Home Sostegno reddito Novità DIS-COLL 2022, doppia durata e accredito dei contributi figurativi

Novità DIS-COLL 2022, doppia durata e accredito dei contributi figurativi

by Redazione
novità dis-coll 2022 durata massima diminuizione 3% calo del 3% importo calcolo accredito contribuzione figurativa 1 gennaio 2022 disoccupazione parasubordinati riduzione 3% contributi figurativi durata

Importanti novità introdotte dalla legge di Bilancio 2022 per il sussidio di disoccupazione dei lavoratori parasubordinati, cioè quelli con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa o contratto a progetto (co.co.co. e co.co.pro.), assegno di ricerca/dottorato di ricerca


Novità DIS-COLL 2022, doppia durata e accredito dei contributi figurativi. la Legge di Bilancio 2022 ha introdotto delle importanti novità relative alla DIS-COLL. Nel complesso possiamo giudicare positivamente le nuove disposizioni, soprattutto per ciò che concerne la durata massima, che è stata di fatto raddoppiata, e l’accredito d’ufficio della contribuzione figurativa (mancante però fino al 2021).


Importo DIS-COLL 2022

Sapete ormai che l’importo della DIS-COLL per gli iscritti alla Gestione Separata viene calcolato sulla base di una quota fissa uguale per tutti. Questa quota viene solitamente aggiornata ogni anno. Nel 2015, anno di entrata in vigore di questo strumento di sostegno al reddito, che ha di fatto sostituito la precedente Indennità Una Tantum , questo importo era pari a 1195 euro.

Con la Circolare n°7 del 21/01/2021 l’INPS informa che l’importo di riferimento per il 2021 sarà pari a  1.227,55. L’importo sarà lo stesso anche per il 2022, poiché di fatto ad oggi non c’è stato alcun aggiornamento.


Come si calcola l’importo DIS-COLL

L’importo spettante mensilmente per l’indennità di disoccupazione DIS-COLL viene calcolato sulla base del reddito imponibile (media lorda mensile) risultante dai versamenti effettuati (derivante esclusivamente da rapporti di collaborazione/progetto/ assegno di ricerca/dottorato di ricerca) nell’anno in cui si verifica l’evento di cessazione del rapporto di lavoro e nell’anno ad essa precedente.

Nei casi in cui la retribuzione mensile sia pari o inferiore nel 2022 all’importo di 1.227,55 euro, l’indennità mensile è pari al 75% della retribuzione. Nei casi in cui la retribuzione mensile sia superiore a 1.227,55 euro mensili l’indennità è pari al 75% del predetto importo a cui si aggiunge un ulteriore importo pari al 25% della differenza tra la retribuzione mensile e 1.227,55. L’indennità mensile non può in ogni caso superare nel 2015 l’importo massimo mensile di euro 1.335,40, rivalutato annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati intercorsa nell’anno precedente.

Novità DIS-COLL 2022, meccanismo di riduzione dell’importo del 3%

Il comma 223 dell’articolo 1 della legge di Bilancio 2022 prevede, con riferimento agli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° gennaio 2022, che la DIS-COLL si riduca del 3% ogni mese a decorrere dal primo giorno del 6°mese di fruizione.

Per gli eventi di cessazione involontaria del rapporto di lavoro intervenuti fino alla data del 31 dicembre 2021, l’indennità DIS-COLL si riduce nella misura del 3% ogni mese a decorrere dal primo giorno del 4° mese di fruizione, quindi dal 91° giorno di indennità;

Per gli eventi di cessazione involontaria del rapporto di lavoro intervenuti a fare data dal 1° gennaio 2022, l’indennità DIS-COLL si riduce nella misura del 3% ogni mese a decorrere dal primo giorno del 6° mese di fruizione, quindi dal 151° giorno di indennità.


Nuovo calcolo durata DIS-COLL 2022

La stessa legge di Bilancio 2022 prevede che per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° gennaio 2022 la DIS-COLL sia corrisposta mensilmente per un numero di mesi pari ai mesi di contribuzione accreditati nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno precedente l’evento di cessazione del lavoro fino alla data di cessazione del rapporto di lavoro stesso. Ai fini della durata ovviamente non sono considerati i periodi contributivi che hanno già dato luogo a precedenti prestazioni.

Aumenta dunque la durata massima della prestazione DIS-COLL per gli eventi di disoccupazione verificatisi con decorrenza 1° gennaio 2022, disponendo che la prestazione non può superare la durata massima di 12 mesi.

  • per gli eventi di cessazione involontaria intervenuti fino alla data del 31 dicembre 2021: durata massima della prestazione pari a 6 mesi;
  • per gli eventi di cessazione involontaria intervenuti dal 1° gennaio 2022: durata massima della prestazione pari a 12 mesi.


Riconoscimento contributi figurativi per DIS-COLL

L’articolo 15, comma 7, del decreto legislativo n. 22 del 2015 prevede che per i periodi di fruizione della prestazione DIS-COLL non sono riconosciuti i contributi figurativi. Ciò è valido per gli eventi di disoccupazione avvenuti fino al 31 Dicembre 2021.

Per i periodi di fruizione dell’indennità DIS-COLL percepita a seguito di eventi di disoccupazione intervenuti a fare data dal 1° gennaio 2022, è finalmente riconosciuto d’ufficio l’accredito della contribuzione figurativa. Tale contribuzione è rapportata al reddito medio mensile come determinato ai sensi dell’articolo 15, comma 4, del decreto legislativo n. 22 del 2015, entro un limite di retribuzione pari a 1,4 volte l’importo massimo mensile dell’indennità per l’anno in corso.

Esempio

Importo massimo mensile dell’indennità DIS-COLL per l’anno 2022 = 1.335,40 euro
La contribuzione figurativa per l’anno 2022 è riconosciuta solo entro il limite di retribuzione di 1.869,56 euro (1.335,40 euro per 1,4 = 1.869,56 euro).

Il periodo di contribuzione figurativa derivante dall’indennità DIS-COLL è computato ai fini dell’anzianità contributiva utile al perfezionamento dei requisiti pensionistici.

La contribuzione figurativa sarà visibile sull’estratto contributivo, scheda verde Gestione Separata.

telegram previdenza facile