Home Dipendenti Pubblici Congedo Parentale 80% tripla delusione nella Circolare INPS 45 del 2023 (PDF)

Congedo Parentale 80% tripla delusione nella Circolare INPS 45 del 2023 (PDF)

da Redazione
congedo parentale 80%, un mese 80% a chi spetta, congedo facoltativo, 2023, circolare inps 45 2023, maternità facoltativa, dipendenti, se il padre, se la madre, l'altro genitore

Attesa da quasi 6 mesi, esce finalmente la Circolare INPS 45/2023 (PDF allegato) che recepisce la Legge di Bilancio 2023 in materia di retribuzione del Congedo Parentale per i lavoratori e le lavoratrici dipendenti, ma tanti restano fuori per requisiti e decorrenza.


Congedo Parentale 80% nella Circolare INPS 45 del 2023. La legge di Bilancio 2023 all’articolo 1, comma 359 prevede l’elevazione dal 30% all’80% della retribuzione di uno dei sei mesi di congedo parentale previsti per i lavoratori dipendenti, da fruire entro e non oltre il sesto anno di vita del figlio (o entro 6 anni dall’ingresso in famiglia del minore in caso di adozione o di affidamento e, comunque, non oltre il compimento della maggiore età).

Delusione n°1: i genitori lavoratori autonomi, liberi professionisti o parasubordinati (Gestione separata) non hanno diritto al mese di congedo all’80%. Ovviamente se un genitore è lavoratore dipendente e l’altro genitore non lo è, il mese di congedo parentale indennizzato all’80% spetta solo al genitore lavoratore dipendente.


Elevazione dell’indennità all’80% della retribuzione per uno dei 6 mesi di congedo parentale

Delusione n°2: diversamente da quanto si ipotizzava inizialmente, la suddetta legge non prevede un mese di congedo parentale in più rispetto ai 6 già spettanti. Al contrario è elevato all’80% (anziché 30%) uno solo dei sei mesi spettanti. Questo solo a condizione che la mensilità indennizzata all’80% della retribuzione sia fruita entro i 6 anni di vita (o entro 6 anni dall’ingresso in famiglia in caso di adozione o di affidamento) del minore.

È specificato quindi che può essere indennizzato all’80% della retribuzione un solo mese per entrambi i genitori, che può essere fruito in modalità ripartita tra gli stessi o da uno soltanto (ad esempio 15 gg per uno). C’è inoltre la possibilità di fruirne negli stessi giorni e per lo stesso figlio, come consentito per tutti i periodi di congedo parentale.

Nel PDF della Circolare INPS 45/2023 è possibile trovare diversi esempi per una più chiara comprensione della normativa.


Decorrenza richiesta maternità facoltativa all’80%

Delusione n° 3: restano fuori dalla possibilità di richiedere il mese di maternità facoltativa all’80% tutti i genitori il cui congedo maternità obbligatoria o, in alternativa, congedo di paternità, sia terminato prima del 1° gennaio 2023. Quanti siete? Tantissimi. Tutti i genitori il cui congedo di maternità/paternità è terminato entro il 31 dicembre 2022 non potranno richiedere il mese all’80%. In sostanza solo le neomamme e i neopapà potranno beneficiarne.

La possibilità di richiedere un mese di maternità facoltativa all’80% spetta solamente ai genitori che terminano (anche per un solo giorno) il congedo di maternità o, in alternativa, di paternità successivamente al 31 dicembre 2022.

Sono, quindi, esclusi tutti i genitori che abbiano concluso la fruizione del congedo di maternità o di paternità al 31 dicembre 2022.

Se il congedo di maternità obbligatoria termina dopo il 1° Gennaio 2023, anche il padre, se dipendente, può fruire del congedo all’80%, anche se il congedo di paternità è terminato nel 2022.


Requisiti Congedo parentale all’80%, a chi spetta

Ciò detto, è possibile affermare che il mese di maternità facoltativa retribuito all’80% spetta al genitore solo se:

  • è lavoratore dipendente
  • ha concluso, o l’altro genitore ha concluso, il congedo di maternità/paternità solo dopo il 31 Dicembre 2022
  • richiede il periodo di maternità facoltativa entro i 6 anni di vita del bambino (o entro 6 anni dall’ingresso in famiglia in caso di affidamento/adozione)
  • l’altro genitore non ne ha già fruito per intero


Presentazione della domanda

La domanda di congedo parentale può essere presentata esclusivamente in modalità telematica:

  • tramite il portale web www.inps.it con le proprie credenziali di accesso SPID/CIE/CNS seguendo il percorso home page > “Lavoro” > “Congedi, permessi e certificati”
  • tramite il Contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori) se in possesso di PIN TELEFONICO INPS
  • tramite gli Istituti di patronato, utilizzando i servizi offerti dagli stessi.

I dipendenti pubblici potranno fare richiesta direttamente alla propria amministrazione.

previdenza facile telegram