naspi-com e dichiarare la giornate lavorate. La prestazione le spetta ovviamente e si riattiva in automatico al termine del rapporto di lavoro. Se questo viene prorogato va fatta una nuova comunicazione.

  135. Giuseppe Barberio ha detto:

    Buongiorno,io ho chiesto disoccupazione a agosto e i soldi li ho percepiti,a settembre ho trovato lavoro e ho comunicato la sospensione,al 22 dicembre il contratto è scaduto ed è ripreso il 12 gennaio.
    Questi 21 giorni mi vengono pagati in automatico come ha detto l operatole allo sportello o devo comunicare a qualcuno?
    Tra sportello e call.center dicono cose diverse.
    Teoricamente se fosse in automatico la ripresa quando mi erogheranno i 9 giorni di dicembre?
    Nel caso fosse,posso comunque chiedere l arretrato?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Dovrebbe avvenire automaticamente ma le consiglio comunque di compilare un modello NASPI-COM per ogni rapporto di lavoro che ha avuto in modo da comunicare all’INPS le giornate lavorate e quelle da liquidare. In alternativa può contattare il numero verde per sollecitarne il pagamento. A presto!

    2. Monia Lubrano ha detto:

      Salve, percepisco la Naspi da Settembre 2016, ho trovato lavoro e inizierò tra pochi gg. E’ una sostituzione di maternità di 6 mesi con contratto di somministrazione, devo sospendere o annullare la Naspi? Ho 30gg per comunicare all’INPS tramite il modulo Naspi-Com la variazione? in caso ci fosse un rinnovo del contratto dopo i 6 mesi a quel punto cosa dovrei fare?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Monia, lei deve solo comunicare all’INPS il nuovo rapporto di lavoro. Se questo supera i 6 mesi l’INPS la chiude e lei al termine del rapporto di lavoro dovrà fare una nuova domanda. Qualora dovesse avere una proroga del contratto deve fare una comunicazione tale e quale alla precedente. A presto!

  136. lucai ha detto:

    Ciao scusa volevo chiederti un’altra delucidazione sull’argomento:
    Allora io ho presentato domanda di disoccupazione a dicembre, e sono andato al cpi a fare la did e devono ancora chiamarmi per il patto di servizio. Questa settimana sono andato a farla sospendere per 2 settimane siccome mi han fatto un contratto a tempo determinato di 2 settimane. Adesso mettiamo che si verifichino due casi:
    A) Nel caso mi prorogano il mio contratto per una settimana, altre due e un mese devo fare un’altra comunicazione di sospensione?
    B) Nel caso io settimana prossima fnisca il mio contratto senza proroghe, devo riandare a fare comunicazione naspi oppure bastava la sospensione senza fare più nulla? Inoltre, siccome al CPI ero già stato entro i 15 giorni per fare il patto di servizio, mi han fatto fare la did ma per il patto ancora non mi han chiamato, posso direttamente aspettare che mi chiamino o devo fare ancora una nuova did perchè ho lavorato per 2 settimane sospendendo la disoccupazione??

    Grazie mille!!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Luca, sicuramente ogni contratto va comunicato all’INPS tramite modello NASPI-COM. Se il rapporto di lavoro non dura più di 6 mesi consecutivi la NASPI si sospende e si riattiva al termine del rapporto di lavoro. Non c’è bisogno di dare la DID ogni volta, a meno che il suo rapporto di lavoro non dura più di 6 mesi consecutivi; in questo caso dovrebbe fare una nuova domanda e una nuova did.

  137. Debora Bonavero ha detto:

    Buongiorno, io ho un enorme dubbio. Allora ho iniziato a percepire la naspi da novembre 2016 di circa 900 euro e la prenderò per un anno. Adesso mi hanno inserita nel programma garanzia giovani e sono stata chiamata per un tirocinio di 6 mesi. Quello che non mi è chiaro posso fare il tirocinio con garanzia giovani o perdo la mia disoccupazione? Se non la perdo poi sarà riattivata in automatico alla fine del tirocinio? Perché ho letto degli articoli di garanzia giovani per la regione Piemonte e dovrebbe essere compatibile. Ma non mi è chiaro. grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      No Debora, assolutamente no. Il tirocinio con Garanzia Giovani non è compatibile con la NASPI. Inoltre al termine del tirocinio non potrebbe neanche ripresentare domanda di NASPI.

      1. Debora Bonavero ha detto:

        Buongiorno, quindi cosa mi consiglierebbe di fare? grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Dipende da quanto è importante questo tirocinio, non posso consigliarle cosa fare. E’ ovvio che l’importo di NASPI è quasi il doppio e quindi sicuramente più conveniente. Se dovesse optare per il tirocinio deve sapere che per riprendere la naspi rimanente dovrà avere necessariamente un nuovo rapporto di lavoro dipendente.

  138. RAFFAELE BARLETTA ha detto:

    Complimenti. Mi chiamo Raffaele.
    Ho Fatto domanda NASPI ad Aprile 2016, in precedenza la ho lavorato dal 2012 a Marzo 2016. Mi è stata concessa per 546 giorni. Tra i mesi di luglio e Novembre ho lavorato con due contratti a termine. L’ultimo si è concluso il 30.11.2016. L’INPS mi ha pagato i giorni di buco tra il primo ed il secondo contratto a termine. La mia domanda è mi conviene portare a termine la NASPI precedente oppure fare una nuova domanda NASPI? . Cmq posso optare a rifare una nuova domanda NASPI in modo che mi paghino il periodo residuo ed aggiungere il periodo lavorato nel 2016? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve raffaele, da quello che sappiamo non è possibile presentare una nuova domanda ma si riattiva in automatico quella sospesa. Ovviamente farne una nuova sarebbe più conveniente perché durerebbe di più, ma con molta probabilità verrebbe respinta poiché la precedente è ancora aperta.

  139. Roberta ha detto:

    Buon pomeriggio, ho presentato una domanda Naspi in data 06/10/2016; licenziamento avvenuto in data 05/09/2016. in data 06/10/2016, inizio una attività parasubordinata per 3 mesi, fino al 31/12/2016, con un reddito presunto di Euro 2.000. Ho fatto presente al patronato la situazione, e mi è stato risposto che poichè non superavo il limite di reddito per la perdita della Naspi, mi hanno fatto presentare il modello naspi-com, comunicando l’inizio dell’attività parasubordinata e il reddito presunto, dicendomi che l’inps avrebbe ricalcolato l’importo della mia naspi, ma che comunque mi spettava. Visto che ad oggi (dal 06/10/2016) non ho ancora ricevuto nulla, volevo sapere, se quello che mi è stato detto dal patronato, corrisponde alla realtà.
    Grazie anticipatamente per la vostra risposta.
    Cordiali saluti,
    Roberta T.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Roberta, all’interno della circolare è indicato proprio questo, è quindi corretto quello che le ha comunicato il patronato. Le consiglio comunque di contattare il numero verde 803164 per sollecitare la lavorazione della sua pratica. A presto!

      1. Roberta ha detto:

        Ho già tentato il sollecito sia via linea inps, che tramite “Inps Risponde”, ma purtroppo non ricevo ancora nessun riscontro. Devo solo armarmi di tanta pazienza, purtroppo. Un’altra domanda se possibile, per l’anno 2017, sto lavorando (con lo stesso datore degli ultimi 3 mesi del 2016) per un mese, sempre a progetto, devo presentare una nuova domanda naspi per il 2017? Devo presentare anche la mia CU? (che penso mi daranno a febbraio).
        Grazie ancora per la vostra risposta.
        cordiali saluti,
        Roberta T.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Roberta, da quello che ho capito lei non ha lavorato per più di 6 mesi consecutivi quindi no, non deve ripresentare domanda, anche perché dopo un rapporto di lavoro parasubordinato non verrebbe accolta. Piuttosto le consiglio di contattare il numero verde per sollecitare la lavorazione della domanda che ha già presentato. A presto!

          1. Roberta ha detto:

            Buongiorno, no infatti. Ho iniziato a lavorare a progetto dal 06/10/2016 fino al 31/01/2017. Il patronato mi ha detto invece di presentare una nuova domanda naspi per l’anno 2017. Non so, a questo punto proverò a chiedere anche direttamente all’Inps.
            Grazie per le risposte.
            cordiali saluti,
            Roberta T.

  140. Salve, ho fatto la domanda per la Naspi a novembre presso il mio patronato (purtroppo visti i costi!), a dicembre però ho dovuto sospendere la richiesta per un lavoro a termine che si è concluso il 4 del mese corrente. Volevo chiedervi, la richiesta (all’epoca della sospensione era ancora in lavorazione), ripartirà in automatico, oppure devo recarmi nuovamente al patronato per poterla riavviare? Grazie in anticipo per la risposta!!!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se ha presentato modello NASPI-COM con data inizio e fine del rapporto di lavoro non deve fare altro, la NASPI deve ripartire in automatico. Dovrà quindi vedere il pagamento intorno alla metà di febbraio, qualora questo non dovesse accadere le consiglio di contattare il numero verde 803164 per verificare. A presto!

  141. Nicola09 ha detto:

    Buona sera percepisco la naspi da 12 mesi,a gennaio dovrei effettuare la conferma semestrale ma utilizzando naspi.com vorrei comunicare che sarò all’estero per un mese e mezzo(non per lavoro) e quindi mantenere la naspi.
    La comunicazione del periodo in cui sarò all’estero vale come conferma did per altri 180 giorni dalla data del rientro?
    Tutto giusto?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, per quello che riguarda la DID non saprei dirle, le consiglierei piuttosto di rivolgersi al CPI in quanto da quello che abbiamo capito molti lavorano in totale autonomia quindi le regole cambiano da sede a sede. Per quel che riguarda la comunicazione per l’espatrio faccia attenzione, a questo link trova le dichiarazioni che ha sottoscritto al momento della presentazione della domanda, dunque l’INPS sostiene che c’è il rischio di perdere la prestazione comunicando l’espatrio. Non è ben chiaro, ad oggi, quali siano i termini di rischio e cosa effettivamente potrebbe portare alla perdita della prestazione.

  142. lucai ha detto:

    Salve, il 18 dicembre ho fatto richiesta per la naspi. Adesso mi hanno contattato per un contratto che va dal 15 al 28 gennaio. Devo sospendere la naspi entro 5 giorni dall’inizio del contratto oppure siccome sono solo 14 giorni posso anche non sospenderla??

    Grazie mille in anticipo!!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      la deve sospendere comunque compilando il modello NASPI-COM. A presto!

  143. Salve io ho sospeso la disoccupazione dopo 4 mesi ho lavorato 2 mesi ma non mi ha più pagata non lavoro e non mi ha ancora licenziata, voleva uscire in pensione e chiudere, non so nemmeno se mi ha pagato i contributi visto che 1 mese non mi ha nemmeno pagata per il lavoro svolto! Se mi licenzia la disoccupazione la posso riavere, devo andare a iscrivermi di nuovo come devo fare?grazie, ho ancora 4 5 mesi da prendere o non mi li danno piu!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, lei ha la possibilità di dare le dimissioni entro 6 mesi dall’inizio del rapporto di lavoro se la sua naspi è sospesa. In questo caso la NASPI riprenderà da dove è stata sospesa e le verrà pagato il periodo residuo. Se invece supera i sei mesi di lavoro deve attendere di essere licenziata o eventualmente la fine del contratto per poter presentare una nuova domanda di NASPI. A presto!

  144. felix29 ha detto:

    Salve, sono stat in disoccupazione naspi da novembre ad aprile 2016,avendo iniziato un lavoro deteminato ho sospeso tutto tramite inps. Il contratto era di tre mesi poi rinnovato di altri tre e dunque terminato. Dopo 10 giorni ho firmato un altro contratto determinato di tre mesi con 30 gg di prova ma da me rescisso con dimissioni per non trasparenza Quasi immediatamente.
    Ad oggi ho un lavoro accessorio con voucher.
    La mia domanda è: posso riattivare la mia naspi? Mi spettavano un anno e 9 mesi in totale.
    Devo andare all inps o al patronato?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se ha superato i 6 mesi continuativi di lavoro la prestazione è decaduta, e non può neanche richiederla nuovamente in quanto ha dato le dimissioni dal suo ultimo rapporto di lavoro. Se invece non ha superato i 6 mesi la prestazione si sarebbe dovuta riattivare in automatico al momento della compilazione del modello NASPI-COM (che immagino lei abbia già provveduto a compilare). Qualora non si fosse riattivata le consiglio di recarsi direttamente presso la sede INPS per verificare la situazione della sua domanda. A presto!

    2. margherita ivaldi ha detto:

      Buongiorno,

      il 29/11 ho fatto domanda presso uno dei vostri centri per la disoccupazione NASPI e oggi mi è arrivata la comunicazione che è stata accettata.

