Home Sostegno reddito Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo e cambio indirizzo per malattia online

Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo e cambio indirizzo per malattia online

by Redazione
Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo inps cambio indirizzo reperibilità per malattia domicilio residenza certificato medico lavoratori dipendenti pubblici privati indennità citofono nome

Lo “Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo” è una nuova funzionalità del sito INPS per i lavoratori che devono cambiare l’indirizzo di reperibilità durante la malattia.


Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo (VCM) e cambio indirizzo di domicilio per malattia. Si tratta di un nuovo canale di comunicazione con l’ INPS che permette ai lavoratori in malattia di comunicare velocemente all’Istituto il nuovo indirizzo di reperibilità per una eventuale visita medica di controllo. Questa modalità sostituisce quelle in uso fino ad oggi. Le vecchie procedure rimangono tuttavia ancora valide nei casi di indisponibilità del servizio telematico (se il servizio telematico non funziona o non sei in possesso delle credenziali di accesso clicca qui).

Il riferimento normativo è la Circolare INPS n°106 del 23/09/2020.


Servizio telematico “Sportello al cittadino per le VMC”

Per utilizzare il servizio “Sportello per il cittadino per le Visite Mediche di Controllo” è necessario essere in possesso di almeno una delle credenziali per accesso al sito INPS. Il lavoratore che non possiede le credenziali di accesso dovrà procedere alla comunicazione utilizzando una delle vecchie modalità di comunicazione. Si può accedere al sito INPS con una delle seguenti credenziali:

  • PIN INPS
  • SPID
  • CI Elettronica
  • CNS

Il servizio consente al lavoratore in congedo per malattia di:

  • comunicare una diversa reperibilità, rispetto a quella comunicata precedentemente con il certificato di malattia in corso di prognosi o anche con altra comunicazione.
  • visualizzare le comunicazioni precedentemente inviate
Sportello per il cittadino per le visite mediche di controllo inps cambio indirizzo reperibilità per malattia domicilio residenza certificato medico lavoratori dipendenti pubblici privati indennità citofono nome

“Comunica Indirizzo reperibilità”: la funzione permette la comunicazione di un nuovo indirizzo di reperibilità per un’eventuale visita di controllo domiciliare. Per uno stesso certificato di malattia il cittadino può comunicare più reperibilità successive. Ogni nuova reperibilità comunicata, nell’ambito dello stesso certificato di malattia in corso di validità, implica l’annullamento automatico dell’eventuale precedente reperibilità limitatamente al periodo di sovrapposizione tra i periodi delle due variazioni comunicate. Inoltre, ogni reperibilità comunicata rimane visibile nel sistema.

“Indirizzi comunicati”: in questa pagina sarà possibile consultare tutti i propri indirizzi di reperibilità comunicati all’Istituto.

Il nuovo servizio è disponibile per tutti i lavoratori dei settori privato e pubblico. Resta fermo l’obbligo di comunicazione da parte degli stessi nei confronti dei propri datori di lavoro.


Variazione indirizzo reperibilità per i lavoratori privati indennizzati

I lavoratori privati hanno l’onere di comunicare all’INPS eventuali variazioni di reperibilità con la massima tempestività, e comunque sempre prima di spostarsi. Ciò al fine di non incorrere nelle sanzioni previste dalla legge, in caso di impossibilità ad eseguire la VMC per indirizzo errato del lavoratore. Si consiglia di effettuare la comunicazione almeno 12/24 h prima dello spostamento.

E’ molto importante che l’indirizzo comunicato sia corretto e che vengano inoltre forniti tutti gli elementi informativi ritenuti utili per consentire al medico di controllo di individuare l’abitazione (ad esempio civico, scala, fabbricato e nome sul citofono quando diverso dal lavoratore). Se la visita non viene effettuata perché il medico non ha trovato l’indirizzo corretto, il lavoratore perde il diritto all’indennità economica correlata alla tutela previdenziale della malattia.


Variazione indirizzo reperibilità per i lavoratori dipendenti pubblici

Per i dipendenti pubblici, invece, la normativa vigente (cfr. l’articolo 6 del D.P.C.M. 17 ottobre 2017, n. 206) prevede che il dipendente comunichi la variazione dell’indirizzo di reperibilità alla propria Amministrazione. L’Amministrazione è tenuta a fornire quindi il dato all’INPS per l’effettuazione delle VMC datoriali e d’ufficio (in caso di lavoratore rientrante nell’ambito di applicazione dell’articolo 18 del D.lgs 25 maggio 2017, n. 75, rubricato “Polo unico per le visite fiscali”, che ha modificato l’articolo 55-septies del D.lgs 30 marzo 2001, n. 165).

La disponibilità all’utilizzo del nuovo servizio anche per il lavoratore pubblico ha lo scopo di ottimizzare il flusso comunicativo e offrire, come già chiarito in premessa, maggiori garanzie di correttezza e tempestività dell’informazione per l’esecuzione delle VMC.

Il servizio non deve, invece, essere utilizzato dai lavoratori pubblici per gli adempimenti di cui all’articolo 55-septies, comma 5-bis, del D.lgs n. 165/2001, come modificato dall’articolo18, comma 1, lett. d), del citato D.lgs n. 75/2017, relativi alla comunicazione del solo allontanamento temporaneo dal proprio domicilio di reperibilità, per terapie, visite mediche, accertamenti sanitari o per gli altri giustificati motivi. In tali fattispecie, infatti, non si configura un cambio del domicilio di reperibilità ma un semplice allontanamento dal proprio domicilio che rimane invece confermato.

Ad ogni modo, il datore di lavoro viene messo al corrente del diverso indirizzo di reperibilità comunicato dal lavoratore:

  • in fase di richiesta di una VMC, se la comunicazione è stata effettuata prima della richiesta di visita;
  • al momento della consultazione degli esiti, qualora il lavoratore abbia comunicato una variazione di reperibilità dopo la richiesta di VMC e il datore di lavoro abbia acconsentito – spuntando l’apposito campo – ad inviare la visita al diverso indirizzo fornito dal lavoratore.
previdenza facile telegram