Home Disoccupazione Ultimi 15 giorni Naspi, perché si bloccano e come riceverli

Ultimi 15 giorni Naspi, perché si bloccano e come riceverli

da Redazione
ultimi 15 giorni naspi, ultimo pagamento naspi, modello naspi-com, 15 giorni disoccupazione, cosa fare, mancano 15 giorni di disoccupazione, perché l'inps non paga gli ultimi 15 giorni di naspi, inps

Avete notato che l’INPS non ha pagato gli ultimi 15 giorni di Naspi? Ecco perché si sospendono i pagamenti e cosa fare per ottenere il bonifico al più presto.


Ultimi 15 giorni Naspi, perché si bloccano e come ricevere l’ultimo pagamento della disoccupazione. Non è scritto da nessuna parte, nessuno lo dice, e per chi conta sulla disoccupazione in quanto unica entrata economica il blocco degli ultimi 15 giorni di Naspi è davvero un’amara sorpresa.

Oltre ad essere l’ultimo pagamento arriva anche in ritardo. C’è da dire, però, che non in tutti i casi gli ultimi 15 giorni di Naspi si bloccano. E’ necessario quindi contare bene le giornate retribuite e quelle effettivamente spettanti, se la differenza è di 15 giorni esatti allora significa che avete subìto il blocco.

>> L’INPS ti avvisa quando finisce la disoccupazione? <<


Perché si blocca l’ultimo mese di Naspi?

La regola del blocco dell’ultimo mese apparteneva alla normativa della vecchia ASpI. Fino al mese di Giugno 2023 l’INPS ha continuato a bloccare l’ultima mensilità di Naspi. Dal 1° Luglio il blocco dei pagamenti interesserà solo gli ultimi 15 giorni di Naspi anziché gli ultimi 30.

La procedura di sblocco prevede che il disoccupato dichiari di non aver mai lavorato durante il periodo indennizzabile. Solo dopo l’invio del Naspi-com riceverà il saldo spettante.

Qualora invece il disoccupato avesse dimenticato di comunicare alcune giornate di lavoro effettuate durante il periodo di Naspi, potrà comunicarle nella dichiarazione Naspi-com. Queste giornate potrebbero esser state indebitamente pagate dall’INPS e coperte da giornate di Naspi, oltre che dallo stipendio. Con l’invio del modello Naspi-com l’istituto può decurtare quelle giornate dall’ultima mensilità, senza dover aprire pratiche di indebito a carico del disoccupato.


Come si sblocca l’ultimo mese di Naspi?

Cosa fare per sbloccare gli ultimi 15 giorni di disoccupazione? Come per tutte le comunicazioni relative alla Naspi, anche per avere il pagamento degli ultimi 15 giorni bisogna usare il modello Naspi-com. Clicca qui per scoprire come poter inviare la comunicazione. Chi non è in possesso di codici di accesso SPID/CIE/CNS può farlo tramite l’intermediario/patronato che ha inviato la sua domanda di Naspi.

QUANDO
Bisogna inviare la dichiarazione solo dopo la fine del periodo indennizzabile (clicca qui per calcolare la fine del tuo periodo indennizzabile), questo perché non è possibile dichiarare un evento futuro.

COME
All’interno del modello dovete spuntare la voce Eventi che influiscono sul pagamento della disoccupazione e dalla tendina scegliere Altro. Nella pagina seguente, nel campo note, potrete inserire la seguente frase:

“Dichiaro di essere rimasto disoccupato per tutto il periodo indennizzabile, chiedo pagamento ultimo mese”

Seguite la procedura ed inviate la comunicazione finché non sarà visibile il numero di protocollo. Se la pagina da un errore dovete provare ad uscire e rientrare più volte finché non si apre la maschera con i vostri dati anagrafici.

Il pagamento degli ultimi 15 giorni arriverà entro il mese successivo. Qualora questo non dovesse accadere è sempre possibile contattare il numero verde 803164. Tenete a portata di mano codice fiscale e PIN TELEFONICO della comunicazione Naspi-com, chiedete poi di inviare un sollecito di pagamento.

telegram previdenza facile