      Volevo farvi la seguente domanda: in data 03/01 ho firmato un contratto di prestazione d’opera occasionale con durata sino al 30/04 per un importo totale di € 5.000 lordi: dal momento che non mi trovo bene per tutta una serie di motivi vorrei dare le mie dimissioni a far data da oggi (quindi in realtà’ nonpwrcepirei nulla). Così facendo perderei la NASPI? Inoltre bisogna dar comunicazione all’INPS di tutto ciò?

      Restando in attesa del vostro riscontro porgo i miei saluti più cordiali.
      Margherita Ivaldi.

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Margherita, l’attività può tranquillamente essere sospesa senza incorrere nella perdita della disoccupazione. Non so se era già stata fatta comunicazione preventiva all’INPS in merito a questa prestazione occasionale, se sì va fatta una nuova comunicazione dichiarandone la sospensione in alternativa non c’è da fare nulla in quanto probabilmente l’INPS non era neanche al corrente dell’inizio della stessa.

  145. Danny Vaccaro ha detto:

    Salve grazie per il lavoro che fate. Vorrei qualche chiarimento sulla mia situazione: ho lavorato nel 2016 per il periodo 11 Gennaio – 10 Agosto; alla scadenza del contratto ho fatto domanda di Naspi regolarmente accettata. In data 06 Ottobre ho sottoscritto un nuovo contratto dando comunicazione tramite NAspiCom telematica (i pagamenti mi sono stati ovviamente sospesi). Il contratto firmato il 06 ottobre è terminato in data 23 dicembre e ho comunicato la variazione sempre tramite modello NaspiCom.
    le mie domande sono: devo rifare una nuova domanda di disoccupazione o i pagamenti sospesi riprenderanno automaticamente, conteggiando anche il nuovo periodo lavorativo? E in caso di nuova domanda, devo farla immediatamente o attendere la fine del pagamento della Naspi precedente?
    Grazie per le risposte

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non deve rifare la domanda, la prestazione si riattiverà in automatico senza conteggiare però il nuovo periodo, che sarà invece utile al fine del calcolo di una nuova ipotetica futura domanda. A presto!

  146. corduneanu oana ha detto:

    Salve. Ho la NASPI dal mese di agosto e voglio sapere come fare a smettere perché ho deciso di andare in un altro paese.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, all’estero si mantiene il diritto a percepire la NASPI per max 3 mesi. Per sospenderla deve compilare il modello NASPI-COM tramite il sito con il PIN oppure tramite patronato.

    2. adrian lucian ha detto:

      Ciao Oana. Ce ai facut? Si eu sunt in aceeiasi situatie. Multumesc

  147. manuela dona ha detto:

    Buongiorno, io dopo 7 anni di lavoro sono stata licenziata a novembre 2015 e ho fatto richiesta per la Naspi concessa per 24 mesi.ad aprile 2016 ho trovato un lavoro per un contratto si 6esi che è stato rinnovato per altro 6 mesi. Nel caso in cui ad aprile 2017 non venga rinnovato io ho diritto cmq a percepire la naspi ricalcolata ma per il periodo rimanente della precedente naspi (quindi 24 mesi meno i 4 già fruiti)oppure mi daranno una naspi relativa solo all ultimo anno di lavoro quindi 6 mesi? Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Manuela, la risposta corretta è la prima, cioè 24 mesi meno i 4 già fruiti. A presto!

      1. manuela dona ha detto:

        Grazie per la veloce risposta!☺tutto rimane invariato anche se questo ultimo è lavori parte time?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Beh no se il lavoro è part-time i contributi di questo periodo valgono la metà ai fini della durata.

          1. manuela dona ha detto:

            Quindi non avrei più i 20 mesi ??

          2. Previdenza Facile ha detto:

            No, ne avrà sicuramente un po’ meno.

  148. Luca Sellitto ha detto:

    Salve,
    ho percepito circa tre mesi di NASPI (da agosto a inizio ottobre) prima di firmare un nuovo contratto della durata di altri tre mesi circa con lo stesso datore precedente. Ho inviato il modulo online per sospenderla fino al 30 Dicembre data in cui mi sarebbe scaduto questo nuovo contratto e che al momento non mi è stato prolungato. Adesso volevo capire se la NASPI riprende in automatico oppure devo fare qualcosa. E soprattutto volevo anche capire cosa accade per questi altri tre mesi di lavoro che ho nel frattempo incamerato. Vengono conteggiati anche questi ai fini della disoccupazione alla ripresa della NASPI? Oppure va fatta una nuova richiesta?Grazie in anticipo per eventuali chiarimenti

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, in questo caso la NASPI deve ripartire in automatico. Dovrà quindi ricevere il prossimo pagamento in febbraio (le pagheranno il mese di gennaio). Ovviamente, qualora non dovesse accadere dovrà rivolgersi al numero verde ed eventualmente sollecitarne il pagamento. Questi 3 mesi saranno utilizzabili per la prossima domanda di NASPI, quella attualmente in vigore non si prolungherà. A presto!

  149. Giulia Di Gianni ha detto:

    SALVE,
    CON LA PRESENTE SONO A RICHIEDERE DELLE INFORMAZIONI IN MERITO ALLA SOSPENSIONE DELLA NASPI PER INIZIO DI ATTIVITÀ LAVORATIVA IN FORMA SUBORDINATA.
    HO FIRMATO IL CONTRATTO DI ASSUNZIONE IL GIORNO 16/12/16, E VORREI COMUNICARLA ALL’INPS PER LA SOSPENSIONE DELLA NASPI, PERTANTO HO RICHIESTO il 19/12 IL PIN PER EFFETTUARE L’ACCESSO AL PORTALE.

    SONO QUINDI A RICHIEDERE, OVVIANDO AL PROBLEMA DEL PIN VISTO I TEMPI LUNGHI CHE OCCORRERANNO PER RICEVERE LA SECONDA PARTE DELLO STESSO, SE ESISTE UN METDO ALTERNATIVO PER EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE.
    LA RINGRAZIO

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giulia, le alternative sono: compilare il modello cartaceo e consegnarlo in sede oppure compilare il modello telematico tramite patronato. A presto!

  150. Andrea Vannuccini ha detto:

    Salve,
    io vorrei sottoporvi un problema secondo me gravissimo di quanto sta succendo alla mia compagna. Nello specifico dopo avere perso il lavoro nel mese di Luglio, si è recata presso un CAF|Patronato per prendere informazioni riguardanti la domanda di disoccupazione. Il personale qualificato (???) le ha mostrato le modalità, in più le ha fatto fare anche la domanda per il progetto giovani… ad oggi lei non ha ancora saputo se la sua domanda di disoccupazione è stata accetttata (lo stato della pratica risulta ancora essere in sospeso incredibile) ed in più non può fare il lavoro di sei mesi trovato con il progetto giovani perchè le due cose sono in contrasto con la regione lazio. Vi sembra una cosa logica? Quanto ci vuole per disdire la domanda di disoccupazione mai percepita? come possiamo muoverci.
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, qual è la vostra sede INPS di appartenenza? Avete mai provato a recarvi in sede per capire come mai stanno impiegando così tanto? Avete inoltrato il modello sr163?
      Premesso che le due prestazioni (garanzia giovani e naspi) sono incompatibili, questo non significa che voi non possiate sospendere la NASPI (anche se non è ancora stata lavorata) per iniziare garanzia giovani. Quando la domanda di naspi verrà finalmente lavorata ed accolta l’INPS vi pagherà le spettanze per il periodo che va da quando è stata fatta la domanda fino al giorno prima in cui si è iniziato con Garanzia Giovani.
      Due cose ci sono però da sapere:
      1) Garanzia Giovani dura massimo sei mesi e si lavora per massimo 500 euro/mese
      2) dopo Garanzia Giovani non c’è possibilità di riprendere la NASPI
      Quindi bisogna verificare cosa è più conveniente. Ovvio che, se il tirocinio che si va a fare è specifico per le proprie competenze e funge da trampolino di lancio in un’azienda o in un settore specifico il gioco può valere la candela, soprattutto se il lavoratore è di età molto giovane, ma se, mettiamo caso, la sua ragazza avesse diritto a due anni di NASPI a 800/900 euro al mese sinceramente rifletterei un po’ di più. Se non avete idea di quanto vi può spettare di NASPI potete fare un copia/incolla dell’estratto contributivo qui nei commenti, proveremo ad aiutarvi. A presto!

      1. Andrea Vannuccini ha detto:

        Buongiorno,
        grazie per la risposta sicuramente tra le più chiare fino ad ora.
        Per la disoccupazione la risposta è si nel senso che ci siamo recati ed abbiamo chiamato più volte ma lo stato della pratica risulta essere sempre in sospeso. Quindi, se ho ben capito, anche facendo domanda di rinuncia (fatta ieri), comunque gli spetterebbe la retribuzione da Luglio a Dicembre? Glielo chiedo perchè non è questo che ci era stato detto naturalmente.
        Grazie infinite almeno ora ho una visione migliore

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Certamente, al momento dell’accoglimento devono essere liquidati gli arretrati spettanti. Non so chi vi ha detto il contrario, spero non qualcuno dell’INPS altrimenti siamo alla frutta.

          1. Andrea Vannuccini ha detto:

            Ok, allora siamo proprio alla frutta e forse al dolce. Grazie per il tempo dedicatomi. Ne approfitto per farVi tanti auguri di buon anno!

          2. Previdenza Facile ha detto:

            Grazie mille Andrea, auguri di buon anno anche voi!

  151. Ilenia Glielmi ha detto:

    Buonasera, io ho percepito la Naspi da gennaio a novembre, dopodiché sono stata assunta in una ditta, ma per vari motivi non mi trovo molto bene e non vedo margini di miglioramento, mi sto quindi chiedendo: se mi dimetto io la Naspi si può riattaccare? Premetto che mi rimanevano ulteriori 8 mesi perché la durata totale della Naspi sarebbe stata di 18 mesi e che sono ancora nel periodo di prova. Ringrazio anticipatamente.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Ilenia, lei ha diritto a presentare le dimissioni entro sei mesi dall’inizio del rapporto di lavoro e richiedere la riattivazione della sua NASPI tramite modello NASPI-COM.

  152. Salve, il mio contratto è scaduto il 31/10. Ho fatto domanda di disoccupazione il 4/11 e mi è stata accettata il 20 dicembre. Siccome avevo solo 14 settimane e la percepirò per 40 giorni, essa copre il mese di novembre e metà dicembre? Perché a gennaio dovrei firmare un contratto. Non capisco se devo stare senza lavoro per 40 giorni dal pagamento.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Stefano, molto probabilmente la sua disoccupazione, se è stata effettivamente accolta per 40 giorni, coprirà il periodo dall’08/11 al 18/12. Questo è il suo periodo indennizzabile. Potrà tranquillamente ricominciare a lavorare a Gennaio senza dover fare alcuna comunicazione. A presto!

  153. Giorgia Di Rossi ha detto:

    Buonasera.
    In data 5 ottobre ho firmato un contratto di apprendistato, con scadenza 2019. Ho richiesto la sospensione della NASpI pochi giorni dopo tramite modulo online, la richiesta è andata a buon fine e la pratica è stata PROTOCOLLATA. Ma nonostante questo… L’Inps ha continuato a pagarmi l’intero mese di ottobre e novembre.
    L’operatrice del callcenter mi ha consigliato di presentarmi direttamente in sede, in quanto la pratica di annullamento non è stata minimamente presa in considerazione, ma causa turni lavorativi, la mattina mi è impossibile andarci. Sapete se posso delegare un’altra persona (mio padre)? Se sì, c’è un modulo che potete linkarmi?

    Grazie in anticipo,
    Giorgia

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giorgia, può tranquillamente mandare un delegato con una delega firmata da lei e la copia di un suo documento. A presto!

  154. giorgia P ha detto:

    Salve io ho percepito la NaSpI fino a novembre la domanda per la disoccupazione è stata fatta da un CAF/padronato e poi sempre tramite loro poi l’ho interrotta per un lavoro di 1 mese che non è andato a buon fine. Come faccio a recuperare i restanti giorni di NaSpI??? grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giorgia, deve nuovamente compilare (sempre tramite patronato) il modello NASPI-COM dichiarando che il rapporto di lavoro si è risolto prima della scadenza del contratto.

  155. Gianpaolo94 ha detto:

    Salve! Sto ricevendo la Naspi dal 8/11/2016!
    Siccome ho intrapreso un piccolo lavoro con voucher che non supererà i 2000€,sono tenuto lo stesso a comunicare all’Inps questa cosa?
    Grazie!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gianpaolo, non è obbligato a comunicarlo ma noi lo consigliamo sempre. A presto!

