Home Informazioni utili Congedo parentale straordinario e voucher babysitting, pronta la bozza del nuovo decreto coronavirus

Congedo parentale straordinario e voucher babysitting, pronta la bozza del nuovo decreto coronavirus

by Redazione
congedo parentale straordinario voucher baby sitting lavoratori autonomi domanda pin decreto governo coronavirus

Il Governo, a seguito della dichiarazione di pandemia lanciata dall’OMS, dopo aver isolato in casa tutti i cittadini, sta lavorando ad un nuovo decreto che agevoli le famiglie in questa situazione emergenziale. Congedo parentale straordinario e voucher babysitting sono al centro dello studio, ma si parla anche di sospensione di mutui per chi ha perso il lavoro o ne ha subito la riduzione oraria.

Congedo parentale straordinario per coronavirus, ecco cosa manca ancora nei decreti emanati dei giorni scorsi dal Governo. Eh già, per ora si sfruttano ferie, permessi o congedo parentale (clicca qui per verificare i giorni di congedo parentale residui), che ricordiamo, è pagato in misura del 30% dello stipendio. Per chi non ha la disponibilità l’unica alternativa è l’aspettativa non retribuita.

Per questo il Governo sta lavorando alla bozza del prossimo decreto che andrà a disporre delle misure urgenti per i lavoratori che sono al momento costretti a rimanere a casa. Molte attività, infatti, sono obbligate a tirare giù la saracinesca a seguito dell’ultimo decreto che permette l’apertura solo a chi eroga servizi di prima necessità.


Congedo parentale straordinario

La bozza del nuovo decreto pare abbia le ore contate. Tra poche ore sapremo se e in quali casi un lavoratore dipendente potrà fruire di queste giornate di congedo parentale straordinario. Diversi gli scenari possibili ipotizzati al momento: si parla infatti di un periodo di circa 12 giorni di congedo parentale straordinario retribuito al 30% per chi ha figli di età fino ai 12 anni, non sussisterebbero limiti di età per chi invece deve prendersi cura di figli disabili. Un’altra ipotesi è quella di un congedo parentale speciale di 10 giorni, massimo 15 complessivi se fruiti da entrambi i genitori. Non è ancora chiaro come poter presentare domanda. Si spera comunque nella possibilità di fare una domanda retroattiva che vada a coprire anche le giornate di assenza dal lavoro precedenti al decreto. Nella platea dei possibili beneficiari anche i lavoratori autonomi e parasubordinati che normalmente non hanno diritto a permessi e congedi.


Voucher babysitting

In bozza anche la possibilità di erogare dei voucher babysitting del valore di 600 euro mensili, per dare la possibilità ai genitori che sono costretti a lavorare di pagare una baby sitter che possa accudire i figli durante la loro assenza. Tale importo potrebbe salire a mille euro in caso di genitore solo, famiglie con reddito basso e personale sanitario.
I voucher babysitting erano stati sospesi già dal 2018 e potevano essere fruiti per ogni mese di congedo parentale a cui il lavoratore poteva rinunciare. Probabilmente saranno fruibili attraverso la procedura telematica INPS legata ai rapporti di lavoro occasionale (libretto famiglia). Per questo vi invitiamo a richiedere in anticipo il PIN DISPOSITIVO, in quanto molte sedi INPS sono chiuse e non sarà possibile prenderlo fisicamente. Chi è sfornito di PIN dovrà richiederlo online e la procedura prevede la spedizione cartacea via posta. Ciò significa che prima di avere il PIN e poter utilizzare i servizi informatici messi a disposizione dall’INPS trascorreranno circa 2/3 settimane.


Assegno ai caregiver, un supporto per chi assiste familiare disabili

In discussione anche la possibilità di erogare un assegno di 500 euro mensili a tutte quelle persone che assistono uno o più familiari disabili. Questa situazione emergenziale è infatti molto più onerosa nel caso in cui si debba assistere un familiare con delle disabilità. Tutte le altre malattie purtroppo non possono passare in secondo piano. Il personale sanitario al momento è veramente agli sgoccioli, oltre che interessato da importanti limitazioni e precauzioni.

previdenza facile telegram