Home Informazioni utili I contributi non risultano versati sull’estratto contributivo, che fare?

I contributi non risultano versati sull’estratto contributivo, che fare?

by Redazione
contributi non risultano versati

Se dall’estratto conto contributivo i contributi non risultano versati è possibile inviare una segnalazione all’INPS attraverso il Fascicolo Previdenziale del Cittadino.

 

Capita spesso che, durante o al termine di un rapporto di lavoro, il lavoratore vada a verificare il versamento dei contributi da parte del proprio datore di lavoro. Soprattutto in tempi di crisi può capitare che alcuni datori di lavoro si dimenticano di versare i contributi ai propri dipendenti. Questo può succedere soprattutto nei casi in cui l’azienda è in fallimento o comunque in fase di cessazione.

 

COME VERIFICARE SE IL DATORE DI LAVORO HA VERSATO I CONTRIBUTI

La verifica dei versamenti può essere fatta utilizzando il servizio Estratto Conto Contributivo sul sito dell’INPS esclusivamente con il codice PIN, anche se non dispositivo.

C’è da dire che l’estratto contributivo può essere aggiornato anche ogni 2/3 mesi. Ciò significa che non necessariamente, al termine del rapporto di lavoro, sarà possibile riuscire a visualizzare tutti i versamenti effettuati da parte del datore di lavoro.

Ma mai abbassare la guardia. Se il vostro rapporto di lavoro è appena terminato e non riuscite a visualizzare i contributi degli ultimi 2/3 mesi di lavoro, aspettate ancora qualche settimana, continuando, di tanto in tanto, a consultare l’estratto.

Se dopo 3 mesi i vostri contributi non sono ancora visibili sull’estratto contributivo forse è il caso di inviare una segnalazione all’INPS.

 

COME INVIARE UNA SEGNALAZIONE SE I CONTRIBUTI NON RISULTANO VERSATI

Se i contributi non risultano versati, o comunque non sono visibili all’interno dell’Estratto Conto Contributivo, è possibile utilizzare il servizio INPS Segnalazioni Contributive presente all’interno del Fascicolo Previdenziale del Cittadino.

Come già anticipato consigliamo di inviare la segnalazione solo nel caso in cui, dal periodo contributivo mancante, siano già trascorsi 2/3 mesi.

Per inviare una segnalazione contributiva bisogna seguire il percorso: www.inps.it – Fascicolo Previdenziale del Cittadino – Segnalazioni Contributive – Gestione. Da qui bisogna selezionare il tipo di contribuzione all’interno della relativa gestione. Le categorie contributive per le quali è possibile inviare una segnalazione sono:

 

Regime generale (Dipendenti e autonomi)
  • Lavoro Dipendente in aziende non agricole
  • Lavoro Dipendente in aziende agricole
  • Lavoro Domestico
  • Lavoro autonomo: artigiani, commercianti, piccola pesca
  • Lavoro autonomo: coltivatori diretti, IATP, coloni, mezzadri
  • Versamenti volontari
  • Figurativi segnalati dal datore di lavoro
  • Figurativi non segnalati dal datore di lavoro
  • Periodi riscattati (onere già versato)
  • Altre richieste
Fondi Speciali
  • Periodi di lavoro nei Fondi Speciali di Previdenza
  • Fondi Lavoro Dipendente in aziende non agricole
  • Fondi Versamenti volontari
  • Fondi Figurativi segnalati dal datore di lavoro
  • Fondi Figurativi non segnalati dal datore di lavoro
  • Periodi riscattati (onere già versato)
  • Altre richieste
Collaboratori a progetto
  • Periodi di iscrizione alla gestione separata dei collaboratori parasubordinati o dei professionisti senza cassa di categoria
  • Obbligatoria Parasubordinati
  • Obbligatoria Professionisti senza cassa
  • Versamenti Volontari
  • Periodi riscattati (onere già versato)
Dirigenti di azienda industriale Periodi di assicurazione presso l’ex istituto di previdenza dei dirigenti di azienda industriale (ex INPDAI)
  • Periodi Svolti con Qualifica di DAI (iscrizione a ruolo)
  • Versamenti Volontari o Atipici
  • Ricongiunzioni Onerose, Riscatti e Trasferimenti Gratuiti
  • Contributi Figurativi e Altre Richieste
Spettacolo e sport Lavoratori Spettacolo e Sportivi Professionisti
  • Contribuzione obbligatoria Contribuzione figurativa
  • Versamenti volontari Contributi da riscatto
Fondo clero Iscrizione al fondo di previdenza dei sacerdoti secolari e dei ministri di culto (fondo clero)
  • Obbligatoria
  • Versamenti Volontari

 

ESITO E TEMPI DI RISPOSTA

Una volta inviata la segnalazione è possibile trovare la risposta sotto la voce ESITI, da cliccare sempre nel menù di sinistra sotto la voce Segnalazioni Contributive. I tempi di aggiornamento non sono rapidissimi, e ovviamente la tempistica varia in base ad ogni singolo caso. Dai 30 ai 60 giorni nei casi normali, ma se il caso è complicato possono trascorrere anche anni prima di vedere il proprio estratto aggiornato.

Ovviamente se il datore di lavoro non ha versato i contributi l’estratto non verrà aggiornato fino all’avvenuto pagamento.

Se la vostra segnalazione contributiva dovesse rimanere inesitata per troppo tempo è sempre possibile contattare il numero verde INPS 803 164 per inviare una sollecito oppure fissare un appuntamento per una verifica contributiva più approfondita.

 

previdenza facile telegram

Potrebbe interessarti anche