Home Informazioni utili Il modello 730 precompilato è già online

Il modello 730 precompilato è già online

by Redazione
730 precompilato

Il 730 precompilato è la novità del 2015 in materia di fisco. Tale modello può essere scaricato dal sito dell’Agenzia delle Entrate con il pin oppure dal sito dell’INPS con PIN DISPOSITIVO a partire dal 15/04/2015, cliccando su questo link.

 

Tutti gli utenti che dovranno fornire la dichiarazione dei redditi da quest’anno potranno avvalersi del modello 730 precompilato; l’utilizzo del modello non è obbligatorio ma ci si può avvalere anche del vecchio modello cartaceo (consegnando la vostra Certificazione Unica).

Chi si avvarrà del modello senza aggiungere alcuna voce di spesa da portare in detrazione potrà giovare dello “scudo” per gli accertamenti fiscali, significa che se ci sono degli errori nei dati precompilati non sarà passibile di sanzione. Questo però varrà solo per una piccola percentuale dell’utenza, la maggior parte di noi infatti dovrà provvedere ad inserire le spese da portare in detrazione, perdendo così il diritto allo “scudo”: spese mediche e veterinarie, spese scolastiche ed universitarie, interessi passivi sui mutui, provvigioni per le agenzie immobiliari, spese funebri, assegni periodici per il coniuge, assicurazioni e premi assicurativi, attività sportive. Spese queste che dovremo certificare noi utenti ed eventualmente consegnare al commercialista o al CAF che provvederà alla compilazione.

 

CHI SBAGLIA PAGA

Gli oneri relativi alle sanzioni amministrative in caso di errori per le detrazioni sono a carico di chi compilerà il modello, dunque a carico proprio dei professionisti e dei CAF se ci si avvarrà del loro supporto. Da una parte questa scelta solleva l’utente PAGATORE da qualunque responsabilità, ma questo porterà necessariamente ad un aumento dei prezzi per la compilazione del 730 precompilato da parte dei soggetti abilitati (commercialisti, CAF, patronati…), in quanto aggravati da questo onere. A noi sembra già assurdo dover pagare per comunicare allo Stato informazione che lo Stato ha già…

Dal 2016 tutte le spese da portare in detrazione dovrebbero già essere inserire nel 730 precompilato, ma la scelta di inserire per il 2015 solo i redditi degli utenti e non le spese, è stata più volte criticata in quanto questo potrebbe agevolare i pagamenti in nero, inducendo l’utente a non inserire alcuna voce di spesa per avvalersi dello scudo ed evitando di pagare i vari CAF o Patronati per il servizio.

 

previdenza facile telegram

Potrebbe interessarti anche