Home Disoccupazione Pagamenti Assegno Temporaneo Settembre 2021 in attesa dell’Assegno Unico

Pagamenti Assegno Temporaneo Settembre 2021 in attesa dell’Assegno Unico

by Redazione
pagamenti assegno temporaneo settembre 2021 assegno temporaneo agosto assegno unico disoccupati reddito di cittadinanza ricarica pagamento assegno temporaneo pagamento assegno unico inps domanda autonomi

I pagamenti per l’assegno temporaneo 2021 (da Gennaio Assegno Unico) vengono disposti mensilmente fino a Dicembre 2021. In questo articolo troverete le date dei pagamenti di Settembre.


Pagamenti Assegno Temporaneo Settembre 2021 in attesa dell’Assegno Unico. L’Assegno temporaneo, in attesa dell’Assegno Unico che entrerà in vigore nel 2022, è una prestazione a sostegno dei reddito delle famiglie con minori a carico che non abbiano già diritto agli Assegni al Nucleo Familiare. I lavoratori dipendenti agricoli e non, parasubordinati, in Naspi o DIS-COLL e i pensionati non hanno diritto all’assegno temporaneo in quanto già percepiscono gli ANF.

Per i disoccupati non in Naspi e i lavoratori autonomi il pagamento sarà effettuato direttamente dall’INPS tramite bonifico sul conto corrente indicato in domanda o tramite bonifico domiciliato in posta.

Per i percettori di Reddito di Cittadinanza il pagamento verrà effettuato insieme alla ricarica mensile senza necessità di presentare domanda.


Pagamenti Assegno Temporaneo 2021

I pagamenti dell’Assegno Temporaneo Settembre 2021 non sono ancora stati disposti.
I percettori di Reddito di Cittadinanza non sono tenuti a presentare la domanda e riceveranno il primo pagamento dell’Assegno Temporaneo a Settembre, con decorrenza Luglio 2021. Verranno quindi liquidati gli importi arretrati.
Troverete le date in questo articolo non appena saranno disponibili.


Quanto spetta

L’importo mensile dell’Assegno temporaneo 2021 spettante al nucleo familiare è determinato sulla base della tabella allegata al decreto-legge n. 79/2021, che individua i livelli di ISEE e gli importi mensili per ciascun figlio minore. In particolare, è prevista:

  • una soglia minima di ISEE fino a 7.000 euro, fino alla quale gli importi spettano in misura piena, pari a 167,5 euro per ciascun figlio in caso di nuclei con uno o due figli, ovvero a 217,8 euro per figlio in caso di nuclei più numerosi;
  • una soglia massima di ISEE pari a 50.000 euro, oltre la quale non si ha diritto all’assegno.

Clicca qui per calcolare l’importo effettivamente spettante.

L’importo è maggiorato di 50 euro per ciascun figlio minore disabile presente nel nucleo.

previdenza facile telegram