  156. Noemi Bicchiarelli ha detto:

    Salve,
    Dubbio amletico: Sono stata licenziata il 30/11 e ho fatto domanda di disoccupazione questa settimana (che dovrebbe spettarmi visto che ho lavorato da ottobre 2014, in tutto sono 25 mesi). Ovviamente non mi hanno ancora comunicato dall’INPS se la mia domanda è stata accettata: SE nel frattempo dovessi trovare un lavoretto (a chiamata/ a tempo determinato per 3 o 6 mesi) posso comunque accettare il lavoro e sospendere la disoccupazione comunicandolo all’Inps? O prima di firmare iil contratto di lavoro devo aspettare che l’Inps mi accetti la domanda di disoccupazione? Grazie mille!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Noemi, la rioccupazione va comunque comunicata, anche se la sua domanda non è stata ancora accolta. A presto!

  157. Gessica Capelli ha detto:

    buongiorno,
    sono gessica. ho finito di lavorare il 31 luglio e ad agosto ho richiesto la disoccupazione. dopo di che a novembre ho trovato lavoro e ho mandato la disdetta tramite la raccomandata con ricevuta di ritorno. passano dieci giorni e mi torna indietro firmata. fin qui tutto bene. peccato che oggi guardo il mio conto e vedo che mi hanno pagato la disoccupazione dal 1.11 al 30.11 quando nella disdetta c’era scritto che dal 08.11 avrei iniziato a lavorare. Cosa devo fare? questi soldi, essendo che non mi spettano non li voglio. Voglio ridarli in modo che non ci siano problemi in futuro
    .
    Grazie mille dell’aiuto.

    Gessica Capelli

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gessica, per sospendere la disoccupazione si dovrebbe compilare il modello naspi-com in modalità telematica. Probabilmente hanno lavorato in ritardo la sua comunicazione. Deve contattare l’INPS al numero verde 803164 e chiedere che venga mandato un sollecito di sospensione della NASPI. L’INPS le manderà poi una comunicazione con la quale le chiederà di restituire detto importo. A presto!

  158. lucai ha detto:

    Buongiorno, ho bisogno del vostro aiuto per la mia situazione personale.
    Ho lavorato con contratto a tempo determinato per 6 mesi fino ad aprile 2016. Fin qui tutto ok. Nel giro di due settimane ho iniziato un nuovo impiego con contratto a tempo determinato da maggio a questo venerdi, 17 dicembre 2016, con agenzia interinale. In quelle due settimane per accedere a questo impiego, l’agenzia mi ha fatto compilare la did e il patto di servizio, e poi mi ha fatto firmare il documento di raggiungimento del risultato borsa lavoro, avendo io 23 anni.

    Adesso, siccome termino il 17 dicembre ma l’azienda ha detto che mi richiamerà per le prime settimane di gennaio, vorrei chiedere nel frattempo la disoccupazione. So che devo fare la domanda online e che non devo chiedere la did, ma ho letto che è obbligatorio entro 15 giorni, fare il patto di servizio. Siccome io l’ho già fatto ad aprile con questa agenzia, e se vado sul sito mi dice richiesta accettata, adesso devo rifare una nuova comunicazione?? Perchè diciamo che la ditta dove lavoro adesso è stagionale, quindi dovrei riprendere a gennaio, fare fino ai primi di marzo e rimanere a casa fino a maggio, e nel frattempo prendere la disoccupazione. Ma sapendo che riprenderò, mi sembra inutile accettare altri lavori o fare incontri ecc. ma se non faccio il patto di servizio perderei la disoccupazione..come devo comportarmi??

    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Luca, non saprei se lei deve rifare il patto di servizio o meno, questo glielo devono dire al CPI. Io credo che il patto di servizio abbia una validità di un certo periodo, ma verifichi bene con il suo CPI. A prescindere da questo lei può naturalmente presentare domanda di disoccupazione, quando ricomincerà a lavorare dovrà compilare il modello NASPI-COM. A presto!

  159. Raffaele D'Argenio ha detto:

    salve, io ho presentato domanda NASPI il 16/10 ed a oggi 14-12 non mi e’ stata ancora versata, ho fatto il sollecito tramite inps in data 14.12… aspettiamo..dicono che e’ sospesa in fase di istruttoria.

    intanto il 7 di dicembre sono stato assunto per 14 giorni e poi successivamente mi verra prorogato fino a fine marzo, devo comunicare qualcosa all’inps?

    grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, beh ovviamente sì, come riportato in questo articolo deve compilare il modello naspi-com…

  160. alebari86 ha detto:

    Buongiorno ho fatto la domanda naspi il 2 novembre mi è stata accettata per tre mesi il 15 novembre sono stato assunto contratto di 1 mese quindi ho comunicato al INPS tramite patronato L assunzione e mi hanno bloccato la naspi pagandomi solo 5 giorni.adesso L azienda cui sto lavorando mi ha detto che mi fanno un altro rinnovo dal 15 dicembre al 15 gennaio,cosa dovrei fare ??ricomunicare ancora o non serve più??

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve fare una nuova comunicazione NASPI-com altrimenti rischia che l’INPS ricomincia a pagarle la disoccupazione per un periodo non spettante. A presto!

  161. Noemi Contieri ha detto:

    Salve, sono in disoccupazione da ottobre, il mio contratto è per un mese dal 12 dicembre all’8 gennaio,volevo sapere se percepisco la disocupazione di novembre e il bonus.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Noemi, non abbiamo accesso alle vostre posizioni INPS, ovviamente, ma dovrebbe ricevere il pagamento in dicembre comprensivo di bonus. provi a contattare il numero verde per chiedere conferma. A presto!

  162. Flavio salvalalio ha detto:

    Salve,
    La mia compagna percepisce la disoccupazione da un paio di mesi, siamo a Dicembre ma la disoccupazione di Novembre ancora nulla.
    Oggi ha chiamato il Call-center che le hanno detto che avendo lavorato 2 giorni la sua disoccupazione è bloccata perché è in fase di ricalcolo.
    Chiedo se è possibile questa cosa solo per due giorni lavorativi.
    Saluti e grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Flavio, molti non hanno ricevuto i pagamenti di novembre per lo stesso motivo. Siamo in Italia, tutto è possibile…

  163. rosa napolitano ha detto:

    Buongiorno
    Avrei una domanda da fare x risolvere i miei dubbi. Io a settembre ho fatto domanda per la diss- col ma ancora non ho un esito. L addetto dell inps di bologna mi ha ha detto che a breve mi arriverà una lettera a casa con l esito. E mi disse anche che qualora avessi ripreso a lavorare anche x un giorno dovevo comunicarlo attraverso il sito inps.ora mi hanno chiamato x una supplenza come bidella in una scuola pubblica x 3 giorni. Non ricordando il modello ho chiamato al call center dell inps e mi hanno detto che non devo compilare niente se non supero i 5 giorni.
    Ora mi chiedo a chi devo ascoltare?potete aiutarmi?
    Devo comunicare questi 3 giorni di lavoro?perche sono sicura che mi continueranno a chiamare x un giorno una volta al mese magari…..
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Rosa, la circolare INPS è molto chiara:
      “In caso in cui il beneficiario dell’indennità DIS-COLL si rioccupi con contratto di lavoro subordinato di durata inferiore o pari a cinque giorni, la prestazione è sospesa d’ufficio sulla base delle comunicazioni obbligatorie; al termine del periodo di sospensione la prestazione riprende ad essere corrisposta per il periodo residuo spettante al momento in cui la stessa era stata sospesa.”

      Io le consiglio di compilare il modello DIS-COLL-COM ogni qualvolta si rioccupa per evitare che la prestazione venga bloccata. Si tratta in fondo di un’operazione di 5 minuti. A presto!

  164. carlo mazzitello ha detto:

    Salve..sono stato licenziato a giugno 2016,dopodiché ho presentato la domanda naspi.Dopo circa 20/30 gg ho iniziato a percepire la naspi,dopo tre mesi sono stato assunto a tempo determinato per 10 mesi,(1700€mese)quindi ho comunicato all INPS l assunzione.Dopo 10 gg dall assunzione vengo licenziato.. la mia domanda è,posso riattivare la naspi lasciata in sospeso!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certamente Carlo! Faccia subito comunicazione all’INPS compilando il modello NASPI-COM o recandosi direttamente in sede, la prestazione di NASPI deve necessariamente essere riattivata. A presto!

  165. Buonasera,
    avrei bisogno di un’ informazione se potete aiutarmi: sto percependo la Naspi da maggio. Se inizio uno stage o un lavoro subordinato a tempo determinato con contratto inferiore ai 6 mesi, la Naspi mi vieni sospesa in ogni caso e riprende dal momento che si conclude lo stage (o il contratto di lavoro), oppure se il reddito che andrò a percepire sarà inferiore agli 8.000 € annui, mi viene semplicemente ridotta dell’ 80% e non sospesa ?

    Altro dubbio: se io inizio un nuovo lavoro e la Naspi mi viene sospesa, nel caso di mie dimissioni prima che il contratto vada a terminare, ho diritto a ricominciare a percepire la Naspi da dove mi era stata sospesa oppure ne perdo ogni diritto ?

    Spero di essere stato chiaro e Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.
    Saluti. Alessandro

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessandro, bisogna intanto distinguere tra stage e contratto da lavoro dipendente. Se lo stage non prevede stipendio (di solito si parla di rimborso spese) né versamento contributivo, questo è totalmente compatibile con la NASPI. In questo caso si consiglia comunque di farne comunicazione tramite naspi-com anche se non esplicitamente necessario. Nel caso di contratto da lavoro dipendente pari o inferiore a 6 mesi la NASPI si sospende per riattivarsi in automatico al termine del rapporto di lavoro.
      Per quel che riguarda le dimissioni, ha diritto a ricominciare a percepire la NASPI precedentemente SOSPESA qualora dovesse dimettersi prima della fine del rapporto di lavoro, e comunque prima di 6 mesi dall’inizio dello stesso. A presto!

  166. girolamo de mola ha detto:

    Buonasera, percepisco la naspi da più di un anno ora dovrei essere assunto da una cooperativa.vorrei sapere se posso fare la domanda di sospensione dopo l’assunzione e nel caso quanto tempo ho per presentare la domanda dopo essere assunto.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, lei è tenuto a sospendere la disoccupazione compilando il modello NASPICOM possibilmente entro 5 giorni, comunque non oltre il mese in cui viene assunto.

  167. Concetta Longo ha detto:

    Buon pomeriggio, spero possiate chiarirmi questo dubbio. Percepisco dis-coll da luglio e in teoria per 6 mesi. Tra qualche giorno dovrei cominciare un lavoro part-time della durata di circa 1 mese e mezzo, con contratto di collaborazione occasionale (ritenuta d’acconto), sicuramente il compenso percepito sarà inferiore ai 2000 euro netti per il periodo indicato.
    Cosa succede alla mia dis-coll? Come procedere? Viene sospesa definitivamente? Perché se così fosse guadagnerei di più restando a casa…Grazie del vostro aiuto, Concetta

  168. Elisabetta Pizzato ha detto:

    Salve a tutti.
    Vorrei chiedere una cosa qui poiché non riesco ancora a ricevere risposte chiare.

    Sto percependo la disoccupazione NASpI da Aprile. A gennaio andrò all’estero(USA) alla pari per studio per un anno.
    È possibile mantenere la disoccupazione per tutto l’anno?(non avrò un contratto di lavoro)
    Se non è possibile, posso tenerla per i primi tre mesi, quindi fino a marzo?
    Se non è possibile, posso tenerla per i primi 30 giorni?

    In ogni caso, è possibile sospenderla mentre sono all’estero, delegando magari qualcuno?

    PS. Chiedo informazioni per capire come riuscire a prendere il più possibile, ma legalmente.
    Grazie in anticipo!!

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Elisabetta, la NASPI si mantiene all’estero per massimo 3 mesi se non si lavora, l’espatrio va comunque comunicato con modello naspi-com. Se si lavora invece va fatta la comunicazione all’INPS e si deve sospendere.

  169. Matteo Lupo ha detto:

    Buongiorno sono Matteo,
    Percepisco la naspi ler la durata di 2 anni,
    Questa estate ho lavorato per 5 mesi e regolarmente lo ibernata con il modulo naspi-com ed e andato tutto ok…..
    Rivolgendomi al caff che ha curato anche le.precendenti pratiche mi ha consigliato di rifare la domanda naspi perché mi spiegava che grazie a questi 5 mesi di lavoro posso recuperare sia in giorni sia in denaro sulla precedente disoccupazione.
    La mia domanda e’…..
    E vero che rifacendo questa seconda domanda naspi viene una volta elaborata messo tutto in un calderone e rielaborato quello che rimaneva della vecchia piu quella nuova o mi ha preso in giro e perdo tutto quanto mi spettava???

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Matteo, sì è vero quello che le ha detto il CAF ma non è detto che l’INPS accolga la sua domanda. per legge infatti, se si lavora per meno di 6 mesi la NASPI viene sospesa e non decade, ma le dico che spesso le sedi agiscono in modo distinto quindi è probabile che quella sede in particolare proceda a rielaborare nuovamente le domande, aggiungendo i mesi spettanti dalla precedente naspi a quelli generati dal nuovo rapporto di lavoro, di norma però la domanda dovrebbe essere rigettata e in automatico dovrebbe partire il pagamento per la vecchia naspi sospesa. In entrambi i casi non perde la disoccupazione. A presto!

