Home Informazioni utili ISEE precompilato 2020, tutorial e modalità di acquisizione

ISEE precompilato 2020, tutorial e modalità di acquisizione

by Redazione
isee precompilato tutorial dsu precompilata redditi inibire inibizione componente componenti nucleo familiare giacenza media redditi inps


ISEE precompilato online, dal mese di Gennaio è disponibile il servizio telematico INPS che prevede l’invio di una DSU già precompilata. Ecco come funziona e come accedere al servizio facilitato per poter fare la propria dichiarazione da casa senza doversi appoggiare al patronato o al CAF


Con il messaggio n° 96 del 13 gennaio 2020 l’INPS fornisce le istruzioni in merito alle modalità di accesso all’ISEE precompilato. In questo articolo vi forniamo i tutorial e le informazioni in merito alle varie modalità di compilazione


I tutorial per l’ISEE precompilato

Insieme alla possibilità di inoltrare la DSU precompilata l’INPS fornisce anche 3 tutorial per l’assistenza alla compilazione, che rimettiamo di seguito.

1. Il primo tutorial descrive il processo di acquisizione della DSU precompilata e tutte le novità in merito.


2. Il secondo tutorial indica le operazioni della prima fase necessarie ad ottenere i dati precompilati della DSU:

  • compilazione del nucleo familiare
  • compilazione dei modelli base
  • inserimento dei dati di delega e di riscontro


3. Il terzo tutorial indica le operazioni della seconda fase necessarie a completare la DSU ed ottenere gli indicatori ISEE:

  • verifica degli esiti sui dati di riscontro
  • modifica/conferma dati precompilati
  • sottoscrizione finale e rilascio dell’attestazione



Come presentare la DSU precompilata online

Per accedere alla procedura telematica dell’ISEE precompilato è necessario seguire i passaggi: www.inps.it – Prestazioni e servizi – Tutti i servizi – Cliccare sulla lettera I e scegliere la voce ISEE precompilato.
Per l’accesso diretto clicca qui


Una volta arrivati su questa schermata avrete la possibilità di cliccare su ACQUISIZIONE per inserire una nuova dichiarazione. Sarà possibile fare l’accesso con le seguenti credenziali:

  • PIN dispositivo
  • SPID di livello 2 o superiore
  • CNS
  • CIE (Carta di identità elettronica 3.0)
  • credenziali rilasciate dall’Agenzia delle Entrate


Se al momento dell’accesso trovi la seguente schermata è tutto normale, infatti non è ancora disponibile la compilazione telematica dell’ISEE precompilato, ma sarà possibile accedervi a breve.


Dati precompilati e dati precaricati, quali sono e da chi vengono forniti

Le informazioni utilizzate per l’ISEE precompilato vengono recuperate da diversi database:

  • archivi INPS
  • Anagrafe Tributaria
  • Catasto
  • Agenzia Entrate

Per ciò che riguarda le informazioni sui saldi e le giacenze medie dei conti correnti, l’INPS informa che sono comunicate all’istituto da non meglio identificati intermediari finanziari.

La precompilazione riguarda informazioni su redditi e patrimonio:

  • i redditi ed alcune tipologie di spese ordinariamente dichiarati all’Agenzia delle entrate (inseriti nella sez. II e III del Quadro FC8);
  • i trattamenti erogati dall’INPS (inseriti nella sez. III del Quadro FC8);
  • il patrimonio mobiliare detenuto in Italia (inserito nel Quadro FC2) con esclusione delle lettere e), g) e h) dell’articolo 5 del DPCM n. 159 del 2013 (partecipazioni in società per azioni non quotate e in società non azionarie, altri strumenti e rapporti finanziari, valore del patrimonio per le imprese individuali);
  • il patrimonio immobiliare detenuto in Italia relativamente ai fabbricati (inseriti nel Quadro FC3);
  • il canone di locazione della casa di abitazione (inserito nella seconda sezione del Quadro B).


Le informazioni precompilate nella DSU possono essere accettate o modificate, ad eccezione di:

  • i trattamenti erogati dall’INPS;
  • i redditi già dichiarati ai fini fiscali (Modello 730, Modello Redditi), per le quali viene assunto il valore a tal fine dichiarato.

In tal caso, qualora i suddetti dati non modificabili dovessero risultare errati bisognerà fare apposita richiesta tramite modilo (Modulo FC.3) per chiederne la rettifica, autodichiarando le componenti per cui ha rilevato tali inesattezze.

Qualora dovessero risultare mancanti alcuni dati l’utente è comunque tenuto ad aggiornarli e modificarli.


Dati precaricati

Per i dati oggetto di autodichiarazione è prevista la facoltà di richiedere all’INPS di precaricare alcuni dati contenuti nell’ultima DSU presente nel Sistema informativo dell’ISEE. In particolare potranno essere precaricati i seguenti dati:

  • Quadro A tabella e Quadro FC1: composizione del nucleo familiare;
  • Quadro B prima sezione: casa di abitazione;
  • Quadro FC5: assegni periodici per coniuge e figli;
  • Quadro FC6: autoveicoli e altri beni durevoli;
  • Quadro FC7: disabilità e non autosufficienza.

Il dichiarante è tenuto modificare o aggiornare i suddetti dati precaricati nel caso in cui siano variati o errati.


Inibire i dati precompilati per i soggetti maggiorenni

Per ogni cittadino maggiorenne c’è la possibilità di inibire i dati precompilati. Ciò significa che il sito INPS non riuscirà a risalire ai dati dell’utente forniti da altri enti.

In tal caso però non sarà possibile acquisire alcuna DSU per il nucleo familiare di cui fa parte il soggetto che ha inibito i propri dati.

Per impostare l’Inibizione dei propri dati cliccare sul menu Servizi in alto a destra: il cittadino può inibire l’utilizzo dei propri dati e redditi premendo il pulsante Imposta inibizione. Per rimuoverla basterà cliccare su Sblocca inibizione.


Simulazione di calcolo ISEE precompilato

Tramite la funzionalità della Simulazione qualsiasi utente ha la possibilità di inserire, ancora prima della vera e propria DSU, una simulazione di calcolo. In tal modo ci si può fare un’idea di quello che è il proprio ISEE prima ancora di richiedere una prestazione collegata ad esso.

previdenza facile telegram