Home Assegno Unico e Universale Domanda Reddito di Cittadinanza sospesa per gli occupabili, ecco come sbloccarla

Domanda Reddito di Cittadinanza sospesa per gli occupabili, ecco come sbloccarla

da Redazione
domanda reddito di cittadinanza sospesa, rdc sospesa, servizi sociali, rdc assistenti sociali, messaggio inps domanda rdc sospesa, reddito cittadinanza, occupabili


Un messaggio dell’INPS avverte che la domanda del Reddito di Cittadinanza è stata sospesa. Per gli occupabili l’unica possibilità di sblocco è nelle mani dei servizi sociali del Comune.

Reddito di Cittadinanza sospesa a Luglio ai sensi dell’art. 13 dl 48 2023, ecco come sbloccarla. In questo articolo vi avevamo spiegato quali erano i nuclei familiari che avrebbero terminato di percepire il Reddito di Cittadinanza nel mese di Luglio. Successivamente è stato definito un ampliamento della platea che potrà beneficiarne fino alla sua abolizione, cioè fino a Dicembre 2023.

Qui un breve sunto sulle nuove misure di sostegno al reddito, SFL e ADI, che potranno invece essere richieste rispettivamente dal 1 Settembre 2023 e dal 1° Gennaio 2024.


Reddito di Cittadinanza sospesa a Luglio e Agosto

Aggiornamento 27 Luglio 2023: molti utenti hanno ricevuto il messaggio dell’INPS che gli comunica la domanda del Reddito di Cittadinanza è stata sospesa ai sensi dell’art. 13 dl 48 2023, questo perché il Reddito di Cittadinanza dura solo 7 mesi per l’anno 2023 e non è rinnovabile per i cosiddetti “occupabili”, cioè i nuclei familiari al cui interno non sono presenti minori, disabili o ultrasessantenni.

Il limite di 7 mesi però non si applica a quei nuclei familiari che, pur non comprendendo soggetti minori, disabili o ultrasessantenni, sono stati presi in carico dai servizi sociali.

Ciò significa che la durata della domanda presentata dal nucleo familiare seguito dagli assistenti sociali seguirà la naturale scadenza dei 18 mesi. Se i 18 mesi scadono prima del mese di Novembre 2023 il nucleo familiare potrà inoltre ripresentare la domanda di Reddito di Cittadinanza che scadrà comunque al 31 Dicembre 2023.


RDC Sospesa, che fare?

Se la vostra domanda di Reddito di Cittadinanza risulta sospesa ai sensi dell’art. 13 dl 48 2023 in attesa della comunicazione di presa in carico da parte dei servizi sociali avete due possibilità:

  • tentare la strada dell’assistenza sociale e contattare il vostro comune per verificare che il vostro nucleo familiare abbia i requisiti
  • rinunciare al Reddito di Cittadinanza per presentare la domanda di Supporto Formazione Lavoro a partire dal 1 Settembre 2023 da 350 euro al mese.

Se scegliete di rinunciare al Reddito di Cittadinanza non dovete fare nulla, la domanda decadrà da sola. Vi consigliamo però di presentare appena possibile la domanda di Assegno Unico con pagamento sul conto corrente poiché questa non è retroattiva. Più tardi farete la domanda più saranno le mensilità che rischiate di perdere. Ne abbiamo parlato qui.


Comunicazione all’INPS da parte degli assistenti sociali

Gli assistenti sociali del Comune hanno tempo fino al 31 Ottobre 2023 per comunicare all’INPS la lista delle famiglie prese in carico e che fruiscono, o hanno presentato domanda, di RdC che risulta sospesa. Fino a che non avverrà questa comunicazione le domande di Reddito di Cittadinanza rimarranno sospese. Al momento dell’avvenuta comunicazione le stesse domande verranno sbloccate con conseguente pagamento delle eventuali mensilità arretrate da corrispondere (comprensive di eventuali quote di Assegno Unico).