Home Lavoro occasionale Bonus baby sitter: prestatore non accreditato cosa significa

Bonus baby sitter: prestatore non accreditato cosa significa

by Redazione
prestatore accreditato cosa significa bonus baby sitter libretto famiglia inps prestatore prestatzioni occasionali occasionale codice pin dispositivo utilizzatore errore

Il prestatore che deve essere retribuito con il bonus baby sitter o comunque tramite il Libretto Famiglia deve prima accreditarsi nei servizi online con il proprio PIN.


Bonus baby sitter: prestatore non accreditato nel Libretto Famiglia INPS, cosa significa? State inserendo una Nuova Comunicazione nel libretto Famiglia per dichiarare data e ora del rapporto di lavoro con la baby sitter e il sistema, al momento dell’inserimento del codice fiscale del lavoratore, il sistema vi blocca con questo messaggio di errore: prestatore non accreditato.

Ciò significa che il prestatore, cioè il/la baby sitter, non si è ancora iscritto nella banca dati dei prestatori di lavoro occasionale.


Prestatore non accreditato cosa fare

L’iscrizione come prestatore sul sito INPS può essere effettuata nelle seguenti modalità:

Al momento dell’iscrizione andranno indicati tutti i dati anagrafici del prestatore, la modalità di pagamento richiesta e l’eventuale codice IBAN sul quale si richiede l’accredito del pagamento.


>> Bonus Baby sitting, nonni e zii come baby sitter ma a determinate condizioni <<


Cosa fare dopo l’iscrizione del prestatore

Solo una volta effettuata l’iscrizione da parte del lavoratore/prestatore/baby sitter il datore di lavoro potrà procedere con l’inserimento delle giornate di lavoro e dell’orario svolto. Dopo aver inserito il codice fiscale del lavoratore all’interno della voce NUOVA COMUNICAZIONE del Libretto Famiglia potrà indicare:

  • luogo in cui si è svolta l’attività lavorativa
  • data attività lavorativa
  • orario di inizio e fine
  • numero di titoli utilizzati (ogni titolo è pari a 10 euro lordi, 8 euro netti, che corrispondono ad un’ora di lavoro)

E’ possibile valorizzare anche il campo RIPETI FINO AL solo nel caso in cui si voglia procedere ad inserire delle giornate di lavoro consecutive. In tal caso il numero dei titoli inseriti per la giornata viene moltiplicato per il numero di giorni ripetuti.

Se la prestazione viene inserita entro il 3 del mese il pagamento viene erogato dall’INPS al lavoratore entro il giorno 15. Se la prestazione viene inserita dopo il 3 del mese il pagamento viene erogato dall’INPS al lavoratore entro il giorno 15 del mese successivo.

previdenza facile telegram