Home Dipendenti Pubblici Guida 730 precompilato 2022, scadenza e quali spese si possono detrarre

Guida 730 precompilato 2022, scadenza e quali spese si possono detrarre

by Redazione
guida compilazione 730 2022 scadenza invio dichiarazione dei redditi spese sanitarie detrazioni casa mutuo affitto spese veterinarie dipendente certificazione unica

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le Istruzioni per la compilazione del Modello 730 2022, dal 31 Maggio sarà possibile apportare le modifiche alla propria dichiarazione dei redditi in autonomia dal sito dell’ente. Qual è la scadenza per l’invio del modello 730 e quali spese si possono scaricare dalla dichiarazione dei redditi


Guida 730 precompilato 2022, ora la dichiarazione dei redditi si può modificare online. Il modello 730 precompilato prevede che il modello telematico sia già parzialmente compilato in automatico da parte dell’Agenzia delle Entrate. Questo è possibile grazie all’incrocio di di dati tra Istituti bancari, Servizio Sanitario Nazionale, INPS e Agenzia delle Entrate.


Chi può usare il modello 730 per la dichiarazione dei redditi

Possono utilizzare il modello 730 i contribuenti che nel 2021 hanno percepito:

  • redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio contratti di lavoro a progetto)
  • redditi dei terreni e dei fabbricati
  • redditi di capitale
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (per esempio prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente)
  • redditi diversi (per esempio, redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (per esempio, i redditi percepiti dagli eredi – a esclusione dei redditi fondiari, d’impresa e derivanti dall’esercizio di arti e professioni).

Possono presentare il modello 730, anche in assenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio, i contribuenti che nel 2021 hanno percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione e/o alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e che nel 2022 non hanno un sostituto d’imposta che possa effettuare il conguaglio. In questo caso nel riquadro “Dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio” va barrata la casella “Mod. 730 dipendenti senza sostituto“. In tal caso andrà indicato l’IBAN sul quale ottenere il pagamento dell’eventuale rimborso.


Come compilare online il 730 precompilato

La dichiarazione dei redditi precompilata è disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate. Per accedere è necessario essere in possesso di:

  • SPID
  • CIE (carta d’identità elettronica con PIN)
  • CNS (carta nazionale dei servizi)

In alternativa alla precompilata online bisognerà rivolgersi ad un professionista intermediario, enti di patronato o CAF.


Cosa bisogna inserire nel modello 730

Nel modello 730 è possibile indicare i seguenti dati:

  • Redditi che derivano dal possesso dei terreni
  • Redditi che derivano dal possesso dei fabbricati, anche se si tratta dell’abitazione principale
  • Redditi di lavoro dipendente e di pensione (certificazione unica 2022). Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente. Ritenute relative all’Irpef e alle addizionali regionale e comunale e dati relativi al trattamento integrativo e all’ulteriore detrazione
  • Redditi di capitale, redditi di lavoro autonomo non derivante da attività professionale e redditi diversi (es. redditi di terreni e fabbricati situati all’estero). Redditi soggetti a tassazione separata (es. redditi percepiti dagli eredi)
  • Spese che danno diritto a una detrazione d’imposta e spese che possono essere sottratte dal reddito complessivo (oneri deducibili)
  • Acconti relativi all’Irpef, all’addizionale comunale e alla cedolare secca sulle locazioni. Ritenute diverse da quelle indicate nei quadri C e D. Crediti o eccedenze di versamento derivanti dalle dichiarazioni degli anni precedenti
  • Crediti d’imposta relativi ai fabbricati, per l’incremento dell’occupazione, per i redditi prodotti all’estero, per le mediazioni, per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensione, per la ricostruzione degli immobili colpiti dal sisma in Abruzzo, per art bonus, per negoziazione e arbitrato, per lo sport bonus, per la bonifica ambientale e per monopattini elettrici e servizi di mobilità elettrica
  • Utilizzo del credito derivante dal modello 730/2022 per il versamento con il Mod. F24 dell’Imu dovuta per l’anno 2022 e delle altre imposte per le quali è previsto il pagamento con il Mod. F24
  • Beni e servizi acquistati dal condominio nell’anno solare, dati identificativi dei relativi fornitori e dati catastali del condominio nel caso di interventi di recupero del patrimonio edilizio
  • Informazioni in merito ai redditi prodotti dai residenti a Campione d’Italia.

Inoltre si può indicare indicare a quale istituzione religiosa si vuole devolvere l’8×1000, a quale partito politico devolvere il 2×1000 e a quale ente o associazione ODV si vuole devolvere il 5×1000.


Spese che si possono detrarre dal 730

La prima cosa da sapere per le detrazioni è che dall’anno 2020 ogni spesa che si vuole detrarre dalla dichiarazione dei redditi deve poter essere rendicontata (dimostrata) con un pagamento elettronico. Un altro passo verso l’addio al contante (ne abbiamo parlato qui). Di seguito la lista delle spese che possono essere detratte dal modello 730 precompilato.

Detrazioni relative alla casa

  • Mutuo
  • Agenzia immobiliare in caso di acquisto casa
  • Affitto
  • Assicurazioni contro calamità naturali

Detrazioni per l’esecuzione di Ristrutturazioni

  • Bonus Facciate
  • Recupero edilizio
  • Risparmio energetico
  • Bonus mobili
  • Bonus verde
  • Colonnine di ricarica per le auto elettriche
  • Superbonus 110%
  • Sostituzione gruppo elettrogeno di emergenza
  • Bonus acqua potabile
  • Interventi ristrutturazione Condominio

Detrazioni relative alla Famiglia

  • Abbonamenti trasporto pubblico
  • Spese assicurazione vita, infortunio, rischio non autosufficienza
  • Contributi previdenziali-assistenziali
  • Contributi collaboratori domestici
  • Adozione internazionale
  • Assegni mantenimento ex coniuge
  • Spese funebri

Detrazioni spese figli

  • Rette asilo nido (pubblici e privati)
  • Spese per la frequenza di scuole dell’infanzia, primarie e secondarie 
  • Università
  • Conservatori e AFAM (Istituzioni Alta Formazione Artistica Musicale Coreutica)
  • Studenti con diagnosi di DSA (disturbo specifico dell’apprendimento)
  • Donazioni in favore degli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado
  • Attività sportive

Salute

  • Spese sanitarie e farmaci
  • Spese veterinarie

In caso di disabilità

  • Acquisto mezzi necessari all’accompagnamento e deambulazione
  • Spese per addetti all’assistenza personale (es. badanti) in caso di non autosufficienza
  • Assicurazioni sulla vita a tutela di persone con grave disabilità (beneficiari).


Scadenza invio modello 730 2022

La dichiarazione dei redditi 2022, relativa ai redditi del 2021, dovrà essere inviata entro il 30 settembre 2022.


Guida alla compilazione del modello 730 precompilato

La Guida 730 precompilato dell’Agenzia delle Entrate può essere scaricata cliccando qui. Il documento è molto ampio, composto da ben 137 pagine. Ovviamente per un modello 730 base (CU dipendenti/pensionati + qualche spesa da scaricare) non sarà necessario leggerlo tutto ma ci si potrà limitare a leggere le parti salienti.

previdenza facile telegram