  170. Cinzia Gamberini ha detto:

    Buongiorno. Dopo il licenziamento nel 2015 ho usufruito della Naspi. A luglio 2016 il giudice ha condannato la mia azienda al reintegro immediato per illeggimita’ del licenziamento. Non mi è stato permesso di rientrare al lavoro ma mi hanno pagato gli stipendi e versato i.contributi. ora riceverò il licenziamento oggettivo a causa della crisi aziendale. Posso chiedere di nuovo la.Naspi? Grazie per un vostro cenno di riscontro.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Cinzia, è una situazione molto particolare ma le consiglierei comunque di provare a farlo. Ovvio che l’INPS adotterà delle misure di conguaglio per le prestazioni spettanti e le prestazioni pagate e non dovute. Questo perché il pagamento del sussidio non è compatibile con uno stipendio né col versamento contributivo. Provi a rifare la domanda ma le consiglierei anche di contattare il numero verde per fissare un appuntamento in sede INPS e verificare la sua posizione. A presto!

      1. Buonasera, relativamente alla durata della NASPI non mi ritrovo con le informazioni fornitemi dall’INPS. Negli ultimi 5 anni ho lavorato 205 settimane per due datori di lavoro diversi. Per l’ultima azienda, quella che mi ha licenziata, a seguito della quale ho chiesto la NASPI, ho lavorato 8 mesi. LINPS ha accolto la mia domanda e mi comunicano che la prestazione durerà da Novembre a Marzo.
        Ai fini del calcolo della durata non sono computati tutti i periodi contributivi (di tutti i 4 anni) ed essere considerati per l’erogazione del sostegno alla disoccupazione?
        Nel mio caso sembra che abbiamo calcolato soltanto gli ultimi 8 mesi di lavoro mentre persone presunte esperte sul tema mi riferivano che avrei diritto alla NASPI per la durata di almeno 24 mesi? Perché, invece, mi comunicano da Novembre a Marzo?

        Grazie mille.
        Cordiali saluti

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Eleonora, per caso aveva dei rapporti di lavoro part-time? Mi sembra strano il calcolo perché effettivamente devono essere considerati tutti i rapporti di lavoro (a meno che non si tratti di cococo o cocopro). Sono nel caso di lavoro part-time, in base anche alla retribuzione percepita, la durata può subire un’ulteriore diminuizione.

  171. falso71 ha detto:

    Buongiorno, ho chiesto informazioni al’inps in merito alla domanda che sto per fare ma ho avuto risposte discordanti da due diversi operatori. Attualmente percepisco la NASPI che scade a Maggio 2017. Se vengo assunta a tempo determinato part time per un periodo max di 6 mesi che non supererà gli 8000 euro, e sospendo la naspi, l’indennità una volta terminato il lavoro subordinato mi viene corrisposta al 100% o al 20% (riduzione 80 % ? ) e per i mesi che ancora mi rimanevano prima del contratto (ovvero 7) ? Grazie mille, saluti.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, nel suo caso l’indennità dovrebbe continuare ad essere corrisposta al 100%, ma abbiamo anche ricevuto commenti (pochi) da utenti che se la sono vista decurtare. Questo perché la normativa non è chiara e spesso l’interpretazione è del tutto personale :/

  172. GoogleUser7 ha detto:

    Salve,
    qualcuno sa dirmi se in caso di tirocinio all’estero pagato, è possibile sospendere la naspi? o perdo il diritto alla naspi? Perchè tutto quello che trovo in rete riguarda tirocini in Italia, ma tecnicamente se vado all’estero per un tirocinio sarei un “espatriato” quindi non so come comportarmi, sapete darmi delucidazioni in merito?

    grazie in anticipo
    Cordiali Saluti

    Daniele

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se il tirocinio non prevedere versamento contributivo credo che funzioni come in Italia, e cioè che mantiene il diritto alla prestazione. Di diverso c’è che all’estero si mantiene il diritto alla NASPI solo per massimo 3 mesi, dopodiché la prestazione decade. Le consiglierei comunque di chiedere conferma alla sua sede INPS di competenza perché queste informazioni non sono presenti nelle circolari INPS quindi è tutto molto “a intuito”….
      A presto!

  173. Stella Menolascina ha detto:

    Salve,
    ho fatto domanda per la Naspi il 13 ottobre 2016 dopo la fine di un contratto, oggi 27 ottobre sono stata assunta per 6 mesi. Cosa dovrei fare per bloccare la domanda???
    Grazie per la risposta

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Compilazione modello NASPI-COM come indicato nell’articolo.

  174. Ale ha detto:

    Buongiorno, innanzitutto grazie per il supporto davvero utile che date.
    Ho dei dubbi per quanto riguarda la sospensione naspi…mi spiego:
    mi è stata accettata per 520 giorni da luglio 2016, ora ho ricevuto una proposta di lavoro di 6 mesi in teoria se ho capito bene per contratto di lavoro di durata pari o inferiori a 6 mesi posso sospenderla inviando il modello naspi.com, ma come lo invio? c’è una email, oppure devo chiamare l’inps?
    poi ho il dubbio riguardo l’importo, mi spiego: se nei 6 mesi percepisco meno di 8000 euro (netti?) non viene toccato l’importo naspi? essendo a cavallo tra 2016-2017 come viene calcolata la soglia? se dovesse finire prima di 6 mesi il rapporto di lavoro( da parte di tutti e due) riparte la naspi in automatico o bisogna avvisarli?

    grazie e scusate per le mille domande ma ho un pò di confusione, a presto.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Andiamo per ordine:
      – il modello naspi-com si invia online sul sito dell’INPS facendo l’accesso con il codice PIN proprio come indicato nell’articolo, o in alternativa attraverso il patronato che vi ha inviato la domanda di NASPI
      – la prestazione si sospende per tutta la durata del contratto e si riattiva al termine se il rapporto di lavoro non supera i 6 mesi continuativi
      – il limite di 8000 euro (netti) è riferito ad ogni anno solare, e non alla durata del contratto nel caso di contratto a cavallo tra due anni
      – la prestazione DOVREBBE ripartire in automatico ma è sempre meglio avvisare 🙂
      A presto!

      1. Ale ha detto:

        Grazie mille per la vostra risposta. Purtroppo l’offerta dei 6 mesi non si è conclusa. Avrei un’altra domanda…nella remota ipotesi che un datore di lavoro mi proponga un contratto maggiore di 6 mesi oppure indeterminato con prova ad esempio di 3 mesi e io non dovessi trovarmi bene e decido quindi di interrompere durante il periodo di prova, la Naspi attuale ( quella dei 520 gg) verrebbe chiusa, quindi non sospesa? e se l’inps dovesse aprire una nuova pratica i restanti mesi (520-120= 400) verrebbero conteggiati nella nuova naspi oppure sono da considerarsi persi?

        grazie mille e scusate i mille dubbi

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Certo, se il contratto supera i 6 mesi la prestazione decade e va eventualmente presentata una nuova domanda al termine del rapporto di lavoro. Se dovesse presentare una nuova domanda i mesi rimanenti non vanno persi ma aggiunti a quelli della nuova domanda. A presto!

          1. Ale ha detto:

            ciao e grazie per la risposta, allora si è concretizzata la possibilità di firmare 6 mesi di contratto con lordo mensile sui 1650 quindi credo di superare gli 8000 lordi, con la naspi con devo dichiarare di superare gli 8000? se cosi alla fine dei 6 mesi posso richiedere la nuova naspi con il ricalcolo dei nuovi mesi lavorati?se non dovessero lasciarmi a casa nei 6 mesi oppure io lascio, posso continuare a prendere la naspi anche se ho dichiarato di superare gli 8000 euro?

          2. Previdenza Facile ha detto:

            “Qualora la verifica accerti la presenza di un reddito complessivo proveniente dalla somma dalle attività svolte in vari settori superiore a quello massimo consentito dalle norme vigenti per il mantenimento dello stato di disoccupazione (euro 8.000), la prestazione NASpI dovrà essere posta in decadenza.”
            Non so dirle però se al termine di questo rapporto di lavoro l’INPS accoglierà una nuova domanda di NASPI visto che per l’anno solare è già stato superato il limite reddituale.

          3. Ale ha detto:

            Ciao in merito a questa risposta :

            ““Qualora la verifica accerti la presenza di un reddito complessivo proveniente dalla somma dalle attività svolte in vari settori superiore a quello massimo consentito dalle norme vigenti per il mantenimento dello stato di disoccupazione (euro 8.000), la prestazione NASpI dovrà essere posta in decadenza.”

            A me risulta che :
            la rioccupazione con contratto di lavoro subordinato dal quale derivi un reddito annuo SUPERIORE a quello minimo escluso da imposizione(8000) determina la decadenza dalla prestazione, qualora la durata del nuovo rapporto sia SUPERIORE a sei mesi o a tempo indeterminato. Al contrario, nell’ipotesi di contratto di durata pari o INFERIORE al predetto limite, la prestazione è SOSPESA d’ufficio per l’intera durata del rapporto di lavoro, per essere nuovamente corrisposta per il periodo residuo al termine della sospensione.

            in teoria dovrebbero sospendere la naspi anche se supero gli 8000 ma sono entro i 6 mesi. spero di non aver capito male.

            grazie mille

          4. Previdenza Facile ha detto:

            Salve Ale, effettivamente nella circolare c’è scritto proprio quello che ci hai incollato tu, ma anche quello che abbiamo incollato noi, con la differenza che quello che ti abbiamo incollato nella precedente risposta fa riferimento a più rapporti di lavoro svolti contemporaneamente quindi non era il giusto riferimento. Ci andiamo però sempre un po’ cauti con il superamento dei redditi perché a volte l’INPS non rispetta neanche le proprie circolari, almeno stando a quello che ci riferiscono alcuni lettori. E’ dunque giusto quello che ci dice, quindi stando anche alla circolare possiamo confermare che la decadenza viene applicata solo nel caso in cui ci sia il superamento dei 6 mesi di lavoro continuativo con reddito superiore a 8000 euro. lei ha comunque diritto a dare la dimissioni prima della scadenza del contratto e continuare a percepire la NASPI sospesa. Il naspi-com non prevede di indicare l’importo presunto da percepire quindi può anche fare a meno di scriverlo. Ci scusiamo per l’incomprensione. A presto!

          5. Ale ha detto:

            Ci mancherebbe, siete stati molto utili. Ho comunque chiamato l’inps che mi ha confermato che sarà sospesa indipendentemente dal reddito, l’importanta è stare sotto i 180 giorni di impiego altrimenti chiudono la pratica dopo il 181esimo giorno, e devo rifare domanda di nuovo. ho già fatto naspicom online. Grazie ancora per l’aiuto. a presto

  175. Isea Fiocchi ha detto:

    Buonasera
    Il mio quesito è questo : percepisco la naspi da 2 mesi e ne avrei per altri 10 circa.
    Ho trovato un posto part time
    Le proposte che mi hanno fatto sono :
    Contratto Tempo determinato per 3 mesi e poi si vedrà
    Oppure tempo indeterminato con una prova di 3 mesi
    Nel primo caso non ho dubbi, dopo aver lavorato 3 mesi riprenderà la naspi se non mi confermeranno
    Nel secondo caso invece ? Se non supero la prova dovrei riprendere la naspi
    Ma se invece il lavoro non andasse bene a me? Mi dovrei far licenziare per riattivare la naspi o comunque i 6 mesi sono un paracadute anche nel caso di dimissioni?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, il risultato in questi due casi non cambierebbe perché lei ha comunque diritto a licenziarsi da un rapporto di lavoro che ha sospeso una prestazione di NASPI entro 6 mesi dall’inizio. Superati i 6 mesi di lavoro ovviamente non è possibile ottenere nuovamente il diritto alla NASPI nel caso in cui dovessero esserci delle dimissioni volontarie (a meno che non parliamo di giusta causa, ovviamente).

