Home Disoccupazione Rdc, offerta di lavoro congrua solo se superiore a 858 euro al mese

Rdc, offerta di lavoro congrua solo se superiore a 858 euro al mese

by Redazione
offerta di lavoro congrua

Offerta di lavoro congrua solo se lo stipendio sarà di almeno 858 euro al mese. Una serie di emendamenti sono pronti per integrare il decreto del Reddito di Cittadinanza. Il più importante è quello che riguarda l’obbligo di accettare le offerte di lavoro che arrivano dal Centro per l’Impiego.

 

L’erogazione del Reddito di Cittadinanza prevede l’obbligo da parte del lavoratore beneficiario e dei componenti del nucleo familiare di accettare le offerte di lavoro congrue proposte esclusivamente dal Centro per l’Impiego. Se un’azienda x  dovesse contattarvi per un colloquio non siete assolutamente obbligati ad accettarlo e nessuno lo saprà mai. Lo stesso vale  nel caso di una proposta di rinnovo o proroga di un contratto scaduto.

Le offerte di lavoro che invece arrivano dal Centro per l’Impiego possono essere rifiutate per massimo 2 volte, il terzo rifiuto prevede la decadenza dal diritto al beneficio economico.

 

Offerta di lavoro congrua solo se superiore a 858 euro al mese

Nel frattempo sono sorti diversi dubbi in merito tra cui, ultimo ma non meno importante, quello legato alla retribuzione offerta al lavoratore. Eh già perché è vero che chi percepisce il RdC, sottoscrivendo il Patto per il Lavoro si fa carico di determinati obblighi, ma è vero anche che tali lavoratori non possono essere costretti ad accettare dei lavori sottopagati o comunque malretribuiti.

Ne deriva che se la soglia di povertà è pari a 780 euro al mese, la retribuzione del contratto proposto dev’essere necessariamente superiore a tale importo. Un’offerta di lavoro congrua dunque potrà essere tale solo se la retribuzione è superiore di almeno il 10% rispetto al beneficio massimo fruibile da un solo individuo, inclusivo della componente ad integrazione del reddito dei nuclei residenti in abitazioni in locazione.

Questo è solo uno dei diversi emendamenti di integrazione al decreto del Reddito di Cittadinanza. Un importante paletto che darà la possibilità a chi cerca lavoro di poter contare su uno stipendio degno. Inoltre obbligherà molte aziende a rivedere le retribuzioni proposte. Un altro emendamento prevede la possibilità da parte delle istituzioni di poter verificare solo gli importi spesi con la Carta Rdc e non il dettaglio delle singole spese. Questo è stato possibile grazie all’intervento del Garante della Privacy che è intervenuto nel merito.

 

previdenza facile telegram

Potrebbe interessarti anche