Home Emergenza Covid-19 Il bonus baby sitting è compatibile con lo smart-working e la Cassa Integrazione?

Il bonus baby sitting è compatibile con lo smart-working e la Cassa Integrazione?

by Redazione
bonus baby sitting è compatibile con lo smart-working cassa integrazione cig compatibilità lavoro da casa babysitter baby sitting covid-19 domanda

Molti genitori alle prese con lo smart-working si stanno chiedendo se l’attività di lavoro da casa è compatibile con il voucher baby-sitting.


Il bonus baby sitting è compatibile con lo smart-working? L’emergenza COVID-19 ha costretto la maggior parte dei lavoratori a lavorare da casa. In molti casi si è anche riscontrata qualche convenienza: si risparmia il tempo del tragitto fino alla sede di lavoro, si risparmia la benzina e magari anche i soldi per mangiare fuori casa. Ma chi ha uno i più figli in casa come fa a lavorare? I bambini, soprattutto se piccoli, hanno bisogno delle nostre attenzioni, e in molti casi diventa davvero impossibile seguire correttamente qualsiasi tipo di attività lavorativa.


Il bonus baby sitting è compatibile con lo smart-working

Assolutamente sì. Proprio perché non è possibile seguire i figli durante l’attività lavorativa anche quando si svolge da casa il bonus baby-sitting di 600 euro è compatibile con lo smart-working.


Il bonus baby sitting è compatibile con la cassa integrazione

Nella circolare INPS n° 44 del 24/03/2020 al punto 2 si legge:

Tale prestazione spetta a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore
beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività
lavorativa (ad esempio, NASPI, CIGO, indennità di mobilità, ecc.) o altro genitore disoccupato
o non lavoratore, con i quali, dunque, sussiste incompatibilità e divieto di cumulo.

Tuttavia l’INPS, attraverso il numero verde 803 164, fa sapere che il bonus baby sitting da 600 euro può essere richiesto anche se uno dei due genitori è in cassa integrazione. Il voucher però può essere utilizzato solo nei periodi in cui entrambi i genitori lavorano. Quindi i giorni coperti da CIG per uno dei due genitori non possono essere coperti dalle comunicazioni del lavoro occasionale da indicare nel Libretto Famiglia.

In questo articolo vi abbiamo illustrato i passaggi per l’appropriazione del bonus baby-sitting e per inserire le comunicazioni obbligatorie delle prestazioni lavorative.

previdenza facile telegram