  176. The Clix ha detto:

    Buongiorno,
    vorrei porre alcune domande sulla Naspi e sulla sospensione della stessa.
    – Mia moglie percepisce la Naspi dal 4 febbraio 2016 dopo essere stata licenziata e aver lavorato ininterrottamente a tempo pieno per oltre dieci anni, quindi è partita con un buon importo.
    – La domanda è stata fatta da un patronato in quanto non sapevamo si potesse fare online ma collegandosi al sito dell’INPS si vede la domanda Unica cosa che non si vede p il “Prospetto del calcolo” infatti si vede una tabellina vuota.
    Prima domanda: ho letto che molti scrivono “mi è stata accettata per 370 giorni”, “avevo diritto a 399 giorni”, “ho da percepire 319 giorni”…io davo per scontato che la Naspi fosse per due anni e che variasse in base ai contributi degli anni precedenti l’importo attribuito non che variasse anche i giorni per cui si percepisce. Dove posso trovare questo dato per la Naspi di mia moglie? Nella consultazione delle domande non ho trovato nulla al riguardo.
    – Mia moglie in questi mesi ha lavorato saltuariamente tramite voucher e da come ripetuto più volte dal patronato questo non intaccava la Naspi e non doveva essere comunicato sempre che si rimanesse sotto i 3 mila euro. (Per ora è ampiamente sotto)
    – E possibile che a breve le venga offerto un contratto a tempo determinato inferiore a sei mesi.
    Le altre domande:
    – Mi confermate che è vero il limite dei 3 mila euro di voucher per non perdere diritto alla Naspi e che non è da comunicare nulla? I 3 mila euro sono annui? Ogni voucher sono 10 euro pagate dal datore di lavoro e 7,5 percepiti dal lavoratore il calcolo die 3 mila si effettua sul loro (quindi max 300 voucher all’anno) o sul netto (quindi max 400 voucher all’anno)
    – È possibile fare la sospensione della Naspi e una volta finito il contratto questa riprenderà con l’importo attuale e con i mesi residui?
    – Ho letto in risposta ad altro utente che se dopo i 5 mesi di questo contratto, si sta fermi una settimana per poi riprendere per altri 5 mesi si percepisce una settimana di Naspi e poi riviene sospesa senza perderne il diritto. Ma c’è un limite alle sospensioni?
    – Se venisse assunta a tempo indeterminato vien comunicato all’inps e perde in automatico il diritto alla Naspi? Se poi venisse licenziata entro i 6 mesi non può essere considerata sospesa la vecchia Naspi ma ne deve riattivare un nuova? Oppure c’è modo per riattivare la vecchia come fosse stata sospesa?
    – Ho letto sul sito inps che gli anni di lavoro “usati” per definire questa Naspi non saranno più utilizzabili per definirne una futura. Faccio un’ipotesi più accademica per altro per vedere se ho capito bene anche se le regole della Naspi potrebbe cambiare.
    Mia moglie ora lavora 5 mesi a tempo determinato, poi sta ferma 6 mesi e percepisce la Naspi riattivata, poi lavora altri 4 mesi a tempo determinato e finalmente poi trova un lavoro a tempo indeterminato. Dopo due anni di questo lavoro viene licenziata e farà richiesta di una nuova Naspi in cui saranno conteggiati sicuramente i 2 anni di lavoro a tempo indeterminato ma verranno conteggiati anche i 9 mesi di lavoro a tempo determinato “in mezzo” alla vecchia Naspi?

    Grazie molte

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, andiamo per ordine:
      – per verificare la durata esatta della sua NASPI potrà accedere con il PIN alla sezione Cassetta Postale Online che trova nei Servizi per il Cittadino, lì dovrebbe esserci la lettera dell’INPS con la durata e l’importo. Comunque se sua moglie ha sempre lavorato full time le spetterà certamente per due anni interi

      – Il limite è di 3000 euro NETTI per ogni anno solare, non è obbligatorio comunicare le giornate lavorate se si rimane sotto tale importo, se si supera va comunicato tramite NASPIcom e l’INPS provvede a ricalcolare l’importo della NASPI che continua comunque ad essere erogata

      – In caso di rapporto di lavoro dipendente inferiore a 6 mesi la prestazione si sospende e si riattiva in automatico per il periodo rimanente

      – non c’è limite di sospensioni
      – in caso di licenziamente da tempo indeterminato basterà presentare una nuova domanda di NASPI

      – Quanto all’ultima domanda: sì, funziona esattamente così 🙂

      A presto!

      1. The Clix ha detto:

        Grazie mille per la risposta, vi chiedo ancora un paio di cose:

        – la sospensione della Naspi va bene sia se fatta avanti un contratto determinato sotto i sei mesi “classico” che fatto con un contratto “sostituzione maternità”?

        – durante la Naspi è possibile fare una ritenuta di acconto ? C’è un Limite massimo? Si deve avvisare INPS o è come per i voucher?

        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Nel caso della sostituzione maternità va bene, l’importante è che non sia superiore ai 6 mesi altrimenti la domanda decade. Questo non comporta nulla di male, anzi, nel caso della decadenza ha la possibilità di rifare la domanda che durerà sicuramente di più della spettanza per il periodo rimanente della precedente NASPI. Per quel che riguarda la ritenuta di acconto segue le regole dei voucher. La comunicazione va fatta solo se si superano i 3000 euro netti per anno solare.

      2. paolo vitali ha detto:

        Salve , vorrei fare alcune domande.
        -io percepisco la naspi da marzo 2016 forse il 7 novembre mi assumono con un contratto a termine prima di 10 giorni e poi subito dopo fino al 31 dicembre in una agenzia interinale.
        -prima domanda io andrò a prendere come reddito intorno ai 2000€ in totale la devo fare la domanda naspi-Com.
        -seconda domanda nel caso che devo farla dato come spiegato prima mi faranno due contratti . DEVO fare una domanda naspi-com con inizio il 7 novembre e fine il 18 novembre.e subito dopo dal 20 novembre al 31 dicembre. O fare solo una naspi-com da 7 a 18 e poi in automatico tramite comunicazione dell’agenzia interinaria.
        O fare la naspi-Com dal 7novembre al 31 dicembre.
        Spero di essermi spiegato bene. grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Paolo, in questo caso dovrà presentare modello NASPI-com 2 volte, uno per ogni contratto, a prescindere dal reddito percepito.

    2. silvia ha detto:

      Buongiorno,
      ho soltanto una domanda. La scadenza naturale della NASPI che sto percependo da novembre 2015 sarebbe a ottobre, adesso.
      Però a luglio ho trovato un lavoro stagionale di due mesi e mezzo e così ho inviato il modulo NASPI-com perché venisse sospesa, e così è stato. Non avendo però specificato il reddito presupposto, due giorni fa ho dovuto ri-inviare il modulo aggiungendo questo dato, altrimenti la NASPI non avrebbe ripreso spontaneamente.
      Nel giro di pochissimi giorni l’INPS mi ha accreditato un importo che copre tutto il periodo già retribuito dal datore di lavoro stagionale + i 12 giorni in cui a settembre mi sono ritrovata disoccupata. Per essere più chiara: data inizio lavoro: 5 luglio, data fine :18 settembre + disoccupazione effettiva dal 19 al 30 settembre.
      Non avendo ben chiaro il discorso “NASPI”, suppongo che l’importo versatomi sia un’integrazione… E’ vero?
      La mia domanda a questo punto è la seguente: la NASPI, pur essendomi stata pagata anche nei due mesi e mezzo di sospensione, verrà slittata per un periodo pari alla durata del contratto di lavoro o si ferma qui, alla sua scadenza naturale?
      Vi ringrazio per l’attenzione e vi auguro buon lavoro!

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve, purtroppo non siamo in grado di rispondere a questa domanda. Questo perché purtroppo non possiamo fare alcun tipo di verifica sui suoi pagamenti. Le consigliamo di contattare il numero verde, o in alternativa recarsi in sede INPS per ulteriori chiarimenti. A presto!

    3. Debora Brisanti ha detto:

      Buonasera, il mio quesito è (per lo meno per me) abbastanza complesso: ho lavorato come sceneggiatrice a tempo determinato presso una casa di produzione televisiva. Ho percepito dei soldi e mi sono stati versati dei contributi. Al termine del contratto di lavoro ho richiesto la NASPI ed è tuttora in fase di istruttoria. Ora la stessa casa di produzione, quindi lo stesso soggetto per il quale ho maturato la NASPI mi offre un nuovo lavoro, che sta per altro nei limiti degli 8000 euro LORDI. Le domande sono le seguenti:

      a) si perde la NASPI se a offrire il nuovo contratto è LO STESSO DATORE DI LAVORO PRECEDENTE? avevo letto da qualche parte di sì ma non trovo più quel riferimento.

      b) sotto gli 8000 euro, se non vale quanto scritto qui sopra, mi verrà al limite sospesa… ma COSA DEVO COMUNICARE? Perché a me la produzione dice “mi servi dal giorno x al giorno y” e mi fa firmare un contratto ma non mi dice effettivamente quali contributi e per quali giorni mi verranno versati… l’inps vuole sapere gli effettivi giorni di lavoro? siccome è un lavoro che si fa da casa, io mi impegno a “consegnare” un testo a partire dal giorno x al giorno y, ma poi loro magari mi versano come contributi 10 giorni lavorativi all’interno di quei 30 segnati sul contratto…. COSA DEVO INDICARE IO ALL’INPS? E’ una domanda sottile che non riesce a trovare risposta, spero voi possiate aiutarmi…

      e più in generale farmi capire come muovermi!

      Grazie infinite!!!

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Debora, nel caso di contratti a tempo determinato non c’è alcun problema se il datore di lavoro è lo stesso (pensi soltanto a tutti i precari dello Stato!), quello che dovrà fare è comunicare all’INPS le date di inizio e fine rapporto di lavoro, quelle presenti sul contratto. Se sono tanti contrattini le consiglio di fare una comunicazione NASPI-COM ogni mese, possibilmente prima dello scadere del mese. In questi casi l’INPS continua a pagare la disoccupazione per i giorni in cui non si lavora:)

  177. Deian canev ha detto:

    Salve,sono in attesa del mio codice PIN per fare domanda della NASPI,dell’ anno prossimo avrei occasione di cominciare un lavoro all’estero probabilmente mi faranno un contratto determinato di 6 mesi .Nel momento in cui sarò occupato cosa dovrei fare per comunicare all’INPS per sospendere la NASPI?
    Grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, esattamente quello che c’è scritto nell’articolo, ovvero compilare il modello NASPI-com. A presto!

  178. pif 86 ha detto:

    Salve, ho ricevuto la Naspi per 182 giorni, mi hanno pagato l’ultima mensilità ad agosto e a fine settembre ho fatto la richiesta di chiusura presso un Caf. Volevo sapere entro quanto tempo viene pagata la chiusura e se corrisponde orientativamente alla cifra mensile che prendevo ogni mese.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, di solito l’ultimo mese viene pagato dopo 30 giorni dalla spedizione del modello NASPI-com e l’importo è pressoché uguale.

  179. Fabianade93 ha detto:

    Buongiorno, volevo un’informazione. Mio padre deve richiedere la sospensione del sostegno del reddito, a chi si deve rivolgere? Abbamo chiamato il call center dell’inps, e l’operatore ci ha detto che poteva sospenderla lui tramite telefono. è vero? E oltre all’utilizzo del pin dispositivo di cui al momento non sono provvista, la signora che lavora all’inps ci ha detto che per richiede la sospensione, dobbiamo inviare una mail a questo indirizzo: [email protected] , è vero?? Grazie in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, è possibile fare comunicazione di sospensione tramite il numero verde muniti di PIN dispositivo, in alternativa anche tramite mail all’indirizzo indicato.

      1. Fabianade93 ha detto:

        Grazie mille!!! Vi ringrazio per questo servizio, è davvero utile

  180. cristina icobescu ha detto:

    Buonasera
    A ottobre dell’anno scorso avevo fatto la richiesta della Naspi che è stata accettata.quest’anno a Maggio sono stata assunta per un lavoro stagionale che è durato 5 mesi.in questo periodo la Naspi si è sospesa da sola senza che io abbia fatto qualcosa.la mia domanda è:per farla ripartire devo rifare la domanda ó si attiverà da sola.?grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Cristina, potrebbe riattivarsi da sola ma le consiglio comunque di compilare il modello NASPI-COM per evitare ritardi sui pagamenti. A presto!

  181. Lia Perantoni ha detto:

    Buongiorno,
    Ho lavorato per 20 mesi presso la mia azienda e ora il contratto è scaduto il 30 settembre. Avendo già effettuato le 5 proroghe previste l’azienda ha deciso di farmi ripartire con un nuovo contratto tra 20 giorni della durata di 4 mesi. Mi è stato consigliato ai fini pensionistici di chiedere comunque la Naspi per questo stacco. Io personalmente pensavo di non richiederla ed eventualmente farlo A febbraio.
    Vorrei sapere quale è la migliore soluzione e che differenze ci sono.
    Se la chiedo ora e poi la sospendo, a febbraio partirebbe con il conteggio di 20 mesi lavorati oppure viene calcolata sui 24? essendoci lo stop del contratto riparte da zero e solo per i 4 mesi o vengono calcolati i mesi precedenti? ne vale la pena farla subito o posso aspettare febbraio? che differenza avrò per la pensione con 20 giorni di disoccupazione senza Naspi?
    Mi scuso ma sono un po’ confusa e non ho trovato risposte!
    Grazie per la disponibilità.
    Lia.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Lia, più che per fini pensionistici di solito si fa subito per meri fini economici in base alle esigenze del momento. Ovviamente la NASPI andrebbe a coprire solo 2 settimane quindi semplicemente per accedere alla pensione dovrà lavorare due settimane in più. Facendola a Febbraio durerebbe 2 mesi in più che se la facesse adesso in quanto se il rapporto di lavoro dura meno di sei mesi la disoccupazione non decade ma semplicemente si sospende, quindi non vorrebbe ricalcolata sulla base all’ultimo contratto. Verifichi lei cosa le conviene. A presto!

