Home Informazioni utili Richiesta di PIN bloccata per incongruenze negli archivi INPS, non aspettate

Richiesta di PIN bloccata per incongruenze negli archivi INPS, non aspettate

by Redazione
pin incongruenze negli archivi INPS indirizzo di residenza domicilio prima parte del pin

Hai inviato richiesta di PIN e un SMS dell’INPS ti avverte che sono state riscontrate delle incongruenze tra i dati inseriti nella richiesta e quelli presenti negli archivi INPS. Che fare e come risolvere il problema in poco tempo.


Nuova richiesta di PIN bloccata per incongruenze negli archivi INPS. Il sistema di richiesta di codice PIN INPS prevede una prima verifica automatica tra i dati anagrafici inseriti al momento della richiesta del PIN da parte del richiedente e i dati presenti negli archivi INPS. Nello specifico si tratta solitamente di incongruenze legate all’indirizzo di residenza. Questo avviene poiché la seconda parte del PIN può essere inoltrata esclusivamente all’indirizzo di residenza dell’utente e non può essere spedita altrove, nemmeno presso il domicilio.

Ma capita spesso che i dati inseriti dall’utente non coincidano perfettamente con i dati presenti all’interno degli archivi INPS, quindi quando si verifica questa anomalia l’utente riceve il seguente messaggio tramite sms:

“A seguito della sua richiesta, abbiamo riscontrato incongruenze tra l’indirizzo di residenza da lei indicato e il dato presente nei nostri archivi. Sara’ contattato a breve dal Contact Center per le verifiche a sua tutela.”

In realtà è probabile che ci sia solo un piccolo problema di riconoscimento legato all’ortografia o all’indicazione dell’indirizzo di residenza, quindi se avete urgente bisogno del codice PIN potete contattare il numero verde INPS 803 164 invece di attendere la chiamata dell’operatore che ha preso in carico la vostra pratica.

E’ importante che la chiamata al numero verde venga fatta dal titolare del codice PIN in quanto l’operatore telefonico dovrà verificare i dati anagrafici ed eventualmente apportare modifiche all’indirizzo di residenza, e questi passaggi non possono esse fatti con altra persona fuorché l’intestatario del PIN. L’unica eccezione è fatta per i tutori legali o amministratori di persone disabili.

Una volta verificato l’indirizzo di residenza l’operatore telefonico provvederà a completare la procedura di invio del codice PIN. Non appena sarà completata ricevete immediatamente la prima parte del PIN (tramite sms o mail, o in alcuni casi può essere fornita dall’operatore telefonico) mentre la seconda parte verrà spedita all’indirizzo di residenza.

previdenza facile telegram