Home Maternità e paternità Assegno unico spetta dal settimo mese di gravidanza fino alla domanda del figlio maggiorenne

Assegno unico spetta dal settimo mese di gravidanza fino alla domanda del figlio maggiorenne

by Redazione
domanda assegno unico figlio maggiorenne, decorrenza, settimo mese di gravidanza, 21 anni, figli disabili, disabile, requisiti

Assegno Unico e Universale, decorrenza dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni, e la domanda può essere presentata dal figlio maggiorenne dopo il compimento del 18° anno


Assegno unico spetta dal settimo mese di gravidanza fino alla domanda del figlio maggiorenne. Una delle novità riguardanti l’Assegno Unico è che per i nuovi nati spetta a decorrere dal 7° mese di gravidanza. Oltre alla copertura degli ultimi 3 mesi di gestazione, l’assegno potrà essere corrisposto anche oltre il 18° anno, entro il 21°, in presenza di condizioni particolari.


Domanda Assegno Unico figli maggiorenni

Dal 18° anno la domanda può essere presentata dal figlio maggiorenne ed il pagamento verrà effettuato direttamente al richiedente. In questo caso la nuova domanda andrà a sostituire quella eventualmente già presentata dai genitori. Ai fini del diritto i figli maggiorenni devono sempre essere a carico ai fini IRPEF dei genitori e, pertanto, possono presentare domanda qualora facenti parte del medesimo nucleo ISEE dei genitori o di uno ei due.

Per i figli maggiorenni non conviventi si ricorda che il nucleo familiare è così definito:

fanno parte del nucleo dei genitori i figli maggiorenni esclusivamente quando di età inferiore a 26 anni, a carico ai fini IRPEF dei genitori stessi, non coniugati e senza figli”.

L’Assegno Unico e Universale spetta per i figli maggiorenni a carico, fino al compimento dei 21 anni, che siano in possesso di uno dei seguenti requisiti (che devono sussistere per tutta la durata del beneficio):

  1. frequenza di un corso di formazione scolastica (scuole pubbliche o private) o professionale, ovvero un corso di laurea;
  2. svolgimento di un tirocinio ovvero un’attività lavorativa e possieda un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui;
  3. registrazione come disoccupato e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego;
  4. svolgimento del servizio civile universale;

Per ogni figlio con disabilità a carico, senza limiti di età e a prescindere dalle condizioni richieste per i figli maggiorenni.


Decorrenza

Nel caso di nuovi nati la domanda può essere presentata dopo la nascita del nuovo figlio ed entro 120 giorni da tale data e l’assegno è riconosciuto dal settimo mese di gravidanza.

  • per le domande presentate a partire dal 1° gennaio al 30 giugno, l’assegno decorre dalla mensilità di marzo e spetta con tutti gli arretrati a partire dal mese di marzo 2022; Si tiene conto dell’ISEE valido presentato entro il 30 giugno.
  • per le domande presentate dal 1° luglio in poi, la prestazione decorre dal mese successivo a quello di presentazione ed è determinato sulla base dell’ISEE presente al momento della domanda.
previdenza facile telegram