Home Disoccupazione Carta REI in lavorazione, il mistero delle domande inevase

Carta REI in lavorazione, il mistero delle domande inevase

by Redazione
carta rei in lavorazione

Carta REI in lavorazione dal mese di Dicembre 2017. Chi ha presentato la domanda successivamente, invece, ha già ricevuto i pagamenti. Il motivo? E’ ancora un mistero.

 

Prima presento la domanda prima arriveranno i pagamenti“. Probabilmente devono aver pensato questo le migliaia di persone che hanno richiesto in fretta e furia il Reddito di Inclusione nel mese di Dicembre 2017 e che, ad oggi, non solo non hanno visto nemmeno un euro, ma non hanno ancora nemmeno notizie sulla loro domanda.

 

Carta REI in lavorazione (infinita)

E’ ancora fitto, infatti, il mistero che avvolge la lavorazione delle migliaia di domande di Carta REI inviate all’INPS nel mese di Dicembre e che risultano tuttora inevase. Sono passati quasi 5 mesi, e dell’esito di queste domande (e di queste famiglie) non si sa ancora nulla. L’INPS non fornisce spiegazioni né risposte.

In special modo si è notato che il ritardo nella lavorazione della domanda ha colpito soprattutto i nuclei familiari che, al momento della domanda di Carta REI, erano già in possesso della Carta SIA. Molti infatti hanno presentato domanda per il REI sperando in un cambio repentino da un sostegno all’altro, e invece sono ancora in attesa di un segno da parte dell’Istituto.

Pare, inoltre, che le domande non vengano lavorate dalle singole agenzie di competenza ma da un sistema centralizzato (…?…), per questo motivo anche recarsi presso la propria sede, per chiedere informazioni o sollecitare la lavorazione della propria domanda, risulta pressoché inutile.

 

Meglio in lavorazione che respinta (forse)

La buona notizia è che chi aveva diritto ad altri pagamenti della Carta SIA  sta continuando a percepirli anche se ha presentato domanda per il REI, e che se la domanda di Carta REI risulta ancora in lavorazione ci sono ancora buone probabilità che venga accolta. Al momento dell’accoglimento l’INPS dovrà liquidare tutte le mensilità arretrate spettanti, sempre che, ovviamente, non siano già state coperte dal pagamento della Carta SIA.
Se la domanda, invece, risulta respinta, non rimane altro che verificarne la motivazione e provare ad inviare una richiesta di riesame. Ne abbiamo parlato in questo articolo.

 

Completata, In Lavorazione, In Attesa di Rei-com, In Evidenza presso la sede
Cambia lo stato domanda, non cambiano i tempi di attesa

Facendo le dovute verifiche sulle diverse domande di Carta REI abbiamo notato diversi stati domanda. Ognuno di questi ha un significato ben preciso, peccato che al momento non si possa far altro che attendere.

Carta REI Completata: significa che l’acquisizione della domanda da parte del Comune è stata completata e dovrebbe trovarsi in questo stato per massimo un giorno o due. Ad oggi molte domande si trovano in questo stato ancora da Dicembre…

Carta REI In attesa di REI-COM: significa che al momento della domanda è stato indicato che uno o più componenti del nucleo familiare stanno lavorando, per questo, contestualmente alla domanda, il Comune deve compilare anche la sezione REI-COM. Può capitare, però, che nonostante sia già stato fatto, la domanda si trovi ancora in questo stato da diversi mesi.

Carta REI In Evidenza presso la sede: la domanda può trovarsi in questo stato per diverse ragioni. Nella maggior parte dei casi si riscontra un ISEE con difformità oppure un’attività lavorativa in corso. La domanda in tal caso deve essere sbloccata manualmente dalle sedi.

 

previdenza facile telegram

Potrebbe interessarti anche