  182. Michela ha detto:

    Salve. Attualmente ho la NASPI sospesa per un contratto a tempo determinato di poco meno di 6 mesi (dal 11.04.2016 al 30.09.2016). La agenzia interinale presso quale sono assunta mi ha già detto che mi vuole fare la proroga per altri 5 mesi.
    Siccome ho ancora NASPI da utulizzare per oltre 1 anno ed inoltre la NASPI che percepisco è buona (se dovessi ri-fare la domanda andrei a prendere meno in quanto adesso la retribuzione che ho è molto più bassa) non vorrei che la mia NASPI decada e quindi al fine del contratto vorrei che la NASPI si ri-attivi di nuovo. Dopo ho intenzione comunque di firmare il nuovo contratto di 5 mesi perchè questo in ogni caso me la andrà a prolungare nel tempo. Domanda: quanto tempo di stacco fra i due contratti devo avere per non perdere il diritto alla mia NASPI sospesa? Esiste un tempo minimo da rispettare fra una sospensione di NASPI ed un’altra sospensione di NASPI onde evitare la decadenza? Se riuscite a dirmi il vostro parere in merito, vi sarei molto grata. Ho letto tutte le normative di INPS ma di questo dubbio in particolare non trovo nessuna informazione. Grazie mille. Saluti, Michela

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Michela, basta anche un giorno di stacco tra un contratto e l’altro. Basterà rimandare il modello NASpI-com comunicando il nuovo contratto per avere il pagamento per quel giorno, in modo che la NASpI rimanga sospesa e non decada. A presto!

      1. Michela ha detto:

        Salve, grazie per la risposta. In effetti dopo la scadenza del contratto dovrei andare al Centro per l’impiego per rinnovare la mia DID (in scadenza durante questo ultimo contratto ma telefonicamente dal Centro per l’impiego mi avevano detto di andare di persona alla scadenza del contratto). Mi consiglia di allegare la DID aggiornata compilando il form NASPI-com oppure non è necessario (non so tecnicamente se sia possibile allegare la DID nel sito di INPS)? Per INPS la mia NASPI era sospesa in quanto il contratto era dal 11.04.2016 al 30.09.2016, giusto? Quindi dovrei compilare NASPI-com per dire che sono nuovamente disoccupata e una volta firmato il nuovo contratto fare una nuova comunicazione NASPI-com per la sospensione? Saluti, Michela

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Se ha già fatto il naspicom in precedenza non dovrebbe essere necessario compilarlo di nuovo, ma per sicurezza è libera di farlo. Non serve nessun allegato, il naspicom è un’autodichiarazione. A presto!

  183. stephen pacs ha detto:

    buonasera.io ho fatto domanda per naspi in agosto.il 7 settembre ho ripreso 3 settimane a lavorare comunicandolo in sede inps.adesso ho visto che nella prima tranche di disoccupazione sono state inserite giornate in cui ho lavorato quindi ho chiamato telefonicamente inps per ricomunicare la data delle 3 settimane in cui ho lavorato anche se oramai siamo oltre i tempi previsti.premesso che ho la regolare ricevuta della prima comunicazione in sede che però non comprendeva la data di cessazione vorrei sapere se la disoccupazione riprenderà regolarmente al termine del contratto e cosa rischio se la prima comunicazione fatta in sede non è stata trasmessa regolarmente come sembra.grazie mille

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non succede nulla, non si preoccupi, sarà l’INPS a fare i dovuti conguagli. A presto!

    2. Nathalie Lebreton ha detto:

      Ciao ho fatto la domanda per naspi ed è on elaborazione dal 09 agosto e ancora non conosco l esito
      Ho ripreso a lavorare il 26 settembre con contratto a tempo determinato
      di 6 mesi ma non mi piace e voglio lasciare
      Domanda : perdo la naspi se mi dimetto io in periodo di prova ? Nel caso in cui nel frattempo ho la conferma che mi è stata accolta ?
      Non mi è chiarala questione di sospensioni della naspi e le casistiche.
      Grazie

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Salve Nathalie, può licenziarsi entro i primi sei mesi senza perdere il diritto alla NASpI. La prestazione non le verrà pagata per il periodo in cui ha lavorato. Va compilato comunque il modello NASPI-com dichiarando data di inizio e fine rapporto di lavoro. A presto!

  184. Giuseppe Pasta ha detto:

    buongiorno, volevo ri-disturbarvi perchè oggi al patronato sono stati un po “vaghi” non so se per incompetenza o per altro. La mia situazione è questa: dopo anni di lavoro l’anno scorso faccio la richiesta naspi a luglio e mi viene accettata a settembre per un periodo di 16 mesi. comincio a prendere cosi la naspi a settembre, a ottobre a novembre e dicembre. A gennaio mi assumono a tempo indeterminato quindi in pratica avevo fruito solo di 4 mesi su 16 di disoccupazione. questo mese mi licenziano e da ieri sono disoccupato . oggi vado al caf per fare la domanda di sana pianta visto che, a quanto ho capito, ho superato i 6 mesi dalla data di cessazione della precedente naspi e quindi non sarebbe ripartita in automatico. ho chiesto a loro (e l’ ho chiesto pure a voi che mi avete risposto positivamente giorni fa) se io in questa nuova naspi avrei fruito in termini di tempo non solo della meta delle settimane di quest’ultimo lavoro quindi 16-17 settimane, ma anche degli 11-12 mesi che mi sono rimasti della precedente, e loro mi hanno detto che la cosa quasi quasi è a discrezione dell’inps 😐 . ma stiamo scherzando o loro non erano il massimo della competenza? vi ringrazio anticipatamente per la risposta chiara che cerco

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Giuseppe, ma quale discrezione??:) Noi le riconfermiamo quanto già comunicatole la volta scorsa. A presto!

  185. Luca Sellitto ha detto:

    Salve volevo porvi un quesito. Ora sto percependo la NASPI da metà Luglio. Se dovessi accettare un lavoro part-time ad esempio di 500 euro al mese per un massimo di 6 mesi dovrei comunicarlo all’INPS giusto? E in quel caso la NASPI come verrebbe ridotta? Non ho ben chiaro che si percepirebbe l’80% dei 500 euro del nuovo stipendio oppure se la NASPI che avevi percepito fino a quel momento verrebbe ridotta dell’80% di questo stipendio. Se invece il nuovo lavoro che trovo fosse superiore ai 6 mesi e io volessi sospendere la NASPI dovrei poi rifare la domanda alla scadenza del contratto. A quel punto percepirei la NASPI come la percepivo prima di sospenderla o questa verrebbe rimodulata calcolando anche i mesi lavorati durante la sospensione? Spero di essere stato chiaro. Grazie per l’eventuale risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Luca, al momento la NASpI non viene decurtata dell’80% del reddito percepito quindi, nel caso in cui ci si rioccupa, semplicemente: se il lavoro dura più di 6 mesi la prestazione decade e al termine del lavoro si deve presentare una nuova domanda e verrebbe ovviamente ricalcolata, sia come durata che come importo; se invece il rapporto di lavoro dura meno di 6 mesi la prestazione si sospende e si riattiva in automatico senza essere ricalcolata e viene liquidata per il periodo rimanente.

      1. marcomdf ha detto:

        Salve, e in anticipo ringrazio per le Vostre preziose informazioni. La mia compagna ha una Naspi (derivata da una mobilità non indennizzata trasformata dall’Inps stessa in Naspi, (domanda simile alla precedente del signor Luca) : se comincia un lavoro part time di 3 ore e mezza (5 gg la settimana) di due mesi, percependo una busta paga di circa 400,00 euro, il resto dello stipendio per arrivare alle sue circa 950,00 di Naspi, l’Inps gli e le versa comunque ? o la Naspi viene sospesa totalmente ? perché è scontato dire che con 400,00 euro non ci tiri fine mese e diventa difficile accettare o meno un part time o meno. in attesa di un Suo riscontro cordiali saluti !! Marco mdf

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Marco, comprendo bene il suo discorso. Ed effettivamente doveva essere così, cioè la NASPI avrebbe dovuto continuare ad essere erogata in presenza di un contratto con bassa retribuzione, ma abbiamo scoperto, e solo grazie ai vostri commenti, che così non è, o meglio, non abbiamo testimonianza di NASpI ridotte ma solo di sospensioni. Dunque, la NASPI viene sospesa per il periodo della durata del contratto, per essere riattivata al termine del rapporto di lavoro. A presto!

  186. Luigi Galatioto ha detto:

    Salve io avevo un contratto da insegnante ( supplenza) sulla primaria fino al 31 giugno, alla scadenza ho fatto la domanda naspi presso un sindacato. Mi hanno comunicato dall’inps che è stata accettata tramite posta e ho ricevuto il primo pagamento. Oggi 15 settembre ho ricominciato presso una scuola primaria con un contratto fino ad avente diritto, quindi con una data di inizio ma non si sa la data di scadenza, si aspetta la nomnia dell’avente diritto. In tal caso, cosa devo fare..??. Comunicarlo all’INPS o è automatico, e poi la mia naspi si sospende….?? Visto che non si sa la durata del mio nuovo contratto che potrebbe essere di una settimana come di 7 mesi… la sospensione si applica a contratti uguali o inferiori a 6 mesi. Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      salve, deve compilare il modello naspicom senza scadenza, scrivendo nelle note che è un contratto fino all’avente diritto.. Quando saprà la data di scadenza compilerà un nuovo naspicom. Se supererà i 6 mesi farà di nuovo domanda di naspi, se sarà inferiore la prestazione ripartirà in automatico.

  187. lallo mappi ha detto:

    buonasera,
    Ho sospeso la naspi facendo comunicazione all’inps di avere in essere un contratto a tempo determinato di 2mesi. se durante il periodo di prova dovessi essere licenziato potrei riattivare subito la naspi o dovrei aspettare cmq i due mesi?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Può riattivare la naspi compilando di nuovo il naspicom.

  188. Giuseppe Pasta ha detto:

    salve, volevo chiedere una informazione visto che riuscite sempre ad essere chiari ed esaudienti. in breve la mia situazione è questa sarò conciso: dopo anni di lavoro l’anno scorso mi finisce il contratto chiedo la naspi e mi viene accettata a settembre per un periodo di circa 16 mesi…a gennaio di quest’anno trovo lavoro e mi fanno un contratto a tempo indeterminato quindi abbandono la naspi di cui ho usufruito per 4/5 mesi. ora a breve probabilmente sarò licenziato, così facendo so che dovrò rifare la domanda di sana pianta ma per ciò che riguarda la durata e l’importo come sarà strutturata questa “seconda” naspi? percepirò anche i mesi di cui non ho usufruito la prima volta? oppure sara solo la metà delle settimane contributive di quest’ultimo lavoro (circa 16 settimane quindi) :(?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, certamente percepirà anche quelle di cui non ha fruito precedentemente:) A presto!

  189. Filippo Dilorenzo ha detto:

    Salve,io sono stato licenziato per giusta causa il 31/5/2016 ho presentato domanda online è mi è stata accetta per 370 giorni,il 23/06/2016 ho ricominciato a lavorare e ho comunicato l inizio dell attività subordinata fino al 31/08/2016,il giorno dopo ho rifatto la richiesta di disoccupazione che infatti mi dice Ancora “trasferita alla sede di competenza”.il.mio dubbio ė:la naspi si riapre da sola ? Ho sbagliato a fare di nuovo domanda? Dovevo fare qualcos’altro?..grazie mille in anticipo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Sì in realtà doveva ripartire in automatico. Il fatto che lei abbia ripresentato domando probabilmente allungherà un po’ i tempi ma non cambierà nulla. Dovrebbe comunque trovare il bonifico nel mese di ottobre. A presto!

  190. laura di maggio ha detto:

    Buongiorno,
    faccio una domanda magari stupida ma non sono riuscita a capire del tutto come funziona. Ho richiesto la Naspi a Giugno dopo circa sei mesi di determinato assunta da una interinale. Lunedì vado a firmare un contratto a tempo indeterminato per la stessa ditta utilizzatrice per cui avevo lavorato tramite l’interinale. Devo presentare il modello naspi-com? La naspi viene a decadere oppure, non superando gli 8mila euro per l’anno 2016 viene comunque erogata?
    Grazie mille per la risposta
    Laura

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Laura, le consiglio di ripresentare il modello NASpI-com per evitare che l’INPS ripristini la NASPI. Al momento dell’assunzione a tempo indeterminato la prestazione decade.

