Home Reddito di Cittadinanza Pagamento RDC Giugno in ritardo, errore dell’INPS su 20mila domande

Pagamento RDC Giugno in ritardo, errore dell’INPS su 20mila domande

by Redazione
rdc pagamento giugno ritardo giugno 2020 reddito di cittadinanza anomalia inps rdc-com lavoro reddito indebito indebiti

Perché non è ancora arrivato il pagamento RDC del mese di Giugno? Il mistero del ritardo in un’anomalia sui sistemi dell’Istituto.


Pagamento RDC Giugno 2020 in ritardo, errore dell’INPS su 20mila domande. Da alcune indiscrezioni sembra proprio che il motivo per cui a molti aventi diritto non è ancora stata ricaricata la Carta RdC derivi da un’anomalia nell’aggiornamento dei modelli RDC-COM.


RDC Giugno in ritardo, errore dell’INPS su 20mila domande

Se la domanda non è sospesa o bloccata ma risulta Accolta molto probabilmente il pagamento è in stand-by per questa anomalia sui modelli RDC-COM. Il modello RDC-COM deve essere inoltrato all’INPS da parte del lavoratore non momento in cui sottoscrive un nuovo contratto di lavoro. Sembra che l’importo di chi ha inviato il modello RDC-COM nei mesi del 2020, a partire già da Gennaio, non sia stato sottoposto ad alcuna rivalutazione a causa di questa anomalia. Ciò significa che è probabile che molti abbiamo ricevuto il pagamento RDC per intero mentre invece l’importo doveva essere ricalcolato sulla base del nuovo reddito in base al contratto di lavoro dichiarato. In questi casi si sarà sicuramente generato un indebito, è quindi probabile che l’INPS, al termine delle verifiche, procederà con il recupero crediti di questi importi.

Le domande interessate dall’anomalia sono circa 20mila. Al momento l’Istituto sta comunque lavorando per risolvere le anomalie e per ripristinare al più presto i pagamenti. Per coloro i quali non sarà necessario aprire una pratica di indebito il pagamento RDC di Giugno 2020 verrà comunque pagato, anche se in ritardo.

previdenza facile telegram