Home Sostegno reddito INPS cambio IBAN per l’accredito della Naspi

INPS cambio IBAN per l’accredito della Naspi

by Redazione
INPS cambio IBAN naspi disoccupazione accredito bonifico conto corrente variazione cambiare bonifico domiciliato

Come cambiare il conto corrente su cui viene accreditata la disoccupazione da parte dell’INPS? I passaggi sono molto semplici, basta essere in possesso del codice PIN dispositivo.


INPS cambio iban per l’accredito della Naspi. I lavoratori in disoccupazione che hanno richiesto l’accredito dell’indennità di naspi sul proprio conto corrente hanno in ogni caso facoltà di variare il conto per l’accredito. Ci sono infatti diverse casistiche in cui è necessario cambiare conto corrente o comunque l’IBAN di destinazione di un accredito:

  • clonazione carta prepagata/postepay evolution
  • cambio IBAN a seguito dello spostamento dell’agenzia bancaria
  • chiusura conto corrente per decesso cointestatario
  • variazione conto corrente da banca a banca
  • cambio ufficio pagatore (da banca a posta o viceversa)
  • variazione modalità di pagamento (da bonifico domiciliato allo sportello postale ad accredito su conto corrente)
  • blocco del conto corrente per pignoramento/decreto ingiuntivo

In tutti questi casi è possibile sempre e comunque comunicare all’INPS la nuova modalità di pagamento prescelta.


INPS cambio IBAN per l’accredito della disoccupazione

Per cambiare il conto corrente sul quale ricevere l’accredito della Naspi bisogna utilizzare il modello Naspi-com.
Il modello Naspi-com si può compilare:

All’interno della comunicazione Naspi-com selezionare la voce Variazione indirizzo o modalità di pagamento

Dalla tendina selezionare Accredito su Conto Corrente se si ha necessità di inserire il codice iban di un nuovo conto. Se invece dovete richiedere il bonifico domiciliato in posta selezionate Bonifico Postale.

Una volta effettuata la scelta inviate la comunicazione Naspi-com, che potrete consultare successivamente nella voce Consultazione Comunicazioni che trovate nel menu di sinistra.

Se la comunicazione viene fatta nel momento in cui il pagamento Naspi è già stato disposto (quindi visibile nell’estratto pagamenti) il pagamento verrà comunque accreditato sul vecchio conto, o comunque con la vecchia modalità di pagamento. Per questo è consigliabile non chiudere il contro corrente su cui viene solitamente accreditata la disoccupazione prima di vedere l’accredito sul nuovo conto.

previdenza facile telegram