      1. laura di maggio ha detto:

        Grazie mille per la risposta. Può essere presentato online dal mio profilo senza dover andare direttamente all INPS giusto?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Sì, come riportato nell’articolo

  191. Giulia Mauri ha detto:

    Buona sera
    Lavoravo in un azienda da 6 anni fino a che ho dato le mie dimissioni a maggio 2016, ad Agosto ho trovato un nuovo lavoro ma dopo 2 settimane non ho avuto il rinnovo, cosi ho richiesto la Naspi (in data 5settembre), che ovviamente ad oggi non è stata ancora confermata.
    Oggi ho avuto esito positivo da un colloquio fatto mercoledì, appena avrò in mano il contratto che sarà di 3 mesi chiamerò l’inps per bloccarla, dopo di che cosa mi aspetterà per la Naspi ?
    Grazie per l’aiuto

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, le spetterà il pagamento per le giornate a decorrere dalla data della domanda fino alla data di riassunzione.

  192. luca sunburn ha detto:

    Salve. Ho preso la disoccupazione naspi per 266 giorni. Ho presentato chiusura ad agosto e ho percepito un bonifico di 43 euro. Il caf con cui ho parlato mi ha detto che a settembre avrei ricevuto un ultimo pagamento come chiusura definitiva ma non ho ancora ricevuto nulla.
    I pagamenti mi venivano fatti ogni giorno 9.
    Vorrei sapere se avrò un pagamento finale oppure quello di 43 euro ad agosto è stato l’ultimo?
    Prendevo circa 690euro al mese.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, deve rivolgersi all’INPS, non possiamo avere dettagli sui vostri pagamenti! Le consiglio di contattare il numero verde 803164. A presto!

  193. Jessica De Paoli ha detto:

    Salve!
    Spiego la mia situazione.
    È stata accolta la miandomanda di Naspi, fatta a inizio luglio. Ho percepito il primo pagamento e ora dovrebbe arrivarne un secondo.
    Durante luglio e agosto ho lavorato 4 giorni pagata con voucher.

    Settimana prossima firmerò un contratto da dipendente.
    Mi chiedevo:
    -Fino a quanti mesi può esser lungo un contratto per coesistere con la Naspi?
    – A chi e in quale modalità devo comunicare l’inizio del lavoro? Devo comunicarlo prima della firma del contratto o al primo stipendio ricevuto?
    – dove posso leggere per quanti giorni mi spetterebbe il sussidio Naspi? Non ho trovato nessuna informazione in merito ma leggo nei commenti che molti lo sanno.
    Grazie a tutti. Chiedo scusa se queste domande sono gia state poste ma sono alle prime armi -.-

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Jessica, andiamo per ordine:
      -i voucher sono compatibili con la NASPI fino al percepimento dell’importo netto di 3000 euro annui
      -nessun contratto di lavoro è compatibile con la naspi quindi, qualora dovesse firmare un contratto di lavoro dovrà farne comunicazione all’INPS entro 5 giorni dall’inizio del lavoro (è sconsigliato farlo prima di iniziare a lavorare) compilando il modello NASPICOM. L’inps provvederà a sospendere la prestazione fino ad un massimo di 6 mesi, se il contratto dura più di sei mesi la disoccupazione decade e dovrà poi presentare una nuova domanda, mentre la sospensione prevede la riattivazione della prestazione automaticamente al termine del rapporto di lavoro.
      -per vedere quante giornate le spettano provi a cliccare QUI se è in possesso di codice pin, altrimenti dovrà provare a contattare il numero verde. nella corrispondenza è presente una lettera (che dovrebbe comunque ricevere tramite posta) in cui ci sono scritte le giornate spettanti. A presto!

  194. fabio10 ha detto:

    Salve. Sono stato licenziato in data 5/07 e ho fatto domanda di Naspi. Ho percepito luglio e in questi giorni percepirò agosto, ho notato sul sito INPS che agosto mi è stato pagato fino al 28 e mi è sorto un dubbio. In data 29 agosto sono andato in un’azienda a vedere un lavoro e senza aver ne deciso niente ,ne firmato niente, ne saputo tipo di contratto e paga l’azienda ha inviato alla provincia il collocamento probabilmente convinta che avrei accettato. Io non ho neanche iniziato a lavorare, sono stato solo lì qualche ora a visionare il tipo di lavoro può essere che mi abbiamo bloccato la Naspi? Devo fare qualcosa? L’azienda mi ha garantito che avrebbe bloccato tutto.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve fabio, è molto probabile che sia per questo. Prima di tutto comunque verifichi per quanti giorni di disoccupazione ha diritto (se ne mancano solo 30 al termine, è tutto normale). In secondo luogo, qualora la causa del blocco dovesse essere la comunicazione fatta dall’azienda le basterà compilare il modello naspicom selezionando la voce ALTRO dalla tendina e scrivere nelle note che non ha mai lavorato per questa azienda e eche attendere il ripristino della prestazione. A presto!

  195. michele r. ha detto:

    Buonasera,
    la mia domanda di disoccupazione naspi è stata accolta; ora ho ricominciato a lavorare, non ho ancora firmato il contratto ma dovrebbe partire dal 1 settembre, entro quando devo comunicare la nuova assunzione? Inoltre ho provato ad accedere al servizio Naspi-com per l’eventuale comunicazione ma una volta cliccata la funzione rimane bianca la schermata senza darmi la possibilità di fare alcuna comunicazione.
    Grazie.
    Michele

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Michele, al momento sembra ci siano difficoltà nell’accesso alla procedura naspicom online, ma lo stesso servizio può essere effettuato telefonicamente dagli operatori del call center INPS contattando il numero verde con codice fiscale, pin e date da comunicare. Le consiglio di non fare la comunicazione oltre il mese di settembre. A presto!

  196. Maurizio Anglisani ha detto:

    Salve, sto per firmare un contratto per sostituzione di maternità della durata di circa sei mesi. Mi chiedevo nel caso in cui supera la durata dei sei mesi se non ho capito male ho diritto a rifare la domanda, per la Naspi, ma a quel punto visto che sono stato disoccupato per un anno, viene comunque tenuto conto di tutte le regole relative al calcolo sia della durata che dell’importo? Perché se faccio la sospensione ho la copertura di un altro anno da quando termina il contratto, ma se invece decade e ho diritto a richiederla in realtà mi spetterebbe più di un anno e il calcolo dell’importo ripartirebbe tenendo conto sia dello stipendio percepito nei sei mesi che di quello relativo ai 2 anni e mezzo prima del licenziamento del posto di lavoro precedente. È corretto?
    Grazie
    Saluti

  197. Domenico Labarile ha detto:

    salve, io percepisco l’indennità di disoccupazione da giugno di quest’anno, sono stato per tutto il mese di agosto negli Stati Uniti a trovare dei parenti ma senza lavorare e quindi senza fare reddito, ho comunque continuato a percepire l’indennità. La domanda è, devo dichiararlo? e possono esserci ripercussioni per il fatto che sono stato all’estero? vi ringrazio in anticipo per la risposta.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, se è stato fuori per un solo mese e non ha lavorato non deve comunicare nulla. A presto!

      1. Sara Bruschi ha detto:

        Buongiorno,
        Prendevo la Naspi Fino a giugno poi ho fatto la stagione tre mesi pieni fino al 31 agosto ed ora mi chiedo, la Naspi ripartirà automaticamente o devo tornare a far la richiesta!
        Grazie

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, la prestazione riparte automaticamente.

  198. Pasquale Greco ha detto:

    Salve, sono in attesa che la mia domanda Naspi venga accettata. Nel frattempo mi è stato proposto un accordo di lavoro autonomo occasionale per un mese e il cui compenso che non dovrebbe superare i 1500 euro sarà erogato con voucher o ritenuta d’acconto. Devo comunicarlo all’inps con il modello naspi.com? Ci saranno delle trattenute o la sospensione? Quanto tempo ho per comunicarlo?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, entro i 3000 euro sono totalmente compatibili. Non è obbligatoria la comunicazione ma noi consigliamo comunque di farla comunicando l’importo del reddito presunto per evitare situazioni spiacevoli. A presto!

  199. Light Miky92 ha detto:

    Salve, io ho fatto domanda di disoccupazione il 03/05/2016, è stata accolta il 7 Luglio, il primo pagamento è stato fatto il 19 Luglio, però premetto che dal 1 Giugno fino al 11 Luglio ho lavorato, poi ho lasciato durante il periodo di prova, che era di 60 giorni.
    La mia domanda (Io ho anche l’App dell’INPS) ancora ad oggi non vedo il prossimo pagamento che dovrebbe esserci, mi hanno detto sia il patronato che INPS (Call Center), potrebbe slittare a Settembre, non è possibile che possa arrivare entro questo mese? (Agosto)

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, non possiamo prevedere le mosse dell’INPS. Se non ha comunicato l’attività lavorativa è probabile che l’INPS abbia preventivamente sospeso la prestazione, se invece l’ha comunicata non le resta che aspettare fiducioso o recarsi direttamente in sede.

      1. Light Miky92 ha detto:

        Salve, grazie per la risposta da lei data.
        Ad oggi ho chiesto al call center dell’INPS, è mi hanno detto che è stata bloccata, presumo per il discorso che ho lavorato quel periodo, giusto?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Immagino di sì. Le consiglio comunque comunque di fare comunicazione del rapporto di lavoro attraverso il modello NASPICOM per sbloccare i pagamenti.

  200. Paolo Casella ha detto:

    salve,ho percepito la naspl da febbraio 2016 a maggio 2016,dopodiché mi è stata sospesa per via di un contratto trimestrale.
    A fine del contratto l’indennità riprenderà in automatico?verranno conteggiati pure questi 3 mesi?secondo l’Inps avevo diritto a 399 giorni di disoccupazione,avendone usufruita per circa120 giorni e lavorando per 3 mesi a quanto arriverò circa?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Se ha comunicato data inizio e fine rapporto di lavoro con modello naspicom la prestazione si riattiverà in automatico. I 3 mesi non verranno riconsiderati. La prestazione verrà erogata per il periodo rimanente( il totale però non ce l’ha comunicato quindi non possiamo darle una risposta precisa).

      1. Paolo Casella ha detto:

        399 giorni,erogata dal 2 febbraio 2016,il contratto è trimestrale da giugno al 5 settembre.
        Non ho fatto nessuna comunicazione ma,mi è stata staccata la naspl lo stesso

        1. Previdenza Facile ha detto:

          In questo caso la comunicazione va comunque fatta, in modo tale che l’INPS sappia quando finirà il contratto e di conseguenza riattiverà la prestazione in automatico al termine del rapporto di lavoro. 399-120=279 giorni rimanenti, a partire dal 6 settembre ovviamente.

  201. gennaro sciascia ha detto:

    Salve volevo un informazione io ho da percepire 319 giorni di naspi per adesso mi hanno erogato 3 mesi… dal 1 agosto al 31 ho sospeso la naspi… oggi mi sono licenziato.. dopo 11 giorni.. posso riprendere la naspi senza conseguenze o siccome mi sono licenziato succede qualcosa’????

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Gennaro, non succede niente, ma comunichi all’INPS di essersi dimesso altrimenti non si ripristina la prestazione. A presto!

  202. Gianluca Negri ha detto:

    Salve,
    forse la domanda che vi pongo è già stata fatta, chiedo scusa dell’eventuale ripetizione, ma non mi sembra di averla trovata nei post precedenti.
    Mi trovo in Naspi, bloccata già un paio di volte per “contrattini” di qualche mese, e poi riattivata in automatico.
    Ora dovrei iniziare con un contratto di 6 mesi, so che fino a 6 mesi non decade il diritto alla Naspi giusto?
    Qualora mi trovassi nella situazione di lasciare prima del termine dei 6 mesi questo nuovo impiego, per mia volontà (quindi dando io le dimissioni) la mia Naspi (di cui ho ancora circa 180/200 gg, potrà riprendere o perdo il diritto a qualsiasi tipo di indennità, avendo dato le dimissioni prima del termine, che ovviamente quando inizierò questi 6 mesi comunicherò all’Inps?
    sicuro di una vostra risposta, vi saluto e ringrazio anticipatamente.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Può dare le dimissioni prima dei 6 mesi senza avere ripercussioni sul diritto alla sua NASPI. L’importante è non darle dopo i 6 mesi:) Non perde alcun diritto.
      2.10 Nuova attività lavorativa in corso di prestazione

      2.10.a Nuovo rapporto di lavoro subordinato

      2.10.a.1 In caso di nuova occupazione con contratto di lavoro subordinato del soggetto percettore di NASpI dalla quale derivi un reddito annuale superiore al reddito minimo escluso da imposizione si produce la decadenza dalla prestazione, salvo il caso in cui la durata del rapporto di lavoro non sia superiore a sei mesi. In tale caso l’indennità è sospesa d’ufficio, sulla base delle comunicazioni obbligatorie, per la durata del rapporto di lavoro. Al termine del periodo di sospensione l’indennità riprende ad essere corrisposta per il periodo residuo spettante al momento in cui l’indennità stessa era stata sospesa.

      La contribuzione versata durante il periodo di sospensione è utile ai fini di cui agli articoli 3 e 5 del decreto legislativo 4 marzo 2015 n. 22 ossia, tanto ai fini dei requisiti per l’accesso che ai fini della determinazione della durata di una nuova prestazione di disoccupazione NASpI.

      Per l’individuazione del periodo di sospensione si considera la durata di calendario del rapporto di lavoro, prescindendo da ogni riferimento alle giornate effettivamente lavorate.

      Si precisa che la sospensione e la ripresa della prestazione avvengono d’ufficio e che a tal fine è ininfluente l’eventuale cessazione anticipata per dimissioni del lavoratore.”

      1. Vanessa Casino ha detto:

        Salve, posto qui la domanda in quanto nessuno riesce a darmi una risposta, neanche l’Inps o il Caf.
        Sto percependo la NASpI da novembre 2015 e mi spetta ancora per un altro anno.Mi è stato proposto un tirocinio con garanzia giovani, ma nessuno sa dirmi come funziona con l’indennità di disoccupazione.Durante il tirocinio continuerei a percepire la NASpI?Oppure verrebbe sospesa e percepirei l’indennità di tirocinio?In caso il tirocinio non si trasformi in un rapporto di lavoro, la NASpI riprenderebbe per i mesi che restano?
        Spero che qualcuno mi risponda, grazie.

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve vanessa, la NASPI non è compatibile con l’indennità di tirocinio Garanzia Giovani, quindi in questo caso perderebbe il diritto alla disoccupazione.

      2. Gianluca Negri ha detto:

        Salve,
        ora mi trovo in questa situazione:
        contratto tempo determinato della durata di 9 mesi, con periodo di prova di 60 gg effettivi, NASPI bloccata (di cui mi rimangono circa 2 mesi ancora da percepire), comunicazione naspi-com inviata con indicata la durata di contratto di 9 mesi.
        qualora cessassi entro i 60gg di prova il rapporto di lavoro, e la nuova occupazione che dovrei intraprendere non iniziasse subito, la NASPI “arretrata” mi verrà nuovamente corrisposta, o visto che il rapporto di lavoro che avevo intrapreso era superiore a 6 mesi, è persa?
        ringrazio fin da ora per la vostra risposta
        buon lavoro!

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Gianluca, se non ha superato i 6 mesi di lavoro consecutivi comunque la NASPI verrebbe ripristina da dove è stata sospesa e quindi può dare le dimissioni e continuare a percepire la rimanenza, 2 mesi appunto. A presto!

  203. Fabio Benini ha detto:

    SALVE,SONO IN DISOCUPAZZIONE DA APRILE 2016 .DAL 01/08/16 AL 04/08/16 HO FATTO UNA PROVA DI LAVORO CHE NON E’ ANDATA A BUON FINE .LA DOMANDA E’ : COME MI DEVO COMPORTARE ?DEVO COMUNICARE LO STESSO ALL’INPS DELLA AVENUTA PROVA ?GRAZIE PER LA RISPOSTA

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Certamente, bisogna sempre comunicare le giornate lavorate.

  204. E P ha detto:

    Ho presentato domanda NASPI il 10.11.2016 e mi sono stati calcolati un totale di 728gg di fruizione. Ho fruito del sussidio per 175gg fino al 12.03.2016 quando ho sospeso la NASPI per un periodo di 147gg (fino al 31.07.206) per un contratto di lavoro a tempo determinato. Da inizio Agosto sono ritornata in NASPI, credendo di poter percepire il sussidio per altri 553gg (ovvero 728gg meno quelli già fruiti, ovvero 175gg), tuttavia, a seguito chiamata al call center dell’inps, mi é stato detto che la sospensione riguarda solo ed esclusivamente la percezione del sussidio, ma non i giorni residui, i quali continuano ad essere scalati in pari numero a quelli lavorati a tempo determinato. Chiedo cortesemente se sia effettivamente così, o se abbia trovato un operatore poco informato.

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, assolutamente errata l’informazione comunicatale dall’operatore del numero verde. la prestazione si sospende e al ripristino viene erogata per i giorni rimanenti, può stare tranquilla. A presto!

  205. Grande Capo ha detto:

    Salve,
    mi chiamo Paolo e ho presentato domanda naspi il 27/05/16 a seguito di licenziamento in data 20/05 la quale risulta sospesa in istruttoria dal 06/07.
    Il 25/07 ho accettato un contratto di tre settimane dalla stessa ditta che mi ha licenziato due mesi fa.
    Può questo influire sul decorso della domanda?
    Ad oggi ho inviato a INPS la comunicazione con naspicom delle date del contratto ma non il modulo timbrato e firmato dalla banca.
    Che tempi ho per la consegna?
    Grazie per l’interessamento
    saluti Paolo

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Paolo, sicuramente prima presenterà il modello sr163 prima la sua pratica verrà chiusa.

      Per quanto riguarda il suo nuovo rapporto di lavoro, mi pare che lei rientra nel seguente caso:

      “In caso di nuova occupazione con contratto di lavoro subordinato del soggetto percettore di NASpI il cui reddito annuale sia inferiore al reddito minimo escluso da imposizione si mantiene la prestazione ridotta alle seguenti condizioni:

      – il percettore deve comunicare all’INPS, entro un mese dall’inizio dell’attività, il reddito annuo previsto.
      – il datore di lavoro o – qualora il lavoratore sia impiegato con contratto di somministrazione – l’utilizzatore, devono essere diversi dal datore di lavoro o dall’utilizzatore per i quali il lavoratore prestava la sua attività quando è cessato il rapporto di lavoro che ha determinato il diritto alla NASpI e non devono presentare rispetto ad essi rapporti di collegamento o di controllo ovvero assetti proprietari sostanzialmente coincidenti.

      Spero che l’INPS non faccia cessare la sua prestazione. Le consiglio comunque di presentare una nuova domanda di NASpI al termine di questo rapporto di lavoro.

  206. Pamela ha detto:

    Buonasera, ero in naspi fino a che non ho accettato un lavoro con una cooperativa questo mese, a causa di ciò mi è stata sospesa per la durata effettiva del contratto (2 mesi), con periodo di prova di 26 gg. Essendo sempre in prova se recedo dal contratto, in quanto non corrispondente alle mie esigente (orari,ambiente e stipendio), posso riprendere i restanti 7 mesi di naspi. O concludendo il rapporto a causa mia perderei la naspi. Grazie mille
    Saluti Pamela

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve pamela, finché la NASpI è sospesa (entro 6 mesi di lavoro) può tranquillamente recedere il contratto e comunicare le dimissioni all’INPS che provvederà a riattivare la sua NASpI per il periodo rimanente. A presto!

    2. AndreaFalcao ha detto:

      Ciao Pamela, mi trovo nella tua stessa situazione… Ho bloccato la naspi per due mesi, ma il lavoro che ho accettato a tempo determinato per 2 mesi non si è rivelato quello che mi avevano proposto al colloquio. Vorrei dimettermi e ho fatto 4 telefonate all’inps dove mi confermano che ho diritto al ripristino della vecchia naspi perche deriva da un vecchio licenziamento. Ma il mio sindacato non è per niente d’accordo, anche perche una ragazza ha fatto la nostra stessa cosa e ha perso la disoccupazione… non so che fare, tu hai risolto qualcosa poi? Come è andata?

      1. Previdenza Facile ha detto:

        Se la ragazza ha perso la disoccupazione per questo motivo deve fare ricorso perché la circolare INPS è molto chiara al riguardo:
        2.10 Nuova attività lavorativa in corso di prestazione
        2.10.a Nuovo rapporto di lavoro subordinato
        “Si precisa che la sospensione e la ripresa della prestazione avvengono d’ufficio e che a tal fine è ininfluente l’eventuale cessazione anticipata per dimissioni del lavoratore.”

  207. buongiorno senta volevo avere un informazione a settembre 2015 non sono stato rinnovato dopo 3 anni di lavoro ho fatto richiesta naspi che mi e arrivata in un unico pagamento fino al 17 gennaio 2016 poiche dal 18 gennaio 2016 ho iniziato a lavorare mese per mese presso una ditta fino al 30 aprile 2016………dal 30 aprile 2016 mi hanno rinnovato fino al 7 agosto 2016(premetto ad ogni rinnovo ho mandato il modello naspi.com)……..ora gia’ so che staro un periodo fermo la mia domanda e’ devo rieffettuare tutta la pratica da capo o mi riparte in automatico dal 8 agosto 2016???se mi potete gentilmente consigliare come comportarmi la ringrazio anticipatamente dell eventuale risposta….buona giornata

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Alessandro, se non ci sono stati stacchi, neanche di un giorno, tra un contratto e l’altro, e se quindi ha superato i 6 mesi consecutivi di lavoro, dovrà rifare la domanda da capo. A presto!

      1. inanzi tutto grazie della risposta,gentilissimo…..avrei un altra domanda mi perdoni
        l azienda con cui lavoro mi stoppera per circa 1 o 2 mesi e quindi volevo richiedere la naspi per essere coperto per quel periodo di fermo……quando riprendero a lavorare e mettiamo caso mi tengono un altro anno e poi mi mandano via definitivamente(speriamo di no) potro richiedere un nuovo sussidio di disoccupazione anche se il datore di lavoro e lo stesso per cui la chiesi precedentemente…….cioe in poche parole posso richiedere piu “naspi” anche se il datore di lavoro e sempre lo stesso……spero che sia stato chiaro e la ringrazio dell eventuale risposta
        buona giornata

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve Alessandro, certamente potrà rifare la domanda anche se il datore di lavoro è lo stesso. A presto!

  208. Luca Max ha detto:

    Salve,sto ricevendo la NasPi da Gennaio 2016 per un totale di 189gg.
    Adesso mi si pone il seguente problema,mi sono stati fatti i seguenti mini contratti:
    Dal 6 al 8 Luglio
    Dal 11 al 16 Luglio
    Dal 18 al 23 Luglio
    Dal 25 al 30 Luglio
    Non so ancora se questi contratti avranno una continuazione,purtroppo le Agenzie di lavoro sul mio territorio lavorano a testa di cane.

    Come mi devo comportare?Devo sospendere o meno?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve, i rapporti di lavoro vanno sempre comunicati compilando il modello NASpI-com, in questo caso la disoccupazione non si sospende ma viene decurtata delle giornate lavorate 🙂 A presto!

  209. daniele blunda ha detto:

    Salve, ho avuto un rapporto lavorativo a tempo determinato per la durata di sei mesi e ho successivamente richiesto la naspi alla fine del rapporto di lavoro. Dopo un mese di disoccupazione ho iniziato un altro lavoro a tempo determinato con contratti rinnovati di mese in mese.
    1) Se non dovessero rinnovarmi il contratto questo mese, potrei richiedere la naspi, ricevendo quanto non corrisposto dalla precente naspi?
    2) Se non firmo il prossimo contratto mensile posso comunque ricevere quanto non corrisposto dalla precedente naspi?
    3) Posso richiedere una nuova naspi nonostante l’attuale lavoro consti di contratti inferiori ai 30 giorni effettivi di lavoro (un mese solare)?

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Daniele, nel suo caso non è chiaro da quanto tempo si susseguono questi contratti. Può essere più preciso con le date?

  210. Nadia ha detto:

    Salve, ho fatto richiesta per la naspi il 18/07 ed avendo lavorato poco più di sei mesi, se non ho capito male, avrei diritto a 3 mesi di disoccupazione. Premesso che la richiesta è ancora in lavorazione, vorrei sapere: nel caso dovessi firmare un contratto per un lavoro stagionale di 30-45 giorni e richiedere la sospensione della naspi, a fine contratto avrei diritto a percepire comunque i 3 mesi di disoccupazione o da questi verrebbero scalate le 30-45 giornate di lavoro?
    Grazie

    1. Previdenza Facile ha detto:

      Salve Nadia, avrebbe sicuramente di nuovo diritto alla NASpI. La prestazione si sospende per il periodo di lavoro e si ripristina per il periodo rimanente, quindi alla fine percepirà comunque 3 mesi. A presto!

      1. Kucio ha detto:

        Buona Sera,
        a me risulta che se il reddito annuo del nuovo lavoro non supera 8145 Euro, la Naspi non viene sospesa ma viene calcolata per quel periodo nella misura dell’80% dello stipendio percepito con il nuovo lavoro.
        Da quanto ho capito la NASPI viene sospesa se si trova un lavoro con contratto a tempo indeterminato o comunque superiore a 6 mesi , in tale ultimo caso se poi per motivi personali ci si licenzia (a Naspi sospesa ottenuta causa licenziamento da parte del Datore di lavoro precedente) viene ripresa l’erogazione della Naspi oppure visto che ci si è licenziati la si perde?

        1. Previdenza Facile ha detto:

          Salve, questo è quello che c’è scritto sulla circolare, ma effettivamente al momento non si hanno notizie di persone che hanno visto la decurtazione della NASPI, bensì solo la sospensione della prestazione, anche in caso di contratto a tempo determinato. Se