Home Informazioni utili Come verificare i giorni residui di congedo parentale

Come verificare i giorni residui di congedo parentale

by Redazione
congedo parentale giorni residui giornate rimanenti online pin prestazione sostegno del reddito maternità genitori consultazione domande

Hai fruito di alcune giornate di congedo parentale e non sai quante ne rimangono? Per verificare i giorni residui di maternità facoltativa dal sito INPS basta essere in possesso di uno dei codici di accesso SPID/CIE/CNS


Come verificare i giorni residui di congedo parentale. Il congedo parentale (o maternità facoltativa) è una prestazione a sostegno della maternità e della paternità. È un congedo lavorativo che permette ai genitori di fruire di permessi retribuiti al 30% dello stipendio entro i 12 anni di vita dei figli. Il congedo può essere giornaliero o orario, cioè pari a mezza giornata di lavoro.

Il genitore può fruire della maternità facoltativa per un massimo di 180 giornate. Alcune mamme preferiscono utilizzare il congedo parentale per intero, ovvero per 6 mesi consecutivi. Nella maggior parte dei casi però i genitori fruiscono del congedo parentale in modo frazionato. Ad ogni periodo di maternità facoltativa di cui si vuole fruire deve corrispondere una domanda. Per questo, col passare degli anni, è facile perdere il conto dei giorni di congedo fruiti e quindi anche dei giorni residui.


Consultare le domande di congedo parentale online

Per consultare online le domande di congedo bisogna essere in possesso di uno dei codici di accesso SPI/CIE/CNS. Se avete presentato le domande tramite Patronato o Contact Center INPS potrete comunque visualizzarlo online sul sito INPS.

Per accedere alle domande di maternità obbligatoria e facoltativa clicca qui oppure segui il percorso:

Prestazioni e servizi – Tutte le prestazioni – Prestazioni a sostegno del reddito – Indennità per congedo parentale lavoratrici e lavoratori dipendenti – Servizio Desktop Maternità e congedo parentale lavoratori dipendenti, autonomi, gestione separata – Consultazione domande – Avanti.


Verificare i giorni residui

Nella lista delle domande inviate troverete sia quelle di maternità/paternità, sia quelle di congedo parentale. Purtroppo non c’è ancora un servizio che conta le giornate di congedo di cui avete fruito. Per questo motivo sarà necessario consultare tutte le domande inviate e contare da sé i giorni residui. È un lavoro un po’ certosino ma è l’unica possibilità che avete per capire da soli di quante giornate ancora potete fruire. In questo modo, avendo una stima esatta delle giornate rimanenti, non correrete il rischio di presentare domande errate.


Devo contare i sabati, le domeniche e i giorni festivi?

Ricordate di includere nel conteggio anche sabati, domeniche e giorni festivi se questi rientrano all’interno del periodo di congedo parentale fruito.

Ad esempio se il periodo di congedo va dal 01/05 al 31/05, i giorni da considerare saranno 31, compresi sabati, domeniche e festivi (1° maggio).

Non bisogna contare sabati, domeniche e festivi se tra un periodo e l’altro di congedo parentale sussiste una ripresa effettiva del lavoro. Se richiedete 5 giorni di congedo dal lunedì al venerdì, e rientrate al lavoro il lunedì successivo, il sabato e la domenica non vanno contati. Si conteranno quindi solo 5 giorni di congedo parentale. Se invece chiedete 10 giorni di congedo, dal lunedì al venerdì per 2 settimane consecutive, il weekend tra le due settimane andrà conteggiato. In totale saranno quindi 12 giorni di congedo (5+5+2).


E se non ho lo SPID?

Se non siete in possesso delle credenziali SPID/CIE/CNS, l’unico modo per verificare i giorni residui di maternità facoltativa è chiedere alla sede INPS competente. Puoi recarti direttamente allo sportello della tua sede previo appuntamento oppure tramite il servizio INPS RISPONDE. Questo servizio telematico infatti può essere usato anche senza login. Clicca qui per inserire la richiesta. Entro pochi giorni riceverai una mail dalla tua sede e ti diranno quanti giorni di maternità facoltativa puoi ancora usare.

Se sei un dipendente pubblico invece puoi chiedere alla tua amministrazione.

previdenza facile telegram

Potrebbe interessarti anche