Home Disoccupazione Bonus 600 euro Aprile, seconda trance già in pagamento

Bonus 600 euro Aprile, seconda trance già in pagamento

by Redazione
seconda trance bonus 600 euro inps comunicato stampa iban bonifico domiciliato posta bonifici banca autonomi partite iva stagionali turismo spettacolo agricoli pagamento

L’INPS informa che una buona parte dei pagamenti relativi all’indennità COVID-19 per le partite iva sono già in pagamento


Seconda trance bonus 600 euro Aprile già in pagamento. Una notizia che ha quasi dell’incredibile quella che si evince dal comunicato stampa di oggi dell’INPS . Una buona parte dei pagamenti relativi al bonus 600 euro del mese di Aprile sono già sui conti correnti degli aventi diritto. I rimanenti sono già stati disposti per i prossimi giorni.

Si legge dal comunicato stampa:

“In dettaglio, nella giornata odierna 1.400.000 pagamenti sono già stati accreditati sui
conti correnti
e sulle carte dotate di IBAN dei beneficiari, altri 400.000 domani 22
maggio. Gli ulteriori 2.000.000 di pagamenti saranno accreditati lunedì 25 maggio.”

L’Istituto inoltre ci tiene a specificare il motivo per cui i pagamenti non sopno avvenuti tutti contemporaneamente:

“La distribuzione dei pagamenti su tre giornate lavorative si è resa necessaria in
considerazione dei vincoli tecnici di funzionamento della rete interbancaria nazionale,
che consente la gestione di non oltre 2,2 milioni di bonifici al giorno. Nella giornata di
venerdì 22 maggio lo spazio era quasi interamente impegnato da pagamenti già
pianificati da altre amministrazioni pubbliche.”


Chi ha scelto il bonifico domiciliato in Posta dovrà attendere di più per avere la seconda trance del bonus 600 euro

“Il pagamento in contanti per i 190.000 lavoratori che, all’atto della domanda inviata
ad aprile scorso hanno scelto questa modalità di pagamento, avverrà a partire da
martedì 26 maggio (74.000), mercoledì 27 maggio (19.000) e giovedì 28 maggio
(97.000). Per riscuotere la seconda rata dell’indennità, questi lavoratori potranno
recarsi presso qualsiasi sportello postale del territorio nazionale muniti
necessariamente della comunicazione che riceveranno da Poste Italiane (mandato di pagamento)
,

oltre che del documento di identità e di un documento attestante il proprio codice fiscale.”


Come vedere se il pagamento del Bonus 600 euro Aprile è stato disposto

Per consultare lo stato dei pagamenti della seconda trance del bonus 600 euro Aprile è possibile:

  • contattare il numero verde INPS 803 164 muniti di numero domanda (oppure codice PIN) e codice fiscale
  • consultare lo stato dei pagamenti online con il PIN seguendo il percorso www.inps.it – Fascicolo Previdenziale del Cttadino – Prestazioni – Pagamenti

Troverete il pagamento sotto la voce Disoccupazione non agricola come si vede nella foto seguente.

seconda trance bonus 600 euro inps comunicato stampa iban bonifico domiciliato posta bonifici banca autonomi partite iva stagionali turismo spettacolo agricoli pagamento


E chi ancora deve ricevere il pagamento di Marzo?

Sono ancora tanti i lavoratori che, pur avendo diritto al bonus 600 euro Aprile, ancora non hanno ricevuto il pagamento relativo al mese di Marzo. Il problema potrebbe essere legato ai dati errati nella domanda (ne abbiamo parlato qui) oppure, se la domanda è già accolta ma non pagata il problema potrebbe essere legato all’IBAN (ne abbiamo parlato qui).

Se ritenete di aver compilato correttamente la domanda vi conviene verificare che sia effettivamente presente l’iscrizione nella vostra gestione contributiva.


Bonus lavoratori dello spettacolo, ampliata la platea

Per i lavoratori autonomi dello spettacolo, il decreto Rilancio Italia ha previsto l’ampliamento della platea dei beneficiari dell’indennità a tutti coloro che nel 2019 hanno avuto almeno 7 giornate assicurate e un reddito inferiore a 35.000 euro e ha introdotto, oltre alla seconda rata (aprile), anche una terza rata di pari importo (600 euro) per il mese di maggio. Sul piano procedurale, per i predetti lavoratori, il decreto-legge ha stabilito che il diritto alla seconda e terza dell’indennità sia subordinato alla verifica dell’assenza di un rapporto di lavoro subordinato o di un trattamento pensionistico al 19 maggio scorso. Pertanto, l’Istituto è tenuto a processare i predetti controlli anche per le domande pervenute ad aprile e, successivamente, potrà disporre i relativi pagamenti della seconda e terza rata.


Nuove categorie di lavoratori aventi diritto, le domande pronte entro fine mese

“Entro la fine del mese” annuncia l’Istituto “sarà pubblicata la versione aggiornata del servizio per consentire l’invio della domanda alle nuove categorie di lavoratori incluse dal decreto del 30 aprile 2020: lavoratori stagionali di settori diversi dal turismo, intermittenti, lavoratori autonomi occasionali senza partita IVA con contratti di lavoro occasionale, venditori a domicilio.

previdenza facile telegram