Home Disoccupazione Cosa c’è dopo la disoccupazione ASpI?

Cosa c’è dopo la disoccupazione ASpI?

by Redazione
disoccupazione

Con la crisi del lavoro e le norme sempre più flessibili in materia di  precarietà, a molti lavoratori italiani non bastano più 8 mesi di disoccupazione per trovare un nuovo impiego.  Ma allora, in cosa possiamo sperare dopo 8 mesi di affannate ricerche? Le alternative sono assai poche e rare, ahimè, ma qualcuno può ancora sperare in un’ulteriore prestazione economica da parte dello Stato.

 

ATTENZIONE: in merito alla nuova disciplina sugli ammortizzatori sociali vi ricordiamo che
a partire dal 1° maggio 2015 è in vigore la nuova NASpI. Clicca qui per saperne di più

 

Doppia Aspi

C’è la possibilità che dopo aver preso 8 mesi di disoccupazione, se riuscite ad avere un altro contratto di lavoro, anche di un solo giorno, abbiate la possibilità di accedere nuovamente all’ASpI per altri 8 mesi. Infatti se ci sono tutti i requisiti necessari, è possibile considerare le stesse 52 settimane lavorative utilizzate per accedere alla prima ASpI, senza più nemmeno tener conto dell’anno mobile.

 

Esempio:
PRIMA ASPI
Fine primo rapporto di lavoro: 15 marzo 2014
Periodo utile di contribuzione: dal 15 marzo 2012 al 15 marzo 2014
Settimane lavorate nel periodo utile di contribuzione: 104
Prima ASpI: dal 23 marzo al 23 novembre 2014
SECONDA ASPI
Inizio nuovo contratto: 01 gennaio 2015
Fine nuovo contratto 15 gennaio 2015
Periodo utile di contribuzione: dal 15 gennaio 2013 al 15 gennaio 2015
Settimane lavorate nel periodo utile di contribuzione: 62 (di cui 60 dal 15 gennaio 2013 al 15 marzo 2014 e 2 dal 01 al 15 gennaio 2015) 

 

Non perdete tempo, le possibilità che vi capiti una situazione simile  non sono molte, ma se avete qualche dubbio non esitate a richiedere una consulenza presso CAF, Patronati o Inps

 

Sussidio straordinario di disoccupazione per i giornalisti

Solo per i giornalisti esiste una trattamento di disoccupazione aggiuntivo, erogato dall’INPGI, la cassa dei giornalisti. Il  sussidio della durata massima di un anno a cui possono accedere i giornalisti per i quali perduri lo stato di disoccupazione a seguito del percepimento dell’ASpI.

L’importo erogato dal sussidio straordinario di disoccupazione è pari all’indennità di ASpI per i primi 3 mesi, dal quarto mese tale importo viene ridotto del 30%.

Ulteriori informazioni sul sito dell’INPGI 

 

Sussidio straordinario di disoccupazione della Regione

Può capitare che lo stesso Ente Regionale (ad esempio la Sardegna) di appartenenza possa destinare dei fondi per la disoccupazione quindi è bene sempre informarsi presso le istituzioni competenti.

 

Un consiglio personale è quello di approfittare dei periodi di disoccupazione per rilassarsi e dedicarsi ai propri hobby; oggi siete disoccupati, ma se da domani si torna a lavoro addio tempo libero!

 

Leggi anche ASDI, L’ASSEGNO DI DISOCCUPAZIONE DOPO LA NASPI valido solo a partire dal 1° maggio 2015.

Molte persone che hanno richiesto l’ASDI stanno ancora aspettando che le venga pagata. Qualora doveste essere tra questi, e doveste verificare che il periodo indennizzabile della vostra ASDI è terminato e non avete ancora trovato lavoro potete provare a richiedere il SIA 2016. Clicca qui per ulteriori informazioni sul SIA, Sostegno all’Inclusione Attiva.

 

telegram previdenza facile

 

Potrebbe interessarti anche