Home Informazioni utili Cessione del quinto INPS 2019, limiti di età e tassi

Cessione del quinto INPS 2019, limiti di età e tassi

by Redazione
Cessione del quinto INPS 2019

Cessione del quinto INPS 2019. Si tratta della possibilità, da parte dei pensionati, di richiedere un prestito all’Istituto. Vediamo i limiti di età, le quote cedibili e i tassi di interesse 2019.

 

La Cessione del quinto INPS prevede la possibilità di erogare un prestito al pensionato la cui rata di ammortamento mensile non può superare un quinto dell’importo netto della pensione stessa. L’accoglimento del prestito è subordinato a determinati requisiti e limiti di età.

 

Cessione del quinto INPS, come fare domanda

La richiesta di prestito avviene attraverso l’INPS, che rilascia al pensionato la quota cedibile, ovvero un documento in cui è indicato l‘importo massimo che può essere trattenuto mensilmente sul rateo di pensione del richiedente. Tale importo andrà ovviamente a determinare l’importo massimo che è possibile richiedere in prestito. Clicca qui per calcolare la tuo quota cedibile.

Non esiste ancora un servizio online per la Cessione del quinto, la richiesta al momento può essere fatta esclusivamente presso la sede INPS di appartenenza.

Il pensionato deve scegliere la Banca o l’Istituto di Credito che andrà ad erogare il prestito. Nel caso in cui il pensionato si rivolga ad uno degli Enti ed Istituti Convenzionati l’INPS, la comunicazione di cedibilità verrà elaborata direttamente dalla Banca/Finanziaria attraverso un collegamento telematico con l’Istituto stesso, e i tassi di interesse applicati al contratto di prestito saranno più vantaggiosi.  Una volta accolto ed erogato il prestito, l’INPS provvedere a trattenere mensilmente dalla pensione l’importo stabilito.  La durata del contratto di prestito non può superare i dieci anni ed è obbligatoria la copertura assicurativa per il rischio di premorienza del titolare della prestazione.

 

Chi non può richiedere la Cessione del quinto INPS

La cessione del quinto non può essere richiesta sulle seguenti pensioni:

  • pensione e assegne sociale;
  • invalidità civili;
  • assegni mensili per l’assistenza ai pensionati per inabilità;
  • assegno di sostegno al reddito( VOCREDVOCOOPVOESO);
  • assegni al nucleo familiare;
  • pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;
  • prestazioni di esodo ex art. 4, commi da 1 a 7 – ter, della Legge n. 92/2012.

 

Cessione del quinto, limiti di età

La maggior parte degli istituti di credito e delle società finanziarie ha posto come limite di età per il pagamento dell’ultima rata quello dei  75 anni non compiuti. Ciò significa che nel mese in cui il pensionato dovrà pagare l’ultima rata dovrà avere un’età che non superi i 74 anni e 11 mesi.

L’età massima per richiedere un prestito è comunque sempre stabilito dall’Istituto di credito prescelto, di conseguenza è bene scegliere l’istituto anche in base alla propria età e all’importo da richiedere.

Tuttavia, nelle tabelle relative ai tassi di interessi aggiornati trimestralmente dall’Istituto, l’ultima voce è in riferimento alla fascia di età che va dai 75 ai 79 anni, segno che c’è un barlume di speranza anche oltre i 75 anni.

 

Cessione del quinto INPS, tassi di interesse 2019

Prima di poter versare l’importo della rata trattenuta dalla pensione alla Banca o alla Società finanziaria, l’Inps verifica la presenza di alcune condizioni a tutela del pensionato:

  • la Banca o la Finanziaria devono avere tutti i requisiti richiesti dalla legge per questo tipo
    di operazione;
  • il tasso applicato al prestito deve essere inferiore al “tasso soglia” anti-usura per gli Enti finanziari accreditati o al tasso convenzionale stabilito per la propria fascia di età per il prestito erogato da Ente finanziario convenzionato;
  • la rata contrattualmente prevista non deve superare un quinto dell’importo della pensione;
  • nel contratto devono essere indicate tutte le spese (istruttoria, estinzione anticipata, premio assicurativo per premorienza, commissioni, interessi).

 

Tassi di interesse 2019

Con il decreto 21 dicembre 2018 il Ministero dell’Economia e delle finanze – Dipartimento del Tesoro – ha indicato i tassi effettivi globali medi (TEGM) praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari, determinati ai sensi dell’articolo 2, comma 1, della legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura, come modificata dal decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70, convertito con modificazioni dalla legge 12 luglio 2011, n. 106, rilevati dalla Banca d’Italia ed in vigore per il periodo dal 1° gennaio 2019 al 31 marzo 2019.

Per quanto sopra, per i prestiti da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, il valore dei tassi da applicarsi nel suddetto periodo (1° gennaio 2019 – 31 marzo 2019) sono i seguenti:

Classi d’importo in euro Tassi medi Tassi soglia usura
Fino a 15.000 11,65 18,5625
Oltre i 15.000 8,43 14,5375

Ne consegue che i tassi soglia TAEG da utilizzare per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione concessi da banche e intermediari finanziari in regime di convenzionamento ai pensionati variano come segue:

 

TASSI SOGLIA PER CLASSI DI ETA’ DEL PENSIONATO E CLASSE D’IMPORTO DEL PRESTITO (TAEG)
                  Classe di importo del prestito
Classi di età               Fino a 15.000 € Oltre 15.000 €
Fino a 59 anni           8,64 7,03
60-64          9,44 7,83
65-69         10,24 8,63
70-74         10,94 9,33
75-79         11,74 10,13

(*) Le classi di età comprendono il compleanno dell’età minima della classe; l’età deve intendersi quella maturata a fine piano di ammortamento.

Le suddette modifiche sono operative con decorrenza 1° gennaio 2019.

 

Preventivo Cessione del Quinto, esempio per calcolare la quota cedibile

Per calcolare la quota cedibile è necessario dividere per 5 l’importo netto della pensione percepita mensilmente. Il risultato è l’importo massimo che può essere trattenuto dalla pensione.

 

pensione lorda 1.300,00
ritenute IRPEF 300,00
pensione netta 1000,00
1/5 del netto 200,00
quota cedibile 200,00

 

 

telegram previdenza facile

Potrebbe